SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

Notizie, notiziole e baggianate

A1/F – Carispezia si arrende a Schio dopo un buon inizio. McIntyre lascia La Spezia

Posted by superbasketball su 22 gennaio 2017

logo_cestistica_nuovoLa Carispezia perde come da pronostico contro la favoritissima Famila Schio, subendo un po’ di più nella seconda parte quando le campionesse in carica hanno fatto il buco, ma nel complesso con una prova confortante.

La partita è iniziata (per me, non lo sapevo altrimenti ve ne avrei parlato) con la notizia che Vicky McIntyre ha lasciato la squadra, per scelta tecnica di coach Barbiero ma di comune accordo, a quanto pare, e si accaserà in Belgio. Evidentemente la lunga americana mal si attagliava all’interpretazione del gioco del coach veneto. Best luck, Vicky!

Abbassato giocoforza il quintetto, le bianconere avevano in realtà anche una Premasunac non tototalmente a suo agio per un piccolo problema fisico alla caviglia avuto in settimana: premesse non ottimali nel pitturato quando ti ritrovi davanti una squadra con due dei lunghi della nazionale italiana in roster, più la forte Miyem…che infatti poi ha segnato 22 punti.

Eppure le ragazze di Barbiero (Premasunac 11, Striulli e Nori 10) nelle prime due frazioni non hanno demeritato proprio. Nella prima frazione le spezzine hanno lottato punto a punto sino a circa metà, per poi subìre una prima accelerazione scledense. Sotto di 7 alla sirena, nella seconda hanno provato a rientrare, tornando a -5, poi scivolando a -11, e recuperando di nuovo a -4 per poi andare negli spogliatoi sotto di solo 6, un punteggio determinato soprattutto dal minor numero di possessi gestiti, perché in termini di percentuali di tiro le spezzine erano persino meglio delle venete. Purtroppo questo era evidentemente difficile da sostenere, perché nel terzo quarto Schio ha premuto sull’acceleratore, e con un parziale di 12-0 a metà quarto ha allungato sino a un +20 che sanciva di fatto la fine delle possibilità di colpaccio per le bianconere. La Carispezia a questo punto poteva crollare del tutto, invece, dopo aver visto le avversarie andare ancora oltre, sino al trentello, hanno reagito, magari approfittando un po’ dei cambi delle venete (per carità, quando entrano Bestagno e Sottana e Masciadri è difficile parlare di calo tecnico…), e con punti dalle atlete meno utilizzate, come una positivissima Nori (in doppia cifra), Bacchini e il sigillo finale di Carrara ha contenuto il gap nei 25 punti finali, decisamente meglio dell’andata. Abissale la differenza nei rimbalzi che si è riflessa in un numero di tiri a canestro da 2 punti quasi doppio per le ospiti, che non hanno dovuto nemmeno tirare meglio delle nostre per portarsi a casa il referto rosa (le venete hanno tirato un po’ meglio dalla lunetta, ma guadagnando solo qualche punto lì). Di buono c’è anche la riduzione drastica delle palle perse, e direi anche un numero minore di punti facili per le avversarie: è chiaro che se lasci un minimo spazio alle campionesse d’Italia loro segnano, ma gli appoggi da 10 centimetri o i contropiedi 1vs0 non si sono visti. Anzi, in diversi casi le spezzine hanno recuperato contestando il tiro ed ottenendo l’errore.

Bene, anche se ovviamente non benissimo, come si dice in questi casi. Se qualche ragazza recupera, specialmente nelle prestazioni offensive (e penso soprattutto a De Pretto e Bocchetti, che possono dare di più), e si trova una pezza da mettere in area in modo da non dover far fare pentole e coperchi a Premasunac, Benić e Nori, penso che qualcosa si possa ottenere. Se basterà, lo vedremo. Magari non a Venezia, prossimo impegno delle ragazze; ma la settimana dopo a Vigarano ci vuole qualcosa di eccezionale. Anche perché le ferraresi oggi hanno rischiato di vincere con Umbertide, mentre Battipaglia ha vinto con Broni e si è allontanata a 4 punti di distacco, come Vigarano. Non è il caso di ritrovarsi a 6 punti dalla penultima rischiando di finire a 8 e trovarsi retrocesse dirette, magari sarà difficile lasciare l’ultimo posto ma almeno tenersi aperta la via più stretta del playout è imperativo…

Nota finale per Martina Bestagno, utilizzata da Mendez per 20′ ma soprattutto nell’ultima parte: 8 punti ma valutazione di 18, una buona prova condita da ben 3 palle recuperate. Brava Martina!

Ecco il link allo streaming della Lega Basket Femminile.

.

Situazione:

.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: