SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

Notizie, notiziole e baggianate

C Silver – La massima bagarre possibile per i primi posti! Sarzana riagganciata

Posted by superbasketball su 29 febbraio 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaE così dopo 21 giornate la C Silver ha ben 3 squadre in testa a pari merito, Sarzana (raggiunta perché era costretta a riposare), Cus, e Tarros, e una che le tallona, il Follo. La griglia si deciderà all’ultimo turno: l’unica certezza è che il Follo sarà quarto, dato che è in svantaggio rispetto a tutte e tre le altre negli scontri diretti, mentre per le altre 3 sulla carta tutto può accadere. Più di così dall’ultima giornata non potevamo attenderci, in quanto a suspense. Dietro ce n’é un po’ meno, ma qualche tema è rimasto aperto.

Dunque in vetta alla classifica è salito, dopo una rampa lunga ma costante fatta da 12 vittorie consecutive, anche il Cus Genova (Bedini A. 32, Bigoni 15), che ha vinto largamente contro l’Ospedaletti (Cacace 28, Scala 22) in una partita decisamente a due facce, in cui gli orange, sempre ai minimi termini come organico, hanno impazzato nei primi due quarti (segnando ben 48 punti a dimostrazione di un atteggiamento non molto aggressivo dei biancorossi) per poi subìre un divario enorme, maturato tutto nelle ultime due frazioni. Riusciranno Pansolin e Taverna a fare 13? A La Spezia, in casa della Tarros? Se ci riuscissero, certamente metterebbero sul tavolo dei playoff un bel carico. Difficile essere primi: Sarzana dovrebbe perdere o peggiorare il proprio quoziente punti globale in modo tale da essere sopravanzata dai genovesi (le due squadre sono assolutamente pari negli scontri diretti). L’Ospedaletti nell’ultima giornata riceve l’Ardita, e quindi influirà sulla classifica delle squadre che faranno i playout.

L’altra capolista oltre al team di Bertieri è ovviamente la Tarros Spezia (Santoni 21, Jonikas 20), che non ha sbagliato la trasferta di Sestri Levante (Conti Fr. 13, Conti Fa. e Massucco 11). I biancoverdi di Canepa però hanno condotto sino a metà del terzo quarto, poi hanno perso il bandolo della matassa (si lamentano a dir la verità di alcuni fatti in cui le sanzioni arbitrali non sarebbero state congrue) e i bianconeri hanno preso il volo. Due punti che pesano perché garantiscono agli spezzini di essere certamente nelle prime 3, e con la possibilità di giocarsi in casa la chance di essere secondi (o primi se perdesse Sarzana) battendo il Cus. Per i sestrini invece c’è proprio la trasferta di Sarzana, e se arriverà una sconfitta, come preventivabile, i biancoverdi dovranno accontentarsi di essere quintultimi, superati dal Tigullio.

Infatti il team di coach Pezzi (Somoye 23, Zolezzi 19) è andato ad espugnare il Palacarrino, infliggendo all’Aurora (Garibotto 17, Toschi 9) l’ennesima sconfitta casalinga stagionale. I gialloblù erano partiti meglio, ma l’illusione è durata poco, e già dal secondo quarto i sammargheritesi hanno preso il sopravvento. Il Tigullio ora deve riposare nell’ultimo turno prima dei playout, ma ha agganciato e superato (per gli scontri diretti) il Sestri Levante, che difficilmente farà punti sabato a Sarzana, e quindi ha tutte le possibilità di ritrovarsi sestultimo, ovvero testa di serie nei playout, anche sabato sera. Quanto ai ragazzi di Marenco, sono quartultimi e nemmeno andando a vincere in casa del Follo potrebbero migliorare una posizione abbastanza deludente per la squadra campione in carica della C Regionale.

Il Follo, a proposito: il team di Padovan (Steffanini N. 19, Tardivi e Rege Cambrin 16) è andato a vincere contro il Pool (Dzigal 16, Zavaglio 9) a Genova, dove è stata spostata la gara che non si poteva giocare al Geodetico di Vado a causa dell’allerta arancione (un unicum nel basket ligure di questo weekend, come rimarcato mestamente dai vadesi). Troppo Follo per i bianconeri al PalaFigoi, e biancocelesti a quota 30, ma come detto, senza speranze di migliorare la posizione, nemmeno battendo l’Aurora: in ogni caso, con l’equilibrio che regna tra le prime, l’unica differenza potrebbe farla il fattore campo. Il team di Prati, Dagliano e Guarnieri invece andranno ad Ovada a giocarsi la posizione finale e nei playout (i risultati degli scontri diretti si portano nei gironcini): devono anche “vendicare” la sconfitta dell’andata.

E con la sconfitta del Pool si è rifatta avanti l’Ardita Juventus (Negrini 17, Pietronave 11), che ha addirittura dilagato nei confronti dei reds di Brignoli (Barber 17, Ferrando 12). Vittoria senza particolari patemi, che porta i nerviesi di Chiesa a quota 8, pari e davanti al Pool per 3 punti di scarto in differenza canestri. (Edit: attenzione, causa un mero errore nella tabella della classifica, dove avevo segnato in quale girone finivano le squadre nella varie posizioni, avevo equivocato la composizione dei gironcini! Mi scuso con gli interessati, e meno male che non sono io che faccio i comunicati ufficiali 😉 , e correggo qui di seguito!) Sarà importante ciò che succederà nell’ultima giornata, perché chi arriva nono finisce in un girone con la sesta, ma anche la decima, quindi Pool e Ardita possono solo scambiarsi di posto, e la composizione dei gironi (a parte il discorso Sestri-Tigullio) è definita, con Pool e Ardita da una parte e Aurora e Red dall’altra, ma i punteggi di partenza nei gironcini sono molto importanti per la lotta a non restare ultimi e doversi giocare tutto nel superspareggio della morte finale.

Risultati e classifica:

.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: