SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

Notizie, notiziole e baggianate

C Silver – SARZANA! Espugnato ancora il Palasprint, ora gli spareggi. Parliamone con coach Bertieri… Turno interlocutorio nei playout

Posted by superbasketball su 14 aprile 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa C Silver ha trovato la sua regina! In gara4 tutto si decide nell’ultimo minuto, e sul filo di lana il Sarzana Basket si è ritrovato avanti di un’incollatura sulla Tarros Spezia, ha chiuso la serie di finale sul 3-1 e ha festeggiato sul parquet del Palasprint! Complimenti!!!

La cronaca dell’atto conclusivo dell’ennesimo derby stagionale racconta di una Tarros, che era spalle al muro, più efficace nel complesso, soprattutto all’inizio, e quasi sempre avanti nel punteggio ma con il gap che si allunga sino alla doppia cifra ma ritorna poi sempre a pochi punti se non al pareggio, a dimostrazione che i biancoverdi erano comunque sempre in partita. I ragazzi di Martini nel terzo quarto illudono tornando avanti in modo deciso, ma Sarzana è sempre lì. Nell’ultima frazione il copione non cambia ma i bianconeri arrivano davanti sull’ultimo rettilineo, e sembrano in grado di farcela: invece i ragazzi di Bertieri rosicchiano, e Dell’innocenti costruisce il vantaggio a pochi secondi dalla fine. I padroni di casa prendono un primo tiro, lo sbagliano e prendono il rimbalzo, ma anche la seconda conclusione esce e la palla finisce nelle mani dei biancoverdi, che si ritrovano campioni regionali!

Grande dunque l’equilibrio tra le due squadre, così come si era visto equilibrio nel campionato e nelle semifinali. Brava Sarzana a reagire in gara3 al mancato 2-0, e ieri a portare a casa il trofeo dalla tana della Tarros, che era una squadra appositamente costruita, e anche corretta in corsa, per andare sino in fondo, e invece si ritrova a ragionare sulle imperfezioni che hanno impedito di raggiungere l’obbiettivo. Giustamente il presidente Caluri è deluso dal risultato finale…

Stasera però bisogna parlare di Sarzana, e per celebrare il titolo ho trovato il tempo di sentire coach Michele Bertieri, il trionfatore di questo campionato!

SBB: Ciao coach, non ci siamo sentiti in questa stagione (ma sei in ottima compagnia!), ma dopo ieri sera non mi potevi sfuggire anche se ti hanno cercato sicuramente in tanti! Mi pare di capire che tu stesso faccia fatica ancora oggi a capire che cosa sia successo…

SAM_9426

Coach Michele Bertieri al PalaCus nella sconfitta della prima di ritorno

MB: Guarda, davvero bisogna realizzare. Capisci, era un’annata in in cui in fondo non ce l’aspettavamo, e come sai abbiamo anche una storia di stagioni giocate alla grande con finali poi perse. Davvero, inaspettata! Questa, forse, è stata la stagione più difficile, ma ci abbiamo creduto, ci abbiamo lavorato, ed è arrivato il premio. Tra l’altro con la Tarros, che dichiaratamente si sentiva, ed è, molto forte: loro probabilmente durante la stagione si sono resi conto che mancava qualcosa, ed infatti avevano fatto delle correzioni. Però il campo alla fine ha dato ragione a noi.

SBB: Com’è andata ieri sera?

MB: Anche ieri sera, come in fondo in gara2 anche se poi avevamo perso, la Tarros ha cercato di fare dei break per andar via, ma i loro strappi non hanno mai creato sbandamenti, forzature o individualismi da parte nostra. Li abbiamo così sempre ricuciti nel breve. Mentre giocavamo, con loro davanti, ci rendevamo conto che loro avevano percentuali ottime, altissime, eppure restavano avanti magari di 5 o 7 punti, senza mai fare un parziale importante, un vero break, e quindi noi a forza magari di liberi, di palle rubate, eravamo lì. Anche nel finale, mi pare mancassero meno di 3 minuti ed eravamo sotto di una decina di punti, ma l’abbiamo portata a casa: qualche canestro pesante, una palla rubata, qualche libero, poi abbiamo messo il tiro del +1 quando mancava una manciata di secondi, sono arrivati i due errori loro, e il recupero nostro…

SBB: Eh sembra facile! Io quest’anno vi ho visto solo con il Cus, quando peraltro avete perso; però, leggendo le cronache delle vostre partite e specialmente quelle delle ultime gare tra regular season e playoff, ho scritto più volte che dimostravate solidità, specialmente mentale. E’ merito del mix di esperienza dei giocatori che ti ritrovi (e dico Bencaster per restare sul banale e non dover elencare almeno tutto il quintetto base…)?

MB: Indubbiamente l’esperienza di certi giocatori ti dà equilibrio, specialmente quando ci si trova in situazioni complicate, nei momenti in cui non gira bene, perché ci sono stati durante l’anno varie volte, quei momenti in cui magari davanti non ti riesce granché e quindi ti devi aggrappare alla difesa piuttosto che farti trainare dall’attacco. E’ una questione di equilibrio del gruppo, di mentalità. Penso ad esempio alle partite con il Follo in semifinale, equilibratissime, in cui abbiamo brillato meno ma difeso sempre molto bene. E’ in questi momenti che deve venire fuori il gruppo, in modo da restare aggrappati alle partite, e non demoralizzarsi e tirare i remi in barca.

SBB: Ma in una stagione con 3 sconfitte soltanto, ti eri però forse reso conto che si poteva andare sino in fondo. Le sconfitte ti avevano preoccupato? Con chi avete sofferto di più?

MB: Indubbiamente con Ospedaletti e Cus sono state le partite peggiori. Ad Ospedaletti abbiamo avuto una bruttissima partenza, poi in realtà l’avevamo anche recuperata, ma lo sforzo fatto per ricucire l’abbiamo sentito, e siamo arrivati alla fine bolliti. Il Cus Genova l’abbiamo incrociato in un momento in cui erano davvero in palla, avevano appena battuto anche la Tarros. A dire il vero è la squadra che speravo proprio di non dover riincontrare nei playoff, perché ci si addice poco per caratteristiche; e poi è quadrata, coesa, organizzata e ben allenata. Ma l’abbiamo schivata! In confronto ci troviamo meglio con la Tarros. Ma devo dire che la nostra esperienza è che nei playoff si azzera tutto, e lo dico avendo avuto brutte esperienze passate. Stavolta direi che è la prima volta che arriviamo tutti sani alla fase finale: negli anni passati avevamo avuto tanti acciacchi o addirittura infortuni pesanti, come Bencaster che si è rotto un dito in semifinale con Chiavari, e gli infortuni di Tesconi, di Bianchini. Stavolta abbiamo posto molta attenzione anche in questo, ci abbiamo lavorato e ci siamo riusciti: non è che non abbiamo avuto acciacchi, ma siamo riusciti a riassorbirli, e anche la sosta prolungata dalla Pasqua devo dire che ha aiutato!

SBB: Ti costringo a guardare avanti ora, perché tra un paio di settimane inizierete gli spareggi per salire eventualmente in B. Come li affronterete?

MB: Semplicemente noi giocheremo per fare il nostro meglio. Da martedì, lasciateci qualche giorno per rifiatare e godere il momento, si torna in palestra per preparare il girone di spareggio. Faremo il massimo e poi vedremo che cosa otteniamo, valuteremo il discorso B o C Gold e si vedrà. Comunque prima lavoriamo per i risultati, poi ci ragioniamo su.

SBB: Cosa sai delle possibili avversarie? Dalla Toscana dovrebbe arrivare il Pino Dragons Firenze, dalle Marche Fabriano, mentre dalla Sardegna non sappiamo ancora chi vincerà la finale e sarà “Sardegna1”.

MB: Di Firenze so che è una squadra di talento ma anche molto giovane, quindi atleticamente molto forte, diciamo sulla falsariga di quelle che abbiamo più o meno qui in Liguria, penso al Follo, al Tigullio o al Vado. Il livello toscano è mediamente alto: però noi abbiamo fatto un’amichevole con la CMC che è seconda non molto staccata da Firenze, e che con Firenze se l’è giocata in entrambe le partite, e da quello che ho visto penso che anche noi possiamo pensare di giocarcela. Delle squadre sarde non so molto, qualcuno dice che il livello sia più basso, ma non so se siano considerazioni attendibili, vedremo. Invece mi dicono che sia molto forte Fabriano, e sto sguinzagliando i miei collaboratori per trovare qualcosa da visionare per capirne di più. Bene comunque che si cominci solo a fine mese, perché abbiamo il tempo di rifiatare, ricaricare le pile e fare del lavoro specifico per cercare di arrivarci brillanti.

SBB: Già, tra l’altro se si arrivasse secondi ci sarebbe ancora l’ulteriore coda dello spareggio incrociato con un altro girone, quindi senza pausa sarebbe stata davvero dura, si rischiava di dover fare tutto “in apnea”. Ti ringrazio coach, ti faccio l’in bocca al lupo e ci risentiamo tra un po’!

MB: Grazie a te!

Bene, archiviamo dunque questo campionato, ahimé, zoppo e con poche squadre (11): sarebbe bello poter salire un po’ con i numeri, ma come sapete negli anni magri come sono quelli che viviamo piuttosto ci sarà da essere contenti se manterremo l’attuale livello, quantitativo e qualitativo. Speriamo che il “campionato estivo” che nelle ultime stagioni fa più retrocessioni di quello invernale, sia clemente…

Visto che ci sono, e in fondo è già anche giovedì sera, mi sembra cosa buona e giusta presentare anche il weekend che ci aspetta, ovvero la quinta giornata dei gironcini playout, a dire la verità totalmente ininfluente sulla lotta salvezza, se non, eventualmente, per determinare miglioramenti o peggioramenti nell’umore delle squadre ancora in ballo. State tranquilli, faccio presto 😉 …

Nel nel girone A come sapete il Tigullio Basket è già salvo, ma va a far visita all’Ardita Juventus. Non è in realtà importante per la classifica, ma è chiaro che una vittoria dei genovesi, che li porterebbe non solo a pari ma già davanti al Pool Vado per gli scontri diretti sinora disputati, potrebbe spostare qualche paletto psicologico in vista della decisiva gara del 24 aprile, quando l’Ardita andrà a Vado.

Nel girone B tutto è già deciso, ma sabato si chiude il campionato del Sestri Levante che ospita il Red Basket in via Lombardia. Gli ovadesi devono preparare la serie finale con chi resterà del girone A, è una gara che servirà soprattutto a coach Brignoli e probabilmente ai più giovani dei sestrini per mettere su minuti nella massima serie.

Risultati e classifica:

.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: