SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

"la passione, solo la passione"

Archive for aprile 2018

Under 18/F – Cestistica Spezzina e Amatori Savona impegnate nei concentramenti

Posted by superbasketball su 30 aprile 2018

In questo periodo cominciano ad intensificarsi le attività nelle fasi interregionali giovanili, con l’obbiettivo di arrivare alle varie finali. Da oggi sono in corso in tutta Italia i concentramenti, ben 8 con complessivamente 32 squadre coinvolte, che porteranno alle Finali Nazionali Under 18 femminili di Battipaglia (20-26 maggio). E ci sono due squadre liguri che sperano di arrivarci!

Si tratta delle due finaliste regionali: la Cestistica Spezzina, che ha battuto 2-1, in una serie emozionante, e ribaltando il fattore campo, l’Amatori Savona, e ovviamente quest’ultima.

La Cestistica Spezzina, guidata da coach Elena Basso, vincendo il titolo ligure ha ottenuto la qualificazione diretta al concentramento numero 5, che è appunto iniziato oggi a Cecina (LI). Insieme alle bianconere altre tre formazioni: la prima da affrontare è, proprio ora mentre scrivo, quella delle Ants Viterbo, mentre hanno già giocato tra loro l’Ororosa Bergamo e, beffa degli accoppiamenti, la Fe.Ba Civitanova Marche, proprio la giovanile del team che le senior spezzine incontreranno tra qualche giorno nei playoff di A2. Gli altri accoppiamenti nei prossimi giorni dipendono dai risultati odierni: passano le prime due, per cui iniziare con una vittoria è bene ma è ancora possibile recuperare la posizione utile nelle altre due gare. Forza Spezia!

Più difficoltoso il cammino delle pappagalline di coach Dagliano, che dopo aver perso gara 3 in casa con le spezzine e con essa il titolo che avevano accarezzato (campionato condotto, vittoria in gara 1 in casa, sconfitta a Spezia, e sconfitta finale sempre al Geodetico), sono state costrette a passare dalle forche caudine degli spareggi. Il 25 aprile a Crema le biancorosse però hanno fatto una partita solida, e si sono meritatamente aggregate, battendo per 65-40 il Basket Venaria, seconda classificata in Piemonte, al concentramento 7, sede Urbania (PU). Bene: ora però viene il difficile, perché l’Amatori è stata inserita in un girone duro, con la Reyer, avversaria di oggi con la quale posso già anticiparvi è arrivata una sconfitta dura (87-39 dopo una prima parte sorprendentemente equilibrata), candidata al primo posto, e oltre alle vadesi il S. Salvatore che ha vinto in Sardegna e le Spring Lucca arrivate anche loro dagli spareggi a contendersi il secondo importantissimo posto. Per le ragazze dell’Amatori il girone più importante inizia dunque domani, speriamo non ci siano contraccolpi per la sconfitta di oggi. Forza ragazze!

Speriamo dunque di poter dare buone notizie nel prossimi giorni…

Annunci

Posted in Eventi, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

A2/F – CA Carispezia lascia il passo all’USE, ora i playoff; Cestistica Savonese saluta da decima battendo Umbertide

Posted by superbasketball su 30 aprile 2018

L’A2 femminile ha chiuso la regular season: il bicchiere per me è pienissimo perché abbiamo una squadra comunque salva, la Cestistica Savonese, che chiude vincendo ed è decima, avendo sfiorato i playoff quando era tra le candidate a retrocedere prima dell’inizio, e un’altra che, sì, poteva forse far meglio, ma non era facile, e comunque i playoff li fa, da sesta, e parliamo della CA Carispezia che comunque doveva anche riassorbire la delusione della retrocessione dalla A1 dell’anno scorso.

La squadra spezzina (Templari 12, Giuseppone 9) avrebbe dovuto fare davvero una gran partita per avere la meglio, anche davanti al pubblico di Montepertico, sulla dominatrice del girone, quell’USE Empoli che, sì, le spezzine avevano battuto per prime mezza stagione fa, nell’ultima di andata, ma che nel frattempo è volata in A1 per direttissima, con diverse giornate d’anticipo, mentre le bianconere, alle prese con gli infortuni, si sono un po’ impantanate sino a installarsi al sesto posto, dopo aver a lungo sperato, almeno nel girone d’andata, di intrufolarsi tra le prime quattro. E se nella prima frazione le avversarie segnano 27 punti, andando anche sul +15, diventa ancora più difficile. Nelle frazioni centrali le spezzine ci hanno provato, sono tornate anche a -7, ma poi le ospiti hanno ripreso il sopravvento, e dopo aver toccato il ventello di vantaggio, poi appena limato per il 60-79 finale. Sconfitta preventivata, che risulta del tutto ininfluente, anche se una vittoria magari avrebbe caricato di più le ragazze. Il team di Corsolini ora affronterà nei playoff Civitanova Marche, che l’ha preceduta in classifica e quindi avrà il vantaggio del campo. Un quarto non impossibile, ma che necessiterebbe della massima condizione psicofisica. Speriamo che in questi giorni, prima di gara 1, tutto vada per il meglio.

Al PalaPagnini c’era in palio il decimo posto, niente di che, ma comunque è bello che  se lo sia preso la Cestistica Savonese (Penz 19, Zanetti 15), con un’ultima gara di stagione ben giocata, in cui le biancoverdi hanno sempre avuto in mano il pallino e che a tratti hanno del tutto dominato. Partendo già bene, le ragazze di Pollari hanno rintuzzato un tentativo di rientro di Umbertide, poi nella seconda frazione hanno messo la freccia e addirittura doppiato le avversarie. Al rientro dal riposo il trend continuava, con le savonesi a colpire in tutti i modi, sino al +31 che oggettivamente faceva accendere la spia rosa dal lato della Cestistica. Umbertide risaliva un po’, ma nel finale Pollari poteva anche ruotare liberamente concedendo metà dello scarto alle ospiti, senza che il punteggio tornasse davvero in discussione. E così la stagione delle biancoverdi si è chiusa con 22 punti, i playoff accarezzati e poi solo sfiorati, una salvezza tranquillissimissima, una Lucrezia Zanetti quarta assoluta tra le marcatrici (16.4 punti “ad allacciata di scarpe”), e varie ottime prestazioni personali di tutte le ragazze. Un encomio particolare secondo me per il settore lunghe, che dopo la partenza di Skiadopoulou ha dovuto fare le pentole e i coperchi! Ora il difficile è ripetersi l’anno prossimo, ma nel frattempo c’è da essere soddisfatti.

Qui sotto il video integrale della diretta della gara dal canale Youtube della Cestistica Savonese!

.

Tanti i verdetti dell’ultima giornata: Bologna non è riuscita nell’impresa a Palermo, quindi siciliane teste di serie numero uno nei playoff, bolognesi numero due e Valdarno numero tre. Civitanova e Spezia erano già al posto 4 e 5, mentre dietro Faenza, vincendo in Sardegna, ha agganciato e scavalcato Campobasso, mandando contemporaneamente ai playout Cagliari, che comunque con la vittoria di Forlì in volata ad Alghero non avrebbe potuto salvarsi direttamente. Quindi Palermo pesca Orvieto, Bologna gioca con Campobasso, e Valdarno con Faenza, oltre al quarto che sappiamo da tempo e che coinvolge la CA Carispezia. Playout tutto sardo; Savona, Umbertide, San Raffaele e Forlì in congedo sino a settembre prossimo.

Situazione:

.

Posted in A2 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trofeo delle Province 2018 – Domenica 6 maggio a Chiavari in palio il titolo regionale femminile

Posted by superbasketball su 30 aprile 2018

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaSi sono allenate per tutta la stagione, magari non tante volte quanto le rappresentative regionali, però si sono impegnate, e adesso tocca a loro. Domenica a Chiavari, nella cornice del PalaCarrino, è il momento del Trofeo delle Province femminile, in cui le rappresentative Under 13 delle 5 province/aree (c’è il Tigullio, che tra l’altro ospita, ma ovviamente provincia non è) si contenderanno il titolo regionale.

Il programma prevede un girone all’italiana di sola andata che impegnerà l’intera giornata, dalle 9.30 (raduno alle 9). Chi ne vince di più, vince!

Qui tutte le convocazioni:

Buon lavoro (e divertimento) a tutti!

(E il 13 toccherà, sempre a Chiavari, anche ai ragazzi!)

Posted in Eventi, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Ancora CUS-Spezia! La finale di C Silver è la rivincita dell’anno scorso!

Posted by superbasketball su 30 aprile 2018

Semifinali finite! Entrambe le serie sono terminate sul 2-0, e dopo tutti questi mesi, due fasi di qualificazione e un turno di playoff direi che ci ritroviamo con la finale che probabilmente quasi tutti avrebbero pronosticato a fine settembre, ovvero la riedizione di quella dello scorso anno: la Tarros Spezia avrà dunque la possibilità di cercare la rivincita sul CUS Genova, che a sua volta può puntare al back to back. Ci hanno provato le contender Ospedaletti e Vado, ma pur dando tanto e a sprazzi riuscendo a giocare al livello delle favorite, alla fine non ne avevano a sufficienza, e si sono dovute accomodare all’uscita.

Il sottoscritto, e lo saprete se avete seguito la diretta di sabato su Facebook (grazie a tutti per gli apprezzamenti!), era ad Ospedaletti, dove si è disputata una gara 2 tutto sommato interessante, anche qui con una grande rimonta ospedalettese, e un finale non scontato, con l’aggiunta di polemiche, un’espulsione, e un’interruzione per blackout elettrico. Non ci siamo fatti mancare nulla, e neanche la codona sulla A10 all’andata, se è per questo 😉 . Come ci si aspettava, stavolta la partenza della gara non è stata completamente sbilanciata come in gara 1: tuttavia con un Mangione infallibile dall’arco i ragazzi di Pansolin e Taverna (Bedini 24, Mangione 21) hanno messo su un primo vantaggio nel finale di quarto di 8 punti, poi limati a 6 prima della sirena dagli orange (Colombo 18, Cruz Salas 12). La partita è stata, come si suol dire “maschia”, sia perché “sono i playoff, baby”, sia perché i contatti venivano tollerati anche oltre il normale (secondo me ma secondo molti). Nella bagarre soprattutto sotto canestro tante azioni sono filate via “all’inglese”, senza intervento arbitrale, e gli animi si sono man mano riscaldati. Il nervosismo ha raggiunto il massimo nel secondo quarto, in cui il CUS ha gradualmente allungato: dopo un fallo in attacco fischiato a Michelis è arrivata l’espulsione di Zunino, che mi era addirittura sfuggita, perché lontana dalla palla, e Bedini ha potuto tirare ben 3 liberi di cui 2 a segno per il +12 cussino. Anche dopo l’espulsione gli episodi dubbi sono continuati, tenendo alta la tensione. Le ultime due triple, di cui una sulla sirena, di Mangione (4 su 4 sin lì dai 6.75m) hanno dato al CUS il massimo vantaggio, il +23 dell’intervallo lungo. Da questo punto gli orange hanno dovuto riprovare a tornare in gara: e in questo sono stati un po’ aiutati dall’imponderabile, perché a metà terzo quarto, sul -21, è arrivato un blackout che ha costretto ad uno stop che è durato più di 17′ (con il brivido di dover anche ripetere la gara, poi per fortuna tutto è rientrato), e malgrado le due squadre abbiano svolto un po’ di riscaldamento, alla ripartenza i ragazzi di Lupi sono apparsi più intensi, tornando un po’ in palla. La frazione si è chiusa sul +20 esterno, ma sulla spinta delle difese a zona orange il divario è poi calato nell’ultimo tempino, quando Ospedaletti è arrivato a -9, palla in mano, con varie occasioni di accorciare ulteriormente, sinché Colombo dalla lunetta ha siglato il -7. Ma il tempo nel frattempo correva, e allora dopo una bomba del possibile -4 fallita da Cacace sono stati sufficienti i viaggi in lunetta dei genovesi a consolidare il vantaggio che poi è diventato quello finale, il +11 con cui i biancorossi hanno fissato il 2-0 e ottenuto il biglietto per l’ultimo spettacolo, quello che inizierà sabato prossimo al PalaCUS per il titolo regionale. Onore a Ospedaletti, che con un po’ più di fortuna poteva davvero rimettere in gioco tutto, serie compresa, e che invece nei momenti topici non è riuscito a concretizzare: però ha dimostrato di poter stare in questo novero delle migliori quattro, concludendo una buona stagione. I cussini hanno dovuto sudarsi questo passaggio del turno, ma come da pronostico hanno ancora una volta dimostrato di avere quel qualcosa che permette loro di reagire e adattarsi alle situazioni: anche al metro arbitrale.

Dalla diretta a YouTUbe, ecco foto e video della gara del PalaIsnart, nonché, come all’andata, le interviste live con i due allenatori!

2017-2018 C Silver Semifinale G2 Ospedaletti-CUS

.
Coach Lupi:

Coach Pansolin:

.

Domenica al Pallone Geodetico ha sudato un po’ meno la Tarros Spezia: i ragazzi di Padovan avevano vinto largamente in gara 1 e anche questa volta hanno dato l’impressione di non soffrire molto l’incrocio con i vadesi. In grande spolvero i tiratori bianconeri, in particolare Pipolo con lo strappo che ha aperto la gara già nel primo quarto, 4 tiri di mortaio che hanno portato gli spezzini (Peychinov 24, Garibotto 18) a segnare quasi 30 punti nei primo 10′. Le percentuali dall’arco di Spezia sono rimaste ragguardevoli (alla fine Pipolo 5/9 e Peychinov 6/12, a segnare gran parte delle 14 bombe collezionate dagli ospiti), e benché i ragazzi di Costa (Pintus 14, Lo Piccolo 12) tutto sommato non abbiano mai davvero mollato, riuscendo anche a tornare più volte a un passo dallo scendere ad un distacco in singola cifra, non appena calava leggermente la pressione dei biancorossi il gap si riallargava. A metà gara il -12 lasciava ancora speranze ai ragazzi di casa, ma la terza frazione non li vedeva riuscire a tornare a contatto, e allora gradualmente a cavallo della penultima sirena gli spezzini salivano oltre il ventello e toglievano le residue velleità ai vadesi, che nel finale evitavano il tracollo ma rimanevano a debita distanza. Si chiude qui il coraggioso campionato dei giovanissimi pappagallini, così giovani che di fatto solo per pochi di loro, quelli che non sono Under 18, la stagione si è chiusa davvero: credo che per questo gruppo non fosse possibile davvero far meglio di così, mentre speriamo possano andare molto avanti nell’Under 18 d’Eccellenza. I bianconeri ottengono la finale che tutti pronosticavano, restando imbattuti in questa postseason, tra l’altro: purtroppo per loro la regular season li ha visti dietro per un canestro, per cui dovranno affrontare nella volata finale il CUS con lo svantaggio del campo, ma malgrado ciò il pronostico è davvero difficile da azzeccare tra queste due squadre.

Vi allego il video integrale della diretta Facebook prodotto dalla società vadese, ormai anche lei lanciata nella produzione delle dirette degli eventi più importanti ospitati al Geodetico!

Siamo dunque prossimi all’epilogo della C Silver 2017-2018: sabato al PalaCUS, alle 18.45, c’è già gara 1, mentre gara 2, sempre in Viale Gambaro, sarà mercoledì 9, immagino la sera. Il tutto finirà entro il 20 maggio; chissà se serviranno tre, quattro, o tutte e cinque le gare. Ci torneremo ovviamente su in settimana: intanto complimenti alle due squadre per aver confermato i pronostici ed essere lì a giocarsi in 5 partite al massimo, una quindicina di giorni di fuoco, il titolo regionale!

Situazione:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

B/F – La Polysport Lavagna è SALVA! Vittoria a Lucca e playout chiuso 2-0

Posted by superbasketball su 28 aprile 2018

La Polysport Lavagna ha raggiunto la salvezza!!!! Salvezza dopo una stagione complicata da tanti infortuni pesanti, per lunghezza (stagioni finite anche prima di cominciare) e per chirurgicità nel colpire ragazze che a coach Daneri avrebbero fatto davvero comodo, come Principi, De Scalzi e Fortunato. Ma tutto è bene quel che finisce bene!

A Lucca le biancoblu partendo 14-0 hanno subito messo spalle al muro le Spring, e spingendo ancora hanno portato il gap oltre il ventello, una distanza dalla quale hanno potuto far scorrere il cronometro verso la vittoria che ha sancito la loro permanenza nella categoria, e condannato le lucchesi a giocarsi le loro speranze nel turno finale playout contro Figline. BRAVE!

Avevo chiesto un buon inizio e si può dire che di meglio non avrei potuto chiedere“, racconta finalmente un po’ più rilassato coach Daneri. “Siamo riusciti a rompere le loro situazioni offensive preferite e questo ci ha permesso di correre in contropiede e di riuscire a scioglierci molto presto. Poi siamo state abbastanza brave a gestire il vantaggio prodotto fino alla sirena. Sicuramente non è stata una partita tecnicamente di alto livello, perché il caldo e la posta in palio hanno giocato un ruolo importante. Lucca ci ha provato fino alla fine a riaprire la partita, ma siamo riuscite sempre a frenare i loro tentativi. Finalmente siamo salve, abbiamo tenuto il diritto a giocare la Serie B con la speranza magari di poter essere anche il prossimo anno aggregate alle squadre toscane!“. Nelle difficoltà, nelle strette di questa annata disputata con un gruppo ridotto all’osso, si è fatta di necessità virtù, e il tecnico lavagnese ha avuto buone risposte da chi magari non era previsto si dovesse esporre così tanto: “Per concludere vorrei fare i miei complimenti alle ragazze, perché come ben si sa è stata una stagione difficile, ma nel momento più critico sono state brave ad unirsi e a creare uno zoccolo duro che potrebbe essere importante per il futuro della nostra società“. E i minutaggi concessi alle giovani potranno risultare importanti nelle prossime stagioni, che speriamo la Polysport possa disputare con un po’ più di tranquillità a questi livelli, e con un po’ più di soddisfazioni.

E allora non c’è per fortuna più bisogno di seguire quel che succederà nella restante parte di playout, che come detto vedrà impegnate Figline e Lucca con la perdente retrocessa in C!

Ancora brava Polysport!

Situazione:

.

Posted in B F Tosc, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

D Reg/M – Sorpresa, Sestri espugna la Crocera! Domani Loano-Diego Bologna

Posted by superbasketball su 27 aprile 2018

Logo Comitato Regionale FIP Liguria“In questa categoria nei playoff i rischi restano anche quest’anno elevati anche per le meglio piazzate”. Così avevo scritto alla vigilia di gara 1 della semifinale della Crocera, ma mi riferivo alle due eliminazioni eccellenti avvenute nei quarti. Le mie parole però hanno trovato immediata conferma! Pazza D regionale.

In diretta video su Facebook (lo trovate linkato qua sotto, e sempre complimenti per il servizio!) infatti nell’impianto del ponente genovese si è consumata un’altra delle sorprese della D, dato che la Pallacanestro Sestri è uscita con il referto rosa dalla palestra di via Eridania, il fortino del My Basket. Il My di coach Brovia sinora ci aveva perso solo con Recco, ma in una gara da quasi 200 punti in totale si è dovuto arrendere ai ragazzi di coach Mariotti. I sestresi (Oneto 21, Lando, Zito e Garaventa N. 15) hanno trovato il vantaggio decisivo all’incirca a metà dell’ultima e decisiva frazione, quando il My (Calabrese 23, Macrì 19) ha perso il contatto, scivolando sino al -11, per poi limare molto ma cedere il passo ai determinatissimi ospiti, con un ultimo minuto lunghissimo in cui si sono segnati una ventina di punti, in cui i padroni di casa sono arrivati al -3 grazie a un gioco da 4 punti di Macrì, e poi riscivolati indietro con Oneto implacabile dalla lunetta. Ora l’ex capolista è, in modo poco prevedibile, spalle al muro, e in gara 2 domenica 6 al PalaFigoi dovrà raddrizzare questa serie che sta mettendo a repentaglio la sua intera stagione, o quantomeno il suo risultato finale. Dall’altra parte c’è l’occasione di fare l’exploit, che completerebbe di fatto l’eliminazione di tutte le migliori tre della prima fase dalla finale e proietterebbe i sestresi verso un epilogo addirittura col vantaggio del campo. Se il My impatterà, si tornerà alla Crocera sabato 12 maggio.

.

Domani a Loano in campo le altre due semifinaliste, i biancorossi di coach Ciccione e la Scuola Basket Diego Bologna di coach De Santis. Sono le protagoniste delle sorprese dei quarti, una ha eliminato il Villaggio 2-1, l’altra il Cogoleto addirittura 2-0. Avendo già sovvertito i loro pronostici nel primo turno, come ci si può fidare a farne uno per questa semifinale? In regular season i loanesi hanno fatto poco meglio, una sola vittoria in più degli spezzini; negli scontri diretti però il fattore campo è saltato in entrambe le occasioni, con uno sbilanciamento di appena 2 punti a favore del Loano. Equilibrio abbastanza spinto. E allora, sono i playoff, è un film a parte, contano le motivazioni, le energie, l’esperienza ma anche la sfrontatezza. Gara 1 dirà qualcosa, ad esempio se il fattore campo sarà davvero un fattore, però io qui mi giocherei l’1×2 se potessi. Ecco, stiamo a vedere; in ogni caso non credo che si potrà parlare di sorpresa chiunque si imponga, e da qui uscirà la squadra che in finale giocherà contro il fattore campo. Palla a due domani sera alle 20.30, poi si andrà al PalaPapini per Gara 2, sempre il 6 maggio, e poi capiremo se servirà la bella (13 maggio).

D Regionale/M 2017-2018 – Playoff – Semifinali – Gara1
24/04/2018 – 20:30 MY BASKET GENOVA INTERGLOBO-PALLACANESTRO SESTRI Studio GR 90 – 98 (serie 0-1)
28/04/2018 – 20:30 BK LOANO GARASSINI PASTA FRESC-SCUOLA BK DIEGO BOLOGNA TARROS  (serie 0-0)

Situazione:

.

 

Posted in Campionati, D Reg M | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

A2/F – Ultima giornata, poco interesse di classifica per le liguri: arrivano Empoli e Umbertide

Posted by superbasketball su 27 aprile 2018

Il campionato di A2 femminile arriva all’ultima giornata di regular season. Le nostre due rappresentanti giocano entrambe in casa, con pochissimi stimoli di classifica (la Cestistica al più sarà decima o undicesima, la Carispezia è sicuramente sesta), e poi ci saranno i playoff, ai quali accede la sola compagine spezzina. Poteva certamente andare peggio, ma magari si poteva anche legittimamente sperare, ad esempio, di averle entrambe nella seconda fase, come è sembrato per lungo tempo anche durante il girone di ritorno. Tant’è. Ma vediamo cosa attende le due liguri domani, nell’unica giornata della stagione che si gioca in contemporanea quasi perfetta su tutti i campi, e comunque tutta domani.

La CA Carispezia riceve alle 20.30 a Montepertico la Scotti Use Rosa Empoli, che da un paio di turni è già promossa in A1, dopo un girone praticamente sempre al comando, addirittura imbattuta sino alla partita dell’andata proprio contro le spezzine, che allora si regalarono una giornata da leonesse andando a fare lo scherzetto alle toscane alla Lazzeri. L’USE nel girone di ritorno ne ha persa solo un’altra, paradossalmente ancora in casa, con Civitanova un mesetto fa, poi ha infilato altri 5 referti rosa, l’ultimo dei quali in casa con Orvieto (Calamai 18, Pochobradska 15). Non c’è bisogno dunque di sottolineare il valore delle avversarie e la difficoltà dell’impegno che attende le ragazze di Corsolini. Certo, in assenza di impellenza di classifica per entrambe, bisognerà cercare altre motivazioni: da parte toscana, una voglia di rivincita dopo l’andata, e di ribadire la propria supremazia nel campionato, da parte spezzina quella di prepararsi per il quarto di finale contro Civitanova, e chissà, lo sghiribizzo di potersi fregiare dell’onore di essere stata l’unica squadra a battere Empoli 2-0 in stagione. Sulle possibilità bianconere naturalmente influirà lo stato di forma, soprattutto fisica, del gruppo; dal punto di vista psicologico invece potrebbe essere una buona cosa la recente vittoria del gruppo Under 18 nella finale regionale contro Amatori e l’accesso ai concentramenti (30 aprile-2 maggio). La bella notizia è che potrebbe rimettere piede in campo anche Lavinia Da Silva: speriamo che la portoghese riesca davvero a tornare, e a un livello accettabile per i playoff. Forza ragazze!

La Cestistica Savonese chiude a sua volta al PalaPagnini affrontando alle 18 (unica gara che si gioca in leggero anticipo rispetto a tutte le altre, prevista la diretta video su YouTube come al solito) la Pallacanestro Umbertide, in quello che in realtà è uno scontro diretto per il decimo posto. Un obbiettivo che non so quanti cuori scaldi: essendo il primo che non dà diritto ai playoff, resta comunque un po’ beffardo. Pensando che le biancoverdi sono state in griglia, per una giornata addirittura settime, e proprio dopo la vittoria ad Umbertide all’andata, ci deprimiamo un po’, però bisogna pensare alla stagione della Cestistica come un bicchiere mezzo pieno, con una salvezza per la quale non è stato nemmeno necessario preoccuparsi, malgrado la partenza a cavallo delle vacanze natalizie di un terminale importante come la greca Skiadopoulou. E allora per la truppa di Pollari c’è la chance di chiudere in bellezza, con qualche rammarico per i mancati playoff, ma anche la consapevolezza di aver fatto ben più di quel che si poteva temere a settembre scorso, dopo aver allestito la squadra in agosto. Le umbre, molto meglio nella seconda parte del girone che nella prima in cui avevano chiuso con solo 6 punti all’attivo, nel turno scorso hanno battuto in casa Alghero (Giudice 21, Dettori 13), e sono in serie positiva da due turni, visto che la settimana prima avevano espugnato Spezia. Arrivano con l’obbiettivo di riscattare appunto la sconfitta casalinga dell’ultima di andata. Chi vince sarà decima. Forza Savona!

Empoli come detto sarà certamente prima, e promossa diretta. Il primo posto nel ranking playoff se lo giocano nel duello rusticano di Palermo l’Andros e la Progresso Bologna, con le bolognesi che devono vincere di almeno 2 punti sul campo delle siciliane, altrimenti saranno terze, perché non rischiano il sorpasso della Galli, che gioca a Orvieto, grazie al +6 in differenza canestri negli scontri diretti. La Galli sarà certamente quarta perché Civitanova, che ospita il San Raffaele, ha a sua volta la peggio con le valdarnesi per gli scontri diretti, e infatti è già accoppiata con la Carispezia, sesta. Campobasso che deve riposare rischia invece il settimo posto, perché Faenza vincendo a Cagliari la sorpasserebbe vantando il 2-0; viceversa Faenza deve stare attenta ad Orvieto. Dunque la griglia playoff è ancora tutta da definire, a parte proprio il quarto delle spezzine. Dietro, detto della lotta tra decima e undicesima che conosciamo, c’è la battaglia salvezza: tra Forlì (che gioca ad Alghero, già certa dei playout da ultima) e Cagliari (che ospita una difficile Faenza) sembrano favorite le romagnole, che si salvano direttamente anche se perdono, purché perda Cagliari.

Situazione:

.

Partite in programma:

A2/F 2017-2018 – Giornata n. 30
28/04/2018 – 20:30 CARISPEZIA LA SPEZIA-SCOTTI VASCO EMPOLI n.d.; Punti: 32+50=82
28/04/2018 – 20:30 CEPRINI COSTRUZIONI ORVIETO-RR RETAIL GALLI BK S.G.V. n.d.; Punti: 26+40=66
28/04/2018 – 20:30 INFA FEBA CIVITANOVA MARCHE-SAN RAFFAELE BK ROMA n.d.; Punti: 38+14=52
28/04/2018 – 20:30 MERCEDE BK ALGHERO-TIGERS ROSA BASKET LIBERTAS FO n.d.; Punti: 4+8=12
28/04/2018 – 20:30 ANDROS BASKET PALERMO-PROGRESSO BK FEMM. BOLOGNA n.d.; Punti: 44+42=86
28/04/2018 – 20:30 SURGICAL CAGLIARI-INFINITYBIO FAENZA n.d.; Punti: 8+28=36
28/04/2018 – 18:00 CESTISTICA SAVONESE-A.S.D. PALL. FEMM. UMBERTIDE n.d.; Punti: 20+22=42

Posted in A2 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

C Silver – Gare 2 di semifinale: avremo già qualche finalista?

Posted by superbasketball su 26 aprile 2018

Come ricorderete, le semifinali di C Silver sono iniziate nel weekend scorso con due vittorie delle favorite da fattore campo e pronostico, ovvero CUS Genova e Tarros Spezia. Le gare 1 hanno avuto distacchi importanti, ma non è detto che le gare 2 seguano le stesse regole. Sul proprio campo, e con poco da perdere, sia Ospedaletti sia Vado possono, specialmente se si verificassero magari delle concomitanze favorevoli, puntare al prolungamento delle serie, riportandole a casa delle prime due della regular season. In caso contrario, tra pochi giorni potremmo avere già una o entrambe le finaliste.

Anche per il secondo atto delle semifinali le prime a scendere in campo saranno Ospedaletti e CUS. Sul campo di via Isnart coach Lupi e i suoi ragazzi proveranno a ripartire dalla parte “buona” di gara 1, quella in cui, dopo essere finiti nel fondo del burrone, a -29 dopo una quindicina di minuti di gioco, sono riusciti a recuperarne ben 22 ai genovesi, prima di soccombere un po’ per la reazione biancorossa, un po’ per lo sforzo del recupero. Certo ci sono volute anche un po’ di alchimie tattiche, le zone match-up che hanno ridotto l’efficienza offensiva dei ragazzi di Pansolin e Taverna, e rispetto alle quali probabilmente in settimana al CUS si è lavorato. Ovviamente, se i cussini avranno percentuali di tiro simili a quelle viste nei momenti della grandinata, specialmente quella iniziale, sarà necessaria un’impresa davvero straordinaria, come lo sarebbe stata in effetti una vittoria in recupero sabato scorso. Gli orange dovrebbero ritrovare quantomeno Michelis che ha scontato la squalifica e quindi potranno allungare le rotazioni. Insomma una partita da 1X2: chiaramente il CUS la può giocare con un po’ più di tranquillità, benché sia ovvio che per loro sia importante chiudere la serie e non dover rischiare una gara 3, ancorché nuovamente in casa, contro un team magari esaltato da una vittoria. Palla a due alle 18, e salvo emergenze SUPERBAsketball (cioè, io) ve la racconterà dagli spalti della palestra ponentina.

Domenica l’attenzione si risposta verso il centro regione: si giocherà al Geodetico di Vado, dove i biancorossi di casa tenteranno di colmare la differenza vista al Palasprint con lo Spezia Basket Club e strappare quel referto rosa che prolungherebbe almeno di qualche giorno la loro stagione senior. Gara 1 ha apparentemente sancito una certa distanza tra i due team, con gli spezzini capaci di gestire il divario con una certa tranquillità, trovando punti importanti quando serviva spegnere le velleità vadesi. Potrebbe non essere lo stesso al Pallone: sul parquet di casa i ragazzi di Costa hanno già ottenuto lo scalpo del CUS, e l’anno scorso proprio in semifinale anche quello dei bianconeri. I pappagallini non hanno particolari pressioni nel campionato senior, probabilmente meno che ad esempio in Under 18 dove sono ancora in corsa per l’obbiettivo finali nazionali. Se la partita dovesse permettere loro di intravvedere la possibilità di fare il risultato, coach Padovan dovrà chiedere ai suoi uno sforzo più importante di quello che è stato sufficiente domenica scorsa. Dunque una gara interessante da seguire: qui io non potrò esserci, ma la società vadese sta predisponendo la diretta video sulla sua pagina Facebook, per cui se non potete andare di persona potrete seguire sperabilmente tutto in remoto con i vostri dispositivi.

Massima copertura video per la C Silver dunque! Vedete che qualcosa almeno a livello mediatico quest’anno cresce…

Partite in programma:

C Silver/M 2017-2018 – Playoff – Semifinali – Gara2
28/04/2018 – 18:00 B.C.OSPEDALETTI SASTRI SAM-CUS GENOVA ASD (serie 0-1)
29/04/2018 – 18:15 PALL. VADO AZIMUT CONSULENZA-SPEZIA BASKET CLUB AD (serie 0-1)

Situazione:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

C/F – Tocca alle prime quattro

Posted by superbasketball su 26 aprile 2018

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaDopo che i quarti di C Femminile sono tutti finiti 2-0, il weekend ci porta alle semifinali, con la disputa delle gare 1. Sono rimaste le migliori quattro della stagione, le prime 4 della classifica avulsa delle squadre senior, e in palio c’è l’accesso alla finale. Là si assegnerà il titolo regionale e anche il diritto alla B (quale, si vedrà) per l’anno prossimo.

La prima semifinale a partire sarà quella tra seconda e terza classificata nella graduatoria senior, ovvero l’Audax San Terenzo e l’Aurora Chiavari. Entrambe sono reduci da quarti relativamente tranquilli, con il Blue Ponente le santerenzine e con la Sidus le chiavaresi, avversarie che soprattutto hanno dovuto arrendersi a causa delle basse realizzazioni, messe sotto entrambe con un netto 2-0. Ora lo scontro di semifinale promette di essere interessante, perché in stagione le due squadre sono 1-1 (ma +4 per Chiavari). Ls ragazze di coach Rossi hanno vinto all’andata, disputata il 9 dicembre a Lerici, con 6 punti di scarto; le ragazze di coach Straffi hanno invece vinto di 10 al ritorno, nella gara della penultima giornata disputata al Palacarrino il 18 marzo (partita che aveva acuto anche strascichi a livello disciplinare per due espulsioni ai danni della squadra ospite). Il vantaggio del campo per l’Audax porta la gara 1 a Lerici, dove alle 20.30 di venerdì si alzerà la palla a due della sfida. In palio un posto in finale: gruppo con più esperienza e fisicità sotto canestro per le padrone di casa, mentre le aurorine, che nel finale di campionato sono state capaci di agguantare il terzo posto grazie anche alla vittoria appena ricordata, proveranno a sovvertire il fattore campo.

Sabato invece al Geodetico di Vado, con inizio alle 19.15, l’Amatori Savona e il Marola daranno luogo alla loro prima battaglia di semifinale. Qui i pregressi in stagione sono chiari e parlano di un trentello rifilato dalle vadesi alle ragazze di Martini all’andata, e una vittoria invece abbastanza di misura al ritorno poche settimane fa: un 2-0 che, sommato all’imbattibilità stagionale delle “pappagalline”, non può che far pendere il pronostico nella direzione del team di coach Dagliano. Inoltre nei quarti l’Amatori ha decisamente avuto bisogno di poco per imporsi nettamente sul Villaggio in una serie che appariva già da prima segnata, facendo risultato pur con assenze importanti nel roster, mentre le maroline si sono sudate la qualificazione, dovendo andare al supplementare in casa e vincendo a Genova con l’Auxilium in un altro finale tirato (e contestato). Tutti indizi che farebbero pensare ad una semifinale con pronostico facile, ma i playoff sono i playoff, basta qualche episodio per far girare una gara a rovescio che in una serie breve può essere un problema grosso, e in più da parte vadese c’è il doppio impegno con l’Under 18 che si è qualificata per i concentramenti (brave!) e li gioca dal 30 aprile al 2 maggio, tant’è vero che gara 2 è prevista per il 6 e non per il 3 come nel caso della serie Audax-Aurora: sono impegni che possono consumare molte risorse fisiche e psicologiche. Parlerà il parquet!

Partite in programma:

C/F 2017-2018 – Playoff – Semifinali – Gara1
28/04/2018 – 19:15 A.S.D. AMATORI PALL.SAVONA – A. DIL. BASKET MAROLA (Serie 0-0)
27/04/2018 – 20:30 A.S. DIL. AUDAX SAN TERENZO – A.DIL. AURORA BASKET CHIAVARI (Serie 0-0)

Situazione:

.

Posted in C F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

B/F – La Polysport Lavagna a Lucca, matchpoint salvezza

Posted by superbasketball su 26 aprile 2018

La Polysport Lavagna nei playout stasera al Palatagliate di Lucca ha la possibilità di chiudere la propria serie, e vincendo quindi si salverebbe in questo primo turno: sarebbe un bel sospiro di sollievo dopo una stagione travagliata.

La palla a due è prevista alle 19, e saranno 40′ importantissimi per le biancoblu. In gara 1, come ci si aspettava, le avversarie sono state ben più insidiose di quanto la differenza in classifica avrebbe indicato. Coach Daneri ha sempre sottolineato come non ci fossero avversarie facili, e in particolare che Lucca pur ultima risultava comunque indigesta a causa del gioco veloce e fisico. Così è stato, e per le lavagnesi il primo punto è arrivato, ma sudato. Sudare ci sta, ma se, come in campionato, la Polysport riuscirà ad espugnare il campo lucchese, potremo mandare in archivio questa stagione in cui ha dovuto buttare nella mischia le giovani e pagare giocoforza dazio tante volte, e arrivare a questo epilogo un po’ ansiogeno. In caso contrario, ci sarà comunque sabato una gara 3 in cui buttare tutto il residuo cuore (e poi, un eventuale secondo turno, naturalmente).

Ho chiesto a coach Daneri quali sono i suoi pensieri a poche ore dal match che potrebbe essere decisivo: “Curiosità di vedere come riusciremo ad approcciare la partita… Come ho detto alle ragazze,  l’obiettivo primario è cercare di gestire al meglio l’inizio, dove loro buttano sempre dentro grande aggressività e intensità. Dobbiamo avere lucidità, e voglia di mettere qualità sia nella parte offensiva e sia in quella difensiva. Limitare il loro contropiede e difendere con intelligenza sulle loro continue situazioni di pick and roll. Abbiamo una buona opportunità, vediamo se siamo cresciute caratterialmente dopo San Giovanni“.

E allora, forza Lavagna!!!

Nell’altro playout Rifredi ha avuto ieri sera la stessa chance in Valdarno contro Figline, e se non erro, ma manca il risultato ufficiale, ho sbirciato solo qualche video della gara e ne ho dedotto il finale interpretando le immagini sgranate del tabellone, ce l’ha fatta vincendo 45-42. Pertanto fiorentine salve, valdarnesi alla finale playout (chi la vince si salva, chi la perde scende). Salvo mia infermità mentale (o oculare); nel caso correggerò scusandomi con gli interessati!

B/F Toscana 2017-2018 – Playout – Semifinali – Gara2
26/04/2018 – 19:00 LE MURA SPRING BASKETBALL – POLYSPORT BASKET LAVAGNA A.D. (Serie 0-1)
25/04/2018 – 21:15 A.S.D.BASKET DON BOSCO FIGLINE – A.S.D AVVENIRE 2000 RIFREDI 42 – 45 (Serie 0-2)

Situazione:

.

Posted in B F Tosc, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

XII Clinic “Vittorio Cavaleri” – La Parte Dirigenziale: ottimo livello, partecipazione “rivedibile”. Ne parliamo con coach Passiatore

Posted by superbasketball su 24 aprile 2018

Sabato 21 aprile, nella sede del CONI genovese, la “Casa delle Federazioni, si è svolta la parte dirigenziale del XII Clinic “Vittorio Cavaleri”, organizzata da Ardita Juventus 1906, Amici di Vittorio e Comitato Regionale FIP Liguria. Era rivolta ai dirigenti liguri e a chiunque sia coinvolto, o sia sensibile, alle questioni manageriali delle società.

IMG_5625

Da sinistra a destra: Martelli, Bennati, Bruttini, Caroli, Molisani, Passiatore

Al tavolo dei relatori si sono alternati tre esperti, anche questa volta mescolati tra basket e calcio, che hanno portato la loro esperienza nel campo su vari argomenti, secondo il programma che vi riporto nuovamente:

  • ore 10,00-11,00 Dott. Fabio Bruttini (Presidente Virtus Siena) con argomento : “50 Anni di Basket: la Virtus Siena con il suo Settore Giovanile e tanto altro”;
  • ore 11,00-12,00 Dott. Marco Martelli (Direttore Generale Junior Casale) con argomento: “Junior Casale: identità ed engagement del territorio”;
  • ore 12,00-13,00 Dott. Marco Caroli (Direttore Marketing U. C. Sampdoria e fondatore di Smart Sport agenzia di comunicazione e marketing) con argomento: “L’evoluzione delle sponsorizzazioni sportive”.

Prima del seminario, nell’introduzione, importante quello che ha annunciato il presidente FIP Liguria Bennati (e che potete ascoltare nel video della sintesi qui sotto): nel prossimo Consiglio Federale la FIP varerà l’obbligo, per tutte le società che vogliono fare attività di pallacanestro, dall’Under 13 sino alla A1, di avere un dirigente formato in un corso nell’istituenda Scuola Permanente di Formazione per Dirigenti della Pallacanestro. Si tratta sicuramente di un passaggio importante e delicato, si può discutere sull’obbligo, ma che la formazione dei dirigenti sia diventata non procrastinabile credo sia abbastanza condivisibile. Vedremo come saranno le modalità.

Ma torniamo al seminario. Non ve ne faccio volutamente una relazione “puntuale”: nella sintesi video potete ascoltare qualche passaggio, ma è soprattutto importante che si capisca che è stata un’occasione in cui i relatori hanno condiviso la loro esperienza, Bruttini è presidente della Virtus Siena dal 1989, ha preso il posto di Drocchi alla presidenza di LNP sino alla riforma, e dalla sua società, e dal settore giovanile, in cui sono state investite ingenti risorse, sono uscite decine di giocatori e di tecnici; Martelli,  Direttore Generale del Casale dal 2014, ha dato davvero l’idea di cosa vuol dire avere una società radicata nel territorio e moderna, capace di interagire con i fan e con i media intercettando le preferenze del proprio pubblico ma anche dei propri sponsor; Caroli, Direttore Marketing della Sampdoria dal 2004, ma anche impegnato con Smartsport in altre discipline, ha tracciato paralleli con le realtà del calcio, anche all’estero, e raccontato come si può arrivare ad avere 10 milioni di euro all’anno dalle sponsorizzazioni, ma avere ancora margini di miglioramento imparando dalle eccellenze in ogni settore.

Qui sotto, le mie foto e il mio video di sintesi.

XII Clinic Cavaleri Parte Dirigenziale.

.

Naturalmente come sempre torno da coach Passiatore per avere le sue impressioni, che in parte ha già dato direttamente sul posto!

SBB: Allora Stefano, abbiamo lasciato passare un paio di giorni dal seminario di sabato scorso, in modo da poter far un po’ sedimentare le impressioni. Chi c’era si è fatto le sue, e secondo me è tornato a casa con un bel po’ di idee in più che giravano per la testa, chi non c’era può vedere qualcosa nel video che trova qui sul mio blog. Credo sia stata come al solito un’occasione utile, che molti si son lasciati sfuggire.

IMG_5608SP: Ciao Braun, a te e ai tuoi lettori! Sabato mattina è stata un’ottima occasione per sentire parlare tre relatori che hanno ben illustrato le loro realtà. Marco Martelli ci ha fatto entrare nella realtà Casale Monferrato (a noi molto vicina) occando molti punti di organizzazione societaria. Il dottor Bruttini ci ha coinvolto nella sua storia pluriennale nel mondo della pallacanestro e della sua Virtus Siena (non sapevo di Gallinari quasi a Siena, il cuore della mamma lo ha poi mandato a far le fortune di Casalpusterlengo) con il forte attestato tecnico per Coach Umberto Vezzosi (lanciatore di giovani ed allenatori) mentre il dottor Caroli ha dato molte info circa la Sampdoria, il Ravano ed anche il mondo delle sponsorizzazioni …tutto molto interessante anche per me che sono più un uomo di “palestra”.

SBB: Se ci sarà quanto annunciato dal presidente Bennati, con la scuola per dirigenti obbligatoria per almeno un dirigente per società, io spero che in qualche modo questo tipo di seminario entri nel “circuito” della formazione. Magari l’affluenza cambierà, anche se sarebbe bello non fosse necessario inserire questo tipo di stimoli per avere più partecipazione.

SP: Verissimo. Ottima iniziativa della Federazione centrale, credo anch’io che potrebbe aiutare ad avere più seguito, anche con gli allenatori (i famosi PAO) alla fine è andata così.

SBB: I relatori sono stati tutti interessanti, perché Virtus Siena, Casale e Sampdoria sono esempi di grande livello. Come dicevo altrove, anch’io sono un dirigente, del mio blog 😉 , e ovviamente sono stato più attirato da quei punti nelle presentazioni in cui si ragionava sui rapporti con i media, e vorrei citare soprattutto l’intervento di Martelli quando sottolineava che per il rilancio della loro parte comunicativa è bastato investire in una telecamerina e un PC, alla portata di quasi tutte le società anche piccole! Che non è molto diverso da quello che faccio io, che faccio le dirette con il cellulare, e vedo che la cosa si sta abbastanza diffondendo infatti. Tu, da tecnico, su cosa ti sei sentito più coinvolto?

SP: Martelli ha deliziato con la sua relazione i partecipanti (nota di merito per due dirigenti in arrivo da Livorno: Fabio Poggianti e Paolo Capitani) facendo vedere che non servono molti denari per migliorare alcune parti dirigenziali (certo poi bisogna essere bravi a trovare i giusti e bravi collaboratori) ma investire sulla passione sembra porti buoni risultati visto che a Casale stanno facendo più spettatori di quando era in serie A1. La frase importante (keywords) “laboratorio di talento” mi è piaciuta molto: spero che un giorno potremo vantarcene anche noi dell’Ardita (nel nostro piccolo ovviamente).

SBB: Interessante secondo me anche la discussione sull’incentivazione all’attività giovanile, che secondo Bruttini è stata comunque penalizzata dall’abolizione dei “cartellini”; risulta che i NAS e i premi, come quelli che peraltro ad esempio Casale ha ottenuto, non bastano, sono solo palliativi rispetto ai costi di un settore giovanile di alto livello.

SP: Gli introiti dalla formazione di giocatori che vanno poi a giocare in realtà importanti ovviamente sono stati il centro della discussione generale. Ovvio che si potrebbe fare di più (FIP e Lega) per incentivare le società virtuose che fanno settore giovanile e producono giocatori per i campionati senior. Tutti e due i relatori del basket sono d’accordo. Mentre del calcio ovviamente colpiscono sempre le cifre, ed anche che il 90% degli sponsor della Sampdoria sono “foresti”.

SBB: Se poi, come affermato da Caroli, una società come la Sampdoria pensa davvero di diventare una polisportiva (e chissà che non spinga altri ad emularla), forse potremmo entrare in una fase nuova anche per il basket, e in particolare a Genova. Che ne pensi?

SP: Potrebbe effettivamente aprire degli scenari importanti. Speriamo che ci possa essere una realtà cestistica cittadina che possa approfittare di tale eventuale opportunità.

SBB: Tu hai avuto modo anche di chiacchierare un po’ di più con i relatori, hai qualche loro impressione da riportare?

SP: La loro forma mentis è sempre quella di portare la loro esperienza e lavoro a favore del movimento (i relatori sempre disponibili anche a favore di una piccola società come la nostra dell’Ardita), per cui non si fanno problemi se devono parlare davanti a 10 oppure 100 persone, ma ovviamente il movimento dirigenziale ligure (cittadino e non) non ha fatto proprio una bella figura. Peccato perché le tre relazioni sono state molto interessanti. Speriamo per la prossima edizione. Noi persevereremo e, speriamo, anche il presidente Bennati.

SBB: Bene. Appuntamento allora a dopo l’estate con il Clinic tecnico?

SP: Certamente! Come dici tu (che sei bravo): save the date! Domenica 30/09/2018 mattina probabilmente al PalaCUS, come al solito. Grazie per lo spazio e grazie a coloro che hanno partecipato in platea (le domande sono state copiose). Grazie anche a Massimo Salomone della Virtus Genova, Max Rossi e Pino Gonella di CUS Genova, due dirigenti del calcio, Roberto Contri (ideatore del Seminario), e tutto lo staff societario Ardita, schierato al gran completo e attento alle relazioni (molte domande di Valerio Livoti). Alla prossima, e grazie a te Braun per il solito aiuto mediatico.

SBB: Perfetto, ciao!

E allora, vedremo come sarà la questione l’anno prossimo, ma io spero che per la prossima edizione possiamo parlare di una sala piena…chissà, magari ci saranno i punti obbligatori 😉 …

Posted in Allenatori, Eventi, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

D Reg/M – Loano elimina il Villaggio; oggi inizia la semifinale My Basket-Sestri

Posted by superbasketball su 24 aprile 2018

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa D regionale corre e macina vittime illustri! Dopo l’eliminazione del Cogoleto, nei quarti arriva anche quella del Villaggio, un’altra delle teste di serie (era la terza della griglia, Cogoleto era secondo), il che sembra affermare che malgrado sembrasse esserci maggior disparità di forze in campo rispetto all’anno scorso, in questa categoria nei playoff i rischi restano anche quest’anno elevati anche per le meglio piazzate. Ma non c’è tanto tempo per stare a fare filosofie, perché stasera si gioca già gara 1 di una delle semifinali.

Domenica tra Villaggio Sport e Basket Loano si è consumata dunque la seconda grossa sorpresa di questa postseason, con i ragazzi di Ciccione (Giulini 16, Borgna e Bussone 14) capaci di ribaltare fattore campo e pronostico ed estromettere i villaggini dalla corsa per la promozione, in una gara 3 in cui sono riusciti a fare la partita tenendo dietro i padroni di casa anche quando questi hanno cercato, nella terza frazione, di riportarsi a contatto. Saluta quindi la stagione il team di coach Terribile, che sul più bello manca l’accesso alle semifinali davanti ai propri tifosi; mentre per il Loano si tratta del riconoscimento fattuale di un miglioramento tangibile dalla prima parte del girone, quando si era ritrovato nelle zone basse.

L’accoppiamento ora lo mette contro l’altro “intruso” delle semifinali, la Diego Bologna, e grazie alla miglior posizione in classifica in regular season i biancorossi avranno anche il vantaggio del campo. Gara 1 è sulla carta prevista domenica 29 al palazzetto di via Matteotti, gara 2 dovrebbe essere a Spezia il 6 maggio, e l’eventuale gara 3 il 13 maggio di nuovo a Loano. Uso il condizionale perché l’assenza dell’ora di inizio (e di designazioni arbitrali) sul server FIP di solito indica che potrebbero esserci variazioni anche significative, delle quali vi darò ovviamente conto. Gli spezzini proveranno a fare un altro scherzetto anche ai loanesi; certo in ogni caso avremo in finale o la settima o l’ottava di regular season, un po’ come l’anno scorso quando ci arrivò Cogoleto (nono addirittura).

Oggi invece si inizia, in anticipo, l’altra semifinale, quella che mette una contro l’altra la prima della griglia, seconda classificata nel girone, ovvero il My Basket, e la Pallacanestro Sestri che si era piazzata quarta. Un derby che si preannuncia sentito e che presumo attirerà grandi folle sulle tribune della Crocera (stasera alle 20.30 per gara 1, il 12 maggio alla stessa ora per l’eventuale bella) e del PalaFigoi (6 maggio ore 21). Il My di coach Brovia sinora ha perso solo 2 partite (entrambe con Recco) e non fa mistero di puntare decisamente al massimo risultato, la promozione alla categoria superiore: ne ha i mezzi tecnici e organizzativi, e avrà senz’altro un grande sostegno dal proprio pubblico. In tutto questo i sestresi di coach Mariotti hanno probabilmente poco da perdere, e pur avendo perso in entrambe le occasioni in stagione contro i “crocerini” lo hanno sempre fatto senza imbarcare (6 e 7 punti di scarto): vengono da un’altra serie derby vinta nei quarti, avendo anche dato dimostrazione di poter essere chirurgici nei finali, come in gara 2 in via Cagliari, e proveranno a mettere in difficoltà un team che in stagione li ha sopravanzati di ben 16 punti, ma che in fondo in gara 1 dei quarti contro la nona si è imposto solo per 2 possessi. Auguriamoci che sia basket vivo, da playoff, e che sia uno spot per il movimento genovese che ne ha bisogno!

Situazione:

.

 

Posted in Campionati, D Reg M | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – I risultati delle gare 1 di semifinale rispettano i pronostici

Posted by superbasketball su 23 aprile 2018

I playoff della C Silver sono partiti, e le gare 1 hanno di fatto consegnato il primo punto a CUS e Tarros, ovvero le due squadre maggiormente indiziate per l’accesso alla finale, ancora da ottobre scorso. Però, se domenica pomeriggio a Spezia l’andamento è stato abbastanza lineare, sabato sera a Genova invece la partita è stata piuttosto imprevedibile nel suo decorso.

Se si guardano due soli dati, il 18-0 dei primi minuti (o anche il 33-7 del primo quarto) e il +13 finale a favore del CUS, senza altro sapere qualcuno potrebbe scrivere di una partita senza storia, dominata dai genovesi, magari concedendo qualcosa nel finale agli ospiti. Non è questa la sintesi corretta però! Dopo la partenza choc per i ragazzi di Lupi (Generale 23, Colombo 15), incapaci di trovare la retina per lunghi minuti mentre il quintetto biancorosso (Bedini 25, Mangione 19) sforacchiava il loro canestro specialmente dai 6.75 metri (nel primo quarto 7 triple per il CUS, su 8 tentate, con 13 punti già per Dufour e 11 per Bedini), Ospedaletti non si è arreso: incassato il -26 della prima sirena e scivolati sino a un tremendo 36-7 nel secondo quarto (tra l’altro, fatto singolare, commettendo soltanto un paio di falli sin lì), di fatto da lì è cominciata una “sottopartita” in cui gli orange hanno ritrovato sicurezza, anche grazie agli accorgimenti tattici difensivi, e hanno recuperato, sfruttando soprattutto Colombo nella rimanente parte del secondo tempino. Ridotto il divario nella prima metà al -21, nella terza frazione Ospedaletti ha ottenuto da Generale i primi colpi a segno dall’arco, e sfruttando un po’ di calo genovese, con l’attacco cussino imbrigliato dalle zone orange, ha limato e limato, arrivando al -7 e poi -8 a fine quarto. Nell’ultima frazione c’era quindi la possibilità di assistere al completamento della rimonta, ma i genovesi sono rientrati con maggiore furia: Bedini metteva a segno un and one, poi Mangione iniziava la sua parte di show, 4 bombe a segno consecutive, e inerzia riconquistata malgrado la resistenza degli ospiti, con Generale e Revetria a segnare comunque 3 triple da parte loro. La frazione era piuttosto “maschia”, con molti contatti al limite, come normale nel playoff. In questi minuti però il CUS ha man mano fiaccato gli avversari, riportandosi in doppia cifra di vantaggio e riuscendo a tenerli dietro sino alla conquista del punto d’apertura della serie. Complessivamente una buona vittoria per i biancorossi (che nella serata sono stati mortiferi dall’arco, 16/35 complessivo – grazie del dato coach! – ma nel primo e nell’ultimo tempino le percentuali sono state superlative, 7/8 e 6/11 rispettivamente, tutt’altra prestazione rispetto a quella di Vado, ad esempio), ma quella rimonta ospedalettese sicuramente darà ai ragazzi di Lupi la possibilità di guardare in settimana a gara 2 in via Isnart come a una concreta possibilità di pareggiare i conti. Come dicevo, nella “sottopartita”, Ospedaletti ha vinto di 5, e se isolassimo il periodo in cui sono arrivati a -7 partendo dal -29, addirittura di 22, confermando di non essere in semifinale per fare semplicemente da “sparring partner“.

Ecco qui le mie foto e il video integrale commentato in diretta, nonché le interviste che, in diretta anche video su Facebook, mi hanno concesso i due allenatori, che ringrazio per la disponibilità!

2017-2018 C Silver SF G1 CUS-Ospedaletti

.

.

Domenica si è giocata l’altra semifinale, che purtroppo non ho potuto vedere personalmente. Al Palasprint si sono imposti abbastanza nettamente gli spezzini (Garibotto e Steffanini 14), che dopo una prima parte di gara equilibrata, in cui Vado (Cerisola e Anaekwe 10) era anche stato davanti nei minuti iniziali, hanno cominciato a costruirsi un vantaggio che nei parziali è lievitato gradualmente sino a raggiungere il ventello a metà partita. Un po’ meglio per i ragazzi di coach Dagliano (Samuele, per l’occasione in assenza di coach Costa “promosso” a primo allenatore) dopo l’intervallo, quando sono riusciti a riportare il divario più verso i 10 punti; ma senza poi riuscire a concretizzare una reale rimonta, tarpata da due tiri pesanti di Canti in finale di quarto, per cui l’ultimo tempino ha visto i ragazzi di Padovan riallungare, e chiudere con tranquillità con il massimo vantaggio di 27 punti. Pronostico rispettato: Vado torna a casa sullo 0-1, e dovrà provare qualcosa in gara 2 al Geodetico se ci tiene a tener viva la serie. Gara 2 che però Spezia può giocare sapendo in ogni caso di poter far affidamento su gara 3 di nuovo in casa se ai biancorossi riuscisse di impattare. Soddisfazione per la prestazione in casa bianconera, con coach Padovan che chiosa così: “Abbiamo tenuto la giusta intensità difensiva per tutti i 40 minuti pur commettendo diversi errori. Adesso ci aspetta il secondo tempo a Vado, con forse un po’ di pressione in meno per noi e in più per loro“. Da parte vadese, commenta il presidente Emilio La Rocca: “Spezia ha confermato la propria superiorità, e noi che abbiamo difficoltà contro squadre così fisiche ed esperte. Comunque una partita importante per il percorso di crescita dei nostri under, come quella di ritorno in cui speriamo di opporre una maggior resistenza ed efficacia al tiro e ai rimbalzi“.

Settimana di lavoro per tutti dunque, in attesa di vedere se le gare 2 chiuderanno le serie, o se invece dovremo attendere il 2 maggio per sapere quali saranno le finaliste della C Silver 2017-2018.

Situazione:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

B/F – La Polysport Lavagna soffre ma mette a segno l’1-0 su Lucca nel playout

Posted by superbasketball su 22 aprile 2018

La Polysport Lavagna (Bianchino 15, Donati 11) parte con una vittoria sudata nei playout e va sull’1-0 rispetto a Lucca. A una vittoria dalla salvezza.

Si era detto, che non sarebbe stato facile, e i 4 punti di divario tra le due squadre al 40′ sono lì a dire che in effetti non è stato facile davvero. Anche perché le lavagnesi sono partite ad handicap: “Approccio alla partita di bassissimo livello, siamo andati sotto 2 a 15, poi finalmente ci siamo un po’ sciolte e siamo andate all intervallo 33-30“, racconta coach Daneri. “Nel terzo quarto siamo riusciti a prendere una decina di punti di vantaggio che a fatica abbiamo tenuto fino alla sirena“, concedendo comunque qualcosa alle toscane. Ma tutto è bene quel che finisce bene, nei playoff l’importante è la fotografia del tabellone alla fine della gara, e basta un punto per progredire nella serie. Quindi brave, anche se non perfette: ma se così non fosse, magari in stagione non si sarebbe arrivati ai playout, direi. Certo non si può rilassare ora che basta un altro passo per ottenere l’obbiettivo, e ricocentrarsi subito perché già il 26 c’è gara 2. “Siamo 1-0 ma bisogna dimenticarsi velocemente di ieri sera e pensare a giovedì. Dobbiamo stare attenti perché quando alzano il livello fisico facciamo fatica a stare nelle nostre idee“. Però c’è il matchpoint, e sarebbe bene non sprecarlo: “Abbiamo una bella opportunità in mano, ma sarà necessario avere grande personalità e lucidità perché come sappiamo sono parecchio fastidiose“.

E allora, appuntamento a giovedì, alle 19, a Lucca!

Nell’altro playout Rifredi ha battuto Figline: in questo caso gara 2 sarà mercoledì, e se vincessero le fiorentine sarebbero pertanto le prime a salvarsi dalla retrocessione.

Situazione:

.

Posted in B F Tosc, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A2/F – CA Carispezia vince a Roma e blinda il sesto posto; Cestistica Savonese ko a Faenza e sorpassata da Umbertide

Posted by superbasketball su 22 aprile 2018

Il penultimo turno della A2 femminile dà alle liguri un po’ di dolce e un po’ d’amaro. Passo avanti per Spezia, passo indietro per Savona: ora si aspetta l’ultima giornata, poi solo la Carispezia avrà da affrontare l’avventura playoff, e da ieri sa già anche contro chi.

La CA Carispezia (Mazza 14, Stoichkova 13), che negli ultimi turni ha scambiato un po’ il campo di casa con quelli in trasferta, ha infatti ottenuto altri 2 punti in quel di Roma, e grazie a questi messo al sicuro la sesta posizione, il che significa quinto seed nella griglia playoff, e quarto di finale, purtroppo con lo svantaggio nel fattore campo, contro la quinta, ovvero Civitanova Marche. Torneremo su questo accoppiamento in seguito, anche perché c’è ancora un altro turno di regular season, tra l’altro. Ieri in casa del San Raffaele le bianconere, pur essendo sempre prive di Da Silva, sono state brave a prendere il comando delle operazioni già dalle prime battute e non mollarlo più, arrivando pian piano a costruire un vantaggio irrimediabile per le romane, che nel finale dal -18 hanno potuto riavvicinarsi ma non in modo pericoloso. Un team spezzino di fatto a trazione Under, a giudicare dal tabellino in cui nessuna delle senior è arrivata in doppia cifra. Coach Corsolini può preparare senza pressione la chiusura del girone in casa con Empoli, la neopromossa in A1, alla quale la Carispezia aveva fatto lo scherzetto all’andata. Bene così!

Sarà che l’obbiettivo di conservare il decimo posto non vale certo quanto quello sfuggito di andare ai playoff, ma a Faenza la Cestistica Savonese (Zanetti 17, Aleo 9) ha raccolto il terzo referto giallo in una settimana, pur avendo tenuto botta alle padrone di casa sino alla terza frazione, nella quale erano anche riuscite a rimettere il naso avanti: ma da quel momento segnare è diventato un incubo (5 soli punti segnati dal 42-43), e nell’ultimo quarto le ragazze di Pollari hanno visto scappare via le faentine, trascinate da Ballardini. Il risultato finale è diventato addirittura punitivo, 16 punti di scarto accumulati negli ultimi 11 minuti di gara, più o meno. L’effetto della sconfitta è che, in attesa di far visita al PalaPagnini domenica prossima, Umbertide vincendo oggi pomeriggio ha scavalcato le biancoverdi, ora undicesime proprio dietro alle umbre. Lo scontro diretto dell’ultima giornata deciderà la posizione finale delle savonesi. Bicchiere mezzo pieno: non ci ricordiamo nemmeno di quante settimane fa le ragazze della Cestistica hanno ottenuto la salvezza aritmetica, che non era assolutamente scontata a settembre scorso!

Situazione:

.

Posted in A2 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: