SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

"la passione, solo la passione"

Posts Tagged ‘Finali’

SuperCoppa Liguria – Ancora Spezia!

Posted by superbasketball su 2 ottobre 2018

E’ stato un weekend impegnativo per me al PalaFigoi, ho cercato di darvi in diretta tutto l’evento SuperCoppa Liguria di C Silver e ho dovuto lottare con la connessione video entrambe le sere. Ma questo è secondario: eravamo in astinenza di basket giocato e credo che la sfida a 4 di Borzoli abbia un po’ placato questa sete. Finalmente!

Dalla due giorni genovese è uscita con la coppa della seconda edizione ancora una volta la squadra del presidente Caluri, ancora una volta battendo in finale, con un certo agio, il CUS Genova, e con Pallacanestro Vado terza. Al quarto posto quest’anno non Sarzana, che non è stata semifinalista nella stagione scorsa, ma Ospedaletti. E così Nell’albo d’oro della manifestazione lo Spezia Basket Club succede a se stesso, complimenti!

Ma andiamo con ordine, premettendo che per i video su Youtube dovrete ancora pazientare, per cui vi esorto ad andare sulla pagina Facebook di SUPERBAsketball e guardare gli streaming video che trovate. Alcuni sono spezzettati, perché la lotta impari con il 4G (magari, a volte non era nemmeno 3G il segnale) mi ha costretto più volte a riconnettermi creando un nuovo video. Scusate, e scusate la qualità delle immagini trasmesse che spesso sembravano quadri astratti. Ringrazio comunque gli amici che mi hanno dato una grande mano per la parte di commento tecnico: coach Mariotti, coach Pansolin, e Marco Morandi! Magari nei prossimi giorni metterò su i video su Youtube, e allora li linkerò anche qui (per ora c’è infatti quello della semifinale CUS-Ospedaletti).

Al sabato erano previste le due semifinali, e la prima gara ha visto incrociarsi CUS e Ospedaletti. Mentre i ponentini si sono presentati alla prima palla a due stagionale con il roster completo, ma come sapete con molti cambi rispetto all’anno scorso, i genovesi lamentavano varie assenze: oltre a quella di Mangione, che ha ancora bisogno di qualche mese per rientrare dall’intervento al crociato, quelle di Zavaglio (piccolo incidente motociclistico) e di Nicola Vallefuoco (piccolo intervento chirurgico) lasciavano a Pansolin e Taverna la possibilità di convocare solo 3 senior (Dufour, Bedini e Bestagno, che a sua volta era al rientro) più Stefano Vallefuoco che essendo classe ’98 è ancora considerato under. Malgrado la lista piena di giovanissimi, i biancorossi (Vallefuoco 21, Dufour 20) hanno trovato una certa resistenza iniziale dei ragazzi di Lupi (Colombo 15, Revetria 12), ma nei quarti centrali hanno fatto il buco: 15 i punti di vantaggio all’intervallo lungo, ben 23 nella terza frazione, poi ridotti a 14 dalla reazione orange, che nell’ultimo tempino ha riportato lo svantaggio sotto la doppia cifra, ma non si è completata del tutto, lasciando strada libera per la finalissima al CUS. Paura negli ultimi 30″ per l’infortunio di Leporati, scontratosi testa contro testa con Gilardino e finito poi ancora contro il tavolo degli ufficiali di campo e il cubo dei cambi: partita sospesa e terminata solo dopo molti minuti, e il numero 51 cussino trasportato al pronto soccorso in ambulanza per accertamenti (negativi, nel senso che non è stato riscontrato nulla di particolare, e quindi il giovane neoacquisto del CUS dovrebbe cavarsela con un po’ di giorni di cautela e basta, meno male).

A seguire è stata la volta dell’altra semifinale tra Spezia Basket Club e Pallacanestro Vado. Spezzini (Šuliauskas 24, Kibildis 22) al completo, vadesi (Anaekwe 16, Pintus 12) con vari ragazzi out e alcuni in panchina poi non entrati: vista la disparità di roster, età e prospettive, ci si sarebbe potuti immaginare una partita senza storia, e invece il team di Imarisio ha tenuto duro sino alla fine davanti a quello di Padovan. Dopo un primo quarto in sostanziale equilibrio, Spezia ha preso il largo nella seconda frazione, trascinata dai due lituani (30 punti sui 49 di metà gara, 17 in due nella seconda frazione vinta 25-11). Il +17 di metà gara, poi rimpolpato ad inizio terzo quarto, sembrava aver definito del tutto la questione, ma non è stato così, Vado serrava le file e costringeva i bianconeri a fare punti quasi solamente dalla lunetta, anche se questo costava il caricare di falli soprattutto i lunghi biancorossi, e recuperava man mano tornando a -7 al 30′. Non era però sufficiente, Spezia ritornava a segnare nell’ultimo quarto e teneva i pappagallini sotto, sino all’epilogo sul 78-68. Come da pronostico, bianconeri alla finalissima, come nella prima edizione contro il CUS, e vadesi al sottoclou della finalina con gli orange di coach Lupi.

Senza coppa in palio, chiaramente la finale 3°-4° posto di metà pomeriggio della domenica è di fatto un’amichevole ufficiale, e serve più che altro come rodaggio ulteriore per l’inizio del campionato che incombe. Entrambe le contendenti si sono presentate alla palla a 2 con roster ulteriormente decimati, Ospedaletti con Michelis e Cologgi stoppati dalla febbre, e per i vadesi l’indisponibilità ulteriore di Anaekwe (in panchina senza entrare), che riduceva di fatto a 7 i ruotabili dalla panchina biancorossa. Ne è uscito un match equilibrato, che è andato ai ragazzi di Imarisio (Lo Piccolo e Tsetserukou 20) soprattutto grazie ad una migliore ultima frazione, dato che in tutta la gara il massimo vantaggio per i giovani vadesi era stato di 6 punti. Gli orange (Colombo 22, Rossi 17) malgrado un certo progresso rispetto alla sconfitta del giorno prima hanno trovato punti soprattutto da Colombo, difficile da contenere per il pacchetto lunghi biancorosso, e da Rossi autore di una gran prova dall’arco (a me risultano 5 bombe a segno), ma nell’ultimo quarto non sono riusciti a ribaltare il divario malgrado gli avversari avessero le rotazioni quasi azzerate dopo l’uscita per falli di Cerisola. Vado terza come l’anno scorso, Ospedaletti quarto al posto della Sarzana dell’anno scorso.

Restava da assegnare la Supercoppa 2018 nella finalissima, l’ennesimo testa a testa tra il CUS Genova e lo Spezia Basket Club, e chissà se come l’anno scorso questa risulterà la prima di una lunghissima serie di match tra le due squadre. I genovesi erano costretti a sostituire ovviamente Leporati con l’altro giovanissimo Capone, mentre i bianconeri si ripresentavano con gli stessi effettivi della sera prima. Nelle prime due frazioni c’è stata una leggera supremazia spezzina, che si è materializzata nei 5 punti di vantaggio del primo tempino poi conservati perfettamente all’intervallo lungo. Al rientro dagli spogliatoi i ragazzi di Pansolin e Taverna (Vallefuoco 21, Bedini 14) si sono però un po’ piantati: per lungo tempo l’unico canestro realizzato è stato quello di Vallefuoco, mentre Spezia (Kibildis 18, Šuliauskas 17) gradualmente saliva alla doppia cifra di vantaggio e dopo il +19 di fine terzo quarto aveva un piede già sul gradino più alto del podio. Anche -24 a un certo punto lo svantaggio cussino, con il solo Vallefuoco jr a tenere su la baracca per lunghi periodi (il 15 biancorosso ha chiuso la due giorni con un doppio 21 a tabellino), poi nel finale il divario si è addolcito ma i ragazzi del presidente Caluri non hanno avuto particolari difficoltà a chiudere sul +15 e a posare poi con la seconda Supercoppa Liguria, due su due dalla sua istituzione. Complimenti! Nelle prestazioni bianconere ha lasciato una buona impressione sicuramente la coppia lituana, efficace in attacco e con una buona dose di esperienza, soprattutto in Kibildis (che non a caso ha anche già avuto una buona stagione nella C Silver marchigiana, come sapete), la solidità di Steffanini e Fazio, ma anche il fatto che siano riusciti a vincere il titolo risparmiando anche molto Visigalli e Garibotto, a testimonianza del fatto che la panchina è lunga e tiene botta. Insomma, sempre una Spezia che nella competizione della C Silver sicuramente dirà la sua, mi sbilancio, sino all’ultimo. CUS limitato dalle assenze e molto impreciso in finale, come dimostrato dai soli 56 punti realizzati, con la possibilità di riassorbire le problematiche fisiche da qui al kickoff della propria stagione, tra un paio di settimane nel derby in casa dell’Ardita.

2018-09-29/30 Supercoppa Liguria

E ora sotto col campionato, da sabato si torna ai 2 punti in palio!

SuperCoppa Liguria 2018 – Final Four – PalaFigoi (GE) – Semifinali – Gara Unica

29/09/2018 – 18:30 CUS GENOVA A.S. DIL.-A.S.D. BASKET C. OSPEDALETTI 78 – 66
29/09/2018 – 20:30 SPEZIA BASKET CLUB A.DIL.-PALL VADO AZIMUT WEALTH MANAG 78 – 68

SuperCoppa Liguria 2018 – Final Four – PalaFigoi (GE) – Finale 3°-4° – Gara Unica

30/09/2018 – 16:00 A.S.D. BASKET C. OSPEDALETTI-PALL VADO AZIMUT WEALTH MANAG 68 – 75

SuperCoppa Liguria 2018 – Final Four – PalaFigoi (GE) – Finale 1°-2° – Gara Unica

30/09/2018 – 18:00 CUS GENOVA A.S. DIL.-SPEZIA BASKET CLUB A.DIL. 56 – 71

I Braun-Tabellini:

Semifinali

CUS Genova Basket – Basket Ospedaletti 78 – 66 (25-21, 24-13, 14-15, 15-17)
CUS: Bestagno 5, Camperi, Vallefuoco 21, Dufour 20, Costacurta 4, Bedini 14, Ferraro 4, Bertini, Barbini 2, Leporati 8.
OSP: Gilardino 2, Zunino 10, Revetria 12, Carlucci 5, Colombo 15, Michelis 7, Olivari, Rossi 11, Formica 2, Vivo, Cologgi.

Spezia Basket Club – Pallacanestro Vado 78 – 68 (24-22, 25-10, 11-21, 18-15)
SBC: Petani G., Pipolo, Visigalli 11, Dalpadulo 2, Kibildis 22, Garibotto 3, Fazio 7, Petani C. 1, Šuliauskas 24, Steffanini 8.
VAD: Bondì 3, Jancic 10, Cerisola 2, Cito ne, Cirillo 5, Pesce ne, Anaekwe 16, Lo Piccolo 9, Tsetserukou 11, Pintus 12.

Finale 3°-4° posto

Basket Ospedaletti – Pallacanestro Vado 68-75 (9-12, 17-17, 25-23, 16-23)
OSP: Gilardino 3, Zunino 7, Revetria 10, Carlucci 7, Colombo 22, Olivari, Rossi 17, Formica 2, Vivo.
VAD: Brignolo ne, Bondì 7, Jancic, Cerisola 4, Cito ne, Cirillo 11, Anaekwe ne, Lo Piccolo 20, Tsetserukou 20, Pintus 13.

Finale 1°-2° posto

CUS Genova Basket – Spezia Basket Club 56-71 (12-17, 16-16, 11-25, 17-13)
CUS: Bestagno 3, Camperi, Vallefuoco 21, Dufour 10, Costacurta 2, Bedini 14, Ferraro 2, Bertini, Capone, Barbini 4.
SBC: Petani G. 1, Pipolo 4, Visigalli 6, Dalpadulo 2, Kibildis 18, Garibotto 10, Fazio 6, Petani C., Šuliauskas 17, Steffanini 7.

Classifica finale:

1° Spezia Basket Club
2° CUS Genova Basket
3° Pallacanestro Vado
4° Basket Ospedaletti

Albo d’oro:

Anno Vincitrice
2017 Spezia Basket Club
2018 Spezia Basket Club

 

Posted in Campionati, Eventi, SuperCoppa Liguria | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Under 17/F – L’Italia arriva quinta nel mondiale!

Posted by superbasketball su 29 luglio 2018

Mondiale di Minsk: l’Under 17 femminile di coach Riccardi ha chiuso al meglio la fase finale, con due vittorie, una senza storia con la Lettonia e una di prestigio odierna contro la Spagna nella finale per il 5° posto, e ha portato a casa un piazzamento mondiale che pur mancando il podio rappresenta comunque una vera eccellenza! Brave!


Avendo metabolizzato evidentemente nel modo giusto la sconfitta con l’Australia, poi brillante terza, le azzurre (Mattera 13, Panzera 13; Mazza 5) hanno aggredito la loro semifinale, contro la Lettonia, con la testa giusta. 31-4 il primo quarto, partita decisa e sotto controllo, con le lettoni tenute sotto i 50 punti e con la possibilità di ruotare tutte le effettive senza rischiare niente. Referto rosa super meritato e obiettivo quinto posto ancora più vicino. Nell’occasione anche Federica Mazza ha avuto più spazio e segnato 5 punti.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Oggi ci toccava la Spagna, che ieri aveva battuto nella sua semifinale il Giappone in rimonta. Anche oggi le azzurre (Natali 17, Spinelli e Gilli 11; Mazza) sono partite fortissimo, riuscendo abbastanza a gestire la gara e a impedire alle iberiche di prendere il comando delle operazioni, tranne nel terzo quarto, quando le avversarie sono riuscite a mettere il naso avanti. Dopo qualche minuto giocato punto a punto, le nostre hanno riacquistato fiducia, riallargato la forbice e portato a casa questo bellissimo quinto posto, che è un risultato ottimo! Basti pensare che arriva con 2 sole sconfitte, contro gli USA poi campioni e contro la terza classificata, superando le altre squadre europee incontrate (solo Francia e Ungheria sono state davanti alle nostre, e le ungheresi con 2 sconfitte sono arrivate quarte, avendo probabilmente la fortuna di incontrare nei quarti non l’Australia ma il Giappone, fortuna che dipende dal fatto di essere stata in un raggruppamento iniziale che potevano vincere, mentre le azzurre avevano gli USA e pur da seconde hanno poi avuto un quarto di finale più difficile). Io dico che sono state brave!

Questa presentazione richiede JavaScript.

Federica Mazza ha chiuso con le medie seguenti: 7.1′ di utilizzo,  1.3 punti e 1.3 rimbalzi. Cifre discrete considerando che si trattava di un mondiale! Brava!

Posted in Giovanili, Mondiali, Nazionali, Tornei | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Under 20/M – Finisce ottava l’Italia di Dalmasson

Posted by superbasketball su 23 luglio 2018

Negli Europei Under 20 maschili di Chemnitz, in Germania, i ragazzi di coach Dalmasson hanno purtroppo chiuso la manifestazione con l’ottavo posto, dopo altre due sconfitte nella semifinale e nella finale del proprio tabellone dal 5° all’8° posto.

Nel quarto di finale con la Croazia i ragazzi avevano dovuto infatti salutare la corsa per le medaglie: restava la possibilità di ottenere il 5° posto vincendo le restanti gare.

Sabato dovevano intanto superare l’ostacolo Turchia, che proveniva dalla sconfitta nei quarti con la Germania. Purtroppo nella lotta non poteva entrare Tommaso Oxilia, che ha sofferto di un piccolo trauma a un dito (credo contro la Croazia) ed è stato tenuto in panchina nel resto del torneo: a lui si è poi aggiunto durante la partita anche Denegri. Gli azzurri (Moretti e Lever 17) hanno giocato una gara equilibrata, in cui però nel finale hanno visto scappare gli avversari, poi capaci di arrivare quinti battendo nella successiva finale anche la Serbia. Con la sconfitta per l’Italia restava la chance di conquistarsi il 7° posto il giorno successivo contro la Spagna, nel frattempo battuta dalla Serbia nell’altra semifinale (e nei quarti da Israele, che ha vinto il titolo battendo la Croazia).

Domenica contro gli iberici all’indisponibilità dall’inizio di Oxilia si è aggiunta appunto quella di Denegri; dopo una partenza pesantissima è arrivata anche un ‘altra tegola, un piccolo infortunio che ha tolto anche Moretti dai giochi (“virgola” per lui nel tabellino finale). Un’altra terza frazione persa abbastanza nettamente dagli azzurri (Antelli 13, Berti 12) ha indirizzato la gara in modo irreversibile verso i giallorossi, e per i ragazzi di Dalmasson non è rimasto che accettare il verdetto del campo che li ha lasciati all’ottavo posto in questo Europeo.

Un discreto anticlimax, un finale in calando per un gruppo, quello dei ’98, che è stato uno dei migliori degli ultimi anni, col bronzo Under 18 e l’argento mondiale Under 19 dell’anno scorso. L’ottavo posto è ovviamente un po’ deludente rispetto alle speranze, ma i nostri avversari sono stati più bravi. Il bicchiere mezzo pieno contiene il fatto che le ultime due gare sono state giocate con alcune assenze importanti, e che l’ottava posizione è comunque decisamente migliore della tredicesima dell’anno scorso. Vedremo come andranno le prossime annate: ricordo che negli Under 20 l’Italia è andata a medaglia solo 3 volte dal 2000 in qua, con l’oro di Tallinn del 2013, l’argento di Bilbao del 2011 e il bronzo di Nova Gorica nel 2007. Speravamo nella quarta medaglia, peccato, ci dovranno provare le nazionali successive. Voci di corridoio parlano del ritorno di Capobianco in Under 20, vedremo.

Tommaso Oxilia ha ovviamente chiuso come era messo dopo la partita con la Croazia, con la sua media di 11.4 punti e 8 rimbalzi, 6° assoluto per quanto riguarda questa statistica, e con 26 minuti di utilizzo. E’ mancata la possibilità di giocare le partite finali, peccato, ma sin lì poco da dire, Tommy ha dimostrato che potrà essere un protagonista della prossima stagione. Un percorso di giovanili comunque davvero top. Bravo!

Posted in Giovanili, Nazionali, Tornei | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Under 16/F – BASKET ACADEMY, TITOLO ITALIANO FEMMINILE DEL 3×3!!! Altro titolo italiano! Blue Sea Basket Lavagna maschile chiude invece diciottesimo

Posted by superbasketball su 1 luglio 2018

Propongo di eleggere il 3×3 specialità ufficiale ligure, insieme ovviamente alla focaccia, al pesto e alla torta di riso (anche se è finita). Perché una rondine non fa primavera, ma due forse sì eh! Abbiamo appena celebrato, sempre a Castellana Grotte, un titolo italiano del 3×3 vinto da Amatori Savona femminile Under 18, e oggi siamo qui di nuovo a parlare di un titolo italiano, ancora femminile, ancora del 3×3, ancora ligure! E’ dominio incontrastato! 😉

La finale nazionale Under 16 3×3 maschile e femminile, in cui erano impegnate due nostre portacolori, ovvero il Blue Sea Basket Lavagna maschile e la Basket Academy La Spezia femminile, ha visto la prima un po’ sfortunatamente finire 18a, ma il tutto (per noi, ovviamente, non per i ragazzi) è stato compensato dalla vittoria delle ragazze spezzine nel torneo femminile!!!!

I ragazzi della Blue Sea Basket (Alessio Arbini,  Edoardo Doccini, Francesco Bisso ed Emanuele Borselli, con coach Eliana Carbonell) hanno giocato la prima giornata nel girone B, con Vis 2008 Ferrara, A. DIL. SAM Basket Roma, Sidigas Avellino, e A.S.D. Timberwolves Potenza. Nella Vis Ferrara dovrebbe anche esserci il nostro Matteo Bogliardi, che fa parte della squadra che ha vinto il titolo regionale emiliano. Queste le gare in programma oggi nel girone dei biancoblu:

Girone B
Vis 2008 Ferrara-SAM Basket Roma 9-11
Sidigas Avellino-Blue Sea Basket 8-5
SAM Basket Roma-Sidigas Avellino 9-10
Timberwolves Potenza-Vis 2008 Ferrara 2-9
Sidigas Avellino-Timberwolves Potenza 11-7
Blue Sea Basket-SAM Basket Roma 7-6
Vis 2008 Ferrara-Sidigas Avellino 10-12
Timberwolves Potenza-Blue Sea Basket 5-4
Blue Sea Basket-Vis 2008 Ferrara 6-9
SAM Basket Roma-Timberwolves Potenza 9-8

Purtroppo la classifica dopo la prima giornata è stata la seguente (si noti che si assegnavano, secondo questa usanza per me ancora oggi incomprensibile, 2 punti per la vittoria e 1 per la sconfitta):

Classifica girone B: Sidigas Avellino 8, Vis 2008 Ferrara e Sam Basket Roma 6, Timberwolves Potenza e Blue Sea Lavagna 5.

Infatti i lavagnesi sono stati penalizzati dallo scontro diretto perso con Potenza (mi si dice che il primo criterio sarebbero stati i punti segnati nel girone complessivamente, ma erano 22 per entrambe). Per questo motivo la Blue Sea non ha passato il primo taglio, finendo nel gironcino di consolazione per i posti dal 17esimo al 20esimo. E dire che se avessero battuto i potentini avrebbero fatto 6 punti e nell’avulsa a quota 6 avrebbero potuto addirittura uscire secondi dalla prima giornata…A questo punto il giorno dopo i 4 ragazzi biancoblu hanno giocato nel girone delle quinte classificate:

Girone quinte classificate
3S Cordenons-Blue Sea Lavagna 8-6
Airino Termoli-Sarre Chesallet 8-5
Blue Sea Lavagna-Airino Termoli 14-12
Sarre Chesallet-3S Cordenons 10-11
Airino Termoli-3S Cordenons 6-15
Sarre Chesallet-Blue Sea Lavagna 4-8
Classifica: 3S Cordenons 6, Blue Sea Basket 5, Airino Termoli 4, Sarre Chesallet 3

E pertanto a causa della sconfitta con Cordenons i lavagnesi non sono riusciti ad agguantare la diciassettesima piazza, finendo diciottesimi. Conta poco un posto in più o in meno, probabilmente con un guizzo in più, e nel 3×3 a volte basta un passaggio a vuoto di 3-4 azioni per rovinare una partita, i ragazzi di coach Carbonell avrebbero potuto trovarsi ben più avanti. Peccato, tutta esperienza e speriamo che si possa sfruttarla negli Under 18 in futuro!

Giada Leonardini, Diletta Mangano, Rossella Gioan e Francesca Stella (con coach Danilo Gioan) sono invece le nuove CAMPIONESSE ITALIANE del 3×3 Under 16 femminile! Le ragazze della Basket Academy hanno stupito tutti, arrivando sino in fondo e vincendo il titolo quando forse non godevano dei pronostici. Invece in questa specialità si può fare la differenza, e direi che in Liguria l’abbiamo capito, e speriamo di divertirci ancora in futuro (ci si diverte comunque, ma certo se si vince non è male, specialmente se arriva uno scudetto!!!).

Le spezzine nel girone D erano partite bene restando a punteggio pieno dopo la prima giornata:

Girone D 
AIBI Fogliano-VoloRosa Brindisi 6-14
Basket Academy La Spezia-Panthers Roseto 8-3
VoloRosa Brindisi-Basket Academy La Spezia 6-8
Panthers Roseto-AIBI Fogliano 10-4
Basket Academy La Spezia-AIBI Fogliano 10-6
Panthers Roseto-VoloRosa Brindisi 3-8
Classifica: Basket Academy La Spezia 6, VoloRosa Brindisi 5, Panthers Roseto 4, AIBI Fogliano 3

Il giorno dopo, nell’incrocio con il girone C, è arrivata la prima sconfitta (con Castelnuovo Scrivia), ma ciò non ha impedito alle ragazze di Gioan di qualificarsi, pur perdendo la mattina di sabato anche contro Empoli.

Gironi C-D femminile – Seconda giornata
USE Basket Rosa Empoli-AIBI Fogliano 11-4
Basket Femminile Stabia-Panthers Roseto 5-4
Castelnuovo Scrivia-VoloRosa Brindisi 13-6
Basket Umbertide-Basket Academy La Spezia 2-13
USE Basket Rosa Empoli-Panthers Roseto 8-9
Basket Femminile Stabia-AIBI Fogliano 10-4
Castelnuovo Scrivia-Basket Academy La Spezia 8-5
Basket Umbertide-VoloRosa Brindisi 5-8

Gironi C-D femminile – Terza giornata
USE Basket Rosa Empoli-VoloRosa Brindisi 12-8
Basket Femminile Stabia-Basket Academy La Spezia 6-11
Castelnuovo Scrivia-AIBI Fogliano 11-4
Basket Umbertide-Panthers Roseto 4-6
USE Basket Rosa Empoli-Basket Academy La Spezia 10-9
Basket Femminile Stabia-VoloRosa Brindisi 8-7
Castelnuovo Scrivia-Panthers Roseto 6-4
Basket Umbertide-AIBI Fogliano 11-8

Nei quarti di finale le spezzine si sono incrociate col Sanga Milano, e l’hanno superato nettamente, avanzando alla semifinale.

Quarti di finale
Tigers Forlì-Basket Femminile Stabia 15-8
Virtus Cagliari-Castelnuovo Scrivia 10-9
San Gabriele-Basket Academy La Spezia 6-18
Porto San Giorgio Basket-USE Basket Rosa Empoli 9-8

Tiratissime entrambe le semifinali, con le ragazze dell’Academy in grado di fermare la corsa delle Tigers Forlì, mentre Porto San Giorgio regolava Cagliari sempre col minimo scarto.

Semifinali
Tigers Forlì–Basket Academy La Spezia 11-12
Virtus Cagliari–Porto San Giorgio 10-11

Davanti alle telecamere della diretta streaming (che vi riporto qui sotto), le spezzine hanno giocato una finale determinata, giocata praticamente punto a punto, sinché San Giorgio è salita sul 6-8: due punti di Leonardini e un canestro di Mangano hanno portato al sorpasso sul 9-8. Il pareggio delle marchigiane è stato vanificato dall’unica bomba della gara, 2 punti di Gioan, per l’11-9 con una quarantina di secondi da giocare. Il vantaggio è stato suggellato dal libero finale della stessa Gioan, per il 12-10 finale. BRAVISSIME!!!

Finali
3/4° posto
Tigers Forlì-Virtus Cagliari
1/2° posto
Porto San Giorgio Basket-Basket Academy La Spezia 10-12

E così per l’Academy un trofeo prestigioso da mettere in bacheca, storico quanto quello dell’Amatori della settimana scorsa! E per una società così giovane, vale davvero tantissimo!!! Tanti complimenti!!!

Ecco qualche foto della finale, fermi immagine ovviamente dal filmato di cui sopra, e recuperate dal Facebook della società spezzina, perché io là non c’ero!

Questa presentazione richiede JavaScript.

E quindi, per la seconda volta oggi, scrivo “Brava Liguria”!!!

Posted in 3 vs 3, Campionati, Eventi, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

Under 14 – Finali nazionali, Pegli femminile TERZA! Canaletto maschile chiude nono

Posted by superbasketball su 1 luglio 2018

Nelle finali nazionali del campionato Under 14 di Cagliari, maschili e femminili, la Liguria è arrivata in fondo a testa alta, con l’acuto del podio conquistato dal Basket Pegli con le sue ragazze, e il nono posto, il primo nel secondo troncone di classifica, per il Canaletto maschile!

Il Canaletto di coach Padovan aveva purtroppo cominciato con due sconfitte nel girone C, come vi avevo già raccontato, col San Lazzaro e il Nuovo Basket Aquilano vincendo poi contro SAP Alghero, e ripetendosi nell’ultima giornata della prima fase con Cestistica Campobasso. Con la classifica perfettamente sgranata, i 4 punti dei canarini dietro ai bolognesi e agli aquilani (con il rammarico della sconfitta contro questi ultimi, poi sesti finali, di cui si era raccontato, mentre San Lazzaro poi ha vinto addirittura l’oro) come previsto li hanno portati al tabellone per i posti dal nono al sedicesimo. L’accoppiamento dei quarti con Caserta si è rivelato favorevole, vittoria larga e semifinale contro l’Alfa Catania, la cui squadra senior come ricorderete era nel raggruppamento di spareggio di C Silver con il CUS Genova. Anche a Cagliari i siciliani si sono dovuti arrendere davanti a una ligure, e i ragazzi di Padovan sono dunque approdati alla finale per il 9° posto: oggi alle 12 anche l’ostacolo Esperia Cagliari, potenzialmente rischioso in quanto squadra di casa, è stato saltato a più pari, con un largo successo che ha dato agli spezzini la miglior posizione possibile della loro seconda fase, appunto la nona. Praticamente con 2 sconfitte ma 5 successive vittorie! Spiace un po’, perché ad esempio Trieste con 2 sconfitte nel girone e 1 nella seconda fase è arrivato quinto: comunque il nono non è un brutto piazzamento per come è maturato. Bravi, esperienza utile per le prossime annate, e ce ne sono ancora diverse di giovanili!

La partita del girone contro Nuovo Basket Aquilano (purtroppo non ci sono altre dirette streaming disponibili)

.

Nel campionato femminile Invece il Basket Pegli dei coach Griffanti Bartoli e Piastra come ricorderete aveva vinto a punteggio pieno il girone C, e nei quarti era opposto al Belvedere Trento. La gara le arancioblu l’hanno portata a casa praticamente nel primo quarto, chiuso con un eloquente +17, lasciando alla fine solo 32 punti alle trentine. La felicità per l’accesso ai quarti si è un po’ smorzata il giorno dopo, quando pur restando in partita ben oltre l’intervallo lungo, la terza frazione dell’avversaria Costa Masnaga (poi seconda, sconfitta in finale dal Granda Cuneo, un gruppo in collaborazione con Ceva, dove come saprete allenano coach Spedaliere e coach Franceri) ha creato quel buco che le pegliesi non sono più riuscite a colmare, vedendo quindi sfumare il sogno di poter lottare per l’oro. Restava un ben più che onorevole bronzo da agguantare, e contro la Libertas Udine le liguri hanno più volte fatto e disfatto, riuscendo ad arrivare alla volata finale con un vantaggio di 4 punti: ma le udinesi hanno rimontato e sono tornate addirittura davanti. In un finale al cardiopalma fatto di sorpassi e controsorpassi, con tanti errori anche in situazioni che sembravano già portare al canestro, da ambo le parti, l’ultimo tentativo delle friulane è stato respinto dal ferro, e sul rimbalzo difensivo le nostre hanno potuto gioire per la vittoria col minimo scarto e per una medaglia conquistata e meritata. GRANDIOSE! Un risultato che, almeno da quando seguo su questo blog il basket ligure, non era mai stato ottenuto. Aggiungiamo che oltre alla medaglia, Matilde Pini si è vista scegliere per il quintetto ideale della manifestazione, e coach Guido Griffanti Bartoli come miglior coach della manifestazione. Ciliegine sulla torta di una finale direi dolcissima! Grandi complimenti alla società, allo staff e soprattutto, naturalmente, alle ragazze del Pegli! Come detto per il Canaletto, ci sono ancora tante annate davanti, e se il buongiorno si vede dal mattino, in questo caso la giornata potrebbe essere radiosa. Avanti così!!! Qui poi c’è da ricordare ancora che l’anno scorso Pegli a Bormio aveva già ottenuto un quinto posto (e nella foto di allora qualche faccia nota la si vede 😉 , come Matilde Pini che anche allora era stata scelta, sottoleva, per il quintetto ideale), per cui questo nucleo sembra decisamente solido…

Questa presentazione richiede JavaScript.

Questa presentazione richiede JavaScript.

.
Quarto di Finale con Belvedere Trento

Semifinale con Costa Masnaga

Finale 3°-4° posto con Udine

Premiazioni:

.

E allora…brava Liguria!

Posted in Eventi, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

Memorial Mario Fabbri – Come un anno fa, ragazze quarte e ragazzi ottavi

Posted by superbasketball su 7 gennaio 2018

Il Trofeo “Memorial Mario Fabbri” di Rimini nella sua ottava edizione ha dato alla Liguria gli stessi identici piazzamenti di un anno fa: come nella settima edizione del 2017, le femmine hanno chiuso quarte e i maschi ottavi.

I maschi 2003 guidati da coach Garaventa con la collaborazione di coach Pansolin confermano quindi l’ultima posizione di quelli 2002. Li avevamo lasciati a poche ore dall’ultima gara del girone con il Piemonte, da vincere per non finire ultimi nella fase di qualificazione, ma così non è stato. Malgrado un inizio promettente sul 9-2, il risultato è stato nuovamente pesante. Così il giorno dopo la semifinale li ha visti contro l’Umbria, terza nell’altro girone: brutta partita, con poca reazione da parte dei ragazzi, e sconfitta ampia che li ha relegati a giocare per un eventuale settimo posto con il Trentino Alto Adige, l’altra formazione ancora a secco. Sabato mattina i biancorossi hanno provato a guadagnare il primo e unico referto rosa, rimanendo davanti sino alla pausa di metà gara (+10), ma al rientro in campo sono calati, il Trentino Alto Adige ha pareggiato e poi ribaltato il punteggio, e ha lasciato il cucchiaio di legno ai nostri. Vittoria finale dell’Emilia Romagna, che ha battuto di misura la Lombardia, mentre il Lazio ha superato largamente la Campania per il terzo posto. Il podio è lassù e noi lo guardiamo sempre dai bassifondi (mai meglio del quinto posto i maschi in questo trofeo nelle otto edizioni), peccato. Ecco il commento al torneo di coach Pansolin: “Peccato sia mancata la vittoria. Manifestazioni come queste devono servire a chi è fortunato a parteciparvi per capire che esiste un gap da coprire per competere a un livello superiore. Solo portando questa consapevolezza a casa nel lavoro quotidiano con i propri allenatori delle proprie società sarà possibile iniziare un percorso di miglioramento. Il vero lavoro per questi ragazzi comincia domani“.

Ecco i tabellini delle ultime partite:

Liguria-Piemonte 40-79 (12-21; 17-48; 25-64)
Liguria: Alloisio, Boccuni 5, Bonanni 6, Carlini 4, Catassi 2, Corradino 8, Dallerice, Franconi 4, Gambini 1, Pasqualetto 2, Solari 6, Tsakarissianos 2. All.: Garaventa

Liguria-Umbria 36-81 (9-27; 18-46; 21-58)
Liguria: Alloisio, Boccuni 5, Bonanni 3, Carlini 10, Catassi 6, Corradino 2, Dallerice 2, Franconi 4, Gambini ne, Pasqualetto 2, Solari 2, Tsakarissianos. All.: Garaventa

Liguria-Trentino Alto Adige 50-59 (20-14; 29-19; 38-38)
Liguria: Alloisio, Boccuni 6, Bonanni 3, Carlini 4, Catassi 4, Corradino 14, Dallerice ne, Franconi 10, Gambini ne, Pasqualetto 7, Solari 2, Tsakarissianos. All.: Garaventa

Almeno nel femminile la Liguria 2004 di coach Grandi, coach Carbonell e coach Griffanti Bartoli ha sfiorato il podio, finendo al quarto posto, avendo perso contro il Veneto al quale forse il terzo posto sta anche stretto. Il capolavoro delle biancorosse è stato compiuto venerdì mattina, quando le nostre hanno steso l’Emilia Romagna e di fatto agguantato la seconda piazza del girone e quindi la finalina. Ecco il commento di coach Giacobbe: “Gara combattutissima da inizio alla fine. Iniziata male per noi, andando sotto 12-4; alcuni accorgimenti difensivi di coach Grandi e la bravura delle ragazze ad applicarli ci permettono prima di rimanere in partita e poi, in un convulso finale, di superare le nostre pur valide avversarie. Ragazze brave davvero“. Al pomeriggio con l’Umbria (con tutto acquisito secondo me grazie al gioco delle avulse, ma era meglio vincere, possibilmente senza stancarsi troppo), poi finita ultima, la selezione ligure ha completato l’opera, senza “travolgere” però le avversarie. “Dopo la battaglia (sportiva) contro Emilia, sapevamo di trovare difficoltà affrontando l’Umbria. Difficoltà che si sono palesate ma che alla fine siamo riusciti a superare con una buona difesa“. Sabato mattina alle 8.30, nemmeno 12 ore dopo, la finale col Veneto, che le nostre hanno perso già nei primi 2 quarti, anzi già dal primo tempino, facendo un po’ meglio nei restanti, ma limitate dalla stanchezza per le 3 gare in 24 ore, davvero troppe. “Venire da 2 partite giocate a 6 ore una dall’altra il giorno precedente non è mai facile. Però un inizio così molle non era pensabile. Brave comunque le ragazze a rimediare con tanto orgoglio, facendo un finale in crescita“. Nella finale la Lombardia ha vinto il trofeo lasciando ben dietro il Piemonte, che forse avesse incrociato il Veneto avrebbe dovuto scambiarsi di posto in finale; ma non si può recriminare molto visto che col Piemonte la Liguria ha perso all’esordio. “Nell’insieme del torneo un plauso le nostre atlete lo meritano certamente, così come gli allenatori“, chiosa concludendo coach Giacobbe.

Questi i tabellini delle ultime gare:

Emilia Romagna- Liguria 51-59 (34-32)

Liguria: Amadei 15, Arado 2, Barberis, Bertini 10, Bruzzone 4, Candelori 10, Contati, Cotterchio 7, Della Margherita 2, Praussello 4, Vivalda, Zagari 4.

Liguria- Umbria 49-39 (13-18; 13-5; 13-7; 10-9)

Liguria: Amadei 6, Arado 11, Barberis 4, Bertini, Bruzzone 4, Candelori 8, Contati, Cotterchio 2, Della Margherita 5, Praussello, Vivalda 5, Zagari 4.

Finale 3/4 posto: Veneto – Liguria 65-28 (22-2; 16-6; 13-8; 14-12)

Liguria: Amadei 4, Arado 5, Barberis 2, Bertini 2, Bruzzone , Candelori 2, Contati 2, Cotterchio 2, Della Margherita 2, Praussello , Vivalda 5, Zagari 2.

E quindi anche il Fabbri 2018 va in archivio, peccato non essere riusciti a migliorare le prestazioni del 2017, ma mi sembra che le posizioni ottenute rispecchino il livello dimostrato sui campi. Qui sotto trovate tutto, risultati e classifiche, che trovate anche sull’ottimo sito del torneo, compresi gli albi d’oro aggiornati. [Edit: e ringraziando l’amico Andrea Franconi, vi allego anche un album di foto scattate sui campi, ad entrambe le selezioni!]

Dalla settimana prossima si riparte con l’attività giovanile ligure del nuovo anno, anche per quanto riguarda le selezioni.

2017-2018 Memorial Fabbri 2018

Posted in Allenatori, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

La Liguria maschile 2004 trionfa al torneo “Canestri senza reti” di Ivrea!!

Posted by superbasketball su 31 dicembre 2017

Come chiudere un anno nel modo migliore possibile? Raccontando di una bellissima vittoria per la nostra Liguria! E di ragazzi giovani che rappresentano il futuro del nostro basket! Quale articolo migliore?

Infatti ieri nella finalissima del torneo internazionale di Ivrea “Canestri senza reti” la Liguria maschile 2004 di coach Padovan e coach Dufour ha sbancato, prendendosi il primo posto sul podio e iscrivendosi dunque all’albo d’oro della manifestazione!

Dunque dopo la semifinale tirata che era valsa la finalissima, ieri i biancorossi liguri sono scesi in campo dopo aver visto la Stella Rossa conquistare il terzo posto battendo il KK Mladost Čačak, davantia un palazetto gremito e caldo, e dopo aver subito un po’ i biancocelesti dello SK FOKA Kragujevac, nel secondo quarto hanno preso un primo vantaggio di 6-8 punti, che da lì in poi hanno saputo difendere, anche se gli avversari nella seconda parte di gara sono riusciti a rientrare ad un solo possesso di scarto. I liguri hanno trovato punti pesanti che hanno scavato nuovamente il solco, conducendoli ad un finale tutto sommato tranquillo, con una decina di punti di gap che hanno fiaccato via via la resistenza dei giovani serbi, e la sirena ha decretato la vittoria nel prestigioso torneo eporediese! La Liguria ha dunque messo in fila i 3 aspiranti serbi e se li è lasciati dietro, direi con merito.

Ecco il commento ufficiale di FIP Liguria da parte di chi era là:

La Liguria vince il torneo di Ivrea al termine di una partita molto combattuta dal punto di vista agonistico, non sempre bella ma che ha dimostrato nei ragazzi della nostra rappresentativa uno spirito di lotta e sacrificio che fa ben sperare per il futuro.

I 4 giorni di gare piemontesi, indipendentemente dal risultato finale, sono stati molto utili per i giovani giocatori sia dal punto di vista tecnico che comportamentale e sono la base da cui ripartire per il TDR 2018.

Complimenti a tutti i ragazzi e lo staff.

LIGURIA-Kk Foka Kragujevac   86-74

Liguria: Morando 8, Pietrini 21, Zavaroni 13, Monaldi, Corradi 10, Chersulich, Cima 13, D’imporzano 5, Merlino, Cuttini 16, Fea, Vargas. All. Padovan Ass. Dufour

Se bravi lo erano già l’altroieri, e ieri bravissimi, oggi diciamo “fantastici gli Under 14 liguri”! Poi basta perché altrimenti si montano la testa 😉 . Però una fetta aggiuntiva di panettone se la sono meritata!

In ogni caso, non siamo solo noi a fare i complimenti: due sono infatti i premi individuali ricevuti da giocatori del nostro team. Uno è l’inserimento nel quintetto ideale del torneo di Nicolò Zavaroni (del Canaletto), l’altro quello del premio “miglior promessa italiana” a Lorenzo Cuttini (del My Basket). Congratulazioni!

Vi ricordo che nella pagina del torneo potete vedere foto di tutte le gare, tra le quali ovviamente anche quelle dei nostri ragazzi.

L’altra cosa che vi ricordo è di non “staccare”, perché a breve si riprende con il basket giovanile e anche con quello senior!

Posted in Eventi, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

SuperCoppa Liguria – Vince Spezia, CUS battuto in finale. Vado regola Sarzana per il terzo posto

Posted by superbasketball su 2 ottobre 2017

Il weekend di Supercoppa consegna il primo titolo stagionale ai bianconeri dello Spezia Basket Club, e fornisce alcune indicazioni preliminari sulla consistenza delle formazioni che hanno disputato la due giorni del Figoi.

La giornata di sabato con le semifinali presentava un incrocio diverso dalle semifinali playoff della primavera scorsa, ma a conti fatti sabato sera si poteva affermare che “invertendo l’ordine dei fattori”, i risultati non erano cambiati.

Nella prima infatti si sono incrociate CUS e Vado: campione ligure contro eliminata in semifinale (dalla Tarros). Dopo un inizio con mani freddissime per entrambe le squadre, i genovesi (Dufour 21, Bestagno e Ferraro 10) hanno trovato il primo allungo: l’ormai proverbiale buzzer beater di Dufour da 3 dava il 18-8 di fine quarto. Nella seconda frazione Vado (Prato 13, Gualandi e Brignolo 9) vedeva il divario dilatarsi sino al 12-35 del 17′, poi riusciva a recuperare qualcosa e il 38-22 di metà gara non sembrava ancora una sentenza. Nella terza frazione lo scarto andava un po’ ad elastico, ma i ragazzi di Dagliano e Costa producevano un parziale che li riportava sotto, sino al 43-52, quando Pansolin chiedeva minuto e al rientro Bestagno forniva i 3 punti al 24″ che consentivano agli “universitari” di respirare meglio: 55-43 al 30′. Malgrado un paio di infortuni (Tsetserukou e Brignolo, entrambi caviglia, più serio quello del bielorusso) un paio di rubate permettevano a Prato & C. di tornare al -8, ma qui si esauriva la rimonta ed erano Dufour, e poi un no look dell’ex Zavaglio per Nicola Vallefuoco a dare il via all’ultimo allungo dei campioni in carica, che fiaccava le speranze dei vadesi, per il 69-55 finale.

Di seguito un po’ di foto e il video integrale della gara.

2017-2018 SuperCoppa SF CUS-Vado.

.

La serata del sabato proponeva la sfida spezzina tra Spezia Basket Club (finalista) e Sarzana Basket, semifinalista sconfitta da CUS qualche mese fa. I biancoverdi in questo weekend hanno avuto Bencaster nell’unica veste (benché avesse la canotta numero 7 canonica) di coach, stante un ginocchio gonfio che consigliava riposo: malgrado l’assenza dell’esperto leader in campo , i sarzanesi (Casini 20, Stagnari 10) partivano meglio, addirittura 13-4, per poi subire il risveglio spezzino (Visigalli 20, Bracci 14), culminato con il primo lampo di Peychinov, una schiacciata rovesciata sulla linea di fondo che ha dato il 14-17 di fine quarto, e un’idea della potenza del nuovo straniero bianconero. Nella seconda frazione Spezia perfezionava il sorpasso, anche grazie ad un’altra inchiodata del 20 in bianconero, che poi segnava in tap-in e forniva un assist a Bracci. Il vantaggio spezzino arrivava ai 10 punti di metà gara, 39-29, per poi crescere ancora dopo il riposo: Peychinov trovava il modo di piantare una bimane stavolta, ma poi Sarzana trovava alcune conclusioni dall’arco e delle buone iniziative di Casini per il -7. Momento che si trasformava però nel punto di svolta, Spezia reagiva e prima della fine del quarto dilagava fino al 61-43 del 30′. Niente miracoli nell’ultimo tempino: il divario saliva oltre i 20 punti e diventava vieppiù punitivo sino all’81-54 con cui si chiudeva il referto.

Anche qui, ecco foto e video.

2017-2018 SuperCoppa SF Spezia-Sarzana.

.

Domenica pomeriggio, sono le 16 e va in scena la prima delle finali, quella che decide il gradino più basso del podio. Nel riscaldamento si notava già l’assenza di Ferrari nelle file biancoverdi, mentre Vado non schierava gli infortunati del giorno prima. Contrariamente al giorno prima, Vado () partiva subito bene, e Sarzana (Casini 19, Bardi 11) restava indietro. I biancorossi sembravano da subito in giornata di tiro speciale (se non ho contato male le triple a buon fine sono state 17 o 18!) e il primo quarto, malgrado i tentativi sarzanesi di mantenere il ritmo. si chiudeva sul 23-12. Sotto le bordate vadesi il vascello biancoverde imbarcava acqua anche nella seconda frazione, che andava a referto sul 47-24, dando l’impressione di dover attendersi 20 minuti restanti di garbage time. La prima parte della terza frazione confermava questa sensazione, col vantaggio che saliva ancora sino al +28; qui era Sarzana a trovare finalmente una sequenza positiva, trascinata dal solito Casini, e con 8 punti di fila si tornava al -20, poi corretto in fine tempino al 40-61 del 30′. Altro sforzo supplementare biancoverde nell’ultima frazione, che faceva quasi pensare ad un’insperata rimonta: ma questa si arenava al -15, ed erano Cerisola e Gualandi a colpire alternativamente con i pugni del K.O., ristabilendo il massimo vantaggio e assegnando ai pappagallini la terza posizione grazie al netto 84-56.

Foto e video qua sotto.

2017-2018 SuperCoppa Fin3-4 Vado-Sarzana.

.

E così si arrivava all’atto conclusivo della manifestazione, la finalissima tra CUS Genova e Basket Spezia Club. Nelle file cussine tornava per l’occasione dopo il lungo stop per infortunio Angelo Bedini (poi anche a segno), mentre gli spezzini si presentavano nella stessa formazione del giorno prima. Anche in questo caso l’avvio è stato l’opposto di quanto visto il giorno prima nelle semifinali, perché i bianconeri (Visigalli 30, Peychinov 22) andavano subito avanti, sino al 13-5. CUS (Dufour 21, Vallefuoco S. e Zavaglio 10) tentava di restare in scia ma anche per alcune palle perse sotto il proprio canestro regalava punti e il parziale di 27-16 per gli spezzini sembrava già aver indirizzato la gara. Nella seconda frazione Spezia riusciva anche a correre, con Visigalli e Peychinov (schiacciata con and one!), ma CUS trovava ben 5 bombe e riusciva ad imporsi nel parziale, tornando al -8 (35-43) del 20′ e mantenendo aperta la questione. Al rientro anzi Zavaglio faceva 6 punti di fila e portava i suoi al -4, ma qui si generava il break decisivo, con Visigalli e Peychinov (altra bimane sempre in contropiede) a scavare il solco, dal +4 al +22, e al +25 a fine tempino. Gli ultimi 10′ di fatto sono un batti e ribatti in cui il divario non cambia granché, entrano tutti quelli che possono giocare e anche se CUS accorcia un po’ le distanze alla sirena finale il 90-69 certifica una vittoria bianconera ampia e fuori discussione. Coach Padovan porta a casa la Coppa per la gioia del presidente Caluri, e per quanto vale questo trofeo certamente le due prestazioni viste a Borzoli sono ottime credenziali per il campionato: credo sia difficile a questo punto non dare a Spezia la pole position nella corsa ai playoff della C Silver. E i nuovi acquisti Peychinov, in particolare, e Bracci, hanno dato segnali molto positivi.

CUS e Vado pagano certamente molta gioventù, e nel caso dei genovesi c’è chiaramente ancora da lavorare sulla coesione, che l’anno scorso era molto più immediata visto che il gruppo era rimasto abbastanza invariato. Sarzana deve ovviamente poter avere in campo Ferrari e Bencaster per essere competitiva con le suddette squadre. Il tutto ovviamente secondo il mio umilissimo parere.

Qui le foto e il video della finale, con le mie scuse perché dopo una domenica di intense riprese la batteria, pur essendo stata ricaricata a sprazzi negli intervalli tra le partite e tra i tempi di gioco, si è ammosciata (come l’indicatore della benzina quando improvvisamente crolla nel giro di qualche chilometro e rischi di restare a piedi) proprio nel finale della finale, e ho potuto riprendere a filmare solo dopo aver connesso la BraunCam ad una provvidenziale presa…sorry, bisognerà che mi doti di una batteria supplementare in queste occasioni. Ma non vi siete persi granché! 😉

2017-2018 Supercoppa Finale Spezia-CUS.

.

E ora, sotto con il campionato!

Posted in Campionati, Eventi, SuperCoppa Liguria | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Under 18/M – L’Italia chiude con un buon quinto posto negli europei in Slovacchia

Posted by superbasketball su 10 agosto 2017

L’Under 18 maschile ha chiuso al quinto posto nell’Europeo di Bratislava e Piestany (Slovacchia). Un piazzamento forse un po’ stretto, ottenuto di fatto perdendo solo due partite, nei quarti con la Lituania e nel girone con la Serbia che ha poi vinto il titolo, e battendo la Spagna finalista. Un piccolo passo indietro rispetto al terzo posto ottenuto negli europei “natalizi” in Turchia, ma almeno ora coach Capobianco potrà riposarsi un po’!

La gara dei quarti con la Lituania poteva aprirci le porte del podio, che forse non avremmo neanche demeritato, e a maggior ragione se fossimo riusciti ad imporci sulla nazionale gialloverde. E i ragazzi (Ebeling 13, Pajola e Bonacini 12; Miaschi 2), dopo un avvio un po’ pesante che portava gli avversari baltici al vantaggio in doppia cifra dell’intervallo lungo, ci avevano fatto davvero sperare, riuscendo prima ad arrivare a -1 e poi a ricucire nuovamente al -2 quando alla fine della gara mancavano appena due minuti. Non è bastato però, come spesso succede quando dopo le rimonte non riesci a mettere poi nemmeno il naso avanti, e sono stati i lituani (poi terzi battendo nella finalina la Turchia) ad accomodarsi nella parte alta del tabellone, peccato, perché in una gara “sliding door” persa di fatto per poco ti resta il rammarico per quella palla, quel tiro, quella difesa malriuscita, quel libero sul ferro, che dalla possibilità di lottare per le medaglie ti fa cadere nel gruppo 5°-8° posto. Amen!

Restava comunque la possibilità, facendo bene nella successive due gare, di arrivare al quinto posto. Nel primo turno, la semifinale, agli azzurri è stata opposta la Bosnia Erzegovina, che nei quarti era stata estromessa dalla Serbia. Molto bravi i ragazzi (Palumbo 26, Vigori 11; Miaschi 3) a mettersi alle spalle la sconfitta dolorosa del giorno prima, e ad infilare i bosniaci con una partita condotta sempre, e alla fine conquistata con netto divario. Prima parte del piano B eseguita con successo!

La finale per il quinto posto ci proponeva lo scontro classico con i francesi, un po’ delusi per l’esclusione dalle gare che contano dopo che i pronostici della vigilia li davano per essere tra le nazionali lanciate verso il podio. Ebbene, se con la Bosnia era andata bene, con la Francia è andata ancora meglio, partita controllata e chiusa dai nostri (Caruso 18, Trapani e Palumbo 12; Miaschi 3) addirittura dopo la terza frazione! Quinto posto conquistato in modo autorevole dunque, a dimostrare che magari anche al piano di sopra non avremmo sfigurato. Ma il campo ha deciso che non doveva essere.

Federico Miaschi ha chiuso il suo Europeo con statistiche praticamente invariate, 10 minuti di utilizzo per gara, con 3 punti e 1 rimbalzo. L’anno prossimo sarà l’europeo della leva 2000, e probabilmente queste cifre miglioreranno, bene così.

Posted in Europei, Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Under 16/F – Settimo posto della selezione di Gebbia nell’EYOF 2017. Ora gli Europei in Francia

Posted by superbasketball su 31 luglio 2017

L’Under 16 che ha disputato a Györ, in Ungheria, l’European Youth Olympic Festival, e nel cui roster era stata inserita l’amatorina Anna Poggio, torna dai campi magiari con un settimo posto.

Vi avevo già riassunto il cammino delle azzurre nel girone iniziale, in cui avevano perso sia con la Spagna, sia con la Turchia, sia con la Bielorussia.

Nel tabellone dal 5° all’8° posto alle nostre è toccata la semifinale con la lituania, venerdì scorso: e purtroppo anche in quel caso è arrivata una sconfitta, malgrado un gran recupero delle azzurre (Grattini 16, Gatti 14; Poggio 8) nell’ultima frazione e, almeno dal punto di vista del tabellino, la miglior partita di Anna.

Sabato nella finalina per il 7° posto finalmente un referto rosa: l’avversaria era la Bielorussia che aveva battuto le nostre nel girone, e stavolta, mostrando dunque anche un progresso durante la manifestazione, le ragazze azzurre (Turel 16, Colognesi 10; Poggio 3) hanno agguantato l’unica vittoria del torneo evitando di finire sull’ultimo gradino!

Complessivamente questo torneo è sembrato pertanto una di quelle occasioni in cui ci si trova a volte in difficoltà oggettiva, in situazioni che però spingono a migliorarsi a volte anche velocemente. Si è chiuso con l’acuto e quindi immagino che si torni con spirito positivo. Bene penso anche per la savonese Anna Poggio!

Ora la nazionale Under 16, che nel frattempo col gruppo selezionato sta disputando un lungo stage con la Russia a Porto San Giorgio nel raduno allenato da coach Riccardi, si concentra sugli Europei di Bourges, Francia (4-12 luglio): il via è previsto venerdì con Serbia-Italia. Sabato sfideremo la Romania, poi avremo domenica l’Ungheria. Speriamo sia un altro tassello di questa interessante estate giovanile azzurra!

Posted in Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Under 20/M – L’Italia è tredicesima e resta in Division A!

Posted by superbasketball su 26 luglio 2017

nazionaliItaliaL-top-bkgL’Europeo Under 20 maschile di Creta poteva essere una vera Caporetto per l’Italia, ma i ragazzi di Buscaglia sono riusciti a dare quel colpo di coda in extremis che ha fatto tirare a tutti un gran sospiro di sollievo: vincendo le ultime 2 gare a disposizione gli azzurri hanno agguantato il 13° posto, l’ultimo ancora buono per restare in Division A e passare il testimone al gruppo Under 19 di quest’anno che oggettivamente non meritava di finire a giocare la Division B l’anno prossimo pur essendo vicecampione mondiale.

Con la sconfitta nei quarti del tabellone basso contro la Svezia i nostri erano infatti con un record negativissimo di 0 vinte e 5 perse, e nelle ultime 2 partite si giocavano tutto: per salvarsi non c’era che una strada, vincerle entrambe. Sabato scorso il primo ostacolo era la Repubblica Ceca, sin lì a secco quanto i nostri. Che paura: la gara è stata decisa per fortuna a favore nostro da due tiri liberi, dopo che gli azzurri (Okeke 11 , Totè 10; Oxilia 3) erano riusciti a prendere un vantaggio nella prima parte. I cechi l’avevano annullato completamente, arrivando davanti nelle ultime azioni ma facendosi recuperare a loro volta (tripla di Bolpin a un minuto dalla fine) e poi sorpassare, commettendo fallo in attacco, con relativi liberi (insaccati entrambi glacialmente da Timperi), con 1 secondo e mezzo sul cronometro, e dovendo accomodarsi con certezza in Division B. Primo pericolo scampato, ma restava ancora un ostacolo!

Era un ostacolo…ostico, anche perché c’era il precedente del girone in cui gli sloveni ci avevano battuti in una gara piuttosto a senso unico. Venendo da una semifinale vinta in modo risicato, il pronostico non era granché favorevole. Invece i nostri l’hanno infilata bene: con un inizio positivo hanno messo sotto gli avversari, prendendo un margine che anche con la prevedibile reazione non si è azzerato e che gli azzurri (Moretti 30, Totè 22; Oxilia 2) sono riusciti a riaprire in modo definitivo nell’ultima frazione, fiaccando la convinzione slovena e portando ad una vittoria anche ampia e rassicurante. Salvi!

Da questo tredicesimo posto ora speriamo di risalire davvero alla grande l’anno prossimo: se non arriviamo agli Europei con troppa sicurezza, sulla carta siamo la squadra da battere…ma ovviamente ne parleremo a tempo debito. Per ora chiudiamo questa pagina con il sollievo di non dover raccontare cose troppo negative! Sarebbe stata veramente una disdetta.

Il nostro osservato speciale Tommaso Oxilia, che finalmente ora si può prendere un po’ di vacanza dopo un’inizio estate davvero impegnativo, sportivamente e scolasticamente, ma pieno di soddisfazioni (prima di tuffarsi nella sua nuova squadra, l’Assigeco Piacenza, in prestito), chiude con circa 13′ di utilizzo medio, che hanno fruttato 1.9 punti e 2.9 rimbalzi. Cifre da giocatore sottoleva: il suo Under 20 Tommy se possibile lo giocherà l’anno prossimo, e, anche qui, sulla carta, da protagonista!

Posted in Eventi, Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Under 20/F – L’Italia chiude sesta

Posted by superbasketball su 16 luglio 2017

nazionaliItaliaL-top-bkgLa nazionale Under 20 femminile nell’Europeo di Matosinhos (Portogallo) ha ottenuto oggi il sesto posto dopo essere stata sconfitta nella relativa finale dall’Ungheria.

Avevo lasciato le ragazze di coach Liberalotto appena prima del decisivo quarto di finale contro la Francia. Non è stata una gran partita: le nostre (Andre 19, Pan 14; Valente ne) hanno subìto un passivo pesante in avvio, hanno recuperato, ne hanno subìto un altro e l’hanno sostanzialmente recuperato (-3), poi le transalpine (finite poi quarte) hanno ripreso il largo e vinto con distacco anche ampio, negandoci la possibilità di giocare per il podio. Ciliegina sulla torta (si fa per dire) lo scavigliamento di Pan nel finale.

Restava da lottare nella parte di tabellone che assegnava i posti dal quinto all’ottavo, iniziando dalla semifinale contro la Lettonia, peraltro già battuta nel girone. Il team di Liberalotto doveva però rinunciare all’utilizzo di Pan e durante la gara anche di Keys, e la partita ci vedeva quasi sempre dietro, a parte nel terzo quarto dove un parzialone ci riportava a mettere il naso avanti. Nell’ultima frazione lettoni avanti anche di 9 ma le nostre (Ciavarella 26, Santucci 15; Valente ne) riuscivano, anche grazie al provvidenziale errore avversario sulla sirena, a impattare. Ci sono voluti poi ben 2 supplementari, con alterne vicende, per darci la vittoria con un bel semigancio mancino di Costa a 5″ dalla sirena, una vittoria di spessore perché ottenuta con oggettive difficoltà fisiche.

Oggi si giocava per un comunque prestigioso quinto posto, avversaria l’Ungheria che nei quarti era stata superata dalla Spagna (poi in finale con la Slovenia, mentre scrivo la gara è ancora in corso in sostanziale equilibrio) e che ieri si era sbarazzata del Belgio. Le magiare peraltro nel girone iniziale avevano anche battuto la Francia che ci aveva estromesse dalla corsa al podio. Le azzurre (Santucci 21, Keys 15; Valente ne), che ritrovavano Keys ma avevano nel frattempo perso Policari (e poi durante la gara anche Ciavarella), dopo una parte iniziale difficile sembravano, a cavallo dell’intervallo lungo, aver trovato nel tiro pesante di Santucci e nel lavoro sotto i tabelloni di André le chiavi per portare a casa il risultato; invece nel terzo quarto la magia si è interrotta e le ungheresi hanno risorpassato, prendendo a loro volta un vantaggio che sembrava potesse portarle a chiudere il match. Le nostre hanno invece lottato sino in fondo, perdendo l’occasione quando sul -4 Santucci era riuscita a scippare il play avversario e subirne l’antisportivo nel contropiede. La nostra faceva solo 1, e poi nell’azione d’attacco successiva non si arrivava a risultato, perdendo anzi palla, e Santucci stessa era costretta a restituire l’antisportivo. Si andava poi avanti con le ungheresi in lunetta a difendere con successo i 3/5 punti di scarto. Peccato, ma se consideriamo che le ragazze hanno perso comunque solo 2 gare delle 7 disputate, non è certo un brutto Europeo.

Per quanto riguarda Emanuela Valente, poco utilizzo per lei, ferma dopo le partite del girone: la “spezzina” chiude il suo europeo con 2 punti e 2 rimbalzi di media in circa 8′ di utilizzo nelle 3 gare disputate.

Posted in Eventi, Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Under 16 Ecc/M – Pallacanestro Vado TERZA IN ITALIA!

Posted by superbasketball su 25 giugno 2017

La Pallacanestro Vado migliora ulteriormente il suo record negli annali del basket ligure giovanile, vincendo la finale per il terzo e quarto posto alle finali nazionali di Eccellenza Under 16 maschili di Vasto e salendo quindi sul podio nazionale!

Il pronostico della semifinale con Bassano è stato rispettato infatti, con i biancorossi agGRAPPAti ai bassanesi (il gioco di parole mi piace troppo) per i primi 15 minuti, ma poi staccati e sconfitti in modo relativamente netto, dovendo lasciare la strada per la finalissima agli avversari. Neo ulteriore della gara la scavigliata di Jancic, che lo rendeva indisponibile per la finalina contro la Mens Sana Siena, nel frattempo sconfitta a sua volta dalla Stella Azzurra Roma.

Oggi invece i ragazzi di Prati e Imarisio si sono ricompattati, e pur senza Jancic hanno avuto la meglio sui senesi, nei quali milita anche il ligure Matteo Bogliardi, in una gara sostanzialmente sempre condotta, in cui piano piano hanno ammucchiato anche 21 punti di scarto, per poi vedersi parzialmente recuperati dai verdi: nei momenti critici però sono riusciti a rintuzzare il recupero toscano, chiudendo poi con relativa tranquillità oltre la doppia cifra, 66-52, per uno storico piazzamento sul podio.

Piazzamento impreziosito da due graditissimi riconoscimenti: posto nel quintetto ideale della manifestazione per il lungo Kyril Tsetserukou (per lui, a titolo d’esempio, 19 punti e 21 rimbalzi nella finale; terzo da sinistra nella foto a fianco), e premio al miglior coach per Marco Prati (al centro della foto con la coppa)! Complimenti ad entrambi, ma certamente bisognerebbe citare i ragazzi uno per uno, e il resto dello staff, i coaches Simone Imarisio e Piero Guarnieri, il dirigente Stefano Dellacasa, il presidente Emilio La Rocca, e tutti quanti hanno collaborato in una stagione dispendiosissima!

Per il titolo, la Stella ha superato Bassano, facendo un altro colpo grosso in una stagione clamorosa (scudetto U15 e U16, terzi in U18 e U20…salute!): tra i capitolini anche Abramo Pene, ex-Tigullio come Bogliardi stesso. Abbiamo un ligure campione (bravissimo!), quindi, una sfilza di terzi, e un quarto. Non malaccio!!!

Auguriamoci che questo exploit non sia un unicum, né per Pallacanestro Vado, né in generale per la pallacanestro ligure: quanto bene farebbe al nostro movimento se queste fossero cose non dico abituali, ma almeno ripetute negli anni. Magari aiuterebbe ad avere più attenzione e ad ottenere quelle strutture che rendono più agevole il lavoro altrove, per far sì che, appunto, questi piazzamenti (che nel femminile ci sono abbastanza regolarmente) diventino più normali anche nel movimento maschile. Forza Liguria! Ma, oggi, soprattutto COMPLIMENTI VADO!

Posted in Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

Nazionale femminile – Niente mondiale, tristemente. La settima posizione finale è ingenerosa

Posted by superbasketball su 25 giugno 2017

Le azzurre di coach Capobianco hanno chiuso con amarezza l’Eurobasket Women di Repubblica Ceca. Oggi c’è stata la vittoria nella finalina per il settimo posto con la Slovacchia, ma dobbiamo ancora tutti sbollire l’irritazione per il finale della gara di ieri con la Lettonia che ci ha estromessi dal mondiale spagnolo dell’anno prossimo.

La Lettonia ci ha infatti beffato negli ultimi secondi, dopo una partita il cui andamento praticamente è diventato poco interessante rispetto a quanto visto nel finale. L’Italia (Zandalasini 25, Sottana 13; De Pretto ne) era stata anche ben avanti nelle prime frazioni, ma la Lettonia aveva risorpassato e si era arrivati al finale punto a punto. Molte le chiamate e non chiamate arbitrali non favorevoli alle azzurre negli ultimi minuti; malgrado ciò Zandalasini di forza aveva insaccato il +1. Dall’altra parte, a meno di 10″ dalla fine, Zandalasini stessa, in un’azione in cui io, che non sono ovviamente un arbitro, avrei fischiato almeno un fallo in attacco precedente (blocco irregolare su Masciadri), si vede fischiato un fallo mentre difende contro Steinberga spalle a canestro. Ci si aspettava la rimessa e invece l’arbitro ha immediatamente indicato l’antisportivo, probabilmente immaginando una “tatticità” del fallo stesso, o chissà quale contatto illegale di Zandalasini (non visibile dalle immagini sinora disponibili), che onestamente sembrava solo aver cercato la palla con troppa noncuranza per il contatto con il braccio di Steinberga. 2 tiri per la lettone per il risorpasso, poi nel possesso lettone generato dall’antisportivo altri 2 tiri, stavolta entrambi sbagliati dalla stessa Steinberga, dalla lunetta, e sfortunato tentativo finale da 3 di Masciadri con la palla che beffardamente girava sul ferro e usciva. Disdetta, disdetta; per molti, premeditazione nel fischio di fatto decisivo. Non so. Certamente se si fischiasse antisportivo in tutte queste situazioni di “falli da spendere”, sarebbe una strage a tutti i livelli. Peccato, perché il mondiale sarebbe stato davvero un gran premio per un gruppo che ha onorato un europeo pieno di difficoltà di tutti i generi, basti ricordare il grave infortunio di Macchi (e molti aggiungono gli altri episodi dubbi nel finale di alcune gare). Complimenti a coach Capobianco per il grande aplomb con cui ha commentato a caldo la sconfitta, mentre si scatenava la reazione a tutti i livelli attorno a lui.

Qui il video degli highlights FIBA della gara, ai quali aggiungo un link al sito basketinside.com in cui potete vedere il video dell’azione incriminata, che singolarmente era presente nella prima versione circolata da FIBA degli highlights e poi è stata rimossa. Fatto questo piuttosto singolare: forse è “giusto” e “politically correct”, ma chi è stato a chiederne la rimozione? Perché il video era stato assemblato, giornalisticamente, in modo corretto: l’azione è stata fondamentale. Mah.

Oggi non era facile tornare in campo, ma le ragazze (Gorini 14, Sottana e Zandalasini 12; De Pretto 6) hanno onorato l’impegno e superato la Slovacchia stando di fatto sempre avanti. Per quel che vale, siamo le prime delle non qualificate per l’anno prossimo, e certamente sarebbe bastato poco per qualificarsi e fare anche meglio in questo Europeo, comunque molto positivo considerato che si era nella quarta fascia del ranking prima della manifestazione.

Chiudo queste cronache dalla Repubblica Ceca con 2 parole su De Pretto: poco più di 7 minuti di utilizzo, 6 partite disputate (ne con Lettonia), 6 il top dei punti, 3 la media. Ha tirato pochino ma con percentuali eccelse: 75% da 2, 50% da 3, 100% ai liberi, e ha chiuso con un plus/minus positivo. Insomma ovviamente non è stata centrale nel gioco di coach Capobianco ma si è fatta trovare pronta nei pochi minuti a disposizione. Brava!

Posted in Europei, Eventi, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Under 14/M – “Canestri senza Reti”: Liguria terza!

Posted by superbasketball su 3 gennaio 2017

scuolambgiovanLogo Comitato Regionale FIP LiguriaI ragazzi liguri della selezione 2003 allenati da coach De Santis e dall’assistant coach Ambrosini hanno chiuso il torneo “Canestri senza reti” con una terza piazza che, per le proporzioni della vittoria nella finalina con la Vanoli Cremona, e la sconfitta solo in volata subìta in semifinale, va piuttosto stretta ai ragazzi liguri.

canestrisenzaretiE tra l’altro il gradino più alto del podio è stato poi occupato proprio dalla Stella Rossa, che i nostri avevano lungamente tenuto dietro in semifinale, per poi perdere per un solo canestro.

Contro la Vanoli invece non c’è stata davvero storia: malgrado la delusione del giorno prima i ragazzi di coach De Santis hanno rifilato quasi un sessantello agli avversari lombardi, toccando quota 100 e salendo dunque sul gradino più basso del podio dopo un torneo con una sola sconfitta, di misura, contro la prima classificata!

Peccato che non sia arrivata una posizione migliore, ma davvero bravi, ragazzi!!!

Posso ora aggiungervi un commento di Andrea Toselli, che accompagnava la spedizione ligure in qualità di Responsabile Tecnico Territoriale: “Terminiamo un buon torneo con la vittoria della finalina contro Cremona. La partita in sé non è stata combattuta ma ha evidenziato ancora una volta un buon livello della nostra rappresentativa unito allo spirito di squadra che è stato costante nella rassegna!

Posted in Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: