SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

"la passione, solo la passione"

C Silver – Follo batte Tarros, Sarzana sola in vetta, Cus e Ospedaletti avanzano

Posted by superbasketball su 26 gennaio 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaIn C Silver la giornata era incentrata sul derby Follo-Tarros, e quest’ultimo non ha deluso le aspettative: c’è stato equilibrio, e c’è stata anche tensione (troppa, tanto che c’è stato un isolato episodio increscioso).

L’ha vinto stavolta il Follo (Russo 21, Rinaldi 14), in una partita, giocata nella fantastica cornice di pubblico di un PalaMariotti gremito e caldo e molto biancazzurro, risolta solo negli ultimi secondi su una Tarros (Ferrari 26, Jonikas 19) che era partita meglio, con vantaggio in doppia cifra. Il gap si è comunque ridotto presto, già prima dell’intervallo lungo, e dal terzo quarto in poi la partita è stata praticamente punto a punto. Il Follo è entrato nella volata finale davanti e qui la Tarros non è riuscita a mostrare ciò che vorrebbe essere, ovvero una squadra che vuole vincere questa C Silver. In questo si inserisce anche il brutto gesto, che mi risulta purtroppo non appianato, del colpo inferto dopo la sirena finale da Cota ad Andrea Amadori, un fatto che avrà strascichi quantomeno per la giustizia sportiva, visto che non dovrebbe essere sfuggito ai fischietti. Peccato perché ha chiuso con una nota stonata un pomeriggio che era stato uno spot per il basket ligure. Amen. Il Follo impatta la sfida con i bianconeri (non la differenza canestri, ancora a favore della squadra di Martini), raggiunge la Tarros in classifica, e data la serie positiva che dura dal 7 di novembre, quando vinse a Sestri, pone la sua candidatura in modo evidente. E si tratta di una squadra con ossatura Under…Per il team del presidente Caluri una nuova battuta d’arresto, nella partita più topica, su cui ragionare. Il prossimo turno porta un altro derby, quello tra Sarzana e Follo, mentre la Tarros mediterà ospitando Ovada.

Il giorno prima la succitata Sarzana (Irving 20, Dell’innocenti 12) aveva vinto la sua gara a Santa Margherita contro il Tigullio (Diouf 14, Wintour 13) mettendo sin dai primi minuti una bella ipoteca sul successo e dilagando sino oltre al trentello di vantaggio, per poi concludere d’inerzia, cosicché i biancorossi di Pezzi hanno potuto ridurre l’onta ma non impedire a Sarzana di mantenersi in vetta, stavolta in solitaria. Ben altre difficoltà dovrebbe riservare il turno prossimo con il derby con lo scatenato Follo, che l’ultima sconfitta l’ha subita proprio per mano dei sarzanesi all’andata. Il Tigullio resta in mezzo al guado, e viene raggiunto dal Sestri al quale deve rendere visita nell’altro derby della prossima giornata.

Il pronostico non lo prospettava, ma c’è stata battaglia al Geodetico tra Pool Vado (Prato 17, Lentini 15) e Cus Genova (Bigoni 16, Bedini A. 15), che gli ospiti hanno risolto a proprio favore solo nel finale, contrariamente a quanto avvenuto nelle precedenti occasioni stagionali, in cui il divario era stato molto netto. Partita “all’inglese”, stando alle cronache vadesi, con i giocatori ad autolimitarsi ma con un livello di fisicità molto alto: e comunque anche con il Cus, così come in altre occasioni con le altre squadre di alta classifica, i bianconeri hanno fatto una buona partita scivolata via solo nel finale. Ciò non aiuta la classifica vadese, in cui il bilancio è sempre di 2 sole vittorie, alla vigilia della sfida cruciale di Genova con Ardita. Fa molto bene invece alla classifica dei genovesi, sempre quarti, ma sempre agganciati alle spezzine (ricordo che Pansolin e Taverna avranno il vantaggio di dover giocare con Follo in casa in questo ritorno, dopo aver già battuto le altre spezzine in sequenza al PalaCus all’andata): nel prossimo turno a Genova intanto arriverà l’Aurora.

Esce un po’ dal tunnel l’Ospedaletti (Scala 28, Cacace 16), rimettendo punti in saccoccia dopo due stop consecutivi. Lo fa ad Ovada, dove insieme con il Red (Barber 26, Ferrando 23) dà luogo ad una partita giocata soprattutto sugli attacchi, chiudendo con buon vantaggio grazie soprattutto al break maturato nel secondo quarto, al quale i ragazzi di Brignoli non sono riusciti ad opporre resistenza, né successivamente organizzare un recupero. Bene per il team di Lupi, che aveva bisogno di rilanciarsi, considerato che nel prossimo weekend riposa e poi riparte ospitando la Tarros. Quanto ai reds, attesi a loro volta a Spezia, l’impressione è che gran parte delle loro possibilità siano ormai racchiuse nelle ultime due giornate, nelle quali affronteranno in sequenza Ardita e Pool.

C’era un altro derby, in cui si giocava per posizioni di rincalzo, ovvero quello del Palacarrino tra Aurora (Garibotto 21, Ferri E. 11) e Sestri Levante (Reffi 22, Conti Fra. 12). Lo ha portato a casa il Sestri, capace di chiudere meglio il finale dopo avere provato ad andare via ed essere stato poi gradualmente recuperato e anche riscavalcato a ridosso degli ultimi minuti; il tutto malgrado l’aver perso Mariani nella ripresa (espulso). L’Aurora di Marenco conferma i suoi limiti attuali, in questo caso aumentati dall’assenza contemporanea di Bottino e Vercellotti: certo 4 punti da novembre ad oggi sono un po’ pochi per la squadra campione in carica della C Regionale, e sabato deve andare a far visita al Cus. Sestri invece sta gradualmente riemergendo e se sabato prossimo avrà ragione del Tigullio sarà sesta.

Risultati e classifica:

.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: