SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

Notizie, notiziole e baggianate

Posts Tagged ‘C Silver’

C Silver – Gara 2 chiude tutti i quarti! Le semifinali sono dunque Tarros-Vado, CUS-Sarzana

Posted by superbasketball su 26 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaPlayoff di C Silver: spietate le prime 4, tutte le serie dei quarti si sono chiuse sabato sul 2-0, e le semifinaliste a quanto risulta dovrebbero già trovarsi per gara 1 del turno mercoledì sera. Come il pronostico avrebbe predetto, la Tarros ospiterà Vado, mentre il CUS se la vedrà con Sarzana, prima contro quarta e seconda contro terza.

Cominciamo, noblesse oblige, dalla capolista Tarros Spezia (Visigalli 27, Santoni 19): i bianconeri di Padovan non hanno sprecato il loro matchpoint a Chiavari, e dopo la sfuriata iniziale dell’Aurora (Dmitrovic 16, Costacurta 14), encomiabile nel rendere credibile la gara sino a dopo l’intervallo lungo, tanto da andare avanti anche di 8 lunghezze nella seconda frazione, hanno messo la freccia e rispettato il pronostico. I 20 di scarto finali sono la fotografia della differenza in campo, ma sono lievitati nell’ultimo tempino, quando i ragazzi di Marenco non ce l’hanno fatta proprio più. Salutiamo i gialloblu, positivissimi nel portare a termine una stagione difficile da totali sfavoriti, una scommessa vinta. Magari meglio rischiare un po’ meno l’anno prossimo eh! Quanto alla Tarros, arriva alla semifinale e si ritroverà davanti un’altra gang di ragazzi, oggettivamente più temibile, quella dei biancorossi del Vado.

Neanche il CUS (Bigoni 25, Macrì 18) ha gettato al vento l’occasione, uscendo da via Isnart con il secondo punto e la qualificazione, anche se la preoccupazione maggiore è per il diametro della caviglia di Mangione, schiantatosi sul muretto laterale della palestra ospedalettese per intercettare un passaggio alto a partita virtualmente già conclusa: in forse la sua presenza nelle gare che arriveranno adesso. Come prevedibile gli orange (Cruz Salas 29, Rossi 19), senza pressioni, hanno approcciato molto bene la gara, scappando via anche sul +8, con Revetria e Cruz Salas a tirare la carretta davanti. I genovesi hanno ricucito, ma con percentuali rivedibili soprattutto dall’arco e anche alcuni errori non forzati da sotto, e anche la seconda frazione è stata sostanzialmente in equilibrio. La gara si è spostata verso i rossi ospiti dopo metà della terza frazione, in cui molti punti dei padroni di casa sono arrivati dalle mani di Rossi (4 triple e 14 nel tempino), mentre i genovesi si affidavano spesso a soluzioni spalle a canestro per poi sfruttare una ritrovata precisione da fuori sugli scarichi, quando dal 53 pari i cussini con un 7-0 hanno rotto il bilanciamento, per poi salire al -12 e chiudere il quarto sul +9. La spallata definitiva è arrivata all’inizio dell’ultimo tempino, con 4 punti di Bigoni e una tripla di Bedini (ispirato in molti frangenti, fondamentali ambedue i play genovesi) per il +16 che ha quasi ucciso la gara. Dopo l’infortunio di Mangione, la coltellata finale è stata la bomba frontale di Macrì per il +19, poi le ostilità sono sostanzialmente terminate e da ambo le parti si sono svuotate le panchine per far giocare tutti. Applausi per i ragazzi di casa di coach Lupi, ieri privi anche di Michelis, che hanno sviluppato comunque un’ottima gara restando in partita sin dopo il 30′, e che ora possono dedicarsi all’Under 20. Pansolin e Taverna incassano la qualificazione, che era chiaramente l’obbiettivo minimo partendo dalla seconda posizione di stagione, ma devono preparare una sfida con Sarzana per la quale uno come Mangione era importante.

Sapete che c’ero: ed ecco foto e video integrale della gara.

2016-2017 C Silver QF2 Ospedaletti-Cus
.

Pur senza Casini e con Dell’innocenti in panchina per far numero, il Sarzana di coach Bertieri (Jonikas 22, Salazar 17) è uscito indenne dalla palestra di via Lombardia, dove pure poche settimane fa era caduto il CUS, e ha eliminato il Sestri Levante (Garibotto 18, Calzolari 14) regalandosi l’accesso all’agognata semifinale proprio con i genovesi, da affrontare però con lo svantaggio del campo. I ragazzi di Canepa non hanno demeritato: pari dopo 10′, sotto di poco negli altri due parziali, i padroni di casa hanno tenuto botta sin lì, per poi soccombere alla determinazione degli ospiti, trascinati dai due stranieri Jonikas e Salazar. Giusto coronamento del campionato sarzanese, che non poteva certo fermarsi a questo turno, e che ora proverà a sovvertire il pronostico con il team cussino. Nei quarti si ferma invece la squadra sestrina, che ha fatto un campionato un po’ a corrente alternata, con ottime prestazioni e punti persi in giro (basti ricordare quelli dell’ultima giornata a Chiavari che sono costati il quinto posto) che non hanno permesso di andare oltre il sesto posto in regular season, sempre buono ma non d’eccellenza.

Un bel po’ di stress e fatica i ragazzi del Vado di coach Dagliano e Costa (Prato 28, Canepa 10) l’hanno sicuramente accumulata nel superare il blocco autostradale di ieri (niente a confronto di quello di oggi, peraltro), che li ha ritardati fino ad arrivare al palazzetto di Santa Margherita solo mezz’ora prima della palla a 2. L’inizio del Tigullio di Pezzi (Zolezzi 14, Diouf 11), forse anche a causa di questo, sembrava far pensare a una gara2 destinata a pareggiare la serie: i vadesi scivolavano sino al 20-9 interno nel secondo quarto. Poi gli ospiti mettevano il tappo al proprio canestro (25 punti subìti nei restanti 25 minuti) e gradualmente recuperavano, per mettere decisamente la freccia dopo l’intervallo lungo e lasciare decisamente dietro i sammargheritesi. 2-0 e Vado accoppiata con la capolista Tarros, mentre i tigullini si consolano con una stagione comunque positiva, con la solita squadra giovanissima.

La notizia che mi è stata passata è che le semifinali dovrebbero iniziare subito (per evitare un ingorgo di partite nella settimana dopo Pasqua), ovvero già mercoledì. Aspettiamo però a vedere l’ufficializzazione delle date delle gare 1! Di sicuro sappiamo che si giocherà al Palasprint e al PalaCUS…

Playoff:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Gare 2 dei quarti: quanti 2-0?

Posted by superbasketball su 23 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaSabato sera la C Silver potrebbe avere i nomi di molte, se non tutte, le qualificate alle semifinali. Come sapete tutte le gare 1 hanno visto vincere le squadre favorite, e pertanto queste quattro squadre, ovvero le prime della regular season, hanno di fatto se possibile aumentato le percentuali di qualificazione a proprio favore .

La Tarros Spezia in realtà giocherà la gara 2 che chiuderà il programma, in quanto al Palacarrino di Chiavari si giocherà solo alle ore 21: il suo quarto sembra uno di quelli che più probabilmente potrebbe chiudersi subito. L’Aurora di coach Marenco, oltre a pagare dazio in termini di esperienza e abitudine a giocare partite a questo livello, è anche ai minimi termini come roster, e anche a La Spezia ha resistito relativamente poco alla pressione bianconera. Per coach Padovan la sfida maggiore è probabilmente quella di tenere i suoi concentrati, anche perché all’andata a Chiavari finì male, e dover anche solo giocare gara 3, magari vincendo comunque, sarebbe un allungamento del percorso piuttosto imprevisto. Quindi i bianconeri me li aspetto ben determinati a saldare il conto con i gialloblu, per i quali i playoff sono comunque un gran premio dopo una stagione iniziata con tante paure di non farcela.

Ad Ospedaletti arriva un CUS apparentemente piuttosto conscio dei propri mezzi, che ha avuto qualche inceppamento solo quando gli orange di coach Lupi hanno messo in campo il 100% dell’agonismo; non è bastato perché i biancorossi hanno poi reagito riportando la gara su binari più consoni, ma in via Isnart questo potrebbe essere lo spiraglio per avere una gara 2 contesa. Fermo restando che anche per i ragazzi di Pansolin e Taverna vale il discorso fatto qui sopra riguardo alla Tarros: il pronostico pende dalla loro parte anche sul parquet avversario. Ospedaletti non ha nascosto che l’aver raggiunto i playoff è probabilmente l’obiettivo di classifica migliore ottenibile, e che la crescita dei giovani al momento conta più dell’effettivo risultato in questa postseason, anche se scommetterei che se se ne presentasse l’occasione, vincere con i genovesi almeno in gara 2 varrebbe da “ciliegina”. Palla a 2 alle 18.

Avendo visto di persona la bolgia che può esserci in via Privata Lombardia quando Sestri Levante gioca gare di cartello, e sicuramente coach Bertieri conosce quella sensazione molto bene avendovi allenato per tre stagioni, se fossi nel coach sarzanese avrei preparato davvero molto bene la trasferta di Sestri (e così sicuramente è stato). Sia per la difficoltà in cui ci si può trovare quando si va sotto nella caldera sestrina, sia perché i ragazzi di Canepa già a Sarzana, almeno all’inizio, un po’ di sale nella serie l’hanno messo, soccombendo poi comunque, ma facendo un primo quarto “stimolante”. In ogni caso, in campionato Sarzana passò nella tana del Centro Basket, e se bissasse avrebbe entrambi i piedi in semifinale, pronta per CUS (o Ospedaletti, ovviamente). Anche qui la palla verrà alzata alle sei “de la tarde”.

Come è ragionevole trattandosi del quarto tra la quarta e la quinta classificata, la gara 2 di Santa Margherita probabilmente in un’ipotetica schedina del basket ligure è quella che si meriterebbe almeno la tripla. I biancorossi di Pezzi hanno perso a Vado pur senza essere travolti, anzi hanno tenuto in apprensione i biancorossi vadesi sino al termine. In casa i sammargheritesi devono trovare altri stimoli per tenere sotto, come in regular season, i ragazzi di Dagliano e Costa. Nei playoff basta un punticino sulla sirena per pareggiare anche una sconfitta pesante: questa nonlinearità permette di tenere vive le serie sino alla sirena definitiva dell’eventuale bella: vediamo se questa serie, oltre che sulla carta, sarà equilibrata anche nel punteggio, oppure se i vadesi sfrutteranno il matchpoint per chiuderla qui e volare a semifinale (risultato credo proprio “da firma” a inizio anno per i “pappagallini”, e anche per i tigullini, certamente).

Playoff:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Quarti, nessuna sorpresa in gara 1

Posted by superbasketball su 21 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaTra sabato e domenica si sono giocate le gare 1 dei quarti di finale playoff di C Silver, nelle quali non si sono registrate particolari sorprese, dato che hanno vinto le favorite, ovvero quelle che giocavano in casa essendosi piazzate meglio in regular season. Nel prossimo fine settimana con le gare 2 (tutte sabato, a dire il vero), potremmo avere già qualche verdetto per le semifinaliste.

La capolista Tarros Spezia (Visigalli 18, Santoni 15) non ha avuto soverchi problemi ad imporsi contro l’ottava Aurora Chiavari (De La Cruz 12, Frulli 7) sul parquet del Palasprint. Un po’ di equilibrio sino probabilmente a metà del secondo quarto: i bianconeri di Padovan sono andati negli spogliatoi sul +15, e dopo aver analizzato nell’intervallo quanto visto, al rientro in campo hanno dato la spallata decisiva concedendo solo 12 punti ai ragazzi di coach Marenco nel resto dell’incontro. Sabato al Palacarrino sembra difficile immaginarsi un ribaltamento delle parti che scongiuri la fine della serie con il canonico 2-0 per gli spezzini: i gialloblu davanti al pubblico di casa daranno le residue energie, ma servirebbe una controprestazione della Tarros oltre che un exploit dei ragazzi di casa.

Anche la gara del PalaCUS ha avuto un epilogo allineato con i pronostici, con i ragazzi di Pansolin e Taverna (Bigoni 26, Mangione 18) nettamente avanti rispetto agli orange di coach Lupi (Michelis 13, Cruz Salas 12). La gara è iniziata nel segno del tiro pesante: 7 a segno per CUS e di queste ben 4 di Bigoni nel 33-15 dei primi 10′. La reazione ospedalettese di inizio seconda frazione, alzando decisamente ritmo e agonismo, portava al -9, e la gara sembrava potersi in qualche modo riaprire, ma il recupero si spegneva lì e i genovesi ricominciavano a macinare, +20 a metà partita. La seconda metà dell’incontro ha visto il vantaggio genovese non scendere mai significativamente sotto i 20 punti, salendo anche al +28 nell’ultimo tempino. Gli arancioneri di fatto non riuscivano ad opporre ai biancorossi particolare resistenza, anche perché sbagliavano vari tiri aperti. Finiva sul +27 per il Cus, che spera ora di chiudere i discorsi sabato in via Isnart. Quanto ai ponentini, le speranze sono abbastanza flebili, ma comunque le cose più significative per lo staff arancionero vengono dalle prestazioni dei tanti under schierati.

Qua sotto, foto e video integrale della partita dal PalaCus.

2016-2017 C Silver QF1 Cus-Ospedaletti
.

Il risultato dei primo quarto di Sarzana avrebbe certamente costituito la sorpresa della giornata, se fosse stato confermato nel resto della gara. Invece il 12-23 con cui il Sestri Levante (Ferri E. 29, Calzolari 16) è tornato alla panchina dopo i primi 10′ è stato ribaltato dalla seconda frazione dei sarzanesi di coach Bertieri (Jonikas 19, Casini e Salazar 14), una frazione da 33 punti segnati. Pur senza poi dilagare, i biancoverdi di casa hanno sopperito a qualche problema fisico (Dell’innocenti fermo, Casini in forse) con la determinazione e hanno messo a segno il punto dell’1-0. A Sestri i ragazzi di Canepa proveranno a fare un’altra partita perfetta, come quella sfoderata con CUS, ma i sarzanesi nei playoff raramente perdono di vista l’obbiettivo, e con il matchpoint a disposizione certamente non vorranno sprecarlo.

Il quarto più aperto a livello di pronostico era quello del Geodetico, dove però l’Azimut Vado (Dzigal 18, Olowu 13), pur dovendo soffrire un po’ anche nel finale per la reazione del Tigullio (Caversazio 16, Zolezzi 12), ha portato a casa il primo punto della serie. Punteggio basso a causa dei “palloni pesanti” dei playoff e dell’aggressività difensiva; biancorossi di casa avanti dalla prima frazione in poi, con un allungo nel terzo quarto che ha deciso la gara ma non l’ha “uccisa”, visto che i ragazzi di Pezzi hanno recuperato dal -17 al -8 e anche nell’ultimo minuto di gara sono tornati sotto pericolosamente. Buon per Dagliano e Costa che sono arrivati i punti della sicurezza. Vedremo sabato a Santa Margherita se i tigullini riusciranno a fare quello che avevano fatto in regular season, ovvero far rispettare il fattore campo, o se i vadesi otterranno il 2-0 che chiuderebbe il quarto.

Playoff:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Tutto pronto per i playoff, gara 1 dei quarti

Posted by superbasketball su 16 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaArchiviata la regular season di C Silver, non c’è neanche tanto tempo per rifiatare, perché si parte subito con i playoff! I quarti incombono: al meglio delle tre partite, andata e bella in casa della meglio piazzata. La formula di questo primo turno è infatti quella classica: in alcune annate si iniziava sul campo della peggio piazzata, e in quel caso uno scivolone della favorita creava delle situazioni di grande pressione, mentre questa è una formula che premia di più chi ha fatto meglio in regular season. L’arco delle partecipanti copre tutta la Liguria, anche se manca un po’ l’entroterra (Sarzana? Ok, ma non di molto): si va da Ospedaletti a La Spezia, con rappresentanti di tutte le province.

Come certamente ricorderete la vittoria della Tarros in casa dell’Ardita e la successiva dell’Aurora con Sestri Levante ha fatto sì che la capolista si ritrovasse nell’incrocio dei quarti proprio i chiavaresi. Negli anni scorsi l’Aurora era stata una specie di spina nel fianco della squadra bianconera; in questa stagione per l’ovvio motivo che il team di Marenco è praticamente ripartito dalla propria Under 20 con qualche innesto aggiuntivo come Baiardo (poi partito per la Sicilia) le sfide di regular season potevano essere meno rischiose per gli spezzini, eppure all’andata il Palacarrino è risultato indigesto per i ragazzi di Padovan. La débacle è stata poi restituita con gli interessi al ritorno al Palasprint, ma è stato uno dei passaggi a vuoto che, più degli scontri diretti, ha limitato la corsa della Tarros in vetta a raffronto con CUS e Sarzana. Nei playoff non si può più sbagliare: non ci sono margini, e gara 1 conta moltissimo per indirizzare correttamente la serie e magari poterla finire prima potendo avere un po’ di tempo tra un turno e l’altro per recuperare eventuali acciacchi e studiare qualcosa di utile. Dunque i bianconeri sabato sera difficilmente affronteranno “svagati” l’impegno: anche perché se è vero che il team chiavarese è approdato in modo quasi rocambolesco alla post season, è altrettanto vero che ci si butterà dentro senza alcunché da perdere, e queste sono le situazioni in cui le favorite rischiano se non approcciano correttamente la gara. Palla a 2 alle 20.30.

Sfumato il primo posto, il CUS deve accontentarsi di affrontare la serie playoff dalla seconda piazza, il che significa incrociare il cammino dell’Ospedaletti, settimo e certo della posizione già da settimane. Nelle due sfide disputate i genovesi hanno sofferto forse un po’ di più in casa, in una partita risolta nella seconda parte e che aveva poi avuto vari strascichi anche disciplinari, mentre in via Isnart i cussini avevano lasciato poco spazio al team di coach Lupi sin da subito. Per Pansolin e Taverna c’è ovviamente la possibilità di sfruttare il fattore campo in gara 1 e nell’eventuale bella: difficile immaginare un exploit degli orange, ma stiamo comunque parlando delle prime 8 e tutte hanno la possibilità di mettere, almeno momentaneamente, qualche granello di sabbia nell’ingranaggio delle migliori. Questo anche in ragione del fatto che gli sfavori del pronostico permettono di affrontare la serie senza grandi pressioni, mentre per i genovesi dopo un campionato di testa l’accesso quantomeno alle semifinali sembra proprio l’obbiettivo minimo. Palla a due al PalaRomanzi domenica alle 18.

Sembra oggettivamente abbastanza definito anche il pronostico del quarto di finale biancoverde, quello che vede affrontarsi il Sarzana e il Sestri Levante. Coach Bertieri ha visto la classifica sfuggire un po’ di mano nel girone di ritorno, quando i suoi hanno lasciato punti non solo contro le contendenti dirette, ma anche ad esempio ad Ospedaletti, con qualche episodio di eccessivo nervosismo che ha portato a squalifiche. La squadra campione in carica però ha ancora molte frecce al suo arco, e il Centro Basket di coach Canepa dovrà sfoderare le prestazioni delle migliori occasioni per non soccombere velocemente davanti ai sarzanesi, che hanno un notevole mix di esperienza e gioventù, gioco interno e gioco esterno. Sestri Levante ha saputo sorprendere il CUS di fatto rovinandogli il finale di regular season, ma contro Sarzana in stagione ha perso due volte in modo abbastanza largo. La palla a 2 nella palestra scolastica di piazza Ricchetti è prevista per sabato alle 18.30.

L’altro quarto, quello più equilibrato in termini di classifica, è anche quello con l’età media più bassa: non ho fatto i calcoli precisi, ma credo proprio che sia così, visto che si tratta praticamente di due formazioni Under 20 (Vado schiera 2 fuori quota ma solo poco più anziani, Zavaglio e Prato). Tra l’altro, la gara 1 del Geodetico, con inizio sabato alle 18.15 di sabato, è il bis del match dell’ultima giornata, come ricorderete appannaggio dei vadesi. I coach Dagliano e Costa hanno la chance di bissare il successo e poi di andare in casa dei ragazzi di Pezzi, in via Generale Liuzzi, col matchpoint. Il Tigullio però è riuscito all’andata a vincere in casa, e quindi sulla carta, se tutto ciò si ripetesse, questo potrebbe essere anche una serie che arriva a gara 3. Vista la giovane età dei contendenti, molto farà il controllo emotivo e la gestione dello stress.

Buoni playoff a tutti!

Playoff:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Tarros prima, Sarzana terza, Tigullio quinto perché l’Aurora sorprende Sestri e si prende i playoff

Posted by superbasketball su 13 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaFinita la regular season di C Silver! E l’ultima giornata ha riservato un colpo di scena finale…

La lotta per il primo posto si è conclusa, come ormai sembrava probabile dopo lo scivolone del CUS a Sestri, a favore della Tarros. I ragazzi di Padovan (Visigalli 26, Santoni 17) sono riusciti ad imporsi in casa dell’Ardita di coach Chiesa (Bongioanni 17, Visca 16), pur dovendo fare i conti con diverse assenze. I bianconeri hanno allungato dopo l’intervallo di metà gara, facendo loro il primo posto del girone che garantisce il vantaggio in tutte le serie della post season. Contemporaneamente hanno impedito all’Ardita di difendere l’ottavo posto, che infatti…ne parleremo sotto. Fatto sta che i genovesi pur essendosi salvati con buon anticipo, devono anche quest’anno chiudere qui la loro stagione, sapendo di potersi presentare ad ottobre prossimo di nuovo ai blocchi di partenza di questo campionato. Gli spezzini invece giocheranno i loro quarti contro l’ottava, ovvero non più l’Ardita, bensì la sorprendente Aurora Chiavari.

Quanto ai biancorossi genovesi, l’impegno con un Follo (Favilli 30, Madiotto 14) privo non solo del già ceduto Gogoladze, ma stavolta anche di Baldoni infortunato, è stato onorato mettendo sin da subito la partita sui binari di una tranquilla gara di fine stagione. +12 dopo il primo quarto, +21 a metà, i ragazzi di Pansolin e Taverna (Bigoni 38, Mangione 19), hanno gestito la gara nel migliore dei modi, dando poi spazio anche ai propri Under e chiudendo comunque a 90 punti. Bigoni ha fatto il bello e il cattivo tempo nel pitturato follese, mentre Favilli e Madiotto provavano a mitigare il passivo. I ragazzi di Cristelli hanno completato questa stagione direi problematica, accumulando tanta esperienza che potrà certamente venire utile l’anno prossimo. I cussini devono ora preparare le sfide playoff, a cominciare da quella con l’Ospedaletti di coach Lupi che inizierà nel weekend.

Stavolta la BraunCam ha registrato una semiintegrale della partita: ahimé, il sottoscritto doveva scappare via a metà gara. E non per il derby, sia mai! In ogni caso ecco qua quel che ho potuto fare, foto e video. Su Facebook trovate anche i primi 25 punti di Bigoni riassunti in poche decine di secondi: il 7 biancorosso ha scritto infatti 38 giocando solo tre frazioni (e se ne avesse segnati altri 4 avrebbe centrato l’obbiettivo di arrivare a 20 punti di media stagionale).

2016-2017 C Silver CUS-Follo.

.

Sul campo di Sarzana i biancoverdi (Jonikas 25, Salazar 21) giocavano per la sicurezza del terzo posto contro l’Ospedaletti (Rossi 23, Generale 22): i ragazzi di Bertieri non hanno sbagliato partita contro i giovani orange, superando quota 100 in una gara direi dominata dagli attacchi. Sarzana non ha dilagato però se non nell’ultimo quarto, dove ha raddoppiato il vantaggio di 11 punti che aveva all’inizio degli ultimi 10′: preponderante la stazza dei biancoverdi nel pitturato rispetto agli ospiti. Per loro la sfida nei quarti sarà quella che io chiamo da sempre il derby biancoverde (lo era ai tempi della C nazionale…) contro il Sestri Levante: squadra insidiosa visto l’ultimo exploit, specialmente a Sestri. Coach Lupi ha un impegno un po’ più chiuso, quello col CUS, da affrontare da sfavoriti, e quindi anche senza pressioni particolari.

A Vado si giocava uno scontro che poteva avere più significati sino a qualche settimana fa, ma che di fatto contava molto di più per gli ospiti del Tigullio (Caversazio 21, D’acunto 17) che per i padroni di casa di coach Dagliano e coach Costa (Olowu e Prato 19). Questi ultimi si sono però comunque imposti, dimostrando sino in fondo di essersi meritati la posizione nella parte alta del tabellone: i vadesi hanno fatto il break decisivo nel terzo tempino, gestendo il ritorno dei ragazzi di pezzi nell’ultima frazione. Paradossalmente, le stesse squadre si affronteranno anche nei playoff, per cui certamente finiranno per giocare almeno tre volte di fila tra loro, se non quattro!

Il botto di quest’ultima giornata l’ha fatto decisamente l’Aurora Chiavari: i giovanissimi gialloblù (Costacurta 23, Frulli 17) hanno sfruttato al meglio la gara casalinga, col vantaggio di giocare domenica sapendo che l’obbiettivo playoff era ancora possibile, e hanno aggredito gli ospiti del Sestri Levante (Ferri E. 15, Garibotto 14), pur reduci da una bella vittoria della settimana prima con la capolista CUS, sin dal primo minuto, vincendo il primo quarto 21-5 e andando sul ventello all’intervallo lungo, calando appena nel finale ma infliggendo ai biancoverdi di Canepa una sconfitta che è costata al Sestri il quinto posto, e all’Ardita l’ottavo, che invece i ragazzi di Marenco hanno acciuffato in extremis, grazie al vantaggio negli scontri diretti rispetto ai nerviesi (attenzione, un solo minuscolo punticino nella somma di andata e ritorno!) guadagnandosi come premio la possibilità di giocare nei quarti con la capolista Tarros (ovviamente sulla carta con poche speranze). Complimenti ai ragazzi chiavaresi! I sestrini invece dovranno ritornare su standard alti al più presto, perché la serie con Sarzana non ammette indecisioni…

Salutiamo dunque l’Alcione, che scende al piano di sotto, e mandiamo in ferie Follo e Ardita, e concentriamoci sulle otto che si giocheranno il titolo e l’acceso agli spareggi interregionali. Si parte già tra qualche giorno, state pronti!

Situazione:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

C Silver – Ultima giornata di regular season: Tarros o CUS? Ma anche tutti gli altri dubbi: tutte le possibilità

Posted by superbasketball su 9 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaDi tutte le situazioni ancora sospese, chiaramente la principale è capire chi chiuderà la regular season di questa C Silver al comando.

La favorita a questo punto è sicuramente la Tarros Spezia, che dopo lo scivolone del CUS Genova a Sestri si ritrova davanti, e ha a disposizione 3 delle 4 combinazioni di risultati possibili: le 2 in cui vince in casa dell’Ardita, e quella in cui perde ma anche il CUS non vince. A dir la verità le possibilità vanno anche pesate con la probabilità che esse avvengano; è molto probabile sia che i ragazzi di Padovan ottengano l’ultimo referto rosa del girone anche in via Allende a spese dei ragazzi di coach Chiesa, sia che il team di Pansolin e Taverna, con ancora in testa la sconfitta di sabato scorso, affronti con il massimo della determinazione un Follo ulteriormente accorciato nelle rotazioni dalla cessione di Gogoladze. E quindi indubbiamente il pronostico è che entrambe le prime vincano i rispettivi match, e che i bianconeri restino quindi in vetta da soli. A cercare di trovare qualche spunto di incertezza, qualcosa esce fuori: l’Ardita è al momento ottava (e pescherebbe eventualmente la Tarros), ma se perde e per caso l’Aurora Chiavari battesse Sestri Levante domenica, sarebbero i chiavaresi a qualificarsi per i playoff (a meno che non vinca anche il Follo, perché nell’avulsa a tre passerebbero i nerviesi, la classifica è Ardita-Aurora-Follo). Ma se vincesse l’Ardita, potrebbe di fatto far passare il CUS per primo e quindi giocare il derby nei quarti. Se invece i ragazzi di Cristelli facessero l’exploit al PalaCUS, non otterrebbero molto, perché neanche arrivando insieme all’Ardita soltanto potrebbero comunque accedere alla seconda fase che conta (0-2 negli scontri diretti). Ultimo dato: mentre le due gare di Genova si giocano sostanzialmente alla stessa ora (un quarto d’ora di scarto, 19 in via Allende e 18.45 in viale Gambaro), la partita di Chiavari è domenica, per cui l’Aurora saprà se ha chances di playoff oppure non più. Come si vede, la lotta per la vetta decide anche l’ultimo posto utile nel tabellone.

Più semplice la situazione dietro, dove la lotta è, semmai, a coppie. Sarzana rischia ancora di essere beffata dal Vado: i ragazzi di Bertieri ricevono l’Ospedaletti di Lupi, mentre i vadesi ospitano il Tigullio. Se i biancoverdi battono gli orange di Lupi, sono certamente terzi, posizione che in effetti hanno tenuto per tutto il girone di ritorno; se dovessero sbagliare partita, mentre nulla cambia per Ospedaletti che resta ormai settimo (e quindi probabilmente accoppiato al CUS), si aprirebbe la possibilità per i biancorossi di Dagliano e Costa, i quali con una vittoria sui giovani di coach Pezzi scavalcherebbero proprio Sarzana sul filo di lana. Attenzione, anche qui la discrepanza nell’orario di inizio è di soli 15 minuti (18.15 al Geodetico, 18.30 alla “Diego Bologna”). In caso di vittoria sammargheritese, Vado sarebbe comunque quarto, ma Tigullio sarebbe quinto indipendentemente dal risultato della partita di Chiavari, dove invece Sestri, che vanta il 2-0 sul Tigullio, gioca con la speranza di approfittare di un loro passo falso, che varrebbe anche in questo caso il ribaltone al quinto posto. Anche qui, 3 partite i cui risultati si incrociano! Ma, se ben si guarda, anche qui “pesando” le chances, diciamo che salvo particolari situazioni, Sarzana può conservare la posizione, così come Vado, indipendentemente dal suo risultato; più delicata la situazione del Tigullio, ma i ragazzi di Canepa non vanno al Palacarrino con i 2 punti in tasca, anche se all’andata l’Aurora perse a Sestri nettamente. Anche per i sestrini però vale il vantaggio di giocare sapendo come sarà finita la partita di Vado del pomeriggio precedente.

L’importante è che questa ultima giornata sia interessante, e direi che gli spunti ci sono. Da lunedì, qualche squadra si fermerà (sicuramente Alcione e Follo, poi una tra Ardita e Aurora), mentre le altre cominceranno a organizzarsi per Gara 1 dei quarti.

Partite in programma:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

C Silver – CUS battuto da un gran Sestri, Tarros di nuovo da sola davanti

Posted by superbasketball su 7 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaIn C Silver il predominio del CUS, ottenuto la settimana scorsa battendo la Tarros, è durato di fatto solo sette giorni: perdendo a Sestri Levante i biancorossi sono stati riscavalcati dagli spezzini e ora sarà abbastanza improbabile che nell’ultimo turno possano riconquistare la vetta. Dietro si è materializzato il quarto (almeno) posto vadese, così come il settimo dell’Ospedaletti. Il resto è ancora da ufficializzarsi con gli ultimi fuochi della regular season del prossimo weekend.

La squadra di Pansolin e Taverna (Dufour 21, Macrì 19) ha davvero un po’ buttato il primo posto, con una partita che definirei confusa, in quel di Sestri Levante: ma va dato soprattutto onore al Centro Basket di coach Canepa (Garibotto 19, Poltroneri 16) per aver giocato una gara molto buona, condita da tanta aggressività difensiva, ma anche da una capacità realizzativa a tratti sorprendente, una prestazione che vale più dell’attuale sesto posto in classifica, tra l’altro ottenuta senza Conti e Acerni che per infortunio hanno sostanzialmente chiuso la stagione, quindi con una rotazione ridotta di fatto a 7 elementi.

Dopo un inizio che sembrava abbastanza favorevole ai genovesi, che salivano sul 6-11, i biancoverdi hanno infatti prodotto due strappi, due 11-0, per il 17-11 di fine primo quarto e poi ancora dal 21-16 al 32-16 nella seconda frazione. In questa fase protagonista Poltroneri, con 3 triple consecutive veramente spezzagambe, e visto che si è trattato del break decisivo ciò vale a mio insindacabile giudizio per l’assegnazione del titolo di MVP della gara 😉 (e gli ho dedicato infatti il video di highlights su Facebook). In effetti di lì in poi malgrado i tanti tentativi di rientro dei cussini, e molte realizzazioni dall’arco, specialmente le due di Dufour, quasi fotocopia, nei finali della seconda e della terza frazione, gli ospiti non sono riusciti a rientrare praticamente mai sotto al -8, con i padroni di casa che lavoravano bene e producevano col contropiede, o trovavano comunque conclusioni efficaci senza perdersi in personalismi, mentre i genovesi rispetto ad altre uscite sembravano in affanno nel trovare soluzioni. Vittoria dunque meritata per i biancoverdi, che salgono a quota 20 e possono ancora puntare al posto del Tigullio, cioncendo a Chiavari e sperando nella sconfitta del sammargheritesi a Vado. I genovesi devono sperare in un partito dell’Ardita che fermi la Tarros, altrimenti anche i 2 punti con il Follo al PalaCUS non serviranno per ritornare primi. Se fosse secondo posto, l’accoppiamento playoff sarebbe già sicuro, con l’Ospedaletti.

La BraunCam ha qualche problema tecnico, per cui ho poche foto, ma ho comunque prodotto, anche se in condizioni problematiche, l’integrale della partita: trovate tutto qua sotto.

C Silver 2016-2017 Sestri Levante-Cus.

.

Saputo del risultato di Sestri Levante, torna quindi in vetta, e lo fa con una gara senza appello per gli avversari, la Tarros Spezia (Visigalli 23, Manzini 16), che ha steso in casa l’Aurora Chiavari (De La Cruz e Frulli 10) come da pronostico, rifacendosi con gli interessi della sconfitta subìta al Palacarrino qualche mese fa. Il 26-7 del primo quarto, e i 31 di scarto al rientro negli spogliatoi per l’intervallo fanno capire quanto è durata l’incertezza al Palasprint sabato sera. Nessun intoppo particolare, anzi rotazione completa, quasi tutti a segno e in campo anche Andrea Russo che rientrava da un lungo infortunio, altra pedina utile per la post season, che i ragazzi di Padovan ora possono nuovamente riuscire ad affrontare col numero 1 del seeding se non si faranno soprendere sabato prossimo a Genova dall’Ardita. Dopo la sconfitta che sembrava aver compromesso quest’obbiettivo la settimana scorsa, la ruota è girata a favore dei bianconeri. L’Aurora di coach Marenco farà invece da incomodo nella lotta per il quinto posto, ricevendo nel derby il Sestri Levante.

Dietro alla coppia di testa il Sarzana vince il derby col Follo, e si conferma terza, anche se formalmente non è ancora sicura. I biancoverdi di coach Bertieri (Jonikas 26, Salazar 20) hanno vinto una gara condotta con ampi margini rispetto ai giovani follesi (Favilli 22, Langone 10), da questa settimana privi anche di Gogoladze (accasato al Fiorenzuola nella C Gold emiliana, in bocca al lupo!) e dopo pochi minuti anche di Baldoni. Il team di Cristelli quindi chiude con lo 0/4 nei derby spezzini, score inusuale nei computi delle sfide stracittadine, e saluta il pubblico del Palamariotti: nel prossimo turno infatti andrà a Genova contro il CUS. I sarzanesi non possono strappare il secondo posto ai genovesi, ma devono comunque tenere alta la guardia e non sbagliare partita contro Ospedaletti, perché Vado incalza.

Proprio i vadesi di Dagliano e Costa (Milosevic 19, Olowu 18) infatti sono riusciti a conquistare i 2 punti in casa dell’Ospedaletti di coach Lupi (Zunino 18, Revetria 14), decidendo il match nell’ultimo quarto senza brillare, ma relegando gli orange al settimo posto, mettendo in ghiaccio il quarto posto, e mantenendo accesa la fiammella della possibilità (poco probabile però sulla base dei pronostici) di attaccare anche il 3° posto di Sarzana. Ultimo turno con la sfida tra Vado e Tigullio al Geodetico; per Ospedaletti invece, che sarà settimo e al momento pare aver pescato il CUS nel primo turno playoff, c’è proprio la trasferta a Sarzana dove influirà nel bene o nel male nella corsa per il terzo posto.

Infine, serve a poco al Tigullio (Caversazio, Diouf e D’acunto 10) la vittoria nel derby con l’Alcione (Ermirio 12, Gardella e Tabacchi 7), una partita rimasta sostanzialmente aperta sino all’ultima frazione ma che i biancorossi di Pezzi hanno poi fatto definitivamente propria condannando gli ospiti all’ennesima sconfitta stagionale. Arriverà un ultimo turno che non conta più per il quarto posto per i sammargheritesi, ma solo per il rischio di farsi scavalcare del Sestri Levante in caso di sconfitta a Vado. I ruentini invece hanno chiuso la loro partecipazione al campionato, e lo hanno fatto purtroppo nel modo peggiore, retrocedendo in quella D regionale dalla quale erano risaliti immediatamente proprio l’anno scorso. In bocca al lupo al team gialloverde!

Situazione:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

C Silver – Penultima giornata, si lotta per tenere o guadagnare posizioni: big match a Sestri Levante

Posted by superbasketball su 2 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP Liguria80′, più eventuali overtime qua e là, alla fine della regular season della C Silver: ci sono ancora varie situazioni da definire, a partire dai primi posti, e giù giù sino al penultimo.

Misurando l’importanza della gara con il solito giochino della somma dei punti, il match clou risulterebbe essere quello di Sestri Levante, dove il Centro Basket di coach Canepa ospiterà la neocapolista CUS Genova. I biancorossi arrivano in via Lombardia sull’onda della vittoria eclatante sulla Tarros, ma sanno che non possono distrarsi se vogliono arrivare a mettere in cassaforte il primo posto. Dato che la contendente probabilmente non perderà punti da qui alla fine, Pansolin e Taverna devono fare altrettanto. I biancoverdi da parte loro sono in lotta per i posti dal quinto al settimo, e se è vero che nel turno successivo a Chiavari potrebbe essere più probabile far bottino, proveranno comunque a fare risultato, cosa che finora con le prime quattro non è riuscita sul parquet di casa. Palla a 2 alle 18 di sabato.

Dopo cena al Palasprint toccherà alla Tarros, che riceve la visita dell’Aurora Chiavari di coach Marenco. I bianconeri di Padovan devono fare un po’ tabula rasa di quanto successo a Genova, e concentrarsi sui chiavaresi, anche perché al Palacarrino all’andata arrivò la seconda sconfitta stagionale, e quindi non è così scontato che la gara di sabato sera sia già segnata. Uno scherzetto costerebbe quasi certamente le speranze di prima posizione. I gialloblù, che sono già salvi ma hanno la possibilità di attaccare l’ultima posizione utile per i playoff, che sarebbe tantissima roba in questa annata certamente definibile di transizione, andranno a Spezia carichi della loro gioventù.

Ultimo derby di regular season al Palamariotti: il Follo di coach Cristelli proverà a far dimenticare le negativissime prestazioni di Sarzana dell’andata, e del derby di ritorno da poco disputato con la Tarros, mentre il Sarzana di coach Bertieri, pur di fatto tagliato fuori dalle prime due piazze, lotta per il terzo posto che non è ancora al sicuro dal possibile recupero vadese, riaperto proprio dalla sconfitta rimediata dai sarzanesi al Geodetico nel turno scorso. I sarzanesi non possono sbagliare questa partita, e devono cercare di trasformare il nervosismo dimostrato in molte gare quest’anno in tensione agonistica positiva, ma devono fare i conti con la voglia dei follesi di prolungare la propria stagione: l’Ardita, l’ultima che ha al momento accesso ai playoff, è a soli 2 punti.

Non che il Vado di Dagliano e Costa abbia un impegno tanto semplice, perché se è vero che in qualche caso la palestra di Ospedaletti è stata oggetto di saccheggi da parte delle squadre ospiti, tuttavia gli orange di coach Lupi hanno sempre la possibilità di fare molto bene e di mettere in difficoltà gli avversari, specialmente ora che hanno ottenuto la certezza di disputare la postseason, che potrebbero anche affrontare da una posizione migliore approfittando delle possibili sconfitte delle squadre che precedono, in particolare Sestri Levante. I vadesi invece vincendo si regalerebbero la possibilità di attaccare il terzo posto, al limite con possibilità anche nell’ultimo turno.

Il derby di Santa Margherita tra Tigullio e Alcione  ha forse un po’ meno temi da sviluppare. Sulla carta i ruentini di coach Pieranti sono ormai già retrocessi, e quindi possono puntare solo a fare un bel risultato nell’ultima occasione che hanno (dovranno infatti riposare nell’ultima giornata). I ragazzi di Pezzi hanno invece ancora lo stimolo della classifica: sono, è vero, a 4 punti dal Vado, ma oltre a difendere il quinto posso dal possibile attacco delle squadre che seguono, possono sperare in un passo falso dei vadesi ad Ospedaletti per poi andare nell’ultima partita a sfidare proprio loro al Geodetico in uno spareggio per la posizione.

Comunque sia, sabato sera probabilmente avremo qualche certezza in più; speriamo che le gare siano all’altezza della posta in gioco in questo finale di girone.

Partite in programma:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

C Silver – CUS regola Tarros e si issa al comando, Vado stende Sarzana. Alcione in D

Posted by superbasketball su 27 febbraio 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa ventesima giornata di C Silver ha dato delle risposte importanti sia in vetta sia in coda. In particolare, l’Alcione ha purtroppo 6 punti di distacco e una solo partita a disposizione per fare punti, e quindi ormai in base alla formula è retrocesso direttamente in D. In vetta invece dopo il big match del PalaCUS troviamo la coppia CUS-Tarros, con i genovesi davanti per il ribaltamento della differenza canestri; Sarzana è stata travolta a Vado e ora non può più riavvicinarle, anzi deve stare attenta alla rimonta dei biancorossi.

La squadra di Pansolin e Taverna (Bigoni 25, Dufour 13) ha dunque vinto la sfida diretta ottenendo anche il risultato massimo, ovvero il ribaltamento del -3 dell’andata, e in virtù della parità ristabilita nella classifica, le spetta il primo posto momentaneo, in attesa che gli ultimi 2 turni definiscano del tutto la graduatoria. Malgrado i primi punti siano stati proprio spezzini, la partenza della Tarros (Kuntic 26, Pipolo e Visigalli 13) è stata piuttosto difficile, con i cussini abili a giocare in penetrazione e con giochi a due-tre che liberavano le proprie punte per appoggi facili, mentre i ragazzi di Padovan, che in difesa soffrivano, in attacco erano costretti a cercare soluzioni dalla distanza. A metà quarto i biancorossi hanno fatto un piccolo break che si è dilatato sino al 21-11 del 10′, per poi salire al +14 dopo la sosta. C’era ancora molto tempo e la squadra in divisa nera, vuoi col tiro pesante (Kuntic alla fine avrà 5 triple a referto), vuoi portando sotto le guardie, vuoi con il tiro dalla media di Visigalli, ha concretizzato quanto il pressing permetteva di strappare, tornando a -5 e riaprendo la gara. CUS ha reagito con Dufour, ma Pipolo dall’angolo ha mandato a segno la bomba sulla sirena che ha portato tutti negli spogliatoi sul 39-32. La terza frazione faceva capire ulteriormente che la partita era importante: batti e ribatti e gioco anche molto fisico, con qualche contatto che scaldava gli animi. CUS arrivava nuovamente al +11, ma un gioco da 4 di Kuntic siglava il minimo svantaggio spezzino sul 48-44, e il tempino si chiudeva sul 54-48, con la partita ancora tutta da definire. Il quarto periodo però vedeva un CUS ancora più efficace, con Bigoni a colpire più volte dall’angolo e il vantaggio addirittura nuovamente in doppia cifra (+13). La Tarros cercava di tenere duro, e rosicchiava man mano punti, pressando e poi cercando di limitare gli avversari con la zona. E così tornava a due possessi di distanza nell’ultimo minuto, prima -6 e poi -5, ma Mangione non tremava dalla lunetta, e suggellava la vittoria cussina garantendo anche il vantaggio negli scontri diretti ai genovesi. Complessivamente una buona prova dei padroni di casa, praticamente sempre avanti se non nei primi secondi di gara e capaci di mantenere l’imbattibilità dell’impianto universitario, mentre da parte bianconera si è vista una difesa un po’ permissiva nella prima frazione, in generale poca incisività nei momenti cruciali, e forse un po’ troppo nervosismo negli uomini chiave: l’unico che ha segnato in tutti i modi e in tutti i quarti è stato in effetti Kuntic, che ha conteso al top scorer Bigoni la palma dell’MVP della serata.

La prima posizione non è ancora definita, ovviamente, ma ai biancorossi ora è sufficiente non perdere nella prossima uscita a Sestri Levante e poi in casa con un Follo ormai salvo, mentre i bianconeri, comunque certi almeno del secondo posto perché Sarzana non può più scalzarli, nemmeno in un arrivo a tre, proveranno a tenerli sotto pressione giocando con Aurora al Palasprint e poi al Palallende con l’Ardita.

La BraunCam sabato ha lavorato realizzando come al solito l’integrale della partita (e anche un highlight dedicato a un bel canestro dopo un gioco spezzacaviglie di Macrì che chi ha Facebook ha sicuramente già visto).

2016-2017 C Silver CUS-Tarros.

.

Sarzana (Salazar 15, Dell’Innocenti 12) è andata a Vado Ligure in nove effettivi, ma soprattutto con i nervi abbastanza tesi, evidentemente. E così di fronte ai biancorossi di Dagliano e Costa che aggredivano e attaccavano ogni pallone, i biancoverdi dopo un vantaggio iniziale sono andati sotto, e quando il divario è salito oltre il livello di guardia nell’ultimo quarto sotto le bordate vadesi, sono crollati, collezionando sanzioni che potranno avere strascichi, in particolare l’espulsione di Salazar. Il team biancorosso ha dunque conquistato altri 2 punti contro le big del campionato, e torna ad insidiare il terzo posto sarzanese (l’ampio scarto finale ha totalmente ribaltato anche in questo caso la differenza canestri e in classifica la distanza è ora di una sola vittoria). Coach Bertieri deve ristabilizzare il gruppo, e cercare di ottenere i 4 punti che restano, fuori casa ma di poco nel derby con Follo e poi in casa con Ospedaletti, mentre i vadesi cercheranno innanzitutto di difendere la quarta piazza in casa ad Ospedaletti (arbitro di questa parte di classifica, di fatto) e infine nello scontro diretto con Tigullio al Geodetico.

I sammargheritesi hanno decriticizzato velocemente la trasferta in casa di un’Ardita pericolosa, reduce da una convincente vittoria ad Ospedaletti: i biancorossi hanno preso il largo già nella prima frazione, e i ragazzi di Chiesa non hanno saputo più trovare il bandolo della matassa, lasciando strada a quelli di Pezzi di lì sino alla sirena finale. Due punti preziosi per il Tigullio, che resta a tiro del quarto posto, da attaccare innanzitutto facendo punti con l’Alcione retrocesso nel derby casalingo, e andando poi a Vado per lo scontro diretto, in cui basterebbe la vittoria (+3 Tigullio l’andata). I nerviesi invece rischiano ora la posizione playoff: oggi sono ancora ottavi, ma non possono attaccare il settimo e rischiano grosso perché devono riposare e poi ospitare nientemeno che la Tarros, difficile dunque migliorare il punteggio in classifica.

Non si è confermato neanche il Follo (Baldoni 22, Langone 16), che aveva stupito nel turno precedente a Vado: di fronte al Sestri Levante i ragazzi di coach Cristelli non hanno ripetuto la prestazione della settimana scorsa, pur lottando sino alla fine contro i padroni di casa biancoverdi. I ragazzi di Canepa hanno avuto la capacità di risolvere la gara negli ultimi minuti, e con questa vittoria possono ancora sperare di attaccare il quinto posto del Tigullio, sul quale hanno il 2-0 negli scontri diretti: devono però ospitare il CUS nel prossimo turno, e poi andare a Chiavari per la chiusura. Abbastanza duretto invece il calendario residuo dei follesi, che sono salvi ma devono ospitare Sarzana e poi andare a Genova col CUS.

E veniamo dunque alla gara decisiva per la retrocessione dell’Alcione Rapallo. I ruentini (Ermirio 15, Moscotto e Giordano 13) hanno tenuto accesa la fiammella sino a circa metà, poi gli orange di coach Lupi (Cruz Salas 28, Generale 18), pur infarciti di under, hanno preso il largo e resistito anche quando hanno perso Michelis per falli nel terzo quarto. Si chiude così di fatto, dopo la sconfitta nel recupero casalingo con l’Aurora e quella di sabato, la porta della salvezza dell’Alcione, perché avendo 6 punti di scarto dalle penultime e potendo giocare ormai solo nel prossimo turno a Santa Margherita, nemmeno una vittoria permetterebbe ormai di rientrare a soli 2 punti di distanza: con 4 punti o più di scarto si retrocede direttamente. E quindi dopo un solo anno e un campionato con due soli referti rosa (sinora ovviamente) il team di Pieranti riprende la via della D. Quanto ad Ospedaletti, è certo del settimo posto perché è +4 su Ardita che anche lei ha solo 2 punti a disposizione; può ancora attaccare il sesto posto del Sestri (ha il vantaggio negli scontri diretti), ma deve cercare punti contro le due contendenti per il 3° e 4° posto, ospitando Vado e poi andando a Sarzana.

Situazione:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

C Silver – Big match a Genova: CUS-Tarros può decidere il primo posto. Ma c’è anche Vado-Sarzana! Nel recupero l’Aurora ha espugnato Rapallo e l’Alcione rischia grosso

Posted by superbasketball su 23 febbraio 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaTerzultima giornata di C Silver: è quella del big match, atteso ormai da settimane, tra le prime due della graduatoria. Ma contemporaneamente c’è anche Vado-Sarzana, il che non rende tanto automatico che i biancoverdi terzi possano approfittare della sconfitta di una delle due davanti…

Ma prima di parlare della giornata in arrivo, torniamo a mercoledì sera: in via Don Minzoni l’Aurora Chiavari (Dmitrovic 26, Costacurta 19) ha inferto un brutto colpo alle speranze dell’Alcione (Vexina 16, Giordano 11), vincendo il recupero-spareggio salvezza. La gara è stata vibrante: vantaggio ruentino, poi recupero e sorpasso chiavarese, nuovo rush dei padroni di casa ad inizio quarta frazione, poi gioco punto a punto sino agli ultimi giri di lancette, anzi all’ultima azione, nella quale i chiavaresi hanno ottenuto la vittoria con due liberi a segno di Costacurta. Grande soddisfazione per coach Marenco e i suoi ragazzi, che non sono ancora del tutto salvi (in questo weekend devono anche riposare), ma al momento avrebbero addirittura evitato il playout. Brutta situazione invece per la squadra di coach Pieranti, che malgrado gli sforzi si ritrova addirittura nello status di retrocessa diretta, con solo 2 turni a disposizione per rimediare. Non facile.

Ora possiamo parlare delle gare di sabato (caso raro, nessuna coda domenicale).

Coach Padovan porta dunque i suoi ragazzi, sinora perfetti negli scontri diretti, a disputare l’ultimo, quello che se vinto significherebbe certezza del primo posto (+4, scontri diretti a favore, eventualmente anche rispetto a Sarzana, e 2 sole giornate da disputare), e che viceversa, se perso, e magari con più di 4 punti di scarto, significherebbe aggancio e sorpasso da parte del CUS Genova. All’andata finì con gli spezzini un po’ in affanno per il recupero un po’ tardivo dei genovesi nell’ultima frazione. Difficile dire se sabato il pronostico debba privilegiare il cammino sin qui fatto, favorevole quindi agli spezzini, o se ad esempio il fattore campo, e la voglia di conservarne l’imbattibilità da parte dei ragazzi di Pansolin e Taverna, lo facciano pendere dalla parte biancorossa. I bianconeri non hanno fatto una gran partita nel turno scorso, i cussini però non hanno nemmeno giocato. Certo ci aspettiamo una partita degna del livello delle due squadre, e della gara dell’andata, specialmente degli ultimi minuti: speriamo sia anche ben amministrata, sarebbe bello non dover parlare dell’arbitraggio (l’arbitro migliore è quello di cui nessuno si ricorda che c’era, dopo). Palla a due alle 18.45, e vediamo se l’incontro di cartello riuscirà a riempire gli spalti dell’impianto di Albaro. Di sicuro ci sarà la Braun Cam (piccolo spoiler 😉 ), ma ricordatevi che dal vivo è un’altra cosa! E poi è gratis, cosa che a Genova non guasta 😛

A Sarzana lo scontro diretto di quelle davanti teoricamente viene bene, ma c’è da fare i conti con una Pallacanestro Vado che al Geodetico ha appeso già, tra gli altri, lo scalpo del CUS. I ragazzi di Dagliano e Costa vengono da uno scivolone casalingo, altrimenti nella partita di sabato avrebbero potuto addirittura puntare al terzo posto, ma hanno le carte in regola per provare a mettere sotto stress anche una squadra esperta (vedi CUS). Coach Bertieri però se vuole tenere vive le speranze di attaccare i playoff da una posizione più alta, oltre a difendere almeno i suoi 8 punti di scarto ottenuti all’andata sui vadesi deve cercare di fare risultato al Pallone. Si parte alle 18.15, anche qui ci auguriamo un bel match senza strascichi successivi.

Con l’interesse concentrato sui primi quattro posti, non dobbiamo dimenticare però che i playoff coinvolgeranno 8 squadre, e che questi ultimi 3 turni devono ancora definire le posizioni anche dal quinto all’ottavo posto.

La quinta piazza è al momento occupata dal Tigullio Basket, che però deve andare a far visita all’Ardita, decisamente rinvigorita dalla bella vittoria in trasferta ad Ospedaletti. I genovesi lottano per essere almeno ottavi, essendo sostanzialmente salvi: dovendo ancora riposare, se lasciassero spazio al Tigullio dovrebbero poi eventualmente cercare di fare punti nell’ultima giornata con la Tarros…facile immaginare che invece i ragazzi di Chiesa cercheranno di non ridursi così, per non dover sperare nelle disgrazie altrui per restare nella griglia. I ragazzi di Pezzi hanno però la chance di consolidare la posizione con i 2 punti conquistabili in via Allende.

Qualche settimana fa si sarebbe detto che per il Sestri Levante la sfida casalinga col Follo rappresentava una grande occasione di scalare ulteriormente la classifica (con il 2-0 su Tigullio, se i sammargheritesi perdessero verrebbero scavalcati). Il fatto è che i follesi la settimana scorsa a Vado hanno vinto con grande merito, e quindi per coach Canepa la gara non è certo tranquilla. Coach Cristelli proverà a dare il colpo del ko: la vittoria significherebbe probabilmente salvezza, col possibile +8 sull’Alcione! Anche perché poi ci sarà da giocare con Sarzana e CUS, mica pizza e fichi.

I ragazzi di Pieranti devono invece sfruttare la penultima cartuccia a disposizione: toccherà a loro infatti riposare nell’ultimo turno, quindi possono fare punti solo ora con Ospedaletti e nel prossimo weekend nel derby di Santa Margherita. Gli orange vengono da un’altra pesante sconfitta casalinga, oltretutto con una squadra, l’Ardita, che è dietro in classifica; coach Lupi vuol provare a conservare almeno il settimo posto, e poiché nei turni successivi ci saranno Vado e Sarzana anche per i ponentini sembra questo il momento di far punti. Chi avrà più fame?

Partite in programma:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

C Silver – Tarros e Sarzana vincono, colpacci Ardita e Follo che lasciano l’Aurora nei guai: domani il recupero Alcione-Aurora

Posted by superbasketball su 21 febbraio 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaNella diciannovesima giornata di C Silver, complice il riposo del CUS Genova (e conseguentemente anche della Braun Cam 😉 ), la vetta della classifica si è sgranata e le prime 3 sono ora in fila indiana: ma sabato è big match, CUS-Tarros. Le sorprese di Follo e Ardita, oltre a ridimensionare un po’ le speranze di Vado e Ospedaletti, significano invece molto in chiave salvezza, visto che ora la penultima posizione è dell’Aurora, con 2 punti di distacco dal Follo e lo svantaggio negli scontri diretti, e quindi le probabilità che siano i chiavaresi a doversela vedere con l’Alcione in un eventuale playout aumentano. Fondamentale il recupero di domani a Rapallo!

La Tarros (Visigalli 31, Kuntic 26) non ha destato una grande impressione, ma ha comunque portato a casa i 2 punti contro un tenace Sestri Levante (Garibotto 30, Ferri E. 20), e si è issata al comando in solitaria. I bianconeri hanno lasciato a desiderare soprattutto nella prima parte di gara, in cui i ragazzi di Canepa sono anche riusciti a mettere il naso avanti. Dopo l’intervallo lungo gli spezzini di coach Padovan hanno allungato un po’, ma senza dilagare, tant’è vero che dal +8 di metà gara si è arrivati al +14 finale. Certamente rispetto al derby col Follo un passo indietro; d’altronde in una stagione capitano anche partite un po’ sottotono e va bene quando i 2 punti arrivano lo stesso…purché la Tarros ritrovi tutta la determinazione sabato, perché al Palacus ci si gioca anche il primo posto, visto lo scarto ridotto dell’andata. I biancoverdi sestrini sono sesti ora, e lo scenario migliore è al massimo quello del quinto posto: però sabato in via Lombardia arriva un rivitalizzato Follo.

Sarzana (Jonikas 21, Salazar 18) riceveva in casa il fanalino di coda Alcione (Giordano 13, Moscotto 12) e sarebbe davvero stato un risultato abbastanza clamoroso se i ragazzi di Bertieri non avessero sfruttato l’occasione. La vittoria è arrivata, in una partita indirizzata a favore dei sarzanesi già da una prima frazione perentoria, e poi mai in discussione. I biancoverdi quindi riavvicinano il CUS, e se riuscissero a farcela a Vado, potrebbero approfittare di un’eventuale sconfitta casalinga dei genovesi per scavalcarli (hanno gli scontri diretti a favore). Coach Pieranti deve ovviamente rimandare ad altre giornate l’ottenimento di qualche altro prezioso punto, e peraltro l’occasione arriva già domani: alle 21 in via Don Minzoni sfida “all’OK Corral” con l’Aurora Chiavari di coach Marenco. Una vittoria Alcione (all’andata vinse la banda di Marenco di 9 punti) potrebbe portare nei prossimi turni ad un clamoroso aggancio o anche sorpasso, una sconfitta potrebbe essere fatale. Nel turno regolare successivo i ruentini riceveranno l’Ospedaletti.

L’Azimut Vado di coach Dagliano (Vallefuoco 21, Prato 13) è scivolata in casa, interrompendo la lunga serie positiva, davanti a un volitivo Follo (Gogaladze 28, Favilli 19). Se sia stato semplicemente il cambio in panchina, o se a Vado si siano innescate altre dinamiche, lo vedremo nei prossimi turni: comunque i follesi sono partiti molto bene, stando davanti nel primo quarto. I vadesi sembravano aver ribaltato la partita, ma hanno sprecato un buon vantaggio dando agli ospiti la possibilità di iniziare l’ultima frazione a contatto: e qui propri i ragazzi di Cristelli sono stati più concreti nelle ultime azioni. Vado vede sfumare la possibilità di attaccare il terzo posto nella prossima sfida casalinga con Sarzana, ma può ancora difendere la posizione nei prossimi turni; quanto al Follo, lungi dal potersi dire salvo, ha però fatto un notevole passo avanti, anche se i progressi andranno confermati sabato a Sestri.

Il derby di Santa Margherita ha visto imporsi il Tigullio (Diouf 21, D’Acunto 10), che ha superato un’Aurora Chiavari (De La Cruz 14, Costacurta 11) il cui roster era di nuovo ai minimi termini. Il coach gialloblù Marenco ha dovuto infatti iniziare a fare a meno di Begiqi, che è andato a Pordenone, mentre Muzzi era indisponibile in quanto scavigliato. La partita pare sia stata piuttosto avara di conclusioni a bersaglio, e i ragazzi di Pezzi l’hanno controllata sin dal primo quarto. I biancorossi sono sempre quinti, ma devono difendere la posizione dalle contendenti dietro: iniziando col fare risultato sabato a Genova con l’Ardita, nerviesi permettendo. Per i chiavaresi invece, come annotato parlando dell’Alcione, il futuro passa dal risultato di domani sera a Rapallo. Una vittoria potrebbe anche scongiurare il playout, una sconfitta lo renderebbe molto probabile. Vedremo!

L’altro colpaccio esterno di giornata è stato quello dell’Ardita di coach Chiesa (Ferrari 24, Bongioanni 23), che è andata a fare la voce grossa ad Ospedaletti (Rossi 21, Zunino 12). Gara deludente degli orange di coach Lupi, messi sotto sin dall’inizio da una squadra genovese che ha interrotto la miniserie negativa con una prestazione convincente. Per l’Ospedaletti una battuta d’arresto che rischia di causare problemi per il mantenimento della posizione playoff, perché l’Ardita non solo si è praticamente tirata fuori dalla lotta per la salvezza, ma ora incalza a soli 2 punti e con il vantaggio negli scontri diretti, anche se deve riposare ancora nel penultimo turno. Sabato gli orange andranno a Rapallo, in una partita il cui significato probabilmente cambierà a seconda del risultato del recupero di domani; l’Ardita deve invece ospitare il Tigullio.

Situazione:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

C Silver – CUS riposa, Tarros e Sarzana possono approfittarne. Follo a Vado dopo il cambio in corsa tra Bonanni e Cristelli

Posted by superbasketball su 17 febbraio 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaQuartultima giornata di C Silver: ormai sono pochi i punti in palio e quindi tutto diventa importante, sia in vetta sia in fondovalle. Ad esempio il CUS non gioca per il turno di riposo e quindi le due spezzine hanno l’opportunità di approfittarne.

I ragazzi di Padovan ospiteranno un team in buona forma, il Centro Basket Sestri Levante, e quindi dovranno certamente affrontare l’impegno con buona concentrazione. I biancoverdi di coach Canepa nel turno scorso hanno riposato, ma prima avevano infilato due referti rosa, e la classifica infatti ora li premia con un buon quinto posto, che qualche settimana fa forse sembrava un po’ lontano. La capolista ha certo le capacità per tenere in pugno il risultato, ma non deve sbagliare l’approccio. Arrivare al big match di sabato prossimo al PalaCUS con 2 punti di vantaggio è importante.

Anche Sarzana gioca in casa, e peraltro contro l’Alcione di coach Pieranti, un’avversaria che sulla carta, guardando la classifica, non dovrebbe rappresentare un problema. Ma i ruentini come sappiamo hanno grande fame di punti, aritmeticamente possono anche pensare di non arrivare ultimi se riescono a fare risultati nelle prossime giornate. Naturalmente la classifica non è casuale, e quindi in teoria non c’è molto spazio per voli pindarici (all’andata a Rapallo i sarzanesi vinsero con 36 punti di scarto). E i ragazzi di Bertieri vincendo riaprirebbero anche la lotta per il secondo posto.

La quarta in classifica, la Pallacanestro Vado, cerca in casa il sesto successo consecutivo, che potrebbe addirittura rendere aritmetica la conquista della parte alta del tabellone playoff. Al Geodetico scende un Follo che viene da un momento abbastanza complicato: prima il derby straperso in casa con la Tarros, e poi le dimissioni di coach Bonanni, che evidentemente ha cercato di dare una sferzata all’ambiente. LA società ha passato il testimone a coach Andrea Cristelli, assistente sinora, con esperienza di head coaching a Carrara gli anni scorsi, e che proverà a concludere al meglio (leggi: con la salvezza) questa stagione. E allora la partita di Vado può essere ancora più indecifrabile, perché i follesi vorranno tentare il possibile e l’impossibile. I biancorossi di Dagliano sono stati però capaci di stendere il CUS sul proprio parquet, e non si intimidiranno di certo.

A Santa Margherita domani la sesta in classifica Tigullio, un po’ maltrattata nel turno scorso dalla seconda in classifica, affronta stavolta la penultima della graduatoria, l’Aurora Chiavari di coach Marenco. I gialloblù sono messi meglio dell’Alcione, ma non possono sbagliare colpi e soprattutto sono eventualmente importanti queste giornate per cercare di arrivare terzultimi, almeno, in modo da evitare l’eventuale playout. I ragazzi di Pezzi invece dovendo giocare nell’ulntima giornata a Vado, possono ancora sperare nel quarto posto, ma certo non se lasciassero i punti agli ospiti chiavaresi. E poi è un derby!

Un po’ meno patemi nella gara che in via Isnart metterà a confronto le speranze dell’Ospedaletti, che oltre a poter mantenere il settimo posto può ancora pensare di impensierire le due squadre che lo precedono, e quelle dell’Ardita Juventus, ancora non certa della salvezza ma a pochi punti dalla stessa e dai playoff, che al momento avrebbe come ottava. I ragazzi di Lupi e quello di Chiesa si contenderanno i 2 punti, che potrebbero essere decisivi per questi obbiettivi.

Partite in programma:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

C Silver – Derby alla Tarros, ok CUS e Sarzana

Posted by superbasketball su 14 febbraio 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaNella diciottesima giornata di C Silver hanno vinto tutte le prime. per cui la classifica in vetta è invariata. Da segnalare soprattutto il gap che c’è adesso tra Vado, quarta, e le quinte, e il ritorno alla vittoria dell’Ospedaletti.

Il derby Follo-Tarros per questa volta è stato davvero a senso unico. I follesi (Gogoladze 13, Favilli e Baldoni 10) non hanno ingranato il match nel modo giusto e per i bianconeri di Padovan (Kuntic 34, Visigalli 21), stante la differenza di profondità dei due roster, non è stato difficile condurre in porto la gara senza troppa fatica e con uno scarto che purtroppo per il team degli Amadori andrà negli annali. Coach Bonanni deve far archiviare la delusione al più presto, perché la lotta per la salvezza richiede la massima attenzione, e il calendario è durissimo: trasferte a Vado e Sestri, in casa con Sarzana e chiusura ancora on the road col CUS nelle ultime 4 giornate. E poi potrebbe esserci una postseason col rischio. Per la Tarros, che conserva la leadership in graduatoria, in attesa del big match del 25 febbraio a Genova il prossimo impegno è contro un insidioso Sestri Levante, che in questo turno ha riposato.

La squadra di Pansolin e Taverna (Bigoni 23, Mangione 17) ha a sua volta sfruttato senza particolari difficoltà il turno casalingo, contro un Tigullio Basket (Diouf 21, Zolesi 10) che sulla carta poteva presentare delle insidie, e che all’andata aveva tenuto testa sino all’ultima frazione ai genovesi. Tra l’altro i sammargheritesi hanno fatto esordire Simone D’Acunto, ala forte del ’93 proveniente dalla C Silver campana, che a tratti ha dato una buona mano al team di Pezzi. Gli ospiti sono partiti molto bene a suon di triple, ma nel primo quarto il CUS ha subito recuperato e allungato, finendo sulla sirena con un +13 che indirizzava già la gara. Nel secondo quarto l’episodio che ha portato all’espulsione di Aldrighetti: un contatto lasciava a terra Zolesi, l’azione però continuava, poi mentre gli arbitri fermavano il gioco il numero 16 in maglia rossa, in quel momento in panchina, entrava in campo per soccorrere il compagno, e l’arbitro inflessibile lo espelleva. Il quarto tutto sommato vedeva CUS allungare solo un poco in più (52-36). Al rientro dagli spogliatoi i genovesi però scappavano sino al +26, poi mitigato al 70-51 della terza sirena, dopo l’highlight della schiacciata di Diouf. L’ultimo quarto si giocava inizialmente al ciapanò, tanto che a metà frazione solo una tripla di Zolesi aveva spostato i numeri sul tabellone. Tigullio non riusciva a trovare una chiave per mettere sufficiente pressione ai padroni di casa e questi chiudevano la serata concedendo la frazione, anche se di un solo punto, per l’81-63 finale. Dopo tre vittorie consecutive il CUS deve ora riposare, per prepararsi però a rientrare in campo per uno dei due impegni principali del finale di campionato, la sfida di vertice con la Tarros Spezia che potrebbe definire il primo posto della regular season. I sammargheritesi perdono contatto dal quarto posto, ma hanno ora una sequenza abbordabile, iniziando dal derby con Aurora, ed eventualmente potranno giocarsi tutto a Vado nell’ultimo turno.

La produzione della BraunCam di sabato è qua sotto in tutto il suo splendore. Vi si vede anche un professionista che fa delle foto appena appena migliori della mie 😉 .

2016-2017 C Silver CUS-Tigullio.

.

Sarzana (Jonikas 22, Salazar 17) ha nuovamente conquistato i 2 punti nella cornice della tensostruttura del PalaBologna, in un match controllato agevolmente dall’inizio con l’Ardita Juventus (Ferrari 20, Manica, Ferraris G. e Visca 10). Divario già largo dopo il primo periodo, incrementato alla pausa lunga grazie alla difesa, maglie un po’ più allargate nella seconda parte di gara quando però il risultato era già ampiamente in mano alla truppa di Bertieri. Per sperare di riagganciare quantomeno il secondo posto i biancoverdi da qui alla fine devono cercare di fare percorso netto: sarà magari più facile rispettare il pronostico nel prossimo turno con l’Alcione, mentre a Vado e nell’ultima giornata ad Ospedaletti servirà la massima determinazione. Coach Chiesa invece potrebbe “accontentarsi” di tenere dietro almeno una squadra avversaria oltre all’Alcione, ma dovendo ancora rispettare il loro turno di riposo e giocare nell’ultimo turno con Tarros, la prossima trasferta di Ospedaletti e la partita casalinga con Tigullio devono essere gli obbiettivi importanti dei nerviesi.

L’Azimut Vado di coach Dagliano (Milosevic 17, Prato 15) non ha perso colpi a favore dell’Alcione Rapallo (Moscotto 15, Gardella 13), andando ad espugnare il campo di via Don Minzoni. Partita ancora indecisa in realtà sino alla terza frazione, in cui i ragazzi in rosso hanno allungato per poi chiudere con un ventello scarso di divario. I biancorossi vadesi hanno esteso la serie rosa a 5 vittorie, e puntano ora alla sesta, dovendo ospitare il Follo nel prossimo turno: con 6 punti sulle quinte, il quarto posto sembra davvero ormai assegnato…anzi, Sarzana è lì ad un passo. Per coach Pieranti ancora un losing effort, ed ora le occasioni di fare punti scarseggiano: tre gare del calendario regolare, di cui una proibitiva, la prossima con Sarzana, poi Ospedaletti in casa e Tigullio a Santa, e il turno di riposo finale. Fondamentale a questo punto il recupero del 22 in casa con l’Aurora, perché ribaltando il -9 dell’andata si potrebbe anche sperare in un playout affrontato non da ultimi, purché arrivino almeno altri 2 punti da qualche parte, e i chiavaresi stiano ancora al palo.

Il turno è stato chiuso dalla gara domenicale del Palacarrino, in cui l’Aurora Chiavari (Dmitrovic 26, De La Cruz 17), in cui esordiva (con buon profitto) il cubano De la Cruz, è stata battuta da un rimaneggiato Ospedaletti (Michelis 27, Revetria 16), nell’occasione giovane quasi quanto gli aurorini, più efficace soprattutto nel finale quando ha recuperato il vantaggio interno, rischiato di vincere nei regolamentari, e poi controllato la situazione nell’overtime. Bene per coach Lupi, che non vedeva punti da 5 turni e che riesce a smuovere finalmente la classifica, mettendo l’ipoteca sul settimo posto, in un frangente che poteva costare un altro stop agli orange: ora spera certamente di proseguire bene ospitando l’Ardita. Molto meno bene per l’Aurora di Marenco, ancora in zona rischiosa, con un playout che incombe minaccioso, visto che le tre gare che restano nel calendario delle giornate conclusive regolari sono una con Spezia e le altre due i derby con Tigullio della settimana prossima, e quello finale con Sestri Levante, inframmezzati dal recupero da coronarie forti di Rapallo del 22 febbraio, in cui una sconfitta sancirebbe probabilmente la necessità di giocarsi poi tutto nella serie salvezza con i ruentini.

Situazione:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

C Silver – Derby Follo-Tarros, CUS con Tigullio, Sarzana riceve Ardita

Posted by superbasketball su 9 febbraio 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaQuintultima giornata della regular season di C Silver: rientra in gioco la Tarros, nel derby del PalaMariotti in casa del Follo, per cui praticamente anche lei gioca “a casa” come le altre due di testa, il CUS che ospita il Tigullio e Sarzana che avrà a che fare con l’Ardita Juventus. Una giornata praticamente senza scontri diretti veri e propri.

I bianconeri di coach Padovan hanno avuto il turno di riposo per preparare quello che normalmente gli anni scorsi era un derby-scontro diretto che decideva molto delle speranze delle due squadre. Oggi, vista la posizione del Follo conseguente al pasticciaccio dei tesseramenti (che ha scatenato un effetto domino mica male, a quanto pare ci sono intere regioni in cui i roster stanno saltando e in cui, oltre a prospettarsi anche problematiche non solo sportive, ovviamente più gravi, la stessa classifica dei campionati potrebbe risultarne stravolta, se la Procura Federale interverrà con mezzi drastici), la partita resta importante perché entrambe le squadre i 2 punti li vorrebbero per motivi diversi, ma la situazione non è certo la solita. La Tarros ovviamente non può restare ferma un altro turno per non rischiare di restare dietro al CUS, il team di Bonanni ha vinto nel turno scorso a Rapallo ma non è ancora tranquillo. Palla a 2 di sabato alle 18.30.

Un quarto d’ora dopo il CUS ospiterà il Tigullio Basket, con obbiettivo ovviamente di accostare al bel successo di Ospedaletti anche una prova ulteriormente rinfrancante in casa, dovendo poi tra l’altro riposare nel prossimo turno che prelude alla sfida di vetta con la Tarros, sempre al PalaCus. Pansolin e Taverna sperano di arrivarci con la chance di riagganciare e magari superare la Tarros, e per fare questo probabilmente i 2 punti di sabato sono indispensabili. Il team di Pezzi invece viene da un turno di riposo seguito da 2 sconfitte, per cui la sua classifica sta peggiorando e, anche se comunque poi il suo calendario sarà più agevole, non sarebbe male dunque per i sammargheritesi fare lo scherzetto ai cussini.

Sarzana torna ancora sul proprio campo (nella tensostruttura “Diego Bologna”) per ospitare l’Ardita Juventus. I biancoverdi hanno ripreso la marcia e pur avendo una sconfitta in più del CUS e 2 in più dalla Tarros, possono ancora sperare di riagganciare il gruppo di testa: coach Bertieri non vorrà pertanto perdere l’occasione di incamerare altri 2 punti. Se l’operazione non riuscisse, sarebbe molto contento coach Chiesa, naturalmente, i cui ragazzi si trovano proprio nell’ultima posizione utile per i playoff. Il pronostico però è ovviamente dalla parte dei campioni in carica.

La Pallacanestro Vado quarta in classifica andrà a tastare il polso dell’Alcione Rapallo dopo la sconfitta col Follo che per i ruentini è stata sicuramente un duro colpo, ancora rimediabile ma che sicuramente complica il tentativo di salvarsi in extremis. I biancorossi di Dagliano stanno trovando una loro dimensione probabilmente non prevedibile mesi fa, ma che si sono conquistati con diverse prestazioni importanti, alcune tra l’altro non vincenti solo per qualche episodio e qualche punto. Osso durissimo per coach Pieranti, che però deve ormai cercare punti sempre.

L’unica partita domenicale sarà quella del Palacarrino, dove l’Aurora Chiavari di coach Marenco cercherà punti pesanti per la salvezza contro l’Ospedaletti. Entrambe le squadre sono rimaneggiate nel roster e vengono da sconfitte contro le migliori (a Sarzana per i gialloblù, in casa col CUS per i ragazzi di Lupi). Entrambe lottano attualmente per le posizioni nella parte bassa, e sperano di restare o entrare nella zona playoff malgrado le difficoltà intervenute in stagione. Per l’Aurora fare punti potrebbe dare un po’ più sicurezza nel tentativo di sfuggire al possibile playout, per l’Ospedaletti potrebbe essere la chance di mettere spazio tra sé e la settima e ipotecare una posizione discreta.

Partite in programma:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

C Silver – CUS corsaro a Ospedaletti, Sarzana ok con l’Aurora. Colpo Follo, Alcione ancora ultimo

Posted by superbasketball su 6 febbraio 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaIn C Silver la diciassettesima giornata ha permesso al CUS di riagganciare la Tarros, e a Sarzana di riprendere la corsa e riavvicinarsi ai bianconeri, pur restando a 4 punti dalla coppia di vetta. Follo è uscito indenne da Rapallo, e l’Alcione è più inguaiato di prima.

La squadra di Pansolin e Taverna (Bigoni 24, Vallefuoco e Mangione 18) ha affrontato al meglio la trasferta di Ospedaletti (Zunino 20, Cruz Salas 11), partendo con decisione e mettendo sin da subito in difficoltà la formazione di casa. Gli orange hanno subìto ben 32 punti nel primo quarto, frutto di buoni attacchi genovesi e anche di un certo numero di contropiedi ben completati. Con il +17 della prima sirena è stato tutto più facile per i cussini, anche se la seconda frazione è stata di fatto pareggiata dai ragazzi di Lupi. Il tracollo dell’Ospedaletti è avvenuto nel terzo quarto, quando diversi provvedimenti arbitrali (due tecnici, di cui uno alla panchina e uno a Rossi, due antisportivi, uno a Generale e uno a Rossi, e l’espulsione dello stesso Rossi) hanno aggiunto ulteriore difficoltà alla loro partita. La frazione li ha visti imbarcare altri 15 punti di divario, e sul -32 gli ultimi 10′ sono stati quasi una formalità, anche se gli orange sono riusciti a limare qualcosa. Missione compiuta per i biancorossi, che si riagganciano alla Tarros (con una partita in più però) e sabato giocheranno di nuovo in casa con il Tigullio prima del proprio turno di riposo. Altro stop per il rimaneggiato team ospedalettese, che ora deve provare a fare punti con Chiavari se vuole difendere al meglio la posizone playoff.

La BraunCam vi permette di vedere, o rivedere, la partita disputata in via Isnart. Dài, il suo lavoro lo fa.

2016-2017 C Silver Ospedaletti-CUS.

.

Dopo la burrascosa settimana post-CUS, Sarzana (Jonikas 36, Casini 13) ha ritrovato una certa serenità e soprattutto i 2 punti in classifica superando sul campo di casa l’Aurora Chiavari (Dmitrovic 13, Muzzi e Frulli 12). Messa a posto la questione vittoria con un primo quarto finito sul 31-13 (24 punti di Jonikas!), i biancoverdi si sono presi il lusso di lasciare ai gialloblù di Marenco il resto della gara, tanto che il divario finale è stato ridotto a 15 punti. D’altronde le cronache parlano di un campo piuttosto scivoloso che magari ha consigliato di non rischiare troppo. Coach Bertieri, tenuto il passo da alta classifica, può ora affrontare le altre due gare della sequenza favorevole (Ardita e poi Alcione) che possono permettere di riaccorciare le distanze dalla vetta prima della volata finale; i chiavaresi nel prossimo turno invece riceveranno l’Ospedaletti.

Il Vado di coach Dagliano (Milosevic 20, Prato 18) ha sudato molto, ma alla fine ha sfiancato l’Ardita Juventus (Bongioanni 12, Manica, Rossi e Ferrari 8) e inanellato il quarto referto rosa consecutivo, la migliore striscia aperta dopo quella della Tarros (al momento 6). I nerviesi hanno infatti venduto cara la pelle, riuscendo anche ad andare in vantaggio a metà gara, e crollando solo nell’ultima frazione. Coach Chiesa deve portare ancora i suoi in trasferta nei prossimi 2 turni, prima a Sarzana e poi ad Ospedaletti, campi ostici, soprattutto il prossimo: servirà fare qualche punto prima o poi se si vuole restare in zona playoff, visto che dietro le avversarie ogni tanto lo fanno. I biancorossi, quarti dopo questa ottima sequenza, hanno una grande chance di allungare la serie positiva, dovendo andare a Rapallo.

Sestri Levante (Ferri E. 22, Garibotto e Poltroneri 12) ha nuovamente fatto suo uno scontro diretto, che in questo caso valeva anche da derby di zona, andando a vincere a Santa Margherita. Coach Canepa, che nel frattempo ha inserito l’esperto lungo Piardi per rimpolpare il reparto lunghi, ha visto i suoi biancoverdi tenere un vantaggio per tutta la gara, e concluderla senza lasciar rientrare i biancorossi di coach Pezzi (Diouf Baye 19, Zolesi 11). Con questo secondo successo consecutivo Sestri arriva al suo turno di riposo avendo conquistato momentaneamente il quinto posto, proprio a spese del Tigullio, il quale nel prossimo turno dovrà andare al Palacus e potrebbe non riuscire a riprenderselo.

A Rapallo invece si giocava uno scontro diretto con in palio molte delle possibilità di salvezza delle due contendenti: tra Alcione e Follo l’ha spuntata il team di coach Bonanni (Gogaladze 33, Baldoni 23). Dopo un inizio equilibrato ma con l’Alcione di coach Pieranti davanti nel punteggio, gli ospiti, trascinati dalle bombe del georgiano (ben 7 a segno con 12 tentativi), hanno preso il largo nelle ultime frazioni, arrivando alla doppia cifra di vantaggio e gestendo poi bene il finale in cui i gialloverdi hanno disperatamente tentato di recuperare. Un successo che vale tantissimo, perché tiene i ruentini staccati e sancisce anche il 2-0 a favore dei biancocelesti che sarebbe dirimente in caso di parità. L’Alcione dovrà provare a fare punti per restare almeno vicino, perché se dovesse scivolare a -6 sarebbe in condizione di retrocessione diretta: bisognerà provare ormai tutto, a cominciare dalla gara in arrivo, difficile, con Vado. Follo può ora iniziare il suo tour de force finale, in cui incontrerà tutte le prime (Tarros in casa, poi Vado, Sarzana, Sestri Levante e Cus), ma con un minimo di vantaggio su cui fare affidamento.

Situazione:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: