SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

"la passione, solo la passione"

C Silver – Vincono le prime tre, Ospedaletti aggancia il Tigullio, l’Ardita sale e minaccia Sarzana

Posted by superbasketball su 22 gennaio 2018

La classifica della parte alta della C Silver è stata poco modificata dalla tredicesima giornata, quarta di ritorno: hanno vinto le prime tre, e l’unica che è rimasta al palo è stata la sammargheritese Tigullio, agganciata di conseguenza dall’Ospedaletti. Importante colpo Ardita, che si avvicina a Sarzana e quindi ora traguarda anche la possibilità di non fare il playout con il sempre più inguaiato Follo ora indietro di 4.

Al PalaCUS il risultato ha rispecchiato il pronostico, e a guardare il +14 con cui i padroni di casa hanno chiuso la gara, si immaginerebbe magari una tranquilla progressione con gli ospiti tagliati fuori gradualmente. Non è stato così: se l’Aurora prima di Natale aveva dato filo da torcere ai cussini grazie al tiro pesante, ma aveva ceduto già a partire dalla seconda frazione, stavolta il Tigullio ha fatto anche meglio arrivando nella quarta frazione ancora alla parità, e poi cedendo nel finale. I genovesi nella prima parte sembravano poter prendere un po’ di vantaggio, ma questo non è mai salito oltre il +8, ad esempio quello che ha sancito il punteggio del primo quarto. Nel secondo quarto però i ragazzi di Pansolin e Taverna, che in settimana avevano avuto difficoltà fisiche per vari elementi del gruppo senior, sono calati e soprattutto quando coach Annigoni ha messo in campo il giovane Mouhamadou Moustapha Mete, un 1998 con un fisico eclatante che ha avuto un impatto devastante sulla gara, stoppando, segnando (in particolare un bellissimo movimento spalle a canestro per un potenziale and one contro Mangione nel terzo quarto, e non gli è riuscita una schiacciata in tap-in nel secondo che sarebbe stata clamorosa) e prendendo rimbalzi, i sammargheritesi hanno invertito l’inerzia. All’intervallo lungo sono andati negli spogliatoi sotto di 1, e nel terzo quarto hanno perfezionato il sorpasso, con un massimo vantaggio di 4 punti. Il CUS però reagiva, e mandando a segno ben 7 giocatori nella frazione ritornava davanti e chiudeva al 30′ sul +4. Non era finita qui, perché la tripla di Adriano Vexina nei primi minuti dell’ultima frazione riportava gli ospiti sul 51 pari: tutto da rifare e tutto ancora in gioco! Finiva però poco dopo: lo spartiacque era il fallo più tecnico, con conseguente allontanamento dal campo, per somma di falli con un antisportivo commesso in precedenza, di Zolesi. Questa sequenza toglieva al 33′ una pedina fondamentale nel team tigullino e influiva sul resto della gara. Fatto sta che dal 51 gli ospiti non si schiodavano più: il resto della frazione era un continuo dilatarsi del vantaggio genovese, sino al +14 di cui si parlava inizialmente. Rischio scampato per il CUS (coach Pansolin ricorda che dopo le gare con Spezia anche negli anni scorsi la sua squadra ha faticato e anche perso), che estende l’imbattibilità casalinga anche in una serata abbastanza complicata; bel losing effort per il Tigullio che forse ha trovato aperta la sliding door sbagliata ma ha anche trovato un’arma importante, da implementare al meglio, nel suo atletico nuovo innesto Mete. Genovesi sempre al comando, con la potenzialmente comoda (dal punto di vista tecnico) trasferta in casa del Follo nel prossimo weekend; Tigullio che ora deve difendere la posizione dall’Ospedaletti, e riceverà Sarzana.

Il vostro blogger sabato ancora una volta non è riuscito a fare la diretta audio: il mio gestore telefonico evidentemente ora schifa anche il PalaCUS. Vi lascio il video, con qualche foto aggiuntiva, scusandomi con chi era online ad aspettare la diretta.

2017-2018 C Silver Cus-Tigullio.

Non ha perso terreno il team di coach Padovan (Peychinov 27, Pipolo e Garibotto 13), benché fosse impegnato nel derby a Sarzana che è sempre insidioso. Forse anche il team bianconero ha un po’ subito il post big match, perché nella tensostruttura intitolata a Diego Bologna i padroni di casa di Giannetti e Bencaster (Ferrari 14, Bencaster e Tesconi 13) pur restando dietro alla Tarros per tutta la gara, sono rimasti aggrappati al risultato, e grazie a questo nell’ultimo tempino hanno anche potuto tentare l’aggancio, arrivando a due soli possessi dagli avversari, per poi cedere di nuovo nel tourbillon del fallo sistematico, e perdere poi di 12 punti. Anche qui, un divario che è praticamente il massimo vantaggio della squadra che si è imposta. Non una grande prestazione per gli spezzini dunque, ma per le squadre più forti vincere comunque queste gare non è strano, significa che comunque anche nelle giornate peggiori possono trovare le risorse per girare la partita a proprio favore anche in piccoli episodi. La Tarros nel prossimo turno ospiterà l’Ardita, con il favore del pronostico; per i biancoverdi c’è una trasferta a Santa Margherita che devono provare a rendere fruttuosa visto che in classifica ora cominciano a sentire la pressione proprio dei suddetti nerviesi.

La terza in classifica Pallacanestro Vado (Brignolo e Tsetserukou 14, Pesce 13) ha dovuto sudare abbastanza sul campo del Basket Pegli (Prezioso 16, Meneguz 14). In una partita inizialmente ad elastico, i biancorossi di coach Costa hanno preso un vantaggio nella terza frazione, che sono poi riusciti a mantenere ed incrementare negli ultimi 10′, mentre i padroni di casa di coach Piastra perdevano contatto. Una buona vittoria comunque per i vadesi, sia perché gli arancioblu non hanno fatto male sinora e se fossero rimasti a contatto sino all’ultimo potevano diventare davvero pericolosi, sia perché in classifica permette di lasciare indietro il Tigullio di 4 punti e quindi di consolidare davvero la terza piazza. Domenica al Geodetico arriverà l’Aurora, mentre a Pegli arriverà l’Ospedaletti che è in caccia del quarto posto.

L’Ospedaletti, appunto: i ragazzi di Lupi (Cacace 16, Colombo 15) non hanno sbagliato l’occasione dell’arrivo in via Isnart dell’ultima in classifica, il Follo di coach Cristelli (Petani 16, Langone e Giuliani 8). Pochi rischi per gli orange, già avanti di 15 dopo la prima frazione, e gara definitivamente in ghiaccio all’intervallo lungo (52-18). Referto rosa numero 7, e aggancio ai danni del Tigullio che resta davanti per il vantaggio negli scontri diretti; però l’Ospedaletti al completo (e ha reinserito anche Cruz Salas che già conosciamo dall’anno scorso) è davvero un gruppo temibile che può puntare ai playoff se trova continuità, a cominciare dalla trasferta di Pegli dove devono anche vendicare l’andata. I follesi restano a secco, e con il CUS sarà dura sbloccarsi nel prossimo turno.

Importante il risultato registratosi in via Allende, dove l’Ardita Juventus (Ferrari 20, Lotti 17) ha infilato la terza vittoria, di cui già due nel girone di ritorno: i ragazzi di Chiesa sono riusciti a ribaltare il vantaggio ottenuto dall’Aurora Chiavari (Ferri 24, Poltroneri 14) nel primo tempino per poi salire velocemente nel terzo quarto ad un vantaggio che i ragazzi di Marenco non hanno più rimontato del tutto, pur rientrando sino al -3 nell’ultima frazione. Una vittoria che per i nerviesi è molto importante, cambia infatti un po’ le prospettive perché ora può essere pensabile anche cercare di agguantare Sarzana (c’è anche il vantaggio negli scontri diretti!) e giocarsi con i biancoverdi il terzultimo posto, che garantisce la salvezza senza passare dal playout. Difficile pensare di far risultato a Spezia, ma nei restanti turni altre occasioni arriveranno. Per l’Aurora una sconfitta che non consente di sognare ulteriori avanzamenti nelle parti alte, ma c’è ancora poca strada da fare per la salvezza: intanto bisogna andare a Vado domenica.

Situazione:

.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: