SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

Notizie, notiziole e baggianate

Archive for the ‘Giovanili’ Category

XII Clinic “Vittorio Cavaleri” – La Parte Dirigenziale: ottimo livello, partecipazione “rivedibile”. Ne parliamo con coach Passiatore

Posted by superbasketball su 24 aprile 2018

Sabato 21 aprile, nella sede del CONI genovese, la “Casa delle Federazioni, si è svolta la parte dirigenziale del XII Clinic “Vittorio Cavaleri”, organizzata da Ardita Juventus 1906, Amici di Vittorio e Comitato Regionale FIP Liguria. Era rivolta ai dirigenti liguri e a chiunque sia coinvolto, o sia sensibile, alle questioni manageriali delle società.

IMG_5625

Da sinistra a destra: Martelli, Bennati, Bruttini, Caroli, Molisani, Passiatore

Al tavolo dei relatori si sono alternati tre esperti, anche questa volta mescolati tra basket e calcio, che hanno portato la loro esperienza nel campo su vari argomenti, secondo il programma che vi riporto nuovamente:

  • ore 10,00-11,00 Dott. Fabio Bruttini (Presidente Virtus Siena) con argomento : “50 Anni di Basket: la Virtus Siena con il suo Settore Giovanile e tanto altro”;
  • ore 11,00-12,00 Dott. Marco Martelli (Direttore Generale Junior Casale) con argomento: “Junior Casale: identità ed engagement del territorio”;
  • ore 12,00-13,00 Dott. Marco Caroli (Direttore Marketing U. C. Sampdoria e fondatore di Smart Sport agenzia di comunicazione e marketing) con argomento: “L’evoluzione delle sponsorizzazioni sportive”.

Prima del seminario, nell’introduzione, importante quello che ha annunciato il presidente FIP Liguria Bennati (e che potete ascoltare nel video della sintesi qui sotto): nel prossimo Consiglio Federale la FIP varerà l’obbligo, per tutte le società che vogliono fare attività di pallacanestro, dall’Under 13 sino alla A1, di avere un dirigente formato in un corso nell’istituenda Scuola Permanente di Formazione per Dirigenti della Pallacanestro. Si tratta sicuramente di un passaggio importante e delicato, si può discutere sull’obbligo, ma che la formazione dei dirigenti sia diventata non procrastinabile credo sia abbastanza condivisibile. Vedremo come saranno le modalità.

Ma torniamo al seminario. Non ve ne faccio volutamente una relazione “puntuale”: nella sintesi video potete ascoltare qualche passaggio, ma è soprattutto importante che si capisca che è stata un’occasione in cui i relatori hanno condiviso la loro esperienza, Bruttini è presidente della Virtus Siena dal 1989, ha preso il posto di Drocchi alla presidenza di LNP sino alla riforma, e dalla sua società, e dal settore giovanile, in cui sono state investite ingenti risorse, sono uscite decine di giocatori e di tecnici; Martelli,  Direttore Generale del Casale dal 2014, ha dato davvero l’idea di cosa vuol dire avere una società radicata nel territorio e moderna, capace di interagire con i fan e con i media intercettando le preferenze del proprio pubblico ma anche dei propri sponsor; Caroli, Direttore Marketing della Sampdoria dal 2004, ma anche impegnato con Smartsport in altre discipline, ha tracciato paralleli con le realtà del calcio, anche all’estero, e raccontato come si può arrivare ad avere 10 milioni di euro all’anno dalle sponsorizzazioni, ma avere ancora margini di miglioramento imparando dalle eccellenze in ogni settore.

Qui sotto, le mie foto e il mio video di sintesi.

XII Clinic Cavaleri Parte Dirigenziale.

.

Naturalmente come sempre torno da coach Passiatore per avere le sue impressioni, che in parte ha già dato direttamente sul posto!

SBB: Allora Stefano, abbiamo lasciato passare un paio di giorni dal seminario di sabato scorso, in modo da poter far un po’ sedimentare le impressioni. Chi c’era si è fatto le sue, e secondo me è tornato a casa con un bel po’ di idee in più che giravano per la testa, chi non c’era può vedere qualcosa nel video che trova qui sul mio blog. Credo sia stata come al solito un’occasione utile, che molti si son lasciati sfuggire.

IMG_5608SP: Ciao Braun, a te e ai tuoi lettori! Sabato mattina è stata un’ottima occasione per sentire parlare tre relatori che hanno ben illustrato le loro realtà. Marco Martelli ci ha fatto entrare nella realtà Casale Monferrato (a noi molto vicina) occando molti punti di organizzazione societaria. Il dottor Bruttini ci ha coinvolto nella sua storia pluriennale nel mondo della pallacanestro e della sua Virtus Siena (non sapevo di Gallinari quasi a Siena, il cuore della mamma lo ha poi mandato a far le fortune di Casalpusterlengo) con il forte attestato tecnico per Coach Umberto Vezzosi (lanciatore di giovani ed allenatori) mentre il dottor Caroli ha dato molte info circa la Sampdoria, il Ravano ed anche il mondo delle sponsorizzazioni …tutto molto interessante anche per me che sono più un uomo di “palestra”.

SBB: Se ci sarà quanto annunciato dal presidente Bennati, con la scuola per dirigenti obbligatoria per almeno un dirigente per società, io spero che in qualche modo questo tipo di seminario entri nel “circuito” della formazione. Magari l’affluenza cambierà, anche se sarebbe bello non fosse necessario inserire questo tipo di stimoli per avere più partecipazione.

SP: Verissimo. Ottima iniziativa della Federazione centrale, credo anch’io che potrebbe aiutare ad avere più seguito, anche con gli allenatori (i famosi PAO) alla fine è andata così.

SBB: I relatori sono stati tutti interessanti, perché Virtus Siena, Casale e Sampdoria sono esempi di grande livello. Come dicevo altrove, anch’io sono un dirigente, del mio blog 😉 , e ovviamente sono stato più attirato da quei punti nelle presentazioni in cui si ragionava sui rapporti con i media, e vorrei citare soprattutto l’intervento di Martelli quando sottolineava che per il rilancio della loro parte comunicativa è bastato investire in una telecamerina e un PC, alla portata di quasi tutte le società anche piccole! Che non è molto diverso da quello che faccio io, che faccio le dirette con il cellulare, e vedo che la cosa si sta abbastanza diffondendo infatti. Tu, da tecnico, su cosa ti sei sentito più coinvolto?

SP: Martelli ha deliziato con la sua relazione i partecipanti (nota di merito per due dirigenti in arrivo da Livorno: Fabio Poggianti e Paolo Capitani) facendo vedere che non servono molti denari per migliorare alcune parti dirigenziali (certo poi bisogna essere bravi a trovare i giusti e bravi collaboratori) ma investire sulla passione sembra porti buoni risultati visto che a Casale stanno facendo più spettatori di quando era in serie A1. La frase importante (keywords) “laboratorio di talento” mi è piaciuta molto: spero che un giorno potremo vantarcene anche noi dell’Ardita (nel nostro piccolo ovviamente).

SBB: Interessante secondo me anche la discussione sull’incentivazione all’attività giovanile, che secondo Bruttini è stata comunque penalizzata dall’abolizione dei “cartellini”; risulta che i NAS e i premi, come quelli che peraltro ad esempio Casale ha ottenuto, non bastano, sono solo palliativi rispetto ai costi di un settore giovanile di alto livello.

SP: Gli introiti dalla formazione di giocatori che vanno poi a giocare in realtà importanti ovviamente sono stati il centro della discussione generale. Ovvio che si potrebbe fare di più (FIP e Lega) per incentivare le società virtuose che fanno settore giovanile e producono giocatori per i campionati senior. Tutti e due i relatori del basket sono d’accordo. Mentre del calcio ovviamente colpiscono sempre le cifre, ed anche che il 90% degli sponsor della Sampdoria sono “foresti”.

SBB: Se poi, come affermato da Caroli, una società come la Sampdoria pensa davvero di diventare una polisportiva (e chissà che non spinga altri ad emularla), forse potremmo entrare in una fase nuova anche per il basket, e in particolare a Genova. Che ne pensi?

SP: Potrebbe effettivamente aprire degli scenari importanti. Speriamo che ci possa essere una realtà cestistica cittadina che possa approfittare di tale eventuale opportunità.

SBB: Tu hai avuto modo anche di chiacchierare un po’ di più con i relatori, hai qualche loro impressione da riportare?

SP: La loro forma mentis è sempre quella di portare la loro esperienza e lavoro a favore del movimento (i relatori sempre disponibili anche a favore di una piccola società come la nostra dell’Ardita), per cui non si fanno problemi se devono parlare davanti a 10 oppure 100 persone, ma ovviamente il movimento dirigenziale ligure (cittadino e non) non ha fatto proprio una bella figura. Peccato perché le tre relazioni sono state molto interessanti. Speriamo per la prossima edizione. Noi persevereremo e, speriamo, anche il presidente Bennati.

SBB: Bene. Appuntamento allora a dopo l’estate con il Clinic tecnico?

SP: Certamente! Come dici tu (che sei bravo): save the date! Domenica 30/09/2018 mattina probabilmente al PalaCUS, come al solito. Grazie per lo spazio e grazie a coloro che hanno partecipato in platea (le domande sono state copiose). Grazie anche a Massimo Salomone della Virtus Genova, Max Rossi e Pino Gonella di CUS Genova, due dirigenti del calcio, Roberto Contri (ideatore del Seminario), e tutto lo staff societario Ardita, schierato al gran completo e attento alle relazioni (molte domande di Valerio Livoti). Alla prossima, e grazie a te Braun per il solito aiuto mediatico.

SBB: Perfetto, ciao!

E allora, vedremo come sarà la questione l’anno prossimo, ma io spero che per la prossima edizione possiamo parlare di una sala piena…chissà, magari ci saranno i punti obbligatori 😉 …

Annunci

Posted in Allenatori, Eventi, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Liguria verso l’Eccellenza/12 – La Next Step International Academy vince l’EYBL Under 16! Intervista con coach Bozzola

Posted by superbasketball su 17 aprile 2018

Eccellenza in senso lato, ma sempre eccellenza e questa volta parliamo di Europa! Non è la prima volta, perché anche l’anno scorso, con la Stella Azzurra di coach Giovanni Baiardo e di Abramo Pene, l’Italia e un po’ di Liguria erano arrivati lassù in cima, e un paio di anni fa c’era stato un altro podio ligure. Che bello poterne riparlare in questa dodicesima puntata della rubrica.

Parliamo infatti di European Youth Basketball League, questo torneo di grande livello organizzato su più tappe, quasi tutte nell’est europeo, con tante categorie, maschili (Juniores, Under 17, Under 16, Under 15, Under 14) e femminili (Under 19, Under 17, Under 15, Under 13 e Under 12) e anche un sistema di ranking che le divide in Division 1 e Division 2. Quest’anno nel torneo Under 16 maschile c’era una formazione che magari ai meno informati leggendo il nome poteva dire poco, ma in realtà di fianco al nome Next Step International Academy portava il nome di Rapallo, perché la sede di questa organizzazione è proprio lì: in più, nel roster c’erano Matteo Bogliardi, oggi alla Vis Ferrara, Federico Garau, e, per un solo stage, Marko Jancic, e coach Massimiliano Bozzola, in realtà toscano ma ormai, come ci dirà nell’intervista che trovate qui sotto, ligure di adozione dopo quindici anni di lavoro e basket in Liguria.

Questo gruppo multiculturale (12 nazionalità diverse!) ha avuto la forza di vincere il torneo, contro pronostico, prima vincendo 2 delle 3 tappe preliminari, e poi vincendo ovviamente la Superfinale di Riga, superando tutte le avversarie nei 4 turni ad eliminazione diretta (c’era anche qui la Stella Azzurra, ma è uscita nei quarti di finale), in particolare la finale contro il Gloria di Mosca. Per loro ha risuonato “We are the champions”, ed è stata un po’ una rivincita per Bozzola, Bogliardi e Garau che erano stati protagonisti anche 2 anni fa, quando il Tigullio 2002 era arrivato terzo, beffato in semifinale, ma battendo nella finalina il CSKA, per un bronzo che risultava un po’ “stretto”. A completare il quadretto gioioso di questa edizione ci sono anche i titoli di miglior marcatore ed MVP per Matteo Bogliardi, ad oltre 20 di media, e di miglior allenatore per coach Max. E allora, facciamoci raccontare tutto in questa bella (vabbé lo direte semmai voi dopo averla ascoltata) intervista con Massimiliano Bozzola, che oggi ha dovuto rispondere a destra e a manca e quindi ringrazio specialmente per il tempo dedicato!

.

Complimenti ancora a tutti!!!

Posted in Eventi, EYBL, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

XII Clinic “Vittorio Cavaleri” – Sabato 21 aprile al CONI di Genova la Parte Dirigenziale, intervista con Stefano Passiatore

Posted by superbasketball su 16 aprile 2018

Vi avevo promesso di tornare a presentare il seminario dirigenziale del Clinic “Vittorio Cavaleri” che si terrà nella mattinata di sabato 21 aprile, nella sede del CONI genovese, ed eccomi qua. Lo faccio come al solito insieme a coach Passiatore dell’Ardita Juventus 1906, che insieme agli Amici di Vittorio e al Comitato Regionale FIP Liguria ha preparato questa edizione.

SBB: Ciao Stefano! Allora, ne abbiamo già parlato in occasione del nostro Pesce d’Aprile, per il quale naturalmente ci aspettiamo la nomination all’Oscar, niente di meno 😉 , ma ci torniamo ovviamente su perché allora non avevamo potuto parlare dei dettagli. Ormai è un appuntamento fisso, la FIP Liguria ha infatti ormai inserito questo seminario nel suo calendario, insomma torna il Memorial Cavaleri nella sua versione Dirigenziale, con il seminario presso la Casa delle Federazioni.

SP: Buongiorno a te ed ai tuoi lettori! Grazie per la nomination (cosa mi riesci a far fare !!) ma preferisco parlare di una cosa a cui teniamo molto ed è la Parte Dirigenziale della Dodicesima edizione del Clinic Cavaleri. Sabato mattina prossima (21/04/2018 ore 10/13) saremo in casa FIP (Casa delle Federazioni, Salone delle Riunioni) ad aggiornarci con il lavoro fatto e spiegato da tre relatori di assoluto livello.

SBB: Il format non cambia, perché i relatori sono tre, due affermati dirigenti del mondo del basket prima di tutto, e poi la solita escursione fuori dalla palla a spicchi per carpire qualcosa, anche questa volta dal mondo del calcio. Raccontiamo chi sono gli ospiti di sabato prossimo?

SP: Bene! Fabio Bruttini, una vita all’interno del basket, sarà bello sentire come ha lavorato in tutti questi anni per portare e tenere ai vertici del panorama giovanile e non la sua Virtus Siena, oltre ai numerosi aneddoti sul nostro mondo del basket nazionale visto che ha anche avuto dei ruoli di assoluto prestigio come Dirigente di Società e di Lega. Marco Martelli (d.G. Junior Casale Monferrato), altro ottimo dirigente che ha saputo lavorare al meglio vicino ad esperti del settore per poi provare a farcela con le proprie gambe e con le proprie idee. Ottimo ascoltarlo anche su come riescono ad essere ben radicati sul territorio, ci sarà da prendere molti appunti! Marco Caroli (direttore Marketing U.C. Sampdoria) ci darà anche la versione dei cugini blucerchiati di come si lavora in una città prettamente calciofila e ci permetterà di colmare una lacuna (l’altra metà della Genova calcistica) visto che abbiamo avuto già un dirigente del Genoa Calcio. Spero in una buona affluenza anche di dirigenti del calcio ligure, in assoluta tendenza come lo scorso anno.

SBB: Virtus Siena, Casale e Sampdoria sono società dalle quali c’è certamente molto da imparare, e l’esperienza che si sono fatti i tre relatori, Bruttini addirittura da 30 anni presidente, sarà credo sicuramente di grande interesse per chi vorrà venire al CONI.

SP: Essere presenti a queste occasioni di aggiornamento per Dirigenti (tra l’altro ancora molto poche sul territorio nazionale, per cui questa è un’assoluta delizia che la FIP Liguria mette sul tavolo per i dirigenti del movimento ligure) è fondamentale se si vogliono far fare dei salti di qualità alle proprie realtà societarie. Vedere come lavorano ottimi dirigenti nel loro ambito può aiutare molto a capire se ci possano essere delle occasioni da sfruttare anche da noi in Liguria.

SBB: Quindi chiamiamo a raccolta i dirigenti liguri, ricordando che la loro figura dalle nostre parti coincide molto spesso anche con gli allenatori, che spesso devono cambiare cappello e ricoprire entrambi i ruoli

SP: Eh sì spesso gli allenatori di molte realtà sono anche dirigenti, ed infatti in questi due anni abbiamo avuto un’ottima affluenza di allenatori, ma iniziano ad essere presenti anche Dirigenti puri, per cui spero vada sempre meglio.

SBB: Perciò, tutti al CONI di Genova sabato mattina! Magari possiamo dare anche qualche consiglio logistico per chi volesse arrivare sul posto con i mezzi propri.

SP: Certamente: l’orario aiuta, la posizione pure, per cui sia con mezzi propri (auto, molti i parcheggi vicino alla FIP, oltre che in moto, spazi anche per loro nella piazzetta superiore davanti alla chiesa), oppure con i mezzi pubblici vi aspettiamo numerosi sabato prossimo. Grazie mille a te Bruno per il risalto che dai alle nostre iniziative a ricordo di Vittorio Cavaleri. A sabato allora!

Vi ricordo il programma della mattinata (e, no, non ci sono punti PAO, perché non è un clinic per allenatori, ovviamente):

  • ore 10,00-11,00 Dott. Fabio Bruttini (Presidente Virtus Siena) con argomento : “50 Anni di Basket: la Virtus Siena con il suo Settore Giovanile e tanto altro”;
  • ore 11,00-12,00 Dott. Marco Martelli (Direttore Generale Junior Casale) con argomento: “Junior Casale: identità ed engagement del territorio”;
  • ore 12,00-13,00 Dott. Marco Caroli (Direttore Marketing U. C. Sampdoria e fondatore di Smart Sport agenzia di comunicazione e marketing) con argomento: “L’evoluzione delle sponsorizzazioni sportive”.

A sabato!

Posted in Allenatori, Eventi, Giovanili, Minibasket | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Rappresentative province – Al lavoro tutte le province nei prossimi giorni

Posted by superbasketball su 13 aprile 2018

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaSelezioni provinciali Under 13 al lavoro in tutte le province!

Domani, sabato 14, alle 10.30, la Palestra del Villaggio del Ragazzo a Cogorno ospiterà il 5° allenamento della rappresentativa femminile del Tigullio, che è affidata alle cure di coach Straffi.

Domenica 15 al PalaFigoi alle ore 9 (e non alle 11 come inizialmente comunicato)  la rappresentativa femminile genovese, allenata da coach Giacobbe e coach Iacuitti, terrà il suo sesto allenamento stagionale.

Passiamo alla settimana prossima, e in particolare a giovedì 19: al Centro Acquarone di Chiavari si riunisce anche la rappresentativa maschile del Tigullio: per loro è il sesto allenamento, e lo coordinerà coach Gotelli.

Visto che ci siamo parliamo anche del weekend successivo, quando sabato nella palestra comunale di Ceriale si svolgeranno gli allenamenti di entrambe le rappresentative savonesi. Al mattino alle 9.30 coach Faranna e coach Vittone guideranno il sesto allenamento delle ragazze, mentre alle 11 toccherà ai ragazzi, arrivati anche loro al sesto raduno, e affidati a coach S. Dagliano e coach Porro.

Infine domenica 22, alla palestra DLF di via Fossitermi a Spezia si riuniranno alle 14.45 i ragazzi delal rappresentativa provinciale spezzina, per il loro quinto allenamento, sempre agli ordini di coach Lanza e coach Cirillo.

Buon lavoro e divertimento a tutti!

Posted in Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , | Leave a Comment »

XII Clinic “Vittorio Cavaleri” – Sabato 21 aprile al CONI di Genova la Parte Dirigenziale

Posted by superbasketball su 10 aprile 2018

Il seminario dirigenziale del Clinic “Vittorio Cavaleri” è diventata ormai un appuntamento fisso nel panorama degli eventi liguri. Nella  mattinata di sabato 21 aprile, nella sede del CONI genovese, la “Casa delle Federazioni” in viale Padre Santo 1, Ardita Juventus 1906, Amici di Vittorio e Comitato Regionale FIP Liguria, convocano tutti gli interessati, ovvero i dirigenti liguri e chiunque sia sensibile alle questioni manageriali delle società, per seguire gli interventi di tre relatori anche questa volta con provenienza di ampio respiro, che esula anche dalla pallacanestro per sconfinare, come è ormai abituale, nel mondo del calcio.

FB_IMG_1491646809911

Foto di gruppo dei relatori del Clinic Dirigenziale 2017

Questo è il programma della mattinata:

  • ore 10,00-11,00 Dott. Fabio Bruttini (Presidente Virtus Siena) con argomento : “50 Anni di Basket: la Virtus Siena con il suo Settore Giovanile e tanto altro”;
  • ore 11,00-12,00 Dott. Marco Martelli (Direttore Generale Junior Casale) con argomento: “Junior Casale: identità ed engagement del territorio”;
  • ore 12,00-13,00 Dott. Marco Caroli (Direttore Marketing U. C. Sampdoria e fondatore di Smart Sport agenzia di comunicazione e marketing) con argomento: “L’evoluzione delle sponsorizzazioni sportive”.

Credo che le società di provenienza non abbiano bisogno di presentazioni. Bruttini è presidente della Virtus Siena (oggi in C Gold toscana, ma in precedenza in B d’Eccellenza, A Dilettanti, DNA, DNB, serie B, ma anche C regionale e C Silver) dal 1989, rinnovato nel 2016; Martelli, di estrazione tecnica, è Direttore Generale del Casale dal 2014, e ha già avuto vari riconoscimenti (premi nel 2014 e 2018) per il suo lavoro; Caroli è Direttore Marketing della Sampdoria dal 2004, e quindi può portare un’esperienza ultradecennale a livelli di assoluta eccellenza.

Intanto segnatevi la data perché il seminario si è dimostrato sempre molto interessante e merita abbondantemente le 3 ore spese, quindi dovete venire; in ogni caso tra qualche giorno ve lo ricorderò ancora 😉 .

Posted in Allenatori, Eventi, Giovanili, Minibasket | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Trofeo delle Regioni 2018 – Il commento di coach Toselli, le foto di coach Giacobbe

Posted by superbasketball su 9 aprile 2018

L’edizione 2018 del Trofeo delle Regioni “Cesare Rubini”, ha dunque visto le selezioni liguri (femminile Under 15 e maschile Under 14) conquistare rispettivamente un sesto posto e un undicesimo posto. Come avevo scritto, speravo di poter raccogliere anche qualche commento dalla delegazione ligure, ed eccomi qua, a riferirvi il pensiero di coach Andrea Toselli, Responsabile Tecnico Territoriale della Liguria, presente ovviamente in Brianza per seguire entrambe le selezioni.

Torniamo dal Trofeo delle Regioni 2018 con un buon sesto posto per le ragazze e l’undicesima piazza per i maschi; entrambi nel complesso risultati che rispecchiano i nostri valori al cospetto delle altre regioni anche se per tutte e due le nostre rappresentative potevamo forse scalare un paio di posizioni“, dice coach Toselli. “Nella maschile la formula decisa per il torneo è stata penalizzante dal primo giorno con lo scontro decisivo subito con l’Emilia che ci ha confinati dal nono posto in poi, mentre le ragazze con un po’ di buona sorte in più (tre infortuni in sequenza a ridosso della partenza e nei primi giorni) avrebbero forse potuto ambire ad una quarta piazza che avrebbe dato ancora più lustro al buon torneo svolto”. E in effetti sulla formula vi avevo espresso anche le mie personali considerazioni. Ma a parte questo, c’è la crescita dei ragazzi e delle ragazze: “Al di là dei piazzamenti finali che contano relativamente, il grande bagaglio che riportiamo dalla Brianza è fatto di partite dure, avversari che difficilmente vediamo nei nostri campionati, esperienze che serviranno a tutti i nostri ragazzi e ragazze da stimolo per allenarsi duramente facendo tesoro di ciò che hanno visto e provato sulla loro pelle. Il mio ringraziamento va a tutte le componenti della delegazione, tecniche e dirigenziali oltre che alle famiglie di tutti gli atleti coinvolti”.

Aggiungo anche un altro argomento: arbitri! Come vi avevo raccontato, al Trofeo erano stati portati dalla nostra regione due miniarbitri, Andrea Pisu e Natan Primavori: ebbene quest’ultimo ha avuto la chance di arbitrare addirittura la finalissima maschile tra Lombardia e Friuli Venezia Giulia, per cui un pizzico di Liguria c’era! Complimenti! Nelle foto qua sotto (è un album di Flickr, cliccate e si apre, e grazie a coach Giacobbe, anzi, se andate sul suo profilo Facebook ne trovate altre decine e decine) c’è anche lui!

2018 Trofeo Delle Regioni Seregno

Posted in Eventi, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Under 18/M – Il terzo posto a Mannheim dell’Italia di Capobianco…e Miaschi!!!

Posted by superbasketball su 9 aprile 2018

Ci ho messo un po’ a partorire questo pezzo, perché volevo un attimo rimuginarci su e ammucchiare anche un po’ di aggettivi e avverbi utili a descrivere la nuova impresa di coach Capobianco  all’Albert Schweitzer Tournament 2018, definito “mondiale ufficioso Under 18”. Per il tecnico campano, alla quarta partecipazione a Mannheim, è arrivato un terzo podio (un oro nel 2014, un bronzo nel 2016 e ora nel 2018, poi mettiamoci anche il 5° del 2012 che non è malaccio) con la nazionale Under 18, un podio al quale noi liguri dobbiamo davvero tenere molto perché è arrivato con Federico Miaschi assoluto protagonista! Ma andiamo con ordine.

La storia del torneo ve l’avevo già in parte raccontata, perché vi avevo ragguagliato all’indomani della grande, anche in termini numerici, vittoria sugli Stati Uniti, alla vigilia della sfida con la Russia. Contro i ragazzi dell’Est si sapeva di giocarsi probabilmente il primo posto del girone, e così di fatto è stato. Le due squadre hanno dato vita ad una partita tirata (se volete rivederla cliccate qui, purtroppo non posso metterla su questa pagina per le restrizioni dell’emittente); il primo quarto ci vedeva davanti nettamente ma i russi recuperavano e si andava avanti con vantaggio minimo per i nostri sino alla fine, quando gli azzurri (Miaschi 20, Dieng 19) riuscivano a mantenere un possesso di distacco. Una prova di consistenza, di tutto il gruppo, ma per noi conta ancora di più vedere che il nostro Federico è risultato top scorer nella sfida decisiva del girone!

Per il primo post serviva però ancora passare l’ostacolo Francia, perché la sconfitta con i transalpini ci poteva addirittura far uscire dalle semifinali per il podio (arrivo a 3 con la Russia, avulsa sfavorevole in caso di sconfitta netta). E nella prima parte di gara (video qui) i francesi ci hanno tenuti dietro: per fortuna nella seconda parte i nostri (Miaschi 30, Palumbo 18) sono emersi, andando oltre la doppia cifra, contenendo l’ultimo sforzo dei bleus e mettendo il timbro sul primo posto nel girone, imbattuti e splendidi! E che dire dei 30 punti di Federico, con una valutazione se non erro di 54? Niente, ci tiriamo su la mandibola che ci era caduta e andiamo avanti nel racconto, annotando che nel frattempo i russi regolavano a loro volta gli Stati Uniti e si piazzavano secondi. Dunque, semifinali Italia-Australia e Germania-Russia.

Il giorno dopo sul campo principale del torneo affrontavamo quindi gli Aussie, arrivati secondi dietro ai padroni di casa nel girone A. Che fosse un ostacolo difficile lo si immaginava, che la situazione fosse complicata lo si è capito sin dalle prime battute, con i nostri (Miaschi 12, Palumbo 11) in difficoltà a tenere l’1 contro 1, e un inizio deficitario. Siamo riusciti a rientrare un po’ in partita per poco, poi i canguri ci hanno saltato a pié pari e nella seconda parte di gara il divario si è fatto punitivo. Per la prima volta si è visto un po’ di scoramento tra i nostri ragazzi, forse anche la sensazione che un po’ del sogno stava sfumando ha influito. Abbiamo detto addio ai metalli più pregiati, segnando solo 51 punti e subendone alla fine oltre 30 di scarto. Federico, magra consolazione, pur segnando solo 12 punti, la metà del suo solito fatturato, restava il miglior marcatore italiano nella giornata più dura.

Ovviamente non era finita lì, nell’altra semifinale la Germania batteva la Russia e quindi ci si riproponeva la sfida con lo stesso team battuto qualche giorno prima, ma stavolta per la medaglia di bronzo. Difficile resettare dopo un ko che ti fa cadere dalla condizione di imbattuto in quella di chi rischia di restare fuori dal podio, oltretutto con uno scarto pesante. Invece, il piccolo miracolo è riuscito abbastanza bene (bello il racconto dell’aforisma motivazionale usato da Capobianco negli spogliatoi, su come si corre una maratona), perché se è vero che la Russia è partita a razzo, e magari un po’ di stordimento iniziale dei nostri c’è stato, proprio Federico suonava la carica e gli azzurri (Miaschi e Palumbo 32) tornavano rapidamente sotto. Dopo l’intervallo lungo, con i nostri negli spogliatoi sotto solo di 1, erano sempre Miaschi e Palumbo a spingere e Czumbel siglava il pareggio a metà terza frazione: l’inerzia si spostava a favore dei nostri che arrivavano avanti di 7 ma al 30′ i russi erano di nuovo lì (55-53). Si giocava punto a punto finché gli avversari, carichi di falli, non scivolavano gradualmente indietro ed erano ulteriormente puniti dal loro fallo sistematico, e così di libero in libero i nostri salivano sino al +11 finale, che significava un bronzo eccellente, ottenuto con una sola sconfitta (l’Australia seconda ha perso invece 2 volte, sempre con la Germania poi trionfatrice, la Russia tre volte di cui due con noi e una con la Germania), e con prestazioni bellissime. E con una finale giocata al limite delle energie, ma risorgendo dalle proprie ceneri del giorno prima. Davvero un grande torneo! Terzo podio consecutivo in questo “mondiale”, diventa davvero un bell’albo d’oro quello dell’AST per l’Italia!

E qui si innesta il discorso sui nostri giovani, sul perché siamo forti sino a 19 anni e poi per qualche motivo diventiamo normali o men che normali, a vedere quanti talenti di queste squadre poi trovino posto nelle squadre senior, senza scomodare l’NBA. Io la soluzione non ce l’ho, lo dico subito, ma è evidente che qualcosa non funziona tra il punto A (giovanili ad altissimo livello mondiale) e il punto B (squadre di club prive o quasi di italiani, nazionale fuori dalle massime competizioni come mondiali e olimpiadi). Qualcosa bisognerà pur fare, almeno istituire una linea di pullman sostitutiva se il treno da A e B si perde nelle paludi; nelle altre nazioni evidentemente o i loro giovani migliorano ancora e ci sorpassano, oppure restano più scarsi dei nostri e loro non se ne accorgono e li fanno giocare uguale (e poi, come nel mito del calabrone che non è fatto per volare ma non lo sa e lo fa lo stesso, giocano anche bene e fanno carriera, magari anche in Italia). Vediamo se riusciamo a far finire anche questo gruppo nelle sabbie mobili. “Fate presto” (cit.).

Ma parliamo ancora un po’ di Federico Miaschi. Wunderbar l’avevo già definito: e in quella pagina delle statistiche accumulate sulle 7 gare Federico vince la classifica dei punti per partita con 22.9 davanti al cinese Guo (20.8), e si piazza sul podio, secondo, in quella dell’efficienza offensiva, e terzo in quella dello stesso parametro rapportato a 40′ di utilizzo. Entra, da guardia, nella classifica dei rimbalzi (12° con 6.3 a partita), e si infila anche al 15° in quella della percentuale dall’arco, con il 41.9. Lo avevo un po’ sfidato a fer meglio che nella prima parte, la sfida l’ha vinta lui, e se non ci fosse stata la giornataccia con l’Australia, chissà che numeri avremmo letto. Ma va bene così, perché se il titolo di MVP assoluto l’ha vinto per tanti motivi il tedesco Mattisseck, per Federico c’è la nomina nel quintetto ideale (link solo tedesco, sorry!) della manifestazione, ovviamente come shooting guard, insieme allo stesso Mattisseck (point guard), all’ala piccola russa Mikhaylovskii, all’ala grande australiana Dalton (uno di quelli che ci ha fatto malissimo in semifinale) e al centro tedesco Drescher. Dobbiamo dire altro? Avevo qui degli aggettivi ma li ho persi. Godiamoci queste cose, non è tutto merito della Liguria, per carità, anzi (e qui dovremmo aprire un altro lungo discorso sul fatto che uno come lui è andato via, ma non avrei tanta voglia di deprimerci troppo adesso), però credo che dobbiamo gioire! E mi ricorda che abbiamo vissuto qualcosa di simile l’estate scorsa con Oxilia in Egitto ai Mondiali Under 19: se una rondine non fa primavera, due rondini la fanno? Speriamo!

Aggiungiamo che altri italiani di questo gruppo sono rientrati tra i migliori della manifestazione, in particolare Palumbo, anche lui nella classifica dei marcatori e in quelle dell’efficienza, ma anche in quella degli assist, e in quella dei tiri da 3, insieme a Graziano e Laganà (o “Lagàna”, come lo chiamavano i commentatori tedeschi, che peraltro chiamavano Federico “Miasci”). Insomma un bel team, e sono in tanti poi a sottolineare i meriti di Capobianco, non arrivo certo per primo; ma mi associo!

E parlando di Mannheim, tra 2 anni l’annata “in leva” sarà quella dei 2002. Non dico altro, aspetto qui. 😉

Posted in Eventi, Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

Join The Game 2018 – La fase regionale premia Alassio e Pegli

Posted by superbasketball su 7 aprile 2018

Domenica 25 marzo al PalaCarrino di Sanpierdicanne, a Chiavari, si è svolta la fase regionale, intitolata a Manlio Bigoni, del Join The Game,  il torneo 3vs3 che anche quest’anno coinvolge Under 14 e Under 13 maschili e femminili. I risultati sono particolari, perché i 4 titoli regionali son andati divisi tra due sole società, l’Alassio per entrambi quelli maschili e il Pegli per entrambi quelli femminili! Dunque solo 2 società liguri andranno alle finali del 26 e 27 maggio a Jesolo!

A Chiavari si sono giocati in mattinata i tornei under 13 e nel pomeriggio quelli Under 14.

Nell’Under 13 femminile i due gironi di qualificazione a 7 squadre hanno mandato ai quarti rispettivamente Pegli, Academy Spezia, Rapallo e Lerici, e Cairo, DLF Spezia, Amatori Savona e Cogoleto. Nei quarti, quasi tutti equilibrati, avanti Cairo, Pegli, DLF e Rapallo. In semifinale Pegli superava il DLF, mentre Rapallo superava Cairo. La finale, vinta per un solo punti di scarto (5-4), ha consegnato il titolo alle pegliesi. Quindi alla finalissima nazionale di Jesolo andranno Giulia Renzi, Elisa Napoli, Giulia Garofalo e Anna Magno, le 4 componenti del team Basket Pegli Under 13. Complimenti!

Nel torneo maschile il primo turno prevedeva 4 gironi da 6: ne sono emerse 16 formazioni che si sono affrontate negli ottavi di finale, dai quali sono rimaste in lizza My Basket 1 e 2, Blue Sea, Alassio 1, Vado, Rapallo, CUS Genova e Canaletto 1. Nei quarti Rapallo e Vado eliminavano le due My Basket, Alassio il CUS e Blue Sea il Canaletto. In semifinale vittorie di un soffio per Rapallo e Alassio su Vado e Blue Sea, da cui si è originata un’altra finale tirata, vinta dagli alassini sempre per un unico punticino di scarto. Gli Under 13 della società ponentina (Leonardo Robaldo, Sergio Porcella, Alessandro Ghezzi, Andrea Pezzolo) rappresenteranno dunque la Liguria alle finali. Bravi!

Nel pomeriggio il torneo femminile delle Under 14 vedeva impegnate 11 squadre, 6 nel girone A e 5 nel girone B: dal primo si sono qualificate Pegli 1, Blue Ponente, Ardita 2 e Loano, dal secondo Pegli 2, DLF Spezia, Ardita 1 e Cairo 1. Nei quarti sono sopravvissute Pegli 1 e 2, Ardita 1 e DLF; nelle semifinali si sono invece imposte le due squadre pegliesi, che hanno pertanto giocato una finale derby nella quale Pegli 1 ha battuto Pegli 2 e ha conquistato il pass per Jesolo. Le ragazze pegliesi campionesse regionali sono Agata Praussello, Matilde Pini, Alessia Barberis, Linda Bruzzone. Bravissime!

Rimane da dire del torneo maschile Under 14. Anche qui c’erano 4 gironi da 6, con 16 qualificate agli ottavi. Nei quarti si sono giocati il posto My Basket 1 e Loano (vittoria Loano), Finale 1 e Alassio (vittoria Alassio), Blue Sea e Ranabo (avanti Bordighera), e Vado e UISP (vittoria vadese). Nelle semifinali tutte ponentine, Bordighera ha eliminato Vado mentre Alassio si è imposta su Loano, e ha completato poi il percorso in finale con una netta vittoria sulla Ranabo. Complimenti quindi a Lorenzo Mola, Stefano Arrighetti, Samuele Giribaldi, Luca Iaria, che hanno vinto il titolo e il viaggio a Jesolo a fine maggio!

I risultati completi li trovate nel documento ufficiale FIP Liguria che vi ho messo come link.

E complimenti naturalmente a Pallacanestro Alassio e Basket Pegli che centrano un doppio obbiettivo storico per entrambe! Una situazione inusuale per la Liguria dunque alle Finali Nazionali, dove speriamo che le nostre rappresentanti riescano a farsi valere come è successo praticamente in tutte le edizioni, con liguri a diverse volte capaci anche di portare a casa un titolo nazionale.

Appuntamento a Jesolo il 26 e il 27 maggio!

Posted in Eventi, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

Under 18/M – Miaschi sinora splendido nella sinora splendida Italia di Capobianco al Torneo di Mannheim!

Posted by superbasketball su 4 aprile 2018

Grande Italia e grande Miaschi sinora: la Nazionale Under 18 maschile all’Albert Schweitzer Tournament 2018 è partita in modo fantastico, con 3 vittorie in fila, l’ultima delle quali con la soddisfazione di rifilare una sonora punizione, un trentello chiudendo in tripla cifra, agli Stati Uniti! E in tutto questo il nostro Federico che viaggia a 22 di media (24-20-22). Un sogno?

La spedizione azzurra, che nelle ultime edizioni coach Capobianco ha portato una volta sul gradino più alto e una sul più basso del podio, è cominciata con una vittoria in volata, sudata, sulla Cina (Miaschi 24, Laganà 20), che era partita meglio ed era anche andata avanti in doppia cifra, e capace anche di tornare vicina nel finale. Rotto il ghiaccio nel modo migliore, i nostri azzurrini nel turno successivo si sono trovati avanti un molto meno consistente Egitto, travolto sin dalla prima frazione, dimostrando comunque applicazione, concentrazione e rispetto dell’evento (Miaschi 20, Palumbo 18).

La terza gara, quella con gli Stati Uniti, a dire il vero già sconfitti nella prima giornata dalla Francia, poteva sembrare davvero difficile: l’altroieri però i ragazzi di Capobianco (Palumbo 26, Miaschi 22) l’hanno smontata come meglio non si poteva sperare, pronti via e già davanti, rispettando praticamente alla lettera il piano partita, essendo efficaci nel pitturato (clamorosa la differenza nei rimbalzi contro un team invero molto fisico!) e da fuori (grandi percentuali dall’arco), salendo di fatto in cattedra e non mollando il gessetto sino ad aver riempito la lavagna di giocate spesso fuori dalla comprensione dei ragazzi americani (“We didn’t get off the bus“, ha commentato il coach statunitense Joe Mantegna), andando anche al +36 e poi chiudendo su un +33 che credo sia davvero memorabile. Agli statunitensi è rimasta la magra soddisfazione di far vedere qualche sterile highlight (il windmill in contropiede sul meno 30 circa, non ricordo bene, è un efficace esempio). Giusta la soddisfazione di coach Capobianco (il link porta alle interviste video che vi metto qui sotto, dalla pagina Facebook di Italbasket), ieri, nel giorno di riposo, per un gruppo che sta interpretando questa kermesse mondiale in modo sinora superlativo.

.

Il programma ora ci vede tornare in campo oggi per lo scontro diretto di vetta contro la Russia, 3 vittorie come noi, contro Egitto (0 punti), Francia (4) e Cina (0). I russi sono lanciati e uscire vincitori dalla partita di oggi (15.30, diretta streaming qui) ci porterebbe forse già la sicurezza di andare in semifinale (passano le prime 2), dovendo giocare ancora solo con la Francia domani (17.45).

Cosa possiamo dire di Federico? Wunderbar! Secondo nella classifica marcatori complessiva e miglior marcatore italiano a pari merito con Palumbo, terzo in quella dell’efficienza offensiva rapportata ai 40′, presente anche nella classifica dei migliori 15 stoppatori (da esterno!), insomma una grande prima parte di torneo. Dopo le prime 2 partite da 24 e 20, l’avevo sfidato a fare lo stesso contro gli americani…Taaaac! Fatto! 😉 E allora lo sfido a ripetersi anche contro i russi e i francesi!!! 😉

Forza Federico!!! E forza azzurri, tutti davanti allo streaming!

Posted in Eventi, Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

Trofeo delle Regioni 2018 – Seste le ragazze, undicesimi i ragazzi

Posted by superbasketball su 3 aprile 2018

Durante le vacanze pasquali, e chi ha Facebook sa che almeno lì un po’ l’ho seguito, si è disputata dunque l’edizione 2018 del Trofeo delle Regioni “Cesare Rubini”, campionato italiano giovanile per regioni (selezioni regionali femminili Under 15 e maschili Under 14), ospitato in Brianza. La Liguria ne esce con prestazioni leggermente inferiori a quelle dell’anno scorso in termini di piazzamento: seste le ragazze, che l’anno scorso erano state quarte, e undicesimi i ragazzi, l’anno scorso decimi.

Il torneo maschile ha una caratteristica: di fatto se si perde la prima partita nel resto del torneo al massimo si può arrivare noni. E i nostri ragazzi, accoppiati il primo giorno all’Emilia Romagna, poi terza sul podio, hanno subito questa sorte. Persa la gara con gli emiliani-romagnoli (Cima 12, Corradi e Iamundo 12), vincere il giorno successivo con la Puglia (Corradi 16, Iamundo e Cuttini 11) ha permesso solo di evitare di essere relegati nel tabellone più basso, quello dal 13° al 20° posto, confinando però i nostri nel gironcino dal nono al dodicesimo posto, al quale le selezioni liguri maschili sembrano ormai abbonate. Purtroppo le prime due gare, con Sicilia (Zavaroni 18, Corradi 15) e Toscana (Iamundo 24, Cuttini 15) sono andate perse, e lunedì nell’ultimo incontro vincere con il Trentino Alto Adige (Cima 16, Cuttini 13) ha solo permesso di evitare l’ultimo posto nel gironcino, e di classificarsi undicesimi , appena un posto sotto alla prestazione del 2017, la stessa posizione del 2016. Certo, con due sole vittorie la posizione dei ragazzi di Padovan e Dufour è forse giusta, ma la formula lascia davvero poco spazio alle squadre che hanno difficoltà al primo impatto o incontrano magari una delle favorite, e agevolano chi ha la fortuna di incontrare una squadra più giocabile all’esordio: il Piemonte, che era nel girone con i nostri, ha vinto solo con la Puglia nel primo turno, ed è finito ottavo! Il titolo per la cronaca è andato ai lombardi padroni di casa.

Il trofeo femminile, con una formula meno drastica, era anche cominciato con una sconfitta delle ragazze del trio Ciravegna/Brovia/Albano contro le campionesse in carica lombarde (Guidetti 12, Padula 10), poi riconfermatesi, peraltro maturata quasi tutta nel terzo quarto. Di lì in poi il torneo diventava tutto a scontri diretti, e il primo è stato buono per le nostre, che hanno superato facilmente l’Umbria (Gioan 15, Pregliasco 10): merito del ranking che proveniva dalle annate scorse e che ci ha accoppiate con la tredicesima. Entrate nel tabellone delle prime 8, purtroppo però nell’ultimo quarto con il Piemonte (Gioan 26, Guidetti 9) è scivolato via il sogno di lottare per il podio. Per fortuna in semifinale con le Marche è arrivata un’altra vittoria (Gioan 21, Papiri e Guidetti 8), che ha portato alla finale per il 5° posto, questa purtroppo sfuggita alle nostre, contro il Friuli Venezia Giulia (Gioan 21, Papiri 11), anche qui con una terza frazione da dimenticare. Rispetto all’anno scorso un paio di posizioni in meno, col rammarico della sliding door con il Piemonte, poi comunque terzo davanti anche al Veneto.

Globalmente, Lombardia über alles; buon balzo in avanti delle femmine piemontesi, dal sesto al terzo, ma soprattutto nel maschile del Friuli Venezia Giulia, dal 12° al 2°, regolando Campagna, Sardegna (anche qui non male, da 14° a 6° posto), e poi Lazio (in controtendenza, da 2° a 7° posto) nei quarti e Marche (da 7° a 4° posto), in volata, in semifinale. Complimenti. Noi veleggiamo più o meno sempre nelle stesse posizioni, peccato per le ragazze che potevano forse guadagnare qualcosa di più.

A breve spero di raccogliere qualche commento da chi era sul posto, nel frattempo qui trovate raccolti in modo più consultabile (secondo me) tutti i risultati.

Posted in Eventi, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Liguria verso l’Eccellenza – Intervista a coach Pastore dell’Ardita Juventus

Posted by superbasketball su 1 aprile 2018

Rubrica “Liguria verso l’Eccellenza”: torno alle interviste con gli allenatori di squadre che giocano nei campionati di Eccellenza, e oggi nell’occasione intervisto un protagonista dell’annata. Parlo dell’allenatore dell’Under 18 che disputa l’Eccellenza, in Piemonte e ora nell’interregionale, coach Stefano Pastore dell’Ardita Juventus.

Come al solito ho chiacchierato con lui della stagione, di come è nata l’idea di partecipare a questo difficile torneo e soprattutto di come è successo che siano addirittura, partendo da totali sorprese, ancora in lizza per qualificarsi agli spareggi! Prendetevi una ventina di minuti per coach Pastore!

.

Grazie ancora a coach Pescatore per la sua disponibilità!

Posted in Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Trofeo delle Regioni 2018 – Domani il via a Seregno

Posted by superbasketball su 28 marzo 2018

Domani, mentre noi ci prepariamo per le (corte, se le facciamo) vacanze pasquali, per le selezioni liguri comincia invece la prova del fuoco, il Trofeo delle Regioni “Cesare Rubini”, campionato italiano giovanile per regioni, quest’anno tenuto in Brianza appunto dal 29 marzo al 2 aprile, per il quale si preparano sin dall’inizio della stagione nei tanti allenamenti domenicali di cui vi ho sempre dato informazioni. Come ricorderete parliamo delle selezioni regionali femminili Under 15 e maschili Under 14: domani entrambe le selezioni liguri iniziano la loro avventura.

Nel torneo maschile i nostri ragazzi sono inseriti nel Gruppo B: Emilia Romagna, Piemonte, Puglia, Liguria. Praticamente questi gruppi si risolvono in due giornate, nella logica semifinale-finale. Chi vince domani nella gara inaugurale dei primi 4 gruppi entra nel tabellone delle prime 8 (e se vince anche nella seconda giornata in quello delle prime 4), chi perde in quello più sotto, secondo un incrocio per cui le vincenti della gara della seconda giornata tra le perdenti della prima giornata formeranno un girone per le posizioni tra 9° e 12° posto, le altre si incroceranno con il girone E e finiranno nel tabellone per i posti dal 13° al 20°. Formula micidiale. Fatto sta che domani alle 9 i ragazzi di Padovan e Dufour affronteranno l’Emilia Romagna, non un test facile così all’esordio. Il resto si vedrà, se si vince si gioca con la vincente di Piemonte-Puglia, altrimenti con la perdente, e così via. Forza ragazzi!!

Per il trofeo femminile forse ricorderete che la prima giornata serve a definire il cosiddetto “ranking 2018”, correggendo il ranking che proviene dalla annate scorse con uno scontro diretto. Per la Liguria dei coach Ciravegna-Brovia-Albano, quarta nel ranking di partenza, c’è addirittura la sfida con la prima della classifica, la Lombardia padrona di casa, domani alle 9.15. Saremo una specie di vittima sacrificale? Le nostre ragazze cercheranno di vender cara la pelle; mal che vada resteranno quarte comunque, e giocheranno con la tredicesima negli ottavi di finale, chi vince tra Umbria o Abruzzo, di fatto, ma se non erro vincendo avrebbe semplicemente la sedicesima con cui incrociarsi, ovvero la perdente tra Umbria o Abruzzo.

Insomma, un discreto mal di testa per me 😉 : l’importante è andare in campo e dare il meglio, femmine e maschi! L’anno scorso maschi decimi, ragazze quarte: riusciranno a far meglio?

Ah, per tutte le informazioni nel sito del Trofeo trovate il link ai risultati; potete anche scaricare qui la brochure dei tornei. Le nostre squadre le trovate a pagina 27.

Forza Liguria!

P.S.: io sarò in ferie per cui non potrò essere puntualissimo nell’aggiornarvi, ma qui o su Facebook qualcosa vi farò sapere!

Posted in Eventi, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Join The Game 2018 – Domenica 25 a Chiavari la fase regionale

Posted by superbasketball su 24 marzo 2018

Domenica 25 marzo a Chiavari-Sanpierdicanne si svolgerà la fase regionale, intitolata a Manlio Bigoni, del Join The Game,  il torneo 3vs3 targato FIP che quest’anno coinvolge le classi  2004 e 2005 (Under 14), e 2005 e 2006 (Under 13), maschili e femminili (per le Under 13/F anche le 2007).

Qui vi riporto ancora i risultati delle 4 province (le fasi provinciali, ricorderete, si sono svolte domenica 25 febbraio) e la lista delle qualificate alle fasi regionali.

Al PalaCarrino si inizierà alle 9 con la categoria Under 13 Maschile e Femminile, mentre le categorie Under 14 Maschile e Femminile giocheranno dalle 14.30. Vi raccomando di rileggere le istruzioni sul comunicato FIP Liguria (ad esempio, bisogna arrivare prima!).

Ricordo che vincendo le fasi regionali le squadre campioni liguri delle 4 categorie saranno ammesse alle finali nazionali, previste a Jesolo il 26 e il 27 maggio, nelle quali speriamo qualcuna delle nostre squadre si possa comportare bene come più o meno tutti gli anni succede.

In bocca al lupo a tutti!

Posted in Eventi, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Trofeo delle Regioni 2018 – Le selezioni liguri per Seregno!

Posted by superbasketball su 19 marzo 2018

Eccoci di nuovo, come tutti gli anni, a una decina di giorni dall’evento Trofeo delle Regioni “Cesare Rubini”, vero campionato italiano giovanile per regioni, che è itinerante, e quest’anno si terrà in Brianza, a Seregno ma anche in comuni vicini, dal 29 marzo al 2 aprile. Si sfrutta infatti la (mini) pausa didattica pasquale, visto che i ragazzi e le ragazze coinvolte sono in età di scuola dell’obbligo, trattandosi di selezioni regionali femminili Under 15, e quindi 2003 o 2004 (20 squadre), e maschili Under 14, e quindi 2004 o 2005 (anche in questo caso 20 squadre).

Questi sono i gironi del torneo maschile, come sono stati decisi qualche settimana fa:

TDR Maschile

Gruppo A: Lombardia, Veneto, Abruzzo, Sicilia

Gruppo B: Emilia Romagna, Piemonte, Puglia, Liguria

Gruppo C: Lazio, Marche, Trentino Alto Adige, Umbria

Gruppo D: Friuli Venezia Giulia, Toscana, Campania, Sardegna

Gruppo E: Basilicata, Calabria, Molise, Valle d’Aosta

Non ho sottomano la formula, ma sembra dover essere come l’anno scorso, con le prime due dei gironi A-B-C-D nei quarti per le posizioni dal 1° all’8° (e poi ovviamente semifinali e finali), le terze a giocare un gironcino per decidere i posti dal 9° al 12°, e le quarte a giocare incrociate con quelle del girone E nei quarti per le posizioni dalla 13a alla 20a.

Per il trofeo femminile, la storia è più complessa. Innanzitutto è stato stilato un ranking sulla base dei piazzamenti delle ultime 3 annate, ed è il seguente:

1°  Lombardia
2°  Emilia Romagna
3°  Friuli Venezia Giulia
4°  Liguria
5°  Lazio
6°  Veneto
7°  Toscana
8°  Piemonte
9°  Marche
10° Sicilia
11°  Sardegna
12° Campania
13° Umbria
14° Trentino Alto Adige
15° Puglia
16° Abruzzo

Non sono considerate Calabria, Basilicata, Molise e Valle D’Aosta che giocheranno in un girone a parte che deciderà le posizioni dal 17° al 20°, senza possibilità di “travasi”. Questa classifica viene “corretta” con un primo turno in cui si gioca incrociandosi nel seguente schema, e chi vince mantiene (o prende) la posizione più alta tra le due, ad esempio nella gara 3 chi vince è quinta e relega l’altra all’ottavo posto del “ranking 2018”:

A
gara 1: 1 vs 4
gara 2: 2 vs 3

B
gara 3: 5 vs 8
gara 4: 6 vs 7

C
gara 5: 9 vs 12
gara 6: 10 vs 11

D
gara 7: 13 vs 16
gara 8: 14 vs 15

Per inciso, questo significa che le nostre giocheranno subito con la Lombardia, partita decisamente dura ma, se si vuole giocare per il podio, bisogna affrontare le più forti. E al più si resta quarti.

Il secondo turno è denominato “ottavi di finale”: prima (del nuovo ranking), contro sedicesima (Abruzzo o Umbria), seconda contro quindicesima, …quarta contro tredicesima (Umbria o Abruzzo, di fatto), eccetera, sino a ottava contro nona. Di lì in poi si procede normalmente a scontri diretti con quarti, semifinali e finali (per il 1°, 3°, …15° posto). Abbastanza complicato, vedremo se la formula aiuterà a rispecchiare i valori delle diverse selezioni, o creerà anomalie.

L’anno scorso la Lombardia si era vendicata sul Lazio nel maschile, mentre nel femminile la vittoria lombarda bissava quella dell’anno prima. Entrambe le selezioni difenderanno il titolo in casa, tanto per rendere un pochino più difficile il compito di batterle. Per noi l’anno scorso maschi decimi, le ragazze buone quarte.

Al comando dalla panchina della selezione maschile c’è coach Andrea Padovan, che ben conoscete  perché guida la Tarros Spezia in C Silver, coadiuvato, in questa formula tipo “Grosse Koalition” 😉 , da coach Marco Dufour, che sui parquet gioca contro, ma qui fa l’assistente. Il comunicato di convocazione porta a Seregno un gruppo che va da Bordighera a Spezia, con un “blocco” del Canaletto (analogo a quello vadese dell’anno scorso) di ben 6 su 12. Il gruppo si riunirà per il 12° allenamento stagionale lunedì 26 alle 18 a Chiavari (non nel weekend, direi a causa della fase regionale del Trofeo delle Regioni).

Nel caso della selezione femminile dall’anno scorso è cambiato lo staff tecnico, con coach Laura Ciravegna e gli assistenti Andrea Brovia e Daniele Albano. Anche qui c’è un blocco: è quello pegliese, con 6 ragazze nelle 12 convocate. Nel caso del gruppo femminile a ponente si parte da Loano, per arrivare di nuovo sino a Spezia. Le ragazze sono chiamate anche loro a Chiavari lunedì 26 alle 19.30, per il loro tredicesimo allenamento.

Complimenti a tutti i selezionati, ma un ringraziamento anche a chi magari si è allenato sinora ma non ha avuto poi la possibilità di entrare nel gruppo dell’evento.

Ci sono poi, sia per la selezione maschile sia per quella femminile, degli “aggregati”, miniarbitri e ufficiali di campo. Per i maschi ci sono l’arbitro Natan Primavori e l’ufficiale di campo Anna Berisso; per le femmine ci sono rispettivamente Andrea Pisu e Alice Raggio. Complimenti e buon lavoro anche a loro!

Naturalmente SUPERBAsketball pur non potendo andare a Seregno e dovendo fare un po’ di vacanza pasquale, proverà a tenervi informati il più puntualmente possibile! E forza Liguria!

Posted in Eventi, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Under 18/M – Miaschi convocato nei 16 dai quali uscirà il gruppo per il Torneo di Mannheim

Posted by superbasketball su 17 marzo 2018

IMG_20180315_192518Nazionale Under 18 maschile: arriva la lista di convocati, 16 ragazzi tra 2000 e 2001, dai quali coach Andrea Capobianco e i suoi collaboratori sceglieranno i 12 rappresentanti azzurri che difenderanno i nostri colori a Mannheim, nell’Albert Schweitzer Tournament 2018, torneo che proprio Capobianco ha avuto la soddisfazione di vincere una volta (nel 2014 battendo gli USA in finale, e quella volta nel gruppo c’era Alberto Cacace), e nel quale un’altra volta (2016, e “avrebbe potuto” esserci Tommy Oxilia, purtroppo vittima di una distorsione alla caviglia poco prima delle convocazioni), è stato sul gradino più basso del podio.

Ebbene, come speravamo nella lista dei 16 c’è il nostro Federico Miaschi! Federico, che qui vedete in campo nella mia (orribile) foto presa al pallone di Vado nell’occasione della sfida (vinta) di giovedì scorso in Under 18 d’Eccellenza tra la sua Reyer (che ieri ha vinto anche a Varese ed è in testa al girone interregionale B, tanto per dare anche un po’ di informazioni di cronaca sul torneo) e il team vadese, sta facendo un’ottima stagione, e la partecipazione al “mundialito” tedesco sarebbe una grande occasione per lui, che speriamo poi di vedere anche agli Europei Under 18 e chissà, magari dare un contributo anche in Under 20.

Forza Federico!!!

Posted in Eventi, Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: