SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

"la passione, solo la passione"

Posts Tagged ‘Mercato’

C Silver – Basket Spezia Club, rilanciare la sfida! Intervista a coach Padovan

Posted by superbasketball su 26 settembre 2018

Era la sera del 12 maggio scorso quando al Palasprint si spegnevano le ultime speranze della Tarros Spezia, o Spezia Basket Club, di riequilibrare la serie di finale con il CUS e tornare a vincere il massimo campionato regionale. Subita la festa dei biancorossi sul proprio parquet, gli spezzini, dei quali vi voglio parlare oggi per l’ultima puntata della carrellata sulla C Silver di quest’anno, si sono rimessi al lavoro per preparare un nuovo assalto al campionato nella stagione 2018-2019.

Partendo da un impianto di squadra già ottimo, l’obbiettivo era migliorare ancora. La stagione scorsa i bianconeri l’hanno fatta decisamente al top: un solo vero ko inatteso, quello di Chiavari, poi le sconfitte ovviamente contro i biancorossi genovesi, con i quali hanno fatto corsa parallela, separandosi nei gironcini della seconda fase per poi ritrovarsi, secondo pronostico generalizzato, nella serie conclusiva. E chissà, fosse entrato quel tiro della staffa di Peychinov nel ritorno a Spezia durante la regular season, che come nella classica situazione di sliding door avrebbe dato ai ragazzi del presidente Caluri di fatto il vantaggio del campo nella successiva finale, conquistato invece dal CUS, forse avrei dovuto raccontarvi un altro fine primavera. I bianconeri durante la stagione hanno incassato la pesante situazione fisica di Visigalli, poi utilizzato nel finale ma ancora non al massimo delle sue capacità, ma innestato una guardia carica di punti come Gianluca Garibotto in un roster già molto buono: non facile migliorare quando si parte da una situazione già molto buona, ma ci si è dovuto provare. Il tutto per l’obbiettivo, sempre dichiarato, di andare sino in fondo e stavolta conquistare l’accesso alla categoria superiore: sino all’anno scorso c’erano gli spareggi per andare direttamente in B, da quest’anno no ma in compenso in C Gold si sale senza passare da scontri con squadre di altre regioni. C Gold che ovviamente non sarà organizzata in Liguria, bisognerà viaggiare, ma intanto avremo finalmente una ligure un livello più su. In quel posto la squadra spezzina spera proprio di arrivarci.

Ho avuto il modo di interrogare coach Andrea Padovan, confermato anche in questa annata alla guida della squadra bianconera, quindi ci facciamo raccontare da lui un po’ di cose su quello che è successo quest’estate e su quali sono le aspettative in quel di Spezia.

SBB: Ciao coach, grazie per il tuo tempo! Allora, altra stagione, altro giro. La stagione 2017-2018 per voi si è chiusa a gara4 della finale, si può dire che vi sia scivolata la serie dalle mani quando le circostanze sembravano favorevoli. In estate avete lavorato per allestire un altro roster, che possiamo senz’altro definire, come sempre, molto competitivo. Riassumi i vostri movimenti in uscita e soprattutto in entrata? Nuovi stranieri, ma non solo!

AP: Ciao! Sì, abbiamo cambiato roster sostituendo Bracci e Peychinov (ai quali auguro di cuore le migliori fortune considerando i campionati competitivi che li aspettano in serie B il primo e C Gold il secondo) con due ragazzi lituani, un play e una guardia, Šuliauskas e Kibildis. Ovviamente abbiamo cambiato la struttura della squadra…per cui siamo in piena ricerca di un’identità. Abbiamo Fazio a tempo pieno e preso Gianmarco Petani come under…per il resto siamo gli stessi, sempre in attesa del pieno recupero di Visigalli. Purtroppo Andrea Russo è ancora alle prese con il problema al ginocchio e questo mi provoca un profondo e intimo dispiacere …per come l’ho conosciuto il mio primo anno a Spezia rappresenta il mio ideale di giocatore per tenacia, personalità ed esempio costante per gli altri.

SBB: Al raduno CUS la parola d’ordine è stata “dimenticare Ferentino”, cioè piedi per terra e darci dentro. Per voi è meglio “dimenticare” la finale con i biancorossi, o anzi ricordarla molto bene? Perché poi è la seconda consecutiva persa contro gli stessi (anche se non esattamente) avversari.

AP: Non è un esercizio di memoria, prima di potersi permettere di ricordare o dimenticare bisogna quotidianamente costruire. In finale bisogna arrivarci… Se avremo la fortuna e la capacità di giocare per il quarto anno di fila la finale proveremo, nuovamente e testardamente con estrema umiltà, a vincere per cambiare questo trend negativo che ci siamo cuciti addosso. Poi che sia Cus piuttosto che Sarzana o Ospedaletti, per nominare alcune contendenti possibili, non fa differenza.

SBB: Il fatto che la formula non porti più agli spareggi per un’ipotetica e più lontana B ma a una più “vicina” C Gold che cosa cambia nelle vostre valutazioni e prospettive?

AP: Non cambia molto nelle nostre valutazioni o prospettive, avremmo voluto vincere ieri così come vorremmo vincere domani. Cambia invece nel suo complesso. La C Gold essendo un campionato più sostenibile e come dici tu più vicino piace a più società e di conseguenza si è alzato il livello dei roster e ciò rende il campionato più competitivo. Non credo ci saranno squadre che, come lo scorso anno, vinceranno 28 partite su 30.

SBB: Partendo dalle squadre che l’anno scorso sono state più vicine a voi e CUS, cosa pensi delle concorrenti di quest’anno? Chi arriverà alle semifinali, e magari quale pensi possa essere la sorpresa dell’anno?

AP: Credo che i successi di una squadra, soprattutto nei dilettanti, dipendano più da quanto si ha il piacere dello stare insieme e dalla personalità che dai nomi. Da questo punto di vista ogni squadra di questo campionato può dire la sua.

SBB: La Supercoppa incombe e di fatto avete da difendere il titolo del 2017. A una settimana dell’inizio, sarà un buon punto di partenza per capire lo stato di salute delle quattro semifinaliste dell’anno scorso. Siamo però a settembre: conta “il giusto”, vero?

AP: È una buona occasione per testare la squadra di fronte ad un appuntamento ufficiale senza cercare alibi se si perde e senza pensare di essere favoriti o forti se si vince. Quello della C Silver ligure è un campionato molto difficile da interpretare, impera tanta promiscuità di ruoli e di “tattiche”, consapevoli o no, che destabilizzano, per cui succede spesso che anche una mano di pietra magicamente diventa fatata.

SBB: Tanta Spezia quest’anno nel basket estivo, con la nazionale femminile e le amichevoli di A2 e A1, e sempre con ottime risposte in termini di partecipazione. Quanta voglia di campionati nazionali c’è sulla piazza? Quanta voglia c’è da parte vostra di provare a cavalcarla?

AP: Dal mio punto di vista Spezia ha un potenziale enorme per alzare il livello del suo basket, credo almeno fino alla B. La percezione che ho è che ci sia voglia di basket fatto bene. Alla partita amichevole di A1 tenutasi al PalaMariotti tra Sassari e Pesaro c’erano duemila persone festanti e la metà erano bambini, è facile immaginare l’impatto sociale che il buon basket potrebbe generare!

SBB: Grazie coach, ci vediamo a Borzoli!

Coach Padovan ha parlato dei due nuovi lituani, vediamo meglio chi sono. Partiamo da Darius Kibildis, classe 1992, nato a Druskininkai, guardia alta 185 cm: è il più esperto dei due, sia per età, sia per il fatto che dopo tante stagioni in seconda lega in Lituania (due anche con il suo connazionale e compagno Šuliauskas), l’anno scorso ha già assaggiato la C Silver in Italia, nella Sanbenedettese, facendo un ‘ottimo campionato, addirittura da top scorer. Si tratta quindi un giocatore con molti punti nelle mani e pericoloso dall’arco. Augustus Šuliauskas è invece un 1995, 180 cm, nato a Vilnius, ed è un play. In Lituania giocava a sua volta nella seconda lega: arrivato a Spezia ha dato dimostrazione di grande velocità, con la capacità di trovare soluzioni offensive diverse e di applicarsi anche nella propria metà campo. Vedremo questi due ragazzi all’opera in Supercoppa, per ora benvenuti in Liguria! Gli altri direi che li conosciamo sostanzialmente tutti perché a parte Gianmarco Petani, l’anno scorso a Follo, erano tutti nel gruppo 2017-2018.

L’esordio in campionato degli spezzini sarà domenica 7, in casa contro quell’Aurora che l’anno scorso tolse loro 2 punti risultati fondamentali in regular season.

Ecco qui, con il team di coach Padovan ho completato il tour della nuova C Silver. Tra tre giorni si gioca al PalaFigoi, e avremo qualche idea migliore su quattro delle squadre, quelle alle quali ho dedicato un po’ più di spazio. Ma della Supercoppa parleremo ancora!

Annunci

Posted in C Silver | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Le semifinaliste dell’anno scorso: Ospedaletti e Vado

Posted by superbasketball su 25 settembre 2018

Quarta puntata dell’analisi delle squadre di C Silver: nella prima abbiamo parlato del CUS Genova campione, nella seconda di con Sarzana, Aurora e Sestri, nella terza di Ardita, Pegli, Pro Recco e Tigullio. Ne mancano tre, e oggi parleremo delle due che l’anno scorso, anzi pochi mesi fa, hanno conteso a CUS e Spezia l’accesso alla finale, le semifinaliste che tra l’altro sabato e domenica nella Supercoppa ritroveranno proprio le due finaliste per disputarsi la seconda edizione di questo trofeo. Del team spezzino parleremo poi in un post a parte, lo merita quanto il CUS.

Ordine alfabetico alla mano, è il Basket Ospedaletti in primo club di cui voglio parlarvi oggi. Gli orange l’anno scorso hanno costruito un gruppo competitivo, che ha lottato a lungo con Vado e Tigullio per le posizioni di rincalzo dietro a CUS e Spezia, e poi nel gironcino della seconda fase ha resistito al tentativo dell’Aurora Chiavari conquistandosi la semifinale con i cussini, persa secondo pronostico ma non senza buone prestazioni e buone chances di portare a casa almeno un punto nella serie grazie a rimonte incredibili in entrambe le gare poi andate ai genovesi. La società di Coach Lupi ha cambiato molti giocatori durante l’estate e ce lo racconta proprio il tecnico ospedalettese: “Eccomi Bruno! Il roster di quest’anno è profondamente cambiato: abbiamo voluto dare un senso più territoriale alla squadra, pertanto 9/11 dei ragazzi proviene dalla provincia di Imperia. Ben tre i cavalli di ritorno, tutti provengono dalle giovanili Orange e sono Luca Gilardino, Fabio Rossi e Giacomo Formica, rispettivamente play, guardia e ala. Poi due ragazzi di Diano Marina, il promettente Rocco Olivari e l’ala del 2000 Matteo Cologgi. Dello scorso anno sono rimasti Colombo, Michelis , Revetria, Carlucci , Zunino e Vivo, un mix di giovani ed esperti che vuole iniziare un nuovo trend della valorizzazione di giocatori della provincia. In fin dei conti sono anni che siamo il faro di tutto il movimento ponentino. Purtroppo a malincuore abbiamo perso e lasciato andare Cacace, Cavallaro, Generale, e Cruz che è rimasto in Spagna per motivi di lavoro. Gli obiettivi quest’anno sono di arrivare nelle prime otto e valorizzare i giovani talenti; vorrei anche sottolineare la presenza nello staff tecnico di Ezio Archimede (dall’Imperia, al posto dello storico coach Fabio Carbonetto, N.d.SBB) che mi affiancherà sia in C Silver che nell’under 18 insieme allo storico preparatore atletico Marco Calzia“. Certamente molti cambiamenti, per un roster che dovrà far vedere il proprio valore sul campo, magari a cominciare da sabato, quando al Figoi affronterà di nuovo in semifinale il CUS anche per la Supercoppa, ma poi anche a partire dall’esordio, che vedrà i ragazzi di Lupi ospitare il Sestri di Mariotti sabato 6 ottobre alle 18.

L’altra semifinalista, sconfitta 0-2 dalla Tarros Spezia, come ricorderete fu la Pallacanestro Vado: i biancorossi, partiti già giovanissimi con i soli “senior” Prato e Ottone, poi persi entrambi per infortunio, è riuscita nell’impresa di arrivare nelle quattro con un’età media inferiore ai 18 anni, togliendosi il lusso di battere in casa il CUS e di strappare la qualificazione alla fase ad eliminazione diretta davanti al Tigullio, e già questo dice tutto sull’atipicità della squadra vadese, fattore che quest’anno non cambierà, anzi. Infatti, si punta ancora di più sull’Under 18. In panca un po’ di rivoluzione, Simone Imarisio head coach e Samuele Dagliano e Dario La Rocca assistenti. Ci racconta proprio il neo primo allenatore biancorosso: “Per questa nuova stagione di C Silver ci presentiamo con una squadra ancora più giovane. Giocheremo infatti con lo stesso roster che parteciperà al campionato under 18 eccellenza, senza innesti senior. Chiederemo ai nostri giovani un ulteriore passo avanti, sarà un difficile esame di maturità in un campionato che conosco poco a parte qualche nome noto, ma che sicuramente si è alzato come livello medio rispetto alla passata stagione, con diverse squadre che si sono attrezzate per raggiungere almeno i playoffs. Lavoreremo per cercare di crescere durante la stagione cercando di fare sempre meglio. Per sostituire i senior abbiamo inserito Pietro Cirillo, 2001 proveniente dalle giovanili di Spezia, e Matteo Bondì, altro 2001, la stagione scorsa tra Pontedera ed Empoli. L’altra novità è rappresentata dal coach che è cambiato. Dopo due stagioni a Vado nelle varie squadre giovanili, torno a fare un campionato senior dopo l’esperienza in C Gold piemontese ad Alessandria tre stagioni fa. Per me è un’esperienza stimolante in un campionato che non conosco e che sarà certamente molto competitivo“. In bocca al lupo per l’esordio in C Silver a coach Imarisio: esordio previsto per sabato 6, al Pallone Geodetico, contro l’Ardita di Chiesa, ma prima, sabato 29, i vadesi si incroceranno nella semifinale di Supercoppa contro Spezia, e poi ovviamente avranno anche una delle due finali.

Come promesso, ancora un’altra puntata di questa carrellata sulle squadre di C Silver, poi daremo la parola al campo!

Posted in C Silver | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

C Silver – Il punto su Ardita, Pegli, Recco e Tigullio, con il contributo di tecnici e dirigenti

Posted by superbasketball su 21 settembre 2018

Continua la mia carrellata sulle squadre di C Silver, iniziata con il CUS campione, e proseguita con Sarzana, Aurora e Sestri. Vi presento oggi altre quattro squadre, sempre, come dicevo già la volta scorsa, con il contributo di tecnici e dirigenti delle relative società, che ringrazio. Ne restano tre, che sono state nelle prime 4 l’anno scorso e alle quali dedicherò un po’ più di spazio anche perché nel weekend di fine settembre si sfideranno insieme al CUS nella Supercoppa.

Oggi mi sembra giusto utilizzare il puro ordine alfabetico e quindi cominciamo dall’Ardita Juventus, che l’anno scorso dovette passare, per ottenere la salvezza, dal playout vincente contro il Follo. I nerviesi sono in attesa di un nuovo impianto, e manterranno la “casa” al PalAllende che nel frattempo è stato migliorato con un bel parquet. Per coach Chiesa questa stagione sarà comunque in continuità con quella dell’anno scorso, come ci spiega lui stesso: “Per noi sarà una stagione di esami e dure prove, in quanto incontreremo squadre di alto livello e altre che hanno fatto investimenti importanti per elevarsi nella parte alta della classifica. Noi non cambiamo la nostra filosofia di lavoro. Investiamo sui nostri 2002 che dovranno esordire quest’anno. E la società ora è impegnata nella costruzione del nuovo impianto, ed investire 7-8000 euro per arrivare quinto o sesto non avrebbe senso. Abbiamo una squadra giovanissima con le conferme senior della scorsa stagione (tranne Manica e Bovone) e questo darà più stimoli a tutto il nostro ambiente. Non avendo nuovi innesti, suppongo che non faremo granché notizia 😬, se non per i giovani che esordiranno in stagione“. Linea più verde ancora dunque, con l’obbiettivo di portare a casa il diritto per la C Silver 2019-2020, proseguendo la permanenza a questo livello, e magari facendo notizia in qualche occasione con qualche scalpo di lusso. Sabato 6 ottobre i nerviesi saranno di scena sul campo del Vado per iniziare.

Arrivato alla seconda fase dei gironcini playoff l’anno scorso pur con una squadra già molto giovane, il Basket Pegli ha cambiato molto quest’estate soprattutto in panchina: in uscita coach Piastra (a Moncalieri) e coach Griffanti Bartoli (a Cuneo), il rinnovo dello staff tecnico passa per il ritorno in via Cialli di coach Marco Costa, che nelle scorse stagioni ha fatto bene a Vado anche nelle giovanili, e prosegue anche qui come primo allenatore della squadra senior. Sarà coadiuvato da coach Claudio Miragliotta (già di Pegli) e coach Stefano Ambrosini (e per la parte atletica Pansecco e Gottingi). “Abbiamo alcuni giocatori in uscita, che sono Nicoletti, a Crema in serie B, Prezioso che è passato al Tigullio, e Poggi purtroppo infortunato“, spiega il neotecnico arancioblu. “Quindi di fatto c’è apertura alla linea verde, perché la C Silver la faremo con una Under 18 con l’aggiunta di qualche senior, con un’età media di 18 anni (anche a Vado era una situazione simile comunque, N.d. SBB). Di fatto la prima squadra sarà al servizio del settore giovanile. Ti elenco qui il roster: Corba Bryan, Grillo Alberto, Brichetto Stefano, Zaio Alessandro, Mozzone Alessandro, Brichetto Matteo, Penna Matteo, Gottingi Andrea, Moggio Daniele, Ferro Matteo, Neshi Daniele, Bochicchio Alessio, Zaio Matteo, Turchino Lorenzo, Mozzone Edoardo, Pascucci Christian“. E con tanti giovani chiaramente ci sarà magari da pagare un po’ di scotto qua e là, ma “correre” non dovrebbe essere un problema, e il Palasharkers potrebbe essere un’arma in più. Ma la partenza sarà sabato 6 a Santa Margherita.

Dovrà invece rinunciare alla propria “tana” la neopromossa Pro Recco, che come ricorderete ha vinto la regular season della serie D (ve l’ho raccontato in diretta da Cogoleto) praticamente per la seconda volta di fila, e stavolta ha trovato il modo di confermare la partecipazione alla C Silver. Torna alla guida dei recchelini coach Matteo Bertini: “Giocheremo a Rapallo, in via don Minzoni, perché la palestra a Recco non è omologata per la C. Per noi il cruccio era proprio la palestra: ora andando a Rapallo abbiamo aggirato il problema ma dobbiamo riuscire a portare anche la gente là e non sarà facile. Speriamo di fare una bella avventura. Al gruppo dell’anno scorso aggiungiamo alcuni rientri importanti come Belingheri (’84, l’anno scorso al Tigullio), Provatidis (’91, da Valpetronio) e Caddeo (’92, l’anno scorso inattivo); in più abbiamo preso Giordano (’95, l’anno scorso in promozione a Rapallo), mentre è in dubbio Kourentis, che dopo l’infortunio della scorsa stagione non sappiamo se recupererà. Obbiettivo salvezza, chiaramente, cercando di inserire i nostri 2000 (Pozzo, Dalorto, Ruggia) e quelli di Rapallo (Tabacchi, Cobianchi). Questo sarà il nostro roster: Playmaker Ermirio (’97, confermato), Carpaneto (’97, confermato), Provatidis (’91, da Valpetronio), Massone (’89, confermato), Cobianchi (2000); Guardie Acerni (’95, confermato), Caddeo (’92, inattivo), Belingheri (’84, Tigullio), Iacovelli (’92 ,confermato), Ragazzi (’96, confermato), Pozzo (2000), Ruggia (2000), Tabacchi (2000); Ali e centri Bottino (’87, confermato), Mariani (’89, confermato), Giordano (’95, promozione Rapallo), Paterni (’92, promozione Rapallo), Cipollina (’96, confermato), Dalorto (2000)“. Recco manca a questo livello dal 2010-2011, giocherà di fatto sempre “in trasferta” come nella galoppata di due anni fa, quel girone di andata fatto di tutte trasferte a causa dello scoperchiamento del pallone di via Vastato, che diede la spinta per vincere la D: hai visto mai che…? Esordio domenica 7 a Rapallo contro Sarzana.

Concludiamo per oggi parlando del Tigullio Basket. I biancorossi l’anno scorso hanno lottato sino al ritorno del gironcino per entrare in semifinale, soccombendo poi, e lasciando il passo al Vado, non prima di essersi preso lo scalpo addirittura del CUS. Tutto sommato una buona stagione, alla quale è mancato l’acuto finale. Quest’anno cosa farà il team sammargheritese, del quale si immagina un ulteriore scatto in avanti, e che conferma coach Annigoni in panca? “Allora, sono molto contento del nostro mercato e dell’inizio stagione“, racconta il giovane tecnico biancorosso. “Abbiamo aggiunto tre ragazzi italiani, scuola Cap, con esperienza in C, quali Bianco, Prezioso e Ferri. In più sarà con noi un ragazzo bulgaro, con papà africano, classe ’96, molto interessante, Alex Ouandie (dal Levski Sofia, massima serie bulgara, N.d.SBB). E abbiamo di nuovo con noi a Santa Andrea Zolezzi, dopo un anno di esperienza in B a Scauri. Il resto del gruppo è ancora quello dello scorso anno, anche se abbiamo perso la chioccia del gruppo, Belingheri, e Barnini, che ringrazio per la stagione scorsa, in cui si sono comportati egregiamente. Il capitano John Wintour rientrerà con noi a gennaio. Siamo giovanissimi, e spero daremo del filo da torcere a tutti“. E con la partenza in casa, come già detto sabato 6 in via Generale Liuzzi contro Pegli, i biancorossi proveranno a partire con il piede giusto.

State pronti che presto arriverà un’altra puntata di questa carrellata sulle squadre di C Silver!

Posted in C Silver | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Il punto su Sarzana, Aurora Chiavari e Pallacanestro Sestri, con il contributo di tecnici e dirigenti

Posted by superbasketball su 15 settembre 2018

Vi avevo promesso un po’ di riassunto di quanto successo in estate alle squadre di C Silver, e dato che si avvicina il via della stagione, prima con la Supercoppa nell’ultimo weekend di settembre e poi con la prima giornata nel primo weekend di ottobre (tranne il CUS che vi ho presentato ma che riposerà nel primo turno), è ora di andare a vedere qualcuna delle squadre che disputeranno questa stagione 2018-2019. Farò un po’ di post da qui all’inizio, e in quello di oggi vi presento 3 squadre, due che la C Silver l’hanno già disputata in tutte le edizioni e una che si affaccia ora alla massima categoria senior ligure. Ve le presento con il contributo di tecnici e dirigenti delle relative società: li ringrazio così come ringrazio quelli che si cimenteranno nei prossimi giorni per le proprie!

Sarzana non solo questa serie l’ha giocata da sempre, ma l’ha anche vinta, nella prima edizione quando il gruppo di coach Bertieri mise in fila tutti e disputò senza fortuna il gironcino di spareggio, Dopo una semifinale l’anno successivo e la stagione interlocutoria dell’anno scorso, i biancoverdi ripartono dal nuovo coach Gabriele Ricci, esperienze da coach prima ad Arcola e poi a Carrara, ma una carriera di tutto rilievo anche come giocatore, sino alla A1 con la Fortitudo Bologna, e tante squadre poi nel curriculum, anche in Liguria. Proprio da lui mi sono fatto raccontare qualcosa del Sarzana 2018-2019: “Oltre ai giocatori riconfermati che presumo tu conosca già ovvero Bencaster, Dell’Innocenti, Casini e Ferrari, abbiamo inserito altri 4 giocatori, ovvero Peter Fracassini, un esterno con buon fisico e discreta tecnica che nell’ultima stagione ha giocato in serie D toscana a Versilia facendo molto bene, e Lorenzo Melegari, un lungo giovane (200 cm) longilineo e atletico che lo scorso anno faceva il cambio del lungo a Carrara in C silver. Poi abbiamo inserito una guardia/ala piccola di 197 cm croata di nome Filip Palac, ottima tecnica e buon fisico oltre ad avere un buon tiro da fuori: insomma un giocatore abbastanza completo che la scorsa stagione ha giocato prima a Piadena e poi a Soresina. Per ultimo abbiamo inserito il nostro lungo titolare, Rokas Paulauskas, un ragazzo lituano di 203 cm molto forte fisicamente e con ottima tecnica individuale. Per completare la rosa infine vorremmo valorizzare i nostri ragazzi delle giovanili che sicuramente sapranno ritagliarsi il loro spazio“. Sembra proprio che i biancoverdi vogliano fare sul serio! Nel primo turno cominceranno in trasferta, a Rapallo contro la Pro Recco neo promossa, domenica 7.

L’Aurora Chiavari aveva vinto l’ultima C regionale ligure, ricordate? Con l’avvento della C Silver però il sodalizio gialloblu ha dovuto ripartire da un roster giovanissimo, che nella seconda stagione ha avuto qualche innesto di maggior esperienza (in particolare di provenienza Sestri Levante), tanto che dopo una salvezza anticipata i ragazzi di Marenco hanno formalmente anche potuto sperare addirittura di entrare nelle prime 4 nel gironcino della seconda fase, poi chiuso in terza posizione, davanti a Sarzana ma fuori dalle prime due posizioni che servivano. Anche quest’anno la scelta, con un nuovo esodo senior, è ancora quella della riduzione dell’età media, come ci racconta il dirigente Fabio Crovo: “Innanzitutto, confermato in panchina il tandem Marenco – Benvenuto. Ancora una volta abbiamo dovuto fare la  scelta del ringiovanimento del roster per la nuova stagione. In cabina di regia avremo Stefani ed Elia, con la probabile destinazione a Montegranaro per il bosniaco Pantic. Rimangono gli esterni classe ’97 Varrone e Muzzi, ai quali si aggiungono la guardia ’99 Francesco Putti da Carrara, l’ala ’96 Saverio Messina da Empoli e il centro ’94 Jacopo Barnini, l’anno scorso a Santa. Nel mese di gennaio si aggregherà il lungo del ’97 di 2 metri cresciuto in Aurora, Frulli, al rientro da obblighi scolastici. Siamo sempre in attesa di un ultimo tassello vicino a canestro che contiamo di inserire prima del via del campionato.” Infatti come ricorderete Lorenzo Costacurta si è trasferito al CUS Genova, vedremo ora chi sarà a completare la batteria dei lunghi chiavaresi; così come sarà interessante vedere la resa di un gruppo nuovamente supergiovane, ma in un contesto di ringiovanimento di molte squadre. Due anni fa gli aurorini con un gruppo almeno egualmente giovane partirono con tante difficoltà ma raggiunsero comunque la salvezza. Intanto l’esordio, anche nel loro caso domenica 7, è di quelli che definirei duri: a Spezia contro i bianconeri di Padovan finalisti delle ultime due stagioni.

E veniamo ad una delle neopromosse, quella Pallacanestro Sestri della quale ho potuto anche raccontarvi in telecronaca diretta la decisiva gara3 contro Loano che le ha dato la promozione. Coach Mariotti ha visto vari giocatori del gruppo dell’anno scorso cambiare casacca, ma direi che la sua società è stata anche molto attiva in entrata: ecco come descrive il coach la situazione di quest’anno: “Per commentare i mutamenti del roster, innanzitutto devo dire che nel caso di tutti gli elementi che non ci sono più sono state scelte prese a malincuore, qualcuno va ad inserirsi in contesti dove c’è più spazio per lui, in altri casi la richiesta di un minore impegno mal si conciliava con la salita di categoria. Sono stati elementi fondamentali per la promozione ma pur con dispiacere si è dovuto interrompere il rapporto. Ci tengo a ringraziarli per quanto fatto l’anno scorso. Per quanto riguarda gli elementi che abbiamo aggiunto, a livello numerico vanno a coprire i ruoli delle uscite, ed è un bel mix tra gioventù con capacità e senior di valore: Mozzi e Bigoni (l’anno scorso insieme a Serravalle Scrivia dove hanno ottenuto la promozione in C Gold, N.d.SBB) sono di indubbio valore per la C Silver. L’obbiettivo del campionato è fare il meglio possibile, prima di tutto raggiungere la salvezza, visto anche l’impegno sostanzioso dal punto di vista economico che abbiamo posto in essere con la promozione, e poi togliersi delle soddisfazioni. Fare il meglio potrebbe voler dire magari entrare nei playoff anche in fondo alla griglia o ottenere delle vittorie con le migliori della classe facendo delle belle partite. Sicuramente, me compreso, molti sono alla prima esperienza in C Silver e qualcuno alla prima esperienza da protagonista: potremmo pagare un po’ di scotto all’inizio ma poi spero che vengano fuori le qualità che secondo me questo roster ha.” Per i sestresi il primo esame, esordio assoluto in C Silver, sarà la trasferta più lunga, quella ad Ospedaletti, contro una delle semifinaliste dell’anno scorso, e sarà già un test davvero impegnativo per una neopromossa.

L’analisi delle squadre di C Silver proseguirà su questi schermi, stay tuned, come si dice oltreoceano!

Posted in C Silver | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

A2/F – Usciti i gironi, le due liguri si sono già mosse sul mercato, rose in completamento

Posted by superbasketball su 20 luglio 2018

Il campionato di A2 è finito da diverse settimane ormai, e pochi giorni fa è scaduto il termine per l’iscrizione alla stagione 2018-2019. Non è che non sia successo nulla in questo periodo, anzi: tutte le società si sono mosse e gran parte dei roster sono stati definiti, mancano magari alcuni tasselli per chiuderli.

Innanzitutto, i due gironi sono stati ufficializzati qualche giorno fa: entrambe le liguri, ovvero Spezia e Savona (in ordine di piazzamento nel campionato scorso), sono inserite come al solito nel girone B o Sud che dir si voglia, che quest’anno diventa ancora più “sudista”, dato che nell’altro raggruppamento sono sparite le sarde. Un girone che costringerà di nuovo a tante trasferte lunghe e dispendiose, contrariamente a quello nord dove magari si va dal Piemonte al Friuli, che non è che siano trasferte agevoli ma senz’altro più semplici di quelle da Savona a Orvieto (quasi peggio che andare a Palermo o in Sardegna, dove magari usi comunque l’aereo). Ma evidentemente sarà “il meno peggio” che si poteva organizzare. Ecco la lista del girone Sud:

GIRONE SUD
Progresso Basket Femminile Bologna

CUS Cagliari
Magnolia Basket Campobasso
Feba Civitanova Marche
Scuola Basket Faenza
Basket Libertas Forlì
Cestistica Spezzina
Nico Basket Femminile
Cestistica Azzurra Orvieto
AndrosBasket Palermo
Athena Basket Roma
Elite Basket Roma
Polisportiva A. Galli San Giovanni Valdarno
Cestistica Savonese
G.S. San Salvatore Selargius
Pallacanestro Femminile Umbertide

Totale 1 squadre, girone finalmente non zoppo, senza turni di riposo. Le novità sono la toscana Nico (proveniente dalla B femminile, ha giocato contro Lavagna e mi è anche capitato di fare la telecronaca dell’incontro del Cotonificio sospeso per umidità a gennaio scorso, tra l’altro), l’Athena e l’Elite Roma, il CUS Cagliari e il Selargius (che erano nel girone Nord l’anno scorso, la Cagliari che c’era nel Sud era la Virtus). Empoli è salita, Faenza è rimasta, non ci sono più neanche il San Raffaele Roma, l’Alghero e appunto la Virtus Cagliari. Si va dalla Romagna a Savona, alla Sardegna, alla Sicilia. Vedremo quali saranno le nuove “gerarchie”, l’impressione dai movimenti di mercato è che la qualità delle squadre sia un po’ salita, ma il parquet come al solito regna assoluto, e si capirà giocando. La formula prevede quest’anno una modalità diversa per salire in A1: non c’è più la promozione diretta delle prime dei 2 gironi, ma i playoff di ogni girone saranno per le prime otto, e la vincente sarà promossa, mentre le perdenti delle finali spareggeranno tra loro e la vincente potrà ancora giocarsela con una squadra di A1 per salire anche lei. Si perde l’interesse a cercare la promozione subito, può darsi che le squadre restino un po’ “alla finestra” sino al mercato “di riparazione” di gennaio. La regular season conterà solo per l’accesso ai playoff. Da martedì 24 dovrebbero essere anche resi noti i calendari.

Vediamo adesso di fare un po’ il punto sulle due liguri, sempre in ordine di piazzamento dell’annata scorsa.

Avevamo lasciato la CA Carispezia all’indomani della sconfitta di Civitanova Marche che l’aveva esclusa dai playoff, quella fase finale frenetica che in pochi giorni a suon di gare secche ha portato Faenza a giocarsi la possibile promozione contro Vigarano, non riuscendoci anche se dopo una partita tiratissima e decisa da un supplementare. Ora è già stato fatto gran parte del mercato, ma resta ancora un po’ di lavoro sui roster, anche se la società bianconera (pur senza ufficializzare ancora nulla sul proprio sito) ha già fatto parlare di sé. Innanzitutto va annoverato come un buon colpo di mercato la conferma di Chiara Cadoni, che sarà dunque uno degli asset da cui ripartire per la stagione 2018-2019. A Cadoni però è stata innanzitutto affiancata Silvia Sarni, proveniente dal Valdarno, centro del 1987, una certezza per esperienza e qualità. E anche per le esterne ci sono una conferma e una novità: la conferma è quella di Templari, altra ottima cosa, mentre la novità è proveniente dall’estero, dalla Croazia (ma l’anno scorso era in Polonia e solo a metà stagione è tornata a Pola) e si chiama Lana Pačkovski (occhio, non è “pacovski”, ma “packovski”, con la prima c che si pronuncia come in “pace”, facciamo un po’ di Rieduchescional Channel). Lana è un play con tantissimi punti nelle mani, che ha già giocato in Italia, nella stagione 2016-2017 ad Albino: la notizia è anche che è un play di ruolo, che farà tantissimo comodo per il team bianconero. A queste ad oggi si aggiungono Corradino, Olajide e Tosi, magari qualche ragazza verrà “promossa” dalle annate giovanili, ma forse manca ancora qualcosa per completare un gruppo di 8-9 ragazze che diano certezze a questo livello. Vedremo.

Attivissima anche la Cestistica Savonese, per questa sua seconda stagione in cui non è più la “nuova”, catapultata (lo aveva saputo più o meno in questi giorni) in una dimensione sconosciuta, ma è chiamata a confermare le belle cose viste in campionato e quelle tante giornate con la speranza addirittura di qualificarsi per i playoff. Da quel che si vede, la voglia di far bene c’è e pur con vari addii, a Savona ci sono anche molti arrivi di valore (a cominciare da un annunciato sponsor che chiaramente darebbe altro respiro alla stagione). Partiamo dalle riconferme: Jeannette Guilavogui, Elisabetta Penz, Irene Tosi ed Alice Sansalone, un buon nucleo, che perde però sicuramente Mara Bianconi, Lucrezia Zanetti (la  top scorer biancoverde va a Faenza, in bocca al lupo) e Cecilia Michelini, mentre ancora non si sa cosa farà capitan Aleo. Il primo innesto è stato invece un ritorno, perché in cabina di regia rientra in biancoverde Federica Alesiani, dopo varie buone esperienze in A2 (Spezia, CUS Cagliari, e l’anno scorso a Campobasso). Poi il colpo in area, con l’ingaggio di Rudiane Eduardo, 185 di atleticità francese, con esperienze che vanno dalla Francia agli USA, alla Spagna, alla Danimarca, sino addirittura all’Ecuador. E sempre nel reparto lunghe, la dirigenza savonese ha colto l’occasione di far rientrare una ligure, la genovese Alice Ceccardi, una ’98 che dall’Auxilium si era trasferita anni fa a Moncalieri e che poi è scesa a Salerno, dove ha trovato un po’ di spazio in A2, e l’anno scorso a Scafati, che è arrivata sino a perdere con il Nico la chance di salire in A2. E poi, notizia proprio di oggi, l’altra lunga Annalisa Vitari, l’anno scorso a Castelnuovo Scrivia nel girone Nord, prima ancora alla Magika C.S Pietro e al College Italia (con Tosi). Qui siamo a quota 8 sicure, chiaramente il gruppo va ancora allargato con le Under ma direi che siamo a buon punto.

Speriamo che entrambe le nostre rappresentanti riescano a fare una stagione in progresso rispetto a quella appena conclusa. Una stagione in cui la nazionale femminile onora la Liguria della sua presenza, a Spezia, e nella quale sarebbe molto bello vedere le nostre non dico imporsi, ma almeno lottare per l’obbiettivo promozione.

 

Posted in A2 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Under 20/M – L’Italia chiude terza ad Istanbul. Tommaso Oxilia nel frattempo si accasa a Forlì! Ora gli Europei

Posted by superbasketball su 8 luglio 2018

Gli azzurri di coach Dalmasson chiudono in crescendo al torneo Istanbul, mettono insieme 3 vittorie consecutive e si issano sino alla terza piazza, a una settimana dall’Europeo Under 20 maschile di Chemnitz, in Germania. Tommaso Oxilia nel frattempo ha fatto parlare di sé anche per il mercato!

Dopo i ko con Serbia e Turchia e il primo riscatto con il Montenegro, gli azzurrini (Lever 22, Caruso 14; Oxilia 7) hanno ottenuto venerdì il secondo referto rosa del torneo in volata sulla Francia. Restava sabato l’ultimo incontro con la Lituania, e i nostri (Antelli 12, Oxilia e Denegri 10) si sono imposti in modo piuttosto convincente. La classifica li ha visti dunque accomodarsi al terzo posto dietro alla Serbia e alla Turchia: il trend in crescita ha fatto piacere al tecnico azzurro, che ha visto i nuovi integrarsi nel gruppo durante il torneo.

Oltre alle sue prestazioni sul campo, per Tommaso Oxilia c’è stata la novità del trasferimento alla Pallacanestro Forlì 2015 di coach Valli, che lo allenava alla Virtus Bologna qualche anno fa: speriamo che in Romagna ci sia tanto spazio per lui e che possa essere un protagonista nel campionato di A2, come in fondo è già riuscito a fare a Piacenza. Complimenti!

Ora tutti i convocati per gli Europei andranno a Roma per il raduno, per poi salire in Germania, dove per gli azzurri è pronto il Gruppo D, nel quale affronteranno il 14 la Svezia, il 15 la Serbia e il 16 l’Islanda! Forza ragazzi!

Posted in Giovanili, Nazionali, Tornei | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

A2/F – A Spezia arriva anche Cadoni. Le liguri si preparano per la A2. Savonese al torneo di Carugate

Posted by superbasketball su 1 settembre 2017

Le nostre rappresentanti in A2 femminile hanno rotto gli indugi e iniziato la preparazione per il campionato, che partirà il 30 settembre, quando la Cestistica Spezzina sarà impegnata a Valdarno, mentre quella Savonese sarà di scena a Civitanova Marche l’1 ottobre.

A Spezia per la verità oltre all’inizio dell’attività fisica, che è avvenuto mercoledì 23 scorso, c’è da registrare qualche novità. Intanto, in quella data sono state annunciate le new entries delle giovanissime (entrambe 2001!) Sofia Bini (ala-guardia di 180 cm proveniente dalla Polisportiva Bibbianese) e Federica Mazza (175 cm, playmaker). Benvenute a Sofia e Federica! Ma prima che vi parlassi di loro c’è stata un’altra aggiunta, di grande spessore, perché dalla Matteiplast Bologna è arrivata Chiara Cadoni, ala di 184 cm classe ’94, che l’anno scorso è stata una delle migliori del campionato e che va dunque ad accrescere in modo significativo la qualità del gruppo. Benvenuta anche a Chiara!

Da parte Cestistica Savonese, che si è radunata martedì 22, arriva la conferma che un nucleo importante del roster dell’anno scorso è confermato: Ileo, Zanetti, Skiadopoulou, Penz, Tosi, Guilavogui, Sansalone e la junior Roncallo sono infatti rimaste con coach Pollari per questa impegnativa avventura nella categoria superiore. Oltre alle nuove Licciardello e Bianconi, e Villa, al gruppo si sono aggiunte anche le giovani Avolio e Ambrosi. A differenza della squadra bianconera, quella biancoverde ha cambiato relativamente poco e questo potrebbe aiutare ad iniziare bene il girone pur essendo state ammesse solo in extremis alla A2. Domani, sabato 2 settembre, le savonesi, con qualche assente, sono a Carugate per il primo test, il triangolare con le padrone di casa (A2) e il Villasanta (B).

In attesa che si cominci a fare sul serio. Ma 4 settimane non sono lunghissime…

Posted in A2 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

A2/F – Cestistica Savonese, primi annunci: Licciardello, Villa e Bianconi

Posted by superbasketball su 10 agosto 2017

Finalmente qualche notizia anche dalla sponda savonese della prossima A2 femminile. Dato il tardo verdetto di “ripescaggio” nella categoria superiore, a Savona il mercato non può che essere un po’ in ritardo rispetto alla media delle altre partecipanti al campionato.

Mancano per esempio ancora informazioni chiare sul gruppo che ha appena chiuso la stagione, chi resta e chi va, anche se gran parte delle ragazze dovrebbero essere ancora a Savona quest’anno; abbiamo però 3 annunci di novità in arrivo per rinforzare il nucleo biancoverde, direi soprattutto la parte “verde” vista l’età delle ragazze che si accasano nel gruppo di coach Pollari.

Andando in ordine di annuncio, parliamo prima di Giuliana Licciardello, classe 1997, proveniente dalla Sicilia, e in particolare da Catania dove ha fatto tutta la trafila delle giovanili e dove ha esordito da senior nel 2012 con la Lazur. Nella seconda parte della scorsa stagione Giuliana, che occupa lo spot di ala piccola, ha giocato con la maglia del Cus Messina in B. Benvenuta Giuliana!

Per lo spot di centro pochi giorni dopo la società biancoverde ha annunciato l’acquisto di Emma Villa, ancor più giovane (1999) ma con già esperienze in A2 con Ancona, dalla quale proviene (l’ultima stagione in serie B) dopo le giovanili svolte in Piemonte (è biellese) a Casale e Moncalieri. Salutiamo anche Emma!

Sempre del’99 è l’altro acquisto Mara Bianconi: l’ala di origine ossolana malgrado la giovane età ha già giovato in molte squadre, dalla Rosmini a Ghemme, poi a Busto Arsizio e infine a Moncalieri. Anche lei potrà dar dunque man forte non solo nel torneo senior di A2, ma anche nell’Under 20. Benvenuta Mara!

Restiamo in attesa di eventuali altri sviluppi!

Posted in A2 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

A2/F – Carispezia, Reani e Dzinic perse per Campobasso, arriva Lavinia Da Silva

Posted by superbasketball su 1 agosto 2017

logo cestistica spezzinaLe notizie che vi dò sul mercato probabilmente le sapete già, perché non sono qui a cercare scoop ma voglio andare per notizie ufficiali; le riporto per completezza e come occasione per tornare sui vari argomenti.

Stasera vi racconto della Carispezia Cestistica Spezzina, perché è vero che è stata ammessa alla A2, ma l’incertezza di quei giorni un effetto l’ha avuto: Reani e Dzinic si sono accasate a Campobasso, nella new entry della categoria, che si sta muovendo sul mercato con notevole “decisione”. Quindi due delle prime pedine sono approdate ad altri lidi, e la società ha dovuto correre nuovamente ai ripari.

Un primo riparo, e bello grosso, è quello ufficializzato stasera dal team bianconero. In arrivo da Virtus Cagliari e prima ancora da Sanga Milano, ecco la straniera con (forse) il nome più lungo della serie ;-), ovvero Lavinia Joao Gomes Da Silva. Passaporto portoghese, è un centro di 187 cm che l’anno scorso a Cagliari si è fatta valere con una quasi doppia doppia di media (11.2 + 9.7). Si resta dunque nel novero dei lunghi di razza, come era Dzinic. Ora vedremo se ci sarà qualche soluzione anche per lo spot di Reani, o se si promuoverà una delle giovani.

Intando attendiamo, speriamo, anche notizie dal fronte savonese…

Posted in A2 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

A2/F – Due liguri, Carispezia e Cestistica Savonese, al via!

Posted by superbasketball su 26 luglio 2017

logo cestistica spezzinaLa notizia non è certo nuova, perché è di venerdì scorso, ma va certamente data anche con questo ritardo, perché per la Liguria significa passare dalla possibilità di non avere rappresentanti nel basket femminile nazionale ad averne addirittura due!

Vi avevo infatti lasciato con la notizia che la Cestistica Spezzina era probabilmente esclusa dalla A2, si diceva per un ritardo nei pagamenti dovuti per l’iscrizione (pare un’inversione tra le scadenze dei pagamenti in Lega e in FIP), ma che la società aveva chiesto il rioesame della posizione invocando la buona fede. Beh, venerdì scorso in assemblea di Lega è avvenuto che le spiegazioni spezzine sono state accolte, e contestualmente è stato ampliato anche l’organico della A2 da 28 a 32 squadre. Oltre a permettere alla società bianconera di disputare il campionato, c’è stato quindi tra le altre anche il via libera per una società che scalpitava da tempo, ovvero la Cestistica Savonese, e così in A2 nel 2017-2018 avremo due rappresentanti! Olé!

Entrambe dovrebbero finire nel girone Sud, perciò avremo anche due succulenti derby!

Certo, La Spezia ha già fatto praticamente il suo mercato, mentre per Savona c’è da muoversi velocemente per recuperare il tempo perduto e mettere insieme un roster all’altezza. Auguriamoci che la società biancoverde possa trovare sul mercato qualche giocatrice di spessore.

Tornerò a dare un’occhiata più avanti, magari quando ci sarà qualche novità appunto da Savona, o quantomeno quando sarà ufficializzato il calendario. Nel frattempo, preparatevi per una stagione con doppie emozioni!

Posted in A2 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

A2/F – Carispezia, a rischio il campionato! Società fiduciosa

Posted by superbasketball su 16 luglio 2017

logo cestistica spezzinaHo atteso un po’ a scrivere di queste notizie, perché quando mi accingevo a raccontarvi, con un po’ di ritardo, dei movimenti di mercato in casa bianconera, è scoppiata la tipica “bombatomica”, e bisognava avere la posizione ufficiale della società su una questione così delicata: il comunicato relativo è appena uscito.

Chi mi segue su Facebook probabilmente aveva già letto ieri la notizia, che riportavo da basketinside.com: Cestistica Spezzina esclusa dalla A2, si diceva per un ritardo nei pagamenti dovuti per l’iscrizione. Una notizia che arrivava come un fulmine a ciel sereno, per quanto mi riguarda, anche perché la società sta certamente allestendo un signor roster e nelle ultime settimane tra ritorni e new entries il mercato era stato molto attivo. La risposta della società oggi: come potete leggere direttamente nel comunicato si parla di “disguido”, peraltro non ancora ufficializzato, che si sta cercando di chiarire con gli enti preposti, e si legge anche che la società “si dichiara inoltre fiduciosa di poter partecipare al prossimo campionato di serie A2“. Io cosa posso dirvi? Incrocio le dita come voi. Sembra difficile immaginare di farsi scappare delle scadenze inderogabili…speriamo che ci sia un qui pro quo “bancario”.

Nel frattempo il roster si era decisamente arricchito. Andando in ordine, io vi avrei magari con più dettagli raccontato del ritorno in bianconero di Laura Reani, già con Corsolini nella stagione trionfale della promozione in A1, quest’anno all’Ecodent Alpo; e poi delle due “stelline” Sara Innocenzi (guardia, ’98) e Nicole Gentle (centro, ’99), e della “promozione” in squadra senior di Arianna Tosi e Viviana Lucca; dell’altra ’99 Maria Giuseppone, centro dalla Saces Napoli; e infine dell’arrivo, una decina di giorni fa, dell’altra ala ’99 Katrin Stoichkova, dalle Ants Viterbo. Tante ragazze di talento, giovani e promettenti, da aggiungere ad un roster intrigante.

Capirete che però di fronte a quanto sta succedendo è difficile ora andare a fare tanti discorsi: auguriamoci davvero che tutto si possa risolvere in un grande spavento, e che quantomeno la stagione 2017-2018 possa vedere Spezia a rappresentarci in A2. Nel frattempo c’era anche Cestistica Savonese in lista per un possibile ripescaggio, ma al momento resterebbe fuori (con un po’ di recriminazioni sul come viene gestito questo “remescio”) mentre Valdarno potrebbe esser dentro, specialmente se, speriamo proprio di no, Spezia dovesse proprio esser fuori. Basta, attendiamo sviluppi e notizie certe.

Posted in A2 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

A1/F – Bocchetti a Torino, altra uscita da Carispezia

Posted by superbasketball su 1 marzo 2017

logo_cestistica_nuovoCon un comunicato sul sito ufficiale, la Carispezia ha annunciato oggi che, di comune accordo con la giocatrice che aveva richiesto di potersi trasferire altrove, Sara Bocchetti è stata ceduta alla Fixi Piramis Torino per il resto della stagione.

Si chiude qui dunque l’esperienza spezzina per Sara, alla quale auguro di fare bene nella nuova società, che quasi sicuramente disputerà i playoff.

La guardia ex-Napoli nelle file bianconere non ha granché brillato, andando in doppia cifra 4 volte, l’ultima volta con S. Martino di Lupari nella penultima di andata. Se il minutaggio ridotto sia causa o conseguenza, difficile dirlo: ma entrambi gli aspetti sono fatti.

Dunque, salutata Sara (speriamo faccia mooooolto bene contro Battipaglia almeno 😉 ), al team di coach Barbiero resta una rotazione in meno. Ci sarà più spazio per l’under Bacchini, ad esempio. A volte le squadre migliorano “per sottrazione”, ci sarà comunque da sopperire alla mancanza di una giocatrice esperta…

Posted in A1 F | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

A1/F – Renata Březinová è il nuovo centro spezzino!

Posted by superbasketball su 24 gennaio 2017

logo_cestistica_nuovoSe si sperava in notizie veloci, beh, stavolta siamo stati esauditi!

Avevamo saputo solo ieri che McIntyre non era più una giocatrice bianconera, e c’è stato giusto il tempo di registrare una certa sofferenza a rimbalzo con Schio (ok, fisiologica contro le venete), che già oggi la Carispezia ha potuto annunciare il nuovo centro!

brezinovaSi tratta di Renata Březinová, classe 1990, ceca, 191 cm, già tre stagioni in Italia, prima a Catania in A2, poi a Orvieto e infine a Parma (foto) in A1. Nell’annata scorsa Renata ha chiuso con le ducali con 9.2 punti e 5.5 rimbalzi di media in circa 27′ a partita, arrivando sino ai quarti con Ragusa. In questi primi mesi della nuova stagione era in Belgio, nel Castors Braine, dove era poco utilizzata. La velocità con cui è stata presentata certifica che le trattative sono state mirate, e che quindi Renata dovrebbe essere quella pedina che coach Barbiero cercava per cercare di quadrare il cerchio bianconero. Di fatto, a quanto pare è già a disposizione e si sta allenando con la Carispezia.

In bocca al lupo, Renata, benvenuta! Poi ci spiegherai bene come si pronuncia il tuo cognome 😉 …

Posted in A1 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A1/F – Kristina Benić tesserata per Carispezia! Ieri intanto sconfitta a Ragusa in Coppa Italia

Posted by superbasketball su 5 gennaio 2017

logo_cestistica_nuovoOk, ufficiale. Più ufficiale!

Stavolta ci siamo, Kristina Benić è davvero una giocatrice della Carispezia per il resto della stagione! Kristina è già tesserata, per cui non ci saranno a quanto pare problemi ad andare in campo già domenica contro la Fixi Piramis Torino. Olé!

benicDunque le ultime trattative per il nulla osta dal Nottingham Wildcats Women’s Basketball Club, dove la croata di Dubrovnik giocava sino a fine dicembre (la squadra è peraltro in testa al campionato inglese) sono state fruttuose e per coach Barbiero finalmente è arrivato un altro rinforzo di alto livello dopo Erika Striulli. Kristina, ala (ma accreditata di giocare in più ruoli alla bisogna) di 185 cm, classe 1988, vanta una carriera già importante, con presenze in nazionale agli europei e partecipazioni in EuroCup, ma soprattutto ha già esperienze italiane, visto che la stagione scorsa l’ha disputata in A1 con Cagliari, con buon profitto personale, anche se la squadra isolana era finita ultima. E’ anche conterranea di Premasunac, per cui anche linguisticamente ci dovrebbero essere meno problemi di inserimento.

Insomma, speriamo tutti che malgrado gli intoppi in settimana tra annunci e smentite, la presenza di Benić fornisca al team bianconero la possibilità di ampliare lo spettro di soluzioni in attacco e difesa, e contribuisca ad una svolta che al momento è ancora da sostanziare nei risultati.

Ad esempio ieri sera la Carispezia ha ceduto a Ragusa nel preliminare di Coppa Italia, con una partita non negativa complessivamente, ma da squadra “fragile”. Dopo una partenza buona o anche ottima, con le liguri (McIntyre 16, De Pretto 13) avanti anche di 9 nel primo quarto e le padrone di casa frastornate dalle bombe di Striulli e Bocchetti e dalle lunghe braccia e dal gioco nel pitturato di McIntyre, il vento è girato grazie alla quantità di viaggi in lunetta guadagnati dalle biancoverdi di casa, che hanno prima ricucito, poi preso il comando, e nella seconda parte della seconda frazione, fatto il break. A metà la differenza stava tutta nei liberi, con le siciliane brave a ritrasformare in punti i falli delle spezzine (spesso necessari ad impedire canestri, va detto… e direi anche che in partite precedenti degli ultimi tempi forse avremmo visto solo il canestro, o magari canestro e fallo…e un progresso io ce lo vedo), ma tutte le statistiche sostanzialmente pari (a parte il numero di falli). Dopo l’intervallo ai tentativi spezzini di tornare a contatto, purtroppo mai troppo continui e che hanno prodotto il -8 come massimo risultato, le isolane hanno sempre risposto, sfruttando soprattutto la superlativa Ndour (la spagnola di colore ieri ha messo insieme il 73% da 2, una tripla, l’80% ai liberi, più 9 rimbalzi, 1 stoppata e 2 recuperi, per 23 punti e 33 di valutazione). Nell’ultimo quarto poi il divario è salito sino al ventello, per poi scendere al più mite -17 finale frutto di un minimo di rientro spezzino.

Poteva andare meglio, poteva però andare peggio e nel complesso qualche segnale positivo si è visto, magari a sprazzi, non abbastanza continuamente e volitivamente da poter ad esempio ricucire il break avvenuto quando c’era ancora molto da giocare. Contro Ragusa, anche se priva di Nicholls e Bagnara ieri sera, non basta, anche perché nelle rotazioni alle spezzine cala in proporzione di più l’efficienza soprattutto offensiva; dovrà bastare, e speriamo davvero che con Tina Benić la situazione migliori ulteriormente, per provare a ribaltare la classifica con le squadre ancora alla portata…

Qui il link allo streaming video per chi volesse rivedersi la gara.

Coppa Italia:

.

Posted in A1 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

A1/F – Scusate, ma la trattativa per Kristina Benić non è conclusa…

Posted by superbasketball su 1 gennaio 2017

logo_cestistica_nuovoScusate, ma c’era un comunicato ufficiale, come avrete visto, anche sul sito.

Però.

A stretto giro di posta arriva una precisazione:

+++ RETTIFICA COMUNICATO PRECEDENTE +++

Contrariamente a quanto affermato in precedenza, la trattativa per la firma di Kristina Benić dal Nottingham Wildcats Women’s Basketball Club è in stato avanzato, ma non ancora conclusa. La società intende scusarsi per l’errata comunicazione.

E allora mi scuso con tutti, elimino il post (non mi piace farlo, ma è meglio) e resto in attesa di ulteriori comunicazioni. Ufficiali. Più ufficiali!

Posted in A1 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: