SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

Notizie, notiziole e baggianate

Posts Tagged ‘Playoff’

D Reg/M – Il calendario dei quarti

Posted by superbasketball su 27 aprile 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa D regionale parte con la seconda fase già in questo weekend. 3 turni tutti al meglio delle 3 partite, per decretare chi acquisirà il diritto, insieme alla Pro Recco già promossa, di disputare l’anno prossimo la C Silver.

Ieri, e oggi sul server completi di designazioni per le gare 1, sono usciti i calendari dei quarti di finale. Le gare 1 si disputano tutte domenica 30, e le gare 2 tutte domenica 7 maggio, data in cui potremmo avere alcune o anche tutte le semifinaliste. Se si andrà a gara 3 invece, come vedete alcune sono programmate per martedì 9, una per il 10, e un’altra per l’11, ma in tempo, presumo, per disputare il primo turno di semifinale nel weekend di metà maggio.

E dunque siamo agli ultimi atti: in scena vanno per prime (di poco) a Casarza, alle 18, Valpetronio (seconda) e Cogoleto (nona). I ragazzi di Benvenuto hanno il 2-0 in stagione su quelli di Dellarovere, la classifica da cui vengono è rassicurante, ma…sono i playoff, baby, per cui c’è poco di scontato, e in stagione si sono viste grandi e piccole sorprese qua e là. Dopo mezzora saranno in campo in via Cagliari l’Auxilium di coach Barbieri e la Diego Bologna di coach Grassi, due squadre che negli ultimi mesi hanno avuto un movimento abbastanza opposto, con i genovesi in risalita e gli spezzini un po’ al palo: vedremo se l’aria della post season cambierà le cose (1-1 con vantaggio Auxilium in regular season, e fattore campo saltato in entrambe le gare). Alle 19 due le partite in programma: a Pegli si disputerà il derby genovese tra i ragazzi di coach Di Chiara a la Pallacanestro Sestri di coach Mariotti, due squadre che per motivi diversi possono ben dire di essere soddisfatte della stagione (2-0 il computo stagionale a favore degli arancioblu), mentre a Busalla, in piazzale Europa, si sfideranno il team di Tarantino e l’Imperia di Damonte, due squadre che invece rispetto al passato si trovano forse un po’ sotto, ma che in questa seconda fase possono (una sola delle due però potrà davvero provarci!) provare a nobilitare un’annata (con doppio successo busallese sinora) con luci e ombre.

Bene, lasciamo la parola al parquet!

Situazione:

.

 

Posted in Campionati, D Reg M | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Prom/M – Iniziano i playoff

Posted by superbasketball su 23 aprile 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa Promozione maschile 2016-2017, di cui parlo veramente di rado, attira di nuovo la mia attenzione perché siamo arrivati alla seconda fase. Non ho la formula (chi ce l’ha me la mandi magari), ma visto che sono stati ufficializzati accoppiamenti e orari dei quarti di finale, vuol dire che ci sono davvero i playoff 😉 .

In realtà niente di misterioso, direi, dato che gli accoppiamenti vengono automatici considerando le quadre che possono fare i playoff (prime squadre di società che non abbiano titoli in C Silver o in D Regionale), i quozienti vittorie e i quozienti canestri ottenuti: si stila il ranking dalla prima all’ottava posizione e poi si accoppiano prima con ottava, seconda con settima, eccetera. Il risultato lo vedete nelle mie tabelle (ranking), e nella tabella dei quarti che è quella ricavata dal sito FIP Liguria. Ma prima vediamo come si è arrivati alle qualificazioni ai quarti.

Nel girone A, l’arrivo è stato in volata tra le prime due: il Maremola, che è stato davanti tutto il tempo, è stato raggiunto dall’Atena a quota 26, perché i pietresi hanno lasciato vari punti in giro, comprese 2 sconfitte contro la terza classificata Pegli (non qualificabile ai playoff), di cui una nell’ultimo turno di fase a orologio. Maremola è comunque davanti nella classifica del girone per il 2-0 negli scontri diretti. Dopo il Pegli troviamo le altre due qualificate Fortitudo Savona e Olimpia Taggia, anche queste a pari punti con 10 vittorie, ma con i savonesi davanti negli scontri diretti (anche qui un 2-0). A scalare, staccate, Alassio e Meeting, e ancor più giù Varazze e Futura Genova.

Nel girone B paradossalmente erano già solo 4 quelle ammissibili, e comunque la classifica ha decretato che fossero anche le prime 4 reali, salvando un po’ le “apparenze”. Si è imposta, con una vittoria di vantaggio, l’Athletic Genova, che ha preceduto gli altri genovesi del My Basket. Questa coppia ha lasciato ben staccate le altre, un po’ meno la Pontremolese che è rimasta a 6 punti da My Basket, ma soprattutto Scat che si è fermata a 20, a 14 punti dalla vetta. Dietro in fila Auxilium (18), Villaggio e Tigullio (16), Ardita (10), e a chiudere l’Aurora Chiavari e il Cus Genova (4).

Nel ranking le prime 2 del girone B hanno avuto i primi 2 posti per il quoziente vittorie migliore; e addirittura Pontremolese, terza nel girone, è davanti alle prime due del girone A perché ha lo stesso quoziente vittorie ma un migliore quoziente canestri. Evidentemente il girone A era più equilibrato e ha sottratto punti anche alle prime. Il ranking invertirebbe anche le posizioni tra Atena e Maremola, con i genovesi davanti ai pietresi perché gli scontri diretti sarebbero ininfluenti e Atena ha un miglior quoziente canestri. Di fatto però nei playoff si dà il vantaggio alla squadra meglio piazzata nella fase di qualificazione, e allora Maremola giocherà in casa gara 1 e gara 3. Il sesto posto è di Scat, mentre il settimo spetta ad Olimpia davanti a Fortitudo, perché, appunto, qui gli scontri diretti non contano e i taggiaschi hanno un quoziente canestri migliore dei savonesi (non sarebbe però così se giocassero tra di loro. Complicato? Pensate che le formule non le ho!).

E quindi si comincia, anzi si è anche già cominciato ma posso solo dirvi che Pontremoli ha battuto Scat in gara1, senza sapere il giusto risultato. Arriverà. In ogni caso, altre gare sono previste da mercoledì e tutti i quarti si chiuderanno entro il 4 maggio.

In bocca al lupo a tutte le squadre coinvolte!

Risultati e classifica:

.

Posted in Campionati, Prom M | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C Silver – CUS CAMPIONE LIGURE! 3-1 in una gara 4 dominata nella seconda parte

Posted by superbasketball su 22 aprile 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaCapolinea! La C Silver si è conclusa ieri sera con la vittoria, stavolta netta e in quindi ancor più meritata, del CUS Genova, che pertanto si laurea campione regionale 2016-2017 e acquisisce il diritto di giocarsi la chance promozione nel girone di spareggio interregionale che inizierà tra un paio di settimane!

Se eravate ieri sera al PalaCUS, e c’era tanta gente, o se avete seguito la mia diretta testuale su Facebook, la notizia e quanto vi racconterò adesso naturalmente sono tutte cose che sapevate già. Se seguite il basket ligure anche solo su Facebook penso che sappiate anche in questo caso già tutto. Beh, qualcuno che non saprà nulla ci sarà, possiamo aiutarlo nelle prossime righe.

E allora torniamo alle 20.44 di ieri sera, un attimo prima che si schierino in campo le squadre: la Tarros arriva a gara 4 con la classica situazione delle spalle al muro, un solo risultato utile e tra l’altro con una gara 3 persa in volata ma senza aver mostrato, fatto peggiore, la voglia degli avversari, mentre il CUS dall’alto del 2-1 conquistato e con il morale a 1000 riesce in extremis a giocarsi anche la carta Mangione, che fa il riscaldamento per la prima volta dopo 6 partite saltate (tutta la semifinale e le prime 3 gare di finale), senza allenamento nelle gambe e con una specie di bendaggio rigido. Al via è la squadra spezzina, come doveva, a prendere l’iniziativa, ma Pansolin dopo l’iniziale 0-4 ha subito fermato il gioco con il timeout. Mossa utile perché i cussini sono subito risaliti al 5-4 e poi al 10-7 dopo una tripla frontale di tabella di Bigoni; ma la reazione spezzina con Visigalli e Kuntic permetteva ai ragazzi di Padovan di stare davanti alla prima sirena sul 12-15. Punteggio bassino. Alla ripresa, la Tarros dava il meglio: Visigalli, poi Kuntic, e le triple di Russo e ancora di Visigalli scavavano un vantaggio di 9 punti (14-23) che, pur essendo solo il 13′, potevano far presagire un andamento della gara favorevole agli ospiiti. Invece…merito anche di CUS che ha proseguito senza stravolgere il proprio gioco, ma i bianconeri hanno a loro volta invece un po’ smesso di giocare, affidandosi alla propria capacità di tiro. Il risultato è stato che i biancorossi con una bomba di Dufour e 6 consecutivi di Macrì costringevano Padovan al timeout sul 23 pari; l’inerzia era però completamente annullata in soli 3′ (ho dedicato a questo un filmatino di highlights su Facebook). Sul finale di quarto faceva il suo ingresso in campo Mangione, dimostrando di poter stare in campo pur dovendo davvero stringere i denti. Proprio lui lanciava la “preghiera” (non a segno) sulla sirena e rientrava per primo (zoppicante) negli spogliatoi, col punteggio di 31-30 per il CUS. Menzione d’onore per lui, che ha dato il contributo anche nei minuti successivi. Era probabilmente importante per gli spezzini ripartire al meglio nel terzo quarto; e invece, dopo il sorpasso firmato Pipolo dapprima si andava avanti senza violare le retine per un po’, poi era Bigoni a colpire dalla lunga per il +2 interno, e poi ad innescare Dufour per il massimo vantaggio CUS sino allora (+4). Era Kuntic a riportare a livello lo score, ma qui la Tarros si fermava a lungo, e prima un fadeaway di Bigoni, poi un contropiede 3vs1 con Macrì a segno, e una nuova tripla del 7 bianco lanciavano i ragazzi di Pansolin e Taverna sul +7, con il pubblico genovese in delirio. Macrì e Mangione segnavano 3 punti dalla lunetta, poi Dufour piantava un altro missile di lunga gittata per un +13 che sembrava il de profundis per Santoni & C. CUS aveva anche la palla per il +15 nell’ultima azione del tempo, ma perdeva palla a metà campo e Pipolo limava a -11 il divario, riaccendendo un po’ la fiammella. La riavvivava ancora Visigalli a inizio ultimo quarto, ma arrivava il timbro pesante di Mangione, che segnava dall’arco, frontalmente, il suo tiro, un canestro importante anche mentalmente. Spezia non si arrendeva: con la tripla di Kuntic tornava a -8 (52-44 al 33′): in questa fase emergevano i singoli, con Dufour a intervallare i propri canestri con quelli di Visigalli, che firmava il -6, ma subito dopo era il cussino a riportare il vantaggio ad 8 lunghezze. Il pressing spezzino era asfissiante e i contatti moltiplicati, rendendo difficile il lavoro agli arbitri, ma è normale (tant’è vero che qualche fischio errato è venuto fuori, fisiologicamente). Col pressing si esaltava Pettineo, spesso liberato dai raddoppi (5 punti per lui alla fine). Si proseguiva, registrando nel frattempo un paio di assist da cineteca di Bigoni per Dufour (altro filmato di highlights su Facebook) e il divario in aumento sino all’ultimo minuto, affrontato da CUS sul +15. Partita ovviamente finita, pandemonio sugli spalti e abbracci in campo tra i biancorossi con tradizionale taglio della retina e premiazione con la coppa da parte di FIP Liguria, mentre i bianconeri lasciavano il parquet e la stagione a capo chino, dopo una partita discreta ma sfuggita nella seconda parte avendola forse avuta a disposizione nel secondo tempino.

IMG_3108CUS corona così un’ottima stagione, con qualche scivolone qua e là: a Sarzana (ma contro un’avversaria chiaramente complicata), a Sestri Levante (sconfitta che ha fatto perdere la testa della regular season), in gara 1 in semifinale in casa sempre con i ragazzi di Bertieri, e in gara 2 a Spezia in finale, più qualche gara vinta un po’ in extremis, ma sempre mostrando un po’ di quelle qualità di squadra che hanno poi permesso di arrivare sino in fondo, ovvero la capacità di continuare a giocare anche nei momenti difficili, e soprattutto negli uomini chiave la propensione ad uscire al di sopra degli altri nei momenti decisivi. Il tutto portando in panchina sempre da 2 a 4 ’99, un ’97 (Pettineo), e un ’96 (Vallefuoco), che secondo le loro possibilità hanno dato il loro contributo (Vallefuoco è stato a volte anche top scorer).

Dopo 3 anni dall’ultima vittoria in campionato quindi, quella ottenuta con un altro 3-1 ai danni di Sarzana a giugno 2014 e che aveva portato il CUS in C Nazionale, dalla quale poi è dovuto tornare due anni fa in C regionale per la cancellazione della categoria, i biancorossi hanno ora la chance, toccata l’anno scorso a Sarzana, di giocare per la promozione in B. La formula prevede l’inserimento dei genovesi in un girone a 4 (ce ne sono 3 in totale) contro Sardegna1 (Esperia Cagliari), Marche 1 (Janus Fabriano, come capitò l’anno scorso con Sarzana, o la vincente di Civitanova-Pisaurum) e Campania2 (in corso la finale tra Angri e Battipaglia). Il girone sarà su andata e ritorno e chi lo vince sarà promosso in B, mentre la seconda classificata avrà ancora un gironcino di spareggio con le altre 2 seconde degli altri gironi, e la terza classificata sarà eliminata ma le altre due saranno promosse. Ne passano quindi 5 su 12 in totale, il che non è nemmeno poco, ma comunque mi aspetto che la competizione sarà molto forte. In fondo, la stessa Sarzana l’anno prossimo aveva cominciato bene ma finì poi con solo 2 punti all’attivo, ben lontana dal rischiare di salire. Sarà anche un finale di stagione dipendioso, sia come energia sia come puri costi (basti pensare alle 3 trasferte decisamente lunghe!).

IMG_3116In ogni caso, bravissimo CUS, gran campionato e playoff ancora migliori; in subordine brava la Tarros, anche se questa finale l’ha giocata a mio parere “sotto livello” (credo parere condiviso dallo staff tecnico bianconero). Menzioni per Sarzana, che questo CUS è riuscita a batterlo due volte in stagione, unica a farlo in viale Gambaro, e per Vado, che con la sua energia e qualità giovane tutto sommato anche in finale non avrebbe sfigurato. Appuntamento per tutti (tranne CUS, diciamo) al via della nuova stagione, dove dovremmo avere Pro Recco al posto di Alcione Rapallo, e vedremo chissà quale altra squadra proveniente dai playoff di D.

Ecco anche l’integrale di gara 4 (se volete utilizzarne parti se non per uso personale per favore chiedetemelo prima almeno) e le foto dell’album di Flickr. In coda, gran parte dei festeggiamenti di fine partita!

E forza CUS per gli spareggi!!!

2016-2017 C Silver finale G4 CUS-Tarros

Playoff:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Il CUS in vantaggio dopo la vittoria in gara3: stasera si gioca il matchpoint in casa in gara4!

Posted by superbasketball su 21 aprile 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaMercoledì sera gara3 della finale di C Silver ha rotto l’equilibrio, almeno dal punto di vista del punteggio nella serie, dato che sul proprio parquet i biancorossi del CUS hanno saputo domare la Tarros, e stasera, sugli stessi legni, avranno addirittura a disposizione il matchpoint per chiuderla anzitempo sul 3-1!

Se gara 2 aveva avuto un andamento piuttosto monocorde e privo di speranze per i genovesi, gara 3 è stata piuttosto diversa. Per tutta la partita le due squadre si sono rincorse con vantaggi mai superiori ai 6 punti! Dai blocchi di partenza era partita leggermente meglio la squadra di Padovan (Kuntic 18, Visigalli 17), che sul 4-10 (tripla di Santoni) aveva ottenuto il massimo vantaggio, ma il CUS (Dufour 21, Macrì 17) non ha tardato a reagire e Bigoni ha segnato il pareggio a 10. La frazione ha visto avere la meglio i biancorossi, ma col minimo scarto (16-15). Nel secondo tempino per vari minuti le difese hanno prevalso, poi Bigoni (efficace per la verità più che altro a corto range l’altra sera) ha dato uno strappo e i genovesi sono saliti a +5. Anche qui non è mancata la reazione spezzina, coronata dal coast-to-coast di Coari per il 22-23. A metà quarto l’espulsione dello stesso Coari, dopo un contatto senza fischi con Pettineo e la sua reazione, stavolta fischiata dai direttori di gara. Il punteggio è poi rimasto in altalena, e la sirena di metà gara ha detto che si doveva andare a parlare negli spogliatoi in perfetta parità, quasi tennistica, sul 30-30. Al rientro toccava ancora alla Tarros vestirsi da lepre, salendo al +5: nel frangente un tecnico fischiato contro Pansolin non è stato sfruttato da Visigalli, e CUS è riuscito a limitare i danni, tornando sotto e chiudendo con un solo possesso di svantaggio la terza frazione (43-45). Ancora i ragazzi in canottiera nera a tentare l’allungo in inizio di 4° tempino, ma i padroni di casa, trascinati in questa frazione da Dufour (14 punti a referto negli ultimi 10′, andate a vedere il video su Facebook dedicato alla sua prestazione), hanno contenuto il distacco entro un solo possesso, per poi riagguantare gli ospiti sul 53 pari a 3′ dal termine. Qui cominciava un mini supplementare che doveva decidere il punto: il tutto però dopo l’uscita per falli di Santoni, mentre Bigoni riusciva a non commettere il suo quinto. Dufour attirava un antisportivo di Visigalli e lo trasformava, per poi aggiungere altri 2 punti da sotto, imbeccato proprio da Bigoni. Visigalli e Kuntic provavano a tenere a galla la barca spezzina, ma prima Macrì e poi ancora Dufour, glaciali, suggellavano la vittoria genovese dalla lunetta, col massimo vantaggio genovese raggiunto proprio dopo l’ultimo libero del 9 bianco.

Nei commenti del dopo partita ovviamente il risultato ha un peso preponderante: entusiasmo dal lato cussino, dove Pansolin e Taverna certamente non possono che gioire per una squadra che ogni volta sembra trovare energie insospettabili nei momenti critici (e ricordiamoci che Mangione ha già saltato ben 5 partite, di cui una sola persa dai biancorossi, gara 2 di finale) e per una situazione che stasera dà loro la chance di portarsi casa “tutto il cucuzzaro”, direi certamente contro il pronostico iniziale di settembre e anche di aprile; arrabbiatura notevole nello staff bianconero, che non ha visto durante la gara abbastanza da potersi dire di aver fatto tutto il possibile, e ora sa di non avere più margini d’errore. Alle 20.45 (arbitri De Angeli e Falletta) il PalaCUS stasera vedrà di nuovo incrociarsi le stesse squadre, ma stavolta i padroni di casa giocheranno per il ko, mentre agli spezzini la vittoria concederebbe “soltanto” di poter riportare la serie a casa per la bella. Auguriamoci che sia vibrante come e più di gara 3, e, magari complice anche il weekend incipiente, di fronte ad un pubblico ancor più numeroso: questi sono spot del nostro basket e non dobbiamo sprecarli! Chi può, per chiunque tifi, porti amici e conoscenti a vivere queste emozioni: credo che non essere trascinati sia difficile se ci si trova a condividere eventi di questo tipo. Ok, non è Cleveland-Golden State, ma per la Liguria sì!

Ovviamente io ci sarò e su Facebook (se ci siete e non avete ancora messo il like alla pagina, fatelo, così magari arriviamo a 500 ma soprattutto vi potranno arrivare le notifiche delle notizie che posto là, che sono più di quelle che trovate qui) cercherò di raccontarvela in tempo più o meno reale mediante un minimo di play-by-play testuale.

Sul canale Youtube mio (Braun1964) ho caricato ieri sera l’integrale di gara 3, godetene pure tutti (vi chiedo soltanto di chiedere prima se voleste utilizzarne degli estratti altrove, vista la fatica che faccio a fare queste cose). Ci sono anche alcune foto così, per completezza 😉 , su Flickr.

2016-2017 C Silver Finale G3 CUS-Tarros

Playoff:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Dopo il pareggio Tarros, stasera al PalaCUS c’è gara3: snodo della serie?

Posted by superbasketball su 19 aprile 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaDopo la sosta pasquale, torniamo a parlare della finale della C Silver, dato che devo ancora raccontarvi di gara2 e che stasera c’è gara3!

Se gara 1 aveva visto il CUS imporsi soprattutto mentalmente, gara 2 è stata abbastanza diametralmente opposta. I bianconeri di Padovan (Visigalli 17, Kuntic 14) venerdì scorso hanno saputo gestire la gara senza cali, approfittando di un roster cussino ancor più corto del solito (4 ’99 in panchina, essendo assente oltre a Mangione l’under 20 Pettineo), tenendo sempre in mano il manubrio e facendo il buco nel terzo quarto, chiuso con un ventello scarso di vantaggio sui genovesi (Dufour 13, Bigoni 11), che hanno accusato anche il quarto fallo di Bigoni. Lì, come spesso succede in queste gare che valgono comunque 1, la partita è sostanzialmente terminata, e c’è stato spazio per le rotazioni. 1-1 e palla al centro, se per centro si intende il centro del PalaCUS che ospiterà ora, come previsto dalla formula delle serie su 5 gare, gara 3 e gara 4. Stasera alle 20.45 Luca Rezzoagli e Tommaso Mammola, arbitri designati, alzeranno la palla a 2 di gara 3, e vedremo se il dominio mostrato dalla Tarros in gara 2 avrà cambiato l’inerzia della serie, o se il parquet amico, e magari il pubblico sulle tribune, saranno motivo per i ragazzi di Pansolin (che dopo gara 2 non si è mostrato preoccupato, avando ottenuto tutto sommato dalla “campagna” spezzina più di quanto il pronostico avrebbe concesso ai suoi) e Taverna di una ritrovata energia. Dal punto di vista teorico i cussini per vincere la serie avevano matematico bisogno di almeno una vittoria esterna, ed è arrivata subito: ma la serie si vince arrivando a 3, e allora questa gara dispari potrebbe essere il vero snodo della sequenza. Un 2-1 mette infatti chi lo subisce spalle al muro; CUS potrebbe ancora gestirlo in casa in gara 4 venerdì (stessa ora), ma per i ragazzi del presidente Caluri la situazione diventerebbe un po’ più rischiosa ancora. Peraltro c’è da ricordare che la squadra spezzina non a caso è stata capolista, ha sbagliato meno in stagione e negli scontri diretti con le migliori sino alla gara di febbraio a Genova non aveva mai perso.

A proposito, come aperitivo, totalmente analcolico, per stasera, su Facebook ho proposto una “spremuta” di quella partita: chi vuole può andare a berse…a vedersela! E’ piena di bei movimenti cestistici! Fermo restando che sul canale Youtube mio (Braun1964) trovate anche l’integrale, ovviamente, girato allora. Agli appassionati però consiglio di farsi vedere sulle tribune dell’impianto di Viale Gambaro, che siate di Genova o meno, che veniate per tifare biancorosso o bianconero (o “gufare” biancorosso o bianconero, pare che siano sport praticati 😉 ), potreste vedere un bello spettacolo. Lasciate perdere quella roba che si gioca stasera con i piedi, quella la rivedete quando volete in tutte le salse, questa poi siete costretti a guardarla su Youtube con le fastidiose riprese di un dilettante… 😉

Playoff:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – CUS sorprende Tarros al Palasprint, domani sera già gara 2

Posted by superbasketball su 13 aprile 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaDavvero una C Silver non molto prevedibile!

Ok, avevo premesso che questa finale poteva giocarsi sul filo dell’equilibrio, avendo visto ciò che era successo in regular season tra le due contendenti (una vittoria per parte con distacchi minimi) e l’andamento delle semifinali. Sono stato subito profetico (in patria!), visto che ieri sera al Palasprint ci sono voluti 45′ per dirimere gara 1, che ha visto imporsi il CUS Genova, che si è praticamente appropriato del fattore campo ai danni di una Tarros spentasi sul più bello.

A ben vedere anche la gara 1 di semifinale era stata problematica per i bianconeri, dato che i vadesi li avevano addirittura sorpassati a pochi minuti dalla fine: i ragazzi di Padovan però in quel caso avevano trovato la freddezza di risolvere tutto nell’ultimo quarto. Stavolta i bianconeri (Kuntic 30, Santoni 12) erano partiti bene, andando avanti di 12 dopo un quarto e addirittura di 16 nel secondo; ma il team di Pansolin e Taverna (Dufour 17, Macrì e Bigoni 14) viaggia evidentemente con i borsoni pieni di determinazione, perché non si è scoraggiato e ha continuato a giocare, con grande agonismo e andando anche a volte oltre le righe, prendendo tecnici e antisportivi. Ma l’atteggiamento ha pagato: prima hanno riportato lo svantaggio in singola cifra, e poi, nell’ultima frazione, è arrivato il pareggio. Parità che si è riscontrata sul 60 pari anche al 40′, costringendo all’overtime. E lì la Tarros non ha più combinato niente, mettendo a segno la miseria di 1 punto, mentre i biancorossi allungavano e alla fine potevano festeggiare uno 0-1 importantissimo perché ottenuto in casa del team del presidente Caluri. I cussini stanno giocando questi turni di playoff senza Mangione, fatto che per tutti gli avversari rappresenta potenzialmente un vantaggio e quindi un’occasione, ma che solo Sarzana, in gara 1, è sinora riuscita a sfruttare. Il gruppo genovese sembra aver trovato un’unità “speciale”, e riesce a sopperire all’assenza certamente importante con l’abnegazione e la concentrazione. In campo spezzino ci sarà ora poco tempo per riorganizzare tutto, capire quali sono stati gli errori commessi ieri sera, e preparare le contromosse, dato che Gara 2 si gioca già domani sera, stesso campo e stessa ora, ovvero le 20.30. Poi ci sarà la sosta pasquale, e Gara 3 e 4 saranno ancora di mercoledì e venerdì, ma al PalaCUS, per poi eventualmente tornare a La Spezia per la bella del mercoledì 26, se servisse.

E come afferma Pansolin, speriamo che queste due squadre diano spettacolo nel resto di questa finale, cominciando (continuando!) da domani sera!

Playoff:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Le finaliste sono CUS e Tarros!

Posted by superbasketball su 10 aprile 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaDopo le gare 2 che hanno azzerato quanto successo nelle gare 1 di entrambe le serie, tra ieri e oggi si sono disputate le gare 3, e abbiamo la coppia finalista! L’altroieri è toccato al CUS eliminare Sarzana in una gara tiratissima a Genova, ieri è stata la formazione spezzina a liberarsi dell’insidia Vado sul proprio campo, facendo il break definitivo già nel terzo tempino.

La prima semifinale quindi è stata del tutto ribaltata sabato sera: se in gara 1 Sarzana aveva strappato il fattore campo a Genova, e poi il CUS se lo era ripreso in gara 2 in trasferta, in gara 3 il PalaCUS ha stavolta arriso al team di Pansolin e Taverna (Macrì 30, Dufour 15), che pertanto, malgrado l’assenza di Mangione (ancora in forse la sua possibilità di rientrare durante la serie di finale), si è qualificato per l’ultimo atto del campionato. Clamoroso il primo quarto biancorosso: dopo i canestro di Casini di apertura, i padroni di casa sono volati sul 17-2 senza che Sarzana (Casini 21, Jonikas 16), anche chiamando timeout, riuscisse ad arginare la folata; e nel seguito del tempino i cussini hanno toccato il +18, per poi doversi accontentare del 28-15 di fine quarto dopo una tripla frontale di tabella di Jonikas. Partita non certo finita, perché Sarzana prima tornava più volte sotto la doppia cifra, poi verso l’intervallo lungo, a ridosso della sirena, qualche zampata di Bencaster e il tiro pesante di Casini hanno fruttato un -5 che lasciava decisamente di nuovo tutto aperto. Pur con andamento altalenante, pian piano Sarzana tornava sempre più sotto. -3, poi -9, poi -2, poi -7, poi -4 e il 30′ consegnava il 59-55 a referto. Ultima frazione per coronarie forti! Jonikas fa -2 e poi dalla lunetta fa solo 1/2 per il -1: sembra possa materializzarsi il sorpasso, e invece qui viene fuori l’anima CUS, ieri sera impersonificata soprattutto in Macrì, che segna dall’arco e poi mette anche il +6. Casini riporta Sarzana ad un solo possesso, poi si accende Bigoni, tripla e sfondo da Bencaster in sequenza. Macrì e Dufour dalla linea della carità portano il vantaggio a +9, ma ancora Sarzana non molla: Salazar e Casini trovano triple utili che riportano a -3 i propri colori quando manca meno di un minuto. Dopo un canestro di Bigoni e un libero di Bestagno, la partita finisce quando sull’ennesimo errore al tiro pesante biancoverde Macrì porta avanti la palla ma subisce il fallo tattico di Casini, fischiato come antisportivo. Dalla panchina si alza Bardi (inutilizzato sino ad allora) che si fa espellere essendo entrato in campo. 3 liberi a segno per il play genovese che mette la firma al 2-1 del CUS nella serie!

Molto bene il CUS, che ha sopperito con la volontà all’assenza eccellente di una pedina (o torre? Alfiere?) importante come Mangione. Dopo aver perso gara 1 non molti avrebbero scommesso sul ribaltamento, e oltre a qualche colpa sarzanese ci sono sicuramente tanti meriti biancorossi nel risultato finale di questa semi. Contro la Tarros, vedremo se i genovesi riusciranno in qualche modo a riavere Mangione, magari più avanti nella serie (la caviglia è ancora malconcia): in regular season entrambe le partite si sono chiuse con scarti esigui, per cui sulla carta dovremmo avere una finale non scontata. E in ogni caso, sarà prima contro seconda.

Per il team di Bertieri uno stop che, per la prima volta da diversi anni, li estromette dalla lotta per il titolo regionale, vinto l’anno scorso con il corollario degli spareggi promozione, e li costringerà a leggere sul mio blog (vabbé dài anche altrove) come andrà a finire; un qualcosa che evidentemente i ragazzi sarzanesi dovranno metabolizzare, per capire che cosa si è rotto nel meccanismo di una squadra che aveva dominato gara 1 e che poi si è fatta imporre il gioco, pur lottando comunque sino all’ultima manciata di secondi, sia in casa propria sia nella bella di ieri sera, e le cui individualità sono certamente asset importanti per il nostro campionato.

Qui di seguito foto e video della partita.

2016-2017 C Silver SF gara3 CUS-Sarzana 79-70

Ieri sera si è svolto il secondo attto delle gare 3 di semifinale, con la partita del Palasprint tra Tarros e Vado. Dopo lo spavento di gara 1, risolta solo negli ultimi minuti, e il partitone vadese con pareggio di gara 2, nell’incontro di ieri c’è stato tutto sommato molto equilibrio nella prima parte, in cui i ragazzi di Padovan (Kuntic 19, Santoni 18) hanno provato a prendere vantaggio, ma i vadesi (Olowu 10, Vallefuoco e Cerisola 8) a metà secondo quarto erano anche riusciti a rimettere il naso davanti, per poi andare negli spogliatoi a parlare con coach Dagliano e coach Costa sotto di 8, tutto sommato ancora in partita. E’ stata una terza frazione tutta bianconera a rompere gli equilibri: un +19 nel parziale che ha decisamente scardinato la resistenza mentale dei giovani in rosso. I quali nell’ultimo tempino, con le rotazioni a quel punto anche allargate a tutta la rosa da ambo le parti, hanno limato qualcosa, riducendo a dimensioni più accettabili il divario, senza però poter davvero riaprire i discorsi. Soddisfazione per la società del presidente Caluri, tornata a giocare la finale regionale e con la possibilità di farlo con il vantaggio del campo nella potenzialmente lunga serie contro il CUS: gara 1 e gara2 saranno infatti disputate al Palasprint, le due successive al CUS, e infine l’eventuale bella di nuovo in via Parma. Si parla di iniziare già mercoledì, si tratta di un calendario che deve tener conto delle festività pasquali e della necessità di terminare in tempo utile per iniziare poi gli spareggi interregionali, per chi vincerà il titolo ligure.

La Pallacanestro Vado esce in semifinale dopo un campionato lusinghiero, in cui si è intrufolata tra le quattro migliori, togliendosi vari sfizi e rischiando di togliersene anche altri, sfuggiti per pochi possessi. Un gran banco di prova per i giovani, che peraltro sono già abbondantemente torchiati nelle competizioni giovanili di eccellenza interregionali alle quali la società vadese partecipa con risultati apprezzabilissimi. Competizioni in cui l’intensità è elevata e che hanno forgiato l’approccio di gioco dei “pappagallini” rendendoli ossi duri per ogni avversario, anche il più esperto, spesso mandato “fuori giri” dal ritmo del Vado. Complimenti e appuntamento all’anno prossimo.

Dunque abbiamo le due contendenti: attendiamo il calendario ufficiale, poi potremo vedere lo spettacolo finale di una C silver che in queste ultime battute si è dimostrata scoppiettante!

Playoff:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Pazze semifinali, tutti sull’1-1 dopo le imprese di CUS e Vado!

Posted by superbasketball su 6 aprile 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaDopo le gare 1, forse pochi avrebbero scommesso sulla situazione attuale, invece le gare 2 hanno rimesso entrambe le semifinali in parità e ora le gare 3 si preannunciano entrambe aperte a tutti i risultati! Un bel finale di C Silver!

La prima “sorpresa”, e le virgolette sono d’obbligo perché in questa fase finale si stanno affrontando le prime 4 del campionato, squadre che hanno certamente la capacità di tirare fuori le cose che servono anche nei momenti di difficoltà, si è registrata martedì sera a Sarzana. I biancoverdi avevano imposto il loro marchio a gara1, dando l’impressione che il CUS patisse la sfida anche a causa dell’assenza di Mangione. Ebbene, in gara 2 sono proprio stati i genovesi (Macrì 21, Bigoni 17) a fare la partita, riuscendo, con l’uso di difese a zona anche abbastanza variate, a impedire alla squadra di Bertieri (Salazar 23, Dell’Innocenti 17) di sfruttare i suoi lunghi, in particolare Jonikas, e gestendo l’incontro con concentrazione estrema. A volte una gara che gira bene fa giocare senza accorgersi degli sforzi fatti, dicevo in sede di presentazione, e credo di essere stato abbastanza profetico, perché i ragazzi di Pansolin e Taverna, con le rotazioni ridotte a 7 uomini, hanno comunque tenuto banco per quasi tutta la gara, e piazzato le botte decisive con freddezza. A Sarzana quindi il fattore campo sfugge di mano dopo averlo conquistato, e ora si torna al PalaCUS per gara 3: con Mangione sempre out, ai biancorossi serivrà un’altra impresa ma è chiaro che l’inerzia al momento parla genovese. Palla a 2 in viale Gambaro sabato alle 21, speriamo davanti a un folto pubblico perché queste due squadre meritano una grande cornice.

Ieri sera il secondo botto, con la Pallacanestro Vado (Milosevic 20, Olowu e Canepa 14) capace di imporsi davanti al proprio tifo alla Tarros Spezia (Visigalli 16, Santoni e Kuntic 11) e portare a sua volta la serie sull’1-1. Qui il fattore campo è stato sempre rispettato: vedremo se la bella di domenica seguirà ancora la regola. Intanto nella gara del Geodetico abbiamo visto un Vado aggressivo, in trance agonistica e anche capace di trasformare in punti quanto conquistato nella metà campo difensiva. I ragazzi di Padovan tuttavia, pur senza strafare, nella prima metà di gara avevano dato l’impressione di poter piazzare magari la zampata decisiva; ma quasi sempre ad un piccolo allungo corrispondeva una risposta vadese. +6 e +3 i vantaggi dei bianconeri dopo le prime due frazioni. Nella seconda metà di gara si saliva ancora di intensità, in modo a tratti anche frastornante, e nel turbillon i biancorossi di casa si esaltavano, trovando in Milosevic, Zavaglio, Canepa e Olowu (impressionanti alcune sue accelerazioni!), coadiuvati validamente dagli altri, i terminali più pericolosi, e riuscendo in finale di quarto a ribaltare specularmente un -3 per entrare nell’ultima frazione in vantaggio. Questi 10′ sono stati tiratissimi, con le squadre a ribattere colpo su colpo e con le solite decisioni arbitrali a scaldare gli animi da entrambe le parti. Stupore in particolare per un’infrazione di 8″ inflitta a Spezia, che a rivedere le immagini sembra però corretta (a mio modestissimo avviso), mentre dal vivo era sembrata piovere dal nulla. La squadra di casa perdeva Prato per un secondo antisportivo; Kuntic, uscito alla distanza, provava a tenere in carreggiata i suoi, ma Vado suggellava la vittoria con Zavaglio e con il definitivo intercetto di Milosevic sulla rimessa in attacco spezzina, che liberava Vallefuoco per i punti del ko. Staff biancorosso a lustrarsi gli occhi e festa in mezzo al campo per i ragazzi di Dagliano e Costa, mentre la squadra del presidente Caluri era costretta ad incassare una sconfitta che complica certamente il percorso. E dopo aver visto gara 1, in cui la partita si era decisa per i bianconeri solo nei minuti finali, anche gara 3 si preannuncia combattutissima. Palla a 2 domenica alle 18 in via Parma: anche qui sarà bello poter raccontare di una grande partecipazione di pubblico!

Il vostro umile blogger ieri sera ha preparato per voi foto e video della partita del Geodetico!

2016-2017 C Silver SF gara 2 Vado-Tarros

Playoff:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

C/F – Cestistica campione regionale ligure!!! Ora il percorso spareggi per la A2!

Posted by superbasketball su 4 aprile 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa C femminile ha decretato in modo abbastanza inequivocabile che la squadra campione ligure è proprio quella che ha dominato il campionato sin dalle prime battute, ovvero la Cestistica Savonese!

Niente centello nemmeno questa volta, ma è giusto, perché l’avversaria ancorché battuta largamente è sicuramente la più arcigna che potevano trovarsi davanti le biancoverdi: la Polysport Lavagna, anche davanti ai propri sostenitori, ha potuto però solo contenere le ospiti in gara 2, arrendendosi solo nel punteggio ma onorando la finale. Anzi, nel primo quarto le biancoblù hanno tenuto decisamente botta, e il punteggio è rimasto in bilico. Poi le ragazze di Pollari (Skiadopoulou 25, Aleo 18) hanno cominciato ad allungare, e il +15 dell’intervallo lungo rendeva decisamente ancora più ardua l’impresa per le ragazze di Daneri nella seconda metà di gara. Le biancoverdi non si fermavano e anche alla ripresa ricominciavano bene, allungando ad un ventello abbondante che permetteva loro di traguardare il successo finale, arrivato al 40′ con un sonante +28. Finale annunciata, vittoria forse altrettanto annunciata per un team che, al di là dei “nomi” del roster, ha poi dimostrato sul campo di meritarsi il titolo. Complimenti a tutte e complimenti alla società savonese, da coach Pollari sin su alla presidentessa Oggero!

Lavagna esce di scena dopo un campionato non “perfetto” (certamente non come quello savonese delle 22 vittorie in fila), ma comunque dimostrando anche nelle sfide di campionato con le campionesse di meritare la seconda piazza. Chissà: in altre formule, come poteva essere un girone misto Piemonte-Liguria tipo quello dell’anno scorso, magari le biancoblu avrebbero comunque trovato lo spazio per proseguire il cammino, dato che in passato le lavagnesi avevano fatto sempre bene nella competizione con i team di fuori regione. Brave comunque.

Tornando alle biancoverdi dei record, ora per loro la strada si fa un po’ più in salita. Gli spareggi per la promozione in A2 prevedono vari turni ad eliminazione diretta, a cominciare dalla sfida con la vincente del girone piemontese. Potrebbe essere il Teen Torino, che a una giornata dalla fine è avanti rispetto alla Cuneo Granda ma con gli scontri diretti a sfavore: staremo a vedere. Comunque l’andata dei quarti di finale (si gioca su 2 partite con differenza canestri e supplementari eventuali al ritorno) sarà nel weekend dopo Pasqua, con ritorno il weekend successivo. Poi eventualmente ci sarà la vincente di Toscana2-Marche1, e poi l’eventuale finale, ma non corriamo troppo avanti…

Per ora, ribadiamo i complimenti alla Cestistica Savonese per la sin qui trionfale stagione!

Situazione (e partite in programma):

.

Posted in C F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Tarros regola Vado nel finale e fa 1-0. Stasera Sarzana-CUS, domani Vado-Tarros

Posted by superbasketball su 4 aprile 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaDopo la vittoria sarzanese a Genova, anche la Tarros ha tenuto alta la bandiera della provincia spezzina superando al Palasprint un insidiosissimo Vado. Tra oggi e domani si disputeranno le gare 2 e chissà che non ci sia già qualche verdetto.

La gara 1 tra la capolista Tarros Spezia e la quarta classificata Pallacanestro Vado è stata, come ci si poteva aspettare, meno prevedibile di quanto la classifica avrebbe pronosticato. E’ vero che i ragazzi di Padovan (Visigalli 21, Kuntic 18) hanno da subito impresso il loro marchio alla gara, prendendo un vantaggio vicino alla doppia cifra, sin dalla prima frazione; ma analogamente a quanto era successo nel quarto di Santa Margherita, i ragazzi di Dagliano e Costa (Olowu 13, Zavaglio 12) hanno reagito molto bene di lì in poi, giocando alla pari nel secondo quarto in cui hanno tenuto il distacco andando negli spogliatoi sempre in partita, e addirittura realizzando la rimonta e il sorpasso nel terzo quarto. Poteva sembrare mettersi male per i bianconeri in inizio di ultima frazione quando gli ospiti addirittura salivano ancora al +5, ma qui, vuoi per l’esperienza, vuoi per l’oggettiva difficoltà di falli dei vadesi che ha portato all’uscita anticipata dal campo di ben 4 elementi, è uscita la capolista, che di fatto nel residuo del quarto ha vinto 22-5 e suggellato il primo punto della serie. Si rigioca domani sera al Geodetico alle 20.45: vedremo se sul parquet del lungomare Colombo i vadesi avranno la forza mentale di impattare e di costringere quantomeno gli spezzini del presidente Caluri alla bella di nuovo al Palasprint.

Nell’altra serie, di cui ho già parlato, siamo invece già a gara 2. Stasera nella tensostruttura Diego Bologna Sarzana ha il matchpoint che ribalterebbe la serie a proprio favore. La vittoria di sabato  a Genova contro un CUS un po’ in difficoltà anche per l’assenza di una pedina importante come Marcello Mangione, il cui impiego stasera sarebbe probabilmente una sorpresa, ha sicuramente caricato i biancoverdi, e la possibilità di chiudere tutto, col sostegno del proprio pubblico, è certamente un vantaggio psicologico importante. Però l’orgoglio dei ragazzi di Pansolin e Taverna li porta senz’altro ad affrontare la trasferta in Lunigiana con la speranza che non sia l’ultima stagionale, anche se il precedente di qualche mese fa, disputato a dire il vero nella palestra di Piazza Ricchetti, non è beneaugurante. E’ chiaro che la coperta biancorossa si è accorciata e che infatti in gara 1, dopo una partita spesa a rincorrere sempre nel punteggio i ragazzi di Bertieri, la stanchezza degli uomini chiave è probabilmente risultata determinante, ma a volte una gara che gira bene fa giocare senza accorgersi degli sforzi fatti. Palla 2 alle 20.45!

Playoff:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Sarzana espugna il PalaCUS. Domenica Tarros-Vado

Posted by superbasketball su 31 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa prima semifinale di C Silver è partita col ribaltamente del fattore campo: Sarzana ha infatti portato a casa il referto rosa dal PalaCUS, con merito, e ora è certamente in vantaggio nella serie, non solo numericamente ma anche “logisticamente”!

La gara 1 di mercoledì sera è di fatto arrivata troppo presto per il recupero di Mangione, mentre nelle file dei sarzanesi Sia Casini sia Dell’innocenti, pur non partendo in quintetto, hanno poi giocato un congruo numero di minuti. Certamente l’assenza dell’11 bianco creava a Pansolin e Taverna alcuni problemi di profondità del roster, togliendo peso difensivo e soluzioni in attacco, e i verdi di Bertieri ne hanno saputo approfittare. Già all’avvio gli ospiti (Jonikas 22, Salazar 17) sono scattati davanti, e di fatto a parte sull’8 pari il CUS (Dufour 23, Bigoni 15) ha sempre dovuto inseguire. Nel secondo quarto i genovesi riuscivano anche a mettere il naso avanti, ma dopo alcuni minuti di sorpassi e controsorpassi, è stato Bencaster a spostare gli equilibri, lavorando per sé e per i compagni con molta lucidità. Alla sirena di metà gara gli ospiti potevano andare negli spogliatoi sul +6. Nella seconda parte di gara ci si aspettava il tentativo di reazione cussino, che arrivava ma produceva solo il -2, poi Sarzana allungava di nuovo e la frazione si chiudeva di nuovo sul -6 per i genovesi. Partita ancora aperta naturalmente, ma nell’ultimo tempino i paroni di casa restavano a lungo bloccati, mentre i verdi capitalizzavano al meglio i loro viaggi in lunetta, salendo subito a +9 e addirittura sul +12. Di  lì a poco Macrì, Bigoni e infine Dufour uscivano per falli, decretando di fatto l’estinzione delle speranze di recupero biancorosse. Finiva con Sarzana avanti di 10, e il PalaCUS espugnato per la prima volta quest’anno. Prova convicente della truppa di Bertieri, che ha dimostrato anche di aver appunto recuperato i lungodegenti e pertanto in prospettiva può guardare con fiducia alla gara 2 di martedì sera, quando davanti al pubblico amico potrà cercare il colpo del ko. In casa degli “universitari” ci sarà da fare quadrato per provare a sopperire ancora meglio alle difficoltà della situazione: chissà se Mangione potrà già rientrare infatti. In ogni caso, per il CUS non ci sono alternative al restituire il colpo in trasferta.

Qui foto e naturalmente il video integrale della partita!

2016-2017 C Silver - SF1 - CUS-Sarzana 64-74.

.

Domenica invece si giocherà a La Spezia la gara 1 dell’altra semifinale, quella tra la capolista di regular season Tarros Spezia e la quarta classificata Pallacanestro Vado. I precedenti stagionali dicono 2-0 per i ragazzi di Padovan, ma a ben guardare in entrambi i casi lo scarto è stato minimo, 6 punti al Palasprint e solo 3 al Geodetico. I pappagallini di Dagliano e Costa in casa propria hanno collezionato vari scalpi, e nel finale di stagione hanno vinto 8 gare su 9, più le 2 dei quarti con Tigullio. La Tarros ha fatto ovviamente ancor meglio (10 vittorie nelle ultime 11 partite disputate), e col vantaggio del campo, e l’esperienza di molti dei suoi uomini, il team del presidente Caluri resta comunque la favorita del pronostico in questa serie, con i vadesi a fare da “guastatori”, e utilizzare la propria verve agonistica per tenere sotto la massima pressione i bianconeri. La palla 2 è prevista, naturalmente nell’impianto di via Parma, alle ore 18.

Playoff:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C/F – Cestistica travolgente in gara1 della finale regionale

Posted by superbasketball su 29 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa C femminile ha celebrato gara 1 di finale, e bisogna dire che se al Cotonificio in gara 2 non si assisterà a un drastico cambio di situazione, la serie sembra già, diciamo purtroppo per lo spettacolo, avere una pretendente fortissima alla vittoria finale. Forse non serve dirlo, ma questa, come da pronostici e da risultati della regular season, è la Cestistica Savonese.

Al PalaPagnini le ragazze di Pollari (Skiadopoulou 16, Moretti e Zanetti 15) hanno condotto la gara con buon vantaggio sino dalla prima frazione, con le lavagnesi (Fortunato e Principi 12) che non sono riuscite a contenerle a sufficienza, cosicché il punteggio è stato basso relativamente ai soliti centelli delle biancoverdi, ma con un divario già oltre la decina di punti dopo la prima sirena, che si è poi lentamente dilatato sino al +32 con il quale è stato siglato il referto giallo consegnato a coach Daneri (che ha commentato “noi semplicemente non pervenuti“). Ha funzionato abbastanza bene invece la difesa savonese, tenendo la Polysport a soli 35 punti segnati.

E’ chiaro che se sabato a Lavagna lo “spirito Poly” non si impadronirà totalmente delle biancoblu, spingendole ad una partita superlativamente diversa da quella di domenica scorsa, dopo il 2-0 (risicato nei punteggi per la verità) del campionato la squadra savonese potrà mettere in bacheca il titolo regionale ottenuto con un altro 2-0. Spalle al muro, la squadra di Daneri deve dare tutto, con lo spirito del “non succede, ma se succede”, sapendo che comunque la domenica successiva ci sarebbe da tornare in via Tardy e Benech per la bella.

Situazione (e partite in programma):

.

Posted in C F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Al via le semifinali con CUS-Sarzana di stasera

Posted by superbasketball su 29 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa C Silver ha appena completato i quarti, e già stasera comincia una delle semifinali, quella tra CUS e Sarzana, mentre per quella tra Tarros e Vado bisognerà aspettare domenica.

La gara 1 molto ravvicinata nelle intenzioni doveva servire per cercare di non “ingorgare” i tempi delle partite della finale, che sarà su 5 gare, e che deve comunque terminare entro il 26 aprile, e in mezzo c’è Pasqua. Certo che per entrambe, CUS e Sarzana, vista la situazione infortuni, magari qualche giorno in più serviva; ci sarà un po’ più tempo prima di gara 2, prevista per martedì 4 a Sarzana. Stasera al PalaCUS vedremo quali formazioni si schiereranno: i padroni di casa probabilmente non potranno utilizzare Mangione, fresco di infortunio alla caviglia nella gara di Ospedaletti, ma anche gli ospiti, che nel turno scorso non hanno nemmeno portato a Sestri Casini, e non hanno utilizzato Dell’innocenti, potrebbero essere ancora rimaneggiati. In regular season i due team hanno vinto una volta a testa, rispettando il fattore campo, anche se l’andata è stata vinta nettamente dai biancoverdi (+24) mentre il ritorno sul campo di stasera è stato vinto dai cussini con uno scarto molto inferiore (+7), e quindi gli scontri diretti darebbero una preferenza per i ragazzi di Bertieri. La classifica però ha detto CUS, e quindi Pansolin e Taverna possono provare a capitalizzare il vantaggio di non avere la necessità di vincere in trasferta per aggiudicarsi la serie. Come solito nei playoff, stasera conteranno anche molto i nervi saldi, e nei due team non mancano elementi di esperienza, che queste situazioni le hanno vissute più volte; sicuramente gli staff tecnici hanno sviscerato, conoscendosi molto bene, i punti fondamentali del gioco avversario e proveranno a neutralizzarli, e tante volte questo può portare a far emergere piuttosto altre situazioni magari meno “tradizionali” nei giochi sin qui visti, con giocatori a trovarsi a gestire più palloni del solito e magari a decidere la gara. Sempre che le condizioni fisiche non la condizionino largamente: i playoff, per la loro crudele brevità, sono anche una questione di allineamenti astrali, e la salute fisica delle pedine chiave spesso ha un ruolo determinante, più che in regular season in cui bene o male qualche chance di recuperare resta.

Palla 2 al PalaCUS stasera alle 20.45.

Sulla semifinale di La Spezia naturalmente tornerò più avanti…

Playoff:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Gara 2 chiude tutti i quarti! Le semifinali sono dunque Tarros-Vado, CUS-Sarzana

Posted by superbasketball su 26 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaPlayoff di C Silver: spietate le prime 4, tutte le serie dei quarti si sono chiuse sabato sul 2-0, e le semifinaliste a quanto risulta dovrebbero già trovarsi per gara 1 del turno mercoledì sera. Come il pronostico avrebbe predetto, la Tarros ospiterà Vado, mentre il CUS se la vedrà con Sarzana, prima contro quarta e seconda contro terza.

Cominciamo, noblesse oblige, dalla capolista Tarros Spezia (Visigalli 27, Santoni 19): i bianconeri di Padovan non hanno sprecato il loro matchpoint a Chiavari, e dopo la sfuriata iniziale dell’Aurora (Dmitrovic 16, Costacurta 14), encomiabile nel rendere credibile la gara sino a dopo l’intervallo lungo, tanto da andare avanti anche di 8 lunghezze nella seconda frazione, hanno messo la freccia e rispettato il pronostico. I 20 di scarto finali sono la fotografia della differenza in campo, ma sono lievitati nell’ultimo tempino, quando i ragazzi di Marenco non ce l’hanno fatta proprio più. Salutiamo i gialloblu, positivissimi nel portare a termine una stagione difficile da totali sfavoriti, una scommessa vinta. Magari meglio rischiare un po’ meno l’anno prossimo eh! Quanto alla Tarros, arriva alla semifinale e si ritroverà davanti un’altra gang di ragazzi, oggettivamente più temibile, quella dei biancorossi del Vado.

Neanche il CUS (Bigoni 25, Macrì 18) ha gettato al vento l’occasione, uscendo da via Isnart con il secondo punto e la qualificazione, anche se la preoccupazione maggiore è per il diametro della caviglia di Mangione, schiantatosi sul muretto laterale della palestra ospedalettese per intercettare un passaggio alto a partita virtualmente già conclusa: in forse la sua presenza nelle gare che arriveranno adesso. Come prevedibile gli orange (Cruz Salas 29, Rossi 19), senza pressioni, hanno approcciato molto bene la gara, scappando via anche sul +8, con Revetria e Cruz Salas a tirare la carretta davanti. I genovesi hanno ricucito, ma con percentuali rivedibili soprattutto dall’arco e anche alcuni errori non forzati da sotto, e anche la seconda frazione è stata sostanzialmente in equilibrio. La gara si è spostata verso i rossi ospiti dopo metà della terza frazione, in cui molti punti dei padroni di casa sono arrivati dalle mani di Rossi (4 triple e 14 nel tempino), mentre i genovesi si affidavano spesso a soluzioni spalle a canestro per poi sfruttare una ritrovata precisione da fuori sugli scarichi, quando dal 53 pari i cussini con un 7-0 hanno rotto il bilanciamento, per poi salire al -12 e chiudere il quarto sul +9. La spallata definitiva è arrivata all’inizio dell’ultimo tempino, con 4 punti di Bigoni e una tripla di Bedini (ispirato in molti frangenti, fondamentali ambedue i play genovesi) per il +16 che ha quasi ucciso la gara. Dopo l’infortunio di Mangione, la coltellata finale è stata la bomba frontale di Macrì per il +19, poi le ostilità sono sostanzialmente terminate e da ambo le parti si sono svuotate le panchine per far giocare tutti. Applausi per i ragazzi di casa di coach Lupi, ieri privi anche di Michelis, che hanno sviluppato comunque un’ottima gara restando in partita sin dopo il 30′, e che ora possono dedicarsi all’Under 20. Pansolin e Taverna incassano la qualificazione, che era chiaramente l’obbiettivo minimo partendo dalla seconda posizione di stagione, ma devono preparare una sfida con Sarzana per la quale uno come Mangione era importante.

Sapete che c’ero: ed ecco foto e video integrale della gara.

2016-2017 C Silver QF2 Ospedaletti-Cus
.

Pur senza Casini e con Dell’innocenti in panchina per far numero, il Sarzana di coach Bertieri (Jonikas 22, Salazar 17) è uscito indenne dalla palestra di via Lombardia, dove pure poche settimane fa era caduto il CUS, e ha eliminato il Sestri Levante (Garibotto 18, Calzolari 14) regalandosi l’accesso all’agognata semifinale proprio con i genovesi, da affrontare però con lo svantaggio del campo. I ragazzi di Canepa non hanno demeritato: pari dopo 10′, sotto di poco negli altri due parziali, i padroni di casa hanno tenuto botta sin lì, per poi soccombere alla determinazione degli ospiti, trascinati dai due stranieri Jonikas e Salazar. Giusto coronamento del campionato sarzanese, che non poteva certo fermarsi a questo turno, e che ora proverà a sovvertire il pronostico con il team cussino. Nei quarti si ferma invece la squadra sestrina, che ha fatto un campionato un po’ a corrente alternata, con ottime prestazioni e punti persi in giro (basti ricordare quelli dell’ultima giornata a Chiavari che sono costati il quinto posto) che non hanno permesso di andare oltre il sesto posto in regular season, sempre buono ma non d’eccellenza.

Un bel po’ di stress e fatica i ragazzi del Vado di coach Dagliano e Costa (Prato 28, Canepa 10) l’hanno sicuramente accumulata nel superare il blocco autostradale di ieri (niente a confronto di quello di oggi, peraltro), che li ha ritardati fino ad arrivare al palazzetto di Santa Margherita solo mezz’ora prima della palla a 2. L’inizio del Tigullio di Pezzi (Zolezzi 14, Diouf 11), forse anche a causa di questo, sembrava far pensare a una gara2 destinata a pareggiare la serie: i vadesi scivolavano sino al 20-9 interno nel secondo quarto. Poi gli ospiti mettevano il tappo al proprio canestro (25 punti subìti nei restanti 25 minuti) e gradualmente recuperavano, per mettere decisamente la freccia dopo l’intervallo lungo e lasciare decisamente dietro i sammargheritesi. 2-0 e Vado accoppiata con la capolista Tarros, mentre i tigullini si consolano con una stagione comunque positiva, con la solita squadra giovanissima.

La notizia che mi è stata passata è che le semifinali dovrebbero iniziare subito (per evitare un ingorgo di partite nella settimana dopo Pasqua), ovvero già mercoledì. Aspettiamo però a vedere l’ufficializzazione delle date delle gare 1! Di sicuro sappiamo che si giocherà al Palasprint e al PalaCUS…

Playoff:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C/F – Domenica al via la “finale annunciata”

Posted by superbasketball su 24 marzo 2017

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa C femminile domenica inizia la serie finale, quella che tutti o quasi si aspettavano ad ottobre quando fu varato il campionato e furono chiari i roster. Le reduci dalla B dell’anno scorso erano le squadre favorite e sono arrivate in fondo, magari non nello stessissimo modo, ma entrambe brillantemente, diciamo.

Si parte nella tana della favorita delle favorite, ovvero al PalaPagnini, che ospita per la prima volta dalla sua denominazione una serie finale. In gara 1 la Cestistica Savonese proverà a mettere il primo timbro sul biglietto per gli spareggi, dopo avere tra l’altro conquistato in settimana la qualificazione alle finali Under 20 con tante ragazze dello stesso gruppo: ma avrà davanti a sé un’avversaria sicuramente all’altezza, cioè quella Polysport Lavagna che negli anni passati aveva fatto benissimo, meglio delle biancoverdi, sino ad accarezzare il sogno promozione.

In regular season le due partite disputate sono state entrambe vinte dalle savonesi: all’andata le biancoverdi avevano dilapidato un largo vantaggio finendo per vincere per sole 4 lunghezze, mentre al ritorno a Lavagna le ragazze di coach Daneri si erano arrese addirittura per un punticino. In entrambi i casi il punteggio è stato basso per gli standard della capolista, 54 e 55 punti segnati contro una media di oltre 90, a significare che la difesa biancoblu è stata efficace nel contenere la capacità realizzativa delle ragazze di Pollari. Entrambe hanno chiuso brillantemente le proprie semifinali sul 2-0, Lavagna soffrendo un po’ di più ma in parte è normale visto che giocava contro la terza classificata. non la quarta.

E così la palla a due che verrà alzata alle 18 in via Tardy e Benech darà il via a questa serie che deciderà chi tra le due potrà rappresentare la Liguria negli spareggi promozione, e provare ad avvicinare la A2. Sarà comunque durissima, ma un po’ attrezzate le nostre lo sono. Intanto vediamo chi vince il titolo!

Situazione (e partite in programma):

.

Posted in C F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: