SUPERBAsketball – Basket di Genova e Liguria

Notizie, notiziole e baggianate

Posts Tagged ‘Quarti’

A2/F – CA Carispezia fuori a Civitanova Marche, finisce la stagione delle liguri

Posted by superbasketball su 7 maggio 2018

La CA Carispezia saluta la stagione 2017-2018, uscendo di scena nel primo turno dei playoff sul campo di Civitanova Marche. Alle semifinali arrivano appunto le marchigiane, che andranno a Palermo, e dall’altra parte Bologna e Faenza.

La Fe.Ba. si conferma indigesta per le spezzine: con questa sconfitta lo score complessivo dell’anno dice 3-0 per loro. Eppure le ragazze di Corsolini (Da Silva 11, Templari 9) non avevano demeritato nella prima parte di gara, con un buon avvio che le vedeva anche avanti di 4, e ancora avanti nel parziale dei primi 10′. Nella seconda frazione le padrone di casa recuperavano e sorpassavano, Spezia scivolava indietro ma trovava comunque il modo di rimanere a contatto, andando negli spogliatoi ancora totalmente in partita, sotto solo di 2 possessi. Una terza frazione molto sparagnina da ambo i lati manteneva in corsa le bianconere, che però già prima della terza sirena dovevano incassare un minibreak che allargava il divario ad 8 lunghezze. Gap ancora recuperabile con una buona ultima frazione, e chissà, in recupero, l’inerzia poteva anche portare al’impresa: ma così non era, e dopo un illusorio primo canestro di Giuseppone si infiammavano invece le marchigiane, che volando in pochi minuti portavano il divario ai 20 punti, di fatto quelli che il tabellone ha registrato quando al 40′ si è materializzata l’eliminazione della Carispezia, che nell’ultima frazione ha anche pagato la crescente stanchezza. Game over.

Playoff brevissimi dunque, troppo brevi, ma della formula credo di aver già detto abbastanza male in sede di presentazione, per l’unica rappresentante ligure rimasta in lizza in questa postseason. La società spezzina ha fatto un campionato che non è mai davvero decollato, e che oltre a punti alti (basti pensare alla vittoria di Empoli) ha fatto registrare sconfitte limitanti, una per tutte proprio quella dell’andata a Civitanova, e poi tante in casa, anche contro squadre che in classifica poi sono rimaste dietro e di molto. Certamente ha influito la sequenza di infortuni, perché a roster completo (pur con i limiti che presentava e che già erano stati chiari ad inizio stagione) coach Corsolini confidava di potere guadagnare una o anche due posizioni in classifica, il che avrebbe ad esempio permesso di affrontare almeno questo primo turno in casa (anche se Montepertico non è stato un fortino inespugnabile, tutt’altro). Non è andata così, e quindi quanto meno questa risulterà una stagione di transizione. Resta la A2 da fare l’anno prossimo speriamo con un progresso che permetta di andare più avanti.

Nel frattempo, succede anche che a Palermo la già sfavorita Orvieto va senza tre senior, dando la motivazione di voler concedere la chance alle under, e il quarto di finale tra la Andros e la Ceprini diventa poco più di una formalità. Vabbé, avanti con le semifinali, non ci tange più.

Situazione:

.

 

Annunci

Posted in A2 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

A2/F – Playoff, spietati, al via! CA Carispezia, dentro o fuori a Civitanova Marche

Posted by superbasketball su 5 maggio 2018

La formula della A2 femminile di quest’anno prevede more solito i playoff per portare all’assegnazione di un’altra promozione rispetto a quelle delle prime classificate dei gironi (Geas nel girone Nord, Empoli nel girone Sud). Sembrerebbe normale, se non fosse che su 16 squadre solo una potrà sperare di salire; sperare, perché deve anche battere la perdente dei playout di A1. E se non fosse che i turni dei playoff sono tutti scontri diretti in partita secca, con quarti, semifinali e finali in casa delle meglio classificate, lo spareggio tra le vincenti dei playoff dei due gironi in campo neutro, e quello ulteriore di promozione in casa della squadra di A2 qualificata.

Un playoff abbastanza inusuale, che definirei spietato, e che mi lascia un po’ perplesso a priori, anche se potrebbe alla fine risultare interessante. Da un lato, il fattore campo in una gara secca può essere fondamentale, dall’altro giocare una sola partita significa che chi per caso, anche favorita, dovesse sbagliare l’approccio, magari addirittura per la pressione davanti al proprio pubblico, non ha nemmeno una gara 2 o un ritorno con somma dei punti per provare a recuperare la situazione, deve farlo nella stessa partita che magari è quella serata in cui non ti entra nulla nemmeno a piangere in turco. Vedremo se i pronostici verranno rispettati o se ci saranno sorprese!

Uscita di scena dignitosamente la Cestistica Savonese, noi liguri restiamo attaccati alla CA Carispezia, che si è piazzata sesta, ovvero quinta del seeding. La classifica le ha assegnato il quarto di finale con la Fe.Ba. Civitanova Marche già da qualche settimana, e quindi domenica alle 18 scenderà in campo sul parquet delle marchigiane per questa sfida dentro o fuori. In quell’impianto all’andata le spezzine subirono una sconfitta netta: era il 29 ottobre e le spezzine persero 70-47. Non era andata bene neanche al ritorno, perché le marchigiane si erano imposte a Spezia per 51-56. I pregressi sono dunque sfavorevoli; il che, accoppiato con lo svantaggio del campo e con il miglior piazzamento delle marchigiane nel girone, deve ovviamente far preferire nel pronostico le avversarie, che hanno tra l’altro chiuso bene il girone, con 4 vittorie consecutive (e ben 12 su 14 nel girone di ritorno!), prendendosi tra l’altro anche lo scalpo del Valdarno, e finendo vittoriose in casa (Perini 23, Mataloni 10) con un San Raffaele però privo di qualsiasi stimolo di classifica. In casa bianconera ovviamente non si può ostentare troppa sicurezza contro questo avversario, risultato tra l’altro ostico sinora: però, specialmente se Da Silva avesse recuperato ulteriormente brillantezza, come sembra possa essere, il team di Corsolini non parte alla volta di Civitanova come per andare al patibolo. Quella marchigiana è un’avversaria sulla carta alla portata, e la formula, chissà, potrebbe anche dare una mano. Forza bianconere!!!

Gli altri quarti si giocano tutti oggi: ci daranno magari già un’idea della funzionalità di questa formula. Palermo ospita Orvieto, e chi vince affronterà la vincente del quarto della Carispezia; dall’altra parte Valdarno sfida Faenza, mentre Bologna ospita Campobasso.

Situazione:

.

Partite in programma:

A2/F – 2017-2018 – Playoff – Quarti di finale – Gara Unica
05/05/2018 – 19:00 ANDROS BASKET PALERMO-CEPRINI COSTRUZIONI ORVIETO
06/05/2018 – 18:00 INFA FEBA CIVITANOVA MARCHE-CARISPEZIA LA SPEZIA
05/05/2018 – 21:00 RR RETAIL GALLI BK S.G.V.-INFINITYBIO FAENZA
05/05/2018 – 18:00 PROGRESSO BK FEMM. BOLOGNA-LA MOLISANA CAMPOBASSO

Posted in A2 F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Prom/M – Iniziati i quarti di finale

Posted by superbasketball su 1 maggio 2018

Promozione, signori! Non quella cosa che fa passare da una categoria all’altra, ma proprio il campionato! Lo dico perché ne parlo così poco spesso che qualcuno potrebbe anche equivocare.

Completate anche le fasi a orologio (7 giornate per i gironi A e C, 4 per il girone B), è stato possibile compilare un ranking omogeneo e di fatto sono già iniziati i quarti di finale. Ma andiamo con ordine.

Nel girone A ha chiuso al comando, con una sola sconfitta subita, la squadra che ha comandato la classifica per tutto il torneo, ovvero la Fortitudo Savona, che, ricordo, è anche campione in carica, avendo scelto di non salire in D. Dietro in recupero è arrivata seconda l’Imperia-Riviera dei Fiori, che l’anno scorso in D c’era e aveva anche ottenuto il pass per la C Silver: ha preceduto, ma a pari punti, l’Olimpia Taggia (unica a battere la Fortitudo però), e quarta, staccata, si è piazzata Varazze. Dietro ancora Scuola Basket Savona, Finale e il fanalino di coda Maremola tra l’altro anche penalizzato.

Nel girone B il Sestri pur avendo perso lo scontro diretto del ritorno ha tenuto dietro l’Athletic Genova di 2 punti. Pegli, terzo e comunque non eligibile per la postseason, è rimasto molto più indietro, davanti a Futura Genova. Staccate Auxilium (anche lei fuori gioco per i playoff comunque) e UISP, e poi SCAT e Red Ovada, che nell’anno del rientro in attività senior non si è dunque qualificato per i quarti.

L’unica del tutto imbattuta della Promozione è la capolista del girone C, l’Alcione, che ha chiuso con 10 lunghezze sulla Pontremolese, che a Natale era più vicino ma ha poi perso contatto pur mantenendo la posizione di qualificata. Il Meeting, l’ultimo dei team eligibili, ha sopravanzato il CUS, arrivando vicino ai toscani; poi la classifica vede in ordine il Tigullio, e il Villaggio che è passato davanti all’Aurora Chiavari, tutte comunque escluse a priori.

Il ranking, basato sul quoziente vittorie e poi anche sul quoziente canestri delle squadre eligibili, ovvero quelle di società che non hanno squadre in D e C Silver, ha premiato maggiormente i gironi A e C, con tre qualificate a testa, ovviamente le prime tre, mentre il B ne è riuscito a qualificare solo due. Testa di serie numero uno è risultato ovviamente l’Alcione, seguito da Fortitudo e da Sestri, penalizzato a parità con i savonesi dal quoziente canestri; poi l’Athletic, unica altra qualificata dal girone B, seguita da Pontremolese, Olimpia e Imperia la cui classifica è stata anche qui definita dal quoziente canestri. Ultimo a disputare i playoff è il Meeting, mentre la prima delle escluse è stata la Futura Genova, che ha messo in fila Varazze, Scuola Basket Team, UISP, Finale, Santa Caterina, Maremola e Red.

Di fatto, le squadre non eligibili sarebbero state fuori dai playoff in ogni caso: la migliore, Pegli, sarebbe stata comunque dietro al Meeting. Magari un po’ di motivazione è mancata.

Ora i quarti, al meglio delle tre partite: tre delle quattro gare 1 si sono già disputate nel weekend appena trascorso, mentre l’ultima, quella che vede l’Alcione opposto al Meeting, sarà disputata giovedì 3 alle 21. C’è da registrare una sola vittoria esterna, con contestuale rovesciamento del fattore campo: quella dell’Olimpia Taggia sul campo del Basket Sestri. Risicata la vittoria della Fortitudo Savona ai danni dell’Imperia (unico quarto tra squadre dello stesso girone, l’A, in cui i savonesi avevano ottenuto 3 vittorie su 3 contro gli imperiesi), un po’ più ampia quella dell’Athletic nei confronti della Pontremolese.

Domani a Taggia c’è già gara 2 con l’Olimpia che potrebbe provare a chiudere il quarto (eventuale gara 3 alla Crocera venerdì); le altre gare 2 si disputeranno tra sabato 5 e domenica 6, le gare 3 poi sarebbero mercoledì 9 e giovedì 10.

Prometto che ora intensificherò gli articoli per seguire un po’ meglio i playoff!

Promozione 2017-2018:

Posted in Campionati, Prom M | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

D Reg/M – Loano elimina il Villaggio; oggi inizia la semifinale My Basket-Sestri

Posted by superbasketball su 24 aprile 2018

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa D regionale corre e macina vittime illustri! Dopo l’eliminazione del Cogoleto, nei quarti arriva anche quella del Villaggio, un’altra delle teste di serie (era la terza della griglia, Cogoleto era secondo), il che sembra affermare che malgrado sembrasse esserci maggior disparità di forze in campo rispetto all’anno scorso, in questa categoria nei playoff i rischi restano anche quest’anno elevati anche per le meglio piazzate. Ma non c’è tanto tempo per stare a fare filosofie, perché stasera si gioca già gara 1 di una delle semifinali.

Domenica tra Villaggio Sport e Basket Loano si è consumata dunque la seconda grossa sorpresa di questa postseason, con i ragazzi di Ciccione (Giulini 16, Borgna e Bussone 14) capaci di ribaltare fattore campo e pronostico ed estromettere i villaggini dalla corsa per la promozione, in una gara 3 in cui sono riusciti a fare la partita tenendo dietro i padroni di casa anche quando questi hanno cercato, nella terza frazione, di riportarsi a contatto. Saluta quindi la stagione il team di coach Terribile, che sul più bello manca l’accesso alle semifinali davanti ai propri tifosi; mentre per il Loano si tratta del riconoscimento fattuale di un miglioramento tangibile dalla prima parte del girone, quando si era ritrovato nelle zone basse.

L’accoppiamento ora lo mette contro l’altro “intruso” delle semifinali, la Diego Bologna, e grazie alla miglior posizione in classifica in regular season i biancorossi avranno anche il vantaggio del campo. Gara 1 è sulla carta prevista domenica 29 al palazzetto di via Matteotti, gara 2 dovrebbe essere a Spezia il 6 maggio, e l’eventuale gara 3 il 13 maggio di nuovo a Loano. Uso il condizionale perché l’assenza dell’ora di inizio (e di designazioni arbitrali) sul server FIP di solito indica che potrebbero esserci variazioni anche significative, delle quali vi darò ovviamente conto. Gli spezzini proveranno a fare un altro scherzetto anche ai loanesi; certo in ogni caso avremo in finale o la settima o l’ottava di regular season, un po’ come l’anno scorso quando ci arrivò Cogoleto (nono addirittura).

Oggi invece si inizia, in anticipo, l’altra semifinale, quella che mette una contro l’altra la prima della griglia, seconda classificata nel girone, ovvero il My Basket, e la Pallacanestro Sestri che si era piazzata quarta. Un derby che si preannuncia sentito e che presumo attirerà grandi folle sulle tribune della Crocera (stasera alle 20.30 per gara 1, il 12 maggio alla stessa ora per l’eventuale bella) e del PalaFigoi (6 maggio ore 21). Il My di coach Brovia sinora ha perso solo 2 partite (entrambe con Recco) e non fa mistero di puntare decisamente al massimo risultato, la promozione alla categoria superiore: ne ha i mezzi tecnici e organizzativi, e avrà senz’altro un grande sostegno dal proprio pubblico. In tutto questo i sestresi di coach Mariotti hanno probabilmente poco da perdere, e pur avendo perso in entrambe le occasioni in stagione contro i “crocerini” lo hanno sempre fatto senza imbarcare (6 e 7 punti di scarto): vengono da un’altra serie derby vinta nei quarti, avendo anche dato dimostrazione di poter essere chirurgici nei finali, come in gara 2 in via Cagliari, e proveranno a mettere in difficoltà un team che in stagione li ha sopravanzati di ben 16 punti, ma che in fondo in gara 1 dei quarti contro la nona si è imposto solo per 2 possessi. Auguriamoci che sia basket vivo, da playoff, e che sia uno spot per il movimento genovese che ne ha bisogno!

Situazione:

.

 

Posted in Campionati, D Reg M | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

C/F – Quarti senza sorprese, tutti 2-0

Posted by superbasketball su 20 aprile 2018

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaI quarti di C Femminile sono tutti finiti con le gare 2, tutti 2-0, senza sorprese nel senso che le prime quattro della classifica senior, che avevano il vantaggio del campo, hanno tutte passato il turno. L’unica che ha rischiato qualcosa è stata Marola con Auxilium. Nel weekend di fine aprile quindi inizieranno le semifinali, Amatori-Marola e Audax-Aurora.

La prima serie a chiudersi è stata quella tra Sidus e Aurora. Sabato scorso al Palamajorana le chiavaresi (Copello 12, Comunello 11) sono passate anche sul campo del team di coach Carraro (Zichinolfi 10, Daneri 8). Le genovesi hanno coltivato la speranza di pareggiare sin dopo l’intervallo lungo, arrivato con le padrone di casa davanti nel punteggio; la seconda metà di gara però le ha viste quasi azzerate in attacco, e costrette dai problemi di falli a fare il possibile in difesa. Ecco quindi che le ragazze di Straffi hanno preso il sopravvento, imponendosi poi anche abbastanza nettamente e confermando il pronostico. La Sidus chiude con uno score di 3 vittorie nella prima fase, che forse sarebbero potute anche essere un po’ di più, ma paga la sterilità offensiva (peggior attacco, circa 34 punti a partita in regular season, scesi a 26 in questi playoff). Avanzano le aurorine, che ora devono vedersela con l’Audax.

Infatti la domenica ha visto le ragazze di coach Rossi (Lucignani 11, Cattoi, Bertella e Pescetto 7) andare a bissare il successo di gara 1 in casa del Blue Ponente (Ardoino 10, Munerol 8), e conquistare a loro volta un meritato 2-0. Al PalaRavizza le ragazze di Bracco hanno cercato di opporre maggiore resistenza, riuscendoci solo in parte, perché le spezzine sono andate subito avanti, ottenuto un ventello di scarto a metà gara, e gestito poi con agio la partita ruotando le effettive. Anche le ponentine escono quindi di scena, con uno score di 2 sole vittorie in stagione, avendo comunque fatto fare una discreta esperienza a molte ragazze. Le santerenzine puntano ora l’Aurora, ma per l’inizio della semifinale dovremo aspettare la settimana prossima.

La successiva sfida si è disputata martedì, ed è stata la più combattuta, risoltasi solo nel finale con una rimonta del Marola al PalAuxilium che ha avuto strascichi anche disciplinari, che leggete nelle tabelle sotto. Le genovesi (Policastro 25, Carbonell 12) erano avanti di 6 a circa un minuto e mezzo dalla sirena finale, ma le maroline (Pierleoni 17, Morselli 16) hanno infilato un 11-0, innescato anche da vari fischi contestati dal team di coach Grandi (l’espulsione della spezzina Mori era avvenuta in precedenza). Sotto di 5, l’Auxilium ci ha provato sino all’ultimo e Carbonell stava per confezionare addirittura un gioco proprio da 5 punti, con una tripla col fallo e il libero aggiuntivo, ma è stata fermata da un’infrazione rilevata sul suo rimbalzo del libero appositamente sbagliato. Una gara 2 che, al di là degli episodi che possono averla decisa, ha confermato come questa fosse di fatto la serie più equilibrata, con la squadra genovese probabilmente capace di esprimere più di quanto avesse fatto vedere durante l’anno: ma una doveva uscire. L’Auxilium spera l’anno prossimo di avere un’annata meno travagliata; il Marola di coach Martini può avanzare alle semifinali, ma deve ora affrontare l’Amatori.

Le vadesi hanno chiuso i quarti mercoledì sera, espugnando come da copione il campo di Cogorno, senza patemi ma anche senza dilagare in modo particolare. C’è da dire che la maggior parte delle ragazze hanno il doppio impegno con l’Under 18, che è anche il motivo del posticipo, che è alla finale (contro Cestistica Spezzina, sono 1-1 e c’è gara 3 domenica pomeriggio a Vado), per cui probabilmente contro le ragazze di coach Canepa, decisamente sfavorite nel confronto, il team di coach Dagliano ha più che altro lavorato nell’ottica di gestire le energie e evitare rischi. E’ andata come doveva andare per loro, e le villaggine chiudono qua il loro primo campionato (come società) di C femminile. Non così le biancorosse, che dal weekend di fine mese avranno un osso un po’ più duro da rosicchiare, il Marola.

Situazione:

.

 

Posted in C F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C Silver – E’ il momento delle semifinali tra le migliori quattro!

Posted by superbasketball su 19 aprile 2018

Ci siamo! Dopo la prima fase a 10 squadre, la seconda fase a 8 con i gironcini ci ha dato le migliori 4 della C Silver, che da qui al 20 maggio, attraverso (al massimo) 3 turni di semifinali, che metteranno di fronte da un lato CUS e Ospedaletti, e dall’altro Spezia e Vado, e (al massimo) 5 di finale, si daranno battaglia per il titolo regionale e la possibilità di accedere agli spareggi per la promozione alla serie B.

Visto che sinora non ne avevamo parlato, partiamo proprio da qui, con la “ricompensa” che le squadre traguardano in caso di vittoria a livello regionale. Le DOA (Disposizioni Organizzative Annuali, per chi non è addentro al fippese, il dialetto che volenti o nolenti gli addetti ai lavori devono masticare) recitano infatti che la vincente del girone C Silver ligure, ovvero “Liguria1”, sarà l’unica ligure che potrà accedere a questa fase nazionale. In altre regioni con curriculum migliore del nostro, come Campania, Puglia, Marche e Sicilia, anche la seconda partecipa. Noi una. Facciamocene una ragione. Comunque, Liguria1 dovrà giocare in un raggruppamento a tre, il “concentramento D”, insieme a Sicilia1 (una delle finaliste è la Polisportiva Alfa di Catania, l’altra uscirà da gara3 tra Eagles Palermo e Basket Ragusa, domenica) e Puglia2 (qui siamo ancora ai quarti di finale), in campo neutro, dall’1 al 3 giugno. Chi vince questo raggruppamento (ce ne sono anche altri 3, i concentramenti A, B, e C, ovviamente) è promosso alla B dell’anno prossimo. C’è poi una seconda possibilità, perché le seconde classificate di questi 4 gruppi giocheranno una specie di final four per un ulteriore posto in B, il 9 e il 10 giugno, per un totale di 5 promozioni su 12 squadre qualificate per questa fase. Una buona frazione, ma non illudiamoci troppo, qualunque squadra vinca da noi, perché come visto gli anni scorsi la competizione è davvero durissima, in qualche caso anche inavvicinabile.

Nel weekend comunque si inizia la corsa finale per il titolo: sono rimaste in quattro e d’ora in poi non ci sono calcoli, scontri diretti, differenze canestri, si gioca per vincere le partite e se se ne vincono abbastanza si va avanti, altrimenti si va a casa. Le semifinali si giocano su 3 gare (for dummies: bisogna vincerne 2), la finale sarà su 5 (e quindi ne servono 3). Il vantaggio del campo va alle meglio classificate nella prima fase, quindi priorità a CUS, poi Spezia, poi Ospedaletti, mentre Vado dovrà giocare con lo svantaggio del campo in tutte le serie, quindi la prima e la bella fuori casa in semifinale, le prime due e la bella fuori casa in finale, se ci arriva naturalmente.

La prima gara in programma è quella di viale Gambaro tra il CUS Genova e l’Ospedaletti. Queste due squadre si sono incrociate nei playoff anche l’anno scorso, ma nei quarti, e vinse il CUS (poi campione) 2-0, con vittoria nettissima a Genova e abbastanza ampia ad Ospedaletti (dove si infortunò a gara ormai decisa Mangione, che poi saltò tutta la semifinale e parte della finale). Anche in stagione gli scontri diretti dicono 2-0 per i biancorossi, però l’impressione è che la forbice si sia un po’ ridotta, sia rispetto all’anno scorso (in stagione i cussini hanno vinto in casa di 17 ma al ritorno solo di 7, e dovendo rintuzzare il ritorno degli orange di coach Lupi nel finale), sia tra la regular season e adesso. L’Ospedaletti nel gironcino ha perso solo con Spezia, e in casa ha rischiato di vincere anche con i bianconeri; è riuscita a integrare nell’organico i nuovi (Cacace, Picerno, Colombo e da gennaio Fabio Bedini che l’anno scorso aveva la casacca cussina), recuperare i punti di forza dell’anno scorso (da un certo punto in poi Cruz Salas, e Generale che è tornato disponibile nelle ultime settimane), e a questo punto sembra ragionevolmente completa in tutti i ruoli (c’è da vedere se ci sarà Michelis, squalificato per un turno: potrebbe essere che la squalifica possa essere sanata dal pagamento della sanzione, sinceramente non so), e certamente per qualunque avversaria è quantomeno un ostacolo difficile, e il pronostico, pur dovendo pendere a favore del CUS per i pregressi stagionali, non è assolutamente scontato. Pansolin e Taverna hanno visto i propri ragazzi perdere due gare nei gironcini, e fa notizia perché il CUS quest’anno aveva perso solo la finale di Supercoppa a settembre e la partita del Palasprint (ma centrando l’obbiettivo di restare primo): hanno anche dovuto un po’ pagare probabilmente il fatto di essersi qualificati alle semifinali con largo anticipo. E’ importante per i genovesi riuscire a fare lo switch nella modalità playoff e cominciare bene per far fruttare quel fattore campo per il quale hanno sudato per mesi, anche se ad esempio l’anno scorso in semifinale erano riusciti a passare pur perdendo gara1 in casa con Sarzana, e avevano vinto la finale 3-1 pur con lo svantaggio del campo con Spezia.

Alle 20.30 sulle tribune del PalaCUS, salvo inconvenienti, ci sarò anch’io, e quindi se non riuscirete ad esserci fisicamente (che sarebbe auspicabile!!!) potrete farlo attraverso la mia voce nella diretta audio su Facebook! Nonché vedere la partita su YouTube in differita di qualche ora sempre con il mio commento registrato in diretta. Sì, ci sono sempre io, ma potete anche mettere l’audio a zero se vi disturbo 😉 .

Domenica l’attenzione si sposterà a Spezia, perché la Tarros alle 18 ospita per gara1 la Pallacanestro Vado. Il gruppo di Padovan ha avuto una seconda fase senza particolari picchi, ma senza sconfitte e quando si è ritrovato a dover soffrire, in particolare a Ospedaletti, alla fine ha tirato fuori le zampate buone, di un Peychinov che può davvero essere un fattore quando ha fiducia (ha avuto un problema al gomito ma sembra ora averlo abbastanza superato). Nelle ultime gare è rientrato anche Visigalli, che a inizio stagione era uno dei terminali più importanti. Insomma, i bianconeri si presentano ai playoff con buone premesse, considerata anche la regular season non vinta solo per 2 punti di differenza canestri rispetto al CUS. Ancora una volta sulla strada degli spezzini c’è la Pallacanestro Vado: l’anno scorso, accadde sempre in semifinale, e non fu banalissimo, perché i vadesi erano riusciti a vincere gara2 (trovate il video sul mio canale YouTube, tra l’altro), e per i ragazzi di Padovan era stato necessario vincere la bella al PalaSprint. Quest’anno i vadesi nella stagione regolare hanno perso entrambe le gare con la Tarros, di 4 punti all’andata a Spezia e di 11 il ritorno al Geodetico: come sapete durante la stagione hanno perso i senior per infortuni lunghi e di fatto il più anziano è il ’98 Pelegi, mentre l’età media del gruppo è ben sotto i 18 anni, tant’è vero che molti di loro stasera erano impegnati in Under 18 d’Eccellenza (buona vittoria, ma abbastanza dispendiosa, con Borgomanero), un impegno che si sovrapporrà sicuramente sino al termine del loro percorso in C Silver (l’ultima gara del girone Interregionale è prevista per il 16 maggio, e i biancorossi sono in lotta per qualificarsi alla fase successiva): malgrado ciò, pur perdendo 2 gare nei gironcini, hanno ottenuto una qualificazione che è già un bell’obbiettivo raggiunto. Se riusciranno a trovare le energie per il doppio impegno, i vadesi potranno dire la loro, avendo in bacheca già lo scalpo del CUS ottenuto un paio di settimane fa. Certo l’età media del gruppo di Costa renderebbe l’eventuale qualificazione alla finale una vera impresa, e il pronostico non può essere che per gli spezzini, che hanno anche il fattore campo su cui contare. E son certo che domenica pomeriggio, e in un’eventuale gara 3 il 2 maggio, le tribune dell’impianto di via Parma saranno ben gremite.

A parte l’in bocca al lupo a tutte e quattro le formazioni, e l’augurio di vedere delle grandi serie di playoff, combattute e piene di emozioni (la scrematura a quattro in questo senso non può che aiutare, sulla carta), chiamo tutti voi che seguite la pagina Facebook a votare le vostre previsioni sull’andamento dei playoff qui! Le dovete dare entro sabato alle 20, fa fede l’orario del post su Facebook con cui voterete. Chi vince…vince, lo scriverò ovviamente su Facebook e qui sul blog, insomma potete diventare gli eroi della Liguria cestistica (qualunque cosa ciò possa significare!). Quindi, chiedete alla zia che fa i tarocchi, chiedete alla vicina che interpreta i sogni, chiedete al polpo Paul, riesumate Maurizio Mosca e il pendolino, fate come volete, ma votate! 😉

Situazione e partite in programma:

C Silver/M 2017-2018 – Playoff – Semifinali – Gara1
21/04/2018 – 20:30 CUS GENOVA ASD-B.C.OSPEDALETTI SASTRI SAM (serie 0-0)
22/04/2018 – 18:00 SPEZIA BASKET CLUB AD-PALL. VADO AZIMUT CONSULENZA (serie 0-0)

.

Posted in C Silver, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

D Reg/M – Diego Bologna, My Basket, Sestri in semifinale; resta aperta Villaggio-Loano, domenica gara3

Posted by superbasketball su 17 aprile 2018

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa D regionale dopo le gare 2 ha già tre delle semifinaliste: solo la serie tra Villaggio e Loano andrà alla bella, a Chiavari, domenica. E una delle favorite è già “saltata”!

Il preavviso c’era già stato, quando in gara 1 Cogoleto aveva ceduto in casa alla Diego Bologna perdendo il vantaggio del campo: ebbene a Spezia i ragazzi di Dellarovere (Gorini 15, Bruzzone 11) hanno lasciato definitivamente il passo a quelli di coach De Santis (Cirillo P. 16, Tringale 13), in una partita equilibrata, in cui sarebbe anche potuto uscire il “2”, ma che gli spezzini hanno girato dalla propria parte nell’ultima frazione, conquistando il punto decisivo della serie. E così per Cogoleto, che sino al 26 marzo era ancora formalmente in corsa anche per la promozione diretta, la stagione finisce qui: come facevo notare la settimana scorsa, in modo singolare ha subito una sorte simile a quella che aveva inflitto l’anno scorso alla Valpetronio, seconda in stagione regolare ed eliminata dal team di Dellarovere che invece era stato nono. Questo dopo essere stata l’unica insieme all’Auxilium a battere la Pro Recco, e l’unica a farlo in via Vastato. Continua invece la corsa della Diego Bologna, che ora aspetta l’avversaria che uscirà dalla serie tra Villaggio e Loano, e alla quale ancora una volta dovrà lasciare il vantaggio del campo.

In gara 1 anche il quarto tra il My Basket e il Busalla era risultato, un po’ a sorpresa, abbastanza equilibrato, con i genovesi ad imporsi per un paio di possessi. In gara 2 a Busalla non è avvenuto però il ribaltamento del pronostico, e i ragazzi di Brovia (Calabrese 20, Innocenti Mi. e Macrì 15) sono usciti dalla partita di ritorno con il pass per la semifinale. Il team di Tarantino (Giacomini 16, Mazzorana 14) ha avuto un avvio peggiore, e il My ha tenuto i padroni di casa sotto di una decina di punti per tutta la prima metà: nel terzo quarto Busalla è riuscita a rientrare sino al -3, ma è stata ricacciata indietro e di lì in poi gli ospiti sono rimasti in controllo. Primo ostacolo superato per i genovesi, per i quali ora c’è il derby del ponente del capoluogo con Pallacanestro Sestri (ah, uno spoiler!), dal quale uscirà una delle due finaliste. I busallesi escono, ma era preventivabile: di fatto, l’impresa era stata riacciuffare i playoff con il colpo di reni di fine stagione regolare ai danni della Valpetronio.

L’unica serie rimasta in bilico è quella tra Villaggio Sport e Basket Loano. I ragazzi di Ciccione (Giulini 15, Bussone 12) si sono imposti in una partita che hanno abbastanza indirizzato già nella prima frazione, per poi rintuzzare i tentativi degli ospiti di ritornare sotto: alla fine i ragazzi cogornesi hanno subito 10 punti di scarto e hanno dovuto rassegnarsi a giocarsi la prosecuzione del campionato in gara 3, al Centro Acquarone: la palla a due sarà alzata domenica alle 18.30. Vedremo se sulle ali dell’entusiasmo per il punto del pareggio i loanesi riusciranno a mettere ulteriormente in discussione il risultato della serie e chissà, a creare magari la seconda sorpresa del turno. Sulla serie dei villaggini pesa anche il fatto che sulla panchina non siede più coach Terribile, vedremo se troveranno il modo di reagire e passare comunque questi quarti.

Sperava di pareggiare la serie anche l’Auxilium, che ospitava in via Cagliari la Pallacanestro Sestri che si era imposta abbastanza nettamente al PalaFigoi in gara 1. Non è stato così, e la serie si è chiusa sul 2-0 per il team di coach Mariotti, ma la partita del PalAuxilium ha avuto un andamento equilibrato e si è risolta solo nel finale, nel quale è stata decisiva la freddezza a cronometro fermo, che i sestresi (Zito 19, Oneto 13) non avevano dimostrato nei quarti precedenti, e che invece con Oneto hanno capitalizzato al massimo riuscendo a ribaltare lo svantaggio minimo e resistendo all’ultimo assalto dei padroni di casa (Mortara 20, Croce 15) per vincere con un punticino di scarto che però significa semifinale. Finisce qui il campionato dei ragazzi di Pezzi, piuttosto discontinui anche se poi in stagione alla fine era arrivato un sesto posto che poteva anche far sperare in un cammino più lungo nei playoff, ma hanno trovato una compagine alla quale certamente non era il caso di lasciare con poca reazione gara 1. Pallacanestro Sestri ora affronterà, senza il vantaggio del campo, la favorita My Basket, a partire dal weekend successivo a questo.

Situazione:

.

 

Posted in Campionati, D Reg M | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

C/F – Gare 1 dei quarti senza sconvolgimenti

Posted by superbasketball su 11 aprile 2018

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa prime gare dei quarti di C Femminile non hanno riservato particolari sorprese, per quanto a Marola ci sia voluto un supplementare per mantenere il fattore campo.

Il testa-coda Amatori-Villaggio non dava particolari chances alla squadra di coach Canepa, e infatti le ragazze di Dagliano (Lanari 22, Franchello 19) hanno messo a segno il primo punto al Geodetico senza soffrire, con ampio margine rispetto alle villaggine (Parodi 14, Celano, De Matteo, Devoto e Vaccaro 5). Gara 2, mercoledì 18 al S. Martino di Cogorno forse darà qualche possibilità in più al Villaggio, ma come in gara 1 le vadesi sono chiaramente favorite dal pronostico e probabilmente potranno poi dedicarsi già al turno successivo.

L’Audax di coach Rossi ha magari segnato meno dell’Amatori, ma ha comunque vinto nettamente anche il proprio incontro dei quarti con il Blue Ponente: le ragazze di coach Bracco sono state tenute ad un punteggio molto basso e doppiate. Domenica al PalaRavizza di Alassio (ore 19) per le santerenzine c’è la chance di chiudere i giochi, mentre le ponentine proveranno a prolungare la propria stagione.

Punteggi bassi anche al PalaCarrino di Sanpierdicanne, dove all’Aurora di coach Straffi (Comunello 17, Copello e Grigoni  8) sono bastati 39 punti per lasciare dietro di 15 la Sidus Life & Basket (Patrone e Mercole 6) in gara 1. Le genovesi di coach Carraro avevano anche iniziato bene, ma nei quarti centrali le chiavaresi hanno fatto la differenza. Qui si gioca la seconda gara sabato 14 alle 21, in via Allende, dove la Sidus spera di trovare più facilmente la via del canestro: d’altronde l’Aurora è in serie positiva e proverà a suggellare il 2-0.

Come dicevo la gara più equilibrata è stata quella di Marola: le spezzine (Mori 19, Morselli 13), nell’occasione affidate a coach Barbieri, sono state portate ai supplementari da una tenace Auxilium (Carbonell 25, Ajmar 13). Il team di Grandi ha trovato soprattutto in Carbonell un terminale offensivo efficace, che tra l’altro ha segnato la bomba (forse da 2) del pareggio che ha costretto ai 5 minuti aggiuntivi, nei quali però le padrone di casa hanno comunque ottenuto il punto che le manda a Genova con la possibilità di raggiungere la semifinale già martedì (palla a due al PalaAuxilium alle 20.15).

Situazione:

.

Partite in programma:

C/F 2017-2018 – Playoff – Quarti – Gara2
18/04/2018 – 21:00 AS DIL. VILLAGGIO SPORT PALL. – A.S.D. AMATORI PALL.SAVONA (Serie 0-1)
15/04/2018 – 19:00 BLUE PONENTE BASKET – A.S. DIL. AUDAX SAN TERENZO (Serie 0-1)
14/04/2018 – 21:00 SIDUS LIFE & BASKET GENOVA A.D – A.DIL. AURORA BASKET CHIAVARI (Serie 0-1)
17/04/2018 – 20:15 A.S.DIL. PGS AUXILIUM – A. DIL. BASKET MAROLA (Serie 0-1)

Posted in C F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

D Reg/M – In gara1 la sorpresa Diego Bologna a Cogoleto; Busalla fa soffrire il My Basket, bene Villaggio e Sestri

Posted by superbasketball su 10 aprile 2018

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa D regionale è entrata nella girandola multicolor dei playoff, e già in gara 1 possiamo registrare una sorpresa: in una serie al meglio delle 3, vincere e ribaltare il fattore campo può essere decisivo. Nel prossimo weekend le gare 2 potrebbero già decidere diverse serie, ma possiamo dire che le favorite hanno abbastanza sofferto…

Il botto c’è stato soprattutto a Cogoleto, dove i ragazzi di Dellarovere (Gorini 20, Ciarlo e Muscella 10), protagonisti sino al penultimo giorno addirittura della lotta per la promozione diretta, sono stati ripagati con la stessa moneta dell’anno scorso, quando erano stati loro a fare lo scherzetto alla Valpetronio, e sono stati sorpresi sul parquet di casa dalla Diego Bologna di coach De Santis (Tringale 20, Lauriola 15), che ha confermato di essere in un buon momento, ha fatto una partita sempre davanti, ed è uscita dal PalaDamonte con un 1-0 e il fattore campo girato a proprio favore. Sabato al PalaPapini (palla a due alle 21.15) gli spezzini hanno il matchpoint e l’occasione di eliminare una squadra che in regular season ha ottenuto 36 punti contro i loro 14! Chiaramente c’è da fare i conti con Gorini e compagni, che non vogliono accomodarsi sulla spiaggia a metà aprile, e cercheranno in tutti i modi di riequilibrare la serie e riportarla a Cogoleto la domenica successiva.

Anche il quarto “testa-coda” tra il My Basket, che ha mancato la promozione diretta pur a pari punti con Recco, e il Busalla che nei playoff è rientrato solo all’ultima giornata, ha avuto un andamento tutt’altro che scontato. I ragazzi di Tarantino (Giacomini 26, Boccardo 22) hanno dato filo da torcere ai genovesi (Calabrese 28, Innocenti Mi. 17), che dopo un’inizio stentato hanno creato un vantaggio prossimo alla doppia cifra ma lo hanno dilapidato quasi tutto nell’ultima frazione, quando i busallesi sono tornati al -2, ed è stato Peppino Calabrese a infilare da oltre l’arco il tiro decisivo. Dunque 1-0 per il My come da pronostico, e possibilità per i ragazzi di Brovia di chiudere i conti a Busalla domenica (inizio ore 18.30), sempre che i busallesi sul loro campo non ripetano, in meglio, la prova della Crocera!

La quarta in classifica della regular season Villaggio Sport (Magagnotti 24, Toschi 16) ha in proporzione fatto assai meno fatica ad aggiudicarsi gara 1 al Centro Acquarone contro il Basket Loano (Borgna 14, Giulini e Berra 11). I ragazzi di Terribile hanno preso un grande vantaggio nella prima parte, che hanno potuto gestire al meglio dopo l’intervallo lungo, quando il ragazzi di Ciccione hanno ritrovato un po’ di feeling col canestro ma non hanno potuto che limare un po’ il gap e concedere l’1-0 ai padroni di casa. Domenica alle 18.30 in gara 2 i loanesi dovranno cercare di partire meglio e con l’aiuto del tifo di casa riportare la serie sull’1-1, altrimenti i villaggini potranno già pensare alla semifinale.

Poca storia invece nel quarto del PalaFigoi: la Pallacanestro Sestri di coach Mariotti (Zito 14, Lando 13) ha trovato resistenza nell’Auxilium (Ferrando 13, Castello 9) solo per una frazione, poi ha dilagato, e superato il trentello di vantaggio ha potuto controllare e concedere qualcosa ai ragazzi di Pezzi, e il divario alla sirena è stato poi di 24 punti. Auxilium piuttosto sotto tono, e chiamata a reagire con una prestazione decisamente migliore in via Cagliari, domenica alle 17.30, magari grazie allo stimolo delle tribune gremite. I sestresi sperano di bissare, anche se probabilmente sono consci che non sarà come in gara1.

Situazione:

.

 

Posted in Campionati, D Reg M | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

C/F – Via ai playoff tra le senior

Posted by superbasketball su 5 aprile 2018

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaLa C Femminile comincia i playoff che assegneranno il titolo regionale. Si parte con un’ovvia favorita, l’imbattuta Amatori che in stagione ha dato davvero poche chances alle avversarie.

Iniziamo però dal quarto che si gioca già domani sera, quello sulla carta più equilibrato tra Marola e Auxilium. Nel campo dell’Area verde di Marola si gioca alle 21, con le ragazze di coach Martini che ospitano le genovesi. A dispetto della posizione in classifica vicina, quarte le spezzine e quinte le ragazze di coach Grandi, le maroline nelle due sfide già disputate hanno ottenuto un 2-0 piuttosto netto, con due vittorie ampie e uno scarto complessivo di ben 57 punti. C’è da vedere quindi se le genovesi riusciranno quantomeno a impensierire le favorite avversarie, apparse più convincenti nella seconda parte di girone, anche se sono state beffate dall’Aurora per il terzo posto.

Sono due le gare del sabato, e coinvolgono prima e seconda della classifica di regular season.

Alle 19.15 al Geodetico l’Amatori, unica imbattuta tra le senior (ha perso solo con la Cestistica Spezzina Under 20 in stagione), ospita, per una gara 1 che sembra davvero a senso unico, il Villaggio di coach Canepa, squadra esordiente nella categoria, che non è andata oltre ai soli due referti rosa ottenuti con Blue Ponente e Sidus. Nei pregressi stagionali pesantissimo il punteggio di Vado, un po’ meno sbilanciato quello di Cogorno dove comunque le vadesi avevano grossomodo doppiato le villaggine. Difficile immaginare un passo falso delle ragazze di Dagliano in casa contro l’ultima in classifica, sinceramente.

L’Audax di coach Rossi, reduce proprio da una dura sconfitta a Vado, gioca invece alle 20.30 a Lerici il suo esordio nei quarti contro il Blue Ponente. Le ragazze di coach Bracco avevano a un certo punto dato l’impressione di poter risalire un po’ la china, ma un girone di ritorno con una sola vittoria le ha relegate alla penultima piazza, e in prospettiva non sembrano poter costituire un ostacolo complicato per le santerenzine, che in stagione hanno lasciato punti oltre che all’Amatori solo ad Aurora e Marola, vantano chiaramente il 2-0 sulle ponentine, e sono ovviamente favorite dal pronostico. Che a dire il vero le accredita di poter andare sino in fondo e tentare l’impresa contro l’Amatori in finale…

L’ultima gara 1 di questi quarti si giocherà in posticipo lunedì 9 alle 20.30, e vedrà affrontarsi sul parquet del PalaCarrino di Sanpierdicanne a Chiavari l’Aurora e la Sidus Life & Basket. Le chiavaresi sono state protagoniste dell’ultimo steal della prima fase, quell’assalto riuscito al terzo posto, strappato al Marola soprattutto resistendo nel ritorno alle spezzine e mantenendo quel beffardo punticino di vantaggio in differenza canestri, per cui hanno forse il miglior momento psicologico dell’intera griglia. Quanto agli scontri diretti con le ragazze di coach Carraro, entrambi si sono risolti a favore del gruppo di coach Straffi con una dozzina di punti di scarto, per cui le genovesi, terzultime, arrivano a Chiavari col pronostico sfavorevole, anche se daranno per quanto possibile battaglia.

In bocca al lupo a tutte!

Partite in programma:

C/F 2017-2018 – Playoff – Quarti – Gara1
07/04/2018 – 19:15 A.S.D. AMATORI PALL.SAVONA – AS DIL. VILLAGGIO SPORT PALL.
07/04/2018 – 20:30 A.S. DIL. AUDAX SAN TERENZO – BLUE PONENTE BASKET
09/04/2018 – 20:30 A.DIL. AURORA BASKET CHIAVARI – SIDUS LIFE & BASKET GENOVA A.D
06/04/2018 – 21:00 A. DIL. BASKET MAROLA – A.S.DIL. PGS AUXILIUM

Situazione:

.

Posted in C F, Campionati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

D Reg/M – Al via i playoff, tutte le gare 1 domenica

Posted by superbasketball su 5 aprile 2018

Logo Comitato Regionale FIP LiguriaDopo l’ultima giornata thriller, la D regionale si lancia nella postseason che assegna la seconda promozione, dopo quella diretta della Pro Recco ottenuta vincendo sul campo del Cogoleto proprio nell’ultimo atto di regular season.

Come nelle ultime stagioni, i playoff coinvolgono le squadre piazzate tra il secondo e il nono posto, e si articolano in quarti di finale, semifinali e finale, tutte al meglio delle tre (bisogna vincerne due insomma), con la prima e la bella in casa della squadra meglio piazzata. Non ci vorrà poco a completare questi 3 turni: la bella della finale è prevista per il 3 giugno nella formula; se basterà gara 2 arriveremo comunque al 27 maggio o giù di lì.

Cominciamo da My Basket – Busalla, ovvero lo scontro tra la seconda e la nona. I ragazzi di Brovia sono stati beffati sul filo di lana dai recchelini, ma direi che hanno sprecato l’occasione nel ritorno con quelli di Pizzonia alla Crocera. Smaltita la delusione, hanno comunque tutti i documenti in regola per andare sino in fondo a questi playoff: roster, risultati (non vincere il campionato di D perdendo solo 2 partite sembra difficile, ma a loro è successo), pubblico, sponsor, media. Il quarto li oppone al gruppo di Tarantino, che invece è rientrato nella griglia proprio grazie al tuffo sul traguardo, strappando il posto alla Valpetronio. La differenza in classifica di ben 24 punti sembra far escludere quanto successo l’anno scorso, quando il Cogoleto nono eliminò la Valpetronio (ancora lei) seconda, in quel caso la differenza in punti era molto minore, 9, di cui 3 dovuti ad una penalizzazione amministrativa per i cogoletesi. I busallesi proveranno a far quadrato (o pentagono), ma il 2-0 in stagione (in entrambi i casi con 11 punti di scarto) ribadisce l’ovvio pronostico a favore dei genovesi. Si gioca alla Crocera alle 17, immagino straboccherà come al solito.

Non cambia molto in termini di pronostico anche in Cogoleto – Scuola Basket Diego Bologna. Da un lato un gruppo, quello di Dellarovere, che grazie al mix di esperienza e gioventù ha lottato sino alla fine, penalizzato dalle sconfitte subite con il My Basket e forse ancor di più dalla débacle imprevista a Borzoli, reduce anche da una finale l’anno scorso, e ritenuto probabilmente l’avversario del My nella finale più plausibile; dall’altro un gruppo giovane, quello di coach De Santis, che ha avuto una “rottura” prolungata di 7 giornate ma nel finale ha recuperato i punti sufficienti per mettere al sicuro i playoff, e arriva ai quarti con poco da perdere. Anche qui la stagione ha detto 2-0, e sulla carta non è facile immaginare un sovvertimento anche in una serie breve. Al PalaDamonte la palla a 2 sarà alzata alle 18.30.

Alla stessa ora al Centro Acquarone di Chiavari il Villaggio quarto classificato riceve la visita in gara 1 della Pallacanestro Loano. Qui il pronostico si fa più difficile, perché all’andata, era la prima giornata, il Villaggio di coach Terribile si impose in casa nettamente, doppiando il Loano (allora affidato a coach Accinelli). Al ritorno però il team di Ciccione si riscattò, battendo i cogornesi anche se dopo un overtime. Gli scontri diretti dicono ancora Villaggio, ma l’1-1 è rappresentativo dell’insidiosità della squadra loanese, che dopo un inizio 0-4 ha poi ottenuto metà vittorie e metà sconfitte, un ritmo che è da quinto posto, non da settimo. Quindi un incrocio complicato, e vedremo se il Villaggio riuscirà intanto a sfruttare magari il vantaggio del campo in gara 1.

Equilibrato anche, come normale quando giocano tra loro due squadre contigue in classifica (quinta e sesta, con 4 punti di differenza), il quarto tra Pallacanestro Sestri e Auxilium, tra l’altro derby genovese. Al PalaFigoi alle 18.30 si alzerà la palla contesa di un quarto che parte però con il 2-0 a favore dei sestresi di coach Mariotti, capaci di vincere largamente sia all’andata sia al ritorno, e con prestazioni equamente distribuite durante la lunga regular season. Coach Pezzi guiderà i suoi nel tentativo di ribaltare fattore campo e favore del pronostico: anche se la continuità dell’Auxilium non è stata proprio proverbiale, anche nel loro caso la seconda parte del girone è stata fifty/fifty, dopo aver incassato una sequenza di cinque sconfitte consecutive che li avevano portati verso il fondo classifica.

Come tutti dicono, i playoff sono “un’altra storia”: speriamo che sia una storia divertente da raccontare, e magari SUPERBAsketball farà qualche altra “puntata” come quella di Cogoleto di un paio di settimane fa…

Situazione:

.

Partite in programma:

D Regionale/M 2017-2018 – Playoff – Quarti
08/04/2018 – 17:00 MY BASKET GENOVA INTERGLOBO-PALL. BUSALLA S.A.R.
08/04/2018 – 18:30 ASD CFFS COGOLETO BASKET-SCUOLA BK DIEGO BOLOGNA TARROS
08/04/2018 – 18:30 ASD VILLAGGIO SPORT PALL.-BK LOANO GARASSINI PASTA FRESC
08/04/2018 – 18:30 PALLACANESTRO SESTRI Studio GR-ASD PGS AUXILIUM

Posted in Campionati, D Reg M | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Under 18/M – L’Italia chiude con un buon quinto posto negli europei in Slovacchia

Posted by superbasketball su 10 agosto 2017

L’Under 18 maschile ha chiuso al quinto posto nell’Europeo di Bratislava e Piestany (Slovacchia). Un piazzamento forse un po’ stretto, ottenuto di fatto perdendo solo due partite, nei quarti con la Lituania e nel girone con la Serbia che ha poi vinto il titolo, e battendo la Spagna finalista. Un piccolo passo indietro rispetto al terzo posto ottenuto negli europei “natalizi” in Turchia, ma almeno ora coach Capobianco potrà riposarsi un po’!

La gara dei quarti con la Lituania poteva aprirci le porte del podio, che forse non avremmo neanche demeritato, e a maggior ragione se fossimo riusciti ad imporci sulla nazionale gialloverde. E i ragazzi (Ebeling 13, Pajola e Bonacini 12; Miaschi 2), dopo un avvio un po’ pesante che portava gli avversari baltici al vantaggio in doppia cifra dell’intervallo lungo, ci avevano fatto davvero sperare, riuscendo prima ad arrivare a -1 e poi a ricucire nuovamente al -2 quando alla fine della gara mancavano appena due minuti. Non è bastato però, come spesso succede quando dopo le rimonte non riesci a mettere poi nemmeno il naso avanti, e sono stati i lituani (poi terzi battendo nella finalina la Turchia) ad accomodarsi nella parte alta del tabellone, peccato, perché in una gara “sliding door” persa di fatto per poco ti resta il rammarico per quella palla, quel tiro, quella difesa malriuscita, quel libero sul ferro, che dalla possibilità di lottare per le medaglie ti fa cadere nel gruppo 5°-8° posto. Amen!

Restava comunque la possibilità, facendo bene nella successive due gare, di arrivare al quinto posto. Nel primo turno, la semifinale, agli azzurri è stata opposta la Bosnia Erzegovina, che nei quarti era stata estromessa dalla Serbia. Molto bravi i ragazzi (Palumbo 26, Vigori 11; Miaschi 3) a mettersi alle spalle la sconfitta dolorosa del giorno prima, e ad infilare i bosniaci con una partita condotta sempre, e alla fine conquistata con netto divario. Prima parte del piano B eseguita con successo!

La finale per il quinto posto ci proponeva lo scontro classico con i francesi, un po’ delusi per l’esclusione dalle gare che contano dopo che i pronostici della vigilia li davano per essere tra le nazionali lanciate verso il podio. Ebbene, se con la Bosnia era andata bene, con la Francia è andata ancora meglio, partita controllata e chiusa dai nostri (Caruso 18, Trapani e Palumbo 12; Miaschi 3) addirittura dopo la terza frazione! Quinto posto conquistato in modo autorevole dunque, a dimostrare che magari anche al piano di sopra non avremmo sfigurato. Ma il campo ha deciso che non doveva essere.

Federico Miaschi ha chiuso il suo Europeo con statistiche praticamente invariate, 10 minuti di utilizzo per gara, con 3 punti e 1 rimbalzo. L’anno prossimo sarà l’europeo della leva 2000, e probabilmente queste cifre miglioreranno, bene così.

Posted in Europei, Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Under 18/M – Anche qui siamo nelle 8! Stesa la Spagna, poi grande ottavo con la Russia, ora la Lituania nei quarti

Posted by superbasketball su 3 agosto 2017

L’Under 18 maschile di coach Capobianco (e di Miaschi) ha conquistato con due gare ottime l’accesso al tabellone delle prime 8 nell’Europeo di Bratislava e Piestany (Slovacchia). Ancora una volta Capobianco guida una formazione azzurra verso le posizioni che contano, in questa estate direi eccezionale. Speriamo che diventi un’abitudine!

La terza gara del girone, quella con la Spagna, era quella sulla carta più difficile. I nostri (Serpilli 15, Caruso 10; Miaschi 6) però l’hanno interpretata alla grande: praticamente sempre avanti, anche in doppia cifra, sono stati capaci di chiuderla (micidiale Serpilli nelle ultime azioni), sorprendendo gli iberici. Avevo detto che sarebbe stato difficile scalzarli dal primo posto del girone, invece ci siamo riusciti, ma abbiamo di fatto favorito la Serbia, perché nell’avulsa gli ex-jugoslavi hanno ottenuto il primo posto, e gli azzurri malgrado la vittoria sono rimasti terzi, il che significava dover giocare negli ottavi contro la seconda del girone A, ovvero la Russia. Però le sensazioni erano buone…

In un ottavo di finale ci si trova ad uno scambio ferroviario: chi passa gioca per le prime posizioni, chi perde resta a giocare al massimo per il nono posto. A volte basta un punticino. E allora è giusto giocarlo (come pure le seguenti gare, ovviamente, sino alla fine), al 150%: ieri i nostri (Trapani e Caruso 18, Miaschi) sono stati eccezionali in questo, soprattutto nei primi 2 quarti. Concreti e solidi in area su entrambi i lati del campo specialmente con un sontuoso Caruso (dalla schiacciata al gancio alla stoppata passando per tantissimi rimbalzi), precisi al tiro, spietati in difesa, pronti a tuffarsi sulle palle vaganti. Trapani (per me MVP ieri) era a tratti imprendibile, un razzo tra le maglie dei tramortiti ragazzi russi. Micidiale il 14-0 infilato di slancio dopo la palla a 2, e il quarto chiuso sul 30-11 già preannunciava una serata positivissima. Il secondo quarto è stato pareggiato ma reagendo al tentativo di rientro dei russi, e quindi riuscendo a non perdere l’inerzia per andare negli spogliatoi con un 47-28 superlativo. Non cambiava la musica nella ripresa, e se la terza frazione ci vedeva avanti di 21 era in realtà dopo un quarto in cui eravamo saliti al +26 dando anche spettacolo, ad esempio con Trapani che serviva l’alley-oop a Bonacina (azione replicata pochi minuti dopo). I russi riuscivano solo a sprazzi a ridurre il divario, e lo facevano con più decisione negli ultimi minuti della gara, quando un comprensibile minimo calo dei nostri permetteva loro di arrivare al -16: ma gli azzurri lottavano su ogni pallone ed era una rubata di Zampini con annessi 2 punti in contropiede a chiudere la partita sull’82-64 che sanciva un successo fantastico. BRAVISSIMI!!!

E ora? Ora l’appetito vien mangiando! Ci tocca, domani alle 18, la Lituania, che ieri ha fatto fuori la Slovacchia dopo avere vinto il gruppo C (a pari merito con la Grecia, e dopo aver perso la prima gara addirittura di 20 con la Finlandia poi quarta nel girone e ieri eliminata dalla Francia). Sarà una sfida difficilissima, ma il morale è altissimo e ce la possiamo giocare, grazie anche a “Re Mida” Capobianco che sta trasformando in…cose preziose tutto ciò che tocca quest’estate! Non credo che sia un caso! Inutile dire che vincendo saremmo nelle prime quattro, vero?

Nell’altro quarto dalla nostra parte di tabellone c’è la nostra conoscenza Serbia che giocherà il derby slavo con la Bosnia Erzegovina. Le altre gare saranno Turchia-Grecia e Spagna-Francia.

Federico ieri ha giocato un po’ meno ma aveva avuto più spazio con gli spagnoli: ora ha 12.5 minuti di utilizzo per gara, con 3.3 punti e 1 rimbalzo.

Forza ragazzi, forza Federico!!

Posted in Europei, Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Under 20/M – L’Italia rischia grosso, ora deve vincere 2 gare per evitare la retrocessione in Division B

Posted by superbasketball su 20 luglio 2017

nazionaliItaliaL-top-bkgL’Europeo Under 20 maschile di Creta si sta rivelando purtroppo un calvario per i nostri ragazzi. Gli azzurri di Buscaglia sono stati sconfitti negli ottavi da Israele e oggi purtroppo anche nei quarti di finale del tabellone basso dalla Svezia, e si trovano a dover giocare per i posti dal 13° al 16°. Dato che gli ultimi 3 retrocedono in Division B, i nostri devono assolutamente vincere le prossime due gare, altrimenti l’Italia scenderà di categoria e, paradosso dei paradossi, l’Under 20 dell’anno prossimo ovvero i vicecampioni del mondo Under 19 di quest’anno, si ritroveranno a non poter giocare con i migliori per il titolo continentale assoluto, che sulla carta sarebbe alla portata, ma solo per il titolo “B” e la promozione per l’anno successivo di nuovo in Division A. Sarebbe piuttosto triste.

Dopo il girone chiuso in ultima posizione con 3 sconfitte, l’ottavo era sulla carta già difficile, contro la prima del girone C, Israele. Paradossalmente i nostri (Totè 27, Okeke 13; Oxilia) hanno fatto forse la partita più positiva, costringendo gli israeliani a lottare sino agli ultimi possessi dopo essere riusciti a tornare ad un solo possesso di distanza a metà ultima frazione. Non è andata bene, ma magari finire nelle 8 dopo una prima fase così deludente era davvero troppo.

La sconfitta negli ottavi ha relegato il gruppo di Buscaglia a giocare per la metà bassa del tabellone, dove comunque si può ancora arrivare ad un dignitoso nono posto. Per far bene, e evitarsi rischi di retrocessione, ai ragazzi si offriva l’occasione d’oro, contro una Svezia che aveva vinto due gare nel girone iniziale, ma che l’altroieri negli ottavi era stata spazzata via 39-73 da quell’Islanda con la quale i nostri avevano giocato e vinto in preparazione. E’ finita male anche oggi invece, con i nostri (Moretti 23, Okeke 20; Oxilia) avanti nella prima parte in modo promettente, poi pian piano recuperati e sorpassati dagli scandinavi in un terzo quarto da quasi 30 punti subìti. Alla fine le lunghezze a favore degli avversari sono state 10, e per gli azzurri ora le prospettive sono piuttosto grigie.

Ora siamo spalle al muro: una sconfitta in una qualsiasi delle prossime due gare ci condannerebbe alla Division B. La semifinale per i posti dal 13° al 16° si gioca sabato alle 15.45 contro la Repubblica Ceca, ancora a secco in questi Europei come gli azzurri. In fondo, è anche giusto che chi non riesce a vincerne una in 6 partite debba accomodarsi nel secondo vagone l’anno prossimo. Vincendo, poi si dovrebbe ancora giocare contro Lettonia o Slovenia, e bisognerebbe vincere anche quella finale. Incrociamo le dita, una retrocessione sarebbe una delusione notevole, soprattutto per l’anno prossimo, come dicevo più sopra.

In queste ultime due gare le medie di Oxilia sono un po’ calate, speriamo che almeno in queste due gare finali possano rimigliorare e Tommy possa contribuire, finalmente, a queste due vittorie che ci servono come il pane.

Posted in Eventi, Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Under 20/F – L’Italia chiude sesta

Posted by superbasketball su 16 luglio 2017

nazionaliItaliaL-top-bkgLa nazionale Under 20 femminile nell’Europeo di Matosinhos (Portogallo) ha ottenuto oggi il sesto posto dopo essere stata sconfitta nella relativa finale dall’Ungheria.

Avevo lasciato le ragazze di coach Liberalotto appena prima del decisivo quarto di finale contro la Francia. Non è stata una gran partita: le nostre (Andre 19, Pan 14; Valente ne) hanno subìto un passivo pesante in avvio, hanno recuperato, ne hanno subìto un altro e l’hanno sostanzialmente recuperato (-3), poi le transalpine (finite poi quarte) hanno ripreso il largo e vinto con distacco anche ampio, negandoci la possibilità di giocare per il podio. Ciliegina sulla torta (si fa per dire) lo scavigliamento di Pan nel finale.

Restava da lottare nella parte di tabellone che assegnava i posti dal quinto all’ottavo, iniziando dalla semifinale contro la Lettonia, peraltro già battuta nel girone. Il team di Liberalotto doveva però rinunciare all’utilizzo di Pan e durante la gara anche di Keys, e la partita ci vedeva quasi sempre dietro, a parte nel terzo quarto dove un parzialone ci riportava a mettere il naso avanti. Nell’ultima frazione lettoni avanti anche di 9 ma le nostre (Ciavarella 26, Santucci 15; Valente ne) riuscivano, anche grazie al provvidenziale errore avversario sulla sirena, a impattare. Ci sono voluti poi ben 2 supplementari, con alterne vicende, per darci la vittoria con un bel semigancio mancino di Costa a 5″ dalla sirena, una vittoria di spessore perché ottenuta con oggettive difficoltà fisiche.

Oggi si giocava per un comunque prestigioso quinto posto, avversaria l’Ungheria che nei quarti era stata superata dalla Spagna (poi in finale con la Slovenia, mentre scrivo la gara è ancora in corso in sostanziale equilibrio) e che ieri si era sbarazzata del Belgio. Le magiare peraltro nel girone iniziale avevano anche battuto la Francia che ci aveva estromesse dalla corsa al podio. Le azzurre (Santucci 21, Keys 15; Valente ne), che ritrovavano Keys ma avevano nel frattempo perso Policari (e poi durante la gara anche Ciavarella), dopo una parte iniziale difficile sembravano, a cavallo dell’intervallo lungo, aver trovato nel tiro pesante di Santucci e nel lavoro sotto i tabelloni di André le chiavi per portare a casa il risultato; invece nel terzo quarto la magia si è interrotta e le ungheresi hanno risorpassato, prendendo a loro volta un vantaggio che sembrava potesse portarle a chiudere il match. Le nostre hanno invece lottato sino in fondo, perdendo l’occasione quando sul -4 Santucci era riuscita a scippare il play avversario e subirne l’antisportivo nel contropiede. La nostra faceva solo 1, e poi nell’azione d’attacco successiva non si arrivava a risultato, perdendo anzi palla, e Santucci stessa era costretta a restituire l’antisportivo. Si andava poi avanti con le ungheresi in lunetta a difendere con successo i 3/5 punti di scarto. Peccato, ma se consideriamo che le ragazze hanno perso comunque solo 2 gare delle 7 disputate, non è certo un brutto Europeo.

Per quanto riguarda Emanuela Valente, poco utilizzo per lei, ferma dopo le partite del girone: la “spezzina” chiude il suo europeo con 2 punti e 2 rimbalzi di media in circa 8′ di utilizzo nelle 3 gare disputate.

Posted in Eventi, Giovanili, Nazionali | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: