SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

Notizie, notiziole e baggianate

Posts Tagged ‘Giornata 5’

C Silver – Il CUS lascia il passo alla Virtus Civitanova nell’ultima gara casalinga

Posted by superbasketball su 4 giugno 2017

Anche la terza gara casalinga del girone spareggi, l’ultima di tutta la stagione, si è rivelata un ostacolo troppo alto per un CUS persino rimaneggiato, e la Virtus Civitanova Marche si è portata via i 2 punti e il referto rosa senza nemmeno faticare troppo.

Pansolin e Taverna per l’occasione hanno messo assieme un roster di 12 elementi, ma con soli 6 senior a causa dell’assenza di Mangione, fermato dal piccolo infortunio della gara precedente, e ben 5 Under 18. Con una rotazione sulla carta molto corta, è apparsa abbastanza obbligata la scelta della zona anche per limitare il rischio falli sotto canestro: il fatto è che Civitanova ha sfoderato una prestazione balistica di tutto rispetto, basti pensare che nella prima frazione, chiusa già con 7 punti di vantaggio benché i padroni di casa (Bigoni 18, Vallefuoco 11) fossero rimasti sempre a contatto sino alle ultime battute, i marchigiani avevano già messo a segno ben 4 bombe (specialità nella quale Andreani ha fatto segnare ben 5 tentativi a bon fine, di cui 4 nella prima metà di gara). All’inizio della seconda frazione il CUS, che nel frattempo aveva dovuto panchinare anche Dufour per un altro problema fisico, riusciva a ricucire sino al -3 (23-26 al 13′), ma non andava oltre e gradualmente veniva staccato, sino alla chiusura di tempino in cui i civitanovesi sparavano altri tre proiettili dalla lunga distanza e in un amen il divario si dilatava sino al 34-50 di metà gara. In tutto ciò i tecnici genovesi erano già costretti ad allargare le rotazioni agli under, e col gap accumulato il trend si è esteso al resto della gara, in cui i biancorossi pur senza arrendersi hanno dato ampio spazio ai più giovani. Dopo l’intervallo lungo altre 2 bombe facevano valicare la soglia del -20 (36-59 al 22′) e la gara poteva già dirsi assegnata. Poca storia nei residui minuti del tempino, sino al 43-71 della sirena, e l’emorragia continuava nell’ultima frazione, sino al massimo svantaggio di -34, poi limato in particolare dall’ultima tripla dell’under Franconi in prossimità dello scadere, per il 56-86 finale.

Civitanova dunque non ha avuto problemi e prosegue la corsa da capolista: grazie alla sconfitta di Battipaglia a Cagliari, ora è da sola a quota 8, con i salernitani e i sardi a seguire a quota 6, e i liguri fermi a 0. Il che non lascia dormire sonni tranquilli ai civitanovesi che comunque nell’ultimo turno l’Esperia devono batterla, pena ritrovarsi probabilmente in un’avulsa a 3 che potrebbe essere rischiosa.

Il CUS, probabilmente sempre in versione supergiovane, è ora atteso a Battipaglia giovedì sera per l’ultima assoluta di questa lunghissima stagione.

Ecco qui le foto della partita, e il video integrale.

2016-2017 C Silver spareggi gir A CUS-Civitanova.

.

Girone spareggio A:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Ultima casalinga per il CUS, ecco la Virtus Civitanova

Posted by superbasketball su 2 giugno 2017

La Virtus Civitanova era stata l’avversaria della prima giornata del girone di spareggi per la B: ora i marchigiani, da capolista e a questo punto favorita per la promozione diretta, rendono la visita al CUS nell’ultima partita che i biancorossi giocheranno in casa in questa stagione 2016-2017.

Se nel weekend scorso al PalaCUS l’avversaria in arrivo, l’Esperia, veniva per tenere aperte le speranze di giocarsi la promozione, la Rossella Civitanova arriva in viale Gambaro da prima della classe, anche se i giochi non sono fatti e probabilmente non lo saranno neanche domani sera. All’andata il CUS restò in partita a lungo, cedendo solo nel finale, un film visto più volte in questa postseason in cui i genovesi hanno probabilmente pagato le rotazioni relativamente corte e certamente lo stato fisico di vari giocatori. Dopo quella partita i marchigiani hanno vinto a Cagliari e poi travolto Battipaglia, che ha però inflitto loro nel turno scorso, primo di ritorno, l’unica sconfitta (Amoroso 25, Andreani 19), senza tuttavia ribaltare la differenza canestri. Sono quindi in vantaggio con tutti, ma dovendo ancora giocare con l’Esperia, se i sardi domani dovessero vincere i giochi resterebbero apertissimi, anche ad un arrivo a 3!

La stagione del PalaCUS si chiude quindi domani con la palla a 2 delle 18.30 (opportunamente anticipata di una mezzoretta rispetto all’orario originale, non male per chi avesse interesse in quell’altro sport, quello dei piedi). Per Bestagno & C. l’ultima apparizione di fronte al proprio pubblico, con la speranza che possano fare una buona partita continuando ad onorare questa fase nazionale, e quantomeno mettere in difficoltà gli avversari, e chissà, a volte certe partite escono strane, il basket è matematico perché di solito chi gioca meglio vince, ma la giornata storta capita anche alle squadre migliori…quindi mai dire mai!

Nell’altra partita del girone, l’Esperia fresca “espugnatrice” del PalaCUS torna sul proprio campo (alle 17) per ospitare la Treofan Battipaglia: la vittoria è risultato obbligato per i sardi, perché altrimenti se Civitanova vincesse anche a Genova resterebbero aritmeticamente tagliati fuori. I salernitani devono quantomeno difendere il +19 del PalaZauli.

Girone spareggio A:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

C/F – Turno interlocutorio, ma domenica c’è Cestistica-Polysport

Posted by superbasketball su 23 novembre 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa C femminile prosegue senza particolari scossoni: le prime quattro vincono tutte, e ora hanno staccato le restanti, tra le quali l’unica a vincere (e formalmente è quinta) è stata l’Amatori. Ma domenica c’è lo scontro diretto tra l’imbattuta Cestistica Savonese e la Polysport Lavagna, derby ligure delle ultime annate ai piani di sopra: una delle partite che delineeranno la classifica finale del girone. Nelle posizioni di testa, ovviamente.

Partiamo dall’ennesimo centello infilato dalla Cestistica Savonese (Zanetti 20, Tosi 17) nei canestri dello Junior Rapallo. Le biancoverdi erano avanti di 20 dopo il primo quarto e sono andate via in progressione, con il top dei 41 segnati (a 5) nel terzo periodo. Poco è rimasto alle ragazze di coach Orio, che restano a 0 punti e devono andare a Genova contro un altro osso duro come l’NBA. Coach Pollari invece questa settimana un po’ avrà dovuto “serrare i ranghi” e magari alzare i ritmi perché con la Polysport Lavagna domenica alle 18 al PalaPagnini sarà finalmente partita vera, probabilmente una delle poche partite che in questo girone non hanno un pronostico certo! La Cestistica comunque ci arriva con quasi 100 (più di 94) punti segnati di media, e meno di 40 subìti. Forse, col vantaggio del campo, il pronostico dovrebbe pendere verso di loro…

Ci proverà comunque la Poly di coach Daneri, che non è sinora stata da meno, pur dovendo inseguire a causa della partita saltata per l’allerta alcune settimane fa. Le biancoblù (Principi 29, Annigoni 15) sabato hanno fatto man bassa anche a Chiavari, dove l’Aurora di Migliazzi (Vaccaro e Bonini 6) ha fatto la parte della vittima sacrificale: anche qui, 20 punti di scarto dopo i primi 10′ e partita solidamente in mano alle ospiti. Sarà battaglia a Savona, perché anche se poi ci saranno i playoff, comunque il primo posto in regular season potrebbe dare abbastanza sicurezza di giungere in finale da giustificare lo sforzo. Le lavagnesi hanno la qualità per giocarsela anche a Savona, magari sfruttando la loro arma tipica, l’intensità difensiva, per limitare le cannoniere savonesi. Quanto alle chiavaresi, avranno un turno più abbordabile, ancora in casa, con la Sidus.

La terza piazza è sempre solidamente in mano all’Audax San Terenzo: le lericine (Canova 31, Gili 8) hanno steso anche la Pallacanestro Loano (Casto 14, Lanari 8), nell’occasione priva anche di coach Iannuzzi e quindi “autogestita”, e messa sotto già dalla prima frazione dalle ragazze di casa, tanto che coach Rossi ha poi potuto gestire l’intera rosa pur ottenendo un trentello abbondante di scarto finale. Interessante la prossima trasferta per l’Audax, in quel di Vado, contro la squadra che al momento è in prima linea tra quelle che inseguono le prime. Loano ha invece il derby con Alassio, in casa, occasione per cercare di tornare al rosa.

Vince ancora anche l’NBA-Zena: ad Alassio (Ardoino 11, Munerol e Ottaviani 5) le rosanero (Carbonell 11, Policastro 10) hanno fatto la parte delle migliori andando subito via dopo i primi minuti di studio, anche in questo caso dando a coach Grandi la possibilità di concedere tempo sul campo a tutte. E per le genovesi c’è un turno potenzialmente favorevole, in casa con lo Junior Rapallo, che potrebbe portare il quinto referto del colore giusto; quanto all’Alassio, ancora a secco, coach Ciravegna dovrà come detto portarlo a Loano per uno scontro diretto che è anche derby.

Infine, seconda vittoria stagionale anche per l’Amatori di coach Dagliano (Raineri 13, Gatto 13), che si è portata via i 2 punti da via Allende lasciandosi dietro la Sidus di coach Rossi (Marco). Le genovesi (Zichinolfi 9, De Ferrari 8) hanno dovuto lasciare campo alle ospiti, che hanno mandato 4 ragazze in doppia cifra, abbastanza presto, e ora devono dedicarsi a provare a far meglio a Chiavari; per le pappagalline vadesi, che la avulsa pone ora al 5° posto, l’impegno sarà ancora più duro, ancorché in casa al Geodetico, dato che arriva l’Audax terza forza del girone.

Situazione (e partite in programma):

.

Posted in C F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

C/F – Nessuna sorpresa, sempre Savona davanti

Posted by superbasketball su 16 novembre 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa C femminile vede ancora al comando la Cestistica Savonese, dopo un turno in cui tutte le favorite hanno vinto: le tre davanti sono ancora a punteggio pieno. Nel frattempo è uscita la formula degli spareggi per l’eventuale promozione in A2, che potete leggere con dovizia di particolari nella pagina dedicata, ma che in sintesi dice che solo la vincitrice di questo campionato potrà provare a salire (e quindi ci sarà chi resterà deluso nelle proprie ambizioni alla fine dei playoff), spareggiando prima con la vincitrice del Piemonte, poi in una semifinale contro Toscana2 o Marche 1, ed eventualmente poi contro o Lombardia1 o una tra Emilia-Romagna2 e Veneto/Trentino/FriuliVeneziaGiulia3. Un percorso duro, soprattutto per la presenza di Lombardia1, direi. Ma…arrivarci intanto! Torniamo a noi.

Procede la corsa senza macchia del team di coach Pollari (Tosi 32, Zanetti 15), che ha inflitto un cinquantello alla Pallacanestro Alassio sul campo del PalaPagnini: le gialloblu hanno resistito per un quarto, poi le biancoverdi, gradualmente, hanno preso il largo come al solito. La trasferta a Rapallo contro lo Junior fanalino di coda a 0 punti non sembra rappresentare un ostacolo particolare per le savonesi, che probabilmente pensano più al weekend successivo quando ospiteranno la Polysport; le alassine di coach Ciravegna tornano invece al Palaravizza dove devono affrontare la quarta forza del torneo, l’NBA-Zena.

Dietro a Savona c’è appunto la Polysport, che pur non avendo sinora raggiunto le vette realizzative biancoverdi, tuttavia ha addirittura un miglior quoziente canestri. Anche a Vado, con l’Amatori di coach Dagliano, le biancoblù (Principi 23, Fortunato 14) sono soprattutto riuscite a limitare i punti segnati dalle biancorosse (Poggio 18, Franchello 5), tenute a 40 punti di cui 16 nell’ultimo tempino, dimostrando di impostare le gare, come d’abitudine, soprattutto con l’attenzione alla fase difensiva. Le ragazze di Daneri, che recupereranno la gara con l’Audax il 21 dicembre, sabato andranno in trasferta a pochi chilometri di distanza, al PalaCarrino di Chiavari. Le vadesi sono invece di scena in casa della Sidus Genova.

La terza piazza (ovviamente in base all’avulsa a quota 6) resta appannaggio dell’Audax San Terenzo (Canova 15, Russo M. 8), che non ha lasciato scampo alla Sidus Genova (Zichinolfi 15, Rossi 6), nell’occasione priva anche di De Ferrari e che durante la gara ha visto anche scavigliarsi Smith (mentre per le lericine c’è da lamentare il naso rotto di Martina Russo). Nella sfida tra i due coach Rossi i due punti sono quindi andati, come da pronostico, a quello dell’Audax, che ora deve preparare la sfida con il Loano di sabato, mentre quello genovese ospiterà in via Allende l’Amatori.

Convincente la vittoria in trasferta dell’NBA-Zena di coach Grandi. Le rosanero (Paleari 16, Policastro 14), che hanno anche aggiunto al roster l’altra ex-savonese De Mattei, hanno espugnato il campo della Pallacanestro Loano di coach Iannuzzi (Lanari 18, Zappatore V. 6), in una gara sempre condotta con vantaggi tranquillizzanti. Le genovesi sono attese, come dicevo, ad una nuova trasferta, probabilmente alla loro portata, ad Alassio, dopo la quale (e dopo la successiva gara in casa con Rapallo) potrebbero aver consolidato la loro posizione; per le loanesi invece il programma prevede una gita a Lerici che sembra decisamente più ostica.

Resta da parlare della vittoria dell’Aurora Chiavari (Ortica E. 23, Ortica I. e Bonini 8) con lo Junior Rapallo (Gaiaschi 11, Rodríguez E. 8). Le ruentine hanno tenuto botta sino all’intervallo lungo, ma le gialloblù di Migliazzi hanno avuto una seconda parte di gara in crescendo e hanno conquistato un secondo referto rosa che le pone a questo punto al centro della classifica. Le aurorine avranno un sabato sera impegnativo in casa con Lavagna; non andrà meglio alle ragazze di coach Orio, che devono ospitare la Cestistica…

Situazione (e partite in programma):

.

Posted in C F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

D Reg/M – Imperia sola, Valpetronio fermata dall’allerta

Posted by superbasketball su 8 novembre 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaIn D regionale nella quinta giornata è saltata una sola partita per l’allerta arancione nel levante ligure, ma ha avuto un effetto diretto, quello di impedire alla Valpetronio di difendere la posizione di testa provando a battere il BVC Sanremo: e così Imperia è rimasta da sola al comando.

La squadra di Damonte (Borgna 16, Canobbio 13) ha superato ampiamente la sin qui positiva Pallacanestro Sestri di Mariotti (Celestri 16, Lando 10) sostanziando ulteriormente il proprio primato, che oltretutto è corroborato dal 5 su 5 nei primi turni. Il Riviera dei Fiori andrà domenica in casa dell’Amatori Savona, che dopo aver trovato la prima vittoria potrebbe essere un’avversaria insidiosa, ma per ora sembra andare davvero avanti decisa. I sestresi restano comunque al quarto posto, che sarà comunque messo a dura prova contro l’altra (ex) capolista Valpetronio.

E’ tornata alla vittoria la Pallacanestro Busalla (Giacomini 16, Parentini 15), che sul proprio campo ha avuto ragione, allungando soprattutto nella seconda parte di gara, della Pro Recco di coach Bertini (Kourentis 12, Belinghieri 8). I busallesi si sono così parzialmente riscattati dal passo falso di Cogoleto, e approfittando dell’allerta hanno riagganciato la Valpetronio sul secondo gradino. I ragazzi di Tarantino nel prossimo turno saranno impegnati a Genova con l’Auxilium. I gialloblù di Recco, che l’avulsa a quota 2 mette all’ultimo posto in classifica, dovranno invece andare a Pegli.

Proprio Pegli (Prezioso 21, Mozzone 18) si ritrova, in una classifica molto compressa in basso, addirittura al quinto posto, dopo aver superato in casa il Cogoleto (Guida 20, Boschetti e Gorini 14). I ragazzi di coach Di Chiara l’anno scorso si erano salvati negli ultimi turni, e vederli in zona playoff (anche se di fatto in 2 punti si va dai playoff alla retrocessione in questo momento) fa un po’ impressione. Tra l’altro se dovessero imporsi su Recco nel prossimo impegno, ancora casalingo, salirebbero ulteriormente. Quanto ai bianconeri di Bruzzone l’altalena potrebbe oscillare nuovamente a favore: giocheranno in casa con la matricola Diego Bologna.

A quota 4 con Pegli e Cogoleto c’è l’Auxilium, che riposava, e il Villaggio Sport di Annigoni, che invece ha battuto largamente l’Albenga di coach Accinelli. I villaggini non vincevano dal primo turno, e la stessa cosa valeva per Albenga, ma i padroni di casa hanno sparigliato i conti. Il Villaggio deve andare a Sanremo nel prossimo turno, mentre l’Albenga dovrà riposare.

Nella coda della classifica c’è da registrare, come accennato più sopra, la prima vittoria dell’Amatori Savona (De Marzi 26, Damonte 16), avvenuta in trasferta sul campo della Diego Bologna (Cirillo 14, Maestri e Ceragioli 13). I ragazzi di Cacace hanno trovato i punti buoni in un’ultima frazione giocata col risultato in equilibrio, e ora possono ricevere la capolista con un po’ meno tensione; quanto al team di Grassi, dovrà andare a Pegli a giocare uno scontro diretto importante.

Situazione:

.

Partite in programma:

.

Posted in Campionati, D Reg M | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

D Reg/M – Resistono Imperia e Valpetronio

Posted by superbasketball su 1 novembre 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaIn D regionale la quarta giornata ha fatto dimagrire il gruppetto in testa, che è ora composto dalle sole Imperia e Valpetronio.

L’Imperia Riviera dei Fiori (Borgna 29, Fossati L. 14) è andata a segno anche nel derby disputato a Sanremo con il BVC (Bonino 20, Pistola 19). Gli imperiesi hanno ribaltato nell’ultima frazione un -11, in un frangente che ha fatto molto arrabbiare (per la direzione arbitrale) il coach sanremese Bonino. Coach Damonte aggiunge 2 punti in bacheca e prepara i suoi per il big match della quinta giornata, quello casalingo con la Pallacanestro Sestri, mentre per i matuziani c’è la trasferta in casa dell’altra capolista Valpetronio.

I valligiani di coach Benvenuto hanno a loro volta vinto in trasferta sul campo dell’Albenga, confermando da un lato che il team di quest’anno, rinforzato con gli arrivi dalla vicina Chiavari, può probabilmente puntare agli obbiettivi “grossi”, e dall’altro che per l’Albenga di coach Accinelli la stagione sarà abbastanza diametralmente opposta a quella scorsa, quando gli ingauni avevano vinto la regular season. A Casarza si attende ora l’arrivo del BVC, mentre per Albenga c’è un importante scontro diretto in casa del Villaggio.

Busalla (Giacomini 15, Dibenedetto 11) ha incassato la prima sconfitta stagionale a Cogoleto (Bruzzone 20, Gorini 17). Pur essendo partiti molto bene, i ragazzi di coach Tarantino sono stati riagganciati e poi nell’ultimo quarto anche staccati dai bianconeri di casa, che con questa vittoria salgono a ridosso delle prime 4. Se il team di Bruzzone sfrutterà la trasferta di Pegli, potrà salire ulteriormente; Busalla ospiterà a sua volta la Pro Recco nella speranza di aver metabolizzato la lezione del Paladamonte.

Prosegue la marcia della matricola sinora più positiva, la Pallacanestro Sestri di coach Mariotti, che è andata ad imporsi a Vado sull’Amatori Savona. I sestresi (Celestri 19, Grazzi e Zenobio 14) hanno preso il controllo della partita soprattutto dopo l’intervallo lungo, lasciando i biancorossi di coach Cacace (Amedeo 11, De Marzi e Vigliola 10) a quota 0. I vadesi devono cercare di uscire dal tunnel nel quale sono entrati alla prima giornata e ci proveranno ancora in casa della Diego Bologna; invece i genovesi sono chiamati alla trasferta lunga e difficilissima in casa della capolista Imperia, dove vincere significherebbe aggancio e sorpasso. Niente male per una squadra che aveva perso la finale promozione della Promozione qualche mese fa…

Segnali di risveglio per i genovesi dell’Auxilium; in via Cagliari sono arrivati 2 punti che mancavano dalla prima giornata. Al team di Barbieri è stato necessario un overtime per superare la resistenza dei villaggini di coach Annigoni, che avevano bisogno di punti tanto quanto i genovesi. L’Auxilium ora riposerà, mentre per il Villaggio come già accennato c’è da riscattarsi in casa con l’Albenga, che potrebbe essere alla portata.

Per la Scuola Basket Diego Bologna (Cirillo L. 19, Giachi 11) c’è stata la prima vittoria in serie D. E’ arrivata a spese degli arancioblù pegliesi, tenuti sotto per tutta la gara con buona autorità. Il team spezzino deve ora ospitare un’altra squadra concorrente diretta, l’Amatori, mentre i pegliesi di coach Di Chiara riceveranno in via Cialli il Cogoleto.

Situazione:

.

Partite in programma:

.

Posted in Campionati, D Reg M | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

C Silver – Cadono entrambe le capoliste; Sarzana, Tigullio e Ardita si fanno sotto

Posted by superbasketball su 1 novembre 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaCon la quinta giornata in C Silver non ci sono più squadre imbattute, e la classifica si è accorciata in alto perché ora dietro a Tarros e CUS ci sono inseguitrici a stretto contatto.

Questa volta il vostro umile blogger si è recato in quel di Sarzana per il clou della giornata. Al Palarighe, palestra del liceo, utilizzata eccezionalmente a causa dell’indisponibilità della tensostruttura Diego Bologna, i biancoverdi (Salazar 19, Jonikas 17) hanno messo fine all’imbattibilità in regular season del CUS Genova (Bigoni 16, Dufour 15), che perdurava dalla sconfitta subìta sempre in zona, ma col Follo, il 18 novembre dello scorso anno. Il CUS a sorpresa è riscito a schierare Macrì, anche se non a tempo pieno; ma la squadra genovese è rimasta abbastanza poco in partita. Anzi, Sarzana dopo le prime battute è scappata via, salendo ad un vantaggio in doppia cifra e nel secondo quarto già al +17. Qui c’è stato un minimo di reazione cussina, che ha portato, macinando comunque un gioco non strabiliante, a ridurre gradualmente lo svantaggio sino ad un paio di possessi: all’intervallo si è andati negli spogliatoi sul +7 per Sarzana. Sarebbe stata in teoria una partita ancora aperta, ma nella ripresa i ragazzi di Pansolin e Taverna hanno calato ulteriormente le percentuali, e solo una certa precipitosità del team di Bertieri ha limitato il passivo, comunque salito al -15 al 30′. Nell’ultimo quarto, complice anche qualche episodio (ulteriore colpo al volto a Mangione che sembra attirarli da alcune settimane in qua, susseguente nervosismo dell’11 rosso che costa un antisportivo, tecnico a Pansolin, e altro), la partita è finita con netto anticipo, Sarzana ha preso un ventello abbondante di vantaggio e negli ultimi minuti di garbage tutti si sono alzati dalla panchina per qualche giro di campo. Vittoria netta dei campioni in carica e prestazione dunque decisamente rivedibile per la capolista, chiamata a riscattarsi sabato in casa con Ospedaletti, mentre per i sarzanesi, ora a ridosso delle prime, c’è anche una trasferta sulla carta favorevole a Chiavari.

As usual, eccovi l’album di foto (da cliccare per aprirlo su Flickr, e scusate ma stavolta la visibilità era un po’ più precaria del solito a causa delle ringhiere) e anche il video integrale.

2016-2017 C Silver Sarzana-CUS Genova.

.

La Tarros di coach Padovan (Santoni 24, Visigalli 18) è a sua volta incappata in una sconfitta in trasferta sul campo del Tigullio (Zolezzi 21, Peric 13), non approfittando pertanto del passo falso del CUS. In una partita sempre in bilico, dopo la parità al 40′ sul 66 pari sono stati i giovani biancorossi di coach Pezzi, a questo punto forse ben più che mina vagante del torneo (almeno possiamo dire che è già detonata…), a trovare i punti della vittoria. Uno stop credo non completamente prevedibile, per quanto anche coach Padovan sapesse che la trasferta di Santa non fosse propriamente una gita fuoriporta. A parziale discolpa dei bianconeri si possono invocare le varie assenze: però al rientro in campo con il Follo tra due settimane, dopo il riposo, la Tarros dovrà far rivedere il suo lato migliore. Per il Tigullio sabato c’è il derby di Sestri che potrebbe rappresentare un’altra occasione.

Insieme a Sarzana e Tigullio, a ridosso delle prime della classe, c’è una sorprendente Ardita Juventus, che facendo risultato pieno a Rapallo con l’Alcione ha ottenuto il terzo referto rosa consecutivo, tra l’altro con un trentello di scarto. Gran momento per il team biancoblù di coach Chiesa, che era partito per la sola salvezza ma ora si ritrova ad annusare l’aria rarefatta delle alte quote: e domenica torna in casa contro Vado, sfida abbordabile. Maluccio l’Alcione, che coach Pieranti sta vedendo un po’ sgonfiarsi dopo le prime buone ma sfortunate prestazioni: sabato sul campo del Follo sarà complicato cercare il riscatto.

A quota 4 sale l’Azimut Vado di coach Dagliano, che ha sfruttato al meglio il turno casalingo con l’Aurora Chiavari. Al Geodetico i gialloblù di coach Marenco (Begiqi 17, Dmitrov 13) sono risultati abbastanza poco incisivi, sempre dietro nel punteggio, mentre i giovani di casa (Milosevic 20, Olowu 15) hanno subito preso in mano il comando delle operazioni e, a parte qualche peccato di gioventù, lo hanno mantenuto sino alla sirena finale. Vado è ora fuori dalla “zona rossa”, ma deve far visita alla squadra più in palla degli ultimi turni, l’Ardita; per l’Aurora va ancora peggio, arriva Sarzana e quest’anno pensare che i chiavaresi possano sgambettare i biancoverdi sembra difficile.

Ad Ospedaletti si giocava un sfida tra due squadre in cerca di riscatti: l’hanno spuntata i ragazzi di coach Lupi (Generale 26, Scala 25), in una partita a strappi in cui i vantaggi ampi guadagnati dagli orange venivano sempre parzialmente rosicchiati dagli ospiti biancoverdi di coach Canepa (Garibotto 23, Poltronieri 13), sino all’ultima frazione quando ciò non è stato sufficiente a riequilibrare il match. Sestri Levante inanella la terza sconfitta consecutiva e deve riprendersi alla svelta per il derby con il Tigullio, storicamente sempre sentito; Ospedaletti rialza la testa e sabato andrà Genova a capire se il CUS è appannato come è apparso a Sarzana.

Situazione:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A1/F – Carispezia, purtroppo niente punti anche con Vigarano

Posted by superbasketball su 31 ottobre 2016

logo_cestistica_nuovoServivano come il pane, i 2 punti della partita casalinga di ieri contro la Meccanica Nova di Vigarano, sia per la classifica sia perché un referto rosa strappato con il roster ancora incompleto avrebbe dato delle sicurezze aggiuntive. Invece così non è stato, e la Carispezia è uscita ancora dal Palasprint con 0 punti in classifica, mentre le avversarie, che hanno sicuramente meritato il risultato, hanno potuto festeggiare la prima vittoria stagionale.

Non era partita male la squadra di Corsolini (De Pretto 25, Premasunac 16): pur con McIntyre ancora al palo per motivi sinceramente piuttosto incredibili (come una comunicazione della Federazione giunta in ritardo di 17 minuti, dopodiché la stessa non  permette di far giocare l’atleta), una Premasunac scatenata nei primi minuti faceva pensare che tra lei e Reke si potesse far bene nel pitturato, malgrado le americane ferraresi, specialmente Littles, mostrassero grande atletismo. Un buon momento difensivo, in una serata in cui le difese sono state poco impermeabili, portava anche ad un break importante, col massimo vantaggio Carispezia, sul 20-13; ma Vigarano sospinta dalle due straniere d’oltreoceano (a fine quarto 19 punti su 24) rientrava e chiudeva davanti la prima frazione col minimo scarto. Nella seconda Vigarano provava a mantenere il naso davanti, ma Spezia, pur pasticciando spesso in attacco, trovava specialmente dall’arco i punti per tenersi a galla, e andare al riposo su un 41-44 causato soprattutto dal calo della prestazione a rimbalzo: 15 a 25 a metà gara (e saranno poi 26-47…) significano tante seconde opportunità per le estensi.  Nella ripresa, dopo un inizio equilibrato, in cui le triple di Bocchetti (15 punti per lei alla fine con un buon 3/7 dall’arco) e un paio di zampate di Premasunac riportavano nuovamente le bianconere avanti sul 54-52, e poi ancora il pari a 57, si spegneva purtroppo la luce. Vigarano bombardava da tutte le posizioni (tranne che dall’arco, solo 4 tentativi con una tripla segnata da Granzotto), con Crudo (15 punti pesantissimi per lei) a fare da americana dopo che entrambe le straniere erano uscite col 4° fallo, ma anche le altre uscite dalla panchina riuscivano a dare il loro contributo in rimbalzi e punti, con percentuali elevate, mentre da parte bianconera si faticava un po’ a trovare il fondo della retina, compresa la pur superlativa De Pretto. La sirena del 3° quarto registrava il 63-69, che restava poi per vari possessi all’inizio del 4° periodo. Quando il punteggio si sbloccava però era Vigarano ad allungare, in breve si andava a -10 e di lì in poi alla Carispezia restavano solo briciole, non si tornava più alla singola cifra. Peccato perché la sfida era alla portata, ma evidentemente non era da meno la voglia della Meccanica Nova di fare il risultato, e a tratti la fisicità delle ospiti è stata semplicemente superiore: poi la precisione nei momenti cruciali ha deciso le sorti della gara.

Qui il video integrale della gara dal canale Youtube della Lega femminile:

.

Sarebbe stato importante ripartire con gli allenamenti con un po’ più di serenità, e affrontare la prossima trasferta di Broni, dove potrà esordire McIntyre (che da un lato dovrebbe garantire maggior presenza d’area, dall’altro imporrà certamente nuove impostazioni offensive per ottimizzarne l’utilizzo), con la tranquillità che una vittoria contro una concorrente diretta poteva portare. E niente, quest’anno va così.

In classifica si nota, dopo il trio imbattuto in testa e le inseguitrici (sgranate) Lucca e Napoli, che la coda è compressissima: dalla sesta posizione di una Ragusa un po’ in periodo no si passa alla dodicesima di Battipaglia, con 7 squadre in 4 punti. Con qualche partita positiva si può pensare di progredire velocemente nella graduatoria…

Situazione:

.

Posted in A1 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A1/F – Carispezia ospita Vigarano, ora bisogna sbloccarsi

Posted by superbasketball su 29 ottobre 2016

logo_cestistica_nuovoFinalmente potrebbe iniziare il “vero” campionato di A1 della Carispezia.

Finito il durissimo ciclo iniziale, le bianconere di coach Corsolini affrontano infatti domani, col vantaggio di farlo al Palasprint, una concorrente diretta, la Meccanica Nova di Vigarano Mainarda, ridente località nei pressi di Ferrara, da non confondere con la limitrofa Vigarano Pieve 😉 (le so tutte!)!

Le ferraresi sono a quota 0 come le spezzine, e Battipaglia, e hanno avuto un po’ come la Carispezia un inizio duro, con Lucca, San Martino, Schio e Umbertide come avversarie. Nel roster due i nomi noti nel Golfo dei Poeti, Marta Granzotto in primis, una delle protagoniste della promozione, e Sara Crudo che da queste parti è passata anni fa, quando era una ragazzina, ai tempi di Scanzani che poi l’ha portata a Bologna con sé. E’ chiaro che contro Vigarano, peraltro già superata nel triangolare spezzino disputato a settembre (ma rispetto a quella [mezza] gara manca Hrynko, anche se ci sono Reke e Costa in più, che con una settimana di allenamenti potrebbero risultare più funzionali al team che nella prima uscita con Venezia), le bianconere si giocano punti pesanti, sia per la classifica in assoluto sia anche per il morale: fondamentale riuscire a sbloccarsi! Peccato non poter disporre di McIntyre, arrivata in settimana, già tesserata e però fermata da ritardi procedurali tra le due federazioni: potrà essere utilizzata a Broni, ma domani dovrà guardare le nuove compagne da fuori campo. Speriamo almeno che possa gioire con il pubblico spezzino per il primo referto rosa stagionale! Forza ragazze!

Partite in programma:

.

Posted in A1 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

C Silver – Sarzana-Cus e Tigullio-Tarros i match principali della quinta giornata

Posted by superbasketball su 27 ottobre 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaIn C Silver CUS e Tarros, che condividono imbattute la vetta con distacco sulle inseguitrici, giocano entrambe in trasferta su campi difficili.

Il Cus viaggia alla volta di Sarzana ancora in discreta emergenza. Macrì non sarà probabilmente in grado di scendere in campo, e senza l’ex-Cap i biancorossi dovranno provare a difendere un’imbattibilità in regular season che contro i campioni in carica sarà decisamente a rischio. A dire il vero i ragazzi di Bertieri il primo scontro diretto, quello con la Tarros, l’hanno perso: motivo in più per presentarsi in campo col massimo della concentrazione, anche perché un secondo passo falso casalingo contro una potenziale concorrente diretta sarebbe molto pesante. Palla a 2 sabato alle 18.30.

Un po’ meno difficile, ma pur sempre estremamente insidiosa, la partita che attende domenica la Tarros Spezia di coach Padovan a Santa Margherita. I bianconeri sembrano ulteriormente rinfrancati dopo il bel successo con Ospedaletti, ma non possono dimenticare che il Tigullio di coach Pezzi aveva a sua volta battuto gli orange, e fatto un’ottima prestazione sia col Follo (persa di 3, ma premiata dal ricorso con il 20-0), sia a Sarzana dove aveva perso solo nel finale. Non sarà una passeggiatina…

Se Sarzana e/o Tigullio dovessero imporre uno stop alle capoliste, potrebbe provare ad approfittarne anche il Sestri Levante di coach Canepa, che però è reduce dalla sconfitta di Vado e deve andare a far visita in via Isnart ad un Ospedaletti che deve rifarsi dopo la scoppola rimediata a Spezia: il team di Lupi proverà a far valere il fattore campo, altrimenti le prospettive degli orange sarebbero molto ridimensionate.

E abbastanza imprevedibilmente addirittura l’Ardita Juventus di coach Chiesa, in caso di risultato positivo sul campo dell’Alcione di coach Pieranti, non solo prenderebbe un gran vantaggio dalla coda (in cauda venenum, ricordate), ma addirittura metterebbe due piedi nella zona playoff. I ruentini sono però abbastanza carichi da voler finalmente dare una soddisfazione al proprio pubblico.

Sfida interessante quella che propone il programma al Geodetico di Vado, dove sabato l’Azimut giovane di Dagliano e Costa cercherà il secondo referto rosa consecutivo ospitando l’altra giovane compagine gialloblù dell’Aurora Chiavari di coach Marenco. I chiavaresi hanno abbastanza alzato il livello dopo un esordio punitivo col CUS (contro il quale ha sfiorato il colpaccio in trasferta la compagine vadese, invece), e possono puntare a loro volta al risultato.

Partite in programma:

.

 

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

C Silver – Sarzana cede in casa anche al Sestu

Posted by superbasketball su 29 maggio 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaDavanti alla capolista, Sarzana non è riuscita a tornare alla vittoria e ha lasciato anche questa volta strada ai sardi, che però, a causa della concomitante vittoria di Firenze con Fabriano, non hanno potuto festeggiare la promozione e si giocheranno il primo posto in casa con l’Enic la settimana prossima (possono anche perdere ma al massimo con 2 punti di scarto, non 3 come all’andata perché i toscani hanno un miglior quoziente complessivo, e restare primi e promossi diretti).

I biancoverdi (Dell’innocenti 26, Bianchini 11) partivano dando subito spazio alla tripla dell’esperto Elia, e restavano sotto sino al sorpasso firmato da Polverini sempre dall’arco, sul 13-11, ma nel resto del quarto si facevano risuperare e la frazione si chiudeva sul -1. Decisamente meglio il secondo quarto, specialmente nella parte centrale in cui prima Casini, e poi Bianchini e Irving costruivano una prima mini fuga sul +8: a metà si andava negli spogliatoi sul +6, e la prospettiva di conquistare il secondo referto rosa non sembrava improbabile. Partita non eccelsa, ma sin lì la capolista aveva fatto anche peggio.

Al rientro dagli spogliatoi la gara sembrava girare ancora meglio, Bianchini infilava due bombe di seguito e veniva raggiunto il massimo vantaggio sul +10. “Il problema è che il Sestu è una di quelle squadre che non muoiono mai, sono sempre lì, con ordine, e piano piano ti risucchiano“, ha spiegato coach Bertieri a fine gara. E infatti sospinti soprattutto dalla verve nel pitturato di Passaretti il Su Stentu risaliva dal 38-28 del 22′ e dal 43-34 del 25′ al sorpasso firmato Pilo sul 43-44 (tripla). Il resto del tempino vedeva le due squadre rispondere colpo su colpo, come nel caso della bomba e controbomba finali di Dell’innocenti (micidiale negli ultimi 2 quarti, 20 punti per lui dopo i 6 prima dell’intervallo lungo) ed Elia che hanno fissato il risultato del 30′ sul 53 pari. All’inizio dell’ultima frazione gli attacchi si inaridiscono un po’ ma va un po’ meglio quello degli ospiti, che poi a metà tempo trovano l’1-2 dall’arco, con Pilo scatenato che segna il +5 e il +8 in pochi secondi. Si mette male anche perché un Irving “scarico” riesce praticamente a non arrivare al ferro in 2 liberi consecutivi, ed Elia segna poco dopo di nuovo dai 6.75 per il +11. Dell’innocenti e Polverini provano a riportare sotto i biancoverdi, ma Sestu risponde dalla lunetta, e trova prima un antisportivo di Bencaster su un (duro) intervento a centrocampo sulla mano/palla dell’avversario direi opinabile, e poi sigilla la gara con 2 punti da sotto di Edoardo Melis sui quali sarzanesi protestano a lungo per un non fischio di 3 secondi: proteste che portano all’espulsione di Bianchini. Sipario sul -7 per la squadra di casa, che viene comunque applaudita così come i biancoblù sardi, che hanno dimostrato il motivo per cui arrivano in fondo e vincono sempre loro: non mollano mai, come evidenziato dal coach sarzanese. Che a fine gara naturalmente non è felice perché ancora una volta ha visto degli episodi sfavorevoli ai propri ragazzi, e soprattutto perché ha visto cambiare il metro arbitrale troppe volte durante la partita…vediamo cosa ne pensa il commissario arbitrale che era presente. C’è da dire che magari qualche errore in meno, qualche palla persa in meno, qualche rimbalzo in più nei momenti importanti, magari avrebbero indirizzato diversamente la gara. Oggi, oggettivamente, il solo Dell’innocenti ha chiuso con un voto ampiamente sopra la sufficienza.

Ecco qui foto (album di Flickr, cliccate per aprirlo) e video della gara (dal quale potrete valutare forse anche gli ultimi discussi eventi della partita), ovviamente dalla BraunCam:

2015-2016 C SIlver sparA Sarzana-Sestu.

.

Sabato a Fabriano si chiude con in palio il terzo posto: Sarzana deve difendere il +13 dell’andata.

Situazione:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

C Silver – Sarzana saluta il suo pubblico ospitando la capolista Su Stentu

Posted by superbasketball su 28 maggio 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaEra iniziata proprio in Sardegna l’avventura del Sarzana nel girone spareggi per la promozione in B: ed era stata una sconfitta probabilmente evitabile, che però ha condizionato il resto della competizione. Sia perché ha convinto i sardi di poter puntare in alto, e ora sono infatti a punteggio pieno e certi di rientrare nelle prime 2 e quindi quantomeno di poter giocarsi la promozione in un eventuale ulteriore spareggio, sia perché i biancoverdi hanno lasciato 2 punti che ora sarebbero oro, e invece a due giornate dalla fine del girone i ragazzi di Bertieri sono tagliati fuori dalle posizioni che contano. Poi ci sono state le due sconfitte, molto diverse ma entrambe pesanti per differenti motivi, con Firenze, l’altra sicura dei primi 2 posti, ma io credo che tornando dall’isola con un referto rosa per i sarzanesi questo girone sarebbe andato molto diversamente. Tant’è.

Domani al Palasprint quindi Bencaster e compagni scenderanno in campo alle 15.30 sia per onorare la competizione, sia per salutare il proprio pubblico che li ha sostenuti sin qui e ne ha festeggiato la vittoria nel campionato ligure, sia per dimostrare a se stessi e agli avversari che sono stati più bravi ma che forse la graduatoria attuale non è del tutto rappresentativa delle potenzialità massime delle squadre.

Il Su Stentu arriva a La Spezia con l’obbiettivo massimo in mente, vincere e salire a quota 10, che potrebbero non bastare per essere certi della promozione (Firenze gioca in casa con Fabriano e difficilmente si farà sfuggire l’occasione di salire ad 8), che è più probabile si definisca nell’ultimo turno quando i sardi ospiteranno l’Enic partendo dal +3 dell’andata. Ma proprio questo in realtà è il paradosso: se Firenze vince, non serve granché in realtà la vittoria dei sardi, perché anche se perdessero con i biancoverdi sarzanesi affronterebbero lo spareggio finale in parità e non con 2 punti di vantaggio, ma dovrebbero in ogni caso vincere. L’unica differenza sta nel fatto che arrivando a 10 punti dopo la trasferta spezzina il 4 giugno ovviamente potrebbero anche perdere in casa con Firenze di 2 punti, o magari anche di 3 se il quoziente complessivo fosse loro favorevole, ma credo che non sia un risultato sul quale si possa basare una strategia…vabbé ma “sono affari loro”.

Tornando a Sarzana, credo che sarebbe bello vedere una prestazione convincente, che faccia dimenticare ai tifosi l’ultima piuttosto deprimente contro Firenze. Poi si può anche perdere, i sardi si sono dimostrati terribilmente concreti sin qui vincendo tutte le partite con scarti minimi ma vincendole (tanto per essere precisi: massimo scarto 5 punti in casa con Fabriano, poi 4 in casa con Sarzana, e sempre di 3 a Firenze e Fabriano, direi che sono veramente bravi a capitalizzare sui vantaggi minimi!), ma l’importante sarà lasciare un buon retrogusto agli spettatori, e in fondo anche a se stessi. Forza!

Situazione:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

C Silver – Il quinto turno dei playout, due punti per Ardita e Sestri

Posted by superbasketball su 19 aprile 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaChiusa anzitempo la finale playoff, in C Silver si è giocato nei gironcini playout. Entrambe le gare non avranno comunque un effetto tangibile sulle chances di salvezza delle varie squadre.

Nel girone A c’è da registrare la vittoria, che farà sicuramente morale, dell’Ardita Juventus (Ferrari 21, Negrini 16) sul Tigullio Basket (Somoye 20, Pittaluga 19), ormai già salvo. I nerviesi arrivano perciò allo scontro decisivo di domenica a Vado già appaiata, e davanti, al Pool. Chi vince si salva, chi perde farà lo spareggissimo con il Red. I ragazzi di Pezzi invece chiudono a quota 10; quest’anno i biancorossi non hanno fatto la parte della mina vagante quanto in passato, ma comunque si sono fatti valere malgrado la giovane età di molti di loro, e la salvezza anticipata è stata comunque rinfrancante. Li aspettiamo alla controprova nella prossima stagione.

Nel girone B il Sestri Levante ha chiuso anche la sua stagione, regolando senza troppi patemi il Red Basket (Cruder e Canepa 16) in Via Lombardia. Anche il team di Canepa era salvo già da diverse settimane, e ha giocato quasi tutto questo playout senza rischi, dopo una stagione direi interlocutoria, in cui comunque ha cercato di spostare sempre più l’accento sui giovani del vivaio, il che è ovviamente molto sano in prospettiva. I reds devono ancora ospitare l’Aurora al Geirino, ma sono chiarametne solo in attesa di giocarsi tutto nel turno finale.

Risultati e classifica:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

C Silver – SARZANA! Espugnato ancora il Palasprint, ora gli spareggi. Parliamone con coach Bertieri… Turno interlocutorio nei playout

Posted by superbasketball su 14 aprile 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa C Silver ha trovato la sua regina! In gara4 tutto si decide nell’ultimo minuto, e sul filo di lana il Sarzana Basket si è ritrovato avanti di un’incollatura sulla Tarros Spezia, ha chiuso la serie di finale sul 3-1 e ha festeggiato sul parquet del Palasprint! Complimenti!!!

La cronaca dell’atto conclusivo dell’ennesimo derby stagionale racconta di una Tarros, che era spalle al muro, più efficace nel complesso, soprattutto all’inizio, e quasi sempre avanti nel punteggio ma con il gap che si allunga sino alla doppia cifra ma ritorna poi sempre a pochi punti se non al pareggio, a dimostrazione che i biancoverdi erano comunque sempre in partita. I ragazzi di Martini nel terzo quarto illudono tornando avanti in modo deciso, ma Sarzana è sempre lì. Nell’ultima frazione il copione non cambia ma i bianconeri arrivano davanti sull’ultimo rettilineo, e sembrano in grado di farcela: invece i ragazzi di Bertieri rosicchiano, e Dell’innocenti costruisce il vantaggio a pochi secondi dalla fine. I padroni di casa prendono un primo tiro, lo sbagliano e prendono il rimbalzo, ma anche la seconda conclusione esce e la palla finisce nelle mani dei biancoverdi, che si ritrovano campioni regionali!

Grande dunque l’equilibrio tra le due squadre, così come si era visto equilibrio nel campionato e nelle semifinali. Brava Sarzana a reagire in gara3 al mancato 2-0, e ieri a portare a casa il trofeo dalla tana della Tarros, che era una squadra appositamente costruita, e anche corretta in corsa, per andare sino in fondo, e invece si ritrova a ragionare sulle imperfezioni che hanno impedito di raggiungere l’obbiettivo. Giustamente il presidente Caluri è deluso dal risultato finale…

Stasera però bisogna parlare di Sarzana, e per celebrare il titolo ho trovato il tempo di sentire coach Michele Bertieri, il trionfatore di questo campionato!

SBB: Ciao coach, non ci siamo sentiti in questa stagione (ma sei in ottima compagnia!), ma dopo ieri sera non mi potevi sfuggire anche se ti hanno cercato sicuramente in tanti! Mi pare di capire che tu stesso faccia fatica ancora oggi a capire che cosa sia successo…

SAM_9426

Coach Michele Bertieri al PalaCus nella sconfitta della prima di ritorno

MB: Guarda, davvero bisogna realizzare. Capisci, era un’annata in in cui in fondo non ce l’aspettavamo, e come sai abbiamo anche una storia di stagioni giocate alla grande con finali poi perse. Davvero, inaspettata! Questa, forse, è stata la stagione più difficile, ma ci abbiamo creduto, ci abbiamo lavorato, ed è arrivato il premio. Tra l’altro con la Tarros, che dichiaratamente si sentiva, ed è, molto forte: loro probabilmente durante la stagione si sono resi conto che mancava qualcosa, ed infatti avevano fatto delle correzioni. Però il campo alla fine ha dato ragione a noi.

SBB: Com’è andata ieri sera?

MB: Anche ieri sera, come in fondo in gara2 anche se poi avevamo perso, la Tarros ha cercato di fare dei break per andar via, ma i loro strappi non hanno mai creato sbandamenti, forzature o individualismi da parte nostra. Li abbiamo così sempre ricuciti nel breve. Mentre giocavamo, con loro davanti, ci rendevamo conto che loro avevano percentuali ottime, altissime, eppure restavano avanti magari di 5 o 7 punti, senza mai fare un parziale importante, un vero break, e quindi noi a forza magari di liberi, di palle rubate, eravamo lì. Anche nel finale, mi pare mancassero meno di 3 minuti ed eravamo sotto di una decina di punti, ma l’abbiamo portata a casa: qualche canestro pesante, una palla rubata, qualche libero, poi abbiamo messo il tiro del +1 quando mancava una manciata di secondi, sono arrivati i due errori loro, e il recupero nostro…

SBB: Eh sembra facile! Io quest’anno vi ho visto solo con il Cus, quando peraltro avete perso; però, leggendo le cronache delle vostre partite e specialmente quelle delle ultime gare tra regular season e playoff, ho scritto più volte che dimostravate solidità, specialmente mentale. E’ merito del mix di esperienza dei giocatori che ti ritrovi (e dico Bencaster per restare sul banale e non dover elencare almeno tutto il quintetto base…)?

MB: Indubbiamente l’esperienza di certi giocatori ti dà equilibrio, specialmente quando ci si trova in situazioni complicate, nei momenti in cui non gira bene, perché ci sono stati durante l’anno varie volte, quei momenti in cui magari davanti non ti riesce granché e quindi ti devi aggrappare alla difesa piuttosto che farti trainare dall’attacco. E’ una questione di equilibrio del gruppo, di mentalità. Penso ad esempio alle partite con il Follo in semifinale, equilibratissime, in cui abbiamo brillato meno ma difeso sempre molto bene. E’ in questi momenti che deve venire fuori il gruppo, in modo da restare aggrappati alle partite, e non demoralizzarsi e tirare i remi in barca.

SBB: Ma in una stagione con 3 sconfitte soltanto, ti eri però forse reso conto che si poteva andare sino in fondo. Le sconfitte ti avevano preoccupato? Con chi avete sofferto di più?

MB: Indubbiamente con Ospedaletti e Cus sono state le partite peggiori. Ad Ospedaletti abbiamo avuto una bruttissima partenza, poi in realtà l’avevamo anche recuperata, ma lo sforzo fatto per ricucire l’abbiamo sentito, e siamo arrivati alla fine bolliti. Il Cus Genova l’abbiamo incrociato in un momento in cui erano davvero in palla, avevano appena battuto anche la Tarros. A dire il vero è la squadra che speravo proprio di non dover riincontrare nei playoff, perché ci si addice poco per caratteristiche; e poi è quadrata, coesa, organizzata e ben allenata. Ma l’abbiamo schivata! In confronto ci troviamo meglio con la Tarros. Ma devo dire che la nostra esperienza è che nei playoff si azzera tutto, e lo dico avendo avuto brutte esperienze passate. Stavolta direi che è la prima volta che arriviamo tutti sani alla fase finale: negli anni passati avevamo avuto tanti acciacchi o addirittura infortuni pesanti, come Bencaster che si è rotto un dito in semifinale con Chiavari, e gli infortuni di Tesconi, di Bianchini. Stavolta abbiamo posto molta attenzione anche in questo, ci abbiamo lavorato e ci siamo riusciti: non è che non abbiamo avuto acciacchi, ma siamo riusciti a riassorbirli, e anche la sosta prolungata dalla Pasqua devo dire che ha aiutato!

SBB: Ti costringo a guardare avanti ora, perché tra un paio di settimane inizierete gli spareggi per salire eventualmente in B. Come li affronterete?

MB: Semplicemente noi giocheremo per fare il nostro meglio. Da martedì, lasciateci qualche giorno per rifiatare e godere il momento, si torna in palestra per preparare il girone di spareggio. Faremo il massimo e poi vedremo che cosa otteniamo, valuteremo il discorso B o C Gold e si vedrà. Comunque prima lavoriamo per i risultati, poi ci ragioniamo su.

SBB: Cosa sai delle possibili avversarie? Dalla Toscana dovrebbe arrivare il Pino Dragons Firenze, dalle Marche Fabriano, mentre dalla Sardegna non sappiamo ancora chi vincerà la finale e sarà “Sardegna1”.

MB: Di Firenze so che è una squadra di talento ma anche molto giovane, quindi atleticamente molto forte, diciamo sulla falsariga di quelle che abbiamo più o meno qui in Liguria, penso al Follo, al Tigullio o al Vado. Il livello toscano è mediamente alto: però noi abbiamo fatto un’amichevole con la CMC che è seconda non molto staccata da Firenze, e che con Firenze se l’è giocata in entrambe le partite, e da quello che ho visto penso che anche noi possiamo pensare di giocarcela. Delle squadre sarde non so molto, qualcuno dice che il livello sia più basso, ma non so se siano considerazioni attendibili, vedremo. Invece mi dicono che sia molto forte Fabriano, e sto sguinzagliando i miei collaboratori per trovare qualcosa da visionare per capirne di più. Bene comunque che si cominci solo a fine mese, perché abbiamo il tempo di rifiatare, ricaricare le pile e fare del lavoro specifico per cercare di arrivarci brillanti.

SBB: Già, tra l’altro se si arrivasse secondi ci sarebbe ancora l’ulteriore coda dello spareggio incrociato con un altro girone, quindi senza pausa sarebbe stata davvero dura, si rischiava di dover fare tutto “in apnea”. Ti ringrazio coach, ti faccio l’in bocca al lupo e ci risentiamo tra un po’!

MB: Grazie a te!

Bene, archiviamo dunque questo campionato, ahimé, zoppo e con poche squadre (11): sarebbe bello poter salire un po’ con i numeri, ma come sapete negli anni magri come sono quelli che viviamo piuttosto ci sarà da essere contenti se manterremo l’attuale livello, quantitativo e qualitativo. Speriamo che il “campionato estivo” che nelle ultime stagioni fa più retrocessioni di quello invernale, sia clemente…

Visto che ci sono, e in fondo è già anche giovedì sera, mi sembra cosa buona e giusta presentare anche il weekend che ci aspetta, ovvero la quinta giornata dei gironcini playout, a dire la verità totalmente ininfluente sulla lotta salvezza, se non, eventualmente, per determinare miglioramenti o peggioramenti nell’umore delle squadre ancora in ballo. State tranquilli, faccio presto 😉 …

Nel nel girone A come sapete il Tigullio Basket è già salvo, ma va a far visita all’Ardita Juventus. Non è in realtà importante per la classifica, ma è chiaro che una vittoria dei genovesi, che li porterebbe non solo a pari ma già davanti al Pool Vado per gli scontri diretti sinora disputati, potrebbe spostare qualche paletto psicologico in vista della decisiva gara del 24 aprile, quando l’Ardita andrà a Vado.

Nel girone B tutto è già deciso, ma sabato si chiude il campionato del Sestri Levante che ospita il Red Basket in via Lombardia. Gli ovadesi devono preparare la serie finale con chi resterà del girone A, è una gara che servirà soprattutto a coach Brignoli e probabilmente ai più giovani dei sestrini per mettere su minuti nella massima serie.

Risultati e classifica:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

B/F Piemonte – Lavagna passa anche a Moncalieri e va in fuga, Savona torna alla vittoria a Cuneo

Posted by superbasketball su 8 dicembre 2015

logo fip rpiLe squadre liguri di B Femminile Piemonte stavolta hanno entrambe portato a casa, ed erano in trasferta tutt’e due, referti rosa!

logo lavagna nuovoLa Polysport Lavagna  (Morselli 14, Principi 8) a Moncalieri ha vinto una partita giocata…a minibasket, a giudicare dal punteggio. Le statistiche saranno magari mini, ma la classifica è super: punteggio pieno, 10 punti, inseguitrici più vicine, cioè la stessa Moncalieri e il Teen entrambe già sconfitte, a 6, che tra l’altro nel prossimo turno si scontreranno tra loro. Sabato derby, ovviamente da non sottovalutare nemmeno con l’attuale differenza in classifica.

logo SavonaLa Cestistica Savonese ha ritrovato i 2 punti andando a vincere a Cuneo sul campo della Granda. Non che sia stato banale, visto che all’intervallo il tabellone diceva 22-21 per le padrone di casa, ma era importante sbloccare la classifica perché quell’ultimo posto sapeva di beffa. Visto l’equilibrio che c’è dietro alle lavagnesi, quei 2 punti in più con Beinasco piazzerebbero la squadra di Pollari a quota 6 con le prime inseguitrici. Amen, ma ora cè da provare a fare lo scherzetto alla Polysport…

Situazione:

.

Posted in B F Piem, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: