SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

Notizie, notiziole e baggianate

C Silver – CUS regola Tarros e si issa al comando, Vado stende Sarzana. Alcione in D

Posted by superbasketball su 27 febbraio 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa ventesima giornata di C Silver ha dato delle risposte importanti sia in vetta sia in coda. In particolare, l’Alcione ha purtroppo 6 punti di distacco e una solo partita a disposizione per fare punti, e quindi ormai in base alla formula è retrocesso direttamente in D. In vetta invece dopo il big match del PalaCUS troviamo la coppia CUS-Tarros, con i genovesi davanti per il ribaltamento della differenza canestri; Sarzana è stata travolta a Vado e ora non può più riavvicinarle, anzi deve stare attenta alla rimonta dei biancorossi.

La squadra di Pansolin e Taverna (Bigoni 25, Dufour 13) ha dunque vinto la sfida diretta ottenendo anche il risultato massimo, ovvero il ribaltamento del -3 dell’andata, e in virtù della parità ristabilita nella classifica, le spetta il primo posto momentaneo, in attesa che gli ultimi 2 turni definiscano del tutto la graduatoria. Malgrado i primi punti siano stati proprio spezzini, la partenza della Tarros (Kuntic 26, Pipolo e Visigalli 13) è stata piuttosto difficile, con i cussini abili a giocare in penetrazione e con giochi a due-tre che liberavano le proprie punte per appoggi facili, mentre i ragazzi di Padovan, che in difesa soffrivano, in attacco erano costretti a cercare soluzioni dalla distanza. A metà quarto i biancorossi hanno fatto un piccolo break che si è dilatato sino al 21-11 del 10′, per poi salire al +14 dopo la sosta. C’era ancora molto tempo e la squadra in divisa nera, vuoi col tiro pesante (Kuntic alla fine avrà 5 triple a referto), vuoi portando sotto le guardie, vuoi con il tiro dalla media di Visigalli, ha concretizzato quanto il pressing permetteva di strappare, tornando a -5 e riaprendo la gara. CUS ha reagito con Dufour, ma Pipolo dall’angolo ha mandato a segno la bomba sulla sirena che ha portato tutti negli spogliatoi sul 39-32. La terza frazione faceva capire ulteriormente che la partita era importante: batti e ribatti e gioco anche molto fisico, con qualche contatto che scaldava gli animi. CUS arrivava nuovamente al +11, ma un gioco da 4 di Kuntic siglava il minimo svantaggio spezzino sul 48-44, e il tempino si chiudeva sul 54-48, con la partita ancora tutta da definire. Il quarto periodo però vedeva un CUS ancora più efficace, con Bigoni a colpire più volte dall’angolo e il vantaggio addirittura nuovamente in doppia cifra (+13). La Tarros cercava di tenere duro, e rosicchiava man mano punti, pressando e poi cercando di limitare gli avversari con la zona. E così tornava a due possessi di distanza nell’ultimo minuto, prima -6 e poi -5, ma Mangione non tremava dalla lunetta, e suggellava la vittoria cussina garantendo anche il vantaggio negli scontri diretti ai genovesi. Complessivamente una buona prova dei padroni di casa, praticamente sempre avanti se non nei primi secondi di gara e capaci di mantenere l’imbattibilità dell’impianto universitario, mentre da parte bianconera si è vista una difesa un po’ permissiva nella prima frazione, in generale poca incisività nei momenti cruciali, e forse un po’ troppo nervosismo negli uomini chiave: l’unico che ha segnato in tutti i modi e in tutti i quarti è stato in effetti Kuntic, che ha conteso al top scorer Bigoni la palma dell’MVP della serata.

La prima posizione non è ancora definita, ovviamente, ma ai biancorossi ora è sufficiente non perdere nella prossima uscita a Sestri Levante e poi in casa con un Follo ormai salvo, mentre i bianconeri, comunque certi almeno del secondo posto perché Sarzana non può più scalzarli, nemmeno in un arrivo a tre, proveranno a tenerli sotto pressione giocando con Aurora al Palasprint e poi al Palallende con l’Ardita.

La BraunCam sabato ha lavorato realizzando come al solito l’integrale della partita (e anche un highlight dedicato a un bel canestro dopo un gioco spezzacaviglie di Macrì che chi ha Facebook ha sicuramente già visto).

2016-2017 C Silver CUS-Tarros.

.

Sarzana (Salazar 15, Dell’Innocenti 12) è andata a Vado Ligure in nove effettivi, ma soprattutto con i nervi abbastanza tesi, evidentemente. E così di fronte ai biancorossi di Dagliano e Costa che aggredivano e attaccavano ogni pallone, i biancoverdi dopo un vantaggio iniziale sono andati sotto, e quando il divario è salito oltre il livello di guardia nell’ultimo quarto sotto le bordate vadesi, sono crollati, collezionando sanzioni che potranno avere strascichi, in particolare l’espulsione di Salazar. Il team biancorosso ha dunque conquistato altri 2 punti contro le big del campionato, e torna ad insidiare il terzo posto sarzanese (l’ampio scarto finale ha totalmente ribaltato anche in questo caso la differenza canestri e in classifica la distanza è ora di una sola vittoria). Coach Bertieri deve ristabilizzare il gruppo, e cercare di ottenere i 4 punti che restano, fuori casa ma di poco nel derby con Follo e poi in casa con Ospedaletti, mentre i vadesi cercheranno innanzitutto di difendere la quarta piazza in casa ad Ospedaletti (arbitro di questa parte di classifica, di fatto) e infine nello scontro diretto con Tigullio al Geodetico.

I sammargheritesi hanno decriticizzato velocemente la trasferta in casa di un’Ardita pericolosa, reduce da una convincente vittoria ad Ospedaletti: i biancorossi hanno preso il largo già nella prima frazione, e i ragazzi di Chiesa non hanno saputo più trovare il bandolo della matassa, lasciando strada a quelli di Pezzi di lì sino alla sirena finale. Due punti preziosi per il Tigullio, che resta a tiro del quarto posto, da attaccare innanzitutto facendo punti con l’Alcione retrocesso nel derby casalingo, e andando poi a Vado per lo scontro diretto, in cui basterebbe la vittoria (+3 Tigullio l’andata). I nerviesi invece rischiano ora la posizione playoff: oggi sono ancora ottavi, ma non possono attaccare il settimo e rischiano grosso perché devono riposare e poi ospitare nientemeno che la Tarros, difficile dunque migliorare il punteggio in classifica.

Non si è confermato neanche il Follo (Baldoni 22, Langone 16), che aveva stupito nel turno precedente a Vado: di fronte al Sestri Levante i ragazzi di coach Cristelli non hanno ripetuto la prestazione della settimana scorsa, pur lottando sino alla fine contro i padroni di casa biancoverdi. I ragazzi di Canepa hanno avuto la capacità di risolvere la gara negli ultimi minuti, e con questa vittoria possono ancora sperare di attaccare il quinto posto del Tigullio, sul quale hanno il 2-0 negli scontri diretti: devono però ospitare il CUS nel prossimo turno, e poi andare a Chiavari per la chiusura. Abbastanza duretto invece il calendario residuo dei follesi, che sono salvi ma devono ospitare Sarzana e poi andare a Genova col CUS.

E veniamo dunque alla gara decisiva per la retrocessione dell’Alcione Rapallo. I ruentini (Ermirio 15, Moscotto e Giordano 13) hanno tenuto accesa la fiammella sino a circa metà, poi gli orange di coach Lupi (Cruz Salas 28, Generale 18), pur infarciti di under, hanno preso il largo e resistito anche quando hanno perso Michelis per falli nel terzo quarto. Si chiude così di fatto, dopo la sconfitta nel recupero casalingo con l’Aurora e quella di sabato, la porta della salvezza dell’Alcione, perché avendo 6 punti di scarto dalle penultime e potendo giocare ormai solo nel prossimo turno a Santa Margherita, nemmeno una vittoria permetterebbe ormai di rientrare a soli 2 punti di distanza: con 4 punti o più di scarto si retrocede direttamente. E quindi dopo un solo anno e un campionato con due soli referti rosa (sinora ovviamente) il team di Pieranti riprende la via della D. Quanto ad Ospedaletti, è certo del settimo posto perché è +4 su Ardita che anche lei ha solo 2 punti a disposizione; può ancora attaccare il sesto posto del Sestri (ha il vantaggio negli scontri diretti), ma deve cercare punti contro le due contendenti per il 3° e 4° posto, ospitando Vado e poi andando a Sarzana.

Situazione:

.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: