SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

Notizie, notiziole e baggianate

C Silver – Cadono entrambe le capoliste; Sarzana, Tigullio e Ardita si fanno sotto

Posted by superbasketball su 1 novembre 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaCon la quinta giornata in C Silver non ci sono più squadre imbattute, e la classifica si è accorciata in alto perché ora dietro a Tarros e CUS ci sono inseguitrici a stretto contatto.

Questa volta il vostro umile blogger si è recato in quel di Sarzana per il clou della giornata. Al Palarighe, palestra del liceo, utilizzata eccezionalmente a causa dell’indisponibilità della tensostruttura Diego Bologna, i biancoverdi (Salazar 19, Jonikas 17) hanno messo fine all’imbattibilità in regular season del CUS Genova (Bigoni 16, Dufour 15), che perdurava dalla sconfitta subìta sempre in zona, ma col Follo, il 18 novembre dello scorso anno. Il CUS a sorpresa è riscito a schierare Macrì, anche se non a tempo pieno; ma la squadra genovese è rimasta abbastanza poco in partita. Anzi, Sarzana dopo le prime battute è scappata via, salendo ad un vantaggio in doppia cifra e nel secondo quarto già al +17. Qui c’è stato un minimo di reazione cussina, che ha portato, macinando comunque un gioco non strabiliante, a ridurre gradualmente lo svantaggio sino ad un paio di possessi: all’intervallo si è andati negli spogliatoi sul +7 per Sarzana. Sarebbe stata in teoria una partita ancora aperta, ma nella ripresa i ragazzi di Pansolin e Taverna hanno calato ulteriormente le percentuali, e solo una certa precipitosità del team di Bertieri ha limitato il passivo, comunque salito al -15 al 30′. Nell’ultimo quarto, complice anche qualche episodio (ulteriore colpo al volto a Mangione che sembra attirarli da alcune settimane in qua, susseguente nervosismo dell’11 rosso che costa un antisportivo, tecnico a Pansolin, e altro), la partita è finita con netto anticipo, Sarzana ha preso un ventello abbondante di vantaggio e negli ultimi minuti di garbage tutti si sono alzati dalla panchina per qualche giro di campo. Vittoria netta dei campioni in carica e prestazione dunque decisamente rivedibile per la capolista, chiamata a riscattarsi sabato in casa con Ospedaletti, mentre per i sarzanesi, ora a ridosso delle prime, c’è anche una trasferta sulla carta favorevole a Chiavari.

As usual, eccovi l’album di foto (da cliccare per aprirlo su Flickr, e scusate ma stavolta la visibilità era un po’ più precaria del solito a causa delle ringhiere) e anche il video integrale.

2016-2017 C Silver Sarzana-CUS Genova.

.

La Tarros di coach Padovan (Santoni 24, Visigalli 18) è a sua volta incappata in una sconfitta in trasferta sul campo del Tigullio (Zolezzi 21, Peric 13), non approfittando pertanto del passo falso del CUS. In una partita sempre in bilico, dopo la parità al 40′ sul 66 pari sono stati i giovani biancorossi di coach Pezzi, a questo punto forse ben più che mina vagante del torneo (almeno possiamo dire che è già detonata…), a trovare i punti della vittoria. Uno stop credo non completamente prevedibile, per quanto anche coach Padovan sapesse che la trasferta di Santa non fosse propriamente una gita fuoriporta. A parziale discolpa dei bianconeri si possono invocare le varie assenze: però al rientro in campo con il Follo tra due settimane, dopo il riposo, la Tarros dovrà far rivedere il suo lato migliore. Per il Tigullio sabato c’è il derby di Sestri che potrebbe rappresentare un’altra occasione.

Insieme a Sarzana e Tigullio, a ridosso delle prime della classe, c’è una sorprendente Ardita Juventus, che facendo risultato pieno a Rapallo con l’Alcione ha ottenuto il terzo referto rosa consecutivo, tra l’altro con un trentello di scarto. Gran momento per il team biancoblù di coach Chiesa, che era partito per la sola salvezza ma ora si ritrova ad annusare l’aria rarefatta delle alte quote: e domenica torna in casa contro Vado, sfida abbordabile. Maluccio l’Alcione, che coach Pieranti sta vedendo un po’ sgonfiarsi dopo le prime buone ma sfortunate prestazioni: sabato sul campo del Follo sarà complicato cercare il riscatto.

A quota 4 sale l’Azimut Vado di coach Dagliano, che ha sfruttato al meglio il turno casalingo con l’Aurora Chiavari. Al Geodetico i gialloblù di coach Marenco (Begiqi 17, Dmitrov 13) sono risultati abbastanza poco incisivi, sempre dietro nel punteggio, mentre i giovani di casa (Milosevic 20, Olowu 15) hanno subito preso in mano il comando delle operazioni e, a parte qualche peccato di gioventù, lo hanno mantenuto sino alla sirena finale. Vado è ora fuori dalla “zona rossa”, ma deve far visita alla squadra più in palla degli ultimi turni, l’Ardita; per l’Aurora va ancora peggio, arriva Sarzana e quest’anno pensare che i chiavaresi possano sgambettare i biancoverdi sembra difficile.

Ad Ospedaletti si giocava un sfida tra due squadre in cerca di riscatti: l’hanno spuntata i ragazzi di coach Lupi (Generale 26, Scala 25), in una partita a strappi in cui i vantaggi ampi guadagnati dagli orange venivano sempre parzialmente rosicchiati dagli ospiti biancoverdi di coach Canepa (Garibotto 23, Poltronieri 13), sino all’ultima frazione quando ciò non è stato sufficiente a riequilibrare il match. Sestri Levante inanella la terza sconfitta consecutiva e deve riprendersi alla svelta per il derby con il Tigullio, storicamente sempre sentito; Ospedaletti rialza la testa e sabato andrà Genova a capire se il CUS è appannato come è apparso a Sarzana.

Situazione:

.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: