SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

"la passione, solo la passione"

Europei Under 20/F – Bronzo per Crudo e Ramò!!! Due liguri sul podio europeo!

Posted by superbasketball su 14 luglio 2014

logoChe bello ricominciare parlando di due medaglie europee per due atlete nate e cresciute in Liguria! Nell’Europeo Under 20 femminile di Udine, la squadra di coach Molino ha conquistato la terza piazza, e con essa la medaglia di bronzo, anche grazie al contributo di Sara Crudo e di Elena Ramò, all’anagrafe rispettivamente da Sanremo e da Genova, anche se già da alcune stagioni in giro per l’Italia…Spiace solo di non aver potuto raccontare il torneo in diretta…

Le avevamo lasciate alla vigilia della partita con la Bielorussia che era fondamentale per il passaggio al secondo turno: ostacolo ben superato dalle azzurre (Orazzo 12, Ercoli 11, Crudo 8, Ramò ne) che sono salite al secondo girone come seconde del proprio raggruppamento.

Nella prima partita della seconda fase le nostre hanno proseguito bene stendendo la Serbia (Milazzo 25, Penna 24, Ramò 2, Crudo 1), mentre purtroppo il giorno successivo è arrivato un nuovo stop con l’Ucraina (Gambarini 15, Milazzo 9, Crudo 2, Ramò ne). Per fortuna nell’ultima partita le ragazze si sono rifatte con la Slovacchia (Penna 20, Milazzo 16, Crudo 6, Ramò 3), agguantando anche qui la seconda piazza.

L’accoppiamento dei quarti pareva abbastanza duro: la Russia che aveva perso sino a quel momento solo con Francia (poi oro) e Turchia, ma aveva battuto la Spagna (poi argento), una squadra fisicamente imponente, oltretutto. Qui le azzurre hanno fatto il capolavoro, che le ha proiettate verso il podio (Penna 16, Milazzo 15, Crudo, Ramò).

L’ostacolo successivo, dimostratosi eccessivamente alto, è stata la Spagna: le iberiche hanno regolato le nostre (Milazzo 11, Bonasia e Gambarini 9, Crudo 2, Ramò) facendo leva su Ndour, una che fa decisamente la differenza nel pitturato.

Le nostre però hanno assorbito il colpo e si sono presentate alla finalina con la Serbia decise a far bene. In una partita (Gambarini 16, Crudo 14, Ramò ne) caratterizzata da un andamento ad elastico, con vantaggi alternati anche ampi per le due squadre e in particolare da una fuga avversaria nel terzo quarto che faceva presagire tutt’altro epilogo, le azzurre si sono rifatte sotto, grazie anche ad una Sara ispirata dall’arco (4/9!), e in un finale convulso deciso da una Ercoli glaciale dalla lunetta e da un fallo in attacco di una avversaria che ha causato due tecnici e la conseguente espulsione dell’allenatore Polenek, hanno tenuto dietro la Serbia conquistando una meritata medaglia!

Come deducibile dai tabellini, più spazio per Sara che per Elena; la sanremese poi ha ripagato Molino con una prestazione importantissima proprio nell’atto finale (ed è una ’95 che potrà eventualmente ripresentarsi in questa categoria l’anno prossimo). Brave entrambe, e complimenti!!! Alè!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: