SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

"la passione, solo la passione"

Posts Tagged ‘Interviste’

“Ragazze in Tiro”, Crespi e Lucchesi domenica scorsa al PalaFigoi, video e intervista!

Posted by superbasketball su 24 ottobre 2018

Come vi avevo preannunciato, domenica scorsa al PalaFigoi si è svolta la tappa genovese di “Ragazze in Tiro“, il progetto ideato quest’anno in particolare da coach Marco Crespi, allenatore della nostra nazionale femminile, che è focalizzato appunto sul miglioramento delle giocatrici italiane nel fondamentale del tiro.

In realtà dalle 9 alle 11, prima di ospitare questo evento al Figoi, si è anche svolto un allenamento del Centro Tecnico Federale Femminile 2004-2005, che questa volta è stato svolto, vista l’occasione, da coach Giovanni Lucchesi, coadiuvato dallo staff ligure.

Alle 11 Marco Crespi e Giovanni Lucchesi, ma anche il preparatore atletico imperiese Jacopo Arrobbio, hanno svolto l’allenamento con le 16 atlete liguri 2000-2001-2002-2003-2004 selezionate. Divise le atlete in 3 gruppi, ogni gruppo a rotazione è passato per le mani di Crespi, Lucchesi e Arrobbio, ancora coadiuvati dai tecnici dello staff del CTFF (Ciravegna, Iacuitti, Smorto, Toselli, Pietronave) che per ogni gruppo hanno ripetuto sostanzialmente lo stesso programma di esercizi. A bordo campo, molti tecnici liguri a seguire gli spunti proposti dai due allenatori nazionali.

Qua trovate un po’ di foto (cliccate sulla foto per aprire l’album di Flickr) che ho scattato durante gli allenamenti. Se volete vederne di migliori, qualcuna la trovate qui, del solito Alessio Viale, che peraltro vedete nelle mie foto!

2018-10-21 Ragazze in Tiro.

Al termine i due coach ospiti hanno accettato cortesemente, malgrado l’ora un po’ tarda e gli impegni successivi, di farsi intervistare da un umile blogger genovese. Qualcuno di voi avrà già visto l’intervista su Facebook, in ogni caso la trovate in fondo al video qua sotto, che è una “sintesi” nemmeno troppo sintetica di quanto visto a Borzoli domenica mattina.

.

Speriamo che questi eventi diventino col tempo consuetudini, magari estendendoli anche ad altre particolarità del nostro gioco.

Annunci

Posted in Allenatori, Eventi, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

B/F – La Polysport parte bene battendo Rifredi, ora il derby a Vado

Posted by superbasketball su 23 ottobre 2018

Nel primo turno B femminile Toscana giocava solo la Polysport Lavagna, che ha esordito con una rinfrancante vittoria. L’Amatori Savona comincerà invece domenica, quando ospiterà subito le lavagnesi per il primo dei due derby stagionali!

In una buona gara, la Polysport (Annigoni 13, Principi 12) ha lottato con Rifredi e vinto la prima gara stagionale, ripartendo da dove era finita la stagione scorsa, ovvero con un referto rosa. Lo scarto in doppia cifra si è accumulato solo nel finale però, come ci racconta direttamente coach Daneri: “Come ampiamente detto settimana scorsa è stata una partita complicata. O meglio è stata una partita che ci siamo volute complicare, perché siamo state in vari momenti della partita sopra di più di 10 punti ma non siamo mai state brave a chiuderla definitivamente. Rifredi ha avuto il merito di crederci sempre, infatti a metà del quarto periodo sono arrivate a pochi punti di distanza. Per fortuna poi siamo riuscite con un po di ritrovata solidità difensiva a chiudere i loro tentativi e a portare via due punti importanti. Tenendo conto del fatto che era la prima partita di campionato dobbiamo essere abbastanza soddisfatte per quanto abbiamo creato.
Ora l’obiettivo per le prossime gare sarà quello di prendere sempre più ritmo partita e cercare di avere maggiore continuità sui 40 minuti“.  Bene così per ora, e consideriamo che per esempio Fortunato è andata in panchina ma non ha potuto ancora giocare. Dato che nelle altre gare giocate Lucca e Palagiaccio hanno battuto Florence e Named in entrambi i casi con un solo punto di scarto, le lavagnesi per questa settimana potranno godersi addirittura il primo posto in classifica per quoziente canestri! Speriamo che sia indicazione di un campionato di alta classifica per le biancoblu, sarebbe una bella “compensazione” per le sfortune dell’annata scorsa.

L’Amatori neopromossa ha, come già ricordato, rinviato la sua gara di Livorno (per la convocazione di metà squadra a “Ragazze in Tiro”), e l’esordio vero sarà domenica prossima, quando al Pallone Geodetico arriverà proprio la Polysport, per un instant derby per noi interessantissimo. Ne riparliamo!

Risultati:

B Femminile Toscana 2018-2019 – Giornata n. 1

21/10/2018 – 18:00 NAMED Number 8 San Giovanni Va-IL PALAGIACCIO P. F. FIRENZE 52 – 53;
20/10/2018 – 18:45 IL FOTOAMATORE FLORENCE BASKET-LE MURA SPRING BASKETBALL 42 – 43;
21/11/2018 – 21:30 A.S.DIL. PALL. FEMM. PRATO-IL DRAGO E LA FORNACE COSTONE n.d.; Punti: 0+0=0
20/10/2018 – 20:30 POLYSPORT BASKET LAVAGNA A.S.D-AVVENIRE 2000 AUTOC. SESTESE R 55 – 43;
28/11/2018 – 20:30 G.S. JOLLY ACLI BASKET A.S.D.-A.S.D. AMATORI PALL.SAVONA n.d.; Punti: 0+0=0

Situazione:

..

Partite in programma:

B Femminile Toscana 2018-2019 – Giornata n. 2

28/10/2018 – 20:30 IL PALAGIACCIO P. F. FIRENZE-A.D.BASKET FEMMINILE PONTEDERA n.d.; Punti: 2+0=2
29/10/2018 – 21:15 LE MURA SPRING BASKETBALL-NAMED Number 8 San Giovanni Va n.d.; Punti: 2+0=2
27/10/2018 – 20:30 AVVENIRE 2000 AUTOC. SESTESE R-A.S.DIL. PALL. FEMM. PRATO n.d.; Punti: 0+0=0
28/10/2018 – 18:00 IL DRAGO E LA FORNACE COSTONE-IL FOTOAMATORE FLORENCE BASKET n.d.; Punti: 0+0=0
28/10/2018 – 18:00 A.S.D. AMATORI PALL.SAVONA-POLYSPORT BASKET LAVAGNA A.S.D n.d.; Punti: 0+2=2

Posted in B Reg F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

B/F – E’ ora di campionato toscano, stavolta con due liguri! Ma una non gioca nel weekend

Posted by superbasketball su 19 ottobre 2018

Nel weekend parte il secondo, in ordine di importanza, campionato femminile che seguiremo, ovvero la B femminile Toscana, nella quale quest’anno le rappresentanti liguri sono ben due, cioè la Polysport Lavagna che l’anno scorso era riuscita a salvarsi nel playout dopo un campionato difficilissimo per i tanti infortuni eccellenti, e l’Amatori Savona, che ha vinto la C ligure con buona autorità e ha ottenuto l’accesso alla categoria superiore. Dovevano giocare entrambe, e invece è arrivato un rinvio della gara dell’Amatori, che quindi comincerà nel weekend prossimo. Vabbé, parliamo comunque di tutt’e due perché non l’ho fatto sinora, e per l’occasione vi ho preparato la prima intervista doppia di SUPERBAsketball!

Ma andiamo con ordine.

Innanzitutto parliamo di questo girone della B femminile. Undici squadre, ovviamente nove toscane e due liguri, e una formula che prevede, ed è l’unica cosa che si sa sinora, l’andata e ritorno all’italiana e presumibilmente una seconda fase che servirà a selezionare le squadre che si giocheranno la promozione in A2 e la salvezza/retrocessione in C. Quando la formula sarà disponibile in modo ufficiale la pubblicherò sulla pagina dedicata al campionato e e che trovate tramite il menù nella barra in alto, quindi ogni tanto andate a dare un’occhiata. Informalmente, ho trovato qui la seguente descrizione:

La formula dovrebbe rimanere la stessa della stagione passata. Al termine della prima fase:
– La prima e la seconda classificate si qualificano per i playoff promozione. Dalla terza alla sesta ci sarà una Final4 qualificazione per identificare la terza squadra che raggiungerà le prime due ai playoff promozione che valgono l’A2 2019/2020.
– le squadre classificata dal 9° al 12° posto dovranno disputare i play-out per stabilire la squadra che retrocederà in C Femminile 2019/2020

Vedremo se sarà esattamente così, anche perché…non c’è una dodicesima squadra, ad esempio.

Rispetto all’anno scorso ritroviamo la Polysport e quasi tutte le squadre toscane, mancano solo la neopromossa in A2 Nico Pistoia e la retrocessa Figline Valdarno (sconfitta nella finale playout 2-0 dalle Spring Lucca che Lavagna aveva battuto nel primo turno salvandosi), e si sono aggiunte Prato, che ha vinto la C toscana pochi mesi fa, e ovviamente l’Amatori Savona.

Le biancoblu lavagnesi l’anno scorso avevano sudato le proverbiali sette camicie, perdendo per infortuni lunghi tre delle migliori ragazze, ovvero De Scalzi, Principi e Fortunato, e dovendo sopperire con l’utilizzo di diverse giovani e perdendo varie gara anche per le rotazioni limitate. La salvezza ai playout era alla portata ed è stata raggiunta, tirando un bel sospiro di sollievo. Il campionato si era dimostrato comunque di più che buon livello, con alcune squadre probabilmente superiori che infatti si erano accaparrate i 3 posti che davano diritto a tentare la promozione in A2. Vedremo quale sarà il livello quest’anno: auguro stavolta che entrambe le nostre possano giocarsi le proprie chance senza troppi intoppi di tipo fisico!

Nel primo turno alla Polysport tocca l’esordio casalingo contro un team che l’anno scorso era stato un avversario diretto, l’Avvenire 2000 Rifredi, che si era salvato a sua volta nel primo turno playout battendo Figline Valdarno. Le fiorentine hanno giocato nel precampionato in Coppa Toscana, riuscendo a qualificarsi per la Final Four (insieme a Livorno, Prato e Pallacanestro Firenze), e potrebbero arrivare al Cotonificio con un buon morale. L’Amatori sarebbe dovuta andare a Livorno, contro una squadra di ottimo livello, l’anno scorso terza dietro a Firenze e Nico, poi eliminata negli spareggi successivi; invece si giocherà il 28 novembre, e allora per le vadesi l’esordio sarà domenica prossima, proprio nel primo derby, in casa, al Pallone Geodetico. Ovviamente ne parleremo a tempo debito!

Veniamo all’intervista doppia. Ovviamente ho scomodato per voi i due head coach delle nostre squadre, ovvero coach Nicola Daneri e coach Roberto Dagliano, rispettivamente di Polysport e Amatori, tecnici che ho già ospitato su queste pagine e ai quali ho posto le stesse domande (o quasi). Vediamo che cosa mi hanno risposto! Per aiutarvi coach Dagliano (RD) risponde in rosso e coach Daneri (ND) in blu, come da rispettivi colori sociali.

SBB:    Buongiorno ad entrambi! Intervista doppia, prima volta, per cui vediamo se “gira”…Allora, innanzitutto complimenti a entrambi per gli obiettivi raggiunti la scorsa stagione, la salvezza nel caso della Polysport Lavagna e la promozione nel caso dell’Amatori Savona. Dopo qualche mese dalla sua conclusione, come giudicate il vostro campionato 2017-2018? Quando è stato il momento in cui avete pensato “Sì, ce la facciamo”?

Coach Roberto Dagliano (Amatori Savona)

RD:      Francamente in tutto l‘anno, visto la formula ed il livello del campionato, era difficile non centrare la promozione. L’unico momento di difficoltà è stato in semifinale a Marola dove abbiamo perso l’unica partita dell’anno.

ND:     Anno particolare, iniziato con aspettative di un campionato di alta classifica, ma dopo i gravi infortuni iniziali gli obiettivi si sono completamente capovolti. Ci siamo trovati dopo qualche mese negli ultimi posti della classifica, ma siamo riusciti nelle difficoltà a compattarci e a ritrovare il nostro vero spirito. Tutto questo ha permesso di giocare un girone di ritorno di buon livello e di riuscire a strappare la salvezza al primo turno di Play out contro Lucca. Ho pensato che ci saremmo salvate dopo aver giocato a Firenze contro la prima in classifica al momento imbattuta, dove siamo stati in partita per più di 35’.

SBB:    Raccontateci come sono cambiate le vostre squadre durante l’estate, chi è arrivata e chi magari non c’è più, e quali pensate che siano i punti di forza (non intendo le singole, ma se volete…) dei vostri roster per la nuova stagione.

RD:      Abbiamo perso per infortunio Gatto (si opera al crociato tra poco) e Mata (inizia l’università a Torino e per ovvi motivi non è più con noi). In estate sono arrivate Paleari, Picasso e Leonardini, tre giovani promettenti e che ci daranno una grossa mano soprattutto in under 18, ma ancora acerbe per il campionato di Serie B (come tutta la squadra di fatto).

Coach Nicola Daneri (Polysport Lavagna) – Foto di Giorgio Scarfì

ND:     A livello di roster non ci sono stati grandi stravolgimenti rispetto allo scorso anno, abbiamo recuperato completamente Principi che si allena regolarmente dall’inizio con le compagne e siamo in attesa del pieno rientro di Fortunato dopo l’intervento al legamento crociato anteriore (dovrebbe essere pronta nelle prossime settimane). Continua la nostra politica di ringiovanimento del roster, oltre alle confermatissime Donati e Garbarino abbiamo aggiunto altre ragazze del nostro settore giovanile e non solo che potranno sicuramente ben figurare nel corso dell’anno. Il nostro punto di forza deve essere la voglia di essere sempre a disposizione della squadra e l’unita di intenti.

SBB:    Adesso ditemi invece quali pensate siano i punti di forza della squadra dell’altro 😉 .

RD:      Credo che Lavagna sia una squadra solida, esperta e avvezza ormai al campionato di categoria. Sono qualità importanti. Poi Daneri le fa lavorare molto e giocare con loro non è per nulla facile.

ND:     Vado è sicuramente una squadra giovane che avrà grande energia e che metterà le partite sul piano della corsa e del ritmo. Inoltre alle giovani aggiungono 3 ragazze senior di qualità. Dagliano, DeMattei  e Lanari sono ottime giocatrici che conoscono la serie B e potranno di sicuro aiutare la crescita delle più giovani.

SBB:    Come coach Daneri può testimoniare, l’anno scorso il campionato di B toscana era davvero sfidante. Qual è la vostra sensazione sul livello di quest’anno? Quali pensate siano le squadre più accreditate per piazzarsi nelle migliori posizioni?

RD:      Io francamente sono molto all’oscuro del campionato. Per me è anche la prima volta che alleno una squadra senior femminile che disputa il campionato di Serie B. Come penso saprete ho sempre fatto maschi e anche per me è una nuova esperienza. Credo che per caratteristiche di “toscanità” le squadre siano molto fisiche, si giochi una pallacanestro di grande energia e magari con un po’ meno tecnica rispetto a Piemonte e Lombardia. Ma è solo una mia sensazione non avvalorata da nessuna esperienza.

ND:     Come hai detto campionato molto competitivo. Per quello che è successo in estate credo che PFF Firenze sia sempre un gradino sopra tutte per la qualità e la lunghezza del roster. Poi ci sarà certamente Livorno, squadra davvero solida e competitiva con due ragazze di categoria superiore (Tripalo e Bindelli). Dietro a queste due credo che ci sarà, ancora più dello scorso anno, una grande incertezza. Ogni partita sarà una battaglia sportiva e l’equilibrio regnerà sovrano.

SBB:    Non si può non chiedervi, anche se magari le risposte saranno intuibili, quali sono i vostri obiettivi stagionali.

RD:      Siamo una squadra molto giovane. Abbiamo 3 senior (Demattei ‘94 , Lanari e Dagliano ‘95) ed una serie di ragazze interessanti ma molto inesperte. Sicuramente sarà uno scotto che pagheremo come quello dell’abitudine alla grande intensità, agli arbitraggi, alle lunghe trasferte. E tutte a parte le 3 faranno in contemporanea l’under 18 (campionato a cui teniamo molto). Di fatto la serie B è asservita al campionato giovanile. Con tutti questi presupposti l’obiettivo è quello di salvarsi all’ultimo tiro dell’ultimo turno play out. Tutto quello che verrà in meglio sarà possibile azzerando velocemente i problemi espressi precedentemente.

ND:     L’obiettivo deve essere quello di affrontare ogni gara con l’atteggiamento corretto, provando ad imporre sempre le nostre idee e il nostro modo di giocare. Poi dopo quanto successo lo scorso anno è difficile sbilanciarsi in qualcosa di più.

SBB:    Sabato s’inizia, e tocca subito alla Polysport contro Avvenire 2000 Rifredi, mentre domenica l’Amatori doveva andare a Livorno contro la Jolly e invece non si giocherà. Cosa vi aspettate/aspettavate dalla vostra gara, e come vedete la gara dell’altra ligure?

RD:      Infatti, noi non partiamo il 21. Dobbiamo rinviare la gara a Livorno perché cinque delle nostre ragazze sono state convocate alla giornata delle “Ragazze in Tiro” organizzata dalla FIP a Genova e quindi ci tocca stare alla finestra. Francamente non conosco il valore di Avvenire ma so per certo che Lavagna in casa vende cara la pelle. Pronostico 1 fisso.

ND:     Partita molto complicata. Rifredi è la stessa squadra della scorsa stagione (una persa di 3 e una vinta di 1), diretta concorrente alla salvezza. Compagine magari non con grandi qualità tecniche ma che fa della fisicità e della determinazione le sue armi migliori. Sarà una gara difficile ma che dobbiamo in ogni modo provare a portare via per iniziare nel migliore dei modi.

SBB:    Bene, grazie per le risposte e in bocca al lupo a entrambi per la stagione! Chissà che non riesca a venire a commentare qualche vostra gara, magari il derby!

RD:      Bruno sei sempre il benvenuto . Cercheremo nel limite del possibile, come facciamo già per i maschi, di organizzare la diretta Facebook. Buon basket a tutti!

ND:     Grazie Bruno. In bocca al lupo a Roberto!

Bene, ora spazio al campo, per ora con la Polysport, e poi toccherà all’Amatori, come detto, quando ospiterà il derby. Comunque forza Liguria anche in questa categoria!

Partite in programma:

B Femminile Toscana 2018-2019 – Giornata n. 1
21/10/2018 – 18:00 NAMED Number 8 San Giovanni Va-IL PALAGIACCIO P. F. FIRENZE n.d.; Punti: 0+0=0
20/10/2018 – 18:45 IL FOTOAMATORE FLORENCE BASKET-LE MURA SPRING BASKETBALL n.d.; Punti: 0+0=0
21/11/2018 – 21:30 A.S.DIL. PALL. FEMM. PRATO-IL DRAGO E LA FORNACE COSTONE n.d.; Punti: 0+0=0
20/10/2018 – 20:30 POLYSPORT BASKET LAVAGNA A.S.D-AVVENIRE 2000 AUTOC. SESTESE R n.d.; Punti: 0+0=0
28/11/2018 – 20:30 G.S. JOLLY ACLI BASKET A.S.D.-A.S.D. AMATORI PALL.SAVONA n.d.; Punti: 0+0=0

Posted in B Reg F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

XII Clinic “Vittorio Cavaleri” – Resoconto della mattinata del PalaCUS di due weekend fa, con coach Passiatore

Posted by superbasketball su 10 ottobre 2018

Il 30 settembre scorso al PalaCUS si è tenuto il Clinic per allenatori “Vittorio Cavaleri”, che quest’anno è arrivato alla dodicesima edizione. Organizzata da Ardita Juventus, in particolare da coach Passiatore, dagli “Amici di Vittorio”, dal Comitato Regionale FIP Liguria e dal CNA si terrà infatti nella mattinata di domenica si sono susseguiti i classici tre relatori, in crescendo dal minibasket alle giovanili alle prime squadre, col programma che già avevate visto sicuramente, se seguite qui e su altri siti, in primis quello della FIP Liguria, quel che avviene nel basket ligure:

  • 8:30 – 10:00 MB – Giovanni Verde (Istr. Naz., Componente Staff Naz. Minibasket): “Lo sviluppo della capacità di adattamento e trasformazione in un quadro di abilità (9/10 anni)”
  • 10:00 – 11:30 CNA – Francesco Raho: “Il contropiede nel Settore Giovanile: costruzione, didattica ed esercitazioni con particolare riferimento alle Categorie Under 15 e Under 16”;
  • 11:30 – 13:00 CNA – Marco Ramondino: “Principi di difesa individuale ed esercizi nelle Categorie Giovanili e Senior”

Detto che i partecipanti hanno avuto l’attribuzione di punti sia per il minibasket sia per il CNA, la mattinata pur con un po’ di ritardo iniziale e qualche problemino audio all’inizio ha credo presentato situazioni interessanti per l’aggiornamento dei tecnici, come sempre.

E come ormai da molti anni c’era anche il vostro blogger, che ha documentato a suo modo sia mediante foto sia mediante video. Spero di aver colto un po’ dei momenti più interessanti della mattinata, ma se volete vedere delle belle foto vi conviene guardare quelle di Alessio Viale sulla pagina Facebook dell’Ardita Juventus.
2018-09-30 XII Clinic Cavaleri Allenatori

Coach Passiatore al XII Clinic “Vittorio Cavaleri” (Foto di Alessio Viale)

Per chiudere l’argomento del Clinic sono anche tornato a chiedere il contributo di coach Passiatore!

SBB: Ciao coach, con la giornata del 30 settembre anche quest’anno hai presumo completato la tua fatica per l’organizzazione e lo svolgimento del Clinic Cavaleri per allenatori. Anche stavolta tribune affollate nell’impianto genovese e tanti allenatori ad ascoltare e guardare le proposte dei tecnici invitati. Con te “diamo sempre i numeri”: hai già qualche idea del numero di partecipanti?

SP: Ciao Bruno e ciao ai tuoi lettori. Ricordare Cavaleri in questa maniera non è uno sforzo ma un onore e vedere che questo appuntamento ha una risonanza non solo ligure ma interzonale mi fa molto piacere, anche in virtù del fatto che Cavaleri credeva molto nell’aggiornamento (vedere al lavoro gli allenatori bravi e cercare di rubare metodiche utili a far migliorare i propri ragazzi) e quindi avere in tribuna circa 100 istruttori Minibasket e 144 allenatori/istruttori giovanili ovviamente a noi Ardita fa molto piacere. Grazie a tutti per l’affluenza.

SBB: Qualche problema audio all’inizio ha un po’ penalizzato l’intervento di Giovanni Verde sul minibasket, che comunque è stato seguito da tutti, e ha diviso la lezione in due parti, una sullo sviluppo delle capacità dei movimenti offensivi, e l’altra sull’adattamento a quelli difensivi; e farei una menzione anche per i piccoli dimostratori 😉 .

SP: L’intervento di Giovanni è stato disturbato dal cattivo funzionamento del microfono (e purtroppo non siamo riusciti a correggerlo in corsa), il lavoro di Verde è stato ottimo sia per la suddivisione sia per l’occhio di riguardo che lui ha nel trattare argomenti minibasket, pur tenendo l’attenzione sui prerequisiti che potranno venire bene nella carriera giovanile (essendo anche lui un allenatore CNA). Stesse caratteristiche del Guru del settore, Maurizio Cremonini. I dimostratori sono stati bravissimi (grazie al Cus Genova per aver integrato il nostro gruppo) e contento di vedere il mio Pietro (9 anni) indossare la canotta Ardita in un evento atto a ricordare il lavoro del Maestro del papà (e qui ti volevo, infatti 😉 N.d.SBB).

SBB: Dell’intervento di Francesco Raho, a me che non sono un tecnico e partecipo da uditore interessato ma non molto preparato, ha colpito la voglia di dare delle regole (la suddivisione in ruoli come rimbalzista, apertura e corridore, ad esempio, o il fatto che il contropiede finisce solo col canestro o con i 24”).

SP: Coach Raho lo inseguo dai tempi di Corato ed ero certo che portasse una bella lezione su un argomento che da sempre appassiona non solo gli allenatori ma anche il pubblico ed i giocatori. Molte buone idee e concetti utili a massimizzare lo sforzo in campo dei nostri giocatori. Contento che anche tu, Bruno, abbia potuto apprezzare la qualità del suo lavoro.

SBB: Coach Marco Ramondino malgrado il tempo un po’ tiranno e la stanchezza dell’uditorio ha provato a lavorare sui concetti della difesa: scavando nella mia memoria, viene soprattutto fuori il concetto di fare un salto verso la palla ad ogni passaggio, ma se guardo negli appunti, vedo che ha fissato 5 fasi principali, che sono comunicazione, difesa dal contropiede, posizionamento, uno contro uno e taglia fuori.

SP: Sei un non tecnico, ma sei preparato …giusta osservazione. Coach Ramondino è riuscito a portare a Genova il suo lavoro e sono molto felice che abbia potuto strutturare il suo intervento sulla difesa in tale maniera .Sicuramente avrà fatto passare all’uditorio molti concetti ed esercitazioni che possono venire utili quando si lavora in campo sull’argomento più difficile da insegnare a tutti i livelli (difesa), sia per la pigrizia di alcuni giocatori, sia per l’enorme lavoro di preparazione sia fisica sia mentale che sta alla base di tutto il lavoro da proporre se si vogliono migliorare i giocatori e vincere i campionati (famoso l’aneddoto che dice “Con l’attacco si vincono le partite, con la difesa si vincono i campionati”). Grazie alla Società My Basket per averci prestato un loro atleta (Caorsi Junior), per integrare il nostro gruppo falcidiato da infortuni e malattie di stagione.

SBB: Come sempre ti chiedo di “fare la spia” (nei limiti, ovvio) e dirmi che cosa i relatori ti hanno riportato della loro esperienza al Cavaleri.

SP: Ormai alla dodicesima edizione abbiamo poco da stupire. Sono sempre contenti di immergersi per un poco in una realtà diversa dalla loro e portare la loro esperienza di campo. Alcuni di loro avevano seguito il nostro lavoro in precedenza e quindi erano onorati di essere stati chiamati ad un importante evento di aggiornamento. Spesso da questi incontri poi nascono collaborazioni tra società (non solo la nostra) e speriamo anche di portare bene a coach Ramondino, così come è già successo in passato con alcuni allenatori che, nel periodo del nostro Clinic, non erano operativi nella massima serie.

SBB: Cosa si prepara ora per la tredicesima edizione?

SP: Il format non cambia e cerchiamo sempre di trovare nuove “voci” sia per il settore Giovanile sia per il campo Senior. Fortunatamente si trova sempre qualche allenatore in rampa di lancio che grazie anche al credito da noi acquisito negli anni ha piacere di venire a Genova per portare la sua esperienza. Confido in una maggiore affluenza alla parte “dirigenziale”, solitamente in scena Marzo/Aprile del prossimo anno, perché credo che una delle nostre lacune, a livello locale e regionale, sia proprio la parte dirigenziale. Servono più dirigenti “illuminati”, che abbiano a cuore anche il confronto con altre realtà, perché da tutti i contatti possono partire opportunità per le nostre società. Forse riesco a portare a Genova un “Big” del settore e quindi potrebbe essere ancora più interessante!

SBB: Grazie Stefano! Come al solito ti lascio concludere.

SP: Grazie a te Bruno, sia per lo spazio (così generosamente concesso) che per l’aiuto dato in tutti questi anni per poterlo pubblicizzare al meglio e realizzarlo (mi ricordo al meglio la parte dirigenziale di questa dodicesima edizione). Grazie a tutti coloro che aiutano me e Fulvio Chiesa a realizzare un sogno, così lo consideriamo noi due un tale appuntamento a ricordo del nostro Maestro Vittorio Cavaleri. Grazie alla Fip Liguria, all’Usap Liguria (ref. Fede Filesi), lo staff Ardita e la società tutta Ardita, nella persona del presidente Molisani e del dirigente Valerio Livoti, ed anche al nutrito gruppo “Amici di Vittorio” che da anni supportano a vario titolo quest’appuntamento: Franco Covi Stolfa da Trieste, Giuliano Scarsi dagli USA, Mario Morabito, Alessandro Giacobbe, Andrea Cocchi, Fabrizio Giachero, Alberto Chessa, Massimo Salomone, Paolo Mattioli, Matteo Ferrari, Riccardo Palermo, Francesco Cavaliere, Roberto Contri (sua l’idea della parte dirigenziale), nella speranza che altri Amici possano aggiungersi al Gruppo perché il successo del Clinic sia anche merito loro. Grazie anche ad Alessio Viale per le ottime foto, ci ha fatto fare una bella figura con i tre relatori. Buon lavoro a te Bruno ed ancora grazie per lo spazio concesso! Alla prossima edizione. Ciao.

Ottimo! Spazio sempre concesso volentieri (tanto mica lo pago! 😉 ) per un evento organizzato con tanta dedizione. E allora in attesa di sapere, immagino tra un po’ di mesi, come sarà congegnata la XIII edizione nel dettaglio, per ora mandiamo in archivio la dodicesima e rituffiamoci nel basket giocato!

Posted in Allenatori, Eventi, Giovanili, Minibasket | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Basket Spezia Club, rilanciare la sfida! Intervista a coach Padovan

Posted by superbasketball su 26 settembre 2018

Era la sera del 12 maggio scorso quando al Palasprint si spegnevano le ultime speranze della Tarros Spezia, o Spezia Basket Club, di riequilibrare la serie di finale con il CUS e tornare a vincere il massimo campionato regionale. Subita la festa dei biancorossi sul proprio parquet, gli spezzini, dei quali vi voglio parlare oggi per l’ultima puntata della carrellata sulla C Silver di quest’anno, si sono rimessi al lavoro per preparare un nuovo assalto al campionato nella stagione 2018-2019.

Partendo da un impianto di squadra già ottimo, l’obbiettivo era migliorare ancora. La stagione scorsa i bianconeri l’hanno fatta decisamente al top: un solo vero ko inatteso, quello di Chiavari, poi le sconfitte ovviamente contro i biancorossi genovesi, con i quali hanno fatto corsa parallela, separandosi nei gironcini della seconda fase per poi ritrovarsi, secondo pronostico generalizzato, nella serie conclusiva. E chissà, fosse entrato quel tiro della staffa di Peychinov nel ritorno a Spezia durante la regular season, che come nella classica situazione di sliding door avrebbe dato ai ragazzi del presidente Caluri di fatto il vantaggio del campo nella successiva finale, conquistato invece dal CUS, forse avrei dovuto raccontarvi un altro fine primavera. I bianconeri durante la stagione hanno incassato la pesante situazione fisica di Visigalli, poi utilizzato nel finale ma ancora non al massimo delle sue capacità, ma innestato una guardia carica di punti come Gianluca Garibotto in un roster già molto buono: non facile migliorare quando si parte da una situazione già molto buona, ma ci si è dovuto provare. Il tutto per l’obbiettivo, sempre dichiarato, di andare sino in fondo e stavolta conquistare l’accesso alla categoria superiore: sino all’anno scorso c’erano gli spareggi per andare direttamente in B, da quest’anno no ma in compenso in C Gold si sale senza passare da scontri con squadre di altre regioni. C Gold che ovviamente non sarà organizzata in Liguria, bisognerà viaggiare, ma intanto avremo finalmente una ligure un livello più su. In quel posto la squadra spezzina spera proprio di arrivarci.

Ho avuto il modo di interrogare coach Andrea Padovan, confermato anche in questa annata alla guida della squadra bianconera, quindi ci facciamo raccontare da lui un po’ di cose su quello che è successo quest’estate e su quali sono le aspettative in quel di Spezia.

SBB: Ciao coach, grazie per il tuo tempo! Allora, altra stagione, altro giro. La stagione 2017-2018 per voi si è chiusa a gara4 della finale, si può dire che vi sia scivolata la serie dalle mani quando le circostanze sembravano favorevoli. In estate avete lavorato per allestire un altro roster, che possiamo senz’altro definire, come sempre, molto competitivo. Riassumi i vostri movimenti in uscita e soprattutto in entrata? Nuovi stranieri, ma non solo!

AP: Ciao! Sì, abbiamo cambiato roster sostituendo Bracci e Peychinov (ai quali auguro di cuore le migliori fortune considerando i campionati competitivi che li aspettano in serie B il primo e C Gold il secondo) con due ragazzi lituani, un play e una guardia, Šuliauskas e Kibildis. Ovviamente abbiamo cambiato la struttura della squadra…per cui siamo in piena ricerca di un’identità. Abbiamo Fazio a tempo pieno e preso Gianmarco Petani come under…per il resto siamo gli stessi, sempre in attesa del pieno recupero di Visigalli. Purtroppo Andrea Russo è ancora alle prese con il problema al ginocchio e questo mi provoca un profondo e intimo dispiacere …per come l’ho conosciuto il mio primo anno a Spezia rappresenta il mio ideale di giocatore per tenacia, personalità ed esempio costante per gli altri.

SBB: Al raduno CUS la parola d’ordine è stata “dimenticare Ferentino”, cioè piedi per terra e darci dentro. Per voi è meglio “dimenticare” la finale con i biancorossi, o anzi ricordarla molto bene? Perché poi è la seconda consecutiva persa contro gli stessi (anche se non esattamente) avversari.

AP: Non è un esercizio di memoria, prima di potersi permettere di ricordare o dimenticare bisogna quotidianamente costruire. In finale bisogna arrivarci… Se avremo la fortuna e la capacità di giocare per il quarto anno di fila la finale proveremo, nuovamente e testardamente con estrema umiltà, a vincere per cambiare questo trend negativo che ci siamo cuciti addosso. Poi che sia Cus piuttosto che Sarzana o Ospedaletti, per nominare alcune contendenti possibili, non fa differenza.

SBB: Il fatto che la formula non porti più agli spareggi per un’ipotetica e più lontana B ma a una più “vicina” C Gold che cosa cambia nelle vostre valutazioni e prospettive?

AP: Non cambia molto nelle nostre valutazioni o prospettive, avremmo voluto vincere ieri così come vorremmo vincere domani. Cambia invece nel suo complesso. La C Gold essendo un campionato più sostenibile e come dici tu più vicino piace a più società e di conseguenza si è alzato il livello dei roster e ciò rende il campionato più competitivo. Non credo ci saranno squadre che, come lo scorso anno, vinceranno 28 partite su 30.

SBB: Partendo dalle squadre che l’anno scorso sono state più vicine a voi e CUS, cosa pensi delle concorrenti di quest’anno? Chi arriverà alle semifinali, e magari quale pensi possa essere la sorpresa dell’anno?

AP: Credo che i successi di una squadra, soprattutto nei dilettanti, dipendano più da quanto si ha il piacere dello stare insieme e dalla personalità che dai nomi. Da questo punto di vista ogni squadra di questo campionato può dire la sua.

SBB: La Supercoppa incombe e di fatto avete da difendere il titolo del 2017. A una settimana dell’inizio, sarà un buon punto di partenza per capire lo stato di salute delle quattro semifinaliste dell’anno scorso. Siamo però a settembre: conta “il giusto”, vero?

AP: È una buona occasione per testare la squadra di fronte ad un appuntamento ufficiale senza cercare alibi se si perde e senza pensare di essere favoriti o forti se si vince. Quello della C Silver ligure è un campionato molto difficile da interpretare, impera tanta promiscuità di ruoli e di “tattiche”, consapevoli o no, che destabilizzano, per cui succede spesso che anche una mano di pietra magicamente diventa fatata.

SBB: Tanta Spezia quest’anno nel basket estivo, con la nazionale femminile e le amichevoli di A2 e A1, e sempre con ottime risposte in termini di partecipazione. Quanta voglia di campionati nazionali c’è sulla piazza? Quanta voglia c’è da parte vostra di provare a cavalcarla?

AP: Dal mio punto di vista Spezia ha un potenziale enorme per alzare il livello del suo basket, credo almeno fino alla B. La percezione che ho è che ci sia voglia di basket fatto bene. Alla partita amichevole di A1 tenutasi al PalaMariotti tra Sassari e Pesaro c’erano duemila persone festanti e la metà erano bambini, è facile immaginare l’impatto sociale che il buon basket potrebbe generare!

SBB: Grazie coach, ci vediamo a Borzoli!

Coach Padovan ha parlato dei due nuovi lituani, vediamo meglio chi sono. Partiamo da Darius Kibildis, classe 1992, nato a Druskininkai, guardia alta 185 cm: è il più esperto dei due, sia per età, sia per il fatto che dopo tante stagioni in seconda lega in Lituania (due anche con il suo connazionale e compagno Šuliauskas), l’anno scorso ha già assaggiato la C Silver in Italia, nella Sanbenedettese, facendo un ‘ottimo campionato, addirittura da top scorer. Si tratta quindi un giocatore con molti punti nelle mani e pericoloso dall’arco. Augustus Šuliauskas è invece un 1995, 180 cm, nato a Vilnius, ed è un play. In Lituania giocava a sua volta nella seconda lega: arrivato a Spezia ha dato dimostrazione di grande velocità, con la capacità di trovare soluzioni offensive diverse e di applicarsi anche nella propria metà campo. Vedremo questi due ragazzi all’opera in Supercoppa, per ora benvenuti in Liguria! Gli altri direi che li conosciamo sostanzialmente tutti perché a parte Gianmarco Petani, l’anno scorso a Follo, erano tutti nel gruppo 2017-2018.

L’esordio in campionato degli spezzini sarà domenica 7, in casa contro quell’Aurora che l’anno scorso tolse loro 2 punti risultati fondamentali in regular season.

Ecco qui, con il team di coach Padovan ho completato il tour della nuova C Silver. Tra tre giorni si gioca al PalaFigoi, e avremo qualche idea migliore su quattro delle squadre, quelle alle quali ho dedicato un po’ più di spazio. Ma della Supercoppa parleremo ancora!

Posted in C Silver | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

“Tutto lo sport minuto per minuto” su Telegenova oggi, con focus sul Clinic Cavaleri e sull’Ardita

Posted by superbasketball su 21 settembre 2018

logoOggi, venerdì 21 settembre alle 19.35 circa, Telegenova tramite il nostro amico Luca Lavagetto torna a dare spazio al basket ligure nella sua trasmissione “Tutto lo sport minuto per minuto”.

Si parlerà di Ardita Juventus, con il presidente Mauro Molisani e con coach Stefano Passiatore, con il quale ovviamente si presenterà anche la dodicesima edizione del Clinic Cavaleri per allenatori che si svolgerà al PalaCUS il 30 settembre.

La trasmissione andrà in replica anche lunedì 24 alla stessa ora.

Telegenova è visibile in vari modi: canale 18 del digitale terrestre, e in streaming web qui, sul sito di Telegenova. C’è anche poi la pagina Youtube di Telegenova dove credo che il video della trasmissione sarà disponibile già la settimana prossima, martedì.

Grazie a Luca e all’emittente per lo spazio concesso al nostro basket,e vi lascio con l’aperitivo, la foto di studio di conduttore e ospiti odierni!

Posted in Eventi | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

XII Clinic “Vittorio Cavaleri” – Tra due settimane appuntamento al PalaCUS, come ci spiega coach Passiatore

Posted by superbasketball su 16 settembre 2018

Come già sicuramente sapete, il 30 settembre torna il Clinic per allenatori “Vittorio Cavaleri” avrà luogo, come da alcuni anni a questa parte, al PalaCUS. La dodicesima edizione, organizzata come sempre da Ardita Juventus, in particolare da coach Passiatore, dagli “Amici di Vittorio”, dal Comitato Regionale FIP Liguria e dal CNA si terrà infatti nell’impianto genovese nella mattinata di domenica col seguente programma:

  • 8:30 – 10:00 MB – Giovanni Verde (Istr. Naz., Componente Staff Naz. Minibasket): “Lo sviluppo della capacità di adattamento e trasformazione in un quadro di abilità (9/10 anni)”
  • 9:30 – 10:00 accredito partecipanti CNA
  • 10:00 – 11:30 CNA – Francesco Raho: “Il contropiede nel Settore Giovanile: costruzione, didattica ed esercitazioni con particolare riferimento alle Categorie Under 15 e Under 16”;
  • 11:30 – 13:00 CNA – Marco Ramondino: “Principi di difesa individuale ed esercizi nelle Categorie Giovanili e Senior”
  • MB: La partecipazione darà titolo a 3 crediti (biennio 2018/2019) a quanti parteciperanno (SE IN REGOLA CON IL TESSERAMENTO ISTRUTTORI MB nel biennio).
  • CNA: 3 crediti PAO per la stagione sportiva in corso o, per coloro che devono ancora recuperare i crediti, per la stagione precedente

Da quando ve ne do notizia qui sul blog, e siamo già prossimi alla doppia cifra, lo faccio sempre intervistando coach Passiatore. Potevo risparmiarvi questa usanza? No, eccolo qui!

Coach Passiatore

SBB: Ciao coach, anche quest’anno siamo arrivati a parlare dell’edizione del Clinic Cavaleri per allenatori, ed è la dodicesima. Il 30 settembre al PalaCUS come al solito ci sono tre argomenti, che sono minibasket, giovanili e senior, anche quest’anno con tre relatori di rilievo. Come al solito tanto lavoro di preparazione, vero?

SP: Ciao Braun, a te ed ai tuoi lettori. Fase di preparazione molto snella, il settore MB ci manda un nuovo componente della commissione nazionale MB, Giovanni Verde (operativo in MB Ebro Milano), Francesco Raho riesco a portarlo a Genova quest’anno, sfruttando il fatto che è il Responsabile Tecnico del settore giovanile di Fiat Torino (Lega A) mentre Marco Ramondino lo inseguo da un paio d’anni e quest’anno, dopo la super stagione a Casale Monferrato, riesco a portarlo a Genova sfruttando invece il fatto che per il momento è fermo (stranezze del nostro movimento).

SBB: In effetti è una cosa piuttosto singolare. Ma andiamo con ordine e iniziamo dal primo relatore, Giovanni Verde che interverrà per il settore Minibasket.

SP: Come detto prima, sono contento che tre ottimi relatori, provenienti da realtà diverse, avranno modo di far vedere come lavorano ad un pubblico che, altrimenti, avrebbe qualche difficoltà a realizzare tale opportunità. Giovanni Verde, oltre che essere da poco stato inserito nello staff nazionale, avrà anche la possibilità di coniugare il lavoro del MB con il lavoro del settore giovanile, essendo lui tesserato e seguendo una squadra Under 18, come allenatore CNA.

SBB: Passando alla parte CNA, il secondo relatore, Francesco Raho, che da tre anni guida il settore giovanile di Fiat Torino, si concentrerà sulle giovanili e sul contropiede.

SP: Coach Raho lo seguo da quando faceva ottimo lavoro a Corato e quindi, sfruttando il fatto che lavora a Torino, riesco a proporre a Genova un valente allenatore che prima lavorava sulla base vera (dilettantismo) e che, grazie alla gavetta, adesso lavora in un settore giovanile importante. Il contropiede è l’anima delle giovanili (argomento preferito di Cavaleri insieme alla difesa) sia per l’alta influenza della velocità (e del lavoro) da fare sui fondamentali per poterlo giocare al meglio, sia per aiutare i ragazzi ad appassionarsi sempre più a questo meraviglioso sport.

SBB: A chiudere la mattinata ci penserà Marco Ramondino, che a Casale ha fatto benissimo, e che sarà focalizzato sulla difesa individuale.

SP: Coach Ramondino come già detto lo inseguo da un paio d’anni: grazie al fatto che in questo momento è fermo (ma credo per poco) riesco a proporlo ai miei colleghi liguri. La sua relazione sarà sicuramente ottima sia perché è un ottimo allenatore ma soprattutto perché è un ottimo istruttore del settore giovanile nonché sempre disponibile (come il Guru del settore Giordano Consolini), nonché allievo di Andrea Capobianco.Vedremo e sentiremo sicuramente un’ottima lezione tecnica.

SBB: L’evento è nello stesso weekend della Supercoppa di C Silver, che si svolge però di pomeriggio, quindi spero che quella domenica mattina non ci siano scuse per non presentarsi al PalaCUS! Anzi, chi viene da fuori dopo può fare la full immersion sino a sera tardi. Facciamo il solito invito formale? Lo fai tu o lo facciamo fare a coach Pastore 😉 ?

SP: Lo faccio io, ci mancherebbe, coach Pastore era solo uno stratagemma per dare forma all’omaggio fatto al gruppo di Amici che mi hanno accompagnato in questi “primi” 30 anni di pallacanestro. Grazie alla FIP, all’Usap Liguria,ed al nutrito Gruppo “Amici di Vittorio”, oltre che alla mia società Ardita Juventus Nervi ogni anno riusciamo a proporre un ottimo evento di aggiornamento (dirigenziale e poi tecnico) per ricordare una persona per noi molto importante. Fare Clinic in suo nome (Vittorio Cavaleri) ci aiuta a sentirlo ancora vicino, anche se poi, in tutti noi che operiamo in Ardita, ognuno di noi ha la sensazione di averlo sempre al nostro fianco a dare i suoi preziosi consigli. Io ne ho approfittato per un po’ più di anni degli altri ma anche tutti i miei colleghi “nerviesi” potrebbero dire la stessa cosa. Vi aspettiamo numerosi e sicuramente sarà stata un’ottima scelta! Grazie a tutti e …We love this sport!

SBB: Grazie Stefano, ci vediamo là!

SP : Grazie Bruno per l’aiuto dato in tutti questi anni a pubblicizzarlo al meglio. A domenica 30 settembre anche con te. Grazie a tutti!

Quindi, sveglia presto domenica 30, specie voi del minibasket, e rotta su Genova!

Posted in Allenatori, Eventi, Giovanili, Minibasket | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Under 14/M – Il My Basket Genova vince il titolo italiano CSI

Posted by superbasketball su 8 luglio 2018

Come molti di voi sanno, il “circuito” FIP è sicuramente il più ampio ed importante nel basket italiano, direttamente collegato alle federazione internazionali, eccetera. Ma non è l’unico e ve ne sono altri che svolgono attività magari complementari o solo parzialmente sovrapposte, e in questo senso anche compatibili in quanto non ci sono vincoli alla partecipazione da parte di tesserati FIP.

E’ il caso del CSI; ovvero dei tornei del Centro Sportivo Italiano. A Genova il CSI locale quest’anno ha organizzato tornei delle categorie Under 14, Under 12 e Under 10, con partecipazioni anche da Savona e Acqui Terme. Le gare si sono svolte da gennaio a maggio 2018 e hanno visto di fatto imporsi in tutte e tre le categorie i ragazzi del My Basket Genova.

Come rappresentanti liguri, le tre formazioni genovesi hanno potuto quindi partecipare alle finali nazionali di Cesenatico. Qui oltre a due quinti posti ottenuti dalle squadre più giovani Under 12 e Under 10, il My ha addirittura centrato il titolo italiano 2018, battendo la folta concorrenza e in particolare in finale i pugliesi del Mesagne! Complimenti ai ragazzi e allo staff per il bel successo, che arriva ben otto anni dopo il successo dell’Athletic Genoa di Pansolin e Griffanti Bartoli nell’Under 16 a Lignano nel 2010, riportando la Liguria al top anche in questo circuito, e sarà un caso ma quest’anno non è il primo exploit a cui assistiamo, per cui forse se una rondine non fa primavera, qualche rondine potrebbe magari annunciare che l’inverno non è più così rigido? Speriamo! Quanto al My, società giovane, partecipa a queste finali dal 2014, e finalmente raggiunge il gradino più alto del podio, dopo aver sfiorato, con ragazzi di questo gruppo, anche il titolo regionale FIP vinto dal Canaletto.

Ho chiesto direttamente a coach Innocenti di raccontarmi l’annata CSI in questa breve intervista, per cui lo ringrazio nuovamente!

.
Qui invece varie foto delle squadre, dei ragazzi e dei festeggiamenti, gentilmente fornite dal presidente My Schicchitano. Cliccate sulla foto per aprire l’album di Flickr!

2018 Finali Nazionali CSI My Basket Genova.

Non c’è che dire, un finale di stagione non privo di soddisfazioni per il basket ligure! Ora il testimone passa ai singoli che giocheranno nelle varie nazionali giovanili. Anche solo ripetere quanto successo l’anno scorso sarebbe bellissimo!

Posted in Campionati, CSI, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

XII Clinic “Vittorio Cavaleri” – Sabato 21 aprile al CONI di Genova la Parte Dirigenziale, intervista con Stefano Passiatore

Posted by superbasketball su 16 aprile 2018

Vi avevo promesso di tornare a presentare il seminario dirigenziale del Clinic “Vittorio Cavaleri” che si terrà nella mattinata di sabato 21 aprile, nella sede del CONI genovese, ed eccomi qua. Lo faccio come al solito insieme a coach Passiatore dell’Ardita Juventus 1906, che insieme agli Amici di Vittorio e al Comitato Regionale FIP Liguria ha preparato questa edizione.

SBB: Ciao Stefano! Allora, ne abbiamo già parlato in occasione del nostro Pesce d’Aprile, per il quale naturalmente ci aspettiamo la nomination all’Oscar, niente di meno 😉 , ma ci torniamo ovviamente su perché allora non avevamo potuto parlare dei dettagli. Ormai è un appuntamento fisso, la FIP Liguria ha infatti ormai inserito questo seminario nel suo calendario, insomma torna il Memorial Cavaleri nella sua versione Dirigenziale, con il seminario presso la Casa delle Federazioni.

SP: Buongiorno a te ed ai tuoi lettori! Grazie per la nomination (cosa mi riesci a far fare !!) ma preferisco parlare di una cosa a cui teniamo molto ed è la Parte Dirigenziale della Dodicesima edizione del Clinic Cavaleri. Sabato mattina prossima (21/04/2018 ore 10/13) saremo in casa FIP (Casa delle Federazioni, Salone delle Riunioni) ad aggiornarci con il lavoro fatto e spiegato da tre relatori di assoluto livello.

SBB: Il format non cambia, perché i relatori sono tre, due affermati dirigenti del mondo del basket prima di tutto, e poi la solita escursione fuori dalla palla a spicchi per carpire qualcosa, anche questa volta dal mondo del calcio. Raccontiamo chi sono gli ospiti di sabato prossimo?

SP: Bene! Fabio Bruttini, una vita all’interno del basket, sarà bello sentire come ha lavorato in tutti questi anni per portare e tenere ai vertici del panorama giovanile e non la sua Virtus Siena, oltre ai numerosi aneddoti sul nostro mondo del basket nazionale visto che ha anche avuto dei ruoli di assoluto prestigio come Dirigente di Società e di Lega. Marco Martelli (d.G. Junior Casale Monferrato), altro ottimo dirigente che ha saputo lavorare al meglio vicino ad esperti del settore per poi provare a farcela con le proprie gambe e con le proprie idee. Ottimo ascoltarlo anche su come riescono ad essere ben radicati sul territorio, ci sarà da prendere molti appunti! Marco Caroli (direttore Marketing U.C. Sampdoria) ci darà anche la versione dei cugini blucerchiati di come si lavora in una città prettamente calciofila e ci permetterà di colmare una lacuna (l’altra metà della Genova calcistica) visto che abbiamo avuto già un dirigente del Genoa Calcio. Spero in una buona affluenza anche di dirigenti del calcio ligure, in assoluta tendenza come lo scorso anno.

SBB: Virtus Siena, Casale e Sampdoria sono società dalle quali c’è certamente molto da imparare, e l’esperienza che si sono fatti i tre relatori, Bruttini addirittura da 30 anni presidente, sarà credo sicuramente di grande interesse per chi vorrà venire al CONI.

SP: Essere presenti a queste occasioni di aggiornamento per Dirigenti (tra l’altro ancora molto poche sul territorio nazionale, per cui questa è un’assoluta delizia che la FIP Liguria mette sul tavolo per i dirigenti del movimento ligure) è fondamentale se si vogliono far fare dei salti di qualità alle proprie realtà societarie. Vedere come lavorano ottimi dirigenti nel loro ambito può aiutare molto a capire se ci possano essere delle occasioni da sfruttare anche da noi in Liguria.

SBB: Quindi chiamiamo a raccolta i dirigenti liguri, ricordando che la loro figura dalle nostre parti coincide molto spesso anche con gli allenatori, che spesso devono cambiare cappello e ricoprire entrambi i ruoli

SP: Eh sì spesso gli allenatori di molte realtà sono anche dirigenti, ed infatti in questi due anni abbiamo avuto un’ottima affluenza di allenatori, ma iniziano ad essere presenti anche Dirigenti puri, per cui spero vada sempre meglio.

SBB: Perciò, tutti al CONI di Genova sabato mattina! Magari possiamo dare anche qualche consiglio logistico per chi volesse arrivare sul posto con i mezzi propri.

SP: Certamente: l’orario aiuta, la posizione pure, per cui sia con mezzi propri (auto, molti i parcheggi vicino alla FIP, oltre che in moto, spazi anche per loro nella piazzetta superiore davanti alla chiesa), oppure con i mezzi pubblici vi aspettiamo numerosi sabato prossimo. Grazie mille a te Bruno per il risalto che dai alle nostre iniziative a ricordo di Vittorio Cavaleri. A sabato allora!

Vi ricordo il programma della mattinata (e, no, non ci sono punti PAO, perché non è un clinic per allenatori, ovviamente):

  • ore 10,00-11,00 Dott. Fabio Bruttini (Presidente Virtus Siena) con argomento : “50 Anni di Basket: la Virtus Siena con il suo Settore Giovanile e tanto altro”;
  • ore 11,00-12,00 Dott. Marco Martelli (Direttore Generale Junior Casale) con argomento: “Junior Casale: identità ed engagement del territorio”;
  • ore 12,00-13,00 Dott. Marco Caroli (Direttore Marketing U. C. Sampdoria e fondatore di Smart Sport agenzia di comunicazione e marketing) con argomento: “L’evoluzione delle sponsorizzazioni sportive”.

A sabato!

Posted in Allenatori, Eventi, Giovanili, Minibasket | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Liguria verso l’Eccellenza – Intervista a coach Pastore dell’Ardita Juventus

Posted by superbasketball su 1 aprile 2018

Rubrica “Liguria verso l’Eccellenza”: torno alle interviste con gli allenatori di squadre che giocano nei campionati di Eccellenza, e oggi nell’occasione intervisto un protagonista dell’annata. Parlo dell’allenatore dell’Under 18 che disputa l’Eccellenza, in Piemonte e ora nell’interregionale, coach Stefano Pastore dell’Ardita Juventus.

Come al solito ho chiacchierato con lui della stagione, di come è nata l’idea di partecipare a questo difficile torneo e soprattutto di come è successo che siano addirittura, partendo da totali sorprese, ancora in lizza per qualificarsi agli spareggi! Prendetevi una ventina di minuti per coach Pastore!

.

Grazie ancora a coach Pescatore per la sua disponibilità!

Posted in Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Liguria verso l’Eccellenza – Intervista a Giovanni Baiardo coach genovese di Stella Azzurra e Fortitudo Roma

Posted by superbasketball su 1 febbraio 2018

Se pensavate che la rubrica “Liguria verso l’Eccellenza” fosse morta, beh è viva e vegeta! Intanto perché con gennaio sono ripartiti i gironi (e al più presto farò il punto), e poi perché c’è ancora molto da dire, dentro e fuori dalla Liguria! E quindi, via con la nona puntata!

Oggi andiamo mooooolto fuori! Scendiamo sino nella Capitale, per via telefonica naturalmente, perché è lì che da alcune stagioni sta facendo grandi esperienze un giovanissimo coach genovese, Giovanni Baiardo. Il ragazzo sta venendo su bene, perché dalle prime esperienze genovesi a Granarolo e poi CAP, dopo il trasferimento a Roma nella mitica Stella Azzurra per lui c’è stata una girandola di emozioni, inframmezzate a duro lavoro, e tante soddisfazioni: l’anno scorso un titolo nazionale da capo allenatore e uno di eccellenza da assistente, la vittoria nell’EYBL da capo allenatore. Quest’anno, l’incarico di head coach alla Fortitudo Roma in C Silver, con 15 vittorie consecutive e l’onore di allenare nientemeno che David Hawkins, sì, QUEL David Hawkins, il mitico “Falco”!

Il video dell’intervista vi porterà via una buona mezzora, ma credo che sia interessante: soprattutto la descrizione del metodo di lavoro della Stella Azzurra, per cui secondo me potreste, certificando di aver ascoltato tutta l’intervista, chiedere almeno 1-2 punti PAO, se siete allenatori ;-)!

.

Grazie a coach Baiardo per la disponibilità! Alla prossima!

Posted in Allenatori, C Silver, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Intervista a coach Padovan

Posted by superbasketball su 11 gennaio 2018

La C Silver riparte nel weekend (in realtà stasera a Chiavari sono in campo Aurora e Ospedaletti per il recupero) e soprattutto siamo tutti in attesa del big match del girone di ritorno (moooolto probabilmente), ovvero la partita del Palasprint tra Tarros Spezia e Cus Genova, che potrebbe decidere, o quantomeno influirà su, la prima posizione in questa prima fase. Come sapete, il Cus deve difendere il +4 ottenuto a Genova, mentre i bianconeri vincendo scavalcherebbero i ragazzi di Pansolin e Taverna, pur a pari punti.

Con l’obbiettivo di parlare della gara di domenica, ma non solo, ho avuto la disponibilità di coach Andrea Padovan, l’allenatore degli spezzini, per un’intervista telefonica che si è estesa sino a una mezzora di chiacchierata, in cui abbiamo spaziato 😉 . Non solo la C Silver, ma anche la Supercoppa e in generale il racconto di questa prima parte di stagione per lo Spezia Basket Club, chiudendo con la recente partecipazione vincente al torneo “Canestri senza reti” di Ivrea della selezione Under 14 maschile regionale della quale lui stesso era allenatore (avendo come assistente proprio Marco Dufour, cussino doc, e coach Toselli come dirigente accompagnatore, ironicamente!). Coach Padovan ha condito in tutto con un po’ della sua filosofia, specialmente per quanto riguarda il rapporto con i giovani. Una mezzora ben spesa se vorrete ascoltare! Enjoy!

E grazie ancora a coach Padovan per il tempo dedicatomi (dedicatovi)!

Posted in C Silver, Eventi, Giovanili, SuperCoppa Liguria | Contrassegnato da tag: , , , , , | 1 Comment »

Liguria verso l’Eccellenza – Intervista a Giovanni Piastra del Basket Pegli

Posted by superbasketball su 16 dicembre 2017

Settima puntata della rubrica “Liguria verso l’Eccellenza”: oggi parliamo con l’ultima (nell’ordine da me inventato per il giro, “last but not least” come dicono gli anglosassoni) società ligure coinvolta, ovvero Basket Pegli, e lo facciamo con coach Giovanni Piastra.

Il Basket Pegli ha iniziato a giocare in Eccellenza in Piemonte l’anno scorso, ma coach Piastra ha partecipato anche all’avventura del CAP negli anni predecenti, e per una stagione anche a quella di Pallacanestro Vado: un piccolo record in Liguria, l’Eccellenza in 3 società diverse! Come sentirete ha anche espresso il suo parere sull’idea di un’Eccellenza ligure…non vi spoilero nulla, ascoltate l’intervista!

.

Grazie anche a coach Piastra per la disponibilità!

“Liguria verso l’Eccellenza” prosegue, abbiamo finito le interviste “introduttive” ma ovviamente sono solo l’aperitivo, quindi tenete d’occhio il blog e la pagina Facebook! Alla prossima!

Posted in C Silver, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Liguria verso l’Eccellenza – Intervista a Luca Macchiavello del Tigullio Sport Team

Posted by superbasketball su 11 dicembre 2017

Sesta puntata della rubrica “Liguria verso l’Eccellenza”, abbiamo quasi completato il giro delle società liguri che portano squadre fuori regione, e oggi la società protagonista è una di quelle che questo processo l’aveva già iniziato anni fa.

Il Tigullio Sport Team di Santa Margherita infatti già da alcuni anni ha cominciato a far giocare i propri ragazzi, quando possibile, in Piemonte: questa è la terza stagione consecutiva in cui la società biancorossa ha almeno una squadra a giocare oltre i Giovi. E oltre all’Eccellenza ed Elite piemontese è riuscita anche a infiltrarsi in una competizione di livello europeo come EYBL, piazzandosi addirittura terza due stagioni fa!

Per raccontare le esperienze dei ragazzi sammargheritesi, oggi ho intervistato coach Luca Macchiavello, che quest’anno allena proprio il gruppo che disputa l’Elite Under 18 in Piemonte. Ecco qui!

.

Grazie coach per la lunga chiacchierata!

“Liguria verso l’Eccellenza” continuerà a breve con altre interviste e contributi, quindi tenete d’occhio il blog e la pagina Facebook!

Posted in C Silver, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Liguria verso l’Eccellenza – Intervista ad Eliana Carbonell del Blue Sea Basket Lavagna

Posted by superbasketball su 8 dicembre 2017

Quinta puntata della rubrica “Liguria verso l’Eccellenza”: torno a presentarvi un’intervista per raccontarvi la realtà di una delle società che fanno Eccellenza piemontese, anche in questo caso come in quello del CUS Genova, per la categoria Under 16.

E’ un esempio interessante anche perché per qualcuno può essere normale pensare che per affrontare un campionato come uno d’Eccellenza, e per essere accettato, sia indispensabile avere alle spalle una società già ben consolidata, di tradizione. E invece qui abbiamo un sodalizio che è nato 3 anni fa, e che già dall’anno scorso percorre le strade della pianura padana superiore con i propri ragazzi!

Infatti oggi vi presento Eliana Carbonell, responsabile del settore giovanile dalla Blue Sea Basket Lavagna, e allenatrice proprio del gruppo Under 16 d’Eccellenza. Eccola qui!

.

Grazie Eliana! La tesi dell’Eccellenza come momento di crescita dei ragazzi trova conferma anche a Lavagna dunque.

Stay tuned su “Liguria verso l’Eccellenza”! E se volete commentare, sia qui sia su Facebook, è gratis!

Posted in C Silver, Giovanili | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: