SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

Notizie, notiziole e baggianate

C Silver – Le finaliste sono CUS e Tarros!

Posted by superbasketball su 10 aprile 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaDopo le gare 2 che hanno azzerato quanto successo nelle gare 1 di entrambe le serie, tra ieri e oggi si sono disputate le gare 3, e abbiamo la coppia finalista! L’altroieri è toccato al CUS eliminare Sarzana in una gara tiratissima a Genova, ieri è stata la formazione spezzina a liberarsi dell’insidia Vado sul proprio campo, facendo il break definitivo già nel terzo tempino.

La prima semifinale quindi è stata del tutto ribaltata sabato sera: se in gara 1 Sarzana aveva strappato il fattore campo a Genova, e poi il CUS se lo era ripreso in gara 2 in trasferta, in gara 3 il PalaCUS ha stavolta arriso al team di Pansolin e Taverna (Macrì 30, Dufour 15), che pertanto, malgrado l’assenza di Mangione (ancora in forse la sua possibilità di rientrare durante la serie di finale), si è qualificato per l’ultimo atto del campionato. Clamoroso il primo quarto biancorosso: dopo i canestro di Casini di apertura, i padroni di casa sono volati sul 17-2 senza che Sarzana (Casini 21, Jonikas 16), anche chiamando timeout, riuscisse ad arginare la folata; e nel seguito del tempino i cussini hanno toccato il +18, per poi doversi accontentare del 28-15 di fine quarto dopo una tripla frontale di tabella di Jonikas. Partita non certo finita, perché Sarzana prima tornava più volte sotto la doppia cifra, poi verso l’intervallo lungo, a ridosso della sirena, qualche zampata di Bencaster e il tiro pesante di Casini hanno fruttato un -5 che lasciava decisamente di nuovo tutto aperto. Pur con andamento altalenante, pian piano Sarzana tornava sempre più sotto. -3, poi -9, poi -2, poi -7, poi -4 e il 30′ consegnava il 59-55 a referto. Ultima frazione per coronarie forti! Jonikas fa -2 e poi dalla lunetta fa solo 1/2 per il -1: sembra possa materializzarsi il sorpasso, e invece qui viene fuori l’anima CUS, ieri sera impersonificata soprattutto in Macrì, che segna dall’arco e poi mette anche il +6. Casini riporta Sarzana ad un solo possesso, poi si accende Bigoni, tripla e sfondo da Bencaster in sequenza. Macrì e Dufour dalla linea della carità portano il vantaggio a +9, ma ancora Sarzana non molla: Salazar e Casini trovano triple utili che riportano a -3 i propri colori quando manca meno di un minuto. Dopo un canestro di Bigoni e un libero di Bestagno, la partita finisce quando sull’ennesimo errore al tiro pesante biancoverde Macrì porta avanti la palla ma subisce il fallo tattico di Casini, fischiato come antisportivo. Dalla panchina si alza Bardi (inutilizzato sino ad allora) che si fa espellere essendo entrato in campo. 3 liberi a segno per il play genovese che mette la firma al 2-1 del CUS nella serie!

Molto bene il CUS, che ha sopperito con la volontà all’assenza eccellente di una pedina (o torre? Alfiere?) importante come Mangione. Dopo aver perso gara 1 non molti avrebbero scommesso sul ribaltamento, e oltre a qualche colpa sarzanese ci sono sicuramente tanti meriti biancorossi nel risultato finale di questa semi. Contro la Tarros, vedremo se i genovesi riusciranno in qualche modo a riavere Mangione, magari più avanti nella serie (la caviglia è ancora malconcia): in regular season entrambe le partite si sono chiuse con scarti esigui, per cui sulla carta dovremmo avere una finale non scontata. E in ogni caso, sarà prima contro seconda.

Per il team di Bertieri uno stop che, per la prima volta da diversi anni, li estromette dalla lotta per il titolo regionale, vinto l’anno scorso con il corollario degli spareggi promozione, e li costringerà a leggere sul mio blog (vabbé dài anche altrove) come andrà a finire; un qualcosa che evidentemente i ragazzi sarzanesi dovranno metabolizzare, per capire che cosa si è rotto nel meccanismo di una squadra che aveva dominato gara 1 e che poi si è fatta imporre il gioco, pur lottando comunque sino all’ultima manciata di secondi, sia in casa propria sia nella bella di ieri sera, e le cui individualità sono certamente asset importanti per il nostro campionato.

Qui di seguito foto e video della partita.

2016-2017 C Silver SF gara3 CUS-Sarzana 79-70

Ieri sera si è svolto il secondo attto delle gare 3 di semifinale, con la partita del Palasprint tra Tarros e Vado. Dopo lo spavento di gara 1, risolta solo negli ultimi minuti, e il partitone vadese con pareggio di gara 2, nell’incontro di ieri c’è stato tutto sommato molto equilibrio nella prima parte, in cui i ragazzi di Padovan (Kuntic 19, Santoni 18) hanno provato a prendere vantaggio, ma i vadesi (Olowu 10, Vallefuoco e Cerisola 8) a metà secondo quarto erano anche riusciti a rimettere il naso davanti, per poi andare negli spogliatoi a parlare con coach Dagliano e coach Costa sotto di 8, tutto sommato ancora in partita. E’ stata una terza frazione tutta bianconera a rompere gli equilibri: un +19 nel parziale che ha decisamente scardinato la resistenza mentale dei giovani in rosso. I quali nell’ultimo tempino, con le rotazioni a quel punto anche allargate a tutta la rosa da ambo le parti, hanno limato qualcosa, riducendo a dimensioni più accettabili il divario, senza però poter davvero riaprire i discorsi. Soddisfazione per la società del presidente Caluri, tornata a giocare la finale regionale e con la possibilità di farlo con il vantaggio del campo nella potenzialmente lunga serie contro il CUS: gara 1 e gara2 saranno infatti disputate al Palasprint, le due successive al CUS, e infine l’eventuale bella di nuovo in via Parma. Si parla di iniziare già mercoledì, si tratta di un calendario che deve tener conto delle festività pasquali e della necessità di terminare in tempo utile per iniziare poi gli spareggi interregionali, per chi vincerà il titolo ligure.

La Pallacanestro Vado esce in semifinale dopo un campionato lusinghiero, in cui si è intrufolata tra le quattro migliori, togliendosi vari sfizi e rischiando di togliersene anche altri, sfuggiti per pochi possessi. Un gran banco di prova per i giovani, che peraltro sono già abbondantemente torchiati nelle competizioni giovanili di eccellenza interregionali alle quali la società vadese partecipa con risultati apprezzabilissimi. Competizioni in cui l’intensità è elevata e che hanno forgiato l’approccio di gioco dei “pappagallini” rendendoli ossi duri per ogni avversario, anche il più esperto, spesso mandato “fuori giri” dal ritmo del Vado. Complimenti e appuntamento all’anno prossimo.

Dunque abbiamo le due contendenti: attendiamo il calendario ufficiale, poi potremo vedere lo spettacolo finale di una C silver che in queste ultime battute si è dimostrata scoppiettante!

Playoff:

.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: