SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

Notizie, notiziole e baggianate

C Silver – Si comincia!

Posted by superbasketball su 24 settembre 2015

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaEccoci qua, dopo un’estate per tanti aspetti lunghissima siamo di nuovo qui a presentare la prima giornata della C reg…no, un momento, anche il nome si son fregati. Il campionato che conoscevate è diventato un’altra cosa e si chiama C Silver. Per chi non lo sapesse, la riforma che è entrata in vigore quest’anno ha comportato la cancellazione della C Nazionale (C1, DNC, o come volete chiamarla), mentre i campionati regionali sono stati sdoppiati (nelle regioni più popolose) in C Gold e C Silver, che differiscono in primis per i costi (differenza f-o-n-d-a-m-e-n-t-a-l-e) e in secundis per le chances di promozione. Queste ultime non sono chiarissime, ma in linea di principio anche dalla C Silver sarà possibile salire al livello superiore (la B Nazionale), chiaramente vincendo i playoff della propria C Silver e poi degli spareggi interregionali (sembrerebbe, con altre squadre uscite da C Silver limitrofe, ma prendete questa informazione con beneficio d’inventario). Naturalmente in Liguria di C Gold non se ne parla nemmeno, todos peones e quindi si organizza solo la C Silver, che accoglie sia le squadre non retrocesse dalla scorsa C Regionale, sia quelle forzosamente retrocesse dalla C Nazionale dell’anno scorso: Tarros Spezia, Follo, Cus Genova e Pool Loano.

Si sarebbe potuto immaginare dunque un girone molto folto: 4 retrocesse, nessuna promossa (nemmeno l’Aurora che ha vinto il campionato scorso), meno due retrocesse in D (Cogoleto e Alcione), più una promossa dalla D (Arcola), farebbe 4 + 13 – 2 + 1 = 16. Purtroppo, se scorriamo l’elenco delle squadre, notiamo che ce ne sono solo 11. Vediamo perché.

Il primo nome assente che notiamo scorrendo la classifica dell’anno scorso è quello del Granarolo Basket (quarto l’anno scorso). Come sapete si trattava dell’Under 19 DNG del Cap Genova, società che non si è riaffiliata. Al settimo posto l’anno scorso c’era l’AB Sestri: anche questa società del ponente genovese, pur non essendosi sciolta, ha rinunciato al campionato di C. Al decimo posto manca anche la Pallacanestro Vado, ma qui bisogna ricordare che Loano e Vado hanno unito le forze e quindi di 2 squadre ce ne ritroviamo una sola. Un’altra squadra che aveva diritto era la Pontremolese: anche i toscani, dopo molti anni, hanno chiuso per il momento la loro esperienza nel nostro campionato. E in fondo dietro a tutte queste defezioni ci sono riduzioni e ottimizzazioni dei costi…Manca ancora un’altra avente diritto: è la neopromossa Arcola Basket, che quest’estate si è vista richiedere adeguamenti impiantistici per la partecipazione, e ha preferito rivolgersi altrove, perfezionando la collaborazione con l’Audax Carrara e portando quindi in Toscana i ragazzi più promettenti delle proprie giovanili. Peccato aver perso in questo modo una società molto vivace…

E quindi con queste 5 defezioni non solo il campionato è a questo punto a ranghi ridotti, ma addirittura si ritrova dispari, e quindi “zoppo”: 5 partite per giornata e una squadra che riposa a turno.

Detto ciò, veniamo a chi c’è. Userò il criterio geografico innanzitutto: l’imperiese ha mantenuto Ospedaletti, dal savonese abbiamo il solo Pool ora di base a Vado, da Genova e riviera di ponente solo Cus e Ardita, dal Tigullio ben 3 squadre, ovvero Chiavari campione in carica, Sestri Levante e Tigullio, dallo spezzino altre 3 squadre ovvero Tarros, Sarzana e Follo, e da appena fuori confine, ovvero da Ovada, il Red.

Le squadre scese dalla categoria superiore hanno certamente molto credito, specialmente le squadre spezzine, Tarros in primis, che ha operato sul mercato, anche dichiaratamente, con l’obbiettivo di provare a salire. Follo, e Sarzana sono probabilmente un passo indietro. Il Cus ha ridotto un po’ il ricorso ai senior e punta sui giovani, cosa che fa in maniera decisa il Pool, che presenta una muta di ragazzi sottoleva anche per l’Under 20 di Eccellenza che è l’obbiettivo più importante, ma più per l’anno prossimo. Da tener sempre in considerazione l’Aurora, che l’anno scorso è stata davanti a tutti, e da tener d’occhio sicuramente anche Tigullio, che regolarmente presenta un mix di giovani talenti stranieri e locali, e il Sestri Levante del nuovo coach Canepa. L’Ardita in questa seconda stagione di C dovrà dimostrare di poter stare al livello delle altre. La formula prevede playoff per le prime 4 (bisogna finirli abbastanza presto per poter fare poi la fase interregionale) e playout per le ultime 6.

E veniamo alla prima giornata, che si disputa sabato e domenica. La prima squadra a riposare è il Sestri Levante, che scenderà in campo solo la settimana prossima (in trasferta con il Cus), mentre le prima palla a 2 verrà alzata ad Ospedaletti, dove i ragazzi di Lupi ricevono la visita del Pool; poco dopo dall’altra parte della regione due altre belle e interessanti sfide come Follo-Tigullio e Sarzana-Cus. Domenica al PalaSprint esordio della favorita Tarros contro l’Ardita, mentre Red-Aurora chiuderà il programma. Domenica sera avremo sostanzialmente chiuso il basket di settembre e saremo entrati nella vera e propria stagione 2015-2016, anche se i verdetti della prima giornata saranno ovviamente tutt’altro che definitivi…

In bocca al lupo a tutti!

Partite in programma:

.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: