SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

Notizie, notiziole e baggianate

A1/F – Carispezia: capolinea, si scende

Posted by superbasketball su 13 aprile 2017

logo_cestistica_nuovoE stavolta mettiamo il punto. (punto)

La Carispezia perde la sua serie playout. Malino; tralasciando la sciagurata gara 3, anche gara 4 non è stata buona, salvo la voglia forse, ma male espressa, di recuperare la situazione quando i buoi erano ormai ampiamente scappati (di rimonte come quelle della partita precedente se ne vedono poche, figuriamoci due una dopo l’altra). Battipaglia ha travolto la resistenza bianconera proprio quando, sull’1-1, le cose sembravano mettersi bene per il team di Barbiero. Scherzi della psicologia e dello sport, e chissà che quell’esonero di Riga, all’indomani di gara 2, non sia stato davvero la svolta nella testa delle ragazze campane? E’ finita dunque 1-3, con la Treofan festeggiare in campo con i tifosi, e le bianconere mestamente a capo chino.

La gara (qua sotto il solito video integrale dello streaming dal sito della Lega Basket Femminile per chi volesse girare il dito nella piaga) ha visto di fatto le ospiti menare le danze sin dall’inizio, con Linguaglossa e compagne (Březinová 12, Striulli 9) in grado di arginarle nel primo quarto, ma in calo nel secondo, con le canotte nere a prendere il largo soprattutto a ridosso di metà gara, alla quale sono arrivate su un promettente (per loro) +12. E’ mancata la giusta reazione al rientro: le ragazze di Dragonetto hanno allungato ancora, e dal -21 a quel punto solo un miracolo sportivo avrebbe permesso alle spezzine di ribaltare la situazione. Ci hanno provato, tant’è vero che il divario è calato a -15 al 30′ e qualche altro punto qua e là è stato limato, ma col tiro pesante quasi completamente inceppato (2 triple su 20 tentativi contro un solo discreto 6/18 delle avversarie) non è facile recuperare. Alla fine la mannaia è calata inesorabile col passare dei minuti, e il 46-66, inequivocabile anche se forse un po’ punitivo, ha sancito la retrocessione delle ragazze.

Gara 4 poteva, nelle aspettative più rosee, essere quella della festa, e invece è stata quella delusione. D’altronde, tutto è coerente con una stagione nella quale le vittorie sono arrivate col contagocce (a parte lo sweep sulla evidentemente “predestinata” Broni, solo gara 2 a Battipaglia): far su 3 referti rosa in 5 gare dopo averne ottenuti 2 su 26 era forse troppo ottimistico da pensare.

Peccato: una stagione con tante sliding doors che apparentemente hanno sempre, o quasi, indirizzato nella direzione sbagliata. Tanti cambi in corsa, sia di panchina sia di giocatrici, alcuni forzati ma alcuni per scelta tecnica, un gioco che nel finale di stagione sembrava molto migliorato ma che evidentemente era “fragile” e non ha retto in questa sequenza finale. Sarà che c’era ancora in testa la cavalcata dell’anno scorso, ma la differenza è stata stridente. In alcune partite, mesi fa, si era colta la frustrazione e la sensazione di impotenza, sensazione che nelle ultime settimane non si avvertiva più, anche se i risultati restavano sfavorevoli, ma si lottava; nelle ultime gare qualche volta è apparso di nuovo un po’ di timore nell’esecuzione in attacco (quantomeno, questo ho avvertito io, e non vale per tutte le ragazze). Timore che non ho visto praticamente mai nelle battipagliesi, dalle più esperte sino alle più giovani, basti pensare a Verona. Peccato davvero, perché dopo il pareggio del PalaZauli, e l’inerzia tutta spezzina, sembrava che l’obbiettivo fosse lì, e si potesse afferrarlo.

Dunque, salvo stravolgimenti estivi, l’anno prossimo la Carispezia si ripresenterà al piano di sotto; vedremo con quali premesse e con quali ambizioni, credo che la voglia di tornare su ci sia, e “ci conto”. Speriamo. Nel frattempo, domani le più giovani iniziano la finale Under 20, chissà che qualche sassolino dalle scarpe non riescano a toglierselo. C’è anche Battipaglia!

Situazione:

.

Posted in A1 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Trofeo delle Regioni 2017 – Inizio in chiaroscuro per la Liguria

Posted by superbasketball su 12 aprile 2017

E’ iniziato oggi il Trofeo delle Regioni “Cesare Rubini” di Roseto degli Abruzzi! Come sapete, il programma prevede il torneo delle selezioni regionali femminili Under 15, e quindi 2002 o 2003 (20 squadre quest’anno), e il torneo di quelle maschili Under 14, e quindi 2003 o 2004 (20 squadre).

Per quanto riguarda i maschi liguri, l’inizio dei ragazzi di coach De Santis (Merello 12, Caorsi 6) con il Lazio è stato piuttosto traumatico, un -37 che evidenzia qualche limite, certamente. “Male male“, è il sintetico commento che arriva dallo staff tecnico dalla costa abruzzese. C’è la prova d’appello domani con il Trentino (ore 17.45), che è stato preso sotto dalla Lombardia e ha rimediato un -73. Brrr. Forza ragazzi, cè almeno da piazzarsi terzi per evitare la relegazione dal 13° posto in giù!!!

Nel torneo femminile, in cui la formula tanto per divertirsi un po’ è diversa e ci sono 4 gironi delle “top 16” (più uno delle regioni che saranno già piazzate dal 17° al 20° posto) che in realtà sono strutturati in semifinale e finale (del girone), le ragazze di coach Grandi sono invece partite molto bene con la Toscana. “Bella vittoria“, dice il coach. “Sempre avanti, con un ottimo approccio. Più 8 all’intervallo, ottimo inizio di 3 quarto, e abbiamo resistito quando le loro triple le stavano riportando sotto. Ottima difesa di squadra, nonostante qualche inevitabile incomprensione“. Molto bene dunque, il primo turno è andato e domani si gioca alle 9.30 contro nientemeno che la Lombardia (ricordo che Lombardia e Veneto hanno praticamente monopolizzato i titoli del Trofeo delle Regioni sinora). Chi vince giocherà negli spareggi con la seconda del girone B, mentre chi perde giocherà con la prima (quindi Emilia-Romagna o Lazio). La formula la seguiamo giorno per giorno, altrimenti scrivo un poema. Provate a guardare sul sito e vi si incrociano gli occhi. :-/

Della gara di oggi abbiamo anche il tabellino:

LiguriaF: Garbarino, Picasso 3, Schiappacasse, Gioan 14, Zignego 5, Padula 4, Mangano 12, Spinacci 2, Dato 3, Ouslati 1, Dal Toso 7, Leonardini 7.

E forza Liguriaaaa!

 

Posted in Eventi, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

XI Clinic “Vittorio Cavaleri” – Il resoconto del seminario dirigenziale, altre quattro chiacchiere con coach Passiatore

Posted by superbasketball su 12 aprile 2017

Chi di voi sabato mattina ha preferito qualche altra attività alla partecipazione al seminario dirigenziale del XI Clinic “Vittorio Cavaleri”, troverà qui qualche motivo di fare una scelta diversa l’anno prossimo.

Nella mattinata di sabato 8 aprile infatti, nella Casa delle Federazioni, in viale Padre Santo 1, a Genova, abbiamo assistito a 3 relazioni decisamente interessanti per i dirigenti cestistici liguri, e anche per chi, come me, dirige solo il suo miserrimo blog (ovvero, dirige se stesso).

Come ricorderete, questo seminario è stato introdotto l’anno scorso in occasione della decima edizione del Memorial, ed è organizzato da Ardita Juventus, Amici di Vittorio e Comitato Regionale FIP Liguria, e in particolare da coach Stefano Passiatore, col quale ho fatto di nuovo quattro chiacchiere come scusa per raccontarvi quel che è successo. Questo era il programma:

  • ore 10,00-11,00 Dott. Salvatore Trainotti (General Manager Aquila Trento Lega Basket Serie A) con argomento : “Evoluzione societaria dalle Minors fino alla Serie A ed esperienza del Consorzio”;
  • ore 11,00-12,00 Dott. Alessio Vernazza (Resp.le Org. ed Amm. Settore Giovanile Genoa CFC) con argomento: “Costruire dal basso: programmazione, organizzazione e … passione”;
  • ore 12.00-13,00 Dott. Julio Trovato (General Manager Virtus Bologna Serie A2) con argomento: “Organizzazione societaria: dalle Minors alla Serie A: progetti ed applicazioni”

IMG_2622SBB: Ciao Coach! Qualche giorno per metabolizzare il tutto, ed eccoci qui a rivedere quanto successo sabato nel clinic dirigenziale da te organizzato. Innanzitutto, già l’anno scorso avevamo accennato alla multidisciplinarità del seminario, e quest’anno oltre ad un altro relatore calcistico abbiamo avuto un po’ di partecipazione proprio dal mondo del pallone …

Stefano Passiatore: Ciao a te, Braun, ed ai tuoi lettori! Ebbene sì, si continua (grazie a FIP Liguria e Coni Liguria) con questo format. Un po’ di dirigenti del settore calcio ci hanno accompagnato nello sviscerare la relazione dell’ottimo Alessio Vernazza (Genoa CFC), che come valore aggiunto, due giorni dopo il seminario, ha staccato con la formazione Under 17 le Final 8 di categoria per il titolo italiano. Qualche dirigente in più dal mondo cestistico, e ovvia menzione d’onore a Fabio Poggianti di Livorno: partendo all’alba ha detto di aver fatto bene per l’alta qualità delle relazioni dei dirigenti invitati al seminario. Vittorio ne sarebbe stato orgoglioso.

IMG_2627SBB: Proviamo a raccontare un po’ a chi non c’era (ma non troppo: deve restare loro la curiosità di venire la prossima volta 😉 ) di che cosa si è parlato sabato mattina? Diciamo che dopo i saluti e le introduzioni tua, del presidente Ardita Molisani e del presidente FIP Liguria Bennati si è subito andati al sodo con l’intervento di Salvatore Trainotti, che è riuscito secondo me, pur parlando in generale di come si lavora in una società che cresce negli anni, a farci toccare con mano la realtà Trento, certamente dinamica ed accattivante…e poi ci ha raccontato il confronto con la pallavolo in una città dove non è il calcio a farla da padrone, e la scelta di caratterizzarsi anche in ambito sociale.

SP: Il GM Salvatore Trainotti (un paio di anni che lo inseguo) ha tenuto un ottimo intervento, ben relazionandoci sulla realtà Trento; certo particolare, ma molto vicina a Genova, in quanto anche a Trento c’è una realtà molto forte (pallavolo). Non si sono demoralizzati e, col lavoro, sono saliti pian piano di categoria e si sono strutturati cammin facendo. Molto bella la sua relazione anche per la parte sociale del loro intervento, veramente d’impatto e non di facciata. Anche la relazione sul Consorzio è stata molto interessante anche per i miei due dirigenti Molisani e Livoti, bene che anche altri dirigenti abbiano potuto gustarsi tale “chicca”.

IMG_2659SBB: Poi è stata la volta di Alessio Vernazza, che giocava in casa dovendo raccontare di Genoa a Genova. Diversamente dagli altri relatori, lui ha parlato per parole chiave, come programmazione, organizzazione, passione. Credo sia sempre stimolante ascoltare chi ha esperienze in altre discipline sportive, perché ci fa uscire dalle consuetudini cestistiche e fa capire che non c’è un unico approccio, e non è detto che quello che utilizziamo debba essere più corretto di quello degli altri. Ha stupito quando, ribadendo più o meno quanto affermato l’anno scorso da Montali dell’Entella, ha spiegato come nel calcio si tenti di selezionare “prospetti” ad un’età per noi inimmaginabile, tipo 6 anni…

SP: Alessio è stato bravissimo a farci entrare nel mondo della “Cantera Genoana”! Oltre a fare molti collegamenti anche con la sua esperienza di calcio dilettantistico, ovviamente ha colpito per l’approccio al lavoro in comune. Certo dover selezionare giocatori già a 6 anni (sembra che ciò derivi da vincoli federali) aggiunge anche un bel lavoro di psicologia e lungimiranza. Ottimo il suo contributo, in linea con quello portatoci lo scorso anno da Manuel Montali dell’Entella Calcio. Il prossimo anno (per par condicio ed anche per curiosità) proveremo a farci raccontare il mondo anche dalla parte blucerchiata della città!

IMG_2679SBB: E, infine, l’intervento di Julio Trovato, che è stato ricco di aneddoti della sua esperienza in giro per l’Italia, da Moncalieri a Bologna passando per Trapani. Il tutto mentre in modo sistematico passava in rassegna i vari settori dell’attività di una società sportiva, sportivo, commerciale, marketing, amministrativo, comunicazione…Sono stato colpito, per mia “inclinazione”, da quest’ultimo, soprattutto per gli aspetti relativi alla standardizzazione, alle regole da porre per avere un modo di presentarsi univoco verso l’esterno, dall’uso del marchio alle interviste con i giocatori, aspetti che nelle società piccole spesso vengono totalmente sottovalutati.

SP: Julio Trovato è stato super. Vista la sua grande esperienza “a tutto tondo” dal campo (allenatore Nazionale), alla scrivania, alle giovanili di livello, all’esperienza di seniores sia a Torino e poi a Trapani, fino ad arrivare alla chiamata a Virtus Bologna, pensavo proprio potesse fare un’ottima lezione: direi che è andato oltre. Contento che sia potuto venire a Genova, un valore aggiunto, anche pensando che solo un giorno prima era ancora negli States a Phoenix e San Antonio. Grandissima disponibilità!

SBB: Insomma, anche stavolta si è andati un po’ “lunghi”, ma credo che gli intervenuti abbiano apprezzato!

SP: Beh, ogni anno le parole spese dagli uditori circa la qualità del Seminario fanno bene e ci aiutano ad andare avanti nel proporre tali momenti di aggregazione ed aggiornamento.

SBB: Dammi una tua valutazione sulla qualità e quantità dei partecipanti…

SP: La qualità è alta, sia perché sono venuti, e sia perché credo siano andati via con un paio di idee interessanti per le loro realtà. Certo potrebbero essere di più, ma chi è assente si dice che ha “sempre torto”: vuol dire che cercheremo di lavorare di più per coinvolgere sempre più persone “interessate” a partecipare.

SBB: La parte tecnica? Possiamo dire qualcosa sull’evento per allenatori?

SP: La parte Tecnica dovrebbe andare in scena Sabato 30/09/2017 con il format originario: settore minibasket, settore giovanile e settore Prime Squadre.

SBB: Bene, gliinteressati possono segnarsi la data quindi! Ora, come al solito, hai spazio libero per concludere l’intervista.

SP: Grazie a FIP Liguria (Presidente Bennati), agli “Amici di Vittorio” (Massimo Salomone e Roberto Contri), ai relatori, agli intervenuti, a te Braun per essere sempre presente e così prodigo di resoconti sul tuo riuscitissimo blog, ed anche al mio presidente Molisani e Valerio Livoti, sono proprio contento che si siano goduti dal vivo quello che facciamo per ricordare degnamente Vittorio Cavaleri.

SBB: Grazie Stefano!

SP: Grazie a te Bruno, alla prossima.

Ecco di seguito varie foto e un video con alcune parti degli interventi dei tre relatori.

2017-04-08 XI Clinic "Cavaleri" Dirigenziale

Posted in Allenatori, Eventi, Giovanili, Minibasket | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

D Reg/M – PRO RECCO PROMOSSA IN C SILVER!!! Valpetronio prima nella griglia playoff

Posted by superbasketball su 11 aprile 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa D regionale ha scelto la prima promossa in C Silver per la stagione 2017-2018!

Come era ormai abbastanza chiaro da un paio di settimane, la Pro Recco si è presa, anche con una giornata di anticipo, la prima posizione di regular season che dà diritto alla promozione diretta, senza sottoporsi alla roulette dei playoff (che in una D piena di sorprese rischiano di essere sorprendenti). Il team di coach Bertini ha addirittura 6 punti di vantaggio sulla più vicina inseguitrice dopo aver superato (Ragazzi 18, Caddeo 13) sul proprio campo, quel campo che per tanti mesi le è stato impossibile utilizzare a causa della distruzione del pallone di via Vastato Vecchia, la penultima in classifica BVC Sanremo (Tacconi 15, Pistola G. 11), che pur menomata nel roster come sempre nelle ultime giornate (ma in questo caso mancava anche il bomber Bonino per squalifica) ha onorato l’impegno ma proprio non poteva guastare davvero la festa ai recchelini, anche perché nel frattempo la Valpetronio soccombeva a Pegli (la partità però è finita sicuramente dopo, come leggerete, quindi niente vantaggio per Recco). I ragazzi in giallo hanno dunque coronato la loro galoppata con la promozione, dopo aver sbaragliato la concorrenza con un calendario che sulla carta li poteva vedere enormemente svantaggiati: dover giocare sempre in trasferta poteva, se non fossero state di fatto tutte vittorie, far loro accumulare un distacco in classifica che poi anche giocando tutto il ritorno in casa psicologicamente poteva essere difficile recuperare. Invece la capolista ha costruito la sua stagione vincente on the road, inanellando referti rosa lontano dal profumo della focaccia al formaggio, e poi, con qualche inciampo che non ha vanificato tutto perché anche le concorrenti sono state tutt’altro che infallibili, l’ha consolidata nella striscia casalinga. Ora ci sarà l’altra sfida, quella di riuscire a presentarsi al via al piano di sopra, e come sapete non è scontato per nessuno ormai, vedi quanto è appena successo ad Albenga. Per il momento però, e pur dovendo giocare ancora l’ultima, guarda caso in trasferta a Borzoli, grandi complimenti alla Pro Recco!!!

La Valpetronio (Podestà 32, Bernardello 11) che poteva ancora sperare qualcosa è uscita dal Palasharkers con un foglio giallo in mano, ma per sua fortuna i risultati concomitanti la rendono certa della prima posizione nella griglia playoff (Pegli può raggiungerla ma non ha ribaltato la differenza canestri dell’andata), che significa ovviamente il vantaggio del campo contro qualsiasi avversaria. Nella palestra di via Cialli ci sono voluti però ben 2 overtime per decretare il successo dei ragazzi di coach Di Chiara (Mazzorana 17, Tansi 15): successo arrivato con 2 liberi maturati con 2 centesimi di secondo (sic!) da giocare dalla sirena del secondo supplementare, dopo che le due squadre si erano rincorse a vicenda per 50′. Sfumata la promozione diretta, l’ultimo turno, il weekend dopo Pasqua, per i ragazzi di Benvenuto conta nulla; ma sarà importante per la classifica perche a Casarza arriva la Diego Bologna, in lotta per le posizioni di rincalzo tra l’altro proprio con i pegliesi, che dovranno invece andare a Chiavari in casa di un Villaggio ancora in corsa per i playoff (e nel caso potrebbe pescare Valpetronio tra l’altro).

Nel frattempo ha finito invece la propria regular season la Pallacanestro Busalla, peraltro con un’altra sconfitta che le preclude la possibilità di difendersi dalla rimonta delle altre squadre. I busallesi sono caduti ancora in casa proprio contro il Villaggio di coach Annigoni, che ha azzeccato un ottimo match, mentre i ragazzi di Tarantini, poi anche espulso nella seconda parte di gara, si sono fatti mettere sotto. Ultimo turno sul divano per Busalla, che deve riposare, mentre i villaggini devono fare un’altra prestazione maiuscola e battere anche il Pegli, sperando nella sconfitta del Cogoleto ad Imperia, per sperare di agganciare i playoff, perché sono in svantaggio negli scontri diretti con tutte quelle che li precedono da vicino (paradossalmente invece vantano il 2-0 sul Busalla e un +1 su Valpetronio, per dire, cosicché in un eventuale quarto ci arriverebbero con credenziali importanti), oppure in unìaltra congiunzione astrale che vi espliciterò più sotto.

Al quinto posto, zitta zitta, c’è l’Auxilium, che ha sfruttato al meglio il turno casalingo con l’Albenga per agganciare e scavalcare per gli scontri diretti la Diego Bologna rimasta al palo. I ragazzi di Barbieri potrebbero addirittura salire oltre perché sabato 22 andranno a Sanremo e se canteran…giocheranno una partita solida e si porteranno a casa i 2 punti, potrebbe anche essere che qualcuna di quelle davanti possa essere infilata sul traguardo! Per gli ingauni, poco da dire: coach Accinelli li guiderà contro l’altra delusa Amatori nella giornata di saluto alla D davanti al proprio pubblico.

Nelle ultime posizioni playoff infurierà invece ancora la lotta: infatti l’Imperia ha fatto il colpaccio in casa della Diego Bologna e inizia il rettilineo d’arrivo davanti a Cogoleto e allo speranzoso Villaggio. A Spezia i padroni di casa (Menoni 14, Cirillo L. 11) hanno fatto troppo poco, e per i ragazzi di Damonte è stato abbastanza agevole cambiare marcia soprattutto nella terza frazione e garantirsi il referto rosa. Il Riviera deve però giocare lo scontro diretto, per la verità in casa, con il Cogoleto: in ballo le posizioni playoff, con la chance di prenderne una migliore, ma anche di perdere quella attuale. Attenzione però: ad Imperia si giocherà domenica 23, quindi con tutti gli altri risultati rilevanti già acquisiti! Gli spezzini di coach Grassi dal canto loro devono riprendersi perché stanno scivolando indietro e a Casarza probabilmente non troveranno una Valpetronio “in infradito”, come si usa dire di questi tempi.

Il Cogoleto nel frattempo ha complicato i conti di tutti battendo in casa la Pallacanestro Sestri in un arrivo al fotofinish. Con la classifica dispari che ha, il team di coach Dellarovere è l’unico che non ha calcoli strani di classifiche avulse da fare: se vincono la prossima ad Imperia son tranquilli e anzi scavalcano sicuramente i ponentini, ma se perdono e il Villaggio per caso avesse fatto ancora risultato, saranno fuori dai giochi. Giochi nei quali è ancora totalmente impelagata la Pallacanestro Sestri, che deve giocare in casa ma con la capolista Pro Recco, forse appesantita dalle libagioni pasquali ma magari vogliosa di confermare la leadership in ogni caso; e attenzione, perché se Villaggio vincesse, pur essendo i villaggini in svantaggio con tutte se si creasse una parità a 3 a quota 24 anche con l’Imperia l’avulsa direbbe che i ragazzi di Mariotti sarebbero i terzi del gruppetto…e siccome per arrivare a quell’eventualità dovrebbe vincere Cogoleto, che arriverebbe a 25, allora ecco che i Seagulls sarebbero inopinatamente fuori dalla griglia a favore dei cogornesi.

Complicato? Sì, ma c’è tempo, intanto ci sono uova e colombe da spazzolare… 😉

Situazione:

.

Partite in programma:

.

Posted in Campionati, D Reg M | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Le finaliste sono CUS e Tarros!

Posted by superbasketball su 10 aprile 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaDopo le gare 2 che hanno azzerato quanto successo nelle gare 1 di entrambe le serie, tra ieri e oggi si sono disputate le gare 3, e abbiamo la coppia finalista! L’altroieri è toccato al CUS eliminare Sarzana in una gara tiratissima a Genova, ieri è stata la formazione spezzina a liberarsi dell’insidia Vado sul proprio campo, facendo il break definitivo già nel terzo tempino.

La prima semifinale quindi è stata del tutto ribaltata sabato sera: se in gara 1 Sarzana aveva strappato il fattore campo a Genova, e poi il CUS se lo era ripreso in gara 2 in trasferta, in gara 3 il PalaCUS ha stavolta arriso al team di Pansolin e Taverna (Macrì 30, Dufour 15), che pertanto, malgrado l’assenza di Mangione (ancora in forse la sua possibilità di rientrare durante la serie di finale), si è qualificato per l’ultimo atto del campionato. Clamoroso il primo quarto biancorosso: dopo i canestro di Casini di apertura, i padroni di casa sono volati sul 17-2 senza che Sarzana (Casini 21, Jonikas 16), anche chiamando timeout, riuscisse ad arginare la folata; e nel seguito del tempino i cussini hanno toccato il +18, per poi doversi accontentare del 28-15 di fine quarto dopo una tripla frontale di tabella di Jonikas. Partita non certo finita, perché Sarzana prima tornava più volte sotto la doppia cifra, poi verso l’intervallo lungo, a ridosso della sirena, qualche zampata di Bencaster e il tiro pesante di Casini hanno fruttato un -5 che lasciava decisamente di nuovo tutto aperto. Pur con andamento altalenante, pian piano Sarzana tornava sempre più sotto. -3, poi -9, poi -2, poi -7, poi -4 e il 30′ consegnava il 59-55 a referto. Ultima frazione per coronarie forti! Jonikas fa -2 e poi dalla lunetta fa solo 1/2 per il -1: sembra possa materializzarsi il sorpasso, e invece qui viene fuori l’anima CUS, ieri sera impersonificata soprattutto in Macrì, che segna dall’arco e poi mette anche il +6. Casini riporta Sarzana ad un solo possesso, poi si accende Bigoni, tripla e sfondo da Bencaster in sequenza. Macrì e Dufour dalla linea della carità portano il vantaggio a +9, ma ancora Sarzana non molla: Salazar e Casini trovano triple utili che riportano a -3 i propri colori quando manca meno di un minuto. Dopo un canestro di Bigoni e un libero di Bestagno, la partita finisce quando sull’ennesimo errore al tiro pesante biancoverde Macrì porta avanti la palla ma subisce il fallo tattico di Casini, fischiato come antisportivo. Dalla panchina si alza Bardi (inutilizzato sino ad allora) che si fa espellere essendo entrato in campo. 3 liberi a segno per il play genovese che mette la firma al 2-1 del CUS nella serie!

Molto bene il CUS, che ha sopperito con la volontà all’assenza eccellente di una pedina (o torre? Alfiere?) importante come Mangione. Dopo aver perso gara 1 non molti avrebbero scommesso sul ribaltamento, e oltre a qualche colpa sarzanese ci sono sicuramente tanti meriti biancorossi nel risultato finale di questa semi. Contro la Tarros, vedremo se i genovesi riusciranno in qualche modo a riavere Mangione, magari più avanti nella serie (la caviglia è ancora malconcia): in regular season entrambe le partite si sono chiuse con scarti esigui, per cui sulla carta dovremmo avere una finale non scontata. E in ogni caso, sarà prima contro seconda.

Per il team di Bertieri uno stop che, per la prima volta da diversi anni, li estromette dalla lotta per il titolo regionale, vinto l’anno scorso con il corollario degli spareggi promozione, e li costringerà a leggere sul mio blog (vabbé dài anche altrove) come andrà a finire; un qualcosa che evidentemente i ragazzi sarzanesi dovranno metabolizzare, per capire che cosa si è rotto nel meccanismo di una squadra che aveva dominato gara 1 e che poi si è fatta imporre il gioco, pur lottando comunque sino all’ultima manciata di secondi, sia in casa propria sia nella bella di ieri sera, e le cui individualità sono certamente asset importanti per il nostro campionato.

Qui di seguito foto e video della partita.

2016-2017 C Silver SF gara3 CUS-Sarzana 79-70

Ieri sera si è svolto il secondo attto delle gare 3 di semifinale, con la partita del Palasprint tra Tarros e Vado. Dopo lo spavento di gara 1, risolta solo negli ultimi minuti, e il partitone vadese con pareggio di gara 2, nell’incontro di ieri c’è stato tutto sommato molto equilibrio nella prima parte, in cui i ragazzi di Padovan (Kuntic 19, Santoni 18) hanno provato a prendere vantaggio, ma i vadesi (Olowu 10, Vallefuoco e Cerisola 8) a metà secondo quarto erano anche riusciti a rimettere il naso davanti, per poi andare negli spogliatoi a parlare con coach Dagliano e coach Costa sotto di 8, tutto sommato ancora in partita. E’ stata una terza frazione tutta bianconera a rompere gli equilibri: un +19 nel parziale che ha decisamente scardinato la resistenza mentale dei giovani in rosso. I quali nell’ultimo tempino, con le rotazioni a quel punto anche allargate a tutta la rosa da ambo le parti, hanno limato qualcosa, riducendo a dimensioni più accettabili il divario, senza però poter davvero riaprire i discorsi. Soddisfazione per la società del presidente Caluri, tornata a giocare la finale regionale e con la possibilità di farlo con il vantaggio del campo nella potenzialmente lunga serie contro il CUS: gara 1 e gara2 saranno infatti disputate al Palasprint, le due successive al CUS, e infine l’eventuale bella di nuovo in via Parma. Si parla di iniziare già mercoledì, si tratta di un calendario che deve tener conto delle festività pasquali e della necessità di terminare in tempo utile per iniziare poi gli spareggi interregionali, per chi vincerà il titolo ligure.

La Pallacanestro Vado esce in semifinale dopo un campionato lusinghiero, in cui si è intrufolata tra le quattro migliori, togliendosi vari sfizi e rischiando di togliersene anche altri, sfuggiti per pochi possessi. Un gran banco di prova per i giovani, che peraltro sono già abbondantemente torchiati nelle competizioni giovanili di eccellenza interregionali alle quali la società vadese partecipa con risultati apprezzabilissimi. Competizioni in cui l’intensità è elevata e che hanno forgiato l’approccio di gioco dei “pappagallini” rendendoli ossi duri per ogni avversario, anche il più esperto, spesso mandato “fuori giri” dal ritmo del Vado. Complimenti e appuntamento all’anno prossimo.

Dunque abbiamo le due contendenti: attendiamo il calendario ufficiale, poi potremo vedere lo spettacolo finale di una C silver che in queste ultime battute si è dimostrata scoppiettante!

Playoff:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

A1/F – Carispezia fa la Penelope, perde dal +19 e butta il fattore campo

Posted by superbasketball su 9 aprile 2017

logo_cestistica_nuovoE stavolta è quasi difficile credere a quello che è successo ieri sera al Palasprint. La Carispezia è riuscita a perdere in un solo colpo partita casalinga, fattore campo e inerzia della serie, soprattutto nella testa delle avversarie: il tutto in una gara in cui, con meno di metà del tempo ancora da giocare, era sul +19, contro una squadra che arrivava da una settimana in cui era stato esonerato l’allenatore, e quindi era in uno stato di fragilità. E ora è imperativo per le ragazze di Barbiero intanto tenere il fattore campo in gara 4, e poi tornare a Battipaglia col coltello tra i denti per giocarsi in 40′ la A1.

La cronaca racconta di una squadra spezzina in grado di portarsi avanti già nella prima frazione, chiusa avanti di 5, e, pur in una gara in cui il vantaggio faceva fisarmonica, stare sempre davanti e anzi aggiungere qualcosa anche nel secondo quarto, cosicché alla pausa lunga il divario era di 8 punti, e soprattutto si notava il gran lavoro difensivo, con la Treofan tenuta a 17 punti! Quando poi giochi la terza frazione con un parziale che ti porta al +19 (43-24) a poco più di 3′ dalla sirena del 30′, sembra fatta, o almeno anche se scaramanticamente non lo si dice magari lo si pensa. Ed ecco il patatrac, la Carispezia si inceppa e sino a fine quarto segna solo 2 punti. Battipaglia raschia il fondo del barile, strappa già molto nel residuo della terza frazione chiusa su un dimezzato -9 e ovviamente il recupero la esalta, giunge al sorpasso sul 45-46 con la penetrazione di Strimboli a -6’37”, in 6′ circa un terrificante 2-22 di parziale, e Premasunac esce per falli. Si arriva al finale e come statisticamente è successo tante volte quest’anno, con praticamente l’unica eccezione di gara 2, a lasciarci le penne è proprio la squadra di casa, benché ci sia stata l’opportunità di segnare sulla sirena per Březinová dall’arco, ma il ferro ha detto no. Surreale, e allora stavolta è davvero interessante ricorrere al video integrale della gara come trasmesso in streaming dal sito della Lega Basket Femminile per capirci qualcosa di più.

Gara 4, martedì sera, a questo punto per le bianconere è da dentro o fuori, c’è solo un risultato utile, da ottenere anche con un libero a tempo scaduto al quinto supplementare. Certo che in questa serie tutte le gare si sono sinora concluse con 2 punti di scarto per una o per l’altra, direi che l’equilibrio è incredibile, speriamo che l’ago della bilancia possa spostarsi ancora verso Spezia…

Situazione:

.

Posted in A1 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rappresentative province – Allenamenti ad Alassio domenica 9 e a La Spezia mercoledì 19

Posted by superbasketball su 7 aprile 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaEd ecco un’altra tornata di raduni delle varie selezioni provinciali in giro per la Liguria.

Cominciamo da domenica 9, quando ad Alassio sono convocati alle 9.30 i maschi 2004, e poi alle 11 le femmine 2004 e 2005.

Con grande anticipo c’è poi anche il comunicato di convocazione dell’allenamento delle femmine 2004-2005 di La Spezia: l’appuntamento è infatti per mercoledì 19 alle 19 al PalaMariotti.

Buon lavoro (e divertimento) a tutti!

Posted in Generale | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trofeo delle Regioni 2017 – Allenamenti delle selezioni liguri in attesa di Roseto

Posted by superbasketball su 7 aprile 2017

Mancano sempre meno giorni al Trofeo delle Regioni “Cesare Rubini” (Roseto degli Abruzzi, 12 – 17 aprile), e questa domenica, 9 aprile, come al solito al Figoi di Genova Borzoli, si lavorerà sugli ultimi dettagli. Alle 9 è previsto il 15° allenamento della selezione femminile; poi, alle 11, toccherà ai maschi della selezione 2003 svolgere il loro 11° raduno.

Dopo di che sarà veramente questione di ore per la partenza! Buon lavoro!

Posted in Eventi, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

3 vs 3 – Domenica 9 a Chiavari i tornei Under 17

Posted by superbasketball su 7 aprile 2017

Novità FIP di quest’anno è l’introduzione, a latere e ben distinti dal Join The Game che i più scafati ormai conoscono bene, di altri tornei 3 contro 3, denominati “verso Tokyo”, nell’ottica dell’introduzione di questa specialità nel programma olimpico. Si parte domenica qui in Liguria, al PalaCarrino di Chiavari, con i tornei Under 17 (maschile e femminile), mentre per i tornei Under 15, l’altra categoria, la data è quella del 30 aprile, stessa spiaggia, stesso mare, ovvero sempre a Sanpierdicanne.

Il regolamento è abbastanza simile a quello del Join the Game, e ve lo potete leggere con agio: ormai i tornei di questo tipo sono diffusi, specialmente nel periodo estivo, per cui non credo che ragazzi e ragazze abbiano molti problemi ad adattarsi a questa versione del basket. Peraltro le selezioni italiane stanno anche facendo bene nei tornei ufficiali internazionali, come vi ho anche raccontato in passato. Speriamo solo che tutto ciò non sia unicamente “un altro torneo 3vs3”.

Per domenica la lista delle iscrizioni parla di 5 team femminili e ben 23 maschili: a figgette, come mai siete così poche? 😉 Comunque il programma mi pare nutrito, tant’e vero che si parte alle 9 e si giocherà, si dice, tutta la giornata.

A parte gli scherzi, buon divertimento a tutti!

Posted in Eventi, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Pazze semifinali, tutti sull’1-1 dopo le imprese di CUS e Vado!

Posted by superbasketball su 6 aprile 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaDopo le gare 1, forse pochi avrebbero scommesso sulla situazione attuale, invece le gare 2 hanno rimesso entrambe le semifinali in parità e ora le gare 3 si preannunciano entrambe aperte a tutti i risultati! Un bel finale di C Silver!

La prima “sorpresa”, e le virgolette sono d’obbligo perché in questa fase finale si stanno affrontando le prime 4 del campionato, squadre che hanno certamente la capacità di tirare fuori le cose che servono anche nei momenti di difficoltà, si è registrata martedì sera a Sarzana. I biancoverdi avevano imposto il loro marchio a gara1, dando l’impressione che il CUS patisse la sfida anche a causa dell’assenza di Mangione. Ebbene, in gara 2 sono proprio stati i genovesi (Macrì 21, Bigoni 17) a fare la partita, riuscendo, con l’uso di difese a zona anche abbastanza variate, a impedire alla squadra di Bertieri (Salazar 23, Dell’Innocenti 17) di sfruttare i suoi lunghi, in particolare Jonikas, e gestendo l’incontro con concentrazione estrema. A volte una gara che gira bene fa giocare senza accorgersi degli sforzi fatti, dicevo in sede di presentazione, e credo di essere stato abbastanza profetico, perché i ragazzi di Pansolin e Taverna, con le rotazioni ridotte a 7 uomini, hanno comunque tenuto banco per quasi tutta la gara, e piazzato le botte decisive con freddezza. A Sarzana quindi il fattore campo sfugge di mano dopo averlo conquistato, e ora si torna al PalaCUS per gara 3: con Mangione sempre out, ai biancorossi serivrà un’altra impresa ma è chiaro che l’inerzia al momento parla genovese. Palla a 2 in viale Gambaro sabato alle 21, speriamo davanti a un folto pubblico perché queste due squadre meritano una grande cornice.

Ieri sera il secondo botto, con la Pallacanestro Vado (Milosevic 20, Olowu e Canepa 14) capace di imporsi davanti al proprio tifo alla Tarros Spezia (Visigalli 16, Santoni e Kuntic 11) e portare a sua volta la serie sull’1-1. Qui il fattore campo è stato sempre rispettato: vedremo se la bella di domenica seguirà ancora la regola. Intanto nella gara del Geodetico abbiamo visto un Vado aggressivo, in trance agonistica e anche capace di trasformare in punti quanto conquistato nella metà campo difensiva. I ragazzi di Padovan tuttavia, pur senza strafare, nella prima metà di gara avevano dato l’impressione di poter piazzare magari la zampata decisiva; ma quasi sempre ad un piccolo allungo corrispondeva una risposta vadese. +6 e +3 i vantaggi dei bianconeri dopo le prime due frazioni. Nella seconda metà di gara si saliva ancora di intensità, in modo a tratti anche frastornante, e nel turbillon i biancorossi di casa si esaltavano, trovando in Milosevic, Zavaglio, Canepa e Olowu (impressionanti alcune sue accelerazioni!), coadiuvati validamente dagli altri, i terminali più pericolosi, e riuscendo in finale di quarto a ribaltare specularmente un -3 per entrare nell’ultima frazione in vantaggio. Questi 10′ sono stati tiratissimi, con le squadre a ribattere colpo su colpo e con le solite decisioni arbitrali a scaldare gli animi da entrambe le parti. Stupore in particolare per un’infrazione di 8″ inflitta a Spezia, che a rivedere le immagini sembra però corretta (a mio modestissimo avviso), mentre dal vivo era sembrata piovere dal nulla. La squadra di casa perdeva Prato per un secondo antisportivo; Kuntic, uscito alla distanza, provava a tenere in carreggiata i suoi, ma Vado suggellava la vittoria con Zavaglio e con il definitivo intercetto di Milosevic sulla rimessa in attacco spezzina, che liberava Vallefuoco per i punti del ko. Staff biancorosso a lustrarsi gli occhi e festa in mezzo al campo per i ragazzi di Dagliano e Costa, mentre la squadra del presidente Caluri era costretta ad incassare una sconfitta che complica certamente il percorso. E dopo aver visto gara 1, in cui la partita si era decisa per i bianconeri solo nei minuti finali, anche gara 3 si preannuncia combattutissima. Palla a 2 domenica alle 18 in via Parma: anche qui sarà bello poter raccontare di una grande partecipazione di pubblico!

Il vostro umile blogger ieri sera ha preparato per voi foto e video della partita del Geodetico!

2016-2017 C Silver SF gara 2 Vado-Tarros

Playoff:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

A1/F – Tanto tuonò che piovve! Carispezia espugna il PalaZauli e ora con gara 3 e 4 in casa inguaia Battipaglia (che esonera Riga)

Posted by superbasketball su 6 aprile 2017

logo_cestistica_nuovoEra ora! Dopo tante volate perse sotto lo striscione del traguardo, stavolta la Carispezia ha fatto il colpo, in trasferta, nella gara forse cruciale della serie, che ora è sull’1-1 e sorride alle bianconere, che hanno 2 chances casalinghe consecutive. E a Battipaglia il contraccolpo si è sentito.

Anche in questa gara 2 le spezzine (Premasunac 15, Březinová 11) sono partite meglio, addirittura sono andate sul +10 nel primo quarto, per poi subire il ritorno delle padrone di casa, che rosicchiavano sino ad impattare nella seconda frazione. Ancora però si risvegliavano le bianconere, malgrado l’espulsione di coach Loris Barbiero per il secondo tecnico: dal 25-22 per la Treofan e ragazze tornavano avanti anche di 7 e all’intervallo lungo si andava sul +4 Carispezia. Nel terzo quarto si lottava strenuamente, con punteggio altalenante, e si arrivava alla volata finale sul 50 pari. Le paure sembravano materializzarsi negli ultimi 10′: le salernitane allungavano anche a +5, Verona sembrava un folletto inarrestabile, insomma sembrava che come tutte le altre volte si dovesse restare con un pugno di mosche. Invece, pian piano le bianconere rientravano ancora, Sotiriou collezionava il 5 fallo in pochi istanti, e Battipaglia si ritrovava in bonus. Verona piazzava un’altra tripla micidiale, ma era l’ultimo fuoco della Treofan: dalla lunetta e con il canestro finale di Březinová le ragazze di Della Godenza, catapultato nel ruolo di head coach proprio in una gara così importante, hanno preso il vantaggio decisivo. La stessa ceca, davvero micidiale negli ultimi giri di lancette, prendeva il rimbalzo della sicurezza dopo che Striulli aveva sbagliato i 2 liberi che potevano comunque chiudere la contesa. Tripudio bianconero, per una volta un finale le ha premiate! E le ragazze sono state ancora una volta brave, e forse sono state ripagate delle tante gare ben giocate ma lasciate alle avversarie.

Come già accennavo e come sicuramente ogni appassionato sa, ora si va al Palasprint per 2 gare consecutive, sabato alle 20.30 gara 3 e martedì alla stessa ora gara 4. Il vantaggio del campo è stato di fatto ribaltato, e per Linguaglossa e compagne ora in teoria basterebbe vincere sul proprio campo. Fosse successo già più volte in stagione, sarebbe più semplice; di fatto è successo solo una volta e quindi non ci si può certamente rilassare! Ma se prima la situazione era grigetta, ora sta un po’ virando al rosa, merito del colore del referto dell’altra sera, sicuramente…forza, è il momento di non mollare!

Qui sotto il link al video integrale della gara come trasmesso in streaming dal sito della Lega Basket Femminile.

Promo SP-BP gara3La notizia di oggi è poi che a Battipaglia è saltata la panchina di coach Riga. La squadra al momento è affidata all’assistente Dragonetto, ma potrebbero esserci altri sviluppi. Staremo a vedere, a volte queste cose danno lo scossone decisivo in meglio, a volte certificano il peggio. La palla a due di sabato probabilmente fugherà i dubbi.

Situazione:

.

Posted in A1 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

XI Clinic “Vittorio Cavaleri” – Sabato 8 aprile al CONI di Genova la 2a edizione della Parte Dirigenziale, tutti i dirigenti convocati, ve lo faccio dire da coach Passiatore!

Posted by superbasketball su 5 aprile 2017

Ci siamo quasi! Il seminario dirigenziale del XI Clinic “Vittorio Cavaleri” si terrà infatti, come dovete sapere se seguite questo blog, nella sede del CONI genovese, la cosiddetta Casa delle Federazioni, in viale Padre Santo 1, nella mattinata di sabato 8 aprile.

SAM_9919Gli organizzatori sono come al solito Ardita Juventus, Amici di Vittorio e Comitato Regionale FIP Liguria, e molto del suo ci mette proprio coach Stefano Passiatore, che vi ho intervistato per farci raccontare un po’ nel dettaglio che cosa ci aspetta sabato. Questo è il programma:

  • ore 10,00-11,00 Dott. Salvatore Trainotti (General Manager Aquila Trento Lega Basket Serie A) con argomento : “Evoluzione societaria dalle Minors fino alla Serie A ed esperienza del Consorzio”;
  • ore 11,00-12,00 Dott. Alessio Vernazza (Resp.le Org. ed Amm. Settore Giovanile Genoa CFC) con argomento: “Costruire dal basso: programmazione, organizzazione e … passione”;
  • ore 12.00-13,00 Dott. Julio Trovato (General Manager Virtus Bologna Serie A2) con argomento: “Organizzazione societaria: dalle Minors alla Serie A: progetti ed applicazioni”

Ma passiamo la parola a coach Passiatore!

SAM_9888SBB: Ciao Stefano! Allora, l’anno scorso era una novità, quest’anno è una riconferma, ma questo seminario per i dirigenti di società ha comunque un po’ cambiato caratteristiche, in quanto la FIP Liguria lo ha “sposato”. Raccontaci un po’.

SP: Buongiorno a te Braun ed ai tuoi lettori! Ebbene il progetto nasce da un’idea del Consigliere Ardita Roberto Contri, che è venuta incontro ad una esigenza della Fip Liguria (presidente Bennati) di cercare di fare qualcosa, come formazione, anche per i dirigenti di società. Lo scorso anno abbiamo “scaldato i motori ” e quest’anno la riproponiamo, con l’avvallo prestigioso, addirittura, del Coni. Spero e confido in una sala un poco più piena dello scorso anno e con più dirigenti “puri”, anche se lo scorso anno gli uditori hanno fatto molte domande (stupendo un poco i relatori abituati alla solita riservatezza ligure).

SBB: Anche quest’anno tre relatori, due dal mondo del basket e uno dal mondo del calcio. Non tutti li conosceranno, per cui è ovviamente interessante una tua presentazione.

SP: Da Trento (Lega A) arriva Salvatore Trainotti, GM della formazione trentina, bellissima realtà, ormai a piani alti del campionato (battuta l’altro giorno l’Armani Milano al Forum!). Ci racconterà come hanno fatto a organizzarsi e consolidarsi in una città che ha un’altra bella realtà ad altissimo livello nella pallavolo (anni fa addirittura vincitori della Champions League). Ci potrebbe essere un’affinità con Genova vista la presenza contemporanea del Genoa e della Sampdoria, che un poco fagocitano interesse e risorse della città. Alessio Vernazza è il dirigente responsabile amministrativo ed organizzativo del settore giovanile del Genoa CFC, con in più competenza sui campionati minors di calcio, e ci potrà raccontare (nella sua esperienza a tutto tondo) come si comporta una bella realtà come il Genoa, che si confronta sia con i cugini, che con le altre potenze giovanili delle altre squadre nazionali. Julio Trovato, GM della Virtus Bologna (A2, ovviamente ambiziosa di risalire nell’elite del basket che conta) potrà deliziarci con il suo percorso dalle palestre come allenatore nazionale fino ad arrivare come dirigente di realtà belle del panorama giovanile (PMS Torino), poi successivamente a Trapani (altra bella realtà per passione e competenza del pubblico e società della Sicilia) ed infine a Bologna, passando per …l’NCAA! Ebbene sì, arriverà a Genova direttamente da Phoenix, spero ci possa raccontare un poco del mondo NCAA (mio antico amore, ho appena visto in registrata le due semifinali e ho passato una notte insonne per vedere la finale dei miei Tar Heels North Carolina contro Gonzaga University), spero che il fuso orario non lo faccia stare male, arriverà a Genova direttamente dall’aeroporto, ritornando dagli States!

SBB: È chiaro che i relatori vengono da realtà molto più grandi di quelle che abbiamo in regione, e uno poi provenendo dal calcio vive in un ambiente molto più “ricco”…però tutti parleranno di sviluppo “dal basso”.

SP: Sarà interessantissimo vedere e  sentire come tutti e tre riescono a fare e consolidare le loro belle realtà in un momento storico non proprio “felice” come investimenti sugli sport, vista la crisi che continua ad attanagliare la nostra amata Italia.

SBB: L’anno scorso direi che l’affluenza era stata buona ma non erano presenti tanti “dirigenti puri”. Ti lascio lo spazio per l’appello a questi ultimi perché affollino la sala del CONI!

SP: Beh lo scorso anno, come abbiamo detto prima, abbiamo scaldato i motori. Confido nel tam-tam mediatico: sempre ottima l’esposizione sia sul sito (sempre tempestivo, complimenti!) sia con il passaparola tra coloro che lo scorso anno c’erano e coloro che invece avrebbero voluto ed non hanno potuto, ed anche sui nuovi uditori attirati dalla variegata esperienza che i tre relatori potranno mettere in “mostra”. Un grazie ai relatori che, accettando subito il nostro invito, ci consentono di mettere un poco il “cervello” su come società di tale livello operano a livello di “business”. Grazie anche a Lorenzo Mangini e Beppe D’Amico per lo spazio sui giornali, ed anche all’ottimo Luca Lavagetto di Telegenova per il consueto spazio a favore del basket. A sabato, con un pensiero a Vittorio Cavaleri, indimenticato dirigente nerviese, a cui è dedicato il seminario di aggiornamento!

SBB: A sabato allora!

SP: Grazie Braun! Buon lavoro e buon basket a tutti.

Forza, riempiamo la sala! E come avevo già detto, è gratis! 😉

Posted in Allenatori, Eventi, Giovanili, Minibasket | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

D Reg/M – Recco, è quasi fatta! Albenga scende

Posted by superbasketball su 4 aprile 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaIl primo verdetto della D regionale è stato emesso,  e riguarda la retrocessione dell’Albenga, passata in meno di 12 mesi dalla promozione in C Silver alla discesa in Promozione. Ma anche in vetta sembra quasi fatta (semmai darete la colpa a me…) per la promozione diretta della Pro Recco: +4 a 2 giornate dalla fine.

I recchelini hanno infatti regolato proprio gli ingauni in uno spietato testa-coda che ha quasi consegnato la certezza del primo posto ai ragazzi di Bertini (non c’è ancora perché Valpetronio ha vinto) e contemporaneamente condannato in via definitiva il team di coach Accinelli ad accomodarsi nell’ascensore in discesa verso il piano di sotto. Come ricordavo poco sopra, meno di un anno fa nella posizione del Recco c’era proprio l’Albenga, che poi durante l’estate ha rinunciato a presentarsi al piano di sopra per effettuare un reboot che è stato forse troppo drastico per salvarsi, anche se l’esperienza fatta dai giovani è comunque certamente non disprezzabile. Due vittorie nell’arco della stagione non sono state sufficienti, e ora con 4 di scarto dal BVC che ha il vantaggio pur minimale (+1!) negli scontri diretti, si scende. Auguriamo alla società ingauna di ritornare competitiva! Quanto ai recchelini, basterà ora imporsi alla penultima, già salva, BVC, nella prossima giornata, per festeggiare la promozione, ma c’è anche la soluzione di backup della trasferta finale a Borzoli.

Tiene ancora un po’ sulla corda i ragazzi di Bertini il fatto che nella sfida di Casarza tra le inseguitrici l’ha spuntata la Valpetronio, l’unica che in termini di scontri diretti è in vantaggio sulla capolista, e che quindi in via teorica può ancora sopravanzarla. I ragazzi di Benvenuto (Podestà 15, Bernardello 13) hanno preso un gran vantaggio nella prima parte, tenendo a secco l’attacco del Busalla, che nella seconda parte è riuscito un po’ a rientrare, ma senza poter riagganciare i padroni di casa. La Valpetronio teoricamente può ancora fare lo scherzetto al Recco, ma se i ragazzi di Bertini giocheranno contro Sanremo e Sestri, per i “petroniani” c’è la trasferta di Pegli, e poi l’impegno casalingo con Diego Bologna, e non sarà facile fare i 4 necessari punti, che difficilmente saranno peraltro sufficienti. Certo, con 2 vittorie (e ne basta in realtà una, e forse anche zero, ma c’è il rischio di un arrivo a più di 2 squadre nel quale potrebbe esserci qualche scavalcamento) ci sarebbe la certezza comunque di affrontare i playoff da prima nel seeding. Busalla nel prossimo turno ospita il Villaggio, e serve un referto rosa per mantenere la posizione e poi chissà.

La quarta in classifica è ancora la Scuola Basket Diego Bologna (De Ferrari 14, Ceragioli L. e Cirillo 10), anche se nel weekend è incappata in un altro stop a Borzoli con la Pallacanestro Sestri. I ragazzi di Mariotti hanno fatto il break nel terzo quarto, e con questo successo ora insidiano sia Pegli sia proprio i ragazzi di Grassi: è importante perché entrare nelle prime 5 vuol dire avere il vantaggio del campo nel primo turno. I sestresi andranno a Cogoleto nel prossimo turno e poi potrebbero ospitare una Pro Recco senza assilli di risultato, mentre gli spezzini tornano a casa per ricevere un’Imperia in cerca di punti che diano ossigeno alle speranze playoff, e poi andranno a Casarza.

Quanto al Pegli, è stata proprio la succitata Imperia (Giulini 25, Canobbio 11) a rifilare al team di coach Di Chiara un referto giallo alla Maggi, in rimonta. Il team di Damonte tiene dunque l’ottava posizione, e se non arrivassero punti utili a Spezia con la Diego Bologna c’è sempre lo scontro diretto dell’ultimo turno in casa con Cogoleto. Per i pegliesi domenica al Palasharkers arriva Valpetronio, mentre nell’ultimo c’è la trasferta in casa del Villaggio.

Punti pesanti per Auxilium a Vado: i ragazzi di Barbieri (Oneto 16, Pescio 14) hanno sorpassato nella seconda frazione e per l’Amatori (Damonte 26, Crea 11) si è fatta notte fonda. Con questa sconfitta i vadesi perdono ogni possibilità di inserirsi nei playoff: devono infatti riposare nel prossimo turno, e anche se nell’ultimo potranno magari finire con un impegno abbordabile in casa come Albenga, non si può più raggiungere il nono posto. Per i genovesi invece l’Albenga c’è domenica in via Cagliari; nel turno conclusivo poi c’è la trasferta di Sanremo, e se arrivassero 4 punti qualche posizione la potrebbero rosicchiare.

A Sanremo ha fatto punti importanti, contro un BVC (Tacconi 27, Ez Zahidi 23) pieno di 2001 ma comunque uscito felice dal weekend a causa della sconfitta di Albenga, il Cogoleto di coach Dellarovere (Gorini 22, Bruzzone 10). I cogoletesi mantengono così un punticino di vantaggio sul Villaggio: ora ospiteranno Sestri e poi se la vedranno con l’Imperia, potrebbe essere uno spareggio vero e proprio. Sanremo deve andare nientemeno che a Recco, poi ospiterà l’Auxilium.

Situazione:

.

Partite in programma:

.

Posted in Campionati, D Reg M | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

C/F – Cestistica campione regionale ligure!!! Ora il percorso spareggi per la A2!

Posted by superbasketball su 4 aprile 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa C femminile ha decretato in modo abbastanza inequivocabile che la squadra campione ligure è proprio quella che ha dominato il campionato sin dalle prime battute, ovvero la Cestistica Savonese!

Niente centello nemmeno questa volta, ma è giusto, perché l’avversaria ancorché battuta largamente è sicuramente la più arcigna che potevano trovarsi davanti le biancoverdi: la Polysport Lavagna, anche davanti ai propri sostenitori, ha potuto però solo contenere le ospiti in gara 2, arrendendosi solo nel punteggio ma onorando la finale. Anzi, nel primo quarto le biancoblù hanno tenuto decisamente botta, e il punteggio è rimasto in bilico. Poi le ragazze di Pollari (Skiadopoulou 25, Aleo 18) hanno cominciato ad allungare, e il +15 dell’intervallo lungo rendeva decisamente ancora più ardua l’impresa per le ragazze di Daneri nella seconda metà di gara. Le biancoverdi non si fermavano e anche alla ripresa ricominciavano bene, allungando ad un ventello abbondante che permetteva loro di traguardare il successo finale, arrivato al 40′ con un sonante +28. Finale annunciata, vittoria forse altrettanto annunciata per un team che, al di là dei “nomi” del roster, ha poi dimostrato sul campo di meritarsi il titolo. Complimenti a tutte e complimenti alla società savonese, da coach Pollari sin su alla presidentessa Oggero!

Lavagna esce di scena dopo un campionato non “perfetto” (certamente non come quello savonese delle 22 vittorie in fila), ma comunque dimostrando anche nelle sfide di campionato con le campionesse di meritare la seconda piazza. Chissà: in altre formule, come poteva essere un girone misto Piemonte-Liguria tipo quello dell’anno scorso, magari le biancoblu avrebbero comunque trovato lo spazio per proseguire il cammino, dato che in passato le lavagnesi avevano fatto sempre bene nella competizione con i team di fuori regione. Brave comunque.

Tornando alle biancoverdi dei record, ora per loro la strada si fa un po’ più in salita. Gli spareggi per la promozione in A2 prevedono vari turni ad eliminazione diretta, a cominciare dalla sfida con la vincente del girone piemontese. Potrebbe essere il Teen Torino, che a una giornata dalla fine è avanti rispetto alla Cuneo Granda ma con gli scontri diretti a sfavore: staremo a vedere. Comunque l’andata dei quarti di finale (si gioca su 2 partite con differenza canestri e supplementari eventuali al ritorno) sarà nel weekend dopo Pasqua, con ritorno il weekend successivo. Poi eventualmente ci sarà la vincente di Toscana2-Marche1, e poi l’eventuale finale, ma non corriamo troppo avanti…

Per ora, ribadiamo i complimenti alla Cestistica Savonese per la sin qui trionfale stagione!

Situazione (e partite in programma):

.

Posted in C F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Tarros regola Vado nel finale e fa 1-0. Stasera Sarzana-CUS, domani Vado-Tarros

Posted by superbasketball su 4 aprile 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaDopo la vittoria sarzanese a Genova, anche la Tarros ha tenuto alta la bandiera della provincia spezzina superando al Palasprint un insidiosissimo Vado. Tra oggi e domani si disputeranno le gare 2 e chissà che non ci sia già qualche verdetto.

La gara 1 tra la capolista Tarros Spezia e la quarta classificata Pallacanestro Vado è stata, come ci si poteva aspettare, meno prevedibile di quanto la classifica avrebbe pronosticato. E’ vero che i ragazzi di Padovan (Visigalli 21, Kuntic 18) hanno da subito impresso il loro marchio alla gara, prendendo un vantaggio vicino alla doppia cifra, sin dalla prima frazione; ma analogamente a quanto era successo nel quarto di Santa Margherita, i ragazzi di Dagliano e Costa (Olowu 13, Zavaglio 12) hanno reagito molto bene di lì in poi, giocando alla pari nel secondo quarto in cui hanno tenuto il distacco andando negli spogliatoi sempre in partita, e addirittura realizzando la rimonta e il sorpasso nel terzo quarto. Poteva sembrare mettersi male per i bianconeri in inizio di ultima frazione quando gli ospiti addirittura salivano ancora al +5, ma qui, vuoi per l’esperienza, vuoi per l’oggettiva difficoltà di falli dei vadesi che ha portato all’uscita anticipata dal campo di ben 4 elementi, è uscita la capolista, che di fatto nel residuo del quarto ha vinto 22-5 e suggellato il primo punto della serie. Si rigioca domani sera al Geodetico alle 20.45: vedremo se sul parquet del lungomare Colombo i vadesi avranno la forza mentale di impattare e di costringere quantomeno gli spezzini del presidente Caluri alla bella di nuovo al Palasprint.

Nell’altra serie, di cui ho già parlato, siamo invece già a gara 2. Stasera nella tensostruttura Diego Bologna Sarzana ha il matchpoint che ribalterebbe la serie a proprio favore. La vittoria di sabato  a Genova contro un CUS un po’ in difficoltà anche per l’assenza di una pedina importante come Marcello Mangione, il cui impiego stasera sarebbe probabilmente una sorpresa, ha sicuramente caricato i biancoverdi, e la possibilità di chiudere tutto, col sostegno del proprio pubblico, è certamente un vantaggio psicologico importante. Però l’orgoglio dei ragazzi di Pansolin e Taverna li porta senz’altro ad affrontare la trasferta in Lunigiana con la speranza che non sia l’ultima stagionale, anche se il precedente di qualche mese fa, disputato a dire il vero nella palestra di Piazza Ricchetti, non è beneaugurante. E’ chiaro che la coperta biancorossa si è accorciata e che infatti in gara 1, dopo una partita spesa a rincorrere sempre nel punteggio i ragazzi di Bertieri, la stanchezza degli uomini chiave è probabilmente risultata determinante, ma a volte una gara che gira bene fa giocare senza accorgersi degli sforzi fatti. Palla 2 alle 20.45!

Playoff:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: