SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

Notizie, notiziole e baggianate

XII Clinic “Vittorio Cavaleri” – La Parte Dirigenziale: ottimo livello, partecipazione “rivedibile”. Ne parliamo con coach Passiatore

Posted by superbasketball su 24 aprile 2018

Sabato 21 aprile, nella sede del CONI genovese, la “Casa delle Federazioni, si è svolta la parte dirigenziale del XII Clinic “Vittorio Cavaleri”, organizzata da Ardita Juventus 1906, Amici di Vittorio e Comitato Regionale FIP Liguria. Era rivolta ai dirigenti liguri e a chiunque sia coinvolto, o sia sensibile, alle questioni manageriali delle società.

IMG_5625

Da sinistra a destra: Martelli, Bennati, Bruttini, Caroli, Molisani, Passiatore

Al tavolo dei relatori si sono alternati tre esperti, anche questa volta mescolati tra basket e calcio, che hanno portato la loro esperienza nel campo su vari argomenti, secondo il programma che vi riporto nuovamente:

  • ore 10,00-11,00 Dott. Fabio Bruttini (Presidente Virtus Siena) con argomento : “50 Anni di Basket: la Virtus Siena con il suo Settore Giovanile e tanto altro”;
  • ore 11,00-12,00 Dott. Marco Martelli (Direttore Generale Junior Casale) con argomento: “Junior Casale: identità ed engagement del territorio”;
  • ore 12,00-13,00 Dott. Marco Caroli (Direttore Marketing U. C. Sampdoria e fondatore di Smart Sport agenzia di comunicazione e marketing) con argomento: “L’evoluzione delle sponsorizzazioni sportive”.

Prima del seminario, nell’introduzione, importante quello che ha annunciato il presidente FIP Liguria Bennati (e che potete ascoltare nel video della sintesi qui sotto): nel prossimo Consiglio Federale la FIP varerà l’obbligo, per tutte le società che vogliono fare attività di pallacanestro, dall’Under 13 sino alla A1, di avere un dirigente formato in un corso nell’istituenda Scuola Permanente di Formazione per Dirigenti della Pallacanestro. Si tratta sicuramente di un passaggio importante e delicato, si può discutere sull’obbligo, ma che la formazione dei dirigenti sia diventata non procrastinabile credo sia abbastanza condivisibile. Vedremo come saranno le modalità.

Ma torniamo al seminario. Non ve ne faccio volutamente una relazione “puntuale”: nella sintesi video potete ascoltare qualche passaggio, ma è soprattutto importante che si capisca che è stata un’occasione in cui i relatori hanno condiviso la loro esperienza, Bruttini è presidente della Virtus Siena dal 1989, ha preso il posto di Drocchi alla presidenza di LNP sino alla riforma, e dalla sua società, e dal settore giovanile, in cui sono state investite ingenti risorse, sono uscite decine di giocatori e di tecnici; Martelli,  Direttore Generale del Casale dal 2014, ha dato davvero l’idea di cosa vuol dire avere una società radicata nel territorio e moderna, capace di interagire con i fan e con i media intercettando le preferenze del proprio pubblico ma anche dei propri sponsor; Caroli, Direttore Marketing della Sampdoria dal 2004, ma anche impegnato con Smartsport in altre discipline, ha tracciato paralleli con le realtà del calcio, anche all’estero, e raccontato come si può arrivare ad avere 10 milioni di euro all’anno dalle sponsorizzazioni, ma avere ancora margini di miglioramento imparando dalle eccellenze in ogni settore.

Qui sotto, le mie foto e il mio video di sintesi.

XII Clinic Cavaleri Parte Dirigenziale.

.

Naturalmente come sempre torno da coach Passiatore per avere le sue impressioni, che in parte ha già dato direttamente sul posto!

SBB: Allora Stefano, abbiamo lasciato passare un paio di giorni dal seminario di sabato scorso, in modo da poter far un po’ sedimentare le impressioni. Chi c’era si è fatto le sue, e secondo me è tornato a casa con un bel po’ di idee in più che giravano per la testa, chi non c’era può vedere qualcosa nel video che trova qui sul mio blog. Credo sia stata come al solito un’occasione utile, che molti si son lasciati sfuggire.

IMG_5608SP: Ciao Braun, a te e ai tuoi lettori! Sabato mattina è stata un’ottima occasione per sentire parlare tre relatori che hanno ben illustrato le loro realtà. Marco Martelli ci ha fatto entrare nella realtà Casale Monferrato (a noi molto vicina) occando molti punti di organizzazione societaria. Il dottor Bruttini ci ha coinvolto nella sua storia pluriennale nel mondo della pallacanestro e della sua Virtus Siena (non sapevo di Gallinari quasi a Siena, il cuore della mamma lo ha poi mandato a far le fortune di Casalpusterlengo) con il forte attestato tecnico per Coach Umberto Vezzosi (lanciatore di giovani ed allenatori) mentre il dottor Caroli ha dato molte info circa la Sampdoria, il Ravano ed anche il mondo delle sponsorizzazioni …tutto molto interessante anche per me che sono più un uomo di “palestra”.

SBB: Se ci sarà quanto annunciato dal presidente Bennati, con la scuola per dirigenti obbligatoria per almeno un dirigente per società, io spero che in qualche modo questo tipo di seminario entri nel “circuito” della formazione. Magari l’affluenza cambierà, anche se sarebbe bello non fosse necessario inserire questo tipo di stimoli per avere più partecipazione.

SP: Verissimo. Ottima iniziativa della Federazione centrale, credo anch’io che potrebbe aiutare ad avere più seguito, anche con gli allenatori (i famosi PAO) alla fine è andata così.

SBB: I relatori sono stati tutti interessanti, perché Virtus Siena, Casale e Sampdoria sono esempi di grande livello. Come dicevo altrove, anch’io sono un dirigente, del mio blog 😉 , e ovviamente sono stato più attirato da quei punti nelle presentazioni in cui si ragionava sui rapporti con i media, e vorrei citare soprattutto l’intervento di Martelli quando sottolineava che per il rilancio della loro parte comunicativa è bastato investire in una telecamerina e un PC, alla portata di quasi tutte le società anche piccole! Che non è molto diverso da quello che faccio io, che faccio le dirette con il cellulare, e vedo che la cosa si sta abbastanza diffondendo infatti. Tu, da tecnico, su cosa ti sei sentito più coinvolto?

SP: Martelli ha deliziato con la sua relazione i partecipanti (nota di merito per due dirigenti in arrivo da Livorno: Fabio Poggianti e Paolo Capitani) facendo vedere che non servono molti denari per migliorare alcune parti dirigenziali (certo poi bisogna essere bravi a trovare i giusti e bravi collaboratori) ma investire sulla passione sembra porti buoni risultati visto che a Casale stanno facendo più spettatori di quando era in serie A1. La frase importante (keywords) “laboratorio di talento” mi è piaciuta molto: spero che un giorno potremo vantarcene anche noi dell’Ardita (nel nostro piccolo ovviamente).

SBB: Interessante secondo me anche la discussione sull’incentivazione all’attività giovanile, che secondo Bruttini è stata comunque penalizzata dall’abolizione dei “cartellini”; risulta che i NAS e i premi, come quelli che peraltro ad esempio Casale ha ottenuto, non bastano, sono solo palliativi rispetto ai costi di un settore giovanile di alto livello.

SP: Gli introiti dalla formazione di giocatori che vanno poi a giocare in realtà importanti ovviamente sono stati il centro della discussione generale. Ovvio che si potrebbe fare di più (FIP e Lega) per incentivare le società virtuose che fanno settore giovanile e producono giocatori per i campionati senior. Tutti e due i relatori del basket sono d’accordo. Mentre del calcio ovviamente colpiscono sempre le cifre, ed anche che il 90% degli sponsor della Sampdoria sono “foresti”.

SBB: Se poi, come affermato da Caroli, una società come la Sampdoria pensa davvero di diventare una polisportiva (e chissà che non spinga altri ad emularla), forse potremmo entrare in una fase nuova anche per il basket, e in particolare a Genova. Che ne pensi?

SP: Potrebbe effettivamente aprire degli scenari importanti. Speriamo che ci possa essere una realtà cestistica cittadina che possa approfittare di tale eventuale opportunità.

SBB: Tu hai avuto modo anche di chiacchierare un po’ di più con i relatori, hai qualche loro impressione da riportare?

SP: La loro forma mentis è sempre quella di portare la loro esperienza e lavoro a favore del movimento (i relatori sempre disponibili anche a favore di una piccola società come la nostra dell’Ardita), per cui non si fanno problemi se devono parlare davanti a 10 oppure 100 persone, ma ovviamente il movimento dirigenziale ligure (cittadino e non) non ha fatto proprio una bella figura. Peccato perché le tre relazioni sono state molto interessanti. Speriamo per la prossima edizione. Noi persevereremo e, speriamo, anche il presidente Bennati.

SBB: Bene. Appuntamento allora a dopo l’estate con il Clinic tecnico?

SP: Certamente! Come dici tu (che sei bravo): save the date! Domenica 30/09/2018 mattina probabilmente al PalaCUS, come al solito. Grazie per lo spazio e grazie a coloro che hanno partecipato in platea (le domande sono state copiose). Grazie anche a Massimo Salomone della Virtus Genova, Max Rossi e Pino Gonella di CUS Genova, due dirigenti del calcio, Roberto Contri (ideatore del Seminario), e tutto lo staff societario Ardita, schierato al gran completo e attento alle relazioni (molte domande di Valerio Livoti). Alla prossima, e grazie a te Braun per il solito aiuto mediatico.

SBB: Perfetto, ciao!

E allora, vedremo come sarà la questione l’anno prossimo, ma io spero che per la prossima edizione possiamo parlare di una sala piena…chissà, magari ci saranno i punti obbligatori 😉 …

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: