SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

Notizie, notiziole e baggianate

Archive for agosto 2017

A2/F – Cestistica Savonese, primi annunci: Licciardello, Villa e Bianconi

Posted by superbasketball su 10 agosto 2017

Finalmente qualche notizia anche dalla sponda savonese della prossima A2 femminile. Dato il tardo verdetto di “ripescaggio” nella categoria superiore, a Savona il mercato non può che essere un po’ in ritardo rispetto alla media delle altre partecipanti al campionato.

Mancano per esempio ancora informazioni chiare sul gruppo che ha appena chiuso la stagione, chi resta e chi va, anche se gran parte delle ragazze dovrebbero essere ancora a Savona quest’anno; abbiamo però 3 annunci di novità in arrivo per rinforzare il nucleo biancoverde, direi soprattutto la parte “verde” vista l’età delle ragazze che si accasano nel gruppo di coach Pollari.

Andando in ordine di annuncio, parliamo prima di Giuliana Licciardello, classe 1997, proveniente dalla Sicilia, e in particolare da Catania dove ha fatto tutta la trafila delle giovanili e dove ha esordito da senior nel 2102 con la Lazur. Nella seconda parte della scorsa stagione Giuliana, che occupa lo spot di ala piccola, ha giocato con la maglia del Cus Messina in B. Benvenuta Giuliana!

Per lo spot di centro pochi giorni dopo la società biancoverde ha annunciato l’acquisto di Emma Villa, ancor più giovane (1999) ma con già esperienze in A2 con Ancona, dalla quale proviene (l’ultima stagione in serie B) dopo le giovanili svolte in Piemonte (è biellese) a Casale e Moncalieri. Salutiamo anche Emma!

Sempre del’99 è l’altro acquisto Mara Bianconi: l’ala di origine ossolana malgrado la giovane età ha già giovato in molte squadre, dalla Rosmini a Ghemme, poi a Busto Arsizio e infine a Moncalieri. Anche lei potrà dar dunque man forte non solo nel torneo senior di A2, ma anche nell’Under 20. Benvenuta Mara!

Restiamo in attesa di eventuali altri sviluppi!

Posted in A2 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Under 18/M – L’Italia chiude con un buon quinto posto negli europei in Slovacchia

Posted by superbasketball su 10 agosto 2017

L’Under 18 maschile ha chiuso al quinto posto nell’Europeo di Bratislava e Piestany (Slovacchia). Un piazzamento forse un po’ stretto, ottenuto di fatto perdendo solo due partite, nei quarti con la Lituania e nel girone con la Serbia che ha poi vinto il titolo, e battendo la Spagna finalista. Un piccolo passo indietro rispetto al terzo posto ottenuto negli europei “natalizi” in Turchia, ma almeno ora coach Capobianco potrà riposarsi un po’!

La gara dei quarti con la Lituania poteva aprirci le porte del podio, che forse non avremmo neanche demeritato, e a maggior ragione se fossimo riusciti ad imporci sulla nazionale gialloverde. E i ragazzi (Ebeling 13, Pajola e Bonacini 12; Miaschi 2), dopo un avvio un po’ pesante che portava gli avversari baltici al vantaggio in doppia cifra dell’intervallo lungo, ci avevano fatto davvero sperare, riuscendo prima ad arrivare a -1 e poi a ricucire nuovamente al -2 quando alla fine della gara mancavano appena due minuti. Non è bastato però, come spesso succede quando dopo le rimonte non riesci a mettere poi nemmeno il naso avanti, e sono stati i lituani (poi terzi battendo nella finalina la Turchia) ad accomodarsi nella parte alta del tabellone, peccato, perché in una gara “sliding door” persa di fatto per poco ti resta il rammarico per quella palla, quel tiro, quella difesa malriuscita, quel libero sul ferro, che dalla possibilità di lottare per le medaglie ti fa cadere nel gruppo 5°-8° posto. Amen!

Restava comunque la possibilità, facendo bene nella successive due gare, di arrivare al quinto posto. Nel primo turno, la semifinale, agli azzurri è stata opposta la Bosnia Erzegovina, che nei quarti era stata estromessa dalla Serbia. Molto bravi i ragazzi (Palumbo 26, Vigori 11; Miaschi 3) a mettersi alle spalle la sconfitta dolorosa del giorno prima, e ad infilare i bosniaci con una partita condotta sempre, e alla fine conquistata con netto divario. Prima parte del piano B eseguita con successo!

La finale per il quinto posto ci proponeva lo scontro classico con i francesi, un po’ delusi per l’esclusione dalle gare che contano dopo che i pronostici della vigilia li davano per essere tra le nazionali lanciate verso il podio. Ebbene, se con la Bosnia era andata bene, con la Francia è andata ancora meglio, partita controllata e chiusa dai nostri (Caruso 18, Trapani e Palumbo 12; Miaschi 3) addirittura dopo la terza frazione! Quinto posto conquistato in modo autorevole dunque, a dimostrare che magari anche al piano di sopra non avremmo sfigurato. Ma il campo ha deciso che non doveva essere.

Federico Miaschi ha chiuso il suo Europeo con statistiche praticamente invariate, 10 minuti di utilizzo per gara, con 3 punti e 1 rimbalzo. L’anno prossimo sarà l’europeo della leva 2000, e probabilmente queste cifre miglioreranno, bene così.

Posted in Europei, Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Under 18/M – Anche qui siamo nelle 8! Stesa la Spagna, poi grande ottavo con la Russia, ora la Lituania nei quarti

Posted by superbasketball su 3 agosto 2017

L’Under 18 maschile di coach Capobianco (e di Miaschi) ha conquistato con due gare ottime l’accesso al tabellone delle prime 8 nell’Europeo di Bratislava e Piestany (Slovacchia). Ancora una volta Capobianco guida una formazione azzurra verso le posizioni che contano, in questa estate direi eccezionale. Speriamo che diventi un’abitudine!

La terza gara del girone, quella con la Spagna, era quella sulla carta più difficile. I nostri (Serpilli 15, Caruso 10; Miaschi 6) però l’hanno interpretata alla grande: praticamente sempre avanti, anche in doppia cifra, sono stati capaci di chiuderla (micidiale Serpilli nelle ultime azioni), sorprendendo gli iberici. Avevo detto che sarebbe stato difficile scalzarli dal primo posto del girone, invece ci siamo riusciti, ma abbiamo di fatto favorito la Serbia, perché nell’avulsa gli ex-jugoslavi hanno ottenuto il primo posto, e gli azzurri malgrado la vittoria sono rimasti terzi, il che significava dover giocare negli ottavi contro la seconda del girone A, ovvero la Russia. Però le sensazioni erano buone…

In un ottavo di finale ci si trova ad uno scambio ferroviario: chi passa gioca per le prime posizioni, chi perde resta a giocare al massimo per il nono posto. A volte basta un punticino. E allora è giusto giocarlo (come pure le seguenti gare, ovviamente, sino alla fine), al 150%: ieri i nostri (Trapani e Caruso 18, Miaschi) sono stati eccezionali in questo, soprattutto nei primi 2 quarti. Concreti e solidi in area su entrambi i lati del campo specialmente con un sontuoso Caruso (dalla schiacciata al gancio alla stoppata passando per tantissimi rimbalzi), precisi al tiro, spietati in difesa, pronti a tuffarsi sulle palle vaganti. Trapani (per me MVP ieri) era a tratti imprendibile, un razzo tra le maglie dei tramortiti ragazzi russi. Micidiale il 14-0 infilato di slancio dopo la palla a 2, e il quarto chiuso sul 30-11 già preannunciava una serata positivissima. Il secondo quarto è stato pareggiato ma reagendo al tentativo di rientro dei russi, e quindi riuscendo a non perdere l’inerzia per andare negli spogliatoi con un 47-28 superlativo. Non cambiava la musica nella ripresa, e se la terza frazione ci vedeva avanti di 21 era in realtà dopo un quarto in cui eravamo saliti al +26 dando anche spettacolo, ad esempio con Trapani che serviva l’alley-oop a Bonacina (azione replicata pochi minuti dopo). I russi riuscivano solo a sprazzi a ridurre il divario, e lo facevano con più decisione negli ultimi minuti della gara, quando un comprensibile minimo calo dei nostri permetteva loro di arrivare al -16: ma gli azzurri lottavano su ogni pallone ed era una rubata di Zampini con annessi 2 punti in contropiede a chiudere la partita sull’82-64 che sanciva un successo fantastico. BRAVISSIMI!!!

E ora? Ora l’appetito vien mangiando! Ci tocca, domani alle 18, la Lituania, che ieri ha fatto fuori la Slovacchia dopo avere vinto il gruppo C (a pari merito con la Grecia, e dopo aver perso la prima gara addirittura di 20 con la Finlandia poi quarta nel girone e ieri eliminata dalla Francia). Sarà una sfida difficilissima, ma il morale è altissimo e ce la possiamo giocare, grazie anche a “Re Mida” Capobianco che sta trasformando in…cose preziose tutto ciò che tocca quest’estate! Non credo che sia un caso! Inutile dire che vincendo saremmo nelle prime quattro, vero?

Nell’altro quarto dalla nostra parte di tabellone c’è la nostra conoscenza Serbia che giocherà il derby slavo con la Bosnia Erzegovina. Le altre gare saranno Turchia-Grecia e Spagna-Francia.

Federico ieri ha giocato un po’ meno ma aveva avuto più spazio con gli spagnoli: ora ha 12.5 minuti di utilizzo per gara, con 3.3 punti e 1 rimbalzo.

Forza ragazzi, forza Federico!!

Posted in Europei, Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

EUSA 2017 – Il Cus Genova sesto in Europa nel 3vs3!

Posted by superbasketball su 2 agosto 2017

Il basket universitario ha dato spesso soddisfazioni alla nostra regione, molte più di quelle che otteniamo dal normale circuito cestistico. Di fatto, anche quest’anno è stato così!

Non era cominciata bene perché il Cus Genova (che, ripeto per chi non fosse addentro alla cosa, è squadra formalmente disgiunta da quella che quest’anno ha vinto la C Silver, anche se panchina e vari giocatori di fatto sono in comune, ma qui il requisito per giocare è essere studenti dell’ateneo in questione) dopo un primo turno agevole era stato eliminato con una doppia sconfitta dal Cus Modena nella sfida andata-ritorno che qualificava per le finali nazionali CNU di Catania, poi vinte dal Cus Milano. Peccato perché il Cus Genova negli anni scorsi ha vinto diverse volte il titolo assoluto e conquistato molte medaglie; d’altronde in questo tipo di torneo il risultato dipende molto dalla disponibilità di giocatori di alta categoria per i vari atenei e può capitare di incappare contro squadre molto forti o molto deboli.

Nell’ambito delle attività del CUSI ci sono inseriti anche sport “promozionali”, e tra questi il basket 3vs3, che come sapete ora ha anche trovato spazio ai giochi olimpici, per cui pian piano avrà altrettanto spazio anche nei programmi nazionali. Proprio a Modena, l’anno scorso, il Cus Genova si era imposto nella categoria maschile, conquistando il diritto ad andare agli Europei EUSA (io il link lo metto anche se al momento il sito risulta non raggiungibile…speriamo che si riprenda) di Spalato di quest’anno.

Ebbene, sul lungomare della città croata i ragazzi (Angelo Bedini, che doveva fare l’accompagnatore in quanto in rientro da un infortunio che lo ha tenuto fermo tutta la stagione ma che poi si è “immolato” per la causa, Nicola Vallefuoco, Mattia Marchetti ed Edoardo Caversazio) hanno dato spettacolo, pur essendo magari meno fisicati di altri team. Su 25 squadre il sesto posto finale è da considerarsi una prestazione notevole! Dopo aver perso con Ljubljana, magari patendo anche l’esordio, le vittorie contro Budapest, gli spagnoli di Girona, i portoghesi di Minho e i francesi di Bordeaux hanno lanciato i liguri al secondo posto del proprio girone. Negli ottavi bel successo con i montenegrini di Podgorica, che dovreste riuscire a vedere nel video pubblicato dagli organizzatori su Facebook (andate a circa 3h 17′ dall’inizio). Nei quarti si poteva andare a sperare nelle medaglie, ma i nostri hanno incrociato la corazzata serba Kragujevac e incassato una sconfitta, poi bissata da quella nella finale per il quinto posto contro i polacchi di Wroclaw dopo aver risuperato nella semifinale del tabellone 5°-8° la già battuta in precedenza Girona. 6 vittorie, 3 sconfitte, un buon ruolino. E immagino un’incredibile esperienza visto che l’EUSA non era solo basket 3vs3 ma una specie di miniuniversiade europea con atleti e atlete di tutto il continente che sicuramente hanno reso Spalato una città vivacissima con la loro presenza!

Bravi ragazzi!

Edit: grazie a Luca Lavagetto e a Telegenova, ecco la video intervista ad Angelo Bedini!

Posted in Campionati, CNU2017, Europei, Eventi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

A2/F – Carispezia, Reani e Dzinic perse per Campobasso, arriva Lavinia Da Silva

Posted by superbasketball su 1 agosto 2017

logo cestistica spezzinaLe notizie che vi dò sul mercato probabilmente le sapete già, perché non sono qui a cercare scoop ma voglio andare per notizie ufficiali; le riporto per completezza e come occasione per tornare sui vari argomenti.

Stasera vi racconto della Carispezia Cestistica Spezzina, perché è vero che è stata ammessa alla A2, ma l’incertezza di quei giorni un effetto l’ha avuto: Reani e Dzinic si sono accasate a Campobasso, nella new entry della categoria, che si sta muovendo sul mercato con notevole “decisione”. Quindi due delle prime pedine sono approdate ad altri lidi, e la società ha dovuto correre nuovamente ai ripari.

Un primo riparo, e bello grosso, è quello ufficializzato stasera dal team bianconero. In arrivo da Virtus Cagliari e prima ancora da Sanga Milano, ecco la straniera con (forse) il nome più lungo della serie ;-), ovvero Lavinia Joao Gomes Da Silva. Passaporto portoghese, è un centro di 187 cm che l’anno scorso a Cagliari si è fatta valere con una quasi doppia doppia di media (11.2 + 9.7). Si resta dunque nel novero dei lunghi di razza, come era Dzinic. Ora vedremo se ci sarà qualche soluzione anche per lo spot di Reani, o se si promuoverà una delle giovani.

Intando attendiamo, speriamo, anche notizie dal fronte savonese…

Posted in A2 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Under 18/M – Europei slovacchi, 1-1 e palla al centro. Oggi la Spagna per chiudere il girone

Posted by superbasketball su 1 agosto 2017

L’Under 18 maschile di coach Capobianco (e del nostro Miaschi) ha iniziato con un vittoria e una sconfitta l’Europeo di Bratislava e Piestany (Slovacchia).

La squadra azzurra è partita bene nel suo girone: nel primo turno doveva innanzitutto mettersi dietro l’Ucraina, che nel pronostico era la più abbordabile delle tre compagne di viaggio. Missione compiuta, con i nostri (Trapani 14, Caruso 12; Miaschi 3) avanti già alla fine del primo quarto e capaci di chiudere la partita già dopo l’intervallo lungo. Importante perché tenere dietro gli ex-sovietici dovrebbe permettere di incrociarsi con una squadra un pochino meno impegnativa, sulla carta, negli ottavi.

Qui l’integrale della gara con gli ucraini.

Il giorno successivo però l’asticella si è alzata. L’avversaria era la Serbia, fisicamente impegnativa per i nostri (Ebeling 15, Dieng 7; Miaschi 4), che peraltro hanno fatto una prima parte di gara molto positiva, andando anche avanti con un vantaggio importante. I serbi però avevano la possibilità di alzare i giri, e lo hanno fatto dopo l’intervallo lungo, prima raggiungendo gli azzurri e poi staccandoli.

Oggi ci tocca giocare con la squadra sinora imbattuta nel girone, la Spagna. Sarà difficile scalzarla dal primo posto; ovviamente ci si proverà. In diretta streaming, alle 18. Dovreste vederla qui:

In ogni caso, domani ci sarà il nostro ottavo di finale contro una squadra del girone A, probabilmente Russia o Montenegro; sperando di entrare nelle 8 che giocheranno per i posti migliori.

Quanto a Federico, ecco i suoi numeri sinora: circa 13 minuti di utilizzo per gara, con 3.5 punti e 1 rimbalzo, che da sottoleva sono numeri normali (l’anno scorso in Under 16 erano rispettivamente 29 min, 18 pt, 4.4 r, più 3 assist). Speriamo che ci siano occasioni in cui farsi valere ancor di più!

Forza ragazzi, forza Federico!!

Posted in Europei, Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: