SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

"la passione, solo la passione"

Archive for the ‘Europei’ Category

Nazionale/F – Spezia e il PalaMariotti hanno ospitato la gara che ha mandato l’Italia agli Europei! YEEEEAHHH!

Posted by superbasketball su 22 novembre 2018

La Nazionale femminile è uscita ieri sera dal PalaMariotti tra gli applausi dopo la vittoria con la Svezia, e sarà di scena, insieme alle altre 13 qualificate, più le organizzatrici, agli Europei 2019 di Lettonia e Serbia!!!

Le ragazze di coach Crespi (Andrè 20, Penna 10) hanno cavalcato l’entusiasmo del palazzetto spezzino con una prima metà di gara da incorniciare, soprattutto nella seconda frazione quando le azzurre hanno dato, soprattutto con tante difese che portavano a palle perse avversarie, lo strappo che sembrava aver già deciso la gara, il vantaggio saliva oltre i 20 punti e al rientro dagli spogliatoi arrivava anche al +23. Qui si spegneva un po’ la luce. Le svedesi risalivano piano piano dal fondo del pozzo e nell’ultimo quarto facevano di nuovo paura, arrivando addirittura sul -2. Per fortuna arrivavano i punti e i rimbalzi decisivi, e la nostre chiudevano sul 62-56. Prime nel girone, un girone che era iniziato con la vittoria in Macedonia ma poi il ko interno contro la Croazia, raddrizzato vincendo in Svezia e messo sulla strada giusta la settimana scorsa a Slavonski Brod, sino all’epilogo felice di ieri sera. Unico neo (ce ne sarebbe un altro, l’assenza di liguri in campo, ma non si può avere tutto 😉 ) di quanto si è visto (tra l’altro anche in chiaro su FIBA Youtube), il mancato impiego di Raffaella Masciadri, che qualche secondo in campo forse l’avrebbe dovuto giocare, almeno quando il vantaggio era ampio (anche se Masciadri non è certo l’under da buttare dentro solo quando non conta nulla eh!), perché “Mascia” ha chiuso la sua storia con la maglia della Nazionale con un “ne” francamente evitabile.

Io non c’ero, ma mi si dice che tranne qualche piccolo problemino logistico/organizzativo tutto è filato bene nell’impianto spezzino stracolmo, dunque dopo il fantastico risultato di ieri sera (e i tanti giorni di raduno con allenamenti su due palazzetti) speriamo che questa serata non resti una cosa memorabile da tramandare di padre in figlio, e che magari succeda presto qualcosa di simile.

Qui sotto qualche fermo immagine preso dallo streaming del canale FIBA, dove potete se volete rivedere l’intera partita, partendo dall’istantanea finale.

2018-11-22 Italia-Svezia al PalaMariotti

Brave Azzurre, brava Spezia, brava Liguria!!!

Posted in Europei, Eventi, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Nazionale/F – A La Spezia la gara decisiva con la Svezia domani sera, forza azzurre!

Posted by superbasketball su 20 novembre 2018

La Nazionale femminile come saprete domani sera affronta al PalaMariotti la Svezia, e sarà la partita decisiva, come ci si immaginava, per la qualificazione agli Europei 2019 di Lettonia e Serbia.

Le ragazze di coach Crespi sono partite qualche giorno fa dal Golfo dei Poeti per andare a fare un’impresa a Slavonski Brod contro la Croazia: Masciadri & C. si sono imposte con autorità di 12 punti (Penna 17, Sottana e F. Dotto 13) e hanno tagliato fuori dai giochi le biancorosse! Resta da superare la Svezia, appaiata alle azzurre, domani sera alle 20.30 proprio sul parquet spezzino. Il secondo posto nel girone è già sicuro, ma serve essere prime per la certezza matematica di qualificarsi, perché la formula prevede che solo le migliori sei seconde degli otto gironi di qualificazione passino, e siccome la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo, non è il caso di ritrovarsi a fare i conti dei quozienti canestri: se possibile, meglio evitare! Tra l’altro, perdendo si sarebbe con uno score di 4 vinte e 2 perse, ma ci sono ben 5 squadre che potrebbero (magari non lo faranno tutte) arrivare seconde con uno score di 5-1…e ci siamo capiti.

E non bisogna neanche pensare all’andata con le gialloblu, quando le azzurre vinsero largamente in casa loro (47-69), pena prendere sottogamba il match. Ci sono buone prospettive, ma le partite cominciano dallo 0-0, c’è in palio un obbiettivo molto motivante e non si può affrontarle assolutamente pensando che siano formalità.

Speriamo soprattutto in un palazzetto strapieno (andate su Vivaticket, i biglietti al momento sono ancora disponibili) che faccia davvero da sesto uomo in campo per le nostre! Così magari questo evento potrà avere più facilmente un seguito…chissà! La Liguria ha lavorato molto per arrivare a questa serata, deve essere una festa. E poi c’è da salutare Raffaella Masciadri, per la quale quella con le svedesi sarà l’ultima partita…

Chi ha Sky potrà vedere le nostre in HD. E…no, non vado a fare la diretta streaming, altrimenti mi oscurano per sempre! 😉

Forza azzurre!!!

Posted in Europei, Eventi, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Under 14/F – Trofeo BAM, l’Italia con Pini e Arado (e Corsolini) vince il titolo 2018!

Posted by superbasketball su 22 agosto 2018

nazionaliItaliaL-top-bkgscuolambgiovanGrandi soddisfazioni per la spedizione azzurra dell’Under 14 femminile in Slovenia: le ragazze di coach Gebbia (con 2 liguri e l’assistant coach Marco Corsolini) quest’anno hanno addirittura vinto, senza sconfitte, il torneo BAM di Slovenj Gradec!

Migliorata nettamente dunque la pur buona riuscita dell’annata precedente (con Rossella Gioan e la guida di coach Marco Corsolini) quando le italiane erano giunte quarte. Stavolta le azzurre hanno sbaragliato la concorrenza e legittimato il  tutto superando in finale anche le padrone di casa…

Nell’esordio tutto facile per le nostre (Blasigh 16, Lucantoni, Arado e Zanetti 10; Pini 8) con la Bulgaria, travolta praticamente da un centello e sotto di 24 dopo la prima frazione, ma gara vinta ampiamente anche nel pomeriggio con la Serbia, doppiata dalle nostre (Pini 14, Blasigh 9; Arado 3) che hanno tenuto le avversarie a 11 punti segnati dopo l’intervallo lungo.

Vittoria direi con sufficiente sicurezza anche la mattina successiva, quando le ragazze di Gebbia (M. Villa 12, Blasigh 10; Arado, Pini 1) si sono incrociate con l’Ucraina. Restava da passare anche l’ostacolo pomeridiano dell’Ungheria, superato agevolmente dalle nostre (Blasigh 19, M. Villa 13; Arado 2, Pini 3) tenendo sempre le avversarie a distanza di tranquillità. Girone vinto a punteggio pieno e semifinale contro la seconda dell’altro girone, Israele, il giorno successivo.

Anche nella penultima gara, quella che ammetteva alla finalissima, le azzurre (Blasigh 15, Zanetti 14; Arado, Pini) sono state in grado di imporsi per tutto l’incontro, staccando subito le israeliane e chiudendo in crescendo l’ultima frazione sino al ventello di scarto finale.

E allora domenica c’era la sfida per l’oro, quella contro le slovene che nel frattempo avevano battuto in semifinale l’Ungheria. Sempre difficile giocare una finale contro le padrone di casa, eppure le nostre (E. Villa 16, Zanetti 14; Arado 2, Pini 3) l’hanno condotta dall’inizio alla fine, anche in questo caso allungando nell’ultimo tempino sino al tripudio conclusivo. Bravissime, complimenti, eccezionali! Poi c’è da fare l’encomio speciale per Vittoria Blasigh scelta come MVP, e all’altra azzurra Matilde Villa nel quintetto ideale della manifestazione. E poi le liguri: Matilde Pini, capitana della squadra, e Arianna Arado. Tanta soddisfazione, a Pegli e a Vado, per le loro prestazioni in terra slovena, speriamo che preludano a un futuro interessante, e speriamolo in generale per le giovanili femminili, perché questa nidiata non disperda le buone sensazioni lasciate!

Questa presentazione richiede JavaScript.

Ho sentito coach Corsolini di rientro dalla Slovenia, che mi ha raccontato qualcosa del weekend vissuto con le ragazze azzurre, due battute oggi al telefono mentre a Spezia arriva la Nazionale femminile, e il coach bianconero poi dovrà cominciare la preparazione con la sua Carispezia.

SBB: Ciao Marco, allora, credo sia ovvio dire che dalla Slovenia tornate contenti?

MC: Certamente, assolutamente! E’ stato un gran bel torneo e credo si possa anche dire che non ci sono state gare in cui le ragazze abbiano seriamente rischiato qualcosa. Siamo stati sempre in gran controllo e anche quella con l’Ucraina vinta con lo scarto inferiore è giustificata dall’orario di inizio, le 9 del mattino, e dal fatto che per la classifica non era molto influente. Quindi, succede raramente di poterlo dire, ma abbiamo dimostrato anche una certa superiorità! Anche nelle ultime partite, la semifinale con Israele e la finale con la Slovenia. Tutto perfetto quindi, a cominciare dal clima con i 22°C che avevamo là…

SBB: I 22°C te li invidio da questo caldo equatoriale genovese…Molto bello poter raccontare questo, dunque una leva che promette bene!

MC: Sicuramente, il materiale c’è e ora speriamo di riuscire a portarlo avanti così, perché ovviamente stiamo parlando di ragazze molto giovani. Sono poi in particolare molto contento perché quest’anno contando anche me eravamo in tre dalla Liguria! E le nostre due ragazze hanno fatto bene: Matilde Pini con un contributo da capitana vera sia dentro sia fuori dal campo, e Arianna Arado, che può ancora migliorare, ha fatto anche lei la sua parte. E’ una gioia ulteriore oltre ad aver vinto il torneo con la maglia azzurra!

Il tutto poi in un’annata in cui questo potrebbe essere l’unico vero acuto stagionale, aggiungo io, con i maschi un po’ in difficoltà e le nazionali femminili messe un pochino meglio ma con tutta probabilità anche loro senza podi, a meno che l’Under 16 non faccia una partitona stasera con la Francia e riesca almeno ad entrare nelle migliori 4 del suo Europeo.

Se volete rivedere qualcosa delle gare, potete andare al canale

https://livestream.com/accounts/2739930/U14SLOVENIABALL2018

e riguardarvi gli streaming, compreso quello della premiazione dal quale ho tratto gli screenshots di cui sopra.

Aggiungo ancora che ora tocca ai maschi, purtroppo senza liguri (Gianluca Fea di Loano era stato convocato, con Lorenzo Cuttini del My Basket “a disposizione”, ad uno degli ultimi raduni): coach Fucka li guiderà nel torneo sloveno a partire da domani con l’esordio contro la Bulgaria. In bocca al lupo anche a loro.

Posted in Europei, Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Under 14/F – Trofeo BAM, in Slovenia tanta Liguria!

Posted by superbasketball su 10 agosto 2018

nazionaliItaliaL-top-bkgscuolambgiovanL’Under 14 femminile di coach Gebbia quest’anno porta tanta Liguria al torneo BAM di Slovenj Gradec!

L’anno scorso le azzurre (con Rossella Gioan e la guida di coach Marco Corsolini) si erano piazzate quarte: quest’anno si trovano in un girone iniziale che comprende Bulgaria, Ungheria, Serbia e Ucraina. Primi impegni il 16 con Bulgaria e Serbia, chiusura del girone il 17 con Ucraina e Ungheria, poi si vedrà. Il torneo finisce il 19 agosto.

Nel gruppo convocato da coach Gebbia tanta Liguria: come assistente il già nominato coach Corsolini, ma nel novero delle 16 ragazze spiccano i nomi di Arianna Arado, Pallacanestro Vado ma quest’anno una delle protagoniste del terzo posto nazionale a Pegli, così come la pegliese Matilde Pini, appunto. Due su sedici non mi sembra malaccio. Aggiungiamoci anche il nome di Alessia Barberis, sempre Basket Pegli, tra le ragazze a disposizione, ed è una delle convocazioni più gustose di sempre per la pallacanestro femminile ligure. Certo, nel raduno precedente c’erano anche Praussello (Pegli) e Arecco (My Basket – Pegli), sempre del gruppo di questa stagione di coach Griffanti Bartoli, che sono alla fine rimaste fuori, ma accontentiamoci (noi, loro certamente lo prenderanno come stimolo per lavorare in modo ancora più efficace nella prossima stagione). Brave tutte!

Posted in Europei, Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Under 18/M – Decimo posto per Federico Miaschi e i ragazzi di Capobianco in Lettonia

Posted by superbasketball su 6 agosto 2018

Gli azzurri di Capobianco chiudono con un’ultima sconfitta gli Europei Under 18, e si devono accontentare del 10° posto. Avremmo sperato meglio, ma vista la fatica per uscire dalla zona a rischio retrocessione, che ha richiesto 2 supplementari contro la Bosnia Erzegovina poi ultima, direi che dobbiamo quasi essere comunque contenti di essere arrivati alla finale del tabellone basso.

Infatti con la Bosnia-Erzegovina, rimasta poi del tutto a secco in questa manifestazione, i nostri (Miaschi 27, Palumbo 22) hanno ottenuto, nel quarto di finale del tabellone dal nono al sedicesimo posto, una vittoria soffertissima. Un grande rischio , con i bosniaci avanti anche in doppia cifra nella seconda metà di gara, con due overtime dei quali il primo quasi vinto, e che essendo stato ulteriormente pareggiato dagli avversari ha fatto incrociare le dita temendo il peggio; ma poi per fortuna gli azzurri hanno sfruttato anche qualche uscita prematura per falli dei bosniaci per portare a casa il secondo supplementare, la partita e la salvezza anticipata (mentre la Bosnia poi è crollata finendo sedicesima).

Messa al sicuro la partecipazione alla Division A anche per la prossima edizione, si poteva anche puntare al nono posto, il massimo ottenibile a quel punto, ma occorreva vincere le due successive gare. Iniziando dalla semifinale con la Turchia, che un mese fa in preparazione a Roseto aveva battuto gli azzurri, e che veniva da una sconfitta beffa con la Lettonia negli ottavi (un solo punto contro quella che poi è stata la finalista sconfitta solo dalla Serbia, back-to-back di titoli europei per gli ex-jugoslavi), seguita da una più agevole vittoria nei quarti con la Finlandia. Partendo bene i nostri (Czumbel 17, Palumbo 14; Miaschi 10) sembravano aver già indirizzato la gara, ma i turchi sono tornati sotto e c’è voluto un provvidenziale strappo all’inizio dell’ultimo quarto per mettere in freezer la qualificazione alla finale per il nono posto. La Turchia è stata poi beffata dalla Croazia ed è finita dodicesima.

Ieri l’epilogo, contro la Spagna: gli iberici dopo aver vinto a punteggio pieno il proprio girone avevano stupito in negativo perdendo negli ottavi contro il Montenegro, che nel suo era rimasto a zero (e poi ha finito ottavo), per poi battere due buone squadre come la Grecia e la Croazia (avversarie degli azzurri nel girone) nei quarti e nella semifinale. La finale è iniziata già con l’Italia (Graziani 12, Miaschi 11) sotto nel primo quarto, e si è trasformata in una salita sempre più erta, perché dopo un iniziale riavvicinamento la terza frazione ha visto la Spagna scappar via e non voltarsi più indietro. Noni o decimi poco conta, ovviamente. Speravamo qualcosa di meglio e soprattutto sarebbe stato bellissimo agganciare uno dei primi 5 posti (conquistati nell’ordine da Serbia, Lettonia, Francia, Russia, Lituania), che qualificavano ai Mondiali Under 19 del 2019, ai quali a questo punto, a meno di organizzarli (dài presidente 😉 ), non parteciperemo. Un peccato, ma se abbiamo perso sul campo non possiamo recriminare.

Federico personalmente chiude bene, il miglior realizzatore degli azzurri, con 17.3 punti di media a gara (7° generale), a cui aggiunge 3.7 rimbalzi e 2.7 assist in 31′ di utilizzo per partita. Dati un po’ accresciuti dai numeri del doppio supplementare dei quarti di finale, certo. Forse meglio di lui come numeri il solo Palumbo, migliore come efficienza, rimbalzi e assist. Nessun riconoscimento ufficiale per i nostri, penalizzati anche dal piazzamento (a sua volta influenzato dalle prestazioni globali, ovviamente). Ultimamente ci eravamo abituati troppo bene…Comunque per Miaschi un buon viatico per la nuova stagione a Trapani, e magari qualche stimolo in più, ci sarà uno spot in Under 20 da cercare.

Ma non è finita qui, l’estate delle giovanili è solo a metà, forza azzurri e azzurre!

Posted in Campionati, Europei, Eventi, Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Under 18/M – Sfumano i sogni azzurri agli europei lettoni, si giocherà nel tabellone basso per il nono posto

Posted by superbasketball su 1 agosto 2018

Con le due sconfitte contro Lettonia e Russia, gli azzurri di Capobianco escono dalla lotta per le posizioni che contano negli Europei Under 18, e devono ora prima di tutto mettere al sicuro la permanenza in Division A, e poi se possibile puntare al nono posto, il migliore di quelli ottenibili nel tabellone basso.

Ieri nell’ultima gara del girone i nostri affrontavano la Lettonia, già sconfitta nel primo turno dalla Croazia ma capace di stoppare la Grecia. Una vittoria avrebbe potuto dare ai nostri un incrocio migliore negli ottavi, ma dopo un primo quarto punto a punto gli azzurri (Miaschi 18, Graziani 10), privi dell’apporto di Palumbo per un problema muscolare, hanno ceduto piuttosto nettamente, concedendo ai padroni di casa un vantaggio che poi hanno portato sino alla fine, relegando l’Italia in terza posizione e conquistando per sé addirittura il primo posto nel girone davanti alla Grecia.

L’incrocio col girone B ha portato i nostri a giocare oggi nell’ottavo di finale contro la Russia, seconda nel proprio girone pur a par merito con la Germania, e davanti a Francia e Turchia. Anche contro i russi un inizio discreto ci ha tenuti a contatto, ma quando gli avversari hanno preso il comando delle operazioni il gap si è allargato diventando un salita difficile, che i nostri (Miaschi 29, Palumbo 13) hanno provato a scalare, arrivando anche a due possessi dai russi, ma che poi si è irrimediabilmente riaperto, lasciando a loro strada per il quarto di finale con la Lituania, e condannando i ragazzi di Capobianco al calvario del tabellone basso, quello dal nono al sedicesimo posto, dove occorre anche evitare assolutamente gli ultimi 3 posti, che portano alla Division B per la prossima stagione. Un finale un po’ deludente, nel quale speriamo che i nostri ritrovino le energie mentali e fisiche per 3 vittorie che significherebbero un almeno dignitoso nono posto.

Domani si riposa, ma venerdì alle 19.45 con la Bosnia-Erzegovina (oggi liquidata con un trentello dalla Lituania, quarta nel girone C dietro a Spagna, Finlandia e Ucraina e ancora a secco in questa manifestazione) serve tornare al referto rosa per mettere una pietra sopra al problema salvezza e affrontare con slancio positivo le successive due partite, semifinale e finale, sperando di arrivare a lottare per la nona posizione.

Federico in queste due ultime gare ha avuto dei gran numeri come produzione offensiva, ed è ora il miglior realizzatore degli azzurri, con 18.3 punti di media a gara (5° generale), a cui aggiunge 2.5 rimbalzi e 1.8 assist in 30′ di utilizzo per partita. Non male, peccato che non sia bastato a tenere gli azzurri tra le prime 8.

Sempre forza azzurri e forza Federico!!!

Posted in Campionati, Europei, Eventi, Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Under 18/M – Sconfitta e riscatto per l’Italia in Lettonia. Novità mercato per Federico Miaschi

Posted by superbasketball su 29 luglio 2018

Inizio in agrodolce per gli azzurri di Capobianco negli Europei Under 18, con una sconfitta ampia rimediata dalla Grecia e il riscatto odierno contro la Croazia.

Ieri la Grecia ha dato una notevole dimostrazione di forza, facendo la partita e dopo una prima metà in cui gli azzurri (Palumbo 17, Dieng 13; Miaschi 6, ) erano rimasti abbastanza a contatto, riuscendo a fare il buco decisivo nel terzo quarto. I nostri hanno provato a rientrare, arrivando a due possessi e con la palla in mano, ma gli ellenici, con due ragazzi particolarmente ispirati a segnare 50 punti in due, hanno chiuso tutte le porte e il passivo finale, speriamo non particolarmente influente per il piazzamento del girone, è stato un -16 piuttosto pesante.

Oggi urgeva trovare il referto rosa contro la Croazia, e per fortuna la reazione che il coach campano sperava è arrivata. Non dalla palla a due, perché gli avversari nella prima frazione hanno messo abbastanza paura ai nostri (Miaschi e Palumbo 20), andando subito via in doppia cifra: ma dal secondo quarto si è vista un’Italia migliore, che è tornata a giocare punto a punto e nella quarta frazione ha piazzato la botta del ko, conquistando la prima vittoria nel girone. Importante per il riscatto ma anche perché la Croazia ieri aveva battuto la Lettonia, e quindi un risultato positivo dopodomani (ore 17.30 italiane) con i padroni di casa aprirebbe comunque la possibilità di piazzarsi almeno secondi nel raggruppamento A, un girone “di ferro”.

Forza azzurri e forza Federico!!!

A proposito di Federico, c’è da registrare la notizia del suo trasferimento, sempre in prestito in quanto resta affiliato alla Reyer Venezia, dalla Virtus Padova in serie B alla Pallacanestro Trapani in serie A2 (tra l’altro come il suo attuale compagno in nazionale Czumbel), dove trova un ligure che ormai è praticamente diventato trapanese, uno dei centri dominanti in A2, ovvero Andrea Renzi. Sempre più lontano da casa, ma speriamo che Federico possa avere spazio in campo nella seconda categoria assoluta! E intanto complimenti!

Posted in Campionati, Europei, Eventi, Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Under 18/M – L’Italia chiude con un buon quinto posto negli europei in Slovacchia

Posted by superbasketball su 10 agosto 2017

L’Under 18 maschile ha chiuso al quinto posto nell’Europeo di Bratislava e Piestany (Slovacchia). Un piazzamento forse un po’ stretto, ottenuto di fatto perdendo solo due partite, nei quarti con la Lituania e nel girone con la Serbia che ha poi vinto il titolo, e battendo la Spagna finalista. Un piccolo passo indietro rispetto al terzo posto ottenuto negli europei “natalizi” in Turchia, ma almeno ora coach Capobianco potrà riposarsi un po’!

La gara dei quarti con la Lituania poteva aprirci le porte del podio, che forse non avremmo neanche demeritato, e a maggior ragione se fossimo riusciti ad imporci sulla nazionale gialloverde. E i ragazzi (Ebeling 13, Pajola e Bonacini 12; Miaschi 2), dopo un avvio un po’ pesante che portava gli avversari baltici al vantaggio in doppia cifra dell’intervallo lungo, ci avevano fatto davvero sperare, riuscendo prima ad arrivare a -1 e poi a ricucire nuovamente al -2 quando alla fine della gara mancavano appena due minuti. Non è bastato però, come spesso succede quando dopo le rimonte non riesci a mettere poi nemmeno il naso avanti, e sono stati i lituani (poi terzi battendo nella finalina la Turchia) ad accomodarsi nella parte alta del tabellone, peccato, perché in una gara “sliding door” persa di fatto per poco ti resta il rammarico per quella palla, quel tiro, quella difesa malriuscita, quel libero sul ferro, che dalla possibilità di lottare per le medaglie ti fa cadere nel gruppo 5°-8° posto. Amen!

Restava comunque la possibilità, facendo bene nella successive due gare, di arrivare al quinto posto. Nel primo turno, la semifinale, agli azzurri è stata opposta la Bosnia Erzegovina, che nei quarti era stata estromessa dalla Serbia. Molto bravi i ragazzi (Palumbo 26, Vigori 11; Miaschi 3) a mettersi alle spalle la sconfitta dolorosa del giorno prima, e ad infilare i bosniaci con una partita condotta sempre, e alla fine conquistata con netto divario. Prima parte del piano B eseguita con successo!

La finale per il quinto posto ci proponeva lo scontro classico con i francesi, un po’ delusi per l’esclusione dalle gare che contano dopo che i pronostici della vigilia li davano per essere tra le nazionali lanciate verso il podio. Ebbene, se con la Bosnia era andata bene, con la Francia è andata ancora meglio, partita controllata e chiusa dai nostri (Caruso 18, Trapani e Palumbo 12; Miaschi 3) addirittura dopo la terza frazione! Quinto posto conquistato in modo autorevole dunque, a dimostrare che magari anche al piano di sopra non avremmo sfigurato. Ma il campo ha deciso che non doveva essere.

Federico Miaschi ha chiuso il suo Europeo con statistiche praticamente invariate, 10 minuti di utilizzo per gara, con 3 punti e 1 rimbalzo. L’anno prossimo sarà l’europeo della leva 2000, e probabilmente queste cifre miglioreranno, bene così.

Posted in Europei, Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Under 18/M – Anche qui siamo nelle 8! Stesa la Spagna, poi grande ottavo con la Russia, ora la Lituania nei quarti

Posted by superbasketball su 3 agosto 2017

L’Under 18 maschile di coach Capobianco (e di Miaschi) ha conquistato con due gare ottime l’accesso al tabellone delle prime 8 nell’Europeo di Bratislava e Piestany (Slovacchia). Ancora una volta Capobianco guida una formazione azzurra verso le posizioni che contano, in questa estate direi eccezionale. Speriamo che diventi un’abitudine!

La terza gara del girone, quella con la Spagna, era quella sulla carta più difficile. I nostri (Serpilli 15, Caruso 10; Miaschi 6) però l’hanno interpretata alla grande: praticamente sempre avanti, anche in doppia cifra, sono stati capaci di chiuderla (micidiale Serpilli nelle ultime azioni), sorprendendo gli iberici. Avevo detto che sarebbe stato difficile scalzarli dal primo posto del girone, invece ci siamo riusciti, ma abbiamo di fatto favorito la Serbia, perché nell’avulsa gli ex-jugoslavi hanno ottenuto il primo posto, e gli azzurri malgrado la vittoria sono rimasti terzi, il che significava dover giocare negli ottavi contro la seconda del girone A, ovvero la Russia. Però le sensazioni erano buone…

In un ottavo di finale ci si trova ad uno scambio ferroviario: chi passa gioca per le prime posizioni, chi perde resta a giocare al massimo per il nono posto. A volte basta un punticino. E allora è giusto giocarlo (come pure le seguenti gare, ovviamente, sino alla fine), al 150%: ieri i nostri (Trapani e Caruso 18, Miaschi) sono stati eccezionali in questo, soprattutto nei primi 2 quarti. Concreti e solidi in area su entrambi i lati del campo specialmente con un sontuoso Caruso (dalla schiacciata al gancio alla stoppata passando per tantissimi rimbalzi), precisi al tiro, spietati in difesa, pronti a tuffarsi sulle palle vaganti. Trapani (per me MVP ieri) era a tratti imprendibile, un razzo tra le maglie dei tramortiti ragazzi russi. Micidiale il 14-0 infilato di slancio dopo la palla a 2, e il quarto chiuso sul 30-11 già preannunciava una serata positivissima. Il secondo quarto è stato pareggiato ma reagendo al tentativo di rientro dei russi, e quindi riuscendo a non perdere l’inerzia per andare negli spogliatoi con un 47-28 superlativo. Non cambiava la musica nella ripresa, e se la terza frazione ci vedeva avanti di 21 era in realtà dopo un quarto in cui eravamo saliti al +26 dando anche spettacolo, ad esempio con Trapani che serviva l’alley-oop a Bonacina (azione replicata pochi minuti dopo). I russi riuscivano solo a sprazzi a ridurre il divario, e lo facevano con più decisione negli ultimi minuti della gara, quando un comprensibile minimo calo dei nostri permetteva loro di arrivare al -16: ma gli azzurri lottavano su ogni pallone ed era una rubata di Zampini con annessi 2 punti in contropiede a chiudere la partita sull’82-64 che sanciva un successo fantastico. BRAVISSIMI!!!

E ora? Ora l’appetito vien mangiando! Ci tocca, domani alle 18, la Lituania, che ieri ha fatto fuori la Slovacchia dopo avere vinto il gruppo C (a pari merito con la Grecia, e dopo aver perso la prima gara addirittura di 20 con la Finlandia poi quarta nel girone e ieri eliminata dalla Francia). Sarà una sfida difficilissima, ma il morale è altissimo e ce la possiamo giocare, grazie anche a “Re Mida” Capobianco che sta trasformando in…cose preziose tutto ciò che tocca quest’estate! Non credo che sia un caso! Inutile dire che vincendo saremmo nelle prime quattro, vero?

Nell’altro quarto dalla nostra parte di tabellone c’è la nostra conoscenza Serbia che giocherà il derby slavo con la Bosnia Erzegovina. Le altre gare saranno Turchia-Grecia e Spagna-Francia.

Federico ieri ha giocato un po’ meno ma aveva avuto più spazio con gli spagnoli: ora ha 12.5 minuti di utilizzo per gara, con 3.3 punti e 1 rimbalzo.

Forza ragazzi, forza Federico!!

Posted in Europei, Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

EUSA 2017 – Il Cus Genova sesto in Europa nel 3vs3!

Posted by superbasketball su 2 agosto 2017

Il basket universitario ha dato spesso soddisfazioni alla nostra regione, molte più di quelle che otteniamo dal normale circuito cestistico. Di fatto, anche quest’anno è stato così!

Non era cominciata bene perché il Cus Genova (che, ripeto per chi non fosse addentro alla cosa, è squadra formalmente disgiunta da quella che quest’anno ha vinto la C Silver, anche se panchina e vari giocatori di fatto sono in comune, ma qui il requisito per giocare è essere studenti dell’ateneo in questione) dopo un primo turno agevole era stato eliminato con una doppia sconfitta dal Cus Modena nella sfida andata-ritorno che qualificava per le finali nazionali CNU di Catania, poi vinte dal Cus Milano. Peccato perché il Cus Genova negli anni scorsi ha vinto diverse volte il titolo assoluto e conquistato molte medaglie; d’altronde in questo tipo di torneo il risultato dipende molto dalla disponibilità di giocatori di alta categoria per i vari atenei e può capitare di incappare contro squadre molto forti o molto deboli.

Nell’ambito delle attività del CUSI ci sono inseriti anche sport “promozionali”, e tra questi il basket 3vs3, che come sapete ora ha anche trovato spazio ai giochi olimpici, per cui pian piano avrà altrettanto spazio anche nei programmi nazionali. Proprio a Modena, l’anno scorso, il Cus Genova si era imposto nella categoria maschile, conquistando il diritto ad andare agli Europei EUSA (io il link lo metto anche se al momento il sito risulta non raggiungibile…speriamo che si riprenda) di Spalato di quest’anno.

Ebbene, sul lungomare della città croata i ragazzi (Angelo Bedini, che doveva fare l’accompagnatore in quanto in rientro da un infortunio che lo ha tenuto fermo tutta la stagione ma che poi si è “immolato” per la causa, Nicola Vallefuoco, Mattia Marchetti ed Edoardo Caversazio) hanno dato spettacolo, pur essendo magari meno fisicati di altri team. Su 25 squadre il sesto posto finale è da considerarsi una prestazione notevole! Dopo aver perso con Ljubljana, magari patendo anche l’esordio, le vittorie contro Budapest, gli spagnoli di Girona, i portoghesi di Minho e i francesi di Bordeaux hanno lanciato i liguri al secondo posto del proprio girone. Negli ottavi bel successo con i montenegrini di Podgorica, che dovreste riuscire a vedere nel video pubblicato dagli organizzatori su Facebook (andate a circa 3h 17′ dall’inizio). Nei quarti si poteva andare a sperare nelle medaglie, ma i nostri hanno incrociato la corazzata serba Kragujevac e incassato una sconfitta, poi bissata da quella nella finale per il quinto posto contro i polacchi di Wroclaw dopo aver risuperato nella semifinale del tabellone 5°-8° la già battuta in precedenza Girona. 6 vittorie, 3 sconfitte, un buon ruolino. E immagino un’incredibile esperienza visto che l’EUSA non era solo basket 3vs3 ma una specie di miniuniversiade europea con atleti e atlete di tutto il continente che sicuramente hanno reso Spalato una città vivacissima con la loro presenza!

Bravi ragazzi!

Edit: grazie a Luca Lavagetto e a Telegenova, ecco la video intervista ad Angelo Bedini!

Posted in Campionati, CNU2017, Europei, Eventi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Under 18/M – Europei slovacchi, 1-1 e palla al centro. Oggi la Spagna per chiudere il girone

Posted by superbasketball su 1 agosto 2017

L’Under 18 maschile di coach Capobianco (e del nostro Miaschi) ha iniziato con un vittoria e una sconfitta l’Europeo di Bratislava e Piestany (Slovacchia).

La squadra azzurra è partita bene nel suo girone: nel primo turno doveva innanzitutto mettersi dietro l’Ucraina, che nel pronostico era la più abbordabile delle tre compagne di viaggio. Missione compiuta, con i nostri (Trapani 14, Caruso 12; Miaschi 3) avanti già alla fine del primo quarto e capaci di chiudere la partita già dopo l’intervallo lungo. Importante perché tenere dietro gli ex-sovietici dovrebbe permettere di incrociarsi con una squadra un pochino meno impegnativa, sulla carta, negli ottavi.

Qui l’integrale della gara con gli ucraini.

Il giorno successivo però l’asticella si è alzata. L’avversaria era la Serbia, fisicamente impegnativa per i nostri (Ebeling 15, Dieng 7; Miaschi 4), che peraltro hanno fatto una prima parte di gara molto positiva, andando anche avanti con un vantaggio importante. I serbi però avevano la possibilità di alzare i giri, e lo hanno fatto dopo l’intervallo lungo, prima raggiungendo gli azzurri e poi staccandoli.

Oggi ci tocca giocare con la squadra sinora imbattuta nel girone, la Spagna. Sarà difficile scalzarla dal primo posto; ovviamente ci si proverà. In diretta streaming, alle 18. Dovreste vederla qui:

In ogni caso, domani ci sarà il nostro ottavo di finale contro una squadra del girone A, probabilmente Russia o Montenegro; sperando di entrare nelle 8 che giocheranno per i posti migliori.

Quanto a Federico, ecco i suoi numeri sinora: circa 13 minuti di utilizzo per gara, con 3.5 punti e 1 rimbalzo, che da sottoleva sono numeri normali (l’anno scorso in Under 16 erano rispettivamente 29 min, 18 pt, 4.4 r, più 3 assist). Speriamo che ci siano occasioni in cui farsi valere ancor di più!

Forza ragazzi, forza Federico!!

Posted in Europei, Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Under 18/M – Miaschi agli Europei slovacchi con la nazionale di Capobianco

Posted by superbasketball su 28 luglio 2017

Lo stakanovista Capobianco sta allenando anche l’Under 18 maschile all’Europeo di Bratislava e Piestany (Slovacchia), che inizia domani e terminerà il 6 agosto.

La notizia per noi è soprattutto che Federico Miaschi, fresco campione d’Italia con la sua Reyer, è nei 12! Da sottoleva, può dunque aiutare il gruppo azzurro a far bene nella competizione, in cui solo pochi mesi fa Tommaso Oxilia e i suoi compagni avevano ottenuto un ottimo terzo posto in Turchia (poi addirittura migliorato ai mondiali Under 19 di poche settimane fa).

Il girone B in cui è inserita l’Italia comprende Ucraina, Serbia e Spagna. Si parte domani alle 13.30 contro gli ex sovietici; domenica si gioca con gli ex jugoslavi e martedì si chiude il raggruppamento con gli iberici. Girone impegnativo, dove la Spagna è data come favorita. In ogni caso come sapete si va agli ottavi, qualunque sia la posizione nel gironcino.

Qui dovrebbe vedersi domani lo streaming dei nostri:

Forza ragazzi, forza Federico!!

Posted in Europei, Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Nazionale femminile – Niente mondiale, tristemente. La settima posizione finale è ingenerosa

Posted by superbasketball su 25 giugno 2017

Le azzurre di coach Capobianco hanno chiuso con amarezza l’Eurobasket Women di Repubblica Ceca. Oggi c’è stata la vittoria nella finalina per il settimo posto con la Slovacchia, ma dobbiamo ancora tutti sbollire l’irritazione per il finale della gara di ieri con la Lettonia che ci ha estromessi dal mondiale spagnolo dell’anno prossimo.

La Lettonia ci ha infatti beffato negli ultimi secondi, dopo una partita il cui andamento praticamente è diventato poco interessante rispetto a quanto visto nel finale. L’Italia (Zandalasini 25, Sottana 13; De Pretto ne) era stata anche ben avanti nelle prime frazioni, ma la Lettonia aveva risorpassato e si era arrivati al finale punto a punto. Molte le chiamate e non chiamate arbitrali non favorevoli alle azzurre negli ultimi minuti; malgrado ciò Zandalasini di forza aveva insaccato il +1. Dall’altra parte, a meno di 10″ dalla fine, Zandalasini stessa, in un’azione in cui io, che non sono ovviamente un arbitro, avrei fischiato almeno un fallo in attacco precedente (blocco irregolare su Masciadri), si vede fischiato un fallo mentre difende contro Steinberga spalle a canestro. Ci si aspettava la rimessa e invece l’arbitro ha immediatamente indicato l’antisportivo, probabilmente immaginando una “tatticità” del fallo stesso, o chissà quale contatto illegale di Zandalasini (non visibile dalle immagini sinora disponibili), che onestamente sembrava solo aver cercato la palla con troppa noncuranza per il contatto con il braccio di Steinberga. 2 tiri per la lettone per il risorpasso, poi nel possesso lettone generato dall’antisportivo altri 2 tiri, stavolta entrambi sbagliati dalla stessa Steinberga, dalla lunetta, e sfortunato tentativo finale da 3 di Masciadri con la palla che beffardamente girava sul ferro e usciva. Disdetta, disdetta; per molti, premeditazione nel fischio di fatto decisivo. Non so. Certamente se si fischiasse antisportivo in tutte queste situazioni di “falli da spendere”, sarebbe una strage a tutti i livelli. Peccato, perché il mondiale sarebbe stato davvero un gran premio per un gruppo che ha onorato un europeo pieno di difficoltà di tutti i generi, basti ricordare il grave infortunio di Macchi (e molti aggiungono gli altri episodi dubbi nel finale di alcune gare). Complimenti a coach Capobianco per il grande aplomb con cui ha commentato a caldo la sconfitta, mentre si scatenava la reazione a tutti i livelli attorno a lui.

Qui il video degli highlights FIBA della gara, ai quali aggiungo un link al sito basketinside.com in cui potete vedere il video dell’azione incriminata, che singolarmente era presente nella prima versione circolata da FIBA degli highlights e poi è stata rimossa. Fatto questo piuttosto singolare: forse è “giusto” e “politically correct”, ma chi è stato a chiederne la rimozione? Perché il video era stato assemblato, giornalisticamente, in modo corretto: l’azione è stata fondamentale. Mah.

Oggi non era facile tornare in campo, ma le ragazze (Gorini 14, Sottana e Zandalasini 12; De Pretto 6) hanno onorato l’impegno e superato la Slovacchia stando di fatto sempre avanti. Per quel che vale, siamo le prime delle non qualificate per l’anno prossimo, e certamente sarebbe bastato poco per qualificarsi e fare anche meglio in questo Europeo, comunque molto positivo considerato che si era nella quarta fascia del ranking prima della manifestazione.

Chiudo queste cronache dalla Repubblica Ceca con 2 parole su De Pretto: poco più di 7 minuti di utilizzo, 6 partite disputate (ne con Lettonia), 6 il top dei punti, 3 la media. Ha tirato pochino ma con percentuali eccelse: 75% da 2, 50% da 3, 100% ai liberi, e ha chiuso con un plus/minus positivo. Insomma ovviamente non è stata centrale nel gioco di coach Capobianco ma si è fatta trovare pronta nei pochi minuti a disposizione. Brava!

Posted in Europei, Eventi, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Nazionale femminile – Sfumano le speranze di medaglia, Belgio spietato. Ma oggi con la Lettonia si gioca per il mondiale 2018!

Posted by superbasketball su 24 giugno 2017

Le azzurre di coach Capobianco hanno visto sfumare il sogno di medaglia nell’Eurobasket Women di Repubblica Ceca con la sconfitta nei quarti contro il Belgio, ma resta il secondo obbiettivo, molto importante: quello di qualificarsi per i Mondiali spagnoli del 2018!

Per ottenere questo target le azzurre scendono in campo oggi alle 12.30 contro la Lettonia nella semifinale della parte di tabellone per i posti tra il 5° e l’8°: dato che la Spagna si è qualificata ma è già ammessa di diritto come organizzatrice, non sono infatti le prime 5 di questo europeo a qualificarsi, ma anche la sesta, e pertanto chi vince le due semifinali di oggi di questa parte di tabellone (l’altra è Turchia-Slovacchia) si aggrega alle 4 semifinaliste assolute (Belgio, Francia, Spagna e Grecia). Importante, per tutto il movimento! Io non tenevo il conto, ma pare che l’ultimo mondiale femminile sia stato disputato dall’Italia 23 anni fa!

Ma torniamo alla gara dei quarti: una partita che purtroppo è stata sempre in mano alle avversarie, più precise e spietate delle nostre. Le azzurre (Zandalasini 23, Sottana 17; De Pretto) hanno avuto come sempre una superba Zandalasini che ha provato a tener duro, ma le belghe hanno sempre riallungato. Sembrava che la partita stesse girando a nostro favore quando la fiammata del terzo quarto ci ha riportato ad un solo possesso di distanza: ma il parziale di inizio quarta frazione ci ha spento e riportato alla doppia cifra di svantaggio, e neanche negli ultimi minuti è riuscito il riavvicinamento che avrebbe permesso di contestare il verdetto. Amen, molto brave le belghe che quest’anno sono davvero temibili e giocheranno, loro sì, per le medaglie.

Qui il video degli highlights FIBA della gara.

Le avversarie di oggi, le lettoni, vengono da un girone in cui si sono piazzate terze, davanti al Montenegro e dietro a Russia e Belgio: poi hanno superato negli ottavi la Serbia, ma nei quarti hanno sbattuto nel muro spagnolo. Credo, pur con tutte le ottime giocarici nel roster baltico, che sia una squadra alla nostra portata, e credo che le azzurre possano fare bene e portarsi a casa questo prestigioso risultato. Forza ragazze!!!

Posted in Europei, Eventi, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Nazionale femminile – Siamo nei quarti! Domani con il Belgio

Posted by superbasketball su 21 giugno 2017

LEurobasket Women di Repubblica Ceca ha sterzato nella direzione giusta, e vede le nostre azzurre nei quarti di finale!

Le avevo lasciate all’indomani della sconfitta con la Turchia, per quel maledetto punticino di Holingsvort. Da allora è passata un po’ d’acqua sotto i ponti, di quella azzurra!

Innanzitutto la Slovacchia: era una gara da vincere, e pur soffrendo un po’ le nostre l’hanno centrata. Alla prima uscita senza Macchi, tornata a casa e già operata per la riduzione della frattura, le ragazze di Capobianco (Sottana e Zandalasini 15; De Pretto 4) hanno sempre fatto la gara, senza però “ucciderla”, concedendo alle slovacche di rientrare a contatto dopo un +14, e poi di riavvicinarsi nel finale. Ma è andata, e con il secondo posto la qualificazione agli ottavi ci consegnava alla sfida con l’Ungheria.

Qui il video degli highlights FIBA della gara con le slovacche.

Le magiare si erano qualificate come terze nel girone con Spagna, Ucraina e Repubblica Ceca, qualificandosi proprio ai danni delle padrone di casa. In palio l’accesso ai quarti tra le prime 8 continentali! E ricordo che per le prime 5 c’è anche la qualificazione ai Mondiali 2018…

Un paio di allunghi azzurri nei primi 2 quarti della gara hanno dato l’impressione che le nostre (Zandalasini 17, Sottana e Dotto 12; De Pretto) potessero tenere a distanza di sicurezza le ungheresi. Invece un terzo quarto molto negativo ha lanciato le arancioni sino al +6 che ha fatto da punteggio di partenza per l’ultima frazione, iniziata ancora peggio. Le nostre però hanno trovato punti pesanti dall’arco e ricucito sino al 44 pari, per poi segnare sempre da fuori il sorpasso decisivo con Dotto. Il vantaggio poi è stato efficacemente difeso sino alla sirena, dopo la quale siamo ufficialmente nelle prime 8! Grandi!

Qui gli highlights della gara dal sito FIBA:

E ora l’appetito vien mangiando: ci tocca la sorpresa Belgio, domani alle 12.30. Ce la giochiamo sicuramente, se le nostre sapranno proseguire nelle buone prestazioni individuali e di squadra viste sinora! La vittoria varrebbe come qualificazione per i Mondiali, ma soprattutto ci lancerebbe verso il podio…tanta tanta roba! Forza ragazze!!!

Posted in Europei, Eventi, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: