SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

"la passione, solo la passione"

C Silver – Spezia cade a Chiavari, CUS davanti da solo, Ospedaletti e Tigullio riavvicinano Vado, risalgono Aurora e Sarzana, Follo sicuramente ai playout

Posted by superbasketball su 4 febbraio 2018

Prima delle 20 di stasera un articolo sulla giornata di C Silver avrebbe raccontato soprattutto che si comincia ad arrivare al tempo dei verdetti, che il primo è che il Follo, ormai impossibilitato a raggiungere le terzultime, farà certamente il playout, che in coda, risale Sarzana che si toglie quasi sicuramente dai problemi della coda, che davanti non cambia nulla, a parte il fatto che Vado viene riavvicinato dalle inseguitrici, con Ospedaletti in vantaggio negli scontri diretti (e davanti in un’eventuale avulsa a 3 con anche il Tigullio, ma dietro a quest’ultimo in un testa a testa). Dopo le 20 invece bisogna raccontare soprattutto della sconfitta, imprevedibile direi, della Tarros a Chiavari, che lascia il CUS da solo davanti (e quindi cambia sì qualcosa in testa!) e permette ai chiavaresi di lasciarsi praticamente alle spalle ogni residuo dubbio salvezza, e di essere in vantaggio per la conquista del sesto posto finale.

E allora partiamo proprio dalla gara appena conclusa, quella di Sanpierdicanne, che ha dato un esito credo difficile da immaginare alla vigilia. Il team di Marenco e Benvenuto (Calzolari 19, Ferri 17) ha ottenuto uno scalpo davvero prestigioso, quello della capolista Spezia, e con un impatto importante forse nell’intero campionato. Ovviamente è presto per avere commenti e descrizioni dai diretti interessati, ma l’andamento è stato assolutamente equilibrato sino a metà della seconda frazione, quando i bianconeri (Peychinov 17, Bracci 14) hanno infilato un parziale di 0-13 a cavallo dell’intervallo lungo che sembrava far svoltare la gara. Raggiunto il massimo vantaggio di 12 punti però i chiavaresi rimontavano, e nel finale di terzo quarto la tripla di Varrone li riportava davanti. Nell’ultima frazione si lottava punto a punto sino al 50-51, poi i gialloblu mettevano la freccia e con un break da 10-0 salivano in cattedra, raggiungendo poi il massimo vantaggio a 3′ dalla fine sul 64-54. Finita? No, perché a loro volta i ragazzi di Padovan risalivano gradualmente, sino alla tripla di Pipolo del 66 pari a 15 secondi dal termine. Qui il fallo di Peychinov mandava in lunetta Poltroneri, al quale la mano non tremava, 2/2, e poi i chiavaresi hanno tenuto botta sull’ultimo assalto spezzino. Secondo referto giallo stagionale per la squadra del presidente Caluri, che ora avrà la trasferta di Vado, il Tigullio in casa e poi il derby con Follo: sconfitta pesante per questa prima fase perché per diventare primi i bianconeri ora dovrebbero fare 4 punti in più del CUS, su 6 disponibili, oggettivamente difficile (anche se dopo stasera, impossible is nothing). In casa Aurora festeggiati questi 2 pesantissimi punti c’è da preparare il derby di Santa, certo con rinnovata tranquillità: dai 12 punti i playout sono lontanissimi, e l’obbiettivo sesto posto, malgrado il rientro di Sarzana, sembra raggiungibile.

Al PalaCUS la prima notizia è che la diretta audio su Facebook finalmente ha funzionato senza particolari intoppi! Archiviato questo dato fondamentale nella storia di Internet, possiamo passare al match, che i cussini (Dufour 15, Cassanello 9) hanno messo abbastanza al sicuro già con un primo quarto in cui hanno lasciato al Pegli (Nicoletti 11, Brichetto M. e Nsesih 5) solo 4 punti. Aumentando ancora il bottino offensivo, i ragazzi di Pansolin e Taverna sono andati negli spogliatoi per la pausa lunga già avanti di 26, sul 39-13. Poteva diventare un risultato molto punitivo per i ragazzi di Piastra, in prospettiva; invece, complice certamente anche un maggior utilizzo degli under da parte biancorossa, nella seconda parte  il bilancio del derby è stato perfettamente in parità, con il CUS a imporsi nel terzo quarto 10-9 e Pegli a pareggiare i conti nell’ultima frazione vinta 16-15, cosicché il divario finale è stato esattamente quello di metà gara. Bene per il referto rosa per la capolista, che evidentemente quando ha un vantaggio largo non mantiene la stessa determinazione di quando il punteggio è in discussione, ma che comunque a 3 giornate dalla fine di questa prima fase mantiene la vetta, e grazie allo scivolone spezzino ora anche con 2 punti (3 con gli scontri diretti, diciamo) di vantaggio. Sabato a Ospedaletti i cussini dovranno probabilmente gestire una gara più impegnativa però. Quanto agli arancioblu, che hanno subito non solo la sconfitta in Viale Gambaro ma il sorpasso in classifica da Sarzana, nella prossima partita potranno discuterne direttamente con i biancoverdi in via Cialli, e hanno un finale in cui incontreranno anche Ardita e Aurora, tutti scontri vitali per la permanenza nella serie.

Come al solito, un po’ di foto e la videocronaca integrale in differita!

2017-2018 C Silver CUS-Pegli.

.

La Pallacanestro Vado (Cerisola 16, Pelegi 13) ha concesso la vittoria in trasferta all’Ospedaletti (Cavallaro 18, Cruz 16), che ha acquisito quindi un vantaggio negli scontri diretti che rischia di essere decisivo per l’assegnazione del terzo posto della prima fase. Eppure i biancorossi erano partiti molto meglio dei padroni di casa, salendo a un rassicurante +15 a metà gara. Invece, gli orange sono saliti di intensità e hanno recuperato tutto lo svantaggio. Malgrado ciò, i ragazzi di Costa erano ancora avanti a 2 minuti dalla fine, ma nelle ultime azioni quelli di Lupi hanno risorpassato e conquistato il referto rosa. Bella vittoria per l’Ospedaletti, che conferma il buon momento e punta deciso verso la terza piazza: dovrà però prima affrontare il CUS in casa, poi forse avrà due turni più favorevoli, a Sarzana e in casa con Ardita. I vadesi per difendere la posizione senza dover sperare nelle disgrazie altrui hanno bisogno di fare punti nei prossimi 3 durissimi turni: Spezia, ora più che mai probabilmente vogliosa di riscatto, e poi CUS in casa, e il Tigullio avversario diretto a Santa Margherita.

Il Tigullio (Caversazio 17, Zolesi 15) ha a sua volta ottenuto punti a Genova, imponendosi nettamente sul campo dell’Ardita Juventus (Ferrari e Pietronave 15), la cui “candidatura” ai playout si “rafforza”, anche per la concomitante vittoria del Sarzana e dell’Aurora, a causa di una prestazione decisamente negativa dei ragazzi di Chiesa. I sammargheritesi salgono a quota 18, a un passo dal Vado con il quale giocheranno in casa nell’ultimo turno, partita che potrebbe valere anche il terzo posto; intanto sabato prossimo ospiteranno la (immagino) gasatissima Aurora nel derby. I nerviesi, che hanno visto appunto allontanarsi due delle squadre sulle quali speravano di poter fare la corsa per evitare i playout, sono chiamati invece alla fondamentale trasferta di Lerici di sabato sera, che vale, quantomeno, il vantaggio nella serie di playout: poi certo sulla carta si può ancora pensare di riagguantare il Pegli, sfruttando la gara casalinga della penultima giornata.

E veniamo alla gara in realtà disputata per prima, quella di Sarzana in cui il team di Giannetti e Bencaster (Casini 32, Somma 18) ha vinto largamente il derby con il Follo (Langone 16, Mazzi 15). Alla tensostruttura Diego Bologna i follesi nella prima parte hanno visto i padroni di casa prevalere, ma senza crollare del tutto: il patatrac per i ragazzi di Cristelli è avvenuto nel terzo quarto, in cui hanno subito ben 31 punti e il divario è passato da -13 a -34, sfiorando il -40. Delusione tra i biancocelesti, che l’aritmetica ormai incasella nel playout, esito congruo per un team che sul campo non ha ancora ottenuto una vittoria. Rimane sulla carta ancora la chance di agguantare e sorpassare l’Ardita, ma per fare questo servono molti eventi: battere l’Ardita sabato sera, possibilmente ribaltare il -17 dell’andata, e poi vincere almeno una gara in più dei genovesi nei restanti due turni (per il Follo, a Chiavari e in casa con la Tarros, per l’Ardita in casa con Pegli e l’ultima ad Ospedaletti). I biancoverdi scavalcano Pegli, non l’Aurora per via dell’exploit chiavarese, e iniziano la volata finale di questo terzetto in seconda posizione, ma devono andare proprio a Pegli domenica.

Il ribaltone causato dal Sarzana e dall’Aurora scompiglia i gironi teorici della seconda fase: i biancoverdi al momento sono nel girone B insieme all’Aurora, mentre nell’A guidato dal CUS al momento ci va il Pegli. E attenzione, nel B Spezia e Vado sono per ora alla pari.

Situazione:

.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: