SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

Notizie, notiziole e baggianate

Posts Tagged ‘Campionati’

C/F – Cestistica travolgente in gara1 della finale regionale

Posted by superbasketball su 29 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa C femminile ha celebrato gara 1 di finale, e bisogna dire che se al Cotonificio in gara 2 non si assisterà a un drastico cambio di situazione, la serie sembra già, diciamo purtroppo per lo spettacolo, avere una pretendente fortissima alla vittoria finale. Forse non serve dirlo, ma questa, come da pronostici e da risultati della regular season, è la Cestistica Savonese.

Al PalaPagnini le ragazze di Pollari (Skiadopoulou 16, Moretti e Zanetti 15) hanno condotto la gara con buon vantaggio sino dalla prima frazione, con le lavagnesi (Fortunato e Principi 12) che non sono riuscite a contenerle a sufficienza, cosicché il punteggio è stato basso relativamente ai soliti centelli delle biancoverdi, ma con un divario già oltre la decina di punti dopo la prima sirena, che si è poi lentamente dilatato sino al +32 con il quale è stato siglato il referto giallo consegnato a coach Daneri (che ha commentato “noi semplicemente non pervenuti“). Ha funzionato abbastanza bene invece la difesa savonese, tenendo la Polysport a soli 35 punti segnati.

E’ chiaro che se sabato a Lavagna lo “spirito Poly” non si impadronirà totalmente delle biancoblu, spingendole ad una partita superlativamente diversa da quella di domenica scorsa, dopo il 2-0 (risicato nei punteggi per la verità) del campionato la squadra savonese potrà mettere in bacheca il titolo regionale ottenuto con un altro 2-0. Spalle al muro, la squadra di Daneri deve dare tutto, con lo spirito del “non succede, ma se succede”, sapendo che comunque la domenica successiva ci sarebbe da tornare in via Tardy e Benech per la bella.

Situazione (e partite in programma):

.

Posted in C F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Al via le semifinali con CUS-Sarzana di stasera

Posted by superbasketball su 29 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa C Silver ha appena completato i quarti, e già stasera comincia una delle semifinali, quella tra CUS e Sarzana, mentre per quella tra Tarros e Vado bisognerà aspettare domenica.

La gara 1 molto ravvicinata nelle intenzioni doveva servire per cercare di non “ingorgare” i tempi delle partite della finale, che sarà su 5 gare, e che deve comunque terminare entro il 26 aprile, e in mezzo c’è Pasqua. Certo che per entrambe, CUS e Sarzana, vista la situazione infortuni, magari qualche giorno in più serviva; ci sarà un po’ più tempo prima di gara 2, prevista per martedì 4 a Sarzana. Stasera al PalaCUS vedremo quali formazioni si schiereranno: i padroni di casa probabilmente non potranno utilizzare Mangione, fresco di infortunio alla caviglia nella gara di Ospedaletti, ma anche gli ospiti, che nel turno scorso non hanno nemmeno portato a Sestri Casini, e non hanno utilizzato Dell’innocenti, potrebbero essere ancora rimaneggiati. In regular season i due team hanno vinto una volta a testa, rispettando il fattore campo, anche se l’andata è stata vinta nettamente dai biancoverdi (+24) mentre il ritorno sul campo di stasera è stato vinto dai cussini con uno scarto molto inferiore (+7), e quindi gli scontri diretti darebbero una preferenza per i ragazzi di Bertieri. La classifica però ha detto CUS, e quindi Pansolin e Taverna possono provare a capitalizzare il vantaggio di non avere la necessità di vincere in trasferta per aggiudicarsi la serie. Come solito nei playoff, stasera conteranno anche molto i nervi saldi, e nei due team non mancano elementi di esperienza, che queste situazioni le hanno vissute più volte; sicuramente gli staff tecnici hanno sviscerato, conoscendosi molto bene, i punti fondamentali del gioco avversario e proveranno a neutralizzarli, e tante volte questo può portare a far emergere piuttosto altre situazioni magari meno “tradizionali” nei giochi sin qui visti, con giocatori a trovarsi a gestire più palloni del solito e magari a decidere la gara. Sempre che le condizioni fisiche non la condizionino largamente: i playoff, per la loro crudele brevità, sono anche una questione di allineamenti astrali, e la salute fisica delle pedine chiave spesso ha un ruolo determinante, più che in regular season in cui bene o male qualche chance di recuperare resta.

Palla 2 al PalaCUS stasera alle 20.45.

Sulla semifinale di La Spezia naturalmente tornerò più avanti…

Playoff:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

A1/F – La Carispezia perde in volata ad Umbertide, paura per Premasunac

Posted by superbasketball su 27 marzo 2017

logo_cestistica_nuovoUna Carispezia in totale emergenza quasi quasi fa lo scherzetto ad una non brillantissima Umbertide, ma come al solito (e speriamo che sta storia finisca qui) deve tornare a casa con un referto giallo. Il problema è che dalla gara umbra le bianconere ritornano con un grosso punto interrogativo in più, ovvero Nina Premasunac.

Infatti, dopo un buon primo quarto in cui le ragazze di Barbiero (De Pretto 24, Striulli 9), che come sappiamo avevano già Benić e Carrara out, avevano chiuso avanti di 5, nella prima azione del secondo tempino Premasunac ha cambiato per chiudere una penetrazione di Brown, l’americana ha appoggiato in modo a prima vista nemmeno troppo accentuato il gomito (e infatti gli arbitri hanno comunque fischiato fallo a Nina per l’ostruzione in movimento), ma la numero 7 croata ha avuto decisamente la peggio, restando sul parquet per molti minuti prima di essere portata via immobilizzata in barella al pronto soccorso. A rivedere le immagini (nel video sotto le trovate), torna in mente quello che era successo nel 2010 a Dusan Sakota, l’ala pesarese che per un colpo apparentemente normalissimo subìto portando un blocco nei giorni successivi aveva avuto problemi gravissimi. Fortunatamente le prime notizie dall’ospedale hanno parlato di una Nina in buone condizioni, il che fa sperare che sia stata solo una forte contusione. Speriamo davvero, prima di tutto per la salute della lunga spezzina, ma anche perché Nina servirà assolutamente in campo! Ripreso il gioco, le spezzine prima raggiungevano il +7 poi venivano recuperate due volte, ma riuscivano a stare davanti all’intervallo lungo. La terza frazione invece iniziava in modo disastroso, con un parziale che faceva scivolare le bianconere al -13: ma questa squadra ora sembra avere la resilienza nel DNA, e rosicchiando già nella terza frazione, e proseguendo con un controbreak nella quarta la Carispezia si ritrovava addirittura di nuovo davanti sul 46-47. Poi è stato testa a testa, dal quale le padrone di casa sono riuscite, capitalizzando sui liberi e approfittando di vari tentativi spezzini non andati a buon fine, a costruire il +5 che nemmeno la bomba finale di De Pretto ha potuto annullare, negli ultimi secondi le umbre sono riuscite a tenere palla e a far morire il tempo sul +2. Peccato davvero, lo si dice ormai da troppe settimane, ma anche questa volta davvero bastava anche solo un pizzichino di fortuna in più.

Le spezzine hanno dato quello che avevano, ma la partita e l’infortunio di Premasunac, che non era al top fisico in ogni caso neanche lei, hanno costretto a far giocare molto anche chi magari avrebbe dovuto tirare un po’ il fiato. Amen. Speriamo che i giorni che separano dal playout con Battipaglia siano positivi e permettano di ristabilire un livello fisico accettabile per tutte le acciaccate, Nina in primis.

Aggiungiamo qui anche i complimenti per il partitone della ligure Alessia Cabrini, un ventello più che determinante per la vittoria della sua squadra! Brava! In bocca al lupo per i playoff!

Il link allo streaming sul canale Youtube dalla Lega Basket Femminile eccolo qua.

.

Nel frattempo la lotta per chi dovesse giocare con la Carispezia l’ha persa Battipaglia, che non è riuscita ad impensierire Ragusa, e quindi si è autocandidata; in ogni caso Broni aveva fatto l’exploit di espugnare Vigarano, per cui nemmeno la vittoria sulle iblee sarebbe bastata alle ragazze di Riga per evitare il playout. La serie sarà su 5 gare, quindi con la formula tipica che prevede le prime due gare in casa della meglio classificata, e quindi a Battipaglia (la prima secondo il sito della Treofan dovrebbe essere sabato 1/4 alle 20.30), le successive due sul campo dell’altra, ovvero al Palasprint, e l’eventuale bella di nuovo a Battipaglia. Si dovrebbe iniziare appunto nel prossimo weekend, e appena le date saranno ufficiali ve le riporterò.

Per completezza parliamo anche di quello che è successo in vetta, dove si è verificata la possibilità più recondita, ovvero Lucca ha perso ed è stata superata in extremis da Schio che nel frattempo ha regolato la Reyer, rimasta terza. La seconda fase inizia con i cosiddetti ottavi, che sono più dei preliminari, tra le squadre piazzate dal 7° al 10° posto. Umbertide giocherà con Broni e Vigarano con Torino; le vincenti (su andata e ritorno) se la vedranno rispettivamente con Lucca e Schio nei quarti.

Situazione:

.

Posted in A1 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

C Silver – Gara 2 chiude tutti i quarti! Le semifinali sono dunque Tarros-Vado, CUS-Sarzana

Posted by superbasketball su 26 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaPlayoff di C Silver: spietate le prime 4, tutte le serie dei quarti si sono chiuse sabato sul 2-0, e le semifinaliste a quanto risulta dovrebbero già trovarsi per gara 1 del turno mercoledì sera. Come il pronostico avrebbe predetto, la Tarros ospiterà Vado, mentre il CUS se la vedrà con Sarzana, prima contro quarta e seconda contro terza.

Cominciamo, noblesse oblige, dalla capolista Tarros Spezia (Visigalli 27, Santoni 19): i bianconeri di Padovan non hanno sprecato il loro matchpoint a Chiavari, e dopo la sfuriata iniziale dell’Aurora (Dmitrovic 16, Costacurta 14), encomiabile nel rendere credibile la gara sino a dopo l’intervallo lungo, tanto da andare avanti anche di 8 lunghezze nella seconda frazione, hanno messo la freccia e rispettato il pronostico. I 20 di scarto finali sono la fotografia della differenza in campo, ma sono lievitati nell’ultimo tempino, quando i ragazzi di Marenco non ce l’hanno fatta proprio più. Salutiamo i gialloblu, positivissimi nel portare a termine una stagione difficile da totali sfavoriti, una scommessa vinta. Magari meglio rischiare un po’ meno l’anno prossimo eh! Quanto alla Tarros, arriva alla semifinale e si ritroverà davanti un’altra gang di ragazzi, oggettivamente più temibile, quella dei biancorossi del Vado.

Neanche il CUS (Bigoni 25, Macrì 18) ha gettato al vento l’occasione, uscendo da via Isnart con il secondo punto e la qualificazione, anche se la preoccupazione maggiore è per il diametro della caviglia di Mangione, schiantatosi sul muretto laterale della palestra ospedalettese per intercettare un passaggio alto a partita virtualmente già conclusa: in forse la sua presenza nelle gare che arriveranno adesso. Come prevedibile gli orange (Cruz Salas 29, Rossi 19), senza pressioni, hanno approcciato molto bene la gara, scappando via anche sul +8, con Revetria e Cruz Salas a tirare la carretta davanti. I genovesi hanno ricucito, ma con percentuali rivedibili soprattutto dall’arco e anche alcuni errori non forzati da sotto, e anche la seconda frazione è stata sostanzialmente in equilibrio. La gara si è spostata verso i rossi ospiti dopo metà della terza frazione, in cui molti punti dei padroni di casa sono arrivati dalle mani di Rossi (4 triple e 14 nel tempino), mentre i genovesi si affidavano spesso a soluzioni spalle a canestro per poi sfruttare una ritrovata precisione da fuori sugli scarichi, quando dal 53 pari i cussini con un 7-0 hanno rotto il bilanciamento, per poi salire al -12 e chiudere il quarto sul +9. La spallata definitiva è arrivata all’inizio dell’ultimo tempino, con 4 punti di Bigoni e una tripla di Bedini (ispirato in molti frangenti, fondamentali ambedue i play genovesi) per il +16 che ha quasi ucciso la gara. Dopo l’infortunio di Mangione, la coltellata finale è stata la bomba frontale di Macrì per il +19, poi le ostilità sono sostanzialmente terminate e da ambo le parti si sono svuotate le panchine per far giocare tutti. Applausi per i ragazzi di casa di coach Lupi, ieri privi anche di Michelis, che hanno sviluppato comunque un’ottima gara restando in partita sin dopo il 30′, e che ora possono dedicarsi all’Under 20. Pansolin e Taverna incassano la qualificazione, che era chiaramente l’obbiettivo minimo partendo dalla seconda posizione di stagione, ma devono preparare una sfida con Sarzana per la quale uno come Mangione era importante.

Sapete che c’ero: ed ecco foto e video integrale della gara.

2016-2017 C Silver QF2 Ospedaletti-Cus
.

Pur senza Casini e con Dell’innocenti in panchina per far numero, il Sarzana di coach Bertieri (Jonikas 22, Salazar 17) è uscito indenne dalla palestra di via Lombardia, dove pure poche settimane fa era caduto il CUS, e ha eliminato il Sestri Levante (Garibotto 18, Calzolari 14) regalandosi l’accesso all’agognata semifinale proprio con i genovesi, da affrontare però con lo svantaggio del campo. I ragazzi di Canepa non hanno demeritato: pari dopo 10′, sotto di poco negli altri due parziali, i padroni di casa hanno tenuto botta sin lì, per poi soccombere alla determinazione degli ospiti, trascinati dai due stranieri Jonikas e Salazar. Giusto coronamento del campionato sarzanese, che non poteva certo fermarsi a questo turno, e che ora proverà a sovvertire il pronostico con il team cussino. Nei quarti si ferma invece la squadra sestrina, che ha fatto un campionato un po’ a corrente alternata, con ottime prestazioni e punti persi in giro (basti ricordare quelli dell’ultima giornata a Chiavari che sono costati il quinto posto) che non hanno permesso di andare oltre il sesto posto in regular season, sempre buono ma non d’eccellenza.

Un bel po’ di stress e fatica i ragazzi del Vado di coach Dagliano e Costa (Prato 28, Canepa 10) l’hanno sicuramente accumulata nel superare il blocco autostradale di ieri (niente a confronto di quello di oggi, peraltro), che li ha ritardati fino ad arrivare al palazzetto di Santa Margherita solo mezz’ora prima della palla a 2. L’inizio del Tigullio di Pezzi (Zolezzi 14, Diouf 11), forse anche a causa di questo, sembrava far pensare a una gara2 destinata a pareggiare la serie: i vadesi scivolavano sino al 20-9 interno nel secondo quarto. Poi gli ospiti mettevano il tappo al proprio canestro (25 punti subìti nei restanti 25 minuti) e gradualmente recuperavano, per mettere decisamente la freccia dopo l’intervallo lungo e lasciare decisamente dietro i sammargheritesi. 2-0 e Vado accoppiata con la capolista Tarros, mentre i tigullini si consolano con una stagione comunque positiva, con la solita squadra giovanissima.

La notizia che mi è stata passata è che le semifinali dovrebbero iniziare subito (per evitare un ingorgo di partite nella settimana dopo Pasqua), ovvero già mercoledì. Aspettiamo però a vedere l’ufficializzazione delle date delle gare 1! Di sicuro sappiamo che si giocherà al Palasprint e al PalaCUS…

Playoff:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C/F – Domenica al via la “finale annunciata”

Posted by superbasketball su 24 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa C femminile domenica inizia la serie finale, quella che tutti o quasi si aspettavano ad ottobre quando fu varato il campionato e furono chiari i roster. Le reduci dalla B dell’anno scorso erano le squadre favorite e sono arrivate in fondo, magari non nello stessissimo modo, ma entrambe brillantemente, diciamo.

Si parte nella tana della favorita delle favorite, ovvero al PalaPagnini, che ospita per la prima volta dalla sua denominazione una serie finale. In gara 1 la Cestistica Savonese proverà a mettere il primo timbro sul biglietto per gli spareggi, dopo avere tra l’altro conquistato in settimana la qualificazione alle finali Under 20 con tante ragazze dello stesso gruppo: ma avrà davanti a sé un’avversaria sicuramente all’altezza, cioè quella Polysport Lavagna che negli anni passati aveva fatto benissimo, meglio delle biancoverdi, sino ad accarezzare il sogno promozione.

In regular season le due partite disputate sono state entrambe vinte dalle savonesi: all’andata le biancoverdi avevano dilapidato un largo vantaggio finendo per vincere per sole 4 lunghezze, mentre al ritorno a Lavagna le ragazze di coach Daneri si erano arrese addirittura per un punticino. In entrambi i casi il punteggio è stato basso per gli standard della capolista, 54 e 55 punti segnati contro una media di oltre 90, a significare che la difesa biancoblu è stata efficace nel contenere la capacità realizzativa delle ragazze di Pollari. Entrambe hanno chiuso brillantemente le proprie semifinali sul 2-0, Lavagna soffrendo un po’ di più ma in parte è normale visto che giocava contro la terza classificata. non la quarta.

E così la palla a due che verrà alzata alle 18 in via Tardy e Benech darà il via a questa serie che deciderà chi tra le due potrà rappresentare la Liguria negli spareggi promozione, e provare ad avvicinare la A2. Sarà comunque durissima, ma un po’ attrezzate le nostre lo sono. Intanto vediamo chi vince il titolo!

Situazione (e partite in programma):

.

Posted in C F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Gare 2 dei quarti: quanti 2-0?

Posted by superbasketball su 23 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaSabato sera la C Silver potrebbe avere i nomi di molte, se non tutte, le qualificate alle semifinali. Come sapete tutte le gare 1 hanno visto vincere le squadre favorite, e pertanto queste quattro squadre, ovvero le prime della regular season, hanno di fatto se possibile aumentato le percentuali di qualificazione a proprio favore .

La Tarros Spezia in realtà giocherà la gara 2 che chiuderà il programma, in quanto al Palacarrino di Chiavari si giocherà solo alle ore 21: il suo quarto sembra uno di quelli che più probabilmente potrebbe chiudersi subito. L’Aurora di coach Marenco, oltre a pagare dazio in termini di esperienza e abitudine a giocare partite a questo livello, è anche ai minimi termini come roster, e anche a La Spezia ha resistito relativamente poco alla pressione bianconera. Per coach Padovan la sfida maggiore è probabilmente quella di tenere i suoi concentrati, anche perché all’andata a Chiavari finì male, e dover anche solo giocare gara 3, magari vincendo comunque, sarebbe un allungamento del percorso piuttosto imprevisto. Quindi i bianconeri me li aspetto ben determinati a saldare il conto con i gialloblu, per i quali i playoff sono comunque un gran premio dopo una stagione iniziata con tante paure di non farcela.

Ad Ospedaletti arriva un CUS apparentemente piuttosto conscio dei propri mezzi, che ha avuto qualche inceppamento solo quando gli orange di coach Lupi hanno messo in campo il 100% dell’agonismo; non è bastato perché i biancorossi hanno poi reagito riportando la gara su binari più consoni, ma in via Isnart questo potrebbe essere lo spiraglio per avere una gara 2 contesa. Fermo restando che anche per i ragazzi di Pansolin e Taverna vale il discorso fatto qui sopra riguardo alla Tarros: il pronostico pende dalla loro parte anche sul parquet avversario. Ospedaletti non ha nascosto che l’aver raggiunto i playoff è probabilmente l’obiettivo di classifica migliore ottenibile, e che la crescita dei giovani al momento conta più dell’effettivo risultato in questa postseason, anche se scommetterei che se se ne presentasse l’occasione, vincere con i genovesi almeno in gara 2 varrebbe da “ciliegina”. Palla a 2 alle 18.

Avendo visto di persona la bolgia che può esserci in via Privata Lombardia quando Sestri Levante gioca gare di cartello, e sicuramente coach Bertieri conosce quella sensazione molto bene avendovi allenato per tre stagioni, se fossi nel coach sarzanese avrei preparato davvero molto bene la trasferta di Sestri (e così sicuramente è stato). Sia per la difficoltà in cui ci si può trovare quando si va sotto nella caldera sestrina, sia perché i ragazzi di Canepa già a Sarzana, almeno all’inizio, un po’ di sale nella serie l’hanno messo, soccombendo poi comunque, ma facendo un primo quarto “stimolante”. In ogni caso, in campionato Sarzana passò nella tana del Centro Basket, e se bissasse avrebbe entrambi i piedi in semifinale, pronta per CUS (o Ospedaletti, ovviamente). Anche qui la palla verrà alzata alle sei “de la tarde”.

Come è ragionevole trattandosi del quarto tra la quarta e la quinta classificata, la gara 2 di Santa Margherita probabilmente in un’ipotetica schedina del basket ligure è quella che si meriterebbe almeno la tripla. I biancorossi di Pezzi hanno perso a Vado pur senza essere travolti, anzi hanno tenuto in apprensione i biancorossi vadesi sino al termine. In casa i sammargheritesi devono trovare altri stimoli per tenere sotto, come in regular season, i ragazzi di Dagliano e Costa. Nei playoff basta un punticino sulla sirena per pareggiare anche una sconfitta pesante: questa nonlinearità permette di tenere vive le serie sino alla sirena definitiva dell’eventuale bella: vediamo se questa serie, oltre che sulla carta, sarà equilibrata anche nel punteggio, oppure se i vadesi sfrutteranno il matchpoint per chiuderla qui e volare a semifinale (risultato credo proprio “da firma” a inizio anno per i “pappagallini”, e anche per i tigullini, certamente).

Playoff:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

D Reg/M – Ancora ko Valpetronio, Recco la scavalca. Lotta playoff con molte pretendenti

Posted by superbasketball su 21 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa D regionale oramai sappiamo che regala sorprese ad ogni giornata: i rapporti di forze sono tali che evidentemente anche le capoliste rischiano contro squadre che sinora hanno collezionato la metà dei loro punti…

Ne ha fatto le spese ancora la Valpetronio, che è caduta per la seconda volta consecutiva in casa, stavolta contro il Villaggio Sport (Gotelli 20, Setaro e Sciutti 10). E’ andata peggio della settimana scorsa, perché il team di Benvenuto si è arreso abbastanza ampiamente nei regolamentari ai ragazzi di Annigoni, e in questo modo ha perso la vetta della classifica, fatto pesante perché nel prossimo weekend dovrà rispettare il turno di riposo e potrebbe restare staccato dalla prima posizione, con solo 3 turni a disposizione per tentare un recupero. Bel colpo invece per i biancorossi, che in questo modo rientrano nella lotta per un posto playoff, anzi al momento sono proprio noni, giusto quel che serve: fondamentale lo scontro diretto disabato prossimo in casa con l’Amatori.

Proprio la squadra che la settimana scorsa aveva beffato la Valpetronio, l’Amatori Savona (Damonte 9, De Leo 6), è stata vittima in questo turno della nuova capolista Pro Recco (Caddeo 28, Carpaneto e Kourentis 9). I ragazzi di Bertini hanno dominato l’incontro sin dai primi minuti, e per i vadesi sono rimaste solo le briciole. Ottimo per i recchelini, che ora con 2 punti di vantaggio su Valpetronio e una partita in più a disposizione se non faranno disastri potranno andare a mèta, ovvero a promozione diretta: devono però tenere alta la guardia, perché così vuole la D regionale di quest’anno, e intanto preparare la sfida ancora in via Vastato con l’Auxilium (che deve ancora giocare il posticipo di domani contro Cogoleto). Quanto ai vadesi, la gara di Chiavari col Villaggio arriva magari in un momento difficile ma è importantissima per i playoff.

Un’altra delle squadre di testa che ha perso è la Pallacanestro Busalla (Carrara 18, Mazzorana 13), che in quel di Borzoli ha dovuto lasciare il referto rosa alla Pallacanestro Sestri (Zenobio M. 23, Zenobio A. 21). I ragazzi di Mariotti hanno risolto la gara nell’ultimo quarto, dopo essersi divisi equamente i primi 2 quarti e aver sostanzialmente pareggiato il terzo. Lo stop ha impedito alla squadra di Tarantini di agganciare Valpetronio sul secondo gradino: urge riprendere il ritmo, anche se sabato a Busalla ci sarà un ospite indigesto come l’Imperia. Sestri rimane sola al sesto posto, abbastanza sicura di disputare i playoff, ma intanto deve andare al “derby delle delegazioni genovesi di Ponente” (un nome non molto sintetico, lo ammetto) a Pegli.

E’ tornata al successo la Scuola Basket Diego Bologna (Cirillo 24, Ceragioli 12), approfittando della trasferta sul campo dell’ultima in classifica, l’Albenga. Non è stata però una passeggiata: i ragazzi di Accinelli hanno recuperato nelle frazioni centrali quanto concesso in quella iniziale, e c’è voluta un’ultima frazione difensivamente molto tirata per venire a capo della situazione. Brodino dunque per il tem di Grassi, che resta quarto e nel prossimo turno affronterà in casa la penultima Sanremo. Pugno di mosche per gli ingauni, che a questo punto devono giocare al 150% tutte le restanti partite, volendo sperare di riagganciare in qualche modo chi li precede. Intanto c’è da andare a Cogoleto.

Infatti il BVC Sanremo (Bonino 19, Tacconi 14) resta ancora a tiro, avendo lasciato il passo in casa al Basket Pegli (Brichetto M. 20, Prezioso 14). Qui sono stati i quarti centrali a far la differenza, con gli arancioblu di coach Di Chiara a prendere il largo, e mantenersi così agganciati a Diego Bologna, anche se quinti per gli scontri diretti. I pegliesi ospiteranno ora il Sestri, mentre il BVC come detto dovrà andare a far visita proprio agli spezzini.

Auxilium-Cogoleto, come accennato, è il posticipo di domani sera, molto importante per la zona bassa dei playoff. I genovesi di coach Barbieri dovranno poi vedersela col Recco in trasferta, mentre i ragazzi di Dellarovere torneranno al PalaDamonte per ospitare l’Albenga.

Situazione:

.

Partite in programma:

.

Posted in Campionati, D Reg M | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

C Silver – Quarti, nessuna sorpresa in gara 1

Posted by superbasketball su 21 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaTra sabato e domenica si sono giocate le gare 1 dei quarti di finale playoff di C Silver, nelle quali non si sono registrate particolari sorprese, dato che hanno vinto le favorite, ovvero quelle che giocavano in casa essendosi piazzate meglio in regular season. Nel prossimo fine settimana con le gare 2 (tutte sabato, a dire il vero), potremmo avere già qualche verdetto per le semifinaliste.

La capolista Tarros Spezia (Visigalli 18, Santoni 15) non ha avuto soverchi problemi ad imporsi contro l’ottava Aurora Chiavari (De La Cruz 12, Frulli 7) sul parquet del Palasprint. Un po’ di equilibrio sino probabilmente a metà del secondo quarto: i bianconeri di Padovan sono andati negli spogliatoi sul +15, e dopo aver analizzato nell’intervallo quanto visto, al rientro in campo hanno dato la spallata decisiva concedendo solo 12 punti ai ragazzi di coach Marenco nel resto dell’incontro. Sabato al Palacarrino sembra difficile immaginarsi un ribaltamento delle parti che scongiuri la fine della serie con il canonico 2-0 per gli spezzini: i gialloblu davanti al pubblico di casa daranno le residue energie, ma servirebbe una controprestazione della Tarros oltre che un exploit dei ragazzi di casa.

Anche la gara del PalaCUS ha avuto un epilogo allineato con i pronostici, con i ragazzi di Pansolin e Taverna (Bigoni 26, Mangione 18) nettamente avanti rispetto agli orange di coach Lupi (Michelis 13, Cruz Salas 12). La gara è iniziata nel segno del tiro pesante: 7 a segno per CUS e di queste ben 4 di Bigoni nel 33-15 dei primi 10′. La reazione ospedalettese di inizio seconda frazione, alzando decisamente ritmo e agonismo, portava al -9, e la gara sembrava potersi in qualche modo riaprire, ma il recupero si spegneva lì e i genovesi ricominciavano a macinare, +20 a metà partita. La seconda metà dell’incontro ha visto il vantaggio genovese non scendere mai significativamente sotto i 20 punti, salendo anche al +28 nell’ultimo tempino. Gli arancioneri di fatto non riuscivano ad opporre ai biancorossi particolare resistenza, anche perché sbagliavano vari tiri aperti. Finiva sul +27 per il Cus, che spera ora di chiudere i discorsi sabato in via Isnart. Quanto ai ponentini, le speranze sono abbastanza flebili, ma comunque le cose più significative per lo staff arancionero vengono dalle prestazioni dei tanti under schierati.

Qua sotto, foto e video integrale della partita dal PalaCus.

2016-2017 C Silver QF1 Cus-Ospedaletti
.

Il risultato dei primo quarto di Sarzana avrebbe certamente costituito la sorpresa della giornata, se fosse stato confermato nel resto della gara. Invece il 12-23 con cui il Sestri Levante (Ferri E. 29, Calzolari 16) è tornato alla panchina dopo i primi 10′ è stato ribaltato dalla seconda frazione dei sarzanesi di coach Bertieri (Jonikas 19, Casini e Salazar 14), una frazione da 33 punti segnati. Pur senza poi dilagare, i biancoverdi di casa hanno sopperito a qualche problema fisico (Dell’innocenti fermo, Casini in forse) con la determinazione e hanno messo a segno il punto dell’1-0. A Sestri i ragazzi di Canepa proveranno a fare un’altra partita perfetta, come quella sfoderata con CUS, ma i sarzanesi nei playoff raramente perdono di vista l’obbiettivo, e con il matchpoint a disposizione certamente non vorranno sprecarlo.

Il quarto più aperto a livello di pronostico era quello del Geodetico, dove però l’Azimut Vado (Dzigal 18, Olowu 13), pur dovendo soffrire un po’ anche nel finale per la reazione del Tigullio (Caversazio 16, Zolezzi 12), ha portato a casa il primo punto della serie. Punteggio basso a causa dei “palloni pesanti” dei playoff e dell’aggressività difensiva; biancorossi di casa avanti dalla prima frazione in poi, con un allungo nel terzo quarto che ha deciso la gara ma non l’ha “uccisa”, visto che i ragazzi di Pezzi hanno recuperato dal -17 al -8 e anche nell’ultimo minuto di gara sono tornati sotto pericolosamente. Buon per Dagliano e Costa che sono arrivati i punti della sicurezza. Vedremo sabato a Santa Margherita se i tigullini riusciranno a fare quello che avevano fatto in regular season, ovvero far rispettare il fattore campo, o se i vadesi otterranno il 2-0 che chiuderebbe il quarto.

Playoff:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

A1/F – Altra bella gara della Carispezia, ma S. Martino torna a casa con i 2 punti

Posted by superbasketball su 20 marzo 2017

logo_cestistica_nuovoDi buone partite, senza punti in classifica, la Carispezia ne sta mettendo in fila diverse. Quella di ieri con la Fila S. Martino di Lupari non fa eccezione: considerato che si trattava dell’ultima contro la quarta, sia lo scarto finale sia l’andamento della gara fanno decisamente onore alle spezzine. Che, però, di punti non ne hanno fatti neanche stavolta. Meno male allora che Battipaglia ha perso a Torino scongiurando la possibilità di retrocessione diretta: sarà playout, tra la Carispezia, che l’affronterà con lo svantaggio del campo, e una tra Battipaglia e Broni. Il pronostico pende per le campane, che sono dietro di 2 punti pur avendo il vantaggio negli scontri diretti con le pavesi: è che Battipaglia dovrebbe battere Ragusa nell’ultimo turno, e sperare che Vigarano, già sicura dei playoff, faccia il suo con le pavesi. In ogni caso, le bianconere devono prepararsi ad una post season al meglio delle 5 gare, con la salvezza in palio. Speriamo che almeno fisicamente siano tutte disponibili, recuperando Benić, ieri in panca ma senza entrare, e gli infortuni rimediati proprio ieri di Nori e Premasunac.

Le spezzine (Striulli 17, De Pretto 16) hanno dovuto un po’ pagare dazio alle venete nella prima frazione, cercando di tenersi a contatto ma finendo poi sul -7. Ottima la Carispezia nel secondo tempino: stringendo meglio in difesa le bianconere riuscivano a ridurre il divario sino a mettere addirittura il naso avanti. La sirena di metà gara mandava le ragazze negli spogliatoi in salomonica parità. La quarta in classifica non ci stava, e nel terzo quarto dopo alcune sfuriate del coach veneto Abignente la Fila metteva la freccia dal 40 pari in poi, e prendeva un vantaggio, propiziato anche dall’infortunio di Premasunac, prossimo alla doppia cifra. Nell’ultimo quarto però De Pretto riportava sotto le ragazze di Barbiero, a un possesso di distacco. Le ospiti ribattevano e, pur concludendo con onore, le spezzine dovevano nuovamente cedere il passo in casa.

Il solito link allo streaming sul canale Youtube dalla Lega Basket Femminile è un po’ più insolito del solito 😉 , nel senso che stavolta il video inizia dal terzo quarto…e almeno a me la visione risulta piuttosto fastidiosa per le immagini che si fanno confuse in molti momenti.

.

Chiusura di regular season domenica prossima sul parquet del palazzetto di Umbertide. Ininfluente il risultato, neanche per Umbertide, ma sarebbe sempre meglio far bene.

Situazione:

.

Posted in A1 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

C/F – La finale è Cestistica Savonese-Polysport Lavagna!

Posted by superbasketball su 19 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa C femminile si avvia all’epilogo che tutti a settembre avrebbero probabilmente indicato in un ipotetico sondaggio. In mezzo c’è stato un campionato in cui una delle due finaliste ha fatto una specie di monologo, interrotto praticamente solo dalle sfide con l’altra finalista; la quale a sua volta ha avuto solo un inciampo, proprio contro la semifinalista che ha invece poi eliminato con il 2-0. I nomi delle due finaliste sono quelli “predestinati” della Cestistica Savonese e della Polysport Lavagna, che già nel prossimo weekend dovrebbero dar luogo alla gara1 della finale regionale. In palio la possibilità di proseguire la corsa per tentare la promozione in A2!

La prima a qualificarsi è stata la Cestistica Savonese (Tosi 14, Skiadopoulou 14), ancora una volta spietata, anche in quel di Lerici, e autrice anche in semifinale del percorso netto (e con questo 2-0 la stagione dice 20-0, +1096 in differenza punti :-O ). In casa dell’Audax San Terenzo di coach Pierluca Rossi la progressione del punteggio a favore delle ragazze di Pollari è stata inequivocabile: +16, +28, +35, +46. Niente centello, ma non era necessario. Mentre le santerenzine hanno così chiuso una stagione con qualche stop meno preventivabile come quelli di Vado e Loano, e lo scontro diretto perso a Genova con NBA, le savonesi arrivano alla finale da (oggettivamente) favorite: però incontrano l’avversaria che le ha, unica, fatte penare per ottenere il 2-0, come dimostra lo scarto complessivo di 5 punti nelle due gare disputate, e specialmente il +1 del ritorno al Cotonificio. Ma sulla finale tornerò certamente in settimana, settimana nella quale tra l’altro le savonesi saranno impegnate nel concentramento Under 20 per 7/10 del roster (stay tuned).

Mi sono finalmente mosso anche per la pallacanestro femminile, e abbarbicato sulle tribune del Paladonbosco ho assistito a gara 2 dell’altra semifinale, quella che si è dimostrata più equilibrata, anche se si è conclusa lo stesso con lo sweep. A Sanpierdarena ieri sera si è comunque vista una partita vera, che la Polysport Lavagna (Principi 14, Bianchino 11) ha fatto sua grazie al break decisivo del terzo quarto, poi solo parzialmente colmato dalla rimonta rosanero. Sin lì le lavagnesi avevano cercato di scappar via a più riprese, andando invece ad elastico ma comunque tenendo sempre la testa avanti. La squadra di Grandi (Dagliano 11, Giacchè 10) dopo poco era costretta a panchinare Policastro per falli precoci e poi anche Paleari, mentre coach Daneri trovava una Belfiore in gran spolvero nella seconda frazione, con Principi, Fortunato e la mascherata Bianchino che si prendevano in carico le altre responsabilità realizzative. La baracca delle padrone di casa si reggeva sulle iniziative di Giacché, poi calata nella seconda parte, in maniera speculare a Dagliano, che si sbloccava realizzativamente solo dalla terza frazione e diventava il terminale più produttivo per l’NBA. Come detto era il passaggio a vuoto genovese della terza frazione, a sparigliare il relativo equilibrio, con le blu ad allungare sino al +17 anche grazie ad alcune pregevoli giocate (vedi l’highlight postato su Facebook). La reazione delle rosanero permetteva di rientrare al -8 di fine tempino, poi nell’ultimo quarto la gara diventava più nervosa e malgrado alcune decisioni arbitrali che potevano sostare l’inerzia a favore del recupero genovese, le lavagnesi riuscivano a mantenere sempre un vantaggio di almeno 8 lunghezze, sino all’epilogo. Per coach Daneri questa semifinale era insidiosa, e il risultato è certamente rassicurante: ora bisogna concentrarsi alla svelta, perché in pochi giorni c’è da capire come fare a batter 2 volte la Cestistica, di cui almeno una al PalaPagnini. Purtroppo una sola andrà avanti. Quanto alla NBA-Zena, la sua stagione si ferma ovviamente qui, in una sfida che probabilmente adesso, con un gruppo di base così giovane, non poteva vincere; ha fatto bene, meglio anche dell’Audax che partiva con un po’ di credito in più, anche grazie agli innesti di esperienza nel gruppo junior, dal quale sono comunque uscite diverse individualità di livello. Buon per gli anni prossimi!

Attendiamo dunque adesso il calendario della finale: prevista gara 1, immagino domenica, a Savona, il ritorno a Lavagna, e l’eventuale bella di nuovo in via Tardy e Benech.

Nel frattempo qui avete il solito album di Flickr con alcune foto (accampo l’attenuante generica dell’illuminazione del Paladonbosco!) e il video integrale dell’incontro.

2016-2017 C Femm Semif G2 NBAZena-Polysport.

.

Situazione (e partite in programma):

.

Posted in C F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

A1/F – Arriva S. Martino di Lupari, la Carispezia per l’ultima di stagione regolare al Palasprint

Posted by superbasketball su 18 marzo 2017

logo_cestistica_nuovoLa Carispezia domani giocherà per l’ultima volta in regular season al Palasprint contro San Martino di Lupari, quarta in classifica.

Con solo 4 punti ancora in palio, in queste 2 giornate l’obbiettivo primario della Carispezia è quello di evitare la retrocessione diretta. Da regolamento, ormai per questo occorrerebbe che Battipaglia vincesse in entrambe le sue partite, domani nello scontro diretto a Torino ma anche la settimana prossima in casa con Ragusa, e che contemporaneamente le spezzine restassero a secco sia domani con San Martino sia domenica prossima in trasferta con Umbertide. Dei quattro risultati, magari il più improbabile è l’1 di Battipaglia-Ragusa, mentre gli altri “ci stanno”: è chiaro che se la Fixi si imponesse sulle campane i giochi sarebbero abbastanza fatti e il playout sarebbe deciso, ma altrimenti l’ultimo turno lascerà tutti col fiato sospeso. C’è da dire che le motivazioni fanno molto, e che nel finale di campionato a volte ci sono delle sorprese. Speriamo che una di queste la faccia la Carispezia, dato che 2 punti basterebbero a garantirsi di non poter finire ad 8 punti di distanza dalla penultima, qualunque sia.

La gara di domani è certamente in salita: le “Lupe” battezzarono l’esordio di Barbiero sulla panchina ligure con un ventello di scarto maturato nella seconda parte, sono quarte a una sola vittoria da Schio e hanno interrotto una striscia positiva di 5 vittorie proprio nell’ultimo turno (Gianolla 20, Ivezic 12), ma in casa con la Reyer. Le padovane cercheranno di portare a casa i 2 punti che garantirebbero loro di finire quarte (Ragusa sotto negli scontri diretti, Ragusa e Napoli sono sicuramente dietro nell’avulsa a 3, con Napoli è 1-1 e pari ma domani gioca a Venezia), e con il roster che si ritrovano hanno certo il favore del pronostico. Le bianconere devono però provarci, perché i progressi mostrati devono spronare a fare ancora meglio, e con una buona giornata balisticamente parlando se la difesa reggesse sino in fondo la partita potrebbe anche dare soddisfazioni.

Come al solito, ci sarà lo streaming sul canale Youtube della Lega Basket Femminile, per cui non avete scuse, a parte i terremoti, le inondazioni e le cavallette.

Forza ragazze!

Partite in programma:

.

Posted in A1 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

C Silver – Tutto pronto per i playoff, gara 1 dei quarti

Posted by superbasketball su 16 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaArchiviata la regular season di C Silver, non c’è neanche tanto tempo per rifiatare, perché si parte subito con i playoff! I quarti incombono: al meglio delle tre partite, andata e bella in casa della meglio piazzata. La formula di questo primo turno è infatti quella classica: in alcune annate si iniziava sul campo della peggio piazzata, e in quel caso uno scivolone della favorita creava delle situazioni di grande pressione, mentre questa è una formula che premia di più chi ha fatto meglio in regular season. L’arco delle partecipanti copre tutta la Liguria, anche se manca un po’ l’entroterra (Sarzana? Ok, ma non di molto): si va da Ospedaletti a La Spezia, con rappresentanti di tutte le province.

Come certamente ricorderete la vittoria della Tarros in casa dell’Ardita e la successiva dell’Aurora con Sestri Levante ha fatto sì che la capolista si ritrovasse nell’incrocio dei quarti proprio i chiavaresi. Negli anni scorsi l’Aurora era stata una specie di spina nel fianco della squadra bianconera; in questa stagione per l’ovvio motivo che il team di Marenco è praticamente ripartito dalla propria Under 20 con qualche innesto aggiuntivo come Baiardo (poi partito per la Sicilia) le sfide di regular season potevano essere meno rischiose per gli spezzini, eppure all’andata il Palacarrino è risultato indigesto per i ragazzi di Padovan. La débacle è stata poi restituita con gli interessi al ritorno al Palasprint, ma è stato uno dei passaggi a vuoto che, più degli scontri diretti, ha limitato la corsa della Tarros in vetta a raffronto con CUS e Sarzana. Nei playoff non si può più sbagliare: non ci sono margini, e gara 1 conta moltissimo per indirizzare correttamente la serie e magari poterla finire prima potendo avere un po’ di tempo tra un turno e l’altro per recuperare eventuali acciacchi e studiare qualcosa di utile. Dunque i bianconeri sabato sera difficilmente affronteranno “svagati” l’impegno: anche perché se è vero che il team chiavarese è approdato in modo quasi rocambolesco alla post season, è altrettanto vero che ci si butterà dentro senza alcunché da perdere, e queste sono le situazioni in cui le favorite rischiano se non approcciano correttamente la gara. Palla a 2 alle 20.30.

Sfumato il primo posto, il CUS deve accontentarsi di affrontare la serie playoff dalla seconda piazza, il che significa incrociare il cammino dell’Ospedaletti, settimo e certo della posizione già da settimane. Nelle due sfide disputate i genovesi hanno sofferto forse un po’ di più in casa, in una partita risolta nella seconda parte e che aveva poi avuto vari strascichi anche disciplinari, mentre in via Isnart i cussini avevano lasciato poco spazio al team di coach Lupi sin da subito. Per Pansolin e Taverna c’è ovviamente la possibilità di sfruttare il fattore campo in gara 1 e nell’eventuale bella: difficile immaginare un exploit degli orange, ma stiamo comunque parlando delle prime 8 e tutte hanno la possibilità di mettere, almeno momentaneamente, qualche granello di sabbia nell’ingranaggio delle migliori. Questo anche in ragione del fatto che gli sfavori del pronostico permettono di affrontare la serie senza grandi pressioni, mentre per i genovesi dopo un campionato di testa l’accesso quantomeno alle semifinali sembra proprio l’obbiettivo minimo. Palla a due al PalaRomanzi domenica alle 18.

Sembra oggettivamente abbastanza definito anche il pronostico del quarto di finale biancoverde, quello che vede affrontarsi il Sarzana e il Sestri Levante. Coach Bertieri ha visto la classifica sfuggire un po’ di mano nel girone di ritorno, quando i suoi hanno lasciato punti non solo contro le contendenti dirette, ma anche ad esempio ad Ospedaletti, con qualche episodio di eccessivo nervosismo che ha portato a squalifiche. La squadra campione in carica però ha ancora molte frecce al suo arco, e il Centro Basket di coach Canepa dovrà sfoderare le prestazioni delle migliori occasioni per non soccombere velocemente davanti ai sarzanesi, che hanno un notevole mix di esperienza e gioventù, gioco interno e gioco esterno. Sestri Levante ha saputo sorprendere il CUS di fatto rovinandogli il finale di regular season, ma contro Sarzana in stagione ha perso due volte in modo abbastanza largo. La palla a 2 nella palestra scolastica di piazza Ricchetti è prevista per sabato alle 18.30.

L’altro quarto, quello più equilibrato in termini di classifica, è anche quello con l’età media più bassa: non ho fatto i calcoli precisi, ma credo proprio che sia così, visto che si tratta praticamente di due formazioni Under 20 (Vado schiera 2 fuori quota ma solo poco più anziani, Zavaglio e Prato). Tra l’altro, la gara 1 del Geodetico, con inizio sabato alle 18.15 di sabato, è il bis del match dell’ultima giornata, come ricorderete appannaggio dei vadesi. I coach Dagliano e Costa hanno la chance di bissare il successo e poi di andare in casa dei ragazzi di Pezzi, in via Generale Liuzzi, col matchpoint. Il Tigullio però è riuscito all’andata a vincere in casa, e quindi sulla carta, se tutto ciò si ripetesse, questo potrebbe essere anche una serie che arriva a gara 3. Vista la giovane età dei contendenti, molto farà il controllo emotivo e la gestione dello stress.

Buoni playoff a tutti!

Playoff:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C/F – Le semifinali sono iniziate con le vittorie delle favorite

Posted by superbasketball su 15 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLe semifinali della C femminile sono iniziate domenica con la disputa di gara1, e di fatto non ci sono stati risultati a sorpresa.

La “Centistica” Savonese (Moretti 25, Zanetti 18) non ha confermato il soprannome che le avevo affibbiato qualche mese fa, ma ha comunque vinto in modo largo ed inequivocabile il primo atto della serie contro l’Audax San Terenzo (Canova 9, Russo M. 6). Le ragazze di Pollari hanno timbrato i moduli per l’assegnazione del referto rosa con una prima frazione da ko tecnico (29-3), per poi proseguire con alterna applicazione, ma sino ad un gap finale di ben 65 lunghezze. Difficile immaginare come la situazione possa portare a una gara 2 a parti ribaltate, con la serie prolungata sino a gara 3: servirebbe una prestazione eccezionale del team di coach Rossi, e probabilmente una serata indecente delle biancoverdi. Pronostico a questo punto decisamente favorevole allo sweep per le savonesi, che quindi da venerdì sera potrebbero iniziare a pensare alla preparazione per la finale, mentre per le santerenzine la partita di sabato a Lerici potrebbe essere l’ultima ufficiale stagionale.

Molto più equilibrio nella gara del Cotonificio di Lavagna, in cui si è comunque imposta la Polysport (Fortunato 19, Principi 11) sull’NBA-Zena (Policastro 14, Dagliano 9). Le ragazze di Daneri hanno anche sofferto un po’ nella prima parte, nella quale le genovesi di coach Grandi hanno sempre trovato il modo di ricucire, anche se mai mettendo il naso avanti, tutti i piccoli break che le biancoblu producevano. Nel terzo quarto però le padrone di casa hanno via via allungato, mentre le rosanero avevano difficoltà offensive, e quando nell’ultima frazione il divario ha raggiunto i 20 punti gara 1 è praticamente stata in mano alla Polysport. Dato che in regular season pochi giorni fa al Paladonbosco era uscito l’1, in modo anche abbastanza largo, qui il pronostico è più sfumato. Se sabato le giovani del presidente Margiotta riusciranno a bissare l’impresa, avremo una serie da decidersi nella bella di Lavagna del 22, mercoledì prossimo, altrimenti potremo preparare probabilmente i cartelloni per la finale.

Situazione (e partite in programma):

.

Posted in C F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

D Reg/M – Impresa Amatori, Valpetronio ko in casa; perdono anche Diego Bologna ed Imperia

Posted by superbasketball su 14 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa D regionale come sempre scoppietta! Praticamente non c’è turno in cui qualche pronostico non venga sovvertito…e ci sono ancora 5 giornate da disputare, per cui di fatto non c’è nulla di definito!

Stavolta il risultato più eclatante viene da Casarza Ligure, home court della Valpetronio (Podestà 32, Piazza 18), dal quale è uscita con il referto rosa un’Amatori Savona (Damonte 37, Fazio 21) che sulla carta arrivava in formazione totalmente di emergenza. Invece i biancorossi hanno di fatto tenuto testa alla capolista sin dalla palla a due, e se non fosse stato per due triple nel finale dei regolamentari forse avrebbero vinto già lì: i 2 punti sono comunque arrivati nell’overtime. Inaspettata e utilissima per i vadesi questa vittoria, perché li rilancia in ottica playoff, anche se il programma impietosamente li porta subito a Recco. Per i ragazzi di Benvenuto, questo è il sesto stop stagionale, che può costare caro perché permette il riaggancio del Recco che ha una partita in meno (ricordo che c’è in ballo la promozione diretta!). Il prossimo turno, ancora casalingo con il Villaggio, deve servire da ripartenza.

Pur senza troppa tranquillità, la Pro Recco ha dunque sfruttato la battuta d’arresto dei “petroniani”, superando il Cogoleto in casa per solo un paio di possessi. Il team di Bertini potrà forse approfittare tra un paio di settimane del turno di riposo di Valpetronio per tornare in testa, ma prima non deve perdere punti nel prossimo impegno di via Vastato contro l’Amatori Savona galvanizzata dal successo di Casarza. Tra l’altro i vadesi hanno scavalcato proprio Cogoleto, ora nono, che deve ora far visita all’Auxilium (ma mercoledì 22), squadra in buon momento.

Al terzo posto, con 4 punti di vantaggio sulle inseguitrici, sale il Busalla (Carrara 27, Parentini 16), anche se con un Sanremo (Bonino 16, Tacconi 14) ai minimi termini come rotazioni ha concesso tanto agli ospiti, imponendosi in realtà solo nell’ultimo tempino. I ragazzi di Tarantino hanno sfruttato al meglio due turni contro le ultime due della graduatoria: ora devono andare a Borzoli contro il Sestri, dove devono provare a consolidare la posizione che peraltro è ancora a tiro addirittura del primo posto. Il BVC di Bonino invece torna a casa e aspetta il Pegli.

Proprio Pegli (Mozzone 16, Prezioso 11) è sul quarto gradino (in realtà quinta) dopo aver vinto largamente il match di via Cialli con l’Albenga (Tassara 16, Vaccarezza 8). Gli arancioblu di coach Di Chiara, dopo aver doppiato gli ingauni dopo i primi due quarti, hanno proseguito nell’ampliamento del gap sino al +35 finale. Come Busalla, i pegliesi ora, anche se in trasferta, trovano a loro volta l’ostacolo Sanremo. I ragazzi di Accinelli, per i quali le possibilità di salvezza calano ad ogni turno senza referto rosa, c’è in arrivo al PalaMarco l’altra quarta, la Diego Bologna.

A dir la verità gli spezzini non sono in un gran momento: dopo aver perso a Recco, è arrivata l’inopinata sconfitta casalinga contro l’Auxilium. Partiti malissimo, i ragazzi di Grassi (Menoni e Vernazza 14) non sono riusciti poi a ritrovare il bandolo della matassa, cosicché i genovesi si sono portati a casa un pesante referto rosa. Per gli spezzini ora c’è una trasferta che potrebbe servire ad interrompere l’emorragia, quella di Albenga, mentre coach Barbieri, forte dell’attuale settimo posto con “vista” sul quarto, torna in via Cagliari dove nel posticipo di mercoledì riceverà il Cogoleto di Dellarovere.

Il Villaggio Sport (Setaro e Gotelli 14) ha rialzato la testa dopo la sconfitta di Sestri, ed ha rimandato a casa l’Imperia di coach Damonte costringendola alla decima sconfitta stagionale. Coach Annigoni può festeggiare con i suoi ragazzi la salvezza anticipata, ma può anche tentare di tener viva la speranza di playoff, che ora solo di nuovo a soli 2 punti. Il problema è la prossima trasferta a Casarza contro una Valpetronio probabilmente molto vogliosa di tornare alla vittoria. Gli imperiesi restando a quota 20 sono ora intruppati nel gruppo della parte bassa del tabellone, e devono fare attenzione perché il nono posto è solo 3 punti sotto: ora tra l’altro c’è il turno di riposo, e sarà importante quindi ricaricare le batterie.

Situazione:

.

Partite in programma:

.

Posted in Campionati, D Reg M | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

C Silver – Tarros prima, Sarzana terza, Tigullio quinto perché l’Aurora sorprende Sestri e si prende i playoff

Posted by superbasketball su 13 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaFinita la regular season di C Silver! E l’ultima giornata ha riservato un colpo di scena finale…

La lotta per il primo posto si è conclusa, come ormai sembrava probabile dopo lo scivolone del CUS a Sestri, a favore della Tarros. I ragazzi di Padovan (Visigalli 26, Santoni 17) sono riusciti ad imporsi in casa dell’Ardita di coach Chiesa (Bongioanni 17, Visca 16), pur dovendo fare i conti con diverse assenze. I bianconeri hanno allungato dopo l’intervallo di metà gara, facendo loro il primo posto del girone che garantisce il vantaggio in tutte le serie della post season. Contemporaneamente hanno impedito all’Ardita di difendere l’ottavo posto, che infatti…ne parleremo sotto. Fatto sta che i genovesi pur essendosi salvati con buon anticipo, devono anche quest’anno chiudere qui la loro stagione, sapendo di potersi presentare ad ottobre prossimo di nuovo ai blocchi di partenza di questo campionato. Gli spezzini invece giocheranno i loro quarti contro l’ottava, ovvero non più l’Ardita, bensì la sorprendente Aurora Chiavari.

Quanto ai biancorossi genovesi, l’impegno con un Follo (Favilli 30, Madiotto 14) privo non solo del già ceduto Gogoladze, ma stavolta anche di Baldoni infortunato, è stato onorato mettendo sin da subito la partita sui binari di una tranquilla gara di fine stagione. +12 dopo il primo quarto, +21 a metà, i ragazzi di Pansolin e Taverna (Bigoni 38, Mangione 19), hanno gestito la gara nel migliore dei modi, dando poi spazio anche ai propri Under e chiudendo comunque a 90 punti. Bigoni ha fatto il bello e il cattivo tempo nel pitturato follese, mentre Favilli e Madiotto provavano a mitigare il passivo. I ragazzi di Cristelli hanno completato questa stagione direi problematica, accumulando tanta esperienza che potrà certamente venire utile l’anno prossimo. I cussini devono ora preparare le sfide playoff, a cominciare da quella con l’Ospedaletti di coach Lupi che inizierà nel weekend.

Stavolta la BraunCam ha registrato una semiintegrale della partita: ahimé, il sottoscritto doveva scappare via a metà gara. E non per il derby, sia mai! In ogni caso ecco qua quel che ho potuto fare, foto e video. Su Facebook trovate anche i primi 25 punti di Bigoni riassunti in poche decine di secondi: il 7 biancorosso ha scritto infatti 38 giocando solo tre frazioni (e se ne avesse segnati altri 4 avrebbe centrato l’obbiettivo di arrivare a 20 punti di media stagionale).

2016-2017 C Silver CUS-Follo.

.

Sul campo di Sarzana i biancoverdi (Jonikas 25, Salazar 21) giocavano per la sicurezza del terzo posto contro l’Ospedaletti (Rossi 23, Generale 22): i ragazzi di Bertieri non hanno sbagliato partita contro i giovani orange, superando quota 100 in una gara direi dominata dagli attacchi. Sarzana non ha dilagato però se non nell’ultimo quarto, dove ha raddoppiato il vantaggio di 11 punti che aveva all’inizio degli ultimi 10′: preponderante la stazza dei biancoverdi nel pitturato rispetto agli ospiti. Per loro la sfida nei quarti sarà quella che io chiamo da sempre il derby biancoverde (lo era ai tempi della C nazionale…) contro il Sestri Levante: squadra insidiosa visto l’ultimo exploit, specialmente a Sestri. Coach Lupi ha un impegno un po’ più chiuso, quello col CUS, da affrontare da sfavoriti, e quindi anche senza pressioni particolari.

A Vado si giocava uno scontro che poteva avere più significati sino a qualche settimana fa, ma che di fatto contava molto di più per gli ospiti del Tigullio (Caversazio 21, D’acunto 17) che per i padroni di casa di coach Dagliano e coach Costa (Olowu e Prato 19). Questi ultimi si sono però comunque imposti, dimostrando sino in fondo di essersi meritati la posizione nella parte alta del tabellone: i vadesi hanno fatto il break decisivo nel terzo tempino, gestendo il ritorno dei ragazzi di pezzi nell’ultima frazione. Paradossalmente, le stesse squadre si affronteranno anche nei playoff, per cui certamente finiranno per giocare almeno tre volte di fila tra loro, se non quattro!

Il botto di quest’ultima giornata l’ha fatto decisamente l’Aurora Chiavari: i giovanissimi gialloblù (Costacurta 23, Frulli 17) hanno sfruttato al meglio la gara casalinga, col vantaggio di giocare domenica sapendo che l’obbiettivo playoff era ancora possibile, e hanno aggredito gli ospiti del Sestri Levante (Ferri E. 15, Garibotto 14), pur reduci da una bella vittoria della settimana prima con la capolista CUS, sin dal primo minuto, vincendo il primo quarto 21-5 e andando sul ventello all’intervallo lungo, calando appena nel finale ma infliggendo ai biancoverdi di Canepa una sconfitta che è costata al Sestri il quinto posto, e all’Ardita l’ottavo, che invece i ragazzi di Marenco hanno acciuffato in extremis, grazie al vantaggio negli scontri diretti rispetto ai nerviesi (attenzione, un solo minuscolo punticino nella somma di andata e ritorno!) guadagnandosi come premio la possibilità di giocare nei quarti con la capolista Tarros (ovviamente sulla carta con poche speranze). Complimenti ai ragazzi chiavaresi! I sestrini invece dovranno ritornare su standard alti al più presto, perché la serie con Sarzana non ammette indecisioni…

Salutiamo dunque l’Alcione, che scende al piano di sotto, e mandiamo in ferie Follo e Ardita, e concentriamoci sulle otto che si giocheranno il titolo e l’acceso agli spareggi interregionali. Si parte già tra qualche giorno, state pronti!

Situazione:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: