SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

Notizie, notiziole e baggianate

C Silver – Sarzana scappa, il Cus fa l’ammazzaspezzine e sale al terzo posto, bel colpo del Pool

Posted by superbasketball su 15 febbraio 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaIl diciannovesimo turno di C Silver ha dato un notevole scossone alla classifica, in attesa dell’ultimo derby spezzino di regular season della settimana prossima.

Ne ha fatto le spese soprattutto il Follo (Rinaldi 14, Rege Cambrin 12), quasi non pervenuto a Genova, battuto, scavalcato e “ribaltato” (nel senso della differenza canestri negli scontri diretti) dai biancorossi genovesi (Bigoni 20, Bedini A. 15) al PalaCus, subendo un trattamento anche peggiore di quello riservato alle “cugine” spezzine: quest’anno in Viale Gambaro si sono arrese tutte, ma il Follo sabato ha subìto anche 23 punti di scarto che potrebbero pesare molto nella classifica finale. Complimenti dunque a Pansolin e Taverna, la cui striscia positiva ora comincia ad essere davvero lunga, un intero girone (dall’andata con il Follo, appunto) se dovesse arrivare un referto rosa anche a Santa dopodomani nel recupero della 14esima giornata. E con la trasferta di Ovada, che quest’anno non è certo a rischio come poteva essere nelle stagioni scorse, domenica prossima il Cus potrebbe addirittura trovarsi davanti alla Tarros! Quanto ai ragazzi di Padovan, stavolta hanno praticamente perso la gara già dal secondo quarto, in modo un po’ inopinato, e dovranno a questo punto dare il massimo nei tre turni rimanenti (con un calendario favorevole a dir la verità: Ardita-Pool-Aurora) ma potrebbe non bastare ormai per schiodarsi dal quarto posto, quello più scomodo per iniziare un playoff a quattro.

E l’avversaria potrebbe essere Sarzana (Polverini 21, Irving 19) che anche in questo weekend ha messo in bacheca una vittoria, e contro una contendente, l’Ospedaletti (Scala 29, Bonino 21), che si giocava le residue speranze di postseason. E che lo ha fatto anche alla grande, considerato che gli orange sono arrivati al Palarighe in sei, e malgrado ciò sono stati anche davanti per lunghi tratti. La capolista però ha saputo dare l’accelerata decisiva nel finale, quando gli ospiti erano anche evidentemente meno freschi. Coach Bertieri può ora contare su 4 punti di vantaggio sulla Tarros, con la quale incrocerà…le scarpe domenica, nella sfida che è l’ultima chance dei bianconeri di strappare ai biancoverdi il primo posto. I ragazzi di Lupi si arrendono per quanto riguarda i playoff, e ora devono guardarsi dal ritorno del branco (scusate il gioco di parole) dietro, perché il quinto posto, quello della “pace dei sensi”, è ancora tutt’altro che assegnato.

Si profila infatti minaccioso il Sestri Levante (Reffi 17, Conti Fra. 15), che ha approfittato della visita del Red (Barber 20, Ferrando 13) per incamerare altri 2 punti. Dopo un quarto appannaggio dei ragazzi di Brignoli, il team di Canepa ha spinto e fatto il buco con facilità, e ora con 10 punti negli ultimi sei turni si profila come candidato credibile alla salvezza diretta: però, dovrà dimostrarlo per la via più dura, ovvero nel prossimo turno proprio ad Ospedaletti, dove deve vincere e in tal caso sopravanzerebbe gli orange per gli scontri diretti (ha già vinto all’andata). Quanto ai reds, il salvataggio della stagione probabilmente potrà avvenire solo se faranno dei grandi playout: dura fare punti col Cus in arrivo anche se magari un po’ più stanco per gli impegni ravvicinati, sarebbe un bel segnale fare bene negli scontri diretti in sequenza, Ardita e Pool, delle ultime due giornate.

Queste due squadre hanno avuto rese ben diverse nel weekend. Piuttosto male è andata l’Ardita (Rovati 12, Manica 11), dalla quale ci si sarebbe aspettati, in casa e contro i giovani sammargheritesi di coach Pezzi (Pittaluga 17, Diouf 16), una partita più autorevole: invece i ragazzi di Chiesa sono andati sotto e non sono riusciti a rientrare, finendo con un deludente ventello sul groppone. Bene per i biancorossi: per loro praticamente impossibile rientrare sul quinto posto ormai, ma dovendo giocare con le altre due pericolanti nei turni che rimangono (riposeranno in quello finale), possono puntare al miglior ranking iniziale nei playout, o al secondo dove si trovano adesso.

Molto meglio il Pool Vado (Prato 16, Cognigni 14), che ha approfittato di un’Aurora Chiavari (Garibotto 19, Vercellotti e Toschi 9) sempre più molle (“Molle?” (cit.)) e pur avendo solo 7 effettivi in grado di scendere sul parquet, ha “espugnato” (pur provando a buttare via la partita negli ultimi minuti) il Geodetico e conquistato il terzo successo stagionale, riagganciando l’Ardita e lasciando Ovada da sola in castigo. I vadesi andranno ora a Santa, poi ospiteranno Follo e infine si giocheranno forse una parte di salvezza proprio ad Ovada. Quanto ai chiavaresi, coach Marenco ha un paio di settimane di tempo (c’è il turno di riposo) per preparare il derby di ritorno col Tigullio, e poi chiudere una regular season opaca a Spezia con il Follo.

Risultati e classifica:

.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: