SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

"la passione, solo la passione"

C Silver – Colpaccio Tigullio col CUS; vittorie per Spezia, Vado e Ospedaletti. 1-0 sofferto per Ardita nel playout

Posted by superbasketball su 5 marzo 2018

La C Silver inizia la sua seconda fase con una sorpresa, la sconfitta del CUS a Santa Margherita! Spezia invece espugna Sarzana, e vincono Ospedaletti e Vado. Nel playout Follo spaventa il PalaMajorana ma poi cede e sabato sarà spalle al muro.

A Santa Margherita si consuma la prima sorpresa dunque di questa seconda fase. Il Tigullio di Annigoni e Pieranti (Caversazio 16, Arhangelski 13) ha steso il CUS di Pansolin e Taverna (Dufour 17, Bedini 12) sul parquet di via Generale Liuzzi, in una gara condotta con vantaggi anche ampi, che i genovesi non sono riusciti a ricucire. Peraltro, in situazione e con modalità diverse, anche al PalaCUS con Sarzana era andata così sino a metà dell’ultima frazione: qui i cussini non hanno trovato lo sprazzo giusto, e i ragazzi di casa a loro volta hanno tenuto duro e portato a casa una vittoria importante che riapre un po’ tutti i giochi nel gironcino. Come avevo accennato alla vigilia, una vittoria genovese avrebbe assegnato al CUS con certezza uno dei primi 2 posti con 5 turni di anticipo, e così non è stato. C’è quindi da fare i complimenti ai ragazzi e allo staff tecnico del Tigullio: “Ciao Bruno! Grazie intanto per i complimenti… sono due punti che ci fanno tanto morale per affrontare le prossime partite!“, risponde coach Marco Annigoni. “Ci siamo prefissati con i ragazzi di uscire da questo gironcino senza rimpianti. Quindi di dare tutto nelle 6 partite e vedere alla fine dove saremo in classifica. Siamo partiti con il piede giusto! Da sottolineare un’ottima prestazione corale e soprattutto una grande applicazione difensiva!“. Da segnalare la prestazione del rientrante Arhangelski, che stavolta è stato davvero un fattore. Da parte CUS, detto che le assenze di Nicola Vallefuoco e di capitan Bestagno qualche strascico se lo portano dietro, almeno in termini di ampiezza delle rotazioni, coach Pansolin ha individuato nell’errore strategico di voler giocare sullo stesso piano dei padroni di casa la motivazione principale della sconfitta: “Guarda, cerco di essere sintetico: la sconfitta è figlia del fatto che non siamo riusciti a imporre il nostro modo di fare pallacanestro. Loro hanno fatto una partita di grande ritmo, di grande intensità e di grande, se vogliamo, ‘confusione’ tattica: però è il loro modo di giocare, cioè sparigliare le carte in tavola per andare a gran velocità. Noi invece di fermarci a giocare a pallacanestro abbiamo giocato come come volevano loro“. Nessun dramma, d’altronde il CUS resta il candidato principale alla posizione di testa di serie numero uno anche dopo questo KO, né particolari recriminazioni per gli episodi: “Perdere una partita non è un dramma nel momento in cui fai un’analisi di quello che è andato storto e lo correggi per il futuro. Non ci siamo abituati, nel senso che noi fortunatamente negli ultimi due anni di partite ne abbiamo perso veramente molto poche, quindi a un certo momento sembravamo quasi straniti per essere sotto nel punteggio: questa cosa mi ha lasciato un po’ di stupore. Poi ci sono degli episodi, qualche fischio non condivisibile, ma episodi: la realtà delle cose è che noi abbiamo fatto una partita giocata secondo quello che loro volevano invece di imporre quello che piace fare a noi“. Da segnalare anche l’assenza del vostro blogger, che ovviamente nel giorno della vittoria contro pronostico del Tigullio sulla prima della classe non ha dunque potuto darvene conto in diretta, e poi in differita con le immagini. Scusate, ma tengo famiglia e ogni tanto 😉 devo considerare anche loro. Mi segno un punto in meno e vado avanti. Nel turno prossimo il CUS ospita in viale Gambaro il Vado, oggi vincente e quindi minacciosamente vicino; i sammargheritesi vanno in casa del Pegli, e se anche lì andassero a punti, come a questo punto il pronostico esigerebbe, diventerebbero effettivamente pericolosi per le prime due posizioni.

Tenendo gli avversari sotto i 40 punti, vincere è più semplice: è riuscito ai biancorossi della Pallacanestro Vado (Anaekwe 16,  Fazio 14), che hanno messo decisamente sotto i ragazzi del Pegli di coach Piastra (Zaio M. 9, Corba 8). Netto il divario finale, lievitato tempino per tempino e salito oltre il trentello alla sirena conclusiva, con i pegliesi veramente poco produttivi in avanti (5 e 9 punti segnati nelle frazioni centrali) e in difficoltà nel limitare i lunghi di casa. I ragazzi di Costa salgono pertanto a quota 10 e sabato avranno l’ebbrezza di andare al PalaCUS con addirittura la possibilità dell’aggancio ai genovesi in caso di vittoria (ma viceversa con una sconfitta si potrebbero ritrovare il Tigullio alle costole), mentre gli arancioblu tornano in via Cialli dove domenica proveranno ad arginare il prevedibile entusiasmo del Tigullio.

Non è stato banale il derby di Sarzana per la Tarros Spezia: i biancoverdi di coach Toffi (Tesconi 17, Ferrari e Dell’innocenti 12), in sostituzione per l’occasione di coach Giannetti, hanno proseguito sulla falsariga del match di Genova, mettendo in difficoltà i più quotati bianconeri (Peychinov 21, tutte triple, Garibotto 12). Partita praticamente punto a punto, con vantaggi sempre limitati per le due contendenti, risolta poi dai ragazzi di Padovan con un break ottenuto nell’ultima frazione, quando dal 52 pari gli ospiti sono pian piano saliti al +9 che hanno poi difeso negli ultimi giri di lancette. Ancora una buona prestazione sarzanese con calo esiziale nell’ultimo quarto, che però potrebbe essere sufficiente in futuri impegni come venerdì sera magari, nell’anticipo a Chiavari; non una grande prova degli spezzini, che però vincono e salgono a quota 12, il che non chiude i discorsi per la prima posizione, ma se arrivasse domenica il 3-0 sull’Ospedaletti con conseguente +8 in classifica, allora sì che i giochi sarebbero fatti, Chiavari ovviamente permettendo.

Nell’altra gara del girone, lo “spareggio” delle seconde, l’ha spuntata in volata l’Ospedaletti di coach Lupi (Cruz Salas 17, Cavallaro 16) sull’Aurora di coach Marenco (Ferri 26, Ciotoli 14). Privi di Colombo e con Cacace febbricitante, l’arma in più per gli orange è stato certamente il dominicano Cruz Salas, che ha imperversato sui due lati del campo; ma per i padroni di casa, che erano riusciti a scappar via nelle prime 3 frazioni, il finale è stato da brividi, con i chiavaresi a risalire la china a suon di triple, sbagliando però quella del possibile sorpasso, che avrebbe beffato gli ospedalettesi, nell’ultimo assalto. Con questi 2 punti Ospedaletti avanza la propria candidatura al “senato” della C Silver, ovvero il novero delle semifinaliste, avendo acquisito 2 punti in graduatoria e il 2-1 sui chiavaresi che li seguono al terzo posto: ma devono andare al Palasprint e se l’Aurora facesse invece risultato in casa con Sarzana, tutto tornerebbe in discussione (la differenza canestri sui chiavaresi è solo +9, ribaltabile al ritorno).

Last but not least, almeno in quanto a pathos, parliamo del playout. In via Allende in gara 1 del playout tra Ardita Juventus e Basket Follo si è imposta la squadra di casa (Pietronave 24, Visca 14), che però ha trovato davvero notevole resistenza nei ragazzi di Cristelli (Langone 18, Canini 14), che non hanno mollato sino alla fine e perso poi per solo due possessi dopo essere arrivati al -4 nelle ultime azioni risalendo dal +10 che i ragazzi di Chiesa avevano costruito nell’ultimo quarto (a 3′ dalla sirena conclusiva) dopo la parità assoluta a metà gara. Sabato sul campo di casa e con il sostegno del proprio pubblico i follesi devono riprovare e fare ancora meglio, ma è chiaro però che i nerviesi hanno confermato di poter vincere la serie. Ne riparleremo tra qualche giorno.

Situazione:

.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: