SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

Notizie, notiziole e baggianate

Posts Tagged ‘Playout’

C Silver – Sarzana, buona vittoria con Fabriano! Ardita salva, Red in D

Posted by superbasketball su 10 maggio 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaContava sul fattore campo per conquistare i primi punti nel girone spareggio promozione, e Sarzana li ha effettivamente ottenuti con una buona prova contro la Janus Fabriano; ad Ovada si è invece consumato l’epilogo dei playout regionali, con l’Ardita Juventus salva e il Red Basket condannato alla retrocessione.

Al Palasprint, che non si può definire propriamente casa per Sarzana ma di fatto lo sarà per questo finale di stagione, i ragazzi di coach Bertieri hanno ottenuto un referto rosa in una partita non facile, in cui gli avversari della Janus Fabriano hanno dato loro del filo da torcere soprattutto nella prima metà di gara.

Un buon avvio dei biancoverdi li lanciava immediatamente avanti, con un vantaggio che, grazie all’imprecisione dei blu ospiti e ad un Irving fisicamente prepotente, raggiungeva i 10 punti sul 15-5 dopo la seconda inchiodata dell’inglese. Qui però si arenava un po’ la spinta sarzanese, e si accendeva il folletto Taylor, che mettendo a serio repentaglio le caviglie dei difensori biancoverdi si esibiva nel suo pezzo forte, l’accelerazione verso la linea di fondo: la chiusura di tempo vedeva i padroni di casa avanti solo di 2 sul 19-17.

Nel secondo quarto gli ospiti proseguivano, e con in campo il totem Usberti (43 primavere!) sfoderavano una serie di conclusioni dall’arco che fruttavano sorpasso ed allungo. Sarzana si aggrappava al punteggio ma la chiusura di tempo vedeva gli ospiti avanti di 5 e i ragazzi di Bertieri un po’ in difficoltà nella propria metà campo, con la ciliegina del tecnico a Bencaster (tra l’altro già il 4 fallo dell’esperto esterno sarzanese).

Abbiamo avuto una seconda frazione un po’ sottotono in difesa, e loro ne hanno approfittato. Però sapevamo che alla lunga avremmo potuto sfruttare un loro calo, e così è stato“, ha raccontato al vostro blogger coach Bertieri a fine partita. E in effetti al rientro dagli spogliatoi dopo uno stallo piuttosto prolungato è stata Sarzana a prendere in mano la situazione, e prima Irving (canestro e poi la terza schiacciata del 35-36) e poi un particolarmente ispirato Pené, che ha segnato in tutte le situazioni, da sotto, dalle tacche, dall’arco, dalla lunetta (10 punti in 7′ per il plurititolato ligure!), hanno ribaltato la situazione confezionando un quarto da 20-9 e portando la squadra di casa ad iniziare l’ultimo quarto sul 51-45.

Nell’ultimo tempino Fabriano dopo una fiammata iniziale sembrava spegnersi, e nemmeno la 2-3 messa su per tentare di invertire il trend fruttava vantaggi, perché i sarzanesi capitalizzavano sulla difesa e confezionavano vari and one e viaggi in lunetta. E così nel finale il gap si allargava sino ai 13 punti del 40′, cosa interessante perché rende più difficile un eventuale ribaltamento al ritorno (e hai visto mai che non sia importante anche solo per un secondo posto in avulsa). Complimenti a Bertieri e ai suoi ragazzi!

I quali nel pomeriggio avevano anche ricevuto già la notizia della (mezza) sorpresa di giornata, ovvero la vittoria del Su Stentu a Firenze che ha lanciato i sardi in testa al raggruppamento, e automaticamente rivalutato quello che era successo in Sardegna la settimana scorsa: “Certamente, ma viene ancora più da recriminare perché eravamo avanti bene e ci siamo fatti risucchiare e battere…“, chiosa Bertieri. E comunque ora la classifica vede i sarzanesi formalmente secondi, a pari con Firenze ma davanti per quoziente complessivo, in attesa che la sfida di martedì (spostata per impegni delle giovanili) sempre al Palasprint dirima meglio la parità. 2 punti assolutamente da conquistare, perché a questo punto l’equilibrio è tale che non ci sono favorite, chi avrà più fame e qualità porterà a casa la B. Forza ragazzi!

Il vostro blogger ha ovviamente fatto foto e filmati, e trovate tutto qui sotto. Enjoy!

(Album di Flickr! Cliccare per aprire l’album)

2015-2016 C Silver Spar Prom A Sarzana-Fabriano.

.

Gara2 della serie spareggio dei playout ha decretato dunque la definitiva salvezza dell’Ardita Juventus e la contemporanea retrocessione del Red Basket. I ragazzi di coach Chiesa hanno cominciato la partita del Geirino con il giusto piglio e il punteggio con cui si è tornati negli spogliatoi, 13-42 per i nerviesi, suonava già come un verdetto anticipato. I reds di coach Brignoli hanno dato qualcosa di più nella ripresa, recuperando un pochino soprattutto nella terza frazione, ma il 55-77 finale ha confermato quelli che erano i pronostici di tutti gli addetti ai lavori alla vigilia dei playout.

E così si consuma l’atto finale di una stagione di grandi fatiche per i ragazzi del Red, costretti a giocare per gran parte del campionato in partite con pronostici chiusissimi: e non è facile mantenere le motivazioni. Quando poi Barber è partito alle volte della Puglia le quotazioni della salvezza presso gli allibratori sono schizzate alle stelle…Ora si prospetta un po’ di gavetta nella serie inferiore: c’è da dire che la partita di domenica è stata comunque vissuta festosamente, con i ragazzi delle giovanili a stringersi intorno a quelli della C.

Che dire dell’Ardita? In un campionato rischioso, i genovesi non sono riusciti a conquistare la salvezza anticipata e sono dovuti andare sino in fondo al tunnel per trovare la luce. Ciò malgrado, per il secondo anno i nerviesi restano al massimo livello regionale, con tanti giovani in campo, e questo è un bene per il basket del capoluogo, che almeno un derby lo giocherà anche l’anno prossimo. Complimenti a coach Chiesa, ai suoi collaboratori, alla società e naturalmente ai giocatori!

Situazione:

.

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Sarzana ospita Fabriano. Red-Ardita, gara2 con gli ovadesi spalle al muro

Posted by superbasketball su 6 maggio 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaContinua l’avventura del Sarzana negli spareggi promozione: nella seconda giornata dell’andata al Palasprint i biancoverdi ospitano la Janus Basket Fabriano. Nei playout regionali invece si gioca gara2 ad Ovada, con l’Ardita al matchpoint sul Red.

Avendo perso entrambe nel primo turno, Sarzana a Sestu e Fabriano addirittura in casa con Firenze, la sfida di domani a La Spezia rappresenta un po’ un bivio, temo piuttosto definitivo: chi resterà a 0 vedrà molto più lontana la possibilità di piazzarsi al primo o al secondo posto del gironcino, a meno di grandi miglioramenti nel ritorno e di risultati favorevoli ad incastro. Se i sarzanesi di coach Bertieri possono ben dire di aver sprecato un’occasione, dilapidando un grande vantaggio sul campo sardo, nella partita di Fabriano c’è stato equilibrio, rotto praticamente solo nel finale a favore degli ospiti. Nei marchigiani (Taylor 31, Franklin e Quercia 13) fa un po’ pensare il fatto che a punti siano andati in cinque soltanto, con ben 44 dei 74 segnati messi a referto dai due americani. Ci sarà cercamente filo da torcere per le torri biancoverdi, e altrettanto lavoro andrà speso negli altri ruoli; ma sul campo di casa è ora che Sarzana ritiri fuori la determinazione dimostrata nel campionato e nelle durissime serie playoff, e conquisti il primo referto rosa di questa fase interregionale. Sabato prossimo ci sarà un altro impegno casalingo e dato che al ritorno sarà il contrario, con due trasferte e una partita casalinga, è consigliabile arrivarci con un po’ di fieno in cascina se non si vuole essere alla canna del gas già a metà girone. Forza ragazzi!

Chi alla canna del gas c’è già è il Red Basket di coach Brignoli. Affrontare gara2 di uno spareggio retrocessione verso la D Regionale avendo perso di un trentello gara1 e oltretutto avendo vinto due sole partite in questa stagione, l’ultima a dicembre 2015, è certamente molto difficile. Tutt’altra tranquillità, pur con la concentrazione necessaria, deve esserci invece tra le file dell’Ardita Juventus, che vede alla portata l’obbiettivo di mantenersi a questo livello per il terzo anno di fila. E’ chiaro che il pronostico arride agli uomini di coach Chiesa, la palla però è a spicchi ma pur sempre rotonda, e si vince se si fa canestro e se ne subiscono di meno, non con i pronostici. Dunque, come recitava uno che se ne intendeva, “impossible is nothing”. In bocca al lupo ad entrambe! L’eventuale gara3 sarebbe nuovamente a Genova sabato prossimo.

Partite in programma:

.

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Sarzana superato dal Su Stentu. Ardita a un punto dalla salvezza, Red a un passo dalla D

Posted by superbasketball su 2 maggio 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaComincia con una sconfitta in trasferta il girone spareggio promozione del Sarzana; a Genova invece l’Ardita piazza un 1-0 perentorio e inguaia decisamente il Red Basket nello spareggio retrocessione.

A Sestu i biancoverdi hanno ben iniziato, giocando alla pari nella prima frazione e facendo più volte dei tentativi di allungo, che sembravano avere successo visto che i ragazzi di Bertieri (Dell’Innocenti 27, Irving 10) nel secondo quarto sono arrivati anche al +14. I sardi però hanno continuato a giocare, credendoci, e hanno dapprima ridotto il divario e poi sfruttato un buon terzo quarto per rimettere il naso avanti. Non sono però riusciti a fare un buco decisivo, e così si è giunti al finale a contatto: ma sul tiro sarzanese che poteva dare il pareggio e forse i supplementari, è arrivato un errore che ha lanciato il contropiede cagliaritano per il +4 finale. Peccato, perché la partita sembrava mettersi nel modo migliore per i liguri; ma che gli spareggi fossero difficili, per tanti motivi, non è una scoperta. Sarà importante ora non sprecare le occasioni casalinghe, a cominciare dal turno prossimo in casa con Fabriano, ieri sconfitto in casa da Firenze.

Rispettato invece il pronostico in gara1 della serie spareggio dei playout tra Ardita Juventus e Red Basket. I ragazzi di coach Chiesa (Pietronave 15, Negrini e Ferrari 12) hanno rifilato 34 punti di scarto ai reds di coach Brignoli (Canepa 12, Grossi 11), e la serie sembra decisamente indirizzata verso l’epilogo più scontato, con la salvezza dei nerviesi. Domenica si gioca al Palageirino, e se gli ovadesi non mettono su la partita migliore dell’anno, sarà un commiato dalla categoria…

Partite in programma:

.

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Sarzana in Sardegna per il primo turno degli spareggi. Gara1 a Genova nel thriller del playout

Posted by superbasketball su 30 aprile 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaCominciano in questo weekend le terze fasi della C Silver. Sarzana, fresca del titolo ligure, si tuffa nell’avventura degli spareggi promozione; a Genova invece inizia la serie che decreterà la retrocessa in D Regionale, tra Ardita Juventus e Red Basket.

Foto Squadra

I “Pirates” del Su Stentu di Sestu (CA), primi avversari del Sarzana

Dunque il team biancoverde di coach Bertieri, l’unica compagine ligure maschile che si cimenterà quest’anno in una fase nazionale dei campionati, domani sul campo della scuola elementare Anna Frank di Sestu (CA), inizia il suo girone promozione contro il Su Stentu, squadra campione della C Silver sarda. Dato che si incontrano squadre provenienti da ambiti regionali molto diversi, le notizie che l’una ha dell’altra sono giocoforza frammentarie e basate magari su informazioni reperite “da intelligence” 😉 , e questo credo che aggiunga suspense e fascino alla sfida. I sarzanesi affrontano pertanto una trasferta dall’altro lato del Tirreno con in valigia soprattutto le proprie capacità e le proprie caratteristiche. La fisicità nel pitturato potrebbe risultare l’arma in più, a maggior ragione visto che i Pirates (qui nella foto a sinistra il loro team) hanno perso un lungo esperto per il resto della stagione. Ma credo che di fatto solo la palla a due, e i 40′ successivi, potranno dire qualcosa di più certo. Ricordo che l’obbiettivo è lasciarsi dietro almeno 2 squadre, perché chi vince il girone è promosso, ma anche chi arriva secondo ha davanti la possibilità di spareggiare ancora per un ulteriore posto. Forza biancoverdi, tenete alta la bandiera ligure!!!

Ritornando invece nel nostro piccolo, oggi pomeriggio va in scena il primo atto della parte forse più “drammatica” (le virgolette sono d’obbligo perché anche una retrocessione non è una tragedia), quello spareggio retrocessione che mette una davanti all’altra le due squadre giunte terze nei gironcini playout che invece hanno visto salvarsi, Aurora, Sestri, Tigullio e Vado. Nella palestra dell’istituto Majorana, in via Allende a Genova, l’Ardita Juventus riceve la visita del Red Basket Ovada. I ragazzi di coach Chiesa contro quelli di coach Brignoli. Credo che sia inutile dire che i nerviesi partono favoriti nella serie, perché le prestazioni durante l’anno e anche nei playout non sono state molto vicine. 9 punti a favore dell’Ardita all’andata ad Ovada a fine novembre, ben 30 nel ritorno genovese a fine febbraio, questi i precedenti in stagione. Sono passati altri 2 mesi ma in queste settimane sono stati certamente più convincenti i biancoblù (pur avendo perso lo scontro diretto decisivo a Vado) dei reds, che nel playout hanno subìto scarti medi di oltre 21 punti. Ma, come dicevo qualche giorno fa, nulla è detto e diamo ai ragazzi ovadesi la chance di stupirci: però devono vincere almeno una volta in via Allende…

Partite in programma:

.

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Vado batte Ardita, salvo! Sarà spareggio tra i nerviesi e il Red

Posted by superbasketball su 26 aprile 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaL’attenzione del weekend per quanto riguarda la C Silver era praticamente tutta, credo, concentrata sullo scontro diretto del gironcino A, in cui il Pool Vado e l’Ardita Juventus si contendevano la salvezza diretta partendo da una situazione di pari punteggio.

Al Geodetico è uscito l’1 in schedina, e col risultato del campo i bianconeri vadesi (Prato 15, Cognigni, Cavallaro e Dzigal 10) hanno conquistato il diritto a disputare la C Silver anche l’anno prossimo, mentre i ragazzi di Chiesa dovranno affrontare nel “duello all’OK Corral” finale il Red Basket Ovada. La partita è stata sempre condotta dai giovani di Prati-Dagliano-Guarnieri, che all’intervallo lungo potevano contare su un rassicurante +14. Forse troppo rassicurante perché ha causato un insterilimento offensivo che ha tenuto viva l’Ardita, capace di risalire dal ventello scarso del 30′ a un -7 che faceva presagire guai. Qui però i padroni di casa hanno ritrovato la lucidità sufficiente per reagire e chiudere il discorso salvezza.

Il Pool chiude quindi qui una stagione, come ben evidenziato già da coach Prati, molto difficile, per il combinato disposto della gioventù della rosa (sottoleva anche in Under 20…) e l’accavallarsi degli impegni delle diverse categorie, che con le squadre impegnate in Eccellenza fuori regione chiaramente ha complicato molto. Ma pur a fatica alla fine il risultato minimo è arrivato. Complimenti e soprattutto buon riposo…

Resta invece in ballo la squadra genovese, che nelle ultime giornate aveva illuso di poter prendere il posto dei vadesi tra le squadre “in ferie”, e invece dovrà passare attraverso la porta più stretta, quella dello spareggio finale.

Nel girone B infatti è rimasto a 0 punti il Red Ovada (Paro 24, Canepa 17), sconfitto anche nell’ultima giornata in casa dall’Aurora Chiavari (Terribile 23, Garibotto 14) che invece il gironcino l’ha vinto e che al Geirino si è presentata in versione molto rimaneggiata ma evidentemente sufficiente.

Gialloblù in vacanza, a meditare su una stagione abbastanza deludente, anche se la salvezza di fatto non è mai stata in discussione e qualche sprazzo di luce qua e là c’è stato. Gli ovadesi invece sono in gran pericolo, e se si guarda alle prestazioni recenti non si può non pensare che per salvarsi dovranno davvero fare un’impresa. Dopo così tanti mesi di sconfitte pesanti, sembra difficile immaginare che possano vincere 2 partite, di cui almeno una in trasferta, e lasciare all’Ardita il cerino in mano. Ma niente deve essere scontato, e quindi diamo ai reds la possibilità di stupirci! Vedremo poi quale sarà il calendario esatto dello spareggio.

Nel frattempo parleremo dell’altra serie di spareggio, quella per la promozione e che vedrà impegnata Sarzana: come sapete l’esordio è in Sardegna, mentre le gare casalinghe pare che si disputeranno in realtà al Palasprint di La Spezia, quello che è il campo di casa proprio della Tarros appena battuta. Ma ne riparliamo più avanti in settimana…

Risultati e classifica:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

C Silver – Ultimo turno dei playout, dentro-fuori a Vado per Pool e Ardita. Il calendario degli spareggi promozione

Posted by superbasketball su 22 aprile 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaMentre nel girone B si gioca solo per riempire le caselline del calendario, e il Red di coach Brignoli, destinato allo spareggio finale, ospita l’Aurora Chiavari, salvissima da settimane, nel girone A andrà in scena una gara da mors tua vita mea.

Al Geodetico di Vado infatti domenica arriva l’Ardita Juventus, e il risultato sarà direttamente efficace sulla salvezza: se il Pool vince anche solo di 1, si salva e manda l’Ardita allo spareggio. Se viceversa si imponessero i genovesi (santa concisione del nostro sport, dove non si pareggia se non in casi speciali), i ragazzi di Chiesa, che sono già appaiati ma davanti ai vadesi, si salveranno e manderanno il gruppo del trio Prati-Dagliano-Guarnieri alla fatica del turno supplementare, quello che fa un po’ tremare i polsi. Paradossalmente i bianconeri avevano iniziato meglio il gironcino, ma il vantaggio che sembrava ampio si è volatilizzato ed ecco qui, l’ultima gara diventa un aut-aut. E non me ne vogliano i protagonisti, ma in fondo per “vendere le copie” a me sta anche bene 😉

Nel frattempo, e trovate i dettagli qua sotto, cè anche il calendario del girone di spareggio per Sarzana. Esordio il 1° Maggio in Sardegna con il Su Stentu, poi in casa con Fabriano e Firenze, quarta giornata a Firenze, poi in casa con i sardi e chiusura nella Marche. Ovviamente il tutto non sarà banale, magari nei prossimi giorni ne parleremo con i sarzanesi…

Risultati e classifica:

.

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Il quinto turno dei playout, due punti per Ardita e Sestri

Posted by superbasketball su 19 aprile 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaChiusa anzitempo la finale playoff, in C Silver si è giocato nei gironcini playout. Entrambe le gare non avranno comunque un effetto tangibile sulle chances di salvezza delle varie squadre.

Nel girone A c’è da registrare la vittoria, che farà sicuramente morale, dell’Ardita Juventus (Ferrari 21, Negrini 16) sul Tigullio Basket (Somoye 20, Pittaluga 19), ormai già salvo. I nerviesi arrivano perciò allo scontro decisivo di domenica a Vado già appaiata, e davanti, al Pool. Chi vince si salva, chi perde farà lo spareggissimo con il Red. I ragazzi di Pezzi invece chiudono a quota 10; quest’anno i biancorossi non hanno fatto la parte della mina vagante quanto in passato, ma comunque si sono fatti valere malgrado la giovane età di molti di loro, e la salvezza anticipata è stata comunque rinfrancante. Li aspettiamo alla controprova nella prossima stagione.

Nel girone B il Sestri Levante ha chiuso anche la sua stagione, regolando senza troppi patemi il Red Basket (Cruder e Canepa 16) in Via Lombardia. Anche il team di Canepa era salvo già da diverse settimane, e ha giocato quasi tutto questo playout senza rischi, dopo una stagione direi interlocutoria, in cui comunque ha cercato di spostare sempre più l’accento sui giovani del vivaio, il che è ovviamente molto sano in prospettiva. I reds devono ancora ospitare l’Aurora al Geirino, ma sono chiarametne solo in attesa di giocarsi tutto nel turno finale.

Risultati e classifica:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

C Silver – SARZANA! Espugnato ancora il Palasprint, ora gli spareggi. Parliamone con coach Bertieri… Turno interlocutorio nei playout

Posted by superbasketball su 14 aprile 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa C Silver ha trovato la sua regina! In gara4 tutto si decide nell’ultimo minuto, e sul filo di lana il Sarzana Basket si è ritrovato avanti di un’incollatura sulla Tarros Spezia, ha chiuso la serie di finale sul 3-1 e ha festeggiato sul parquet del Palasprint! Complimenti!!!

La cronaca dell’atto conclusivo dell’ennesimo derby stagionale racconta di una Tarros, che era spalle al muro, più efficace nel complesso, soprattutto all’inizio, e quasi sempre avanti nel punteggio ma con il gap che si allunga sino alla doppia cifra ma ritorna poi sempre a pochi punti se non al pareggio, a dimostrazione che i biancoverdi erano comunque sempre in partita. I ragazzi di Martini nel terzo quarto illudono tornando avanti in modo deciso, ma Sarzana è sempre lì. Nell’ultima frazione il copione non cambia ma i bianconeri arrivano davanti sull’ultimo rettilineo, e sembrano in grado di farcela: invece i ragazzi di Bertieri rosicchiano, e Dell’innocenti costruisce il vantaggio a pochi secondi dalla fine. I padroni di casa prendono un primo tiro, lo sbagliano e prendono il rimbalzo, ma anche la seconda conclusione esce e la palla finisce nelle mani dei biancoverdi, che si ritrovano campioni regionali!

Grande dunque l’equilibrio tra le due squadre, così come si era visto equilibrio nel campionato e nelle semifinali. Brava Sarzana a reagire in gara3 al mancato 2-0, e ieri a portare a casa il trofeo dalla tana della Tarros, che era una squadra appositamente costruita, e anche corretta in corsa, per andare sino in fondo, e invece si ritrova a ragionare sulle imperfezioni che hanno impedito di raggiungere l’obbiettivo. Giustamente il presidente Caluri è deluso dal risultato finale…

Stasera però bisogna parlare di Sarzana, e per celebrare il titolo ho trovato il tempo di sentire coach Michele Bertieri, il trionfatore di questo campionato!

SBB: Ciao coach, non ci siamo sentiti in questa stagione (ma sei in ottima compagnia!), ma dopo ieri sera non mi potevi sfuggire anche se ti hanno cercato sicuramente in tanti! Mi pare di capire che tu stesso faccia fatica ancora oggi a capire che cosa sia successo…

SAM_9426

Coach Michele Bertieri al PalaCus nella sconfitta della prima di ritorno

MB: Guarda, davvero bisogna realizzare. Capisci, era un’annata in in cui in fondo non ce l’aspettavamo, e come sai abbiamo anche una storia di stagioni giocate alla grande con finali poi perse. Davvero, inaspettata! Questa, forse, è stata la stagione più difficile, ma ci abbiamo creduto, ci abbiamo lavorato, ed è arrivato il premio. Tra l’altro con la Tarros, che dichiaratamente si sentiva, ed è, molto forte: loro probabilmente durante la stagione si sono resi conto che mancava qualcosa, ed infatti avevano fatto delle correzioni. Però il campo alla fine ha dato ragione a noi.

SBB: Com’è andata ieri sera?

MB: Anche ieri sera, come in fondo in gara2 anche se poi avevamo perso, la Tarros ha cercato di fare dei break per andar via, ma i loro strappi non hanno mai creato sbandamenti, forzature o individualismi da parte nostra. Li abbiamo così sempre ricuciti nel breve. Mentre giocavamo, con loro davanti, ci rendevamo conto che loro avevano percentuali ottime, altissime, eppure restavano avanti magari di 5 o 7 punti, senza mai fare un parziale importante, un vero break, e quindi noi a forza magari di liberi, di palle rubate, eravamo lì. Anche nel finale, mi pare mancassero meno di 3 minuti ed eravamo sotto di una decina di punti, ma l’abbiamo portata a casa: qualche canestro pesante, una palla rubata, qualche libero, poi abbiamo messo il tiro del +1 quando mancava una manciata di secondi, sono arrivati i due errori loro, e il recupero nostro…

SBB: Eh sembra facile! Io quest’anno vi ho visto solo con il Cus, quando peraltro avete perso; però, leggendo le cronache delle vostre partite e specialmente quelle delle ultime gare tra regular season e playoff, ho scritto più volte che dimostravate solidità, specialmente mentale. E’ merito del mix di esperienza dei giocatori che ti ritrovi (e dico Bencaster per restare sul banale e non dover elencare almeno tutto il quintetto base…)?

MB: Indubbiamente l’esperienza di certi giocatori ti dà equilibrio, specialmente quando ci si trova in situazioni complicate, nei momenti in cui non gira bene, perché ci sono stati durante l’anno varie volte, quei momenti in cui magari davanti non ti riesce granché e quindi ti devi aggrappare alla difesa piuttosto che farti trainare dall’attacco. E’ una questione di equilibrio del gruppo, di mentalità. Penso ad esempio alle partite con il Follo in semifinale, equilibratissime, in cui abbiamo brillato meno ma difeso sempre molto bene. E’ in questi momenti che deve venire fuori il gruppo, in modo da restare aggrappati alle partite, e non demoralizzarsi e tirare i remi in barca.

SBB: Ma in una stagione con 3 sconfitte soltanto, ti eri però forse reso conto che si poteva andare sino in fondo. Le sconfitte ti avevano preoccupato? Con chi avete sofferto di più?

MB: Indubbiamente con Ospedaletti e Cus sono state le partite peggiori. Ad Ospedaletti abbiamo avuto una bruttissima partenza, poi in realtà l’avevamo anche recuperata, ma lo sforzo fatto per ricucire l’abbiamo sentito, e siamo arrivati alla fine bolliti. Il Cus Genova l’abbiamo incrociato in un momento in cui erano davvero in palla, avevano appena battuto anche la Tarros. A dire il vero è la squadra che speravo proprio di non dover riincontrare nei playoff, perché ci si addice poco per caratteristiche; e poi è quadrata, coesa, organizzata e ben allenata. Ma l’abbiamo schivata! In confronto ci troviamo meglio con la Tarros. Ma devo dire che la nostra esperienza è che nei playoff si azzera tutto, e lo dico avendo avuto brutte esperienze passate. Stavolta direi che è la prima volta che arriviamo tutti sani alla fase finale: negli anni passati avevamo avuto tanti acciacchi o addirittura infortuni pesanti, come Bencaster che si è rotto un dito in semifinale con Chiavari, e gli infortuni di Tesconi, di Bianchini. Stavolta abbiamo posto molta attenzione anche in questo, ci abbiamo lavorato e ci siamo riusciti: non è che non abbiamo avuto acciacchi, ma siamo riusciti a riassorbirli, e anche la sosta prolungata dalla Pasqua devo dire che ha aiutato!

SBB: Ti costringo a guardare avanti ora, perché tra un paio di settimane inizierete gli spareggi per salire eventualmente in B. Come li affronterete?

MB: Semplicemente noi giocheremo per fare il nostro meglio. Da martedì, lasciateci qualche giorno per rifiatare e godere il momento, si torna in palestra per preparare il girone di spareggio. Faremo il massimo e poi vedremo che cosa otteniamo, valuteremo il discorso B o C Gold e si vedrà. Comunque prima lavoriamo per i risultati, poi ci ragioniamo su.

SBB: Cosa sai delle possibili avversarie? Dalla Toscana dovrebbe arrivare il Pino Dragons Firenze, dalle Marche Fabriano, mentre dalla Sardegna non sappiamo ancora chi vincerà la finale e sarà “Sardegna1”.

MB: Di Firenze so che è una squadra di talento ma anche molto giovane, quindi atleticamente molto forte, diciamo sulla falsariga di quelle che abbiamo più o meno qui in Liguria, penso al Follo, al Tigullio o al Vado. Il livello toscano è mediamente alto: però noi abbiamo fatto un’amichevole con la CMC che è seconda non molto staccata da Firenze, e che con Firenze se l’è giocata in entrambe le partite, e da quello che ho visto penso che anche noi possiamo pensare di giocarcela. Delle squadre sarde non so molto, qualcuno dice che il livello sia più basso, ma non so se siano considerazioni attendibili, vedremo. Invece mi dicono che sia molto forte Fabriano, e sto sguinzagliando i miei collaboratori per trovare qualcosa da visionare per capirne di più. Bene comunque che si cominci solo a fine mese, perché abbiamo il tempo di rifiatare, ricaricare le pile e fare del lavoro specifico per cercare di arrivarci brillanti.

SBB: Già, tra l’altro se si arrivasse secondi ci sarebbe ancora l’ulteriore coda dello spareggio incrociato con un altro girone, quindi senza pausa sarebbe stata davvero dura, si rischiava di dover fare tutto “in apnea”. Ti ringrazio coach, ti faccio l’in bocca al lupo e ci risentiamo tra un po’!

MB: Grazie a te!

Bene, archiviamo dunque questo campionato, ahimé, zoppo e con poche squadre (11): sarebbe bello poter salire un po’ con i numeri, ma come sapete negli anni magri come sono quelli che viviamo piuttosto ci sarà da essere contenti se manterremo l’attuale livello, quantitativo e qualitativo. Speriamo che il “campionato estivo” che nelle ultime stagioni fa più retrocessioni di quello invernale, sia clemente…

Visto che ci sono, e in fondo è già anche giovedì sera, mi sembra cosa buona e giusta presentare anche il weekend che ci aspetta, ovvero la quinta giornata dei gironcini playout, a dire la verità totalmente ininfluente sulla lotta salvezza, se non, eventualmente, per determinare miglioramenti o peggioramenti nell’umore delle squadre ancora in ballo. State tranquilli, faccio presto 😉 …

Nel nel girone A come sapete il Tigullio Basket è già salvo, ma va a far visita all’Ardita Juventus. Non è in realtà importante per la classifica, ma è chiaro che una vittoria dei genovesi, che li porterebbe non solo a pari ma già davanti al Pool Vado per gli scontri diretti sinora disputati, potrebbe spostare qualche paletto psicologico in vista della decisiva gara del 24 aprile, quando l’Ardita andrà a Vado.

Nel girone B tutto è già deciso, ma sabato si chiude il campionato del Sestri Levante che ospita il Red Basket in via Lombardia. Gli ovadesi devono preparare la serie finale con chi resterà del girone A, è una gara che servirà soprattutto a coach Brignoli e probabilmente ai più giovani dei sestrini per mettere su minuti nella massima serie.

Risultati e classifica:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Botta e risposta, Sarzana torna avanti sul 2-1. Tigullio salvo

Posted by superbasketball su 11 aprile 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa finale playoff della C Silver si sta rivelando interessante come speravamo: le due squadre hanno finora tenuto in relativamente poco conto il fattore campo, visto che sulle 3 gare disputate ben 2 sono state vinte dalla squadra ospitata!

In gara2 mercoledì scorso la Tarros (Delibasic 18, Santoni 15) aveva ruggito, andando a vincere al Palarighe contro il team di Bertieri (Bencaster 18, Dell’innocenti e Bianchini 10) e potenzialmente riportando a proprio favore il fattore campo. Una partita in cui i bianconeri hanno avuto quasi sempre il vantaggio sul tabellone, per quanto Sarzana fosse riuscita poi a ricucire, e anche quasi lo svantaggio di una decina di punti con cui aveva chiuso la terza frazione.

Tuttavia, proprio quando i ragazzi di Martini avrebbero teoricamente dovuto avere gioco più facile nell’ottenere la vittoria, dovendo giocare gara3 sul campo di casa del Palasprint, ecco che Sarzana (Dell’innocenti 21, Penè 12), che non scopriamo oggi, ha sfoderato nuovamente una prestazione superlativa, e ha immediatamente ricambiato il dispiacere ai rivali (Ferrari 15, Pipolo 12), andando a prendersi il punto del 2-1. A dir la verità il primo quarto era iniziato benissimo per il team del presidente Caluri; ma da lì in poi sono stati gli ospiti ad imporre il proprio gioco, ribaltando il punteggio tanto da chiudere sulla sirena di metà gara sul +9. L’intervallo non ha modificato troppo l’inerzia, tant’è vero che i ragazzi di Bertieri hanno iniziato l’ultimo tempino sul +11 e hanno saputo difendere questo vantaggio anche contro l’ultimo sforzo spezzino. Notevole prova di solidità mentale della capolista della regular season, proprio nel momento in cui la serie sembrava pendere a favore della Tarros: c’è da dire che gara4, mercoledì sera, sarà di nuovo in via Parma, e quindi pur se i biancoverdi avranno un matchpoint a disposizione, per i bianconeri ci sono tutte le possibilità di impattare di nuovo, e poi giocarsi tutto a Sarzana. Dove, visti i precedenti, il pronostico sarebbe nuovamente fifty-fifty. Bene, un bel finale di stagione!

Nei playout l’interesse resta concentrato nel girone A, in cui c’è da registrare l’ottenimento della salvezza aritmetica da parte del Tigullio Basket (Somoyne 19, Diouf 14), che ha sfruttato il turno casalingo con il Pool Vado (Cognigni 22, Zavaglio 19) per salire a quota 10 e chiudere definitivamente il discorso. I bianconeri di Prati se la sono giocata sino all’ultimo tiro, anzi gli ultimi due, ma i ragazzi di Pezzi sulla sirena hanno potuto festeggiare. E quindi a questo punto resta decisiva la gara del 24 aprile, quando l’Ardita andrà al Geodetico: e i vadesi devono assolutamente vincerla, indipendentemente dal fatto che i ragazzi di Chiesa facciano risultato o meno col Tigullio sabato prossimo. Infatti, sia con l’Ardita alla pari sia con l’Ardita sconfitta dai sammargheritesi e quindi due punti sotto, senza la vittoria il Pool finirebbe dietro ai nerviesi per gli scontri diretti (o avendo 2 punti in meno). Ci sono dunque ancora una dozzina di giorni di incertezza.

Nel girone B invece si è giocato a Chiavari un derby sempre sentito tra Aurora (Garibotto 18,  Tealdi 14) e Sestri Levante (Reffi 31, Ferri 10), in cui la competizione c’è stata malgrado la classifica non avesse alcun effetto sul futuro delle squadre. L’ha spuntata la squadra di Marenco, in leggero recupero d’umore dopo una stagione sotto tono. Registriamo la vittoria del gironcino da parte dei gialloblù, che chiuderanno nell’ultima giornata ad Ovada dopo che Sestri avrà ospitato il Red sabato prossimo.

Risultati e classifica:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Weekend ligure maschile

Posted by superbasketball su 9 aprile 2016

Il fine settimana maschile è facile, ci sono solo 2 campionati, in questo caso è meglio…

In C Silver si disputerà domani gara3 della finale, in cui si parte dall’1-1 dopo la vittoria della Tarros a Sarzana nel secondo atto. Andranno in vantaggio i bianconeri, o riusciranno i biancoverdi ad espugnare il PalaSprint? E’ stata poi ufficializzata anche gara4 (il 13 sempre al PalaSprint).

Nei playout abbiamo Tigullio-Pool Vado nel girone A, che è l’unico raggruppamento in cui si gioca ancora per qualcosa: spettatrice interessata l’Ardita. Una vittoria vadese non basterebbe per decidere tutto (resterebbe possibile addirittura l’arrivo con tutte pari!), una tigullina invece salverebbe i ragazzi di Pezzi. Nel girone B derby di ritorno tra Aurora e Sestri Levante.

Partite in programma (scartabellate e trovate anche le partite in programma nei playout):

.

In D siamo alla penultima giornata, in cui si giocano diverse gare importanti per definire la griglia playoff dietro alla promossa Albenga. Spicca Valpetronio-Busalla, ma è importante anche Villaggio-Recco.

Partite in programma:

.

Posted in C Silver, Campionati, D Reg M | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Sarzana mette il primo colpo; domani sera gara2. L’Ardita vince lo scontro diretto e torna a sperare

Posted by superbasketball su 5 aprile 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa finale playoff della C Silver ha visto imporsi in gara1 al Palarighe di Sarzana i biancoverdi di casa.

In una serata che al presidente Caluri ha ricordato quella dell’ultima di regular season con il Cus Genova, i bianconeri (Cota 16, Delibasic 13) sono apparsi poco volitivi e consistenti al cospetto di una Sarzana (Bencaster 29, Dell’innocenti 14) incisiva, già nettamente avanti dopo il primo quarto e addirittura capace di doppiare gli ospiti all’intervallo: troppo pochi 20 punti segnati per un team che vuole salire di categoria. Certamente è un’attenuante l’infortunio di Santoni in riscaldamento (ma anche tra i padroni di casa c’è stato lo scarso utilizzo di Irving), ma è certo che se la Tarros non vuole tornare in casa propria con un 2-0 sul groppone e le spalle al muro, dovrà cercare di dare tutto domani sera in gara2. Dal canto suo coach Bertieri sa che vincere una battaglia non è vincere una guerra, e che l’avversario in apparente difficoltà va incalzato per migliorare il vantaggio, per cui i biancoverdi faranno di tutto per regalare ai propri tifosi il secondo punto e poi andare al Palasprint per gara3. E poi chissà. Speriamo quantomeno che le prossime gare siano più equilibrate e che celebrino dunque al meglio questo atto finale del nostro più alto campionato maschile.

Nei playout la partita più importante era quella di Genova, in cui l’Ardita Juventus (Ferrari 21, Rovati 13), che aveva le spalle al muro, ha colto un successo molto importante nello scontro diretto contro il Pool Vado (Prato 16, Cognigni 8). E grazie all’ampiezza dello scarto (+29) ora i nerviesi vantano, pur avendo 2 punti in meno in classifica, il netto vantaggio negli scontri diretti (2-1, +32). Ciò significa che nel caso arrivassero a pari punti con i vadesi, molto probabilmente (a meno di non perdere di 33 a Vado nel ritorno – ammetto di non sapere quale sarebbe il discrimine se perdessero di 32 e ci fosse parità totale, conterebbe il quoziente canestri nel gironcino, suppongo?) i ragazzi di Chiesa sopravvanzerebbero quelli di Prati-Dagliano-Guarnieri. Proprio il tecnico biancorosso Prati ha avuto molto da ridire dopo la gara, lamentandosi per un’espulsione che ha ritenuto immotivata; comunque, la differenza durante la partita l’ha fatta la precisione dall’arco dell’Ardita. Sabato a Santa a questo punto il Pool deve provare a fare la differenza; se così fosse nemmeno i ragazzi di Pezzi potrebbero più dirsi al sicuro (è ancora addirittura possibile un arrivo con tutte e 3 le squadre ad 8 punti…). Però al momento il pronostico è che almeno in questo girone l’interesse potrebbe restare alto sino all’ultimo turno, il 24 aprile, quando l’Ardita andrà al Geodetico.

Nel girone B si gioca per la gloria (non molta, penso). A Chiavari nel terzo turno l’Aurora (Costacurta 15, Ferri 14) ha confermato le aspettative della vigilia contro un Red (Canepa 18, Ferrando 16) che peraltro almeno sino a metà gara ha persino tenuto duro nel punteggio. Nelle file gialloblù da segnalare l’esordio in C di un 2000, Stefani. Domenica ultimo derby di ritorno a Chiavari tra i ragazzi di coach Marenco e quelli di coach Canepa.

Risultati e classifica:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Arriva la finale! Ultimo turno di andata dei playout.

Posted by superbasketball su 31 marzo 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa C Silver torna a dedicarsi alla lotta per il titolo: da sabato l’attenzione si rivolgerà nuovamente ad Oriente, e al Palarighe partirà la serie di finale tra Sarzana e Tarros. La domenica invece vedrà in campo i playout, con la possibilità che anche l’ultimo tassello si collochi e che i gironcini nel ritorno servano davvero solo per le statistiche.

Il calendario della finale, ufficiale sino a gara3, prevede gara1 e gara2 (mercoledì 6) sul campo dei biancoverdi, e gara3 al Palasprint domenica 10. Naturalmente se la serie non fosse finita per allora si continuerà con gara4 ancora a La Spezia e l’eventuale gara5 di nuovo a Sarzana. E che la serie possa anche arrivare al quinto atto non è improbabile: a novembre i sarzanesi si imposero in casa di 5 punti, mentre gli spezzini a febbraio si sono presi i 2 punti al Palasprint anche se con il minimo scarto. Ennesima sfida sostanzialmente pari di un campionato che ha visto un grande equilibrio, addirittura tra le prime 4.

Come arrivano questi due team alla kermesse conclusiva? Ci arrivano dopo la sosta pasquale, a complicare leggermente la gestione degli allenamenti, che entrambe le squadre hanno impostato con lavoro atletico prima di Pasqua e allenamenti più dedicati in questa; d’altronde il lavoro atletico potrà venire utile in una serie lunga e anche in prospettiva spareggi per chi vincerà. Sarzana ci arriva col vantaggio del campo, e chiaramente coach Bertieri non vuole sprecare questa briscola e ha come obbiettivo mettere in saccoccia 2 punti della serie nelle prime due uscite casalinghe; per gli spezzini di coach Martini c’è invece l’imperativo di vincere almeno una volta al Palarighe per aggiudicarsi la serie. D’altronde il fattore campo potrebbe non essere troppo influente, queste sfide spezzine hanno spesso dimostrato che le serie si possono anche vincere in trasferta. I bianconeri hanno eliminato il Cus ribaltando un po’ le sensazioni negative dell’ultima giornata di regular season, e quindi hanno forse un trend mentale più favorevole, ma Sarzana dal canto suo può vantare l’eliminazione del coriaceo Follo dopo due partite di conferma di solidità, tiratissime e “allenanti”. La palla a due di sabato pomeriggio alle 18.30 metterà termine alle elucubrazioni per lasciare spazio al campo, in bocca al lupo alle contendenti!

Domenica di playout: detto che si gioca a Chiavari tra Aurora e Red in un girone B ormai inutile se non per tenere caldo il Red che dovrà fare lo spareggio salvezza (magari per le altre due contendenti del girone sarà l’occasione per dare molto spazio ai propri giovani), qualcosa di più importante andrà in scena a Genova. Nella cornice della palestra di via Allende l’Ardita gioca con le spalle al muro contro il Pool Vado: una sconfitta condannerebbe infatti i ragazzi di Chiesa a giocare a loro volta sicuramente lo spareggio finale con gli ovadesi, dato che li lascerebbe a 2 punti e farebbe salire i vadesi ad 8, irraggiungibili. Invece se si imponessero i nerviesi, almeno il girone A manterrebbe un certo interesse. Cosa che ovviamente la triade Prati-Dagliano-Guarnieri spera non avvenga…

Risultati e classifica:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Red allo spareggio, Ardita nei guai. Sestri e Aurora salve, Tigullio sostanzialmente anche

Posted by superbasketball su 21 marzo 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa C Silver come sapete nel weekend si è dedicata unicamente ai playout, visto che entrambe le semifinali si erano concluse in settimana a gara2.

Sabato si è giocato a Santa Margherita nel girone A: purtroppo per i genovesi di coach Chiesa, l’Ardita (Negrini 12, Ferrari 9) ha iniziato malissimo in casa del Tigullio di Pezzi (Zolezzi 12, Somoye 10), finendo sotto di 20 all’intervallo lungo. Ci hanno provato a rientrare, ma la rimonta è stata rintuzzata dai biancorossi di casa, che con questa vittoria praticamente con 6 punti e un 3-0 di vantaggio nei confronti dell’Ardita possono dormire sonni abbastanza tranquilli (solo se arrivassero tutte e tre pari a 8 punti potrebbe idealmente succedere qualcosa, perché l’avulsa coinciderebbe con la classifica e a quel punto conterebbe il quoziente punti, ancora modificabile). Nel prossimo turno a Genova arriva il Pool e per i ragazzi di Chiesa se non arriva anche la vittoria sarà spareggio salvezza.

Giochi fatti nel girone B: era abbastanza prevedibile, e il Sestri Levante (Conti Fra. 41, Reffi e Calzolai 10) ha compiuto il destino del Red (Canepa 11, Grossi 10), condannandolo a giocarsi tutto nella serie di spareggio. In questo modo si è salvata in anticipo anche l’Aurora Chiavari, che si contenderà con i biancoverdi di Canepa la leadership del raggruppamento. Quanto ai reds di Brignoli, dovranno concentrare le residue energie sulle partite che li attendono dopo questo mesetto di calvario (tanto per stare in tema pasquale) di un gironcino che non serve più a nulla, come ad esempio la prossima partita a Chiavari. Non è facile, e se non ci riusciranno per il team ovadese sarà buio pesto.

Tutti a riposare ora, si torna in campo rispettivamente sabato e domenica dopo Pasqua a Genova e a Chiavari. Per quanto riguarda la finale playoff, non c’è ancora l’ufficialità delle date, ma in quel weekend si giocherà già. Stay tuned!

Risultati e classifica:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Le gare 2 confermano le finaliste: Sarzana e Tarros! Secondo turno playout nel weekend

Posted by superbasketball su 18 marzo 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa C Silver ha già le due finaliste, e sono Sarzana e Tarros. Le serie si sono chiuse sul 2-0, ma non si può certo dire che siano state a senso unico.

La prima semifinale finita è stata quella tra lo Spezia Basket Tarros (Cota 24, Jonikas 18) e il Cus Genova (Bedini A. 19, Mangione 18). Mercoledì al Palasprint è stata di nuovo partita tirata, testimoniata anche da molti tecnici (2 alle panchine e 1 a testa ad Angelo Bedini e Mangione). Le due squadre si sono superate, raggiunte, risuperate, e dopo 39′ il punteggio vedeva gli spezzini avanti solo di 1 punto, con la serie ancora totalmente aperta. I ragazzi di Martini sono stati però concreti e hanno suggellato il 2-0 dalla lunetta. Dunque la terza ha battuto la seconda e accede alla finale: d’altronde le posizioni erano così vicine che tra tutte e quattro le semifinaliste le differenze sono piccole. Si chiude la stagione del team di Pansolin e Taverna, che qualche segnale di risveglio della pallacanestro genovese l’ha dato, e speriamo che non siano solo suggestioni di fine inverno: la società biancorossa quest’anno ha poi affiancato alla squadra senior anche un’ampia attività giovanile, il che è premessa per un futuro. Il presidente Caluri invece ottiene il raggiungimento del primo obbiettivo, ovvero la finale, alla quale i bianconeri accedono senza nascondere la voglia di non fermarsi qui: il presidente e lo staff tecnico però ritengono che si debba ancora migliorare molto nella prestazione dei propri ragazzi.

Ieri sera è stata lo volta di Follo (Russo 17, Steffanini L. 11) e Sarzana (Casini 19, Bencaster 18). Dopo gara1 il giudice sportivo aveva dato tre turni di squalifica a coach Padovan (non convertibili), e due giornate (commutabili in sanzione) al campo sarzanese. Ci hanno rimesso i follesi che hanno dovuto mandare in panchina coach Rossi. La gara anche qui è stata tiratissima, e addirittura c’è voluto un overtime per dirimere la questione, dopo che Sarzana era scappata via ma era stata recuperata, e superata nel terzo quarto, dai padroni di casa, poi era tornata davanti e soltanto allo scadere Rinaldi aveva costretto tutti agli straordinari. Se serviva una dimostrazione dell’equilibrio…La parità si è spezzata nel prolungamento, in cui i biancoverdi di Bertieri si sono dimostrati più freschi e lucidi, e hanno chiuso la partita con uno scarto persino ampio di 7 punti. Molto bene per la capolista Sarzana, che ora può giocarsi l’accesso agli spareggi con la Tarros al meglio delle 5 partite, ma in fondo molto bene anche per il Follo degli Amadori, che ha fatto un gran torneo con un team in gran parte costituito da giovani e molto locale: se il buongiorno si vede dal mattino , questo gruppo avrà ancora di più da dire nelle prossime stagioni!

La finale si giocherà appunto su 5 gare, con l’usuale formula delle due partite in casa per la meglio piazzata (Sarzana), poi due in casa della peggio piazzata (Tarros), e l’eventuale bella di gara5 a Sarzana. In ogni caso la formula prevedeva gara1 il 3 aprile e gara5 il 17 aprile, quindi le due formazioni possono dedicarsi all’apertura delle uova e al taglio delle colombe, anche se qualche èpicoola variazione rispetto al programma di massima iniziale potrebbe esserci.

Si gioca invece nel weekend il secondo turno dei playout. Ritornano in campo l’Ardita Juventus e il Red, che avevano riposato la settimana scorsa. Sabato a Santa Margherita il tem di Pezzi proverà a riscattarsi dalla sconfitta di Vado ospitando proprio i ragazzi di Chiesa, rimasti staccatini nel gironcino e quindi bisognosi di punti; domenica invece i reds ricevono al Palageirino Sestri Levante, e se dovessero lasciare sul campo i 2 punti ai biancoverdi dovranno già ufficialmente prepararsi per lo spareggio.

Risultati e classifica:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

C Silver – Sarzana e Tarros vincono il primo round, ma c’è equilibrio. Colpi Pool e Aurora nei playout

Posted by superbasketball su 14 marzo 2016

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa C Silver ha iniziato la seconda fase più importante, ovvero quella dei playoff e dei playout. Ne è uscito un weekend direi interessante.

La prima semifinale (è stata anche la prima palla a 2 alzata, tra l’altro), ovvero quella tra la prima, Sarzana, e la quarta, Follo, ha confermato che quando si parla di derby spezzini i proinostici sono tutt’altro che scontati. Ha vinto Sarzana (Bambini e Dell’Innocenti 10), questo è vero, conservando il fattore campo e il vantaggio del ranking, ma il Follo (Steffanini N. 19, Benites 18) si è arreso solo nel finale e con il minimo scarto, sbagliando un paio di possibilità di vincere, dopo che è stato davanti sino al terzo quarto e ha recuperato anche un primo ribaltamento che aveva operato la formazione di Bertieri. L’altra conferma è che la sfida è sentita, visto che ci sono state scintille in vari momenti e anche a fine partita (ne hanno fatto le spese, pare, gli occhiali di coach Padovan). Quanto all’arbitraggio, non è piaciuto a entrambe le società. Ora gara2 a Spezia, al Palamariotti, dove i follesi proveranno a pareggiare la serie: d’altronde se basta fare un punto in più, non è impossibile…

SAM_9806Il vostro blogger era invece al PalaCus, dove ha visto la Tarros (Delibasic 20, Cota 15) portarsi via il punto di apertura della semifinale con una prestazione decisamente diversa rispetto a quella di domenica scorsa. Il Cus (Bedini A. 19, Bigoni 15) aveva iniziato bene, intanto riempiendo (vabbé, non “in ogni ordine di posti”, ma abbastanza) gli spalti del palazzetto, poi giocando alla pari, pur con Mangione debilitato dall’influenza, e mettendo anche più volte il naso avanti. Gli spezzini hanno fatto vedere da subito di avere una determinazione ben superiore a quella (non) mostrata nell’ultima di campionato, affidandosi alla fisicità di Jonikas ma anche di Delibasic, e alle penetrazioni veloci di Cota. La spallata quasi decisiva sul mio personalissimo cartellino l’ha data nel terzo quarto Ferrari, quando i bianconeri hanno allungato sino al +11 che ha suggellato Fazio lasciato libero sotto al ferro alla sirena del 30′. Quasi decisiva, nel senso che i biancorossi di casa non erano d’accordo: Dufour ricuciva, e Capecchi prima portava i suoi al -1 dall’arco, e poi vedeva la tripla del pareggio uscire beffardamente. Qui Spezia riprendeva quel vantaggio di 2 possessi che poi portava sino in fondo, con il canestro più significativo finale di Delibasic, di forza sotto al tabellone, rappresentativo dell’ottima partita dello straniero spezzino. Anche qui c’è stato qualche momento teso, specialmente nel finale (contatto Bedini-Cota), con qualche storia tesa successiva che spero sia poi rientrata. Decisamente più soddisfatti in casa Tarros, a partire dal presidente Caluri che aveva preso piuttosto male la sconfitta dell’ultimo turno e stavolta ha visto una reazione; naturalmente sensazioni opposte per la squadra genovese, che è costretta a ripetere l’exploit del Palasprint se non vuole uscire subito dalla corsa.

Vi lascio alle immagini, fisse e mobili, della “BraunCam” (con il contributo di un amico più professionale nell’album di foto di Flickr, che si apre se cliaccate sulla foto fissa qui sotto). L’ultimo quarto nel video lo trovate integrale.

2015-2016 C Silver SF-G1 Cus-Tarros.

.

Si poteva forse andare alla spiaggia nell’imperiese, e quindi può essere che l’Ospedaletti ne abbia approfittato, essendo l’unica squadra che ha già finito la stagione. Non credo che abbiano bisbocciato invece Ardita e Red, che riposavano nei playout, dato che la settimana prossima entrambe sono chiamate in campo. Hanno lavorato invece le altre quattro, che hanno inaugurato i gironcini.

Sabato a Sestri Levante era di scena un derby, che le cronache riportano comunque decisamente rilassato (e la classifica del gironcino B chiaramente non aiutava). Si è imposta in modo anche largo l’Aurora Chiavari (Garibotto 17, Toschi 14), che con un filo di gas ha lasciato sul posto i biancoverdi di coach Canepa (Conti Fa. 12, Reffi e Ferri R. 11). Con questa vittoria non proprio epica i ragazzi di Marenco sono a un passo dalla salvezza aritmetica, alla quale basta soltanto un’altra vittoria, o anche solo una sconfitta del Red, per esempio già nel prossimo turno quando gli ovadesi ospiteranno il Sestri (che si salverebbe anche lui contemporaneamente, visto che appaierebbe di nuovo l’Aurora ad 8 e avrebbe 8 punti sui reds che potrebbero farne al massimo 6). Girone B abbastanza segnato, temo, vediamo se i ragazzi di Brignoli riusciranno a stupirmi.

Domenica a Vado si è giocata la prima giornata del girone A, con il Pool (Cavallaro e Prato 19) che ha battuto nettamente il Tigullio di Pezzi (Somoyne 21, Wintour 14) con un secondo quarto micidiale e di fatto lo ha raggiunto e superato, avendo conquistato il vantaggio negli scontri diretti. Per inciso, ricordo che nel valutare eventuali parità alla fine di questi gironcini conteranno tutti e quattro gli scontri diretti tra le squadre, anche quelli della fase di qualificazione, non solo quelli del gironcino. Qui c’era parità assoluta (1-1 e +4 e -4 nei due pregressi) e il +23 ottenuto dai ragazzi di Prati-Dagliano-Guarnieri sembra ora anche difficilmente recuperabile. Un problema per l’Ardita di coach Chiesa, che riposava e ora si trova 4 punti sotto a quello che poteva essere l’obbiettivo più abbordabile: la partita di sabato prossimo a Santa, e ancor più quella in casa con il Pool, sono già quasi partite da spalle al muro…

Risultati e classifica:

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: