SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

Notizie, notiziole e baggianate

C Silver – CUS corsaro a Ospedaletti, Sarzana ok con l’Aurora. Colpo Follo, Alcione ancora ultimo

Posted by superbasketball su 6 febbraio 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaIn C Silver la diciassettesima giornata ha permesso al CUS di riagganciare la Tarros, e a Sarzana di riprendere la corsa e riavvicinarsi ai bianconeri, pur restando a 4 punti dalla coppia di vetta. Follo è uscito indenne da Rapallo, e l’Alcione è più inguaiato di prima.

La squadra di Pansolin e Taverna (Bigoni 24, Vallefuoco e Mangione 18) ha affrontato al meglio la trasferta di Ospedaletti (Zunino 20, Cruz Salas 11), partendo con decisione e mettendo sin da subito in difficoltà la formazione di casa. Gli orange hanno subìto ben 32 punti nel primo quarto, frutto di buoni attacchi genovesi e anche di un certo numero di contropiedi ben completati. Con il +17 della prima sirena è stato tutto più facile per i cussini, anche se la seconda frazione è stata di fatto pareggiata dai ragazzi di Lupi. Il tracollo dell’Ospedaletti è avvenuto nel terzo quarto, quando diversi provvedimenti arbitrali (due tecnici, di cui uno alla panchina e uno a Rossi, due antisportivi, uno a Generale e uno a Rossi, e l’espulsione dello stesso Rossi) hanno aggiunto ulteriore difficoltà alla loro partita. La frazione li ha visti imbarcare altri 15 punti di divario, e sul -32 gli ultimi 10′ sono stati quasi una formalità, anche se gli orange sono riusciti a limare qualcosa. Missione compiuta per i biancorossi, che si riagganciano alla Tarros (con una partita in più però) e sabato giocheranno di nuovo in casa con il Tigullio prima del proprio turno di riposo. Altro stop per il rimaneggiato team ospedalettese, che ora deve provare a fare punti con Chiavari se vuole difendere al meglio la posizone playoff.

La BraunCam vi permette di vedere, o rivedere, la partita disputata in via Isnart. Dài, il suo lavoro lo fa.

2016-2017 C Silver Ospedaletti-CUS.

.

Dopo la burrascosa settimana post-CUS, Sarzana (Jonikas 36, Casini 13) ha ritrovato una certa serenità e soprattutto i 2 punti in classifica superando sul campo di casa l’Aurora Chiavari (Dmitrovic 13, Muzzi e Frulli 12). Messa a posto la questione vittoria con un primo quarto finito sul 31-13 (24 punti di Jonikas!), i biancoverdi si sono presi il lusso di lasciare ai gialloblù di Marenco il resto della gara, tanto che il divario finale è stato ridotto a 15 punti. D’altronde le cronache parlano di un campo piuttosto scivoloso che magari ha consigliato di non rischiare troppo. Coach Bertieri, tenuto il passo da alta classifica, può ora affrontare le altre due gare della sequenza favorevole (Ardita e poi Alcione) che possono permettere di riaccorciare le distanze dalla vetta prima della volata finale; i chiavaresi nel prossimo turno invece riceveranno l’Ospedaletti.

Il Vado di coach Dagliano (Milosevic 20, Prato 18) ha sudato molto, ma alla fine ha sfiancato l’Ardita Juventus (Bongioanni 12, Manica, Rossi e Ferrari 8) e inanellato il quarto referto rosa consecutivo, la migliore striscia aperta dopo quella della Tarros (al momento 6). I nerviesi hanno infatti venduto cara la pelle, riuscendo anche ad andare in vantaggio a metà gara, e crollando solo nell’ultima frazione. Coach Chiesa deve portare ancora i suoi in trasferta nei prossimi 2 turni, prima a Sarzana e poi ad Ospedaletti, campi ostici, soprattutto il prossimo: servirà fare qualche punto prima o poi se si vuole restare in zona playoff, visto che dietro le avversarie ogni tanto lo fanno. I biancorossi, quarti dopo questa ottima sequenza, hanno una grande chance di allungare la serie positiva, dovendo andare a Rapallo.

Sestri Levante (Ferri E. 22, Garibotto e Poltroneri 12) ha nuovamente fatto suo uno scontro diretto, che in questo caso valeva anche da derby di zona, andando a vincere a Santa Margherita. Coach Canepa, che nel frattempo ha inserito l’esperto lungo Piardi per rimpolpare il reparto lunghi, ha visto i suoi biancoverdi tenere un vantaggio per tutta la gara, e concluderla senza lasciar rientrare i biancorossi di coach Pezzi (Diouf Baye 19, Zolesi 11). Con questo secondo successo consecutivo Sestri arriva al suo turno di riposo avendo conquistato momentaneamente il quinto posto, proprio a spese del Tigullio, il quale nel prossimo turno dovrà andare al Palacus e potrebbe non riuscire a riprenderselo.

A Rapallo invece si giocava uno scontro diretto con in palio molte delle possibilità di salvezza delle due contendenti: tra Alcione e Follo l’ha spuntata il team di coach Bonanni (Gogaladze 33, Baldoni 23). Dopo un inizio equilibrato ma con l’Alcione di coach Pieranti davanti nel punteggio, gli ospiti, trascinati dalle bombe del georgiano (ben 7 a segno con 12 tentativi), hanno preso il largo nelle ultime frazioni, arrivando alla doppia cifra di vantaggio e gestendo poi bene il finale in cui i gialloverdi hanno disperatamente tentato di recuperare. Un successo che vale tantissimo, perché tiene i ruentini staccati e sancisce anche il 2-0 a favore dei biancocelesti che sarebbe dirimente in caso di parità. L’Alcione dovrà provare a fare punti per restare almeno vicino, perché se dovesse scivolare a -6 sarebbe in condizione di retrocessione diretta: bisognerà provare ormai tutto, a cominciare dalla gara in arrivo, difficile, con Vado. Follo può ora iniziare il suo tour de force finale, in cui incontrerà tutte le prime (Tarros in casa, poi Vado, Sarzana, Sestri Levante e Cus), ma con un minimo di vantaggio su cui fare affidamento.

Situazione:

.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: