SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

"la passione, solo la passione"

C Silver – CUS a Ospedaletti, Spezia a Vado; lotta in coda

Posted by superbasketball su 8 febbraio 2018

Terzultima giornata della prima fase di C Silver, i punti cominciano a scarseggiare e, con la corsa in testa che ora pende più decisamente verso il CUS (ma mancano pur sempre 6 punti, e varie sfide tra le migliori), l’interesse forse si sta spostando un po’ sulla classifica in coda e la distribuzione delle squadre nei due successivi gironi. Anche perché alcune squadre hanno potenziali vantaggi a finire nel girone con altre che magari sono davanti ma hanno gli scontri diretti sfavorevoli, perché portandosi dietro solo i risultati diretti nel gironcino la classifica si può sconvolgere. Indubbiamente, questa parte della formula è interessante, anche se un po’ “spietata”.

Il CUS di Pansolin e Taverna ha incassato l’inaspettato regalo fatto da Spezia perdendo a Chiavari, ma non ha certo risolto del tutto a proprio favore questa prima fase: anche considerando l’ultimo turno con Sarzana in casa come favorevole, prima i biancorossi hanno due trasferte decisamente insidiose, prima a Ospedaletti e poi a Vado, contro due squadre molto diverse in lotta per il terzo posto. Tra l’altro, i genovesi hanno perso per qualche settimana Nicola Vallefuoco per una piccola frattura al piede, se ne riparla nella seconda fase. E quindi sabato al PalaIsnart per i cussini si tratta di una partita difficile. L’Ospedaletti di Lupi è in serie positiva da quattro giornate, dopo aver reinserito Colombo ha ora sì un Generale in meno ma anche un Fabio Bedini (sfida tra fratelli con Angelo) e un Cruz Salas in più, e tra le tre che si accapiglieranno nelle prossime settimane per il terzo posto è quella che sta risalendo la classifica e che quindi ha l’inerzia dalla propria parte. Palla a 2 alle 18, e speriamo che sia una gara interessante come si prospetta.

La Tarros Spezia dopo l’inatteso stop avrà sicuramente avuto una settimana di riflessione, in cui coach Padovan ha cercato di correggere i difetti visti a Chiavari: arriverà quindi a Vado carica, su un campo comunque difficile, dove i ragazzi di Costa cercano i punti per mantenere la terza posizione in un finale di girone difficile per i biancorossi (CUS in casa e chiusura a Santa Margherita nello scontro diretto). Se ce l’ha fatta l’Aurora, perché non i vadesi? E quindi anche per la Tarros sarà un turno delicato, anche se come sapete Vado è senza senior, ma è comunque squadra che col ritmo e l’intensità può creare problemi se non si scende sul parquet con l’approccio più reattivo possibile. Si gioca domenica, con inizio alle 18.15, anche qui si prospetta un incontro di grande interesse.

L’altra contendente di alta classifica, il Tigullio, se non fosse successo quello che è successo domenica scorsa avremmo detto che avesse stavolta un turno più favorevole rispetto alle dirette avversarie, perché invece di giocare contro una delle capoliste deve ospitare una delle squadre della metà inferiore della graduatoria. Invece il team Aurora di coach Marenco viene dalla partita dell’anno, e arriverà a Santa nello stato psicologico migliore, con la salvezza ormai certa (+6 sull’Ardita, +3 in differenza canestri, a meno di strane avulse non ci saranno problemi). Per i ragazzi di Annigoni e Pieranti quindi una sfida, un derby diciamo noi, certo poco rassicurante, anche se i sammargheritesi a loro volta nel turno scorso si sono rinfrancati con una vittoria larga in casa Ardita. Si gioca sabato alle 18.15, e vedremo se i biancorossi riusciranno a sfruttare questo presunto vantaggio di calendario.

Calendario che mette invece in palio punti pesantissimi per le ultime quattro.

Pegli-Sarzana, terzultima contro quartultima, è una partita che probabilmente mette in palio la salvezza. In realtà entrambe le squadre hanno lo svantaggio negli scontri diretti con l’Ardita (mentre all’andata Sarzana vinse di 29, quindi non è banale che questo vantaggio venga ribaltato), ma chi vince lascia dietro l’altra e quindi in caso i nerviesi riuscissero nella rimonta vedrebbero riassorbiti prima gli sconfitti. Quindi i ragazzi di Piastra proveranno a sfruttare il fattore campo per imbrigliare i sarzanesi, più brillanti in questo scorcio di stagione, mentre Giannetti e Bencaster guideranno la squadra alla ricerca della sicurezza, anche perché poi avranno da giocare con Ospedaletti e CUS con prospettive non molto rosee. Pegli avrà poi il derby in casa Ardita, altro scontro cruciale, e chiuderà con l’Aurora.

In coda il Follo già sicuro del playout si gioca l’ultimissima carta, quella di non giocarlo lasciando il vantaggio del campo agli avversari: per farlo deve sostanzialmente battere proprio l’Ardita, sabato sera alle 21, a Lerici. Ci sarebbero anche 17 punti dell’andata da ribaltare per fare il miracolo completo, e non basterebbe nemmeno perché nei due successivi turni il team di Cristelli dovrebbe fare ancora 2 punti in più rispetto a quello di Chiesa (Follo giocherà a Chiavari e poi in casa con Spezia, Ardita in casa con Pegli e poi a Ospedaletti), e quindi per i biancocelesti paradossalmente non basterebbe nemmeno vincere un’altra gara, se i nerviesi facessero risultato in una delle restanti gare. Senza il ribaltamento del quoziente canestri, Follo dovrebbe assolutamente battere sia Aurora sia Spezia e sperare in 2 sconfitte della penultima. Vedremo se i follesi troveranno le energie per questi exploit, resi oggettivamente improbabili dalla constatazione che sinora sul campo non sono riusciti ad ottenere un referto rosa, subendo sconfitte con scarto medio di 23 punti. Vista la situazione dal lato nerviese, è ovvio che per l’Ardita fare risultato a Follo, come da pronostico, chiuderebbe il discorso ultimo posto, e permetterebbe forse ancora di sperare nell’aggancio a quelle davanti, anche se complicato.

Come sapete nelle ultime settimane guardo anche quali partite potenzialmente interessano squadre dello stesso gironcino di seconda fase: è un gioco che mi ricorda la meccanica quantistica, perché il risultato cambia magari la classifica e quindi anche i gironi, e quindi alla fine potrebbe non contare più! Facciamo finta di no; e allora conterebbero molto, al momento, sia Ospedaletti-CUS nel girone A, sia Vado-Spezia nel girone B: quest’ultima addirittura deciderebbe la leadership nel girone!

Situazione e partite in programma:

C Silver Liguria 2017-2018 – Giornata n. 16

10/02/2018 – 18:15 AS D.TIGULLIO SPORT TEAM-AD AURORA BASKET CHIAVARI n.d.; Punti: 18+12=30
10/02/2018 – 18:00 B.C.OSPEDALETTI SASTRI SAM-CUS GENOVA ASD n.d.; Punti: 18+28=46
11/02/2018 – 18:30 AD BASKET PEGLI-SARZANA BK LUNA ABRAVISI SRL n.d.; Punti: 10+10=20
11/02/2018 – 18:15 PALL. VADO AZIMUT CONSULENZA-SPEZIA BASKET CLUB AD n.d.; Punti: 20+26=46
10/02/2018 – 21:00 BASKET FOLLO AD-ASD ARDITA JUVENTUS n.d.; Punti: 2+6=8

.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: