SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

"la passione, solo la passione"

Posts Tagged ‘Esperia Cagliari’

C Silver – CUS perde in casa anche con Esperia

Posted by superbasketball su 29 maggio 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaTutte le residue speranze di classifica nel girone spareggio di C Silver, e forse anche molte di quelle di ottenere in assoulto almeno una vittoria nel girone, sembrano essersi dissolte ieri pomeriggio nella quarta frazione con l’Esperia, che grazie soprattutto al tiro pesante nel momento clou è riuscita ad espugnare il PalaCUS, lasciando il CUS Genova staccato a quota 0.

La partita, nell’insolita cornice di un PalaCUS accaldato per il clima estivo, non gremito causa la giornata balneare, e illuminato da uno spietato sole, era anche cominciata bene: i biancorossi (Dufour 20, Bigoni 15), per l’occasione presenti in 12 ma con ben 5 under in panchina, scoprivano un rinnovato feeling con il tiro dall’arco e salivano addirittura sul 9-2, e poi sull’11-4. Qui però i sardi ritrovavano la via del canestro e i genovesi la smarrivano: 0-10 in poche azioni e Esperia davanti. Ma in questo primo quarto i biancorossi trovavano ancora il modo di ripartire, e Bigoni e Mangione rimettevano il segnalino del CUS davanti per il 15-14 della prima sirena. Partenza favorevole ai sardi nel secondo quarto, ma una doppia bomba di Dufour ridava il vantaggio di 3 punti ai liguri. L’Esperia continuava a lavorare e portava a casa un nuovo sorpasso con il tiro dalla lunetta, poi saliva in intensità Musiu che ridiventava il cecchino dell’andata a con due conclusioni dall’arco, mentre i ragazzi di Pansolin e Taverna trovavano la retina solo dalla linea, produceva il 30-32 dell’intervallo lungo. Sin qui, gara equilibrata, e CUS con buone speranze, visti anche i molti errori evitabili commessi in conclusioni che apparivano quasi già dentro. Ci pensava l’inizio di terzo quarto a far suonare il primo allarme, con gli ospiti a mettere a segno uno 0-7 che portava il vantaggio esterno a 9 punti, mentre i padroni di casa rimettevano in moto il tabellone solo al 24′ con un pregevole movimento di Macrì. In questo frangente l’Esperia saliva sino al +11 (35-46 al 26′ dopo un canestro dell’highlander Pedrazzini), poi Bestagno trovava il threepointer dall’ala e di lì in poi CUS rosicchiava di nuovo: grazie alla bomba frontale di Dufour e al suo successivo appoggio su assist di Vallefuoco arrivava un promettente -5 (44-49 al 29′). Qui un’azione che, per carità, nel computo complessivo non sposta abbastanza ma lì per lì qualche grattacapo ai sardi l’avrebbe dato se le decisioni fossero state diverse: Angius si liberava con braccio esterno di Bedini a metacampo in azione che sembrava evidente, niente fischio, il sardo cambiava lato e sparava la tripla a segno mentre il 16 bianco gli faceva fallo. Angius sbagliava il libero, però da fallo fatto e palla persa, con CUS in recupero a -5 e palla in mano ai bianchi, si tornava al +8 Esperia. Macrì poi trovava un long 2 quasi alla sirena e chiudeva il tempino su un -6 (46-52) che lasciava qualche spiraglio, malgrado il quarto tempino, con una squadra in crescente difficoltà fisica per i tanti acciacchi non completamente recuperati, fosse ovviamente un ostacolo arduo da affrontare. Per la verità in avvio Dufour dalla lunetta faceva 2 e siglava il -4, ma un nuovo allungo sardo firmato Fois e Salone portava presto al 48-56. Bigoni accorciava ancora, ma ci pensava sempre Musiu, chiurgico nelle sue “accensioni”, a spaccare la partita: 2 dalla linea e poi 2 bombe consecutive per il 50-64 al 34′. Pedrazzini e Fois chiudevano il discorso referto rosa, e malgrado qualche canestro di Bigoni e Dufour, Mangione si infortunava ricadendo male dopo un tentativo di allungo al ferro e doveva uscire, e si arrivava così agli ultimi giri di lancette con un gap tale che l’ultimo minuto il CUS lo giocava con tutti under in campo, un quintetto composto dal “veterano” Pettineo e da 4 under 18 (di cui uno andava peraltro poi a segno). Musiu trovava modo di arrotondare e segnare la sua quarta tripla (22 punti per lui, miglior marcatore dell’incontro), e il fischio finale vedeva il CUS soccombere di 19 punti. L’aritmetica a questo punto sancisce per i genovesi l’impossibilità di lottare per le prime 2 posizioni, mentre i cagliaritani sono rientrati sull’isola sapendo invece di potersi giocare le proprie chances nei residui due turni, con Battipaglia in casa e a Civitanova.

Complimenti all’Esperia, davvero cinica nell’affondare il bisturi nei momenti di appannamento dei biancorossi: non sarà un’avversaria facile nel resto del girone. Peccato per Bestagno & C., perché questa, almeno sulla carta, era l’occasione più alla portata per fare i 2 punti: il prossimo turno porterà a Genova una Virtus Civitanova con la possibilità di chiudere o quasi il discorso promozione, e poi ci sarà una trasferta a Battipaglia che alla luce dell’andata è arduo immaginare “rosea”. Ma i ragazzi si sono meritati la chance di giocare in questo girone, e lo onoreranno, se le forze, ormai con la barra prossima allo zero, li sosterranno.

Ecco le solite poche foto della partita, e il video, con qualche intoppo tecnico sia per la luce maligna sia per qualche “incaglio” che ha fatto perdere qualche azione!

2016-2017 C Silver spareggi gir A Cus-Esperia.

.

Nell’altra gara disputata Civitanova ha perso di 8 a Battipaglia conservando il vantaggio negli scontri diretti: a questo punto la Treofan per la promozione diretta ha la strada molto in salita, mentre i marchigiani verranno a Genova con una specie di matchpoint. Ne parleremo più in là.

Girone spareggio A:

.

Annunci

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Inizia il ritorno, il CUS riceve l’Esperia Cagliari. Audiointervista con coach Pansolin: “Lo dobbiamo a noi stessi, proviamo a vincere”

Posted by superbasketball su 27 maggio 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaIl girone di spareggi per la B gira la boa e incomincia la sequenza delle partite di ritorno, che per il CUS propone subito la rivincita della partita persa sabato scorso in terra sarda contro l’Esperia Cagliari.

Gli esperini vengono in continente certamente con qualche velleità in più: avendo vinto la sfida con i ragazzi di Pansolin e Taverna possono ancora immaginare un percorso netto o quasi che li porti a lottare con le prime due, pur avendo perso con entrambe all’andata. E’ chiaro che al PalaCUS si giocano un buon 50% delle residue speranze di promozione, parola che ricorre molto nei loro discorsi e che apertamente è sempre stato un obbiettivo. Non così si può probabilmente dire del CUS, che questo obiettivo non lo sperava a inizio stagione, ma che lo ha costruito e legittimato, come validamente e giustamente ribadisce coach Pansolin, con la vittoria nel torneo regionale. E allora anche se forse questo obbiettivo ulteriore è ormai off limits, resta quello di ottenere qualche soddisfazione in questa fase nazionale, oltre al diritto di divertirsi in giro per l’Italia e con avversari di questo calibro.

E allora domenica arriverà in viale Gambaro (alle 14.30, si è anticipato rispetto all’iniziale orario delle 15.00) Maurizio Pedrazzini, che probabilmente l’ultima volta ci era venuto quando giocava in B contro la Cambiaso & Risso nelle fila della Russo Cagliari nel 2007-2008, e ancora prima con l’Eutelia Arezzo, nella stagione 2006-2007, mentre Gionata Putignano (che come sapete è infortunato) giocava in entrambe le stagioni nella Russo (c’ero anch’io quelle sere, per inciso, prima di diventare il vostro blogger di fiducia). Con loro tutto il team dell’Esperia, che sabato scorso si è dimostrato più quadrato e determinato dei cussini almeno nei momenti topici. Speriamo che i biancorossi abbiano recuperato quegli acciacchi dovuti a scontri di gioco e possano disimpegnarsi al meglio, c’è sicuramente da provare a cancellare quel passivo subìto da Battipaglia, e a regalarsi un bel referto rosa, finalmente.

Coach Pansolin è stato così gentile da fare un’altra chiacchierata con me sulla partita di Cagliari, su quella di domani con gli stessi avversari, e più in generale sullo stato d’animo del CUS in questa fase nazionale. Io sono gentile e ve la porgo tramite Youtube, approfittatene!

E appuntamento a tutti gli appassionati con il basket nazionale domani alle 14.30 al PalaCUS! No, Bergoglio non viene, ha da fare altrove; in compenso se venite da fuori trovate tutto pulito pulito, è un’occasione.

Nell’altra partita del girone, la Treofan Battipaglia deve provare a ribaltare al PalaZauli il -17 subìto a Civitanova. Le qualità ci sarebbero, le abbiamo ammirate qui a Genova; il passivo però è ampio e potrebbe essere più saggio “accontentarsi” di una vittoria che potrebbe trasformare la successiva partita a Cagliari in una specie di match point, quantomeno per l’accesso allo spareggio promozione che spetta alle seconde.

 

Girone spareggio A:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Il CUS a Cagliari perde il volo per la B

Posted by superbasketball su 21 maggio 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaTerza giornata del girone di spareggi per la B, e terza sconfitta per il CUS Genova, che avendo lasciato i 2 punti anche all’Esperia ora resta all’ultimo posto a 0 punti e può “accompagnare solo” 😉 le altre squadre che si sfideranno per il “posto e mezzo”-promozione nel girone di ritorno.

La trasferta cagliaritana dei ragazzi di Pansolin e Taverna (Macrì 25, Bigoni 14) era anche iniziata discretamente, con un primo quarto lottato sostanzialmente alla pari, in cui i sardi erano sospinti soprattutto dal tiro pesante di Musiu (4 bombe in 10′) ma trovavano nei genovesi una certa resistenza, frutto di un buon lavoro sotto i tabelloni e, malgrado qualche palla persa di troppo, di un attacco ragionevolmente efficace, con qualche soluzione positiva anche da oltre l’arco. Si andava alle panchine sul 21-16 per i sardi (di cui ben 14 del loro play), con l’impressione di potersela giocare. Invece nel secondo quarto si partiva subito scendendo al -11, e in questa fase i bianchi di casa davano anche spettacolo, liberando giocatori sotto canestro grazie alla circolazione della palla. Quando prendi canestri facili, non è buon segno. Eppure i genovesi reagivano e recuperavano di nuovo sino al -6, ma a quel punto saliva in cattedra Pedrazzini (a tratti davvero difficile da contenere, limitato solo dai falli, e ha 47 primavere!) che segnando in ogni modo, da 3, da 2 e da 1, riportava il gap sino al +16 per i padroni di casa, e metà gara vedeva il tabellone indicare il 45-29. Dura rimontare fuori casa da lì: e siccome si partiva con un tecnico alla panchina cussina, il passivo era -17 ancora prima di battere la rimessa. I biancorossi ad inizio terza frazione avevano le polveri bagnate, il pressing rendeva poco e l’Esperia ne approfittava per portarsi sul +20, se non che il caliente Fois dopo una magata di Bigoni (rimessa sulla sua scheda da sotto canestro cagliaritano e 2 punti beffardi per lui, andate a 1h17’30” del video di Directa Sport qui sotto per “l’highlight” dedicato al 7 rosso) riusciva a farsi espellere: aveva già avuto un tecnico contro, ma pare sia stata espulsione diretta. Forse anche per il contraccolpo i genovesi avevano un altro buon momento e tornavano a minacciare di scendere sotto la doppia cifra, ma era un fuoco di paglia perché i ragazzi di Fioretto in un amen tornavano addirittura al +21. Il quarto si chiudeva sul 66-47, e solo un miracolo sportivo poteva permettere a quel punto a Bestagno e compagni di ribaltare il risultato. A questo si aggiungeva anche il 5° fallo di Bigoni nella quarta frazione; tuttavia i ragazzi riuscivano ancora a limare, scendendo piano piano sino al -10 sul 71-61. Qui però prendevano uno 0-7 che di fatto faceva partire i titoli di coda, con i ’99 dentro a completare il tempino e il -15 finale.

Giusto così, i sardi sono stati più precisi e cinici nei momenti giusti, e abili a gestire il vantaggio senza soffrire granché il pressing ospite; troppi errori per i biancorossi (ad esempio, a parte il primo quarto, dalla lunetta, con l’eccezione di Macrì che infatti nello score risulta il miglior marcatore genovese e di tutto il match). A questo punto, il cammino nel girone è abbastanza precluso: tuttavia si vorrà certamente provare a togliere lo 0 dalla classifica, e bisogna guardare con convinzione alla partita di domenica prossima al PalaCus, il ritorno con i cagliaritani, perché la distanza non è sembrata siderale.

Vi linko qui sotto la diretta Facebook di Directa Sport, che forse per qualche giorno resterà visibile…

.

Nell’altra partita del girone, Civitanova ha sfruttato il fattore campo e per ora si è presa la vetta della classifica, lasciando Battipaglia al secondo posto: tra l’altro con un +17 che rappresenta una serissima ipoteca sulla promozione diretta, con la sfida della prossima giornata, il ritorno a parti invertite a Battipaglia a diventare praticamente decisiva. Tecnicamente se vincesse ancora Civitanova i giochi sarebbero fatti, almeno per la promozione diretta. Vedremo, peccato non essere coinvolti direttamente in questa competizione: speriamo che almeno nel ritorno, con due gare casalinghe, arrivi qualche soddisfazione per il CUS. Magari domenica, che dite?

Girone spareggio A:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Il CUS vola a Cagliari per la seconda trasferta

Posted by superbasketball su 19 maggio 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaTerza giornata del girone di spareggi per la B: il CUS Genova cerca riscatto dall’ultima opaca prestazione casalinga e va a Cagliari a rendere visita all’Esperia.

La squadra cagliaritana ha ovviamente disputato la C Silver sarda, la cui formula non prevedeva playoff: l’ha vinta con 2 punti di vantaggio sul Calasetta (5 sconfitte contro 6 su 24 incontri) e 6 sull’Antonianum di Quartu, rimanendo sempre in testa alla classifica e lasciandosi via via dietro le avversarie. In casa ha perso solo una volta, nella fase a orologio finale, con il Calasetta, per un solo punto: peraltro il team di coach Fioretto ha battuto invece la seconda in classifica nella prima fase sia all’andata in trasferta, sia al ritorno, all’ultima giornata, addirittura per 104-59. Il campionato è finito molto presto, per cui per varie settimane i sardi sono rimasti fermi, perdendo tuttavia negli allenamenti del periodo di attesa Putignano, infortunatosi al ginocchio, pedina importante nel roster.

Il gruppo messo insieme a Cagliari è, anche in questo caso, ricco di qualità. Detto di Putignano, giocatore di B che qualche anno fa fece anche qualche mese a Loano in C Dilettanti, ma che è out, senz’altro il nome più noto, non foss’altro perché se avete seguito il basket non potete che averlo incrociato in qualche campionato, è Pedrazzini, classe 1970, ala, una vita spesa sui campi sardi di Sassari e Cagliari (e nel continente, ad esempio a Firenze in B1), arrivando sino alla promozione in A2 e giocando tutte le categorie, un “ragazzo” che ancora oggi la spiega, all’età anagrafica di 47 anni. Nelle rotazioni e nella produzione l’altro pezzo fondamentale è l’ala Passa, che, a dispetto del nome, tira molto e bene, mentre tra gli esterni spiccano il play Francesco Musiu e le guardie Cornaglia e Salone, ma nelle rotazioni rientrano con profitto anche Chessa e Angius. Tra i lunghi importante l’apporto di Fois, un lottatore che l’anno scorso si era visto col Su Stentu contro Sarzana.

Come sapete l’Esperia è a 0 punti nel gironcino, come il CUS; tuttavia a Battipaglia, contro la Treofan, ha fatto una partita rognosa, mettendo in difficoltà i campani e cedendo solo nel finale con un passivo forse punitivo, un po’ come i genovesi nelle Marche, e nella gara casalinga di sabato scorso con Civitanova ha davvero tenuto testa ai marchigiani sino alle battute finali: a 2 minuti dalla fine c’era ancora un solo possesso di distacco. Tra l’altro, per chi volesse la partita è linkata qua sotto nel video integrale live dell’ottima emittente Directa Sport (per visualizzarlo potrebbe servire un account Facebook!), che presumo trasmetterà anche la gara con il CUS (ve lo confermerò più avanti).

[edit: ho dovuto toglierlo perché risultava non più visibile, scusate]

Questi gli avversari, ovviamente sulla carta più abbordabili di quanto lo fossero le avversarie precedenti, almeno per il fatto che condividono l’ultimo gradino in graduatoria con i biancorossi. Altrettanto ovviamente, la trasferta sarda impone tante complicazioni: il viaggio, l’orario della partita (le 15.30, a quanto pare dopo una piccola modifica dopo che l’orario originale era le 15 di sabato), il campo avverso con tifo caldo. Se non bastasse la qualità degli avversari…

E CUS come arriva a questa sfida che darà i primi 2 punti a una delle due contendenti? Beh, vediamo un po’ cosa ci racconta coach Pansolin. Per l’occasione l’ho infatti intervistato e vi propongo la nostra telefonata odierna.

.

Grazie dunque a coach Pansolin, in bocca al lupo anche per iscritto e non solo in audio 😉 al CUS!

Girone spareggio A:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: