SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

Notizie, notiziole e baggianate

Archive for the ‘C Silver’ Category

C Silver – E’ il momento delle semifinali tra le migliori quattro!

Posted by superbasketball su 19 aprile 2018

Ci siamo! Dopo la prima fase a 10 squadre, la seconda fase a 8 con i gironcini ci ha dato le migliori 4 della C Silver, che da qui al 20 maggio, attraverso (al massimo) 3 turni di semifinali, che metteranno di fronte da un lato CUS e Ospedaletti, e dall’altro Spezia e Vado, e (al massimo) 5 di finale, si daranno battaglia per il titolo regionale e la possibilità di accedere agli spareggi per la promozione alla serie B.

Visto che sinora non ne avevamo parlato, partiamo proprio da qui, con la “ricompensa” che le squadre traguardano in caso di vittoria a livello regionale. Le DOA (Disposizioni Organizzative Annuali, per chi non è addentro al fippese, il dialetto che volenti o nolenti gli addetti ai lavori devono masticare) recitano infatti che la vincente del girone C Silver ligure, ovvero “Liguria1”, sarà l’unica ligure che potrà accedere a questa fase nazionale. In altre regioni con curriculum migliore del nostro, come Campania, Puglia, Marche e Sicilia, anche la seconda partecipa. Noi una. Facciamocene una ragione. Comunque, Liguria1 dovrà giocare in un raggruppamento a tre, il “concentramento D”, insieme a Sicilia1 (una delle finaliste è la Polisportiva Alfa di Catania, l’altra uscirà da gara3 tra Eagles Palermo e Basket Ragusa, domenica) e Puglia2 (qui siamo ancora ai quarti di finale), in campo neutro, dall’1 al 3 giugno. Chi vince questo raggruppamento (ce ne sono anche altri 3, i concentramenti A, B, e C, ovviamente) è promosso alla B dell’anno prossimo. C’è poi una seconda possibilità, perché le seconde classificate di questi 4 gruppi giocheranno una specie di final four per un ulteriore posto in B, il 9 e il 10 giugno, per un totale di 5 promozioni su 12 squadre qualificate per questa fase. Una buona frazione, ma non illudiamoci troppo, qualunque squadra vinca da noi, perché come visto gli anni scorsi la competizione è davvero durissima, in qualche caso anche inavvicinabile.

Nel weekend comunque si inizia la corsa finale per il titolo: sono rimaste in quattro e d’ora in poi non ci sono calcoli, scontri diretti, differenze canestri, si gioca per vincere le partite e se se ne vincono abbastanza si va avanti, altrimenti si va a casa. Le semifinali si giocano su 3 gare (for dummies: bisogna vincerne 2), la finale sarà su 5 (e quindi ne servono 3). Il vantaggio del campo va alle meglio classificate nella prima fase, quindi priorità a CUS, poi Spezia, poi Ospedaletti, mentre Vado dovrà giocare con lo svantaggio del campo in tutte le serie, quindi la prima e la bella fuori casa in semifinale, le prime due e la bella fuori casa in finale, se ci arriva naturalmente.

La prima gara in programma è quella di viale Gambaro tra il CUS Genova e l’Ospedaletti. Queste due squadre si sono incrociate nei playoff anche l’anno scorso, ma nei quarti, e vinse il CUS (poi campione) 2-0, con vittoria nettissima a Genova e abbastanza ampia ad Ospedaletti (dove si infortunò a gara ormai decisa Mangione, che poi saltò tutta la semifinale e parte della finale). Anche in stagione gli scontri diretti dicono 2-0 per i biancorossi, però l’impressione è che la forbice si sia un po’ ridotta, sia rispetto all’anno scorso (in stagione i cussini hanno vinto in casa di 17 ma al ritorno solo di 7, e dovendo rintuzzare il ritorno degli orange di coach Lupi nel finale), sia tra la regular season e adesso. L’Ospedaletti nel gironcino ha perso solo con Spezia, e in casa ha rischiato di vincere anche con i bianconeri; è riuscita a integrare nell’organico i nuovi (Cacace, Picerno, Colombo e da gennaio Fabio Bedini che l’anno scorso aveva la casacca cussina), recuperare i punti di forza dell’anno scorso (da un certo punto in poi Cruz Salas, e Generale che è tornato disponibile nelle ultime settimane), e a questo punto sembra ragionevolmente completa in tutti i ruoli (c’è da vedere se ci sarà Michelis, squalificato per un turno: potrebbe essere che la squalifica possa essere sanata dal pagamento della sanzione, sinceramente non so), e certamente per qualunque avversaria è quantomeno un ostacolo difficile, e il pronostico, pur dovendo pendere a favore del CUS per i pregressi stagionali, non è assolutamente scontato. Pansolin e Taverna hanno visto i propri ragazzi perdere due gare nei gironcini, e fa notizia perché il CUS quest’anno aveva perso solo la finale di Supercoppa a settembre e la partita del Palasprint (ma centrando l’obbiettivo di restare primo): hanno anche dovuto un po’ pagare probabilmente il fatto di essersi qualificati alle semifinali con largo anticipo. E’ importante per i genovesi riuscire a fare lo switch nella modalità playoff e cominciare bene per far fruttare quel fattore campo per il quale hanno sudato per mesi, anche se ad esempio l’anno scorso in semifinale erano riusciti a passare pur perdendo gara1 in casa con Sarzana, e avevano vinto la finale 3-1 pur con lo svantaggio del campo con Spezia.

Alle 20.30 sulle tribune del PalaCUS, salvo inconvenienti, ci sarò anch’io, e quindi se non riuscirete ad esserci fisicamente (che sarebbe auspicabile!!!) potrete farlo attraverso la mia voce nella diretta audio su Facebook! Nonché vedere la partita su YouTube in differita di qualche ora sempre con il mio commento registrato in diretta. Sì, ci sono sempre io, ma potete anche mettere l’audio a zero se vi disturbo 😉 .

Domenica l’attenzione si sposterà a Spezia, perché la Tarros alle 18 ospita per gara1 la Pallacanestro Vado. Il gruppo di Padovan ha avuto una seconda fase senza particolari picchi, ma senza sconfitte e quando si è ritrovato a dover soffrire, in particolare a Ospedaletti, alla fine ha tirato fuori le zampate buone, di un Peychinov che può davvero essere un fattore quando ha fiducia (ha avuto un problema al gomito ma sembra ora averlo abbastanza superato). Nelle ultime gare è rientrato anche Visigalli, che a inizio stagione era uno dei terminali più importanti. Insomma, i bianconeri si presentano ai playoff con buone premesse, considerata anche la regular season non vinta solo per 2 punti di differenza canestri rispetto al CUS. Ancora una volta sulla strada degli spezzini c’è la Pallacanestro Vado: l’anno scorso, accadde sempre in semifinale, e non fu banalissimo, perché i vadesi erano riusciti a vincere gara2 (trovate il video sul mio canale YouTube, tra l’altro), e per i ragazzi di Padovan era stato necessario vincere la bella al PalaSprint. Quest’anno i vadesi nella stagione regolare hanno perso entrambe le gare con la Tarros, di 4 punti all’andata a Spezia e di 11 il ritorno al Geodetico: come sapete durante la stagione hanno perso i senior per infortuni lunghi e di fatto il più anziano è il ’98 Pelegi, mentre l’età media del gruppo è ben sotto i 18 anni, tant’è vero che molti di loro stasera erano impegnati in Under 18 d’Eccellenza (buona vittoria, ma abbastanza dispendiosa, con Borgomanero), un impegno che si sovrapporrà sicuramente sino al termine del loro percorso in C Silver (l’ultima gara del girone Interregionale è prevista per il 16 maggio, e i biancorossi sono in lotta per qualificarsi alla fase successiva): malgrado ciò, pur perdendo 2 gare nei gironcini, hanno ottenuto una qualificazione che è già un bell’obbiettivo raggiunto. Se riusciranno a trovare le energie per il doppio impegno, i vadesi potranno dire la loro, avendo in bacheca già lo scalpo del CUS ottenuto un paio di settimane fa. Certo l’età media del gruppo di Costa renderebbe l’eventuale qualificazione alla finale una vera impresa, e il pronostico non può essere che per gli spezzini, che hanno anche il fattore campo su cui contare. E son certo che domenica pomeriggio, e in un’eventuale gara 3 il 2 maggio, le tribune dell’impianto di via Parma saranno ben gremite.

A parte l’in bocca al lupo a tutte e quattro le formazioni, e l’augurio di vedere delle grandi serie di playoff, combattute e piene di emozioni (la scrematura a quattro in questo senso non può che aiutare, sulla carta), chiamo tutti voi che seguite la pagina Facebook a votare le vostre previsioni sull’andamento dei playoff qui! Le dovete dare entro sabato alle 20, fa fede l’orario del post su Facebook con cui voterete. Chi vince…vince, lo scriverò ovviamente su Facebook e qui sul blog, insomma potete diventare gli eroi della Liguria cestistica (qualunque cosa ciò possa significare!). Quindi, chiedete alla zia che fa i tarocchi, chiedete alla vicina che interpreta i sogni, chiedete al polpo Paul, riesumate Maurizio Mosca e il pendolino, fate come volete, ma votate! 😉

Situazione e partite in programma:

C Silver/M 2017-2018 – Playoff – Semifinali – Gara1
21/04/2018 – 20:30 CUS GENOVA ASD-B.C.OSPEDALETTI SASTRI SAM (serie 0-0)
22/04/2018 – 18:00 SPEZIA BASKET CLUB AD-PALL. VADO AZIMUT CONSULENZA (serie 0-0)

.

Annunci

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Gironcini chiusi senza sorprese, si fermano Tigullio, Pegli, Aurora e Sarzana. Ora le semifinali!

Posted by superbasketball su 16 aprile 2018

I gironcini della C Silver sono terminati con un turno inutile ai fini delle classifiche, in cui i risultati hanno rispettato strettamente i pronostici, dando altri due punti a tutte e quattro le semifinaliste, benché non ne avessero bisogno. La fase finale vedrà dunque affrontarsi in semifinale al meglio delle 3 gare CUS e Ospedaletti da una parte, e Spezia e Vado dall’altra. Speriamo di avere al più presto il calendario preciso: comunque la formula prevede che inizi già nel prossimo weekend, con gara 2 il weekend successivo e gli eventuali terzi atti il 2 maggio. Vedremo nel dettaglio, visto che le disponibilità dai vari impianti magari possono imporre piccoli spostamenti.

Sabato si giocava solo al PalaCUS, ed è lì che ha lavorato la BraunCam, con annessa radiotelecronaca e diretta audio su Facebook da parte mia. Il CUS (Mangione 25, Dufour 20) ha confermato l’imbattibilità casalinga, regolando Pegli (Nicoletti e Pedemonte 8) con una gara in progressione. I ragazzi di Piastra hanno tenuto botta per il primo quarto e poi anche un po’ nella seconda frazione, ma il parziale al rientro negli spogliatoi di 40-24 (con 19 punti dello scatenato Mangione) dava già l’idea di una partita segnata. La terza frazione toglieva tutti i dubbi: i biancorossi dilagavano e arrivavano al trentello di scarto, poi cominciavano i cambi e l’età media in campo si abbassava al minimo per entrambe le formazioni. Pansolin e Taverna hanno dunque chiuso col PalaCUS inespugnato anche questa seconda fase (ma con ben due sconfitte in questo gironcino), e salvaguardato l’incolumità dei propri ragazzi per le semifinali, che dovrebbero iniziare con gara 1 a Genova sabato alle 20.30, mi sbilancio e vi anticipo che la seguirò in diretta con voi (ma preferisco 0 persone all’ascolto e le tribune piene, anche solo di appassionati incuriositi. Questi playoff se possibili devono riempire tutti gli impianti, da via Isnart al Palasprint!). Quanto agli arancioblu, dopo la vittoria di Santa gli obiettivi stagionali sono stati tutti ottenuti e superati, e non è la sconfitta in casa della migliore della regular season a far cambiare le valutazioni, una stagione iniziata da completi outsider si è chiusa in modo assolutamente dignitoso.

Qui sotto le mie poche foto e il video integrale!

2017-2018 C Silver 2a fase CUS-Pegli

.

Domenica al Geodetico di Vado il girone si è chiuso con quella che doveva essere una sfida diretta per disputarsi la seconda posizione e la semifinale, e che invece è stata svuotata di significato dai due risultati concomitanti della penultima che la posizione l’hanno consegnata anzitempo ai vadesi. Sur parquet si sono ritrovate due squadre con pochi stimoli, e ne è uscita una partita non esaltante, comunque vinta dai padroni di casa (Tsetserukou 12, Cerisola 10) che hanno spinto di più nel terzo quarto, prendendo quel vantaggio che poi si è solo un po’ assottigliato nell’ultima frazione in cui comunque anche i ragazzi di coach Pieranti (Caversazio 26, Wintour 6) non hanno brillato eccessivamente nel tentativo di recupero. Dunque per coach Costa ora c’è una settimana in cui prepararsi per la semifinale, ovvero per la trasferta di Spezia in gara 1 (ma i ragazzi biancorossi hanno anche l’impegno duro in Under 18 d’Eccellenza giovedì contro Borgomanero), fermo restando che già l’accesso a questa fase finale è un gran risultato per un team la cui età media ora non raggiunge appunto i 18. I sammargheritesi lasciano qui, con il rammarico di aver un po’ buttato la possibile qualificazione dopo aver brillantemente riaperto i giochi battendo CUS e Vado (e Pegli) nell’andata del gironcino. Anche qui l’età media è comunque bassa, e comunque lottare sino qui rappresenta un bicchiere mezzo pieno.

Nel girone B si è giocato tutto domenica, anche qui con le favorite del pronostico che hanno ottenuto la vittoria.

Sul parquet del Palasprint la Tarros Spezia (Pipolo 18, Peychinov 16) ha messo l’ultimo sigillo del gironcino (tutte vittorie per i bianconeri, che toccano quota 22, più di quanto abbia fatto CUS nell’altro girone). Non è stata una gran prestazione agli occhi di coach Padovan: l’Aurora (Calzolari 17, Ferri 12) è partita anche meglio, e la gara è rimasta equilibrata sino a dopo l’intervallo lungo, quando i bianconeri hanno finalmente messo un po’ di aria tra sé e i chiavaresi. Non è riuscita a costruire una rimonta la squadra di Marenco, per cui il campionato pur positivo dei gialloblu si è chiuso con una sconfitta preventivabilissima peraltro, contro un team con il quale però una soddisfazione, tra l’altro quella decisiva per la salvezza anticipata, se l’era già tolta. Non male, il giovane gruppo chiavarese quest’anno è risultato rafforzato dal drappello di ex sestrini e i risultati si sono visti, pur con qualche comprensibile scivolone qua e là. Di Spezia c’è poco da dire, ha vinto, evitato danni fisici che in partite poco concentrate sono sempre in agguato, è pronta per le semifinali, è rientrato anche Visigalli (ieri 4 punti): nel weekend prossimo (presumo domenica alle 18) arriva Vado e si gioca per andare in finale.

A Sarzana i biancoverdi (Casini 24, Ferrari 17) hanno lasciato l’ultimo referto stagionale al lanciato Ospedaletti (Cavallaro 18, Colombo 17), che ha confermato il buon momento di forma imponendosi in volata anche alla Diego Bologna in una gara equilibrata. I ragazzi di Lupi hanno però subito l’espulsione di Michelis che pare gli costerà una giornata di squalifica, da vedere se sarà scontata o se potrà essere convertita in ammenda: questione importante perché l’esperienza del lungo orange sarebbe utile in gara 1 al PalaCUS. Quanto ai sarzanesi, finisce qui questa stagione chiaramente in tono ridotto rispetto al passato, con tante gare sfuggite ai ragazzi di Giannetti e Bencaster nei finali: i biancoverdi devono riuscire a fare un nuovo salto di qualità per competere con le prime l’anno prossimo, non hanno avuto problemi per la salvezza ma sono arrivati al gironcino con troppo pochi punti per sperare di inserirsi davvero nella lotta per la qualificazione alle top 4, ritrovandosi staccati anche dall’Aurora.

Qualche giorno di “reset” per le quattro semifinaliste, e poi sabato e domenica saranno i playoff, quelli veri! Stay tuned!

Playoff (date e orari ufficiosi):

C Silver/M 2017-2018 – Playoff – Semifinali – Gara1
21/04/2018 – 20:30 CUS GENOVA ASD-B.C.OSPEDALETTI SASTRI SAM (serie 0-0)
22/04/2018 – 18:00 SPEZIA BASKET CLUB AD-PALL. VADO AZIMUT CONSULENZA (serie 0-0)

Situazione:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

C Silver – Si chiudono i gironcini, si gioca per le statistiche

Posted by superbasketball su 12 aprile 2018

I gironcini della C Silver hanno già detto tutto quello che andava detto, e la sesta giornata, terza ed ultima del ritorno, serve solo per le statistiche e per preparare magari qualcosa per i playoff in arrivo, ovvero per le semifinali che metteranno di fronte da un lato CUS e Ospedaletti, e dall’altro Spezia e Vado.

Nel girone A sino a domenica scorsa guardavamo a domenica 15 come il giorno dello scontro diretto Vado-Tigullio, che secondo pronostico si sarebbe giocato a pari punti, con gli scontri diretti precedenti di fatto ininfluenti, perché sarebbe passato chi vinceva. Invece il penultimo turno ha visto il Tigullio “suicidarsi” in casa con Pegli, e Vado dargli il colpo di grazia il giorno dopo rifilando un ventello ad un CUS impreciso e nervoso. E così sabato pomeriggio si gioca il derby genovese, l’ultimo della stagione, tra CUS e Pegli, precedenti 3-0, testa-coda del girone in cui i pegliesi arrivano dopo l’exploit di Santa Margherita e i cussini dopo la débacle di Vado, ma sembra difficile immaginare che i biancorossi perdano anche l’imbattibilità casalinga (palla a 2 alle 18); e domenica pomeriggio l’ormai svuotata di significato sfida del Geodetico, in cui si giocherà per le gloria essendo i ragazzi di Costa già sicuri del secondo posto, per cui a quelli di Annigoni e Pieranti resta solo la chance di far dimenticare quanto successo nel turno scorso con una degna prestazione che concluda la stagione (inizio alle 18.15).

Nel girone B sono già stati decisi tutti i verdetti da tempo, e già nel turno scorso si giocava senza particolari pressioni: peraltro ne sono venute fuori due partite interessanti, in particolare quella di Ospedaletti tra le due qualificate alle semifinali, che Spezia ha di fatto portato a casa solo negli ultimi istanti.

Nell’ultima giornata tutto il girone si ritrova nei pochi chilometri che separano la tensostruttura Diego Bologna di Sarzana dal Palasprint di Spezia. Alla stessa ora, le 18 di domenica, si alzeranno le palle contese di Sarzana-Ospedaletti e Spezia-Aurora Chiavari. Il team sarzanese saluta la stagione davanti al proprio pubblico, una stagione in cui per la prima volta da alcuni anni non arriva alla fase finale, ricevendo gli orange con i quali praticamente fa uno scambio di consegne, e che nelle ultime settimane sono sembrati in gran crescita. Gli spezzini bianconeri invece, imbattuti in questa fase, davanti al proprio pubblico ci torneranno quantomeno per gara 1 della propria semifinale contro Vado, ma intanto riceveranno i chiavaresi che in stagione sono anche riusciti a dare un dispiacere a Padovan e ai suoi ragazzi e sino all’inizio del ritorno potevano ancora sperare nella qualificazione.

Poi, dalla settimana prossima, si partirà con le serie di semifinale, con le gare 1 di Genova e Spezia.

Situazione e partite in programma:

C Silver Liguria 2017-2018 – 2a fase – Girone A – Giornata n. 6
15/04/2018 – 18:15 PALL. VADO AZIMUT CONSULENZA-AS D.TIGULLIO SPORT TEAM n.d.; Punti: 14+10=24
14/04/2018 – 21:00 CUS GENOVA ASD-AD BASKET PEGLI n.d.; Punti: 18+2=20

C Silver Liguria 2017-2018 – 2a fase – Girone B – Giornata n. 6
15/04/2018 – 18:00 SARZANA BK LUNA ABRAVISI SRL-B.C.OSPEDALETTI SASTRI SAM n.d.; Punti: 4+12=16
15/04/2018 – 18:00 SPEZIA BASKET CLUB AD-AD AURORA BASKET CHIAVARI n.d.; Punti: 20+8=28

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

C Silver – Sorprese a Santa e Vado, il secondo posto nel girone A è dei vadesi! Primi punti per Sarzana, ad Ospedaletti orange beffati da Peychinov nel finale

Posted by superbasketball su 8 aprile 2018

In questo quinto turno dei gironcini della C Silver, secondo e penultimo del ritorno, gli occhi erano puntati soprattutto al girone A, nel quale c’era ancora da stabilire chi sarebbe passata per seconda.

E sabato l’interesse è stato ripagato con un primo colpo di scena, perché in Via Generale Liuzzi i pegliesi di coach Piastra (Corba e Brichetto S. 14) hanno vinto la prima partita di questa seconda fase contro un Tigullio (Caversazio 13, Wintour 11) apparso sotto tono rispetto alle uscite precedenti, e che non è riuscito certamente a fare quanto ci si aspetterebbe da una squadra che ambisce a giocare le semifinali. I biancorossi sono crollati verticalmente nell’ultima frazione, iniziata con 4 punti di vantaggio, riuscendo a segnarne soltanto 6 contro i 24 degli scatenati ospiti.  Un ko che dava il giorno successivo alla Pallacanestro Vado addirittura il matchpoint qualificazione in caso di vittoria, e che comunque avrebbe reso decisamente più difficile al Tigullio, in caso di sconfitta dei vadesi, anche qualificarsi vincendo la sfida in trasferta del prossimo turno, visto il +21 in differenza canestri negli scontri diretti che i vadesi al momento vantano sui sammargheritesi di coach Annigoni e coach Pieranti.

Nel secondo incontro del girone A è arrivato il secondo colpo di scena. Al Geodetico è arrivato un CUS probabilmente un po’ scarico, che ha litigato con i ferri del campo vadese e con la coppia arbitrale (neanche Vado è stato contento dell’operato arbitrale), e si è avvitato su se stesso, vedendosi addirittura rifilare un ventello dai biancorossi di coach Costa, che si sono così conquistati, con un turno di anticipo, la qualificazione come secondi, rendendo inutile l’ultima partita con il Tigullio. La gara è iniziata con entrambe le squadre a spadellare da 3, tra l’altro cercando tutte questa soluzione, e tirando male anche nei viaggi in lunetta: fatto sta che al 10′ il punteggio recitava 10-13 per i cussini. I ragazzi di Pansolin e Taverna (Zavaglio 16, Dufour 13) hanno però subito incassato uno 0-9 nel secondo quarto, e da lì in poi i vadesi (Lo Piccolo 15, Pelegi 13) sono rimasti davanti, andando al riposo sul +7 e provando ad allungare ulteriormente nella terza frazione: qui l’unica reazione significativa genovese, quando nel finale di tempino la tripla di Bedini, una delle 3 messe a segno dal CUS, ha riportato lo score sul -6 di fine quarto, e al via dell’ultima frazione una rubata trasformata in contropiede da Dufour al -4. Sui 47 punti il CUS si arenava di nuovo, mentre Vado in un attimo tornava oltre la doppia cifra, riprendeva fiducia e martellava dall’arco con Pelegi e Lo Piccolo, oltre a trovare punti pesanti da Jancic e Anaekwe. Le iniziative cussine restavano piuttosto sterili, cresceva l’irritazione per il metro arbitrale (cosa che pagava soprattutto Stefano Vallefuoco, commettendo il 4° fallo e poi facendosi fischiare il 5° come tecnico immediatamente) e solo quando il divario sfiorava il ventello una fiammata di Zavaglio riduceva un po’ il gap; ma era troppo tardi, e dopo poco Pansolin alzava bandiera bianca e lasciava giocare gli ultimi minuti ai soli under. Una battuta d’arresto ininfluente per i genovesi, ma che deve suonare da campanello d’allarme per la partita che chiuderà il girone con Pegli, altrimenti rischia l’imbattibilità del PalaCUS. Ottimo per Vado, che disinnesca lo scontro diretto con i tigullini, approfitta del loro harakiri e può già usare la gara di domenica prossima come preparazione per le semifinali che li vedranno opposti a Spezia, in una riedizione della semifinale dell’anno scorso. Complimenti!

Qui sotto le mie foto e il video integrale commentato della gara, direttamente dalla BraunTV!

2017-2018 C Silver 2a fase Vado-CUS

.

Nel girone B come già detto le cose più importanti erano già decise, e si è giocato comunque ma con obbiettivi diversi.

Interessante la partita di Ospedaletti, vinta dalla Tarros Spezia (Peychinov 26, Garibotto 20) in volata grazie a un finale da cecchino di Peychinov, ma che ha confermato per gli orange (Colombo 17, Cavallaro 14) un buon momento di forma. I ragazzi di Lupi hanno condotto praticamente per tutta la gara, in cui nel terzo quarto avevano accumulato anche 11 punti di vantaggio (sul 43-32), ma il team di Padovan ha poi recuperato pian piano sino a tornare a contatto e a mettere il naso avanti, per la seconda volta nella partita (nel secondo quarto erano riusciti a passare per poco in vantaggio). Il finale ha visto il punteggio ribaltarsi più volte, ed è stato proprio il bulgaro a piazzare le due zampate decisive, tra l’altro di tabella, che hanno assegnato il referto rosa agli ospiti. Segnali importanti per entrambe le squadre: intanto il recupero abbastanza evidente del top scorer bianconero, il ritorno a referto di Visigalli, anche se con accanto un ne, la grande prestazione degli ospedalettesi che sicuramente non è troppo rassicurante per il CUS in ottica semifinali. Spezia da oggi poi sa chi sarà l’avversaria, e potrà focalizzarsi sulla sfida con Vado, ma deve ospitare l’Aurora; Ospedaletti chiude a Sarzana.

Sempre sabato a Sarzana le due deluse del girone B si affrontavano tra di loro: i biancoverdi (Ferrari 20, Dell’innocenti e Somma 13) hanno vinto con una certa tranquillità, andando via nel terzo quarto e controllando il punteggio nell’ultimo, quando l’Aurora (Ferri 15, Varrone e Costacurta 12) non è riuscita a costruire una rimonta sufficiente. Anche il team di Giannetti dunque si sblocca in questa seconda fase, e quindi sale a quota 4, troppo poco per insidiare i chiavaresi nella loro terza posizione: tra l’altro il prossimo turno casalingo con Ospedaletti non sembra dei più agevoli. Per i ragazzi di Marenco l’ultimo impegno stagionale sarà nuovamente a Levante, sui legni del Palasprint.

Situazione:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

C Silver – Penultima dei gironcini

Posted by superbasketball su 5 aprile 2018

I gironcini della C Silver sono alla penultima giornata, che potrebbe essere anche solo “interlocutoria”, in attesa che l’ultima giornata risolva l’ultimo dubbio, cioè la seconda semifinalista del girone A, che affronterà in semifinale la Tarros Spezia. Su tutto il turno ci sarà magari una spruzzata di incertezza dovuta alla sosta pasquale.

Nel girone A infatti il CUS è già sicuro del primo posto, mentre Vado e Tigullio restano in lotta per accompagnarlo nella terza fase, con i vadesi avanti di 2 punti rispetto ai sammargheritesi, divario che però potrebbe essere colmato durante questo quinto turno.

Sabato infatti il team di Annigoni e Pieranti ospita il Pegli di Piastra, con l’obbiettivo di agganciare il Vado, o, mal che vada (se Vado battesse il CUS), mantenere almeno la possibilità di giocarsi la qualificazione all’ultima giornata (ma in ques caso dovrebbe anche ribaltare il -21 di differenza canestri). Per i tigullini certamente è necessario comunque prendersi i 2 punti con gli arancioblu, rispetto ai quali vantano già il 3-0, perché arrivare a Vado con l’obbiettivo di vincere di 22 (o addirittura, se su Vado-CUS uscisse l’1 in schedina, senza obbiettivi!) potrebbe rivelarsi un scoglio insormontabile. I pegliesi, che il loro obbiettivo di salvezza l’hanno raggiunto settimane fa, faranno comunque la loro partita per cercare di chiudere bene la stagione negli impegni che restano. Si inizierà alle 18.15.

Domenica al Geodetico di Vado si giocherà sapendo come sarà andata a Santa Margherita, e i vadesi di coach Costa cercheranno di massimizzare la distanza dal Tigullio, nell’ottica di giocarsi con le massime chances la qualificazione alle semifinali sullo stesso parquet la settimana prossima. Come detto, i vadesi non perderanno la possibilità di qualificazione in caso di sconfitta con il CUS: l’unico svantaggio sarebbe, non restando davanti di 2 punti, non poter sfruttare anche il cospicuo vantaggio negli scontri diretti in termini di differenza canestri. I ragazzi di Pansolin e Taverna non hanno assilli di punti, e questo potrebbe far pensare ad un atteggiamento meno combattivo, ma sappiamo che ai genovesi perdere non sta mai bene, è successo a Santa Margherita poche settimane fa e certamente il ricordo è ancora intenso: cercheranno comunque di portarsi a casa un altro referto rosa. Palla a due alle 18.15 anche in questo caso: questa credo di potervela raccontare in diretta su Facebook.

Tutti i verdetti importanti del girone B sono già stati decisi: Spezia prima già da settimane e Ospedaletti secondo dopo la vittoria a Chiavari. Si gioca quindi solo per le statistiche, in questo caso con entrambe le partite sabato 7.

Ad Ospedaletti si incrociano le due già semifinaliste, che però ovviamente non si riincontreranno più a meno che non vadano entrambe in finale: i ragazzi di coach Lupi ospitano quelli di coach Padovan in uno scrimmage che servirà soprattutto per mantenere la tensione agonistica e come preparazione per le semifinali. Spezia può provare a conservare l’imbattibilità in questa seconda fase, Ospedaletti può provare a dimostrare che tra le quattro semifinaliste non è necessariamente una di quelle destinate a soccombere. La palla a due sarà alzata alle 18.30.

Nella gara che si svolgerà con lo stesso identico orario di inizio a Sarzana si affrontano invece le due deluse del girone, i biancoverdi che hanno dovuto arrendersi velocemente a non poter lottare per la qualificazione, e l’Aurora Chiavari che invece ha alzato bandiera bianca solo nell’ultimo turno disputato, quando gli ospedalettesi hanno messo al sicuro il loro secondo posto proprio espugnando il PalaCarrino. Comunque sia una delle due potrà ottenere un successo in questa seconda fase, cosa che ai sarzanesi di Giannetti ancora manca, mentre nel caso di coach Marenco proprio l’andata aveva fornito l’unico referto rosa del gironcino.

Situazione e partite in programma:

C Silver Liguria 2017-2018 – 2a fase – Girone A – Giornata n. 5
08/04/2018 – 18:15 PALL. VADO AZIMUT CONSULENZA-CUS GENOVA ASD n.d.; Punti: 12+18=30
07/04/2018 – 18:15 AS D.TIGULLIO SPORT TEAM-AD BASKET PEGLI n.d.; Punti: 10+0=10

C Silver Liguria 2017-2018 – 2a fase – Girone B – Giornata n. 5
07/04/2018 – 18:30 SARZANA BK LUNA ABRAVISI SRL-AD AURORA BASKET CHIAVARI n.d.; Punti: 2+8=10
07/04/2018 – 18:00 B.C.OSPEDALETTI SASTRI SAM-SPEZIA BASKET CLUB AD n.d.; Punti: 12+18=30

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

C Silver – CUS e Ospedaletti vincono e si incroceranno in semifinale; Vado sopravanza il Tigullio, Spezia vince l’ultimo derby stagionale

Posted by superbasketball su 26 marzo 2018

La C Silver turno dopo turno aggiunge dettagli alla griglia dei playoff. Da ieri sappiamo che CUS e Ospedaletti, dopo le rispettive vittorie decisive, si incroceranno in una delle semifinali; nell’altra Spezia attende di sapere l’avversaria, e anche se Vado ora ha 2 punti di vantaggio sul Tigullio è possibile che tutto si decida sull’ultima sirena al Geodetico.

Il PalaCUS ha visto i biancorossi Pansolin e Taverna (Dufour 23, Bedini 18) risolvere la questione primo posto praticamente già dal primo quarto della sfida con il Tigullio (Wintour 11, Caversazio 9), il team che nell’andata aveva inflitto loro uno stop che di fatto oltre a lanciare i tigullini verso una rimonta (da ieri più difficile) sulla seconda posizione del Vado, aveva anche lasciato aperta la lotta per la prima posizione del gironcino. Quando nel primo quarto la squadra di casa ha infilato 6 triple, più un gioco da 3 punti di Dufour (3 delle bombe erano sue tra l’altro), e la frazione si è chiusa su un eloquente 26-8, è apparso abbastanza chiaro che la serata per il team di Annigoni e Pieranti era abbastanza distante da quella della vittoria dell’andata. Nel secondo tempino i sammargheritesi facevano un po’ meglio, riuscendo a riportare il divario sui 10 punti, ma ci pensava Bedini dall’arco, colpendo ben 3 volte, a confermare la supremazia genovese dai 6.75 metri. Ciononostante, Tigullio restava attaccato al risultato, non fuori gara, mandando a segno quasi tutti, pur con tanti errori. Nel terzo quarto però la situazione precipitava in modo praticamente definitivo: Annigoni era costretto a panchinare Zolesi con 4 falli dopo due fischi ravvicinati ad inizio tempino, Dufour trovava molti punti nel gioco interno (più la sua quarta tripla), e il CUS scappava via. Il risultato diventava abbastanza scontato, come sancito dal tabellone al 30′, con il punteggio sul 61-40; i cussini raggiungevano anche il +26 e poi c’era soprattutto spazio per gli under. Nell’ultimo quarto il CUS toccava quota 12 triple a segno, praticamente metà del fatturato finale, Tigullio a sprazzi dava segni di vita ma subiva comunque la sconfitta, alla fine con un divario di 18 punti. Prova abbastanza rassicurante per i genovesi, che sanno già ora anche l’avversaria, l’insidioso Ospedaletti, e nei prossimi 2 turni in trasferta a Vado e in casa con Pegli potranno di fatto già giocare preparandosi per i playoff veri e propri. Per il Tigullio per il secondo posto forse cambia poco: dovrà comunque, immaginando che Vado non batta i genovesi nel prossimo turno, fare 4 punti nelle prossime 2 partite, ma se Vado dovesse vincere anche la prossima, allora al Geodetico dovrà vincere addirittura di 22 punti per ribaltare anche la differenza canestri.

Stavolta foto e telecronaca sono state un po’ sconvolte da un problema tecnico alla mia telecamera, accidentalmente rimasta accesa nel pomeriggio prima della partita e quindi rivelatasi totalmente scarica (per fortuna il problema pare fosse solo quello, a me sul momento sembrava impazzita) all’accensione sulle tribune del PalaCUS: ho fatto tutto col cellulare, il che ha reso più interessante la cosa su Facebook perché di fatto è stata la mia prima diretta video. Purtroppo il mio telefono dopo un po’ per qualche bug si è rifiutato di riprendere i video in orizzontale (sono riuscito a ripristinare la rotazione automatica solo a casa dopo un riavvio, altrimenti non ne voleva sapere), e quindi sono stato costretto a riprendere tutto il resto con l’odiosa schermata verticale. Ne consegue che il filmato caricato su Youtube è francamente molto “diludente” (manca anche l’inizio del secondo quarto, quando lottavo, finendo col perdere, con la rotazione dell’immagine), e me ne scuso con voi, ma non avevo alternative. Foto non ho praticamente potuto farne.

.

Domenica pomeriggio al PalaSharkers Pegli e Vado si sono affrontate per il secondo match di giornata del girone, che i ragazzi di Costa hanno chiuso a proprio favore nella seconda frazione, quando hanno raddoppiato il divario già ottenuto alla fine della prima, salendo ad un +23 che non lasciava più grandi chances ai padroni di casa. Coach Piastra ha provato a rimescolare un po’ le carte con la zona nella seconda metà di gara, ottenendo un certo rallentamento dei biancorossi, che hanno subito un po’ di recupero degli arancioblu, sino al risultato finale che premia un po’ anche gli sforzi degli Sharkers, arrivati anche a -11 ma tenuti a distanza. I 2 punti sono preziosi per i vadesi, che rimettono la testa avanti nella corsa al secondo posto: nel prossimo turno ospitano il CUS, mentre il Tigullio fa lo stesso con Pegli, e il pronostico “lineare” li porterebbe all’ultimo atto del Geodetico con i sammargheritesi in parità, cosicché sarà una sfida semplice, chi vince regna. A meno di un colpaccio contro i genovesi, che renderebbe importante anche il +21 che tuttora vantano sui ragazzi di Annigoni e Pieranti.

Tutto definito ormai nel girone B, in cui Spezia sarà prima e Ospedaletti secondo.

Infatti nella serata di sabato gli orange di coach Lupi (Cavallaro 16, Colombo 14) hanno chiuso i conti, in trasferta, con l’Aurora (Poltroneri 12, Calzolari 9), andando ad espugnare con autorità il Palacarrino e strappando il timbro sul secondo posto nel gironcino che vale la semifinale con il CUS. Un po’ meno che al PalaCUS, anche la partita di Sanpierdicanne è stata di fatto decisa dalla prima frazione, con l’Ospedaletti partito forte e soprattutto capace di tenere a stecchetto le punte avversarie: il vantaggio del primo tempino è stato portato sino all’intervallo lungo, anche se i ragazzi di Marenco hanno provato a tornare in partita, poi è cresciuto gradualmente nella seconda metà di gara, man mano che il cronometro avvicinava alla sirena finale. Il +4 a due turni dalla fine con il 3-1 sui chiavaresi dà ai ponentini la certezza di restare davanti qualsiasi cosa succeda nelle restanti partite, in casa con Spezia, un anticipo di Top Four, e a Sarzana. Per l’Aurora svanisce la possibilità di raggiungere un obbiettivo che sarebbe stato davvero una grande impresa: la stagione però direi che è “mezza piena”, con una salvezza anticipata, lo scalpo di Spezia e queste emozioni della seconda fase. Che finirà con un po’ di garbage, con due trasferte fastidiose a levante, a Sarzana e poi a Spezia.

Infine, l’ultimo derby di Spezia. Al Palasprint è arrivata una Sarzana (Casini 28, Ferrari 17) priva di Tesconi, ma anche di Carnesi e con Dell’innocenti costretto in panca per onor di firma, troppo poco per il gruppo di Giannetti per opporsi ai ragazzi di Padovan (Garibotto 29, Steffanini 18) che dal secondo quarto in poi hanno dilagato superando il centello. La partita non aveva null’altro in palio che la soddisfazione per un referto rosa, e i bianconeri hanno ottenuto abbastanza agevolmente questo obbiettivo (e con le altre sfide stagionali tutti i derby spezzini quest’anno sono stati  vinti, per un 4-0 nei confronti dei biancoverdi e il 2-0 sul Follo). La Tarros del presidente Caluri giocherà le ultime 2 gare (sabato 7 a Ospedaletti, domenica 15 in casa con l’Aurora) in preparazione della semifinale, attendendo di sapere con chi dovrà giocare, e forse dovrà aspettare sino all’ultimo. Sarzana ha le ultime due in casa, contro gli stessi avversari dei bianconeri, ma invertiti, e sperando di recuperare qualcuno per dopo Pasqua, cercherà più che altro di chiudere al meglio, magari con qualche punto in più.

Dunque la C Silver si prende qualche giorno e torna il 7 aprile, per risolvere l’ultimo dubbio. Poi toccherà alle Top 4 darsi battaglia nel bracket finale.

Situazione:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

C Silver – CUS ha il match point per il primo posto, a Chiavari Aurora e Ospedaletti per la semifinale

Posted by superbasketball su 22 marzo 2018

I gironcini della C Silver iniziano il ritorno, e potrebbe esserci almeno un altro verdetto dopo questa quarta giornata che è divisa equamente tra sabato e domenica.

Nel girone A infatti il CUS riceve, sperando di vendicarsi della sconfitta patita all’andata,  la visita dell’insidioso Tigullio di Annigoni e Pieranti. All’esordio nella seconda fase i genovesi avevano dovuto accontentarsi del referto giallo, per la seconda volta in stagione, dopo una prestazione abbastanza incolore. La vittoria, meritata ma forse anche un po’ insperata, ha rilanciato le quotazioni dei sammargheritesi, che infatti ora sono a pari punti con Vado, in piena lotta per la seconda posizione e formalmente addirittura per insidiare la prima dei ragazzi di Pansolin e Taverna: se gli ospiti sbancassero il PalaCUS con 12 punti di scarto ribalterebbero infatti anche la differenza canestri con i genovesi. E’ vero che al CUS bastano comunque 2 punti anche nei turni successivi per trarsi d’impaccio, ma formalmente i tigullini sono gli unici che possono ancora aritmeticamente attaccare la prima posizione (Vado ha lo 0-3 dal CUS e anche se impattasse in classifica sarebbe dietro). C’è sempre il discorso dell’imbattibilità nel’impianto di viale Gambaro, per cui alla palla a 2 delle 21 di sabato ci si aspetta una capolista determinata a chiudere i discorsi. E come succede quasi sempre, ci si aspetta anche la presenza di un blogger a raccontarvi la partita in diretta e in differita…

Domenica invece a Pegli, ovviamente dopo aver metabolizzato il risultato della sera prima, il Vado di coach Costa arriva con l’obbiettivo di piazzare il 4-0 sui ragazzi di coach Piastra e, se il fattore campo del PalaCUS sarà stato rispettato, rimettere 2 punti di distacco tra sé e il Tigullio. All’andata a Vado fu vittoria netta per i biancorossi, che restano avvantaggiati rispetto ai sammargheritesi (per i 3 scontri diretti già giocati e avendo la quarta sfida in casa all’ultima giornata) ma non possono perdere punti contro l’ultima del girone se non vogliono perdere la priorità nella corsa al secondo posto. I pegliesi nel turno scorso però non hanno giocato male di fronte al CUS, subendo di fatto solo un paio di folate di cui una pesante nel primo quarto, e se riuscissero ad evitare passaggi a vuoto potrebbero dare un po’ di filo da torcere ai vadesi. L’inizio è previsto per le 18.30.

Nel girone B, in cui Spezia è già certa del primo posto, sabato alle 21 si gioca il clou del turno, lo scontro diretto tra Aurora Chiavari ed Ospedaletti. I gialloblu si ritrovano a passare in poche settimane dalla lotta per la salvezza, dalla quale sono usciti praticamente a poche giornate dalla fine della prima fase, alla possibile qualificazione per le semifinali, che sarebbero credo un traguardo impensabile a inizio stagione, per quanto dalla stagione scorsa il team di Marenco si fosse rafforzato in particolare con gli innesti degli ex sestrini. Sabato possono giocarsi gran parte delle chances davanti al proprio pubblico: ma l’avversaria, l’Ospedaletti di coach Lupi, è squadra in crescita, che durante l’anno non sempre è riuscita a fornire le prestazioni della quale era accreditata, ma che ora sembra aver ingranato e si pone come seria candidata per andare a sfidare le due migliori nelle semifinali, specialmente se riuscirà a ad essere al completo. L’andata in via Isnart era stata decisa da un solo canestro di differenza, il che fa sì che gli scontri diretti dicano 2-1 e +9 per gli orange: obiettivo dell’Aurora sarà vincere e magari di 10, il che darebbe loro un doppio vantaggio, come se fossero avanti di 3 rispetto agli ospedalettesi, mentre per i ponentini potrebbe bastare la vittoria, immaginando che nelle sfide restanti con Sarzana e Spezia tendenzialmente entrambe le contendenti potrebbero fare lo stesso numero di punti (2?), per ottenere a loro volta la stessa prevalenza. Dovrebbe essere una partita interessante, se la posta in palio, così alta, non la renderà un po’ nervosa.

Ultimo derby spezzino della stagione: domenica al Palasprint Spezia ospita Sarzana (palla a due alle 18). Si gioca per le statistiche, perché da un lato i ragazzi di Padovan sono certi della prima posizione, e quindi in questo girone di ritorno puntano più che altro a recuperare gli acciaccati e a preparare la semifinale, in attesa di sapere l’avversaria, e dall’altro lato i sarzanesi di Giannetti dopo la trasferta con sconfitta di Ospedaletti del turno scorso sono ora impossibilitati a raggiungere le squadre che li precedono. All’andata i bianconeri vinsero a Sarzana ma non largamente, vedremo se i biancoverdi (che, ricordo, non possono schierare Tesconi colpito da lunga squalifica) faranno meglio in trasferta.

Situazione e partite in programma:

C Silver Liguria 2017-2018 – 2a fase – Girone A – Giornata n. 4
24/03/2018 – 21:00 CUS GENOVA ASD-AS D.TIGULLIO SPORT TEAM n.d.; Punti: 16+10=26
25/03/2018 – 18:30 AD BASKET PEGLI-PALL. VADO AZIMUT CONSULENZA n.d.; Punti: 0+10=10

C Silver Liguria 2017-2018 – 2a fase – Girone B – Giornata n. 4
24/03/2018 – 21:00 AD AURORA BASKET CHIAVARI-B.C.OSPEDALETTI SASTRI SAM n.d.; Punti: 8+10=18
25/03/2018 – 18:00 SPEZIA BASKET CLUB AD-SARZANA BK LUNA ABRAVISI SRL n.d.; Punti: 16+2=18

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

C Silver – Vincono CUS e Spezia, scontro diretto al Tigullio sul Vado, Ospedaletti taglia fuori Sarzana

Posted by superbasketball su 18 marzo 2018

La C Silver conosce già due semifinaliste (Spezia e CUS) e una (Spezia) è anche certa di essere prima e di giocare contro la seconda dell’altro girone. Spezzini e genovesi tornano dunque nelle prime 4 come l’anno scorso, e attendono di conoscere le proprie avversarie.

Il terzo turno dei gironcini è iniziato venerdì sera nella cornice della palestra pegliese di via Cialli, dove, davanti al sottoscritto e ai suoi potenti mezzi multimediali, si sono affrontati il Basket Pegli e il CUS Genova nel coda-testa del girone A. Si è imposto come da pronostico il team ospite (Dufour 23, Bedini 19), in virtù soprattutto di un break fulmineo ottenuto nel finale del primo quarto, e di un paio di triple da KO piazzate dal “killer” Dufour nell’ultima frazione, quando Pegli (Nicoletti 19, Bochicchio 8) ha provato a gettare il cuore oltre l’ostacolo. Infatti, il team di Piastra, pur in formazione abbastanza anomala, era partito con buona convinzione, alternandosi ai biancorossi nel comando del punteggio nel primi minuti, ma negli ultimi 2′ del primo tempino i ragazzi di Pansolin e Taverna hanno piazzato la botta che poi si è rivelata decisiva, scappando sul +11 in un amen. Nel quarti centrali, in cui comunque entrambe le squadre hanno ruotato tutti gli effettivi, il divario si è blandamente allargato sino al +19 del 30′. Gli ultimi 10′ hanno visto appunto i pegliesi provare con un certo profitto a ridurre il gap: partendo con un 5-0 gli arancioblu sono riusciti a tornare a -14 e poi con la tripla di Nicoletti di tabella al 35′ a -12, ma dopo qualche azione con botta e risposta nel minuto successivo Marco Dufour ha infilato 2 bombe consecutive e il CUS ha ripristinato il ventello di vantaggio che si è praticamente portato sino alla sirena finale. Con questi due punti i cussini sono certi della qualificazione alle semifinali, non della prima posizione perché in teoria il Tigullio può ancora passare davanti (deve però vincere di 12 al PalaCUS, che è proprio la prossima partita in programma, sabato alle 21). Quanto ai pegliesi, sconfitta onorevole, con qualche buon segnale di orgoglio, anche se a parte i minuti iniziali per il resto della gara sono ovviamente sempre stati decisamente dietro: domenica prossima altra partita al PalaSharkers, contro Vado.

Solite foto e solita telecronaca qui sotto.

2017-2018 C Silver 2a fase gir A Pegli-CUS.

Sabato pomeriggio a Santa Margherita Tigullio e Vado si giocavano nello scontro diretto gran parte delle loro possibilità di qualificazione: una vittoria vadese avrebbe forse chiuso i discorsi (+4 e 3-0 sul tigullini nel caso): invece si sono imposti i ragazzi di Annigoni e Pieranti (Arhangelski 16, Zolesi e Radchenko 15), che così hanno potuto riagganciare i vadesi (Fazio 16, Tsetserukou 11) anche se gli scontri diretti li penalizzano ancora (1-2 e -21). La gara ha avuto un primo scossone nella seconda frazione, quando i padroni di casa sono arrivati anche al +12, sfruttando la vena di Radchenko; ma la terza frazione ha rimescolato tutto e Vado ha rimesso il naso avanti, salvo poi lasciare di nuovo prendere il comando del punteggio ai sammargheritesi. Nell’ultimo quarto i ragazzi di Costa raggiungevano ancora la parità a quota 61 a un centinaio di secondi dalla sirena finale, ma di lì in poi si dimostravano imprecisi dalla lunetta, mentre Tigullio sfruttava tali occasioni al meglio e prendeva il vantaggio che valeva il referto rosa e l’aggancio. Resta il ritorno, che a questo punto potrebbe essere, nell’ultimo turno, praticamente un quarto di finale ad eliminazione diretta, se le due squadre arrivassero alla pari il 15 aprile, come sembra probabile, o anche con Tigullio avanti di 2; se invece Vado fosse avanti di 2 lunghezze, al Tigullio servirebbe non solo espugnare il Geodetico, ma imporsi di ben 22 punti (allo stato attuale il quoziente complessivo vadese è migliore, non basta impattare vincendo di 21 punti). Nel prossimo turno le due squadre avranno impegni in trasferta: Tigullio in casa del CUS, al quale proverà a ripetere lo scherzetto dell’andata, e Vado a Pegli, dove spera di tornare al referto rosa che manca appunto dall’andata con gli arancioblu.

Tutto giocato sabato il girone B, ma in orari diversi.

Si è cominciato a ponente nel pomeriggio: l’Ospedaletti ha ricevuto la visita del Sarzana. Gli orange hanno vinto nettamente la sfida con i biancoverdi (Ferrari 23, Dell’innocenti 12): i ragazzi di Lupi (Generale 26, Colombo 20) hanno avuto un avvio sprint a suon di bombe, e all’intervallo lungo erano avanti di 14 punti. Brava Sarzana a non mollare, pur priva di Tesconi (squalificato per 5 turni dopo l’espulsione di Chiavari, stagione finita per lui): i biancoverdi sono tornati a 2 possessi soli di svantaggio, ma di nuovo i padroni di casa hanno chiuso difensivamente e riallungato, stavolta in nodo definitivo, concedendosi anche un’ultima frazione di ampie rotazioni. Con l’ottima vittoria gli ospedalettesi, che avendo reinserito anche Generale (e che prestazione la sua, con ben 26 punti a referto!) sono certamente ancor più insidiosi per chiunque, si confermano come pretendente alla semifinale, mantenendo la posizione davanti all’Aurora, con la quale sabato prossimo si incroceranno a Chiavari, in una sfida che dirimerà la priorità dovuta agli scontri diretti, e potrebbe decidere definitivamente chi accederà alla seconda posizione. I sarzanesi invece sono ora aritmeticamente, come Pegli nell’altro raggruppamento, certi di non poter arrivare alla seconda posizione (e anche la terza è quasi certamente irraggiungibile): entreranno comunque nelle partite del ritorno come mina vagante, anche se il derby in arrivo al Palasprint con Spezia appare chiuso.

In serata, partita favorevole allo Spezia di coach Padovan, che a Chiavari arrivava dopo una settimana difficile dal punto di vista fisico (Pipolo, Manzini e Dalpadulo con febbre, Peychinov con i soliti problemi al gomiti e Canti addirittura assente). I bianconeri (Bracci 14, Steffanini 13) hanno comandato nel punteggio per tutta la partita, con un massimo vantaggio di 17 punti: sembrerebbe la cronaca di una gara tranquilla, e invece gli spezzini sono stati ad un passo dal perderla, quando nell’ultimo quarto la fatica si è probabilmente fatta sentire e i gialloblu di Marenco (Poltroneri 17, Calzolari 12), quest’anno davvero insidiosi per gli spezzini, hanno rosicchiato punto su punto, arrivando al -2 e palla in mano, sbagliando una prima tripla e poi, a meno di 4″ dalla fine, tirando nuovamente senza fortuna la bomba della probabile vittoria. Sul rimbalzo successivo veniva mandato in lunetta Steffanini che suggellava la vittoria bianconera, che valeva anche la certezza del primo posto (+6 e 3-0 su Ospedaletti a 3 giornate dal termine), e quindi della semifinale con il vantaggio del campo, per il team del presidente Caluri. Al Palasprint domenica prossima si gioca l’ultimo derby spezzino stagionale, contro Sarzana, ma per coach Padovan le gare da qui alla fine del girone serviranno più che altro per recuperare gli acciaccati e preparare gli scontri finali. Quanto ai chiavaresi, per loro c’è ancora aperta la chance del secondo posto, che possono conquistarsi in casa, la settimana prossima, contro Ospedaletti; e per gli aurorini sarebbe davvero un risultato spettacolare, ricordando la stagione precedente e le tante vicissitudini di questa.

Situazione:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

C Silver – Terzo turno della seconda fase con sfide critiche per le qualificazioni

Posted by superbasketball su 15 marzo 2018

Chiuso il discorso retrocessione, in C Silver possiamo concentrarci sui “playoff”. I gironcini sono infatti al terzo turno, e le partite cominciano a diventare davvero pesanti per la definizione dei primi due posti degli stessi.

Nel girone A il CUS di Pansolin e Taverna gioca in anticipo venerdì sera a Pegli (per evitare un doppio impegno ravvicinato, il 16 a Varese per il torneo universitario ci saranno tanti giocatori già impegnati in C Silver): è il testa-coda, anzi, coda-testa del gironcino, con i pegliesi a quota 0 e i cussini a quota 14. Soprattutto, per i genovesi una vittoria metterebbe in sicurezza la qualificazione alle semifinali, perché qualunque siano i risultati delle partite successive sarà impossibile per Vado e Tigullio raggiungere entrambe quota 16. In campo pegliese ovviamente si pensa a fare una buona partita, non avendo velleità di classifica, e magari migliorare quantomeno il divario dal CUS, che nelle due gare della prima fase ha accumulato un +61 sui ragazzi di Piastra, Griffanti Bartoli e Pozzi.

Sabato invece scontro diretto tra Tigullio e Vado al palazzetto di Via Generale Liuzzi. I vadesi ci arrivano con 2 punti di vantaggio, e il 2-0 (e +25) della prima fase. Per Annigoni e Pieranti il primo obbiettivo è l’aggancio, che non può essere sorpasso perché in ogni caso saranno sotto 1-2, e in subordine la riduzione della differenza canestri, in modo poi da poter avere la chance, vincendo a Vado, di ribaltare il vantaggio, che potrebbe essere determinante. I ragazzi di Costa e dei Dagliano vengono da un’ottima gara a Genova, e se riuscissero invece nell’impresa di espugnare ancora Santa e di andare sul +4 e 3-0 sui sammargheritesi, metterebbero una serissima ipoteca sulla seconda piazza (la prima, col CUS sul 3-0, ormai è improbabilissima, servirebbe un girone di ritorno cussino disastroso). Si preannuncia una gara molto viva!

Nel girone B si gioca tutto sabato. La capolista Spezia torna sul luogo del delitto, solo che nei gialli è l’assassino che lo fa, qui è la vittima: a Chiavari qualche settimana fa infatti i bianconeri persero la gara e di fatto anche la chance di ottenere il primo posto nella prima fase. I ragazzi di Marenco sono ancora totalmente in lotta per la seconda posizione, appaiati all’Ospedaletti, e anche se sembra improbabile assistere a un’altra partita negativa degli spezzini al Palacarrino a distanza di poche giornate, proveranno a fare un risultato importante che aumenterebbe notevolmente le loro chances di arrivare in semifinale. Coach Padovan però non dovrebbe aver fatto fatica a stimolare i suoi ragazzi a far dimenticare quella serata, anche se la qualificazione alle semifinali già acquisita magari qualche effetto potrebbe averlo.

In via Isnart coach Lupi e i suoi ragazzi attendono la visita del Sarzana. Sono le due sconfitte del turno scorso, che però ormai hanno obbiettivi realisticamente diversi, dato che l’Ospedaletti può legittimamente sperare di sopravanzare l’Aurora al secondo posto, e anzi al momento è favorita avendo tra l’altro già giocato con Spezia, mentre Sarzana è ormai impossibilitata a raggiungerlo e verosimilmente dovrà accontentarsi di chiudere al meglio la sua stagione facendo buone prestazioni e prendendosi qualche scalpo. Vedremo se l’orgoglio dei biancoverdi renderà la partita equilibrata: in stagione gli orange vantano il 2-0 (+14), e i 2 punti casalinghi sono veramente importanti per, probabilmente, ritrovarsi secondi alla fine dell’andata.

Situazione e partite in programma:

C Silver Liguria 2017-2018 – 2a fase – Girone A – Giornata n. 3
17/03/2018 – 18:15 AS D.TIGULLIO SPORT TEAM-PALL. VADO AZIMUT CONSULENZA n.d.;
16/03/2018 – 21:15 AD BASKET PEGLI-CUS GENOVA ASD n.d.;

C Silver Liguria 2017-2018 – 2a fase – Girone B – Giornata n. 3
17/03/2018 – 18:00 B.C.OSPEDALETTI SASTRI SAM-SARZANA BK LUNA ABRAVISI SRL n.d.;
17/03/2018 – 21:00 AD AURORA BASKET CHIAVARI-SPEZIA BASKET CLUB AD n.d.;

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

C Silver – Ardita salva, Follo scende! CUS in affanno nel finale ma resiste al Vado, Spezia risponde con Ospedaletti, bene Tigullio e l’Aurora a “trazione Poltroneri”

Posted by superbasketball su 12 marzo 2018

La C Silver ha un primo verdetto definitivo: l’Ardita Juventus ha vinto il playout battendo in trasferta il Follo, per cui i nerviesi sono salvi mentre i follesi devono mestamente fare le valigie e scendere in D regionale.

Per una volta partiamo infatti col parlare della questione salvezza, perché da ieri sera l’Ardita Juventus 1906 può programmare la prossima stagione in questa categoria, mentre il Basket Follo deve rassegnarsi a scendere al piano di sotto. I ragazzi di Chiesa (Pietronave 29, Visca 15), non senza sudarla, hanno espugnato infatti il PalaBiagini, e con la vittoria del sabato precedente ottenuta in casa hanno cumulato il 2-0 che ha chiuso senza bisogno di gara3 il playout. Non è stato facile, e già il 69-72 finale potrebbe farlo capire, ma se aggiungiamo che i ragazzi di Cristelli (Petani 28, Canini 19) nella seconda parte di gara avevano preso il comando delle operazioni e che al 34′ il loro vantaggio era di ben 12 punti, mi pare che si possa davvero parlare di una grossissima occasione sprecata per i biancocelesti, che hanno buttato, anche per merito degli ospiti ovviamente, la possibilità di impattare la serie e di tornare sabato prossimo a Genova per la bella. Non è andata così, perché l’Ardita ha recuperato e ribaltato, e sulla sirena ha potuto festeggiare una salvezza che, pur essendo pronosticabile a bocce ferme, nelle due gare è stata meno tranquilla di quel che si poteva supporre: ma i genovesi mantengono i piedi in C Silver anche per la prossima stagione. Complimenti alla società del presidente Molisani! Per i follesi la stagione è stata certamente dura: schierati al via un po’ forzatamente quando avrebbero più facilmente rinunciato, hanno stretto i denti e subito anche sconfitte pesanti, ma nell’atto finale hanno davvero dato il massimo e chiuso, pur sconfitti, con la sensazione di aver fatto il possibile, anche se con la macchia dei minuti finali. Mestamente, come fa notare la società, Follo torna dove aveva iniziato oltre 20 anni fa (e in effetti da quando ne parlo nel mio blog, ma anche prima, quando me li ricordo nella stagione in cui l’Effe2000 salì in B, sono sempre stati non solo in questa categoria, ma come una delle migliori squadre, o addirittura in C nazionale o C1 che dir si voglia). In bocca al lupo per la società degli Amadori, che speriamo di veder risalire al più presto!

Parlando invece della seconda fase, abbastanza impropriamente definita “playoff” (a questo punto dovremmo parlare di “quarti di finale a gironi”?), il secondo turno ha avuto direi un andamento più prevedibile del primo.

Era iniziato venerdì, quando nell’anticipo chiavarese l’Aurora si era imposta in volata e in recupero sul Sarzana, soffocando praticamente le velleità dei biancoverdi di affacciarsi nella lotta per le semifinali. Partiti male, i gialloblu (Poltroneri 24, Costacurta 14) erano scivolati indietro sul parquet di casa, con i ragazzi sarzanesi (Dell’Innocenti e Ferrari 17), ancora agli ordini di coach Toffi, avanti anche di una ventina di punti; finché non si è scatenato Poltroneri, tra l’altro inizialmente in panca, che è entrato in quel particolare stato di trance in cui riusciresti anche a tirare un elefante dentro al cerchio, e con sette triple a segno ha materializzato una rimonta che sembrava improbabile, permettendo ai ragazzi di Benvenuto di giocarsi i 2 punti nel finale, e alla fine di ottenerli. Sarzana come in altre occasioni ha buttato via la partita negli ultimi minuti, ed è tornata a casa con un pugno di mosche: i 2 punti in classifica non permettono più di immaginare scenari di semifinale. Sabato prossimo i biancoverdi sono attesi ad Ospedaletti. L’Aurora, che ha riagganciato gli orange anche se è dietro per gli scontri diretti, nel prossimo turno giocherà ancora in casa, con Spezia, nel remake della gara più bella giocata quest’anno dai chiavaresi.

Sabato l’unica gara disputata è stata quella del PalaCUS, Cus-Vado. Non pochi i problemi logistici nell’occasione, perché una manifestazione alla fiera di Genova ha creato un ingorgo di proporzioni bibliche che ha fato varie “vittime”, tra cui coach Taverna tra l’altro, non arrivato alla gara, e l’intero gruppo vadese, arrivato alla spicciolata a pochi minuti dall’orario di inizio, che è stato poi posticipato di una quindicina di minuti. Scongiurato il rischio di no game, all’avvio però i ragazzi di coach Costa (Pelegi 12, Lo Piccolo 11) hanno avuto una partenza difficile, andando subito sotto 7-0 e ritrovandosi dopo il primo quarto con uno svantaggio già in doppia cifra (20-9), con Dufour già a quota 11. I genovesi (Dufour 27, Bedini 19), che hanno potuto finalmente rischierare Nicola Vallefuoco, nella seconda frazione raggiungevano anche il massimo vantaggio di 13 punti, per poi subire un po’ il recupero ospite: Vado vinceva infatti la seconda frazione e tornava al -8 a metà gara. Al rientro il CUS premeva sull’acceleratore, e col tiro pesante colpiva più volte con Bedini, Mangione e Dufour, costruendo una frazione fruttuosa vinta 27-15 che li portava ad un +20 che dava l’impressione di partita chiusa. E invece non era così: l’ultimo quarto vedeva i cussini trovare il canestro solo un paio di volte con Cassanello e per il resto solo dalla lunetta, e così pian piano gli ospiti limavano lo svantaggio, sinché a 2′ dalla fine Pelegi riceveva e scaricava nel canestro la sua seconda tripla del quarto, che valeva il 67-64. Di lì in poi però nessuno segnava più dal campo: Vado perdeva palla (rimessa assegnata a CUS, un po’ dubbia a dire il vero) sull’azione del possibile pareggio, poi prima Dufour e poi Bedini facevano 2/2 dalla lunetta e i padroni di casa potevano trarre un bel sospiro di sollievo. L’imbattibilità del PalaCUS tiene, ma Pallacanestro Vado ha davvero fatto una buona gara e sabato a Santa Margherita può andare a giocarsi un di match point per le semifinali, mentre il CUS andrà a Pegli venerdì per lo stesso obbiettivo.

Foto (poche) e video della BraunCam qui sotto!

2017-2018 C Silver 2a fase Cus-Vado

.

Nella gara del Palasprint tra Tarros Spezia e Ospedaletti, buona vittoria dei padroni di casa (Peychinov 18, Garibotto 15), che hanno disinnescato il pericolo orange con un primo quarto favorevole che ha dato ai bianconeri un vantaggio già in doppia cifra, che i ragazzi di Lupi (Cruz 12, Colombo e Cavallaro 9), pur lottando meglio nelle rimanenti frazioni, non sono riusciti a colmare. Ospedaletti ha avuto un momento in cui sembrava poter avvicinarsi ad inizio di terzo quarto, poi però gli spezzini hanno riallungato e solo nell’ultima frazione gli ospiti hanno potuto ridurre un po’ il gap. La Tarros sale quindi a quota 14, mentre gli ospedalettesi rimangono a 8, appaiati all’Aurora, anche se davanti per gli scontri diretti: il team del presidente Caluri è certo della qualificazione alle semifinali, perché è impossibile che Ospedaletti e Aurora passino entrambe davanti agli spezzini. Nel prossimo weekend trasferta del team di Padovan a Chiavari, un incrocio che qualche settimana fa aveva dato luogo ad una sorpresa per loro negativissima, mentre i ponentini ospiteranno in via Isnart il Sarzana con la speranza di approfittare di una congiuntura favorevole e tornare secondi da soli.

Infine, al Palasharkers è uscito il 2, con il Tigullio capace quindi di restare a punteggio pieno in questa seconda fase. I padroni di casa (Mozzone 10, Nicoletti 9), con molte assenze, tutto sommato hanno fatto una discreta partita, anche difensivamente, limitando i danni e restando aggrappati alla partita per più di tre quarti, ma i ragazzi di Annigoni e Pieranti (Caversazio 13, Vexina A. 11) hanno comunque tenuto sempre il vantaggio nel punteggio e chiuso con il +13 che, tra le altre cose, esclude matematicamente la qualificazione degli arancioblu alla fase successiva. I biancorossi tigullini sabato prossimo avranno un fondamentale scontro diretto casalingo con Pallacanestro Vado, che non sarà magari conclusivo ma è snodo cruciale per, almeno, il secondo posto e le semifinali, visto che la distanza in classifica è ora di solo 2 punti tra le due (ma i vadesi vantano il 2-0 e il +25 in differenza canestri). I pegliesi di coach Piastra invece giocheranno nuovamente in via Cialli, dove arriverà il CUS per l’ennesimo derby stagionale: si giocherà venerdì in anticipo.

Situazione:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – 2° turno per gironcini e playout

Posted by superbasketball su 8 marzo 2018

Dopo il primo turno dei gironcini con già una sorpresa, siamo alla seconda giornata e ci saranno senz’altro gare utili per la classifica; ma soprattutto a Lerici si gioca gara2 del playout tra Follo e Ardita, con i follesi spalle al muro e a un referto giallo dalla discesa in D.

Nel girone A il KO subito dal CUS a Santa Margherita ha accorciato la classifica delle prime 3, Tigullio si è avvicinata ma non ha guadagnato su Vado, che ora è a 2 punti dai genovesi. Sulla carta, sabato sera al PalaCUS (ore 21) i vadesi potrebbero addirittura agganciare il team di Pansolin e Taverna, ma servirebbe un exploit dei ragazzi di Costa e una dèbacle casalinga dei cussini che sarebbe una notizia ancor più grossa di quella di sabato scorso. Precedenti a favore dei genovesi: 2-0 in campionato e vittoria in semifinale di Supercoppa a settembre. Quali che siano i risultati però, il CUS non avrà la certezza aritmetica delle semifinali, perché anche un +8 sul Tigullio con 4 gare potrebbe sulla carta non bastare ancora. Domenica alle 18.30 in via Cialli invece il Pegli di coach Piastra ospiterà i sicuramente galvanizzati ragazzi di Annigoni e Pieranti, che a loro volta, sperando in un esito “regular” (secondo pronostico insomma) della partita del giorno prima, con sconfitta del Vado, potrebbero invece vincendo accorciare le distanze dalla seconda in classifica, e puntare all’aggancio nella sfida diretta del sabato successivo. Gli arancioblu però sul campo di casa cercheranno di far dimenticare le ultime uscite piuttosto sotto tono, e di ottenere i primi punti in questa seconda fase.

Per lo Spezia di coach Padovan dopo la prima giornata la situazione è migliorata, perché il vantaggio sulla terza, l’Aurora, è salito a 6 punti Il secondo turno propone la sfida prima contro seconda, perché domenica al Palasprint alle 18 arriva l’Ospedaletti di coach Lupi. I bianconeri sono favoriti dal pronostico, ma servirà probabilmente una prestazione più convinta di quella di Sarzana, dove hanno a lungo consentito ai biancoverdi di cullare il sogno di vincere il derby. Gli orange hanno dovuto vincere la gara con l’Aurora un paio di volte, specialmente dovendo resistere nel finale al ritorno dei gialloblu, ma quando trovano la vena giusta possono mettere in difficoltà tutti (anche il CUS in via Isnart ha rischiato un po’ nel finale). Il girone inizia il turno in realtà già domani, venerdì, a Sanpierdicanne, quando alle 21 si sfideranno le due sconfitte della prima giornata, ovvero l’Aurora e Sarzana. Entrambe sulla carta possono ancora provare a inserirsi o quantomeno possono togliersi delle soddisfazioni, e così Marenco/Benvenuto e Giannetti/Bencaster proveranno a spronare i propri ragazzi per ottenere il primo referto rosa della seconda fase; per i chiavaresi potrebbe anche portare al riaggancio dell’Ospedaletti.

Ma il top della tensione del turno sarà al PalaBiagini sabato alle 21: gara 2 del playout potrebbe infatti già essere definitiva, se i nerviesi di coach Chiesa bisseranno con il Follo e conquisteranno il punto del 2-0. Coach Cristelli conta sul campo di casa e sui segnali positivi visti in gara 1, in cui i suoi ragazzi hanno tenuto viva la fiammella riuscendo a rientrare da un passivo pesante sino a rimettere in discussione il risultato. Il tempo è scaduto: o Follo trova la forza di vincere il suo primo incontro stagionale, o dovrà logicamente imboccare la via della serie D per la prossima stagione. L’Ardita spera ovviamente di chiudere il discorso e di imboccare la A12 per il ritorno a Genova con il pass per la C Silver per la stagione 2018-2019. Auguriamoci che sia una partita interessante al di là della posta in palio!

Situazione e partite in programma:

C Silver Liguria 2017-2018 – 2a fase – Girone A – Giornata n. 2
10/03/2018 – 21:00 CUS GENOVA ASD-PALL. VADO AZIMUT CONSULENZA n.d.; Punti: 12+10=22
11/03/2018 – 18:30 AD BASKET PEGLI-AS D.TIGULLIO SPORT TEAM n.d.; Punti: 0+6=6

C Silver Liguria 2017-2018 – 2a fase – Girone B – Giornata n. 2
09/03/2018 – 21:00 AD AURORA BASKET CHIAVARI-SARZANA BK LUNA ABRAVISI SRL n.d.; Punti: 6+2=8
11/03/2018 – 18:00 SPEZIA BASKET CLUB AD-B.C.OSPEDALETTI SASTRI SAM n.d.; Punti: 12+8=20

C Silver/M 2017-2018 – Playout – Turno unico – Gara 2
10/03/2018 – 21:00 BASKET FOLLO AD-ASD ARDITA JUVENTUS  (serie 0-1)

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Colpaccio Tigullio col CUS; vittorie per Spezia, Vado e Ospedaletti. 1-0 sofferto per Ardita nel playout

Posted by superbasketball su 5 marzo 2018

La C Silver inizia la sua seconda fase con una sorpresa, la sconfitta del CUS a Santa Margherita! Spezia invece espugna Sarzana, e vincono Ospedaletti e Vado. Nel playout Follo spaventa il PalaMajorana ma poi cede e sabato sarà spalle al muro.

A Santa Margherita si consuma la prima sorpresa dunque di questa seconda fase. Il Tigullio di Annigoni e Pieranti (Caversazio 16, Arhangelski 13) ha steso il CUS di Pansolin e Taverna (Dufour 17, Bedini 12) sul parquet di via Generale Liuzzi, in una gara condotta con vantaggi anche ampi, che i genovesi non sono riusciti a ricucire. Peraltro, in situazione e con modalità diverse, anche al PalaCUS con Sarzana era andata così sino a metà dell’ultima frazione: qui i cussini non hanno trovato lo sprazzo giusto, e i ragazzi di casa a loro volta hanno tenuto duro e portato a casa una vittoria importante che riapre un po’ tutti i giochi nel gironcino. Come avevo accennato alla vigilia, una vittoria genovese avrebbe assegnato al CUS con certezza uno dei primi 2 posti con 5 turni di anticipo, e così non è stato. C’è quindi da fare i complimenti ai ragazzi e allo staff tecnico del Tigullio: “Ciao Bruno! Grazie intanto per i complimenti… sono due punti che ci fanno tanto morale per affrontare le prossime partite!“, risponde coach Marco Annigoni. “Ci siamo prefissati con i ragazzi di uscire da questo gironcino senza rimpianti. Quindi di dare tutto nelle 6 partite e vedere alla fine dove saremo in classifica. Siamo partiti con il piede giusto! Da sottolineare un’ottima prestazione corale e soprattutto una grande applicazione difensiva!“. Da segnalare la prestazione del rientrante Arhangelski, che stavolta è stato davvero un fattore. Da parte CUS, detto che le assenze di Nicola Vallefuoco e di capitan Bestagno qualche strascico se lo portano dietro, almeno in termini di ampiezza delle rotazioni, coach Pansolin ha individuato nell’errore strategico di voler giocare sullo stesso piano dei padroni di casa la motivazione principale della sconfitta: “Guarda, cerco di essere sintetico: la sconfitta è figlia del fatto che non siamo riusciti a imporre il nostro modo di fare pallacanestro. Loro hanno fatto una partita di grande ritmo, di grande intensità e di grande, se vogliamo, ‘confusione’ tattica: però è il loro modo di giocare, cioè sparigliare le carte in tavola per andare a gran velocità. Noi invece di fermarci a giocare a pallacanestro abbiamo giocato come come volevano loro“. Nessun dramma, d’altronde il CUS resta il candidato principale alla posizione di testa di serie numero uno anche dopo questo KO, né particolari recriminazioni per gli episodi: “Perdere una partita non è un dramma nel momento in cui fai un’analisi di quello che è andato storto e lo correggi per il futuro. Non ci siamo abituati, nel senso che noi fortunatamente negli ultimi due anni di partite ne abbiamo perso veramente molto poche, quindi a un certo momento sembravamo quasi straniti per essere sotto nel punteggio: questa cosa mi ha lasciato un po’ di stupore. Poi ci sono degli episodi, qualche fischio non condivisibile, ma episodi: la realtà delle cose è che noi abbiamo fatto una partita giocata secondo quello che loro volevano invece di imporre quello che piace fare a noi“. Da segnalare anche l’assenza del vostro blogger, che ovviamente nel giorno della vittoria contro pronostico del Tigullio sulla prima della classe non ha dunque potuto darvene conto in diretta, e poi in differita con le immagini. Scusate, ma tengo famiglia e ogni tanto 😉 devo considerare anche loro. Mi segno un punto in meno e vado avanti. Nel turno prossimo il CUS ospita in viale Gambaro il Vado, oggi vincente e quindi minacciosamente vicino; i sammargheritesi vanno in casa del Pegli, e se anche lì andassero a punti, come a questo punto il pronostico esigerebbe, diventerebbero effettivamente pericolosi per le prime due posizioni.

Tenendo gli avversari sotto i 40 punti, vincere è più semplice: è riuscito ai biancorossi della Pallacanestro Vado (Anaekwe 16,  Fazio 14), che hanno messo decisamente sotto i ragazzi del Pegli di coach Piastra (Zaio M. 9, Corba 8). Netto il divario finale, lievitato tempino per tempino e salito oltre il trentello alla sirena conclusiva, con i pegliesi veramente poco produttivi in avanti (5 e 9 punti segnati nelle frazioni centrali) e in difficoltà nel limitare i lunghi di casa. I ragazzi di Costa salgono pertanto a quota 10 e sabato avranno l’ebbrezza di andare al PalaCUS con addirittura la possibilità dell’aggancio ai genovesi in caso di vittoria (ma viceversa con una sconfitta si potrebbero ritrovare il Tigullio alle costole), mentre gli arancioblu tornano in via Cialli dove domenica proveranno ad arginare il prevedibile entusiasmo del Tigullio.

Non è stato banale il derby di Sarzana per la Tarros Spezia: i biancoverdi di coach Toffi (Tesconi 17, Ferrari e Dell’innocenti 12), in sostituzione per l’occasione di coach Giannetti, hanno proseguito sulla falsariga del match di Genova, mettendo in difficoltà i più quotati bianconeri (Peychinov 21, tutte triple, Garibotto 12). Partita praticamente punto a punto, con vantaggi sempre limitati per le due contendenti, risolta poi dai ragazzi di Padovan con un break ottenuto nell’ultima frazione, quando dal 52 pari gli ospiti sono pian piano saliti al +9 che hanno poi difeso negli ultimi giri di lancette. Ancora una buona prestazione sarzanese con calo esiziale nell’ultimo quarto, che però potrebbe essere sufficiente in futuri impegni come venerdì sera magari, nell’anticipo a Chiavari; non una grande prova degli spezzini, che però vincono e salgono a quota 12, il che non chiude i discorsi per la prima posizione, ma se arrivasse domenica il 3-0 sull’Ospedaletti con conseguente +8 in classifica, allora sì che i giochi sarebbero fatti, Chiavari ovviamente permettendo.

Nell’altra gara del girone, lo “spareggio” delle seconde, l’ha spuntata in volata l’Ospedaletti di coach Lupi (Cruz Salas 17, Cavallaro 16) sull’Aurora di coach Marenco (Ferri 26, Ciotoli 14). Privi di Colombo e con Cacace febbricitante, l’arma in più per gli orange è stato certamente il dominicano Cruz Salas, che ha imperversato sui due lati del campo; ma per i padroni di casa, che erano riusciti a scappar via nelle prime 3 frazioni, il finale è stato da brividi, con i chiavaresi a risalire la china a suon di triple, sbagliando però quella del possibile sorpasso, che avrebbe beffato gli ospedalettesi, nell’ultimo assalto. Con questi 2 punti Ospedaletti avanza la propria candidatura al “senato” della C Silver, ovvero il novero delle semifinaliste, avendo acquisito 2 punti in graduatoria e il 2-1 sui chiavaresi che li seguono al terzo posto: ma devono andare al Palasprint e se l’Aurora facesse invece risultato in casa con Sarzana, tutto tornerebbe in discussione (la differenza canestri sui chiavaresi è solo +9, ribaltabile al ritorno).

Last but not least, almeno in quanto a pathos, parliamo del playout. In via Allende in gara 1 del playout tra Ardita Juventus e Basket Follo si è imposta la squadra di casa (Pietronave 24, Visca 14), che però ha trovato davvero notevole resistenza nei ragazzi di Cristelli (Langone 18, Canini 14), che non hanno mollato sino alla fine e perso poi per solo due possessi dopo essere arrivati al -4 nelle ultime azioni risalendo dal +10 che i ragazzi di Chiesa avevano costruito nell’ultimo quarto (a 3′ dalla sirena conclusiva) dopo la parità assoluta a metà gara. Sabato sul campo di casa e con il sostegno del proprio pubblico i follesi devono riprovare e fare ancora meglio, ma è chiaro però che i nerviesi hanno confermato di poter vincere la serie. Ne riparleremo tra qualche giorno.

Situazione:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Al via la seconda fase e il playout

Posted by superbasketball su 1 marzo 2018

Siamo al primo weekend della seconda fase della C Silver: iniziano i gironcini e c’è anche gara1 del playout tra Ardita e Follo.

La prima fase ha infatti decretato la suddivisione delle prime otto nei due raggruppamenti: dopo andata e ritorno di questi gruppi le prime due di ogni girone giocheranno incrociandosi le semifinali playoff. Le classifiche iniziali determinate dagli scontri diretti già giocati sono ovviamente favorevoli soprattutto alle prime due della regular season, con CUS a quota 12 e Spezia a quota 10 nei rispettivi gironi, entrambe avanti di 4 punti rispetto all’inseguitrice più vicina, Vado per i genovesi e la coppia Ospedaletti-Aurora per gli spezzini.

Nel girone A Tigullio ragionevolmente è l’unica che può inserirsi nelle prime posizioni, ma chiaramente non deve assolutamente perdere colpi soprattutto rispetto al Vado, anche perché parte con lo 0-2 negli scontri diretti rispetto al team di coach Costa; quindi circoletto rosso intorno alla terza e alla sesta giornata per entrambe le formazioni perché sono probabilmente i turni chiave, quelli in cui si incrociano. Sabato pomeriggio alle 18.15 la truppa di Annigoni e Pieranti parte ospitando il CUS di Pansolin e Taverna, che in settimana ha incassato il responso negativo sul ginocchio di Bestagno (crociato, stagione di fatto conclusa per il capitano cussino) ma dovrebbe recuperare Bedini. I genovesi giocano per dare il colpo del knockout, perché avendo già un +8 dalla terza (facciamo conto +9 col 2-0), proprio il Tigullio stesso, con una vittoria sarebbero già certi della semifinale, anche se magari non da prima. Nell’altra gara del girone domenica i vadesi ospitano alle 18.15 il Pegli di coach Piastra, che senz’altro gioca questa seconda fase senza particolari pressioni: sarà una sfida tra giovanissimi probabilmente a ritmi alti, con i padroni di casa che ovviamente sperano di poter ritrovarsi domenica sera a loro volta a +6 rispetto alla terza.

Più complessa la situazione del girone B, con Spezia di coach Padovan avanti di 4 punti rispetto alla coppia a quota 6, e impegnato nel derby a Sarzana (sabato alle 20.30) contro un team che nelle ultime giornate ha fatto bene, come ad esempio al PalaCUS, anche se non ha raccolto tutto quello che avrebbe sperato coach Giannetti. Fatte le proporzioni, per la Tarros una vittoria darebbe in questo caso non la certezza aritmetica ma comunque il matchpoint per il turno successivo (in casa con Ospedaletti), mentre al contrario i biancoverdi vincendo potrebbero addirittura sperare in una rimonta, oltre ad averne sicuramente un giovamento psicologico globale. Alle 18 del sabato avranno già giocato invece Ospedaletti e Aurora, che spareggiano tra di loro per la seconda posizione provvisoria nel girone: negli scontri diretti gli orange di Lupi sono avanti solo per differenza canestri (+7), e pur essendoci anche il ritorno, chi vince chiaramente potrà arrivare alla seconda curva (leggi seconda giornata) sapendo di poter comunque restare davanti all’altra, avendo a quel punto il 2-1 a favore. Pronostico direi a favore dei padroni di casa, anche se i ragazzi di Marenco possono sempre dire la loro.

Ancora più significativa la gara 1 dei playout che è prevista al PalaMajorana  sabato alle 21.30, perché in al massimo 3 gare in questa serie si decide chi resta e chi scende. Sabato l’Ardita Juventus di coach Chiesa ha la missione di togliere sin da subito le speranze alla sfidante Follo: è chiaro che il pronostico, dopo una stagione così in cui l’ultima in classifica ha vinto solo una partita a tavolino, non può che preferire i nerviesi, ma certamente i ragazzi di Cristelli, in una situazione ora davvero di ultima (penultima) spiaggia, non possono lasciarsi retrocedere senza tentare il tutto per tutto. Vedremo, gara 1 è comunque solo il primo atto, gara 2 è prevista per sabato prossimo a Lerici e là comunque si andrà.

Situazione e partite in programma:

C Silver Liguria 2017-2018 – 2a fase – Girone A – Giornata n. 1
03/03/2018 – 18:15 AS D.TIGULLIO SPORT TEAM-CUS GENOVA ASD n.d.; Punti: 4+12=16
04/03/2018 – 18:15 PALL. VADO AZIMUT CONSULENZA-AD BASKET PEGLI n.d.; Punti: 8+0=8

C Silver Liguria 2017-2018 – 2a fase – Girone B – Giornata n. 1
03/03/2018 – 18:00 B.C.OSPEDALETTI SASTRI SAM-AD AURORA BASKET CHIAVARI n.d.; Punti: 6+6=12
03/03/2018 – 20:30 SARZANA BK LUNA ABRAVISI SRL-SPEZIA BASKET CLUB AD n.d.; Punti: 2+10=12

C Silver/M 2017-2018 – Playout – Turno unico
03/03/2018 – 21:30 ASD ARDITA JUVENTUS-BASKET FOLLO AD  (serie 0-0)

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Finita la prima fase, definiti i gironcini, ora seconda fase e playout

Posted by superbasketball su 26 febbraio 2018

La C Silver ha chiuso dunque la prima fase, assegnando tutte le posizioni dei due gironcini. Nella giornata finale le due partite più importanti per chiudere i conteggi sono terminate entrambe con vittorie esterne.

Al PalaCUS il pronostico che era favorevole ai padroni di casa rispetto agli ospiti del Sarzana si è confermato, ma la gara è stata divertente e tutt’altro che scontata. Il CUS aveva ben tre defezioni: oltre a Vallefuoco e Bestagno infortunati, anche Angelo Bedini si presentava in borghese, per qualche risentimento fisico, per cui Pansolin e Taverna avevano in panchina oltre ai ’99 anche due 2000. Un buon inizio genovese sembrava indicare una partita comunque controllata dal CUS, ma Sarzana reagiva e dopo aver riagganciato passava davanti. Sotto di 2 alla sirena, i biancorossi ripartivano meglio a inizio secondo quarto, ma ancora i biancoverdi, con Ferrari e Casini, tornavano sopra e anzi a metà gara erano davanti di 4 lunghezze. Anche al rientro dagli spogliatoi il CUS risaliva, ma implacabile il team di Giannetti arrivava all’ultima sirena intermedia sempre avanti di 4 lunghezze, e addirittura nell’ultimo tempino saliva al massimo vantaggio, sul 54-61 a 7’26” dal termine della gara. Qui però Dufour e Zavaglio nel giro di 90 secondi impattavano, e malgrado il timeout ospite i padroni di casa confezionavano un 14-0 complessivo, sempre ad opera del duo suddetto, che Ferrari provava a contrastare con una tripla che riapriva i giochi a circa 2′ dal termine. Subito dopo Dufour si inventava un tiro da 9 metri che tagliava le gambe alla resistenza sarzanese: gli ospiti non segnavano più e i cussini allungavano sino al +11 finale. L’imbattibilità del PalaCUS vacilla un po’ ma resiste quindi: CUS primo con 34 punti su 36 disponibili, e in attesa di capire se può recuperare qualcuno per il gironcino che inizierà a breve, e nel quale inizierà con già 12 punti di base, ritrovandosi con il Vado come secondo incomodo (8), Tigullio (4) e Pegli (0). Sarzana che ha fatto un’ottima partita, pur ottenendo poco ieri dal neo inserito Carnesi, chiude al settimo posto in virtù del risultato di Pegli, con un buona impressione complessiva, di squadra comunque in crescita rispetto agli inizi, alla quale qualche volta mancano gli ultimi minuti al livello sufficiente per portare a casa il referto rosa, ma che nella seconda fase, nel girone B insieme a Spezia, Ospedaletti e Aurora, può cercare di farsi valere, anche se probabilmente non può pensare di intrufolarsi tra le semifinaliste.

Qui sotto, foto e la consueta differita registrata in diretta durante l’effettuazione della diretta audio su Facebook (sempre grazie a chi ascolta live!).

2017-2018 C Silver CUS-Sarzana.

Non ci sono stati scossoni a Lerici, dove la Tarros Spezia (Garibotto 24, Steffanini 18) ha potuto tenere in panca Peychinov imponendosi comunque nettamente sul Follo (Canini 14, Petani 11). I bianconeri hanno segnato un centello esatto, chiudendo il discorso dopo un secondo quarto vinto 37-6. Dunque anche Spezia chiude la prima fase con un score impressionante, 32 punti su 36, è seconda con un vantaggio di 10 punti sulla terza, e guiderà il gironcino B che inizierà con 10 punti  in saccoccia. Coach Padovan non ha già la certezza ovviamente della semifinale, ma è difficile immaginare una inversione dei ruoli che impedisca di vedere Tarros e CUS impegnate nelle due diverse semifinali, per poi probabilmente (gli interessati si grattino pure 😉 ) rivedersi in finale come l’anno scorso. Quanto a coach Cristelli, dopo una lunga sofferenza in questa prima fase ora arrivano i giorni che decidono tutto: già sabato sera a Genova ci sarà gara 1 del playout con l’Ardita, dove i follesi arrivano senza aver mai ottenuto sul campo un referto rosa. Serve un colpo di reni davvero importante.

Ospedaletti (Zunino 21, Cruz Salas 19) sul campo di casa non ha lasciato speranze ad un Ardita (Visca 12, Pietronave 10), andata comunque a ponente già con una squadra “futuribile”, zeppa di under, per una partita già abbastanza chiusa nel pronostico. Netto il vantaggio dei padroni di casa già nelle prime frazioni, e chiusura con punteggio alto per gli orange, malgrado l’infortunio, da valutare, a Colombo: con la vittoria hanno escluso subito la possibilità di finire quinti, e il risultato di Santa Margherita ha lasciato poi loro il terzo posto. Posizione che molti assegnavano agli uomini di Lupi già a settembre, ma che non è stata facile da ottenere, perché l’Ospedaletti non ha disputato un girone continuo: decisive le 6 vittorie nelle ultime 7 gare.  Coach Chiesa pensa già a sabato, deve radunare le energie mentali del suo gruppo per assicurarsi la permanenza nella serie, cominciando bene in gara 1.

Sin qui le gare del sabato.

Nella giornata di oggi sono arrivati invece i 2 risultati che hanno chiuso la prima fase.

A Santa Margherita i vadesi di coach Costa (Pesce 20, Fazio 16) hanno ottenuto il referto rosa che ha loro consentito di appaiare l’Ospedaletti, il che ha dato loro il quarto posto finale (essendo dietro agli orange per gli scontri diretti). Il Tigullio di Annigoni e Pieranti (Caversazio 15, Wintour 14) ha pertanto dovuto accontentarsi della quinta posizione, aggiungendosi proprio ai vadesi nel girone con Cus e Pegli. La partita è stata combattuta, con i vadesi nettamente avanti nella prima parte, poi recuperati dai padroni di casa sino al 51 pari; i sammargheritesi però nel finale hanno visto gli ospiti riallungare senza riuscire più a ricucire, e dal possibile terzo posto (avrebbero avuto il vantaggio negli scontri diretti con Ospedaletti) i tigullini si sono ritrovati quinti, un piazzamento che li penalizza ulteriormente nel gironcino, dove ritrovano proprio i vadesi e quindi possono far valere solo i 4 punti ottenuti con il Pegli. Incrocio davvero strano questo nel finale di stagione. Entrambe le squadre comunque hanno saputo conquistare posizioni di prestigio e con compagini giovani, anzi, soprattutto nel caso dalla Pallacanestro Vado dopo il ko dei due senior, giovanissime!

Partita abbastanza a senso unico invece quella di Pegli, dove l’Aurora Chiavari (Ferri 16, Poltroneri 15) dopo 20′ era già avanti 16-45 e ha chiuso poi con un quarantello di scarto, prendendosi il sesto posto addirittura con 4 punti di vantaggio su Sarzana e, appunto, il Pegli di coach Piastra (Corba 11, Nicoletti 8), rimasto quindi ottavo dopo questa pesante sconfitta casalinga. L’Aurora si aggrega dunque al gironcino B portandosi dietro Sarzana, mentre i pegliesi, arrivati al finale un po’ in apnea (fondamentale la vittoria con l’Ardita) ma comunque salvandosi in anticipo e arrivando alla seconda fase, ritrovano il CUS per un altro paio di derby, il Vado e il Tigullio nel gironcino A, con 0 punti in quanto con le squadre in questione in stagione sono arrivate solo sconfitte. Obbiettivo degli arancioblu sarà senz’altro provare a togliersi quello zero; per i chiavaresi di Marenco invece, a pari merito con Ospedaletti al secondo posto, a 6 punti frutto di 3 vittorie casalinghe (attenzione al “fattore Sanpiedicanne” dunque!), c’è addirittura sulla carta la possibilità di lottare per la semifinale, anche se nel gironcino le favorite restano Spezia e gli orange. Già questo mi sembra un bel successo per la stagione dell’Aurora.

Dunque, ecco la composizione dei due gironcini, dei quali naturalmente si attende il calendario, che si articolerà nelle consuete (per gironi di andata a ritorno di 4 squadre) sei giornate:

Girone A: CUS GE pt. 12; Vado 8; Tigullio 4; Pegli 0

Girone B: Tarros SP pt. 10; Ospedaletti, Aurora Chiavari 6; Sarzana 2

I dettagli sono nelle mie tabelle che ormai da qualche erano già presenti, in via ufficiosa, sotto alla mia classifica generale.

Per inciso, la probabilità di questi gironcini per me era del 21.5%, la seconda più probabile dopo quella che vi avevo messo e che aveva il 25% totale. C’è di peggio! Sulla composizione, a parte Ospedaletti e Tigullio che sono “nel girone sbagliato”, sono quasi girone ponente e girone levante. E Pegli è l’unica macchia di colore diverso in un girone biancorosso. A parte queste considerazioni, ehm, di colore, i calendari saranno importanti, perché se arrivassero subito risultati che chiudessero il discorso per le prime due posizioni, sarebbe un po’ un peccato per l’interesse dei restanti turni.

E dal weekend prossimo, parte anche il playout, a quanto pare si parte alle 21.30 al PalaMajorana.

Ovviamente in settimana cercherò di informarvi non appena si saprà qualcosa.

Situazione:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Ultima della prima fase che definirà i due gironcini. Un po’ di ipotesi…

Posted by superbasketball su 21 febbraio 2018

La C Silver gioca l’ultima giornata della fase di qualificazione. In questo turno solo na gara è ininfluente del tutto sulle classifiche e sulla seconda fase, il derby Follo-Spezia: tutte le altre concorreranno a definire le posizioni tra la terza e l’ottava, la composizione dei gironcini A e B e anche con quanti punti le varie squadre ci arriveranno, per cui di fatto sin dopo le 20 di domenica, prima che termini Pegli-Aurora, non potremo esprimerci.

Partiamo dalla lotta per le posizioni dalla terza alla quinta.

Innanzitutto le gare in programma: una è lo scontro diretto, direttissimo anzi, tra Tigullio e Vado, che inizierà alle 18.15 di domenica, quando le due squadre sapranno entrambe il risultato del giorno prima di Ospedaletti, ovvero se gli orange avranno, come si pensa, battuto l’Ardita sul proprio campo o meno. In caso di vittoria dei ragazzi di Lupi, chi vincerà arriverà insieme all’Ospedaletti e l’altra squadra sarà quinta. Se vince Tigullio, essendo in vantaggio sugli orange negli scontri diretti il team di Annigoni e Pieranti sarà terzo; se vince Vado, sarà invece terzo l’Ospedaletti, con i vadesi quarti. Se Ospedaletti perdesse, la vincente di Santa Margherita sarebbe terza, e il quarto e quinto posto sarebbe deciso con lo stesso criterio di cui sopra: Vado finirebbe nel caso quinta (Ospedaletti quarto) mentre il Tigullio resterebbe quarta, con Ospedaletti quinto. Insomma, a seconda dei risultati ognuna delle tre squadre in lotta può avere una qualsiasi delle tre posizioni in palio. Fin qui relativamente semplice. Ci siete ancora?

Parliamo ora delle altre tre posizioni, sesta, settima e ottava. Anche qui sono due le partite che contano, quella di sabato alle 18.45 tra il CUS di Pansolin e Taverna e il Sarzana di Giannetti e Bencaster, e quella di Pegli di domenica alle 18.30 tra il team di Piastra e l’Aurora Chiavari di Marenco. Anche in questo caso, lo scontro diretto della domenica avverrà sapendo il risultato del sabato, che a dir la verità, anche con il CUS un po’ malandato fisicamente (Bestagno infortunato, acciacchi e assenze), secondo il pronostico credo abbastanza diffuso potrebbe sancire la sconfitta di Sarzana. In tal caso il risultato di domenica potrebbe permettere al Pegli di saltare davanti ad entrambe (Pegli a pari di Aurora ma davanti per il 2-0 negli scontri diretti), o in caso contrario, con l’Aurora vincente, restare ottavo. In caso di una impresa sarzanese al PalaCUS, se vince l’Aurora saranno i chiavaresi nettamente sesti, con Sarzana settima e Pegli ottavo, ma se vincesse Pegli, con l’avulsa a quota 14 la classifica sarebbe Sarzana-Pegli-Aurora. Anche qui, le squadre possono ottenere una qualsiasi delle tre posizioni. OK?

E poi c’è Follo-Spezia, sabato alle 21, che si gioca per le statistiche. Immagino che entrambi i team sfrutteranno questa gara per provare delle cose, e dare anche spazio a chi ha avuto meno minuti. Perché sia per Padovan sia per Cristelli il risultato non conta per cambiare qualcosa; anche se certamente una vittoria dei follesi farebbe notizia. Entrambe comunque guardano oltre, alla seconda fase, decisamente diversa per le due formazioni.

E ora veniamo ai gironcini, che non sono facili da immaginare senza fare un bel po’ di calcoli. Io ho fatto tutte le simulazioni, e sperando di non aver fatto errori, vi dico che le situazioni che si possono avere dopo l’ultima giornata si dividono in 9 casi, alcuni dei quali vengono (su 32 possibili combinazioni di 5 risultati, anche se a dir la verità tutti questi conti si potevano fare escludendo del tutto il derby spezzino e considerando 16 casi con le altre 4 partite) da molti più casi (anche 8), altri da meno casi (2). Se contiamo semplicemente i casi, i gironcini che risultano più volte (8, appunto) sono questi due (le abbreviazioni penso siano evidenti):

A: CUS 12, OSP 6, VAD 4, PEG 2

B: SPE 10, TIG 6, AUR 6, SAR 2

mentre ad esempio questi gironcini:

A: CUS 12, TIG 4, OSP 4, AUR 4

B: SPE 12, VAD 8 , SAR 4, PEG 0

compaiono solo in 2 casi.

Se poi proviamo a dare delle probabilità di vittoria alle varie squadre nelle partite, e qui ovviamente ognuno potrebbe metterci del suo ed ottenere risultati un po’ diversi, allora ciascuno dei 32 casi avrà una probabilità diversa, e ogni combinazione di gironcini avrà una probabilità di verificarsi che è la somma di tutte le probabilità dei casi che danno origine a quel gironcino. E allora vi dico che, per me, la prima combinazione che vi ho elencato è la più probabile, con il 25.00% di probabilità totale, ma non molto più probabile di una che ha il 22.50% di probabilità, un’altra che ha il 17.50%, e una terza che ha il 15.75% di probabilità, mentre la seconda che ho elencato ha solo lo 0.75% di probabilità di verificarsi (ma certamente per farmi fare brutta figura sarà quella reale 😉 ).

Qualche altra cosa si può dire sui punteggi di partenza nei gironcini: possono variare anche molto! Un caso eclatante tra i due esempi che vi ho fatto è Vado, che passa da 4 a 8 punti o viceversa, o anche il fatto che Spezia non è sicura di essere a punteggio pieno, perché se pesca l’Aurora alla quale ha lasciato una vittoria di punti se ne ritroverà 10 e non 12. CUS non rischia nulla, l’unica che potrebbe togliere punti ai genovesi è la Tarros che è certamente nell’altro girone però (e comunque se fosse stato possibile anche la Tarros avrebbe potuto perdere 2 punti). Nella tabella che segue vedete squadra per squadra minimo e massimo dei punti che possono avere (nel gironcino in cui si trovano, qui non specificato) e una media pesata con le probabilità che risultano dai miei pronostici:  è più probabile che una squadra ottenga il valore di punti più più vicino alla media pesata. Ad esempio, Aurora tende ad averne 4, Spezia 10, CUS ovviamente 12, Tigullio più probabilmente 6 come Vado (ma attenzione, e questo non si vede, non contemporaneamente. Hahahahaha, ora vi ho perso del tutto!)

Max Min Media pesata
AUR 6 2 4.6
CUS 12 12 12
OSP 8 4 6.0
PEG 6 0 2.4
SAR 4 0 1.6
SPE 12 10 10.3
TIG 8 2 5.1
VAD 8 4 6

 

Con questo che cosa voglio dire? Non lo so. Credo di avervi confuso abbastanza, così se siete giocatori o tecnici andate in campo e giocate per vincere e stop 😉

Però una cosa è certa, sarà divertente vedere quel che succede! Appuntamento a sabato sera e a domenica sera per gli aggiornamenti!

P.S.: per impegni familiari non sono certo di riuscire a fare una diretta in questo weekend. Nel caso, spero di poter essere giustificato!

Situazione e partite in programma:

C Silver Liguria 2017-2018 – Giornata n. 18

25/02/2018 – 18:15 AS D.TIGULLIO SPORT TEAM-PALL. VADO AZIMUT CONSULENZA n.d.; Punti: 20+20=40
24/02/2018 – 18:45 CUS GENOVA ASD-SARZANA BK LUNA ABRAVISI SRL n.d.; Punti: 32+12=44
25/02/2018 – 18:30 AD BASKET PEGLI-AD AURORA BASKET CHIAVARI n.d.; Punti: 12+14=26
24/02/2018 – 21:00 BASKET FOLLO AD-SPEZIA BASKET CLUB AD n.d.; Punti: 2+30=32
24/02/2018 – 18:00 B.C.OSPEDALETTI SASTRI SAM-ASD ARDITA JUVENTUS n.d.; Punti: 20+8=28

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: